la ragazza del treno regia di Tate Taylor USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la ragazza del treno (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film LA RAGAZZA DEL TRENO

Titolo Originale: THE GIRL ON THE TRAIN

RegiaTate Taylor

InterpretiEmily Blunt, Haley Bennett, Justin Theroux, Rebecca Ferguson, Luke Evans, Edgar Ramirez, Allison Janney

Durata: h 1.52
NazionalitàUSA 2016
Generethriller
Al cinema nel Novembre 2016

•  Altri film di Tate Taylor

Trama del film La ragazza del treno

La storia Ŕ quella di Rachel Watson, una giovane donna che non ha superato il suo divorzio e il fatto che il suo ex si sia prontamente risposato, e che si Ŕ attaccata troppo alla bottiglia, arrivando a perdere anche il lavoro. Ci˛ nonostante, prende ogni mattina il treno dei pendolari come se ancora dovesse recarsi in ufficio, guardando fuori dal finestrino e fantasticando sulle cose e le persone che osserva: in particolare, la sua attenzione si fissa su una coppia che, nella sua immaginazione, ritiene perfetta. Un mattino, per˛, Rachel vede la lei della coppia assieme a un altro uomo, e dopo pochi giorni la ragazza sembra essere svanita nel nulla. Rachel inizierÓ a indagare sulla sorte di questa sconosciuta, scoprendo una veritÓ sconcertante.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,63 / 10 (32 voti)6,63Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La ragazza del treno, 32 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

gaesor  @  24/01/2017 10:02:20
   7½ / 10
Thriller ben fatto ed Emily Blunt che si rivela sempre più brava.
Il film fa riflettere su diversi temi.

Federico  @  23/01/2017 17:40:36
   7 / 10
film che mi ha tenuto incollato allo schermo, promosso

Interista90  @  14/01/2017 13:16:03
   7½ / 10
Nel dare la mia valutazione sono un pò condizionato dal fatto che ho letto il libro, il quale è bello, profondo, intenso, complesso. Era quindi difficile riproporre tutto sotto forma di film, altrimenti sarebbe durato almeno due ore e mezza.
Tutto sommato il film si lascia guardare discretamente, grazie all'eccezionale recitazione di Emily Blunt. Manca però quell'enfasi e quell'atmosfera di suspance che il libro riesce a creare maggiormente. Inoltre la recitazione del resto del cast è sufficiente ma non proprio esaltante, e forse anche il regista poteva osare di più nel porre l'accento su alcuni aspetti che nel libro vengono evidenziati. Ci sono varie differenza tra libro e film... forse troppe (vedi spoiler), considerata la qualità ed il successo dell'opera. Complessivamente resta comunque un ottimo thriller, ma la qualità e la suspance poteva essere resa più alta nella visione della pellicola. Mezzo voto in più per la recitazione della protagonista e per la bellezza di Megan.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

nEuRoTiK  @  10/01/2017 14:56:11
   6½ / 10
Non ho letto il libro ma ho trovato in questo film un buon thriller, che tra alti e bassi tiene comunque bene fino alla fine. Ottima a mio parere la prova di Emily Blunt, a suo agio in questi ruoli.

TheLegend  @  10/01/2017 14:15:04
   6 / 10
Passabile se non ci si aspetta molto ma il film stenta a decollare e in alcune parti lascia a desiderare.

adamantio  @  05/01/2017 18:23:24
   7 / 10
Non ho letto il libro quindi non posso effettuare un confronto diretto. Ho trovato LRDT un buon giallo con una Emily Blunt in grande forma. Non è un capolavoro assoluto ma si lascia vedere con piacere. Consigliato.

TheGame  @  05/01/2017 13:58:43
   4 / 10
Da un incipit interessante ci tocca sorbire un thrillerino tra belloni borghesi e i loro inciuci che prontamente non fregano a nessuno già dopo trenta secondi.

barone_rosso  @  31/12/2016 11:07:03
   6½ / 10
Sì e no, fedele al libro ma allo stesso tempo svuotato di tutta quell'atmosfera che si respira leggendolo.

werther  @  14/12/2016 18:53:44
   6½ / 10
Un thriller che parte lento per poi prendere una piega inaspettata, prende però di interesse man mano che passano i minuti aumentando la dose di mistero sulla trama, fino a un finale che regala qualche colpo di scena. Nel complesso un bel film, guardabile, anche se mi aspettavo qualcosa di più,

Trixter  @  07/12/2016 15:32:44
   6½ / 10
Film piuttosto cupo e dal ritmo blando che, complice l'ottima interpretazione della Blunt, riesce a mantenere un discreto piglio sullo spettatore. Vicenda ben intrecciata ed intrigante. La ragazza del treno non è un capolavoro ma si può vedere.

gringo80pt  @  02/12/2016 07:25:07
   7 / 10
Buon thriller anche se alla lunga stanca (quasi 2 ore di proiezione). Nel complesso al cinema è godibile, ma forse lo sarà un pò meno da dvd. Prova senza pretese dei protagonisti.

VITA DA PENDOLARE

fabiob  @  28/11/2016 19:05:57
   7 / 10
SI PUO VEDERE MA NON è CHE RIMANGA COSI IMPRESSO

ZanoDenis  @  28/11/2016 15:06:42
   6½ / 10
Discreto thriller, si fa valere, sebbene nella prima parte ci sia molta confusione, pian piano inizia ad ingranare, sempre tramite un montaggio alternatissimo, ovvio debitore dell'evoluzione che ha avuto il genere nel decennio passato (diciamo il post-memento).
Alla fine i conti quadrano, non vi sono particolari sequenze eclatanti e si punta molto sui colpi di scena e sul tenere nascosto, niente buchi di sceneggiatura rendono questo film un thriller gradevole, anche grazie alle buone performance di Emily Blunt e di una affascinantissima Haley Bennett, che potrebbe procurare qualche sbandata agli uomini eheheheh

Spotify  @  27/11/2016 01:03:27
   7 / 10
Interessante pellicola tratta da un best steller. Avevo grandi aspettative per questo film e devo dire che sinceramente mi aspettavo qualcosina in più. Non che l'opera sia brutta, intendiamoci, però c'è qualcosa che non mi ha convinto del tutto. La storia è quasi interamente al femminile e vede protagoniste tre donne, Rachel, Anna e Megan. Al fianco delle tre figure femminili c'è Tom, il marito di Anna. La vicenda vede Rachel, una donna alcolizzata, prendere il treno ogni mattina per andare a lavoro e ogni volta, passa davanti ad una casa dove, dal finestrino, la donna scorge una coppia di innamorati sul balcone che si baciano e abbracciano. La ragazza è colpita da tutto ciò perchè vede in quella giovane coppia, il volto dell'amore più sincero e vero. Un giorno però, Rachel, sul balcone, vede la ragazza abbracciarsi con qualcuno che non è il compagno, quindi di conseguenza va nello sconforto, perchè assistendo a quel tradimento, le ritorna in mente la fine del suo matrimonio con Tom (motivo dell'alcolismo di Rachel), il quale ora, appunto, è sposato con Anna. Un giorno la ragazza del balcone, che poi si scopre essere Megan, scompare e la cosa colpisce in prima persona Rachel, la quale decide di cimentarsi in un'indagine che farà venire alla luce delle squallide verità.
Non essendo un lettore, non posso fare paragoni con il libro o ricercare analogie, similitudini, differenze e quant'altro con esso, dunque mi baso esclusivamente sul lavoro svolto da Tate Taylor. Il regista fa un lavoro abbastanza accurato, preoccupandosi di girare in maniera molto minuziosa, stando attento ai dettagli e dando moltissima importanza ad ogni singolo movimento e sguardo degli attori.
Diciamo che la prima parte non è proprio eccezionale, si procede a rilento e non c'è mai un momento significativo. In realtà però, ben che ad una prima visione, questi 40 minuti iniziali potrebbero far storcere il naso, bisogna oggettivamente rendersi conto che il director sta ancora ponendo le fondamenta della sua opera e quindi ci preserva i "fuochi d'artificio" per dopo. L'unica cosa che Taylor fa davvero in questo frangente di pellicola, è la presentazione delle tre donne. Una presentazione abbastanza rapida ma efficiente al punto giusto per farci comprendere che tipe sono, come conducono la loro vita e cosa vogliono ancora da essa. Le tre ragazze (perchè in fin dei conti di ragazze si tratta) presentano tre caratteri molto diversi, i quali vengono amalgamati efficacemente dal regista: Rachel è diventata l'ennesima vittima dell'alcool, depressa e conducente un'esistenza grigia e triste. Si è ridotta in questo stato a causa della fine del suo matrimonio con Tom, in seguito risposatosi con Anna. Una cosa però che Rachel ha ancora, è la sua forza di volontà, la quale sarà determinante soprattutto nel scoprire la verità sulla scomparsa di Megan. Parlando invece di Anna, si tratta di una donna rappresentante il classico stereotipo della giovane mamma americana, cioè sicura di se, premurosa con marito e figlio e che diffida totalmente dell'ex del marito. Infine abbiamo Megan, ragazza giovanissima, maliziosa e avente torbide relazioni con più uomini. Una figura psicologicamente difficile da capire, è introversa, introspettiva e ingannevole. Quando la conosciamo all'inizio, sembra che non ci possa essere alcun collegamento tra lei e le altre due donne, ma Megan sarà di importanza vitale per i destini incrociati di Rachel e Anna. Dunque, bisogna riconoscere che Taylor fa un lavoro notevole con la direzione delle attrici e la rispettiva caratterizzazione dei personaggi che esse interpretano, un compito risultante parecchio articolato e avente tante sfaccettature. Sembra quasi che il regista abbia voluto fondere i tre caratteri delle ragazze allo scopo di farne uno solo, quasi come se fossero complementari tra di loro. Poi, a dirla tutta, le presentazioni delle protagoniste hanno una struttura progressiva, in quanto continuano anche a pellicola inoltrata, difatti scopriamo costantemente cose nuove sul conto di Rachel, Anna e Megan.
Il ritmo, è, come ho scritto prima, piuttosto macchinoso nella prima parte, però nella seconda, si ha una sterzata che arriva nel momento giusto. In questo modo la pellicola decolla, e Taylor si dimostra abilissimo nella narrazione, la quale è complessa ma non contorta, congegnata con classe e molto attenta alle più svariate situazioni che si vengono a creare. Inoltre, una volta che la storia "prende quota", il director riesce sempre tenerla viva e interessante, pur trattandosi di una vicenda abbastanza intricata.
Altra cosa che giova parecchio, è l'atmosfera che il regista crea, un'aura fredda, ghiacciata, la quale ricorda molto i climi delle pellicole scandinave. Attraverso quest'aria invernale e distaccata, Taylor vuole sottolineare il lato triste e drammatico della vicenda, che non vede mai gente allegra o sorridente, ma tutti individui che conducono un'esistenza plumbea o solo all'apparenza felice. Il finale è sviluppato bene, forse si dilunga un po' troppo, tuttavia presenta una struttura esemplare e conclude il film nel migliore dei modi. Da notare come in quest'epilogo, la violenza prenda il sopravvento.
Il cast è da applausi: grandissima Emily Blunt, un'interpretazione quadrata, intensa e grintosa. Con la sua bellezza poi da ancora più fascino ad un personaggio già di per se intrigante come Rachel. L'attrice londinese si cala perfettamente nei panni della donna alcolizzata e riesce a far trasparire tutto il grigiore della sua vita. Espressioni impeccabili e ottima esplicazione dei dialoghi.
Molto brava anche Haley Bennet nel ruolo di Megan, un ruolo non facile da interpretare. L'attrice si ritrova a impersonare una persona torbida, provocante e "affamata" di sesso. Bisogna ammettere che neanche la Bennet sbaglia una virgola, rende oscura e in un certo senso affascinante, la figura di Megan. Rebecca Ferguson forse è quella che tra le tre attrici, spicca di meno, la sua è una recitazione che seppur buona, non regge il confronto con quelle delle altre due interpreti. Comunque alla fine, si fa valere anche lei. Insomma, Taylor non poteva scegliere cast migliore.
La fotografia è pregevole, evoca molto quell'aura fredda della quale parlavo prima. Le tinte bianco-bluastre danno un'impronta estetica originale.
Anche le ambientazioni risultano efficaci, si sposano bene con il tipo di storia. Sono sperdute, gelide e cupe, vedi ad esempio il grande bosco che circonda la cittadina dove si svolge la vicenda, un posto dove possono succedere i fatti peggiori senza che essi vengano a galla.
La colonna sonora non è male, non verrà ricordata negli annali, però funziona.
La sceneggiatura è molto vasta, si articola tra flashback, presente e storie parallele. E' resa ben chiara e non diventa mai tortuosa o non si va a cacciare in vicoli ciechi. Si vede che le idee ci stavano. Infatti non abbiamo mai situazioni ripetitive o fasi di stallo, ma è tutto un progredire verso la scoperta della verità. Perfette la stesure dei personaggi, tutti hanno una descrizione ben definita. I colpi di scena non mancano e spesso fanno ricredere più e più volte lo spettatore. L'impianto narrativo è solido, strutturato su più livelli, ma non difficile da seguire. Tra le cose che magari si possono rimproverare, qualche episodio un po' forzato e leggermente arronzato, ma si tratta di contesti alquanto specifici.

Conclusione: una buona pellicola drammatica, ha il suo punto di forza nel cast di altissimo livello, in più si aggiungono una validissima regia e una certa abbondanza di idee. Nonostante tutto, come ho scritto all'inizio del commento, manca sicuramente un qualcosa, quella trovata che faccia guadagnare almeno un punto in più al film e che lo renda convincente sotto tutti i punti di vista. Fatto sta che, alla fine dei conti, ci si ritrova di fronte un prodotto onesto e che vale una visione.

Carloxxx  @  22/11/2016 16:37:31
   7 / 10
Parto con il dire che sono andato a vedere questo film senza troppe pretese, non avendo letto il romanzo, potevo solo giudicare la qualità della pellicola in se.
La ragazza del treno è un thriller psicologico,appunto nel quale la psiche dei personaggi,è messa a dura prova per tutta la durata del film,tra reazioni isteriche gesti folli ed esaurimenti nervosi...
La protagonista Rachel interpretata da Emily Blunt è una ragazza depressa, esaurita,devastata dai sensi di colpa, che non riesce a guardare avanti; per tutto il film non riesce nonostante gli sforzi a trasmettere quell'empatia che un dramma di vita del genere può suscitare allo spettatore.
Non che apprezzassi particolarmente Emily blunt (ho visto pochi film e tutti ha sempre recitato ruoli di secondo piano) comunque sia si comporta abbastanza bene il suo compito.
Le altre due donne troviamo l'affascinate e sensuale Megan, l'attrice che interpreta la ragazza l'ho trovata poco espressiva per non dire non adatta nella sua parte, mentre Anna (la donna con l'istinto materno),convince di più.
La bontà del thriller( abbastanza convenzionale) è indiscussa, discreto il montaggio, trama non banale, nel quale fino alla fine non si sa chi è il colpevole, il film scorre bene e lascia lo spettatore sempre incollato allo schermo.
L'unica cosa a mio dire, questa pellicola l'ho trovata più rivolta a un pubblico femminile(cioè forse sarà più apprezzato da esse); dico questo perché il film, vuole far vedere l 'amore sincero che accomuna le donne; per il proprio uomo o per il figlio o per l famiglia...ma anche quanto possa essere fragile la mente umana, soprattutto per una ragazza ferita nell'anima.
Megan,lasciando stare la sua tragedia in età adolescenziale, è perennemente malinconica, annoiata, incompresa dal marito, e sfoga la sua frustrazione scopandosi uomini a caso. Anna, frustrata anch'essa, si sente un inetta sforna figli e appena al minimo sospetto dell'infedeltà del marito(ok fondate..), vive di paranoie assurde, infine Rachel depressa incapace di vivere una vita nuova, cade nel baratro con gesti al limite della legalità, infantilismi ossessioni morbose.
Detto ciò,concludo dicendo che nonostante la sceneggiatura non sia eclatante, la personalità dei personaggi un po' ridicola, il film non è scontato e merita la visione.

InvictuSteele  @  19/11/2016 18:37:43
   5 / 10
Un film odioso, lento e caotico dall'inizio alla fine, che regala manfrine di una retorica imbarazzante e tipiche d una casalinga disperata sin dal monologo inziale, per poi proseguire sulla stessa scia noiosa e confusionaria. Si entra nel thriller verso metà film e allora ci si aspetta che cambi qualcosa, invece niente, questo polpettone si trascina verso un epilogo scontatissimi e alquanto inverosimile e sciocco. Non riesco a salvare nulla di questo film, nemmeno la caratterizzazione del personaggio protagonista, affidato alla bellissima e bravissima Emily Blunt, ma troppo psicopatico e forzato. Film mediocre tratto da un romanzo altrettanto mediocre ma superpompato dalla pubblicità e quindi diventato, come spesso accade, un best seller.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/11/2016 15.29.04
Visualizza / Rispondi al commento
kanon1981  @  16/11/2016 23:56:26
   7½ / 10
Un ottimo thriller/giallo.
Ho trovato azzeccatissimi gli attori, bravissima emily blunt.
Puo forse risultare difficile da seguire, ma scorre abbastanza bene.
Le musiche centrate , rendono l'atmosfera del film cupa e morbosa.
Promosso.

dagon  @  16/11/2016 19:36:31
   5½ / 10
Mah... già il libro non era niente di che. Un decente thriller da ombrellone, scorrevole quanto prevedibile. Il film sfronda molto la storia, appiattisce i personaggi ed tira via parecchi passaggi. Niente di che.

farfy  @  13/11/2016 14:45:52
   8½ / 10
E' raro che un film mi colpisca così nel profondo. Una trama dallo spirito intrigante, rivelatrice di verità nascoste, pensieri conturbanti, anime irrequiete.
E' facile immedesimarsi nel tormento esistenziale della protagonista, dentro il suo senso di solitudine, nella sua perdizione alcolica.
E' un film che mette a confronto due mondi avversi: l'uomo e la donna, e lo fa in modo magnifico.

Sofiatrenk  @  13/11/2016 14:19:47
   7 / 10
Chiamarlo Thriller è un parolone. Lo definirei più un giallo che va seguito con molta attenzione perché il rischio di perdere il "filo" è alto. A tratti potrebbe risultare un po' pesante ma l'ottima recitazione generale mantiene alto l'interesse per tutta la sua durata del film.
Sicuramente consigliato

Invia una mail all'autore del commento AxelFoley  @  11/11/2016 19:08:44
   7 / 10
Stroncato ingiustamente dal molti critici cinematografici sul web, ha invece riscosso molto successo tra il pubblico ed al botteghino.
In effetti non vedo nessuna bocciatura in questo film, a partire da un cast perfettamente in parte, su tutti una Emily Blunt superlativa che cala l'asso con questa interpretazione ad effetto e molto profonda, nella sua carriera cinematografica, ma bravi anche Rebecca Ferguson e via via tutti gli altri da Theroux a Luke Evans.
La trama ha un intreccio che è godibile e mai banale. La sceneggiatura si allinea con la personalità e il contesto della protagonista, la Blunt, la quale per 3/4 di film ha difficoltà a distinguere frà realtà e immaginazione creata da alcool e eventi psicotici. E lo scorrere delle sequenze proposte ad intreccio rende proprio l'idea della fatica che faccia a ricollocare i pezzi del puzzle in un ordine ben definito. Lo spettatore al contrario è perfettamente lucido (si spera ^^) e deve semplicemente mettere i tasselli delle scene nell'ordine cronologico adatto: la percezione di ciò che è vero e ciò che è frutto dell'immaginazione di Rachel è abbastanza evidente, perlomeno dopo circa 30 minuti di film, se non altro per l'utilizzo di una grafica "sognante" per le scene non reali.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

FABRIT  @  11/11/2016 18:19:59
   8 / 10
Primo tempo da decifrare con pazienza, nella seconda parte tutto scorre in maniera più fluida e il film finalmente prende il sopravvento in maniera devastante.Bellissimo

cinematografo  @  11/11/2016 13:24:34
   4 / 10
Film lento e prevedibile. Se fosse stato un film italiano, sarebbe stato stroncato con una media del 5.forde anche meno!!!!...essendo un film americano la media è abbondantemente oltre la sufficienza....non c'è equilibrio di giudizio...per me sto film vale 4...un voto in più per l'interpretazione della protagonista, sennò 3 era pure troppo!!!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  11/11/2016 11:40:03
   6 / 10
Thriller/dramma che fatica a decollare e a tratti risulta inutilmente verboso, ma che riesce comunque a mantenere alta l'attenzione dello spettatore, soprattutto nella seconda parte.
Ottima prova per la Blunt che regge quasi da sola l'intero film.

Wilding  @  10/11/2016 21:38:26
   6½ / 10
Discreto giallo con un tasso di adrenalina quasi zero. Abbastanza scontato il tutto però bravi gli interpreti.

il ciakkatore  @  08/11/2016 23:18:44
   8 / 10
Finalmente un bel thriller,dove si è catturati dall'inizio alla fine.Lei è bravissima e il film scorre via bene,da vedere senza dubbio

flackie76  @  08/11/2016 15:26:13
   8 / 10
A ne é parsi un grande film, la presunta lentezza serve a caratterizzare bene i personaggi e le situazioni. La Blunt é mostruosa. Gran bel film

Jumpy  @  06/11/2016 22:51:16
   6½ / 10
Emily Blunt regge il film praticamente da sola... la sua interpretazione spicca per bravura su tutto il cast.
Raffinato e tecnicamente perfetto, una via di mezzo tra il giallo più tradizionale, il film sentimentale ed il thriller psicologico... ma in molti passaggi è lento, pesante, e a volte si fa fatica a seguire... forse qualche dialogo poteva essere evitabile... le quasi due ore pesano un po'.

grilletto  @  06/11/2016 20:09:55
   6 / 10
tecnicamente ben fatto, lei sorregge il film ma la sua parte è lamentosa e lagnosa....la trama scorre a fatica a volte prevedibile altre fuorviante...in conclusione buon prodotto ma emotivamente non coinvolgente....

ivanello  @  06/11/2016 17:35:24
   6½ / 10
Di certamente non resterà negli annali, ma il film si lascia guardare tranquillamente. Per certi versi mi ha ricordato "Gone Girl", con un ritmo piuttosto lento, ma che non annoia mai. Promosso.

Rollo Tommasi  @  05/11/2016 12:15:19
   8½ / 10
Fluido, appassionante, incalzante, sensuale.
La Ragazza del Treno si potrebbe tranquillamente ascrivere ai thriller psicologici come anche alla categoria del giallo puro (crimine insoluto, lista dei sospettati a sfoltimento progressivo, costellazione dei moventi e l'immancabile presenza sospettosa dell'ispettore, interpretato da una sempre garbata ma incisiva Allison Jenney).
La prova superba di Emily Blunt - scelta anche per la capacità di emettere lacrime a comando - conferisce ulteriore spessore alla già pregevole coralità di un'opera a preponderante presenza femminile. E', infatti, la "donna", con il suo ponderoso carico emotivo ed insieme vulnerabilità (Spoiler), l'autentica cariatide del film.
Piccole sporcature di forma e qualche dialogo eccessivamente crudo (magari ispirato dal romanzo) sono veniali peccatucci che si possono perdonare ad un regista esordiente.
Troppo impietosi i voti di certi pur autorevoli siti internet!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/11/2016 14.49.09
Visualizza / Rispondi al commento
andreadieffe201  @  04/11/2016 20:34:06
   4 / 10
lento e scontato. non decolla mai.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

3 generations - una famiglia quasi perfetta
 T
7 minuti
 T
a spasso con bobabattoirallied - un'ombra nascostaalps
 T
animali fantastici e dove trovarli
 HOT T
animali notturniaquarius
 NEW
arrivalassassin's creedbabbo bastardo 2bianca & grey e la pozione magicabrimstonecaptain fantastic
 T
che vuoi che siacollateral beautycome diventare grandi nonostante i genitoricondotta
 NEW
dopo l'amoree' solo la fine del mondo
 T
fai bei sogniflorencefree state of jonesfuga da reuma park
 NEW
funne - le ragazze che sognavano il mare
 T
geniushome (2016)i cormorani
 R
il cittadino illustreil cliente (2016)il ggg - il grande gigante gentileil medico di campagna
 NEW
il mondo magicoil piu' grande sogno
 NEW
il ragno rossoincarnateknight of cups
 T
kubo e la spada magicala cena di natalela festa prima delle festela mia vita da zucchina
 T
la pelle dell'orsola primavera di christine
 T
la ragazza del trenola sindrome di antoniola stoffa dei sognila verita' negatal'amore rubatole stagioni di louisele verita' sospeselion - la strada verso casa
 NEW
l'ora legale
 NEW
maestromagic islandmasha e orso - nuovi amici
 T
masterminds - i geni della truffamechanic: resurrectionmiss peregrine - la casa dei ragazzi specialimister felicita'
 T
morgannatale a londra - dio salvi la regina
 NEW
nebbia in agostonon c'e' pi¨ religione
 T
non si ruba a casa dei ladri
 T
oasis: supersonicoceaniaone piece gold - il filmpalle di neve - snowtimepassengerspatersonpaw patrolpeppa pig in giro per il mondoper mio figliopoveri ma ricchi
 NEW
qua la zampa!quel bravo ragazzorobinu'rock dog
 HOT
rogue one: a star wars storyshelleyshut insilencesing
 T
sing streetsnowdensullythe birth of a nationthe bye bye man
 T
the founderti amo presidente
 R T
un mostro dalle mille testeun natale al suduna vita da gatto
 NEW
xxx: il ritorno di xander cageyo yo ma e i musicisti della via della seta
 NEW
your name

949297 commenti su 36401 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net