maria antonietta regia di Sofia Coppola USA 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

maria antonietta (2006)

 Trailer Trailer MARIA ANTONIETTA

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MARIA ANTONIETTA

Titolo Originale: MARIE ANTOINETTE

RegiaSofia Coppola

InterpretiKirsten Dunst, Jason Schwartzman, Rip Torn, Judy Davis, Asia Argento, Marianne Faithfull, Aurore Clément

Durata: h 2.03
NazionalitàUSA 2006
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2006

•  Altri film di Sofia Coppola

•  Link al sito di MARIA ANTONIETTA

Trama del film Maria antonietta

Maria Antonietta, la figlia della regina d'Austria viene promessa in sposa appena quattordicenne a Luigi XVI, il futuro re di Francia. Nonostante la sua riluttanza, la giovane si trasferisce a Versailles, ma non riuscirà mai ad entrare in sintonia col popolo francese che in primis, non le perdona il fatto di essere straniera, così allo scoppio della Rivoluzione, quando Maria Antonietta si schiera dalla parte dell'aristocrazia, una volta catturata, sarà condannata dal tribunale rivoluzionario alla ghigliottina.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,54 / 10 (125 voti)6,54Grafico
Voto Recensore:   7,50 / 10  7,50
Migliori costumi (Milena Canonero)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Migliori costumi (Milena Canonero)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Maria antonietta, 125 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Mattia100690  @  28/08/2017 12:50:14
   8 / 10
Ottimo film, un racconto storico ma allo stesso tempo "glam-rock", glitterato e favolistico in certi passaggi. La regia di Sofia Coppola risulta sempre particolarmente accurata e riconoscibile: una menzione speciale per la straordinaria colonna sonora (Cure, New Order, Siouxsie & The Banshees e molti altri).

antoeboli  @  17/03/2017 15:15:38
   6 / 10
Alla fine è come me ne hanno parlato altre persone. un film senza infamia senza lode , dove la Coppola ha voluto rivedere la storia della più famosa sovrana francese in chiave esageratamente scanzonata e con musiche pop/rock.
Una discreta K.Dunst e una regia un po mah , non basta per un film scritto con ritmi blandi , specialmente la seconda parte che dovrebbe essere più succosa , risulta monotona .
Nulla da dire però sui costumi della Canonero e sulla fotografia e scenografia, curata in minimo dettaglio , con tanto di riprese nella vera Versailles .

DogDayAfternoon  @  12/03/2016 18:03:24
   6½ / 10
Come in altri suoi film, la Coppola punta tutto sull'estetica lasciando da parte i contenuti. Pertanto chi dà un grosso peso alla componente visiva difficilmente ne rimarrà deluso, chi invece dà priorità ad altri aspetti non troverà molta sostanza in "Marie Antoinette".

Convincente comunque Kirsten Dunst nei panni della sfortunata regina acefala, attrice dalla quale Sofia riesce sempre a ricavare il massimo. Altro aspetto che contraddistingue la filmografia della Coppola è il sopraffino gusto musicale, e l'anacronismo delle musiche in questo caso devo dire che funziona.

Da un personaggio così importante e da una storia così drammatica come quella di Maria Antonietta è comunque lecito aspettarsi qualcosa di più.

iniziovsfine  @  05/10/2015 17:02:59
   6 / 10
Ottimo da un punto di vista tecnico.

La caratterizzazione dei personaggi è poco approfondita ed essi ne risultano sbiaditi e poco convincenti. Un vero peccato; poteva essere un capolavoro.

Piacevole se si è amanti del genere, comunque.

maitton  @  09/03/2015 13:26:53
   6½ / 10
mezzo voto in piu' per l'aspetto tecnico, oggettivamente ineccepibile.
per il resto piu' che raccontare il film ci lascia immaginare quella che era la personalita' di una delle regine piu' influenti e discusse della storia.
non sempre tale scelta risulta azzeccata.

Invia una mail all'autore del commento diderot  @  01/12/2013 14:49:06
   7 / 10
Musiche, costumi, scenografia e fotografia fantastiche!!! La storia non è molto coinvolgente, a tratti forse un po' lenta ma il film è comunque godibile, consigliato per gli amanti del genere.

James_Ford89  @  16/11/2012 16:35:23
   8 / 10
Una stupenda rivisitazione in chiave moderna (forse troppo) della storia della regina più odiata di Francia. La Dunst è superlativa, difficilmente qualcun'altra avrebbe reso così bene in quella parte. Oscar ai costumi strameritato, fotografia e colori incredibili.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Forse un pò superficiale nel finale e con qualche silenzio di troppo ad inizio film..ma questo è lo stile di Sofia. Onore al coraggio di azzardare delle musiche così e alla pazzia di inserire le Converse in una scena del film.
Comunque, ripeto, una maggior intensità al finale non avrebbe guastato, anche se..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gantz88  @  08/01/2012 10:49:37
   7 / 10
molto bello ed interessante in alcuni punti doveva essere più approfondito ma mi rendo conto ke in 2 ore è molto difficile riuscirci

gemellino86  @  30/12/2011 09:27:46
   6 / 10
Un contenuto povero di idee penalizza un film che sarebbe stato migliore. Arriva alla sufficienza per la buona prova della Dunst. Non mi è piaciuta invece la Coppola. Guardabile ma niente di più.

kako  @  26/11/2011 02:47:44
   7 / 10
Storia interessante rivisitata in chiave moderna, a mio parere, bene dalla Coppola e protagonista ben interpretata da Kirsten Dunst. Meritato l'oscar ai costumi, azzeccata la scelta delle musiche e belle le ambientazioni.

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  08/09/2011 17:34:00
   4 / 10
Bella la fotografia di Lance Acord, favolosi i costumi premio oscar di Milena Canonero, eccellenti i decori di Veronique Malery, notevole la direzione artistica e la cura dei set di Pierre Duboisberranger, anche la regia si Sofia Coppola non è malvagia, ma il film dov'è? e soprattutto perché Sofia Coppola si ostina a scrivere sceneggiature?
Abitualmente un autore che fa un flop, difficilmente ha una seconda possibilità, ma questo non è il caso della figlia del grande Francis Ford Coppola, che continua a collezionare insuccessi clamorosi senza cercare di correggersi o di redimersi (se Maria Antonietta è stato il primo e più doloroso, Somewhere non è stato da meno, per non parlare della serie televisiva Platinum, che è stata vista da qualche decina di persone, ossia dall'intera famiglia Coppola).
E' vero che il precedente successo regalatole da Lost in Translation poteva averle montato la testa (un film costato circa 4 milioni di dollari ne ha incassati oltre 40), ma non abbastanza da affidarle l'intero incasso del film precedente per far fronte a un budget di 40 milioni , quello appunto di Marie Antoinette, che poi ne ha incassati poco meno di 16 (e malgrado il clamoroso e meritatissimo insuccesso di Marie Antoinette la Coppola è ritornata alla carica con Somewhere che la giuria di Venezia ha preferito anche a Black Swan, ma che, costato circa 9 milioni di dollari ne ha incassati meno di 2).

Ma veniamo al film.
Tecnicamente, come premesso si tratta di un lavoro validissimo, che però difetta, e scusate se è poco, proprio nella sua componente principale, ossia difetta di scrittura cinematografica. Nel proprio delirio di trasformare Maria Antonietta in una teen ager americana, Sofia Coppola ha dimenticato di scrivere un film. E così lo spettatore si trova di fronte a un'infinita sequela di scene uguali a loro stesse, senza nessuna progressione narrativa, senza nessun cambiamento di valenza, senza nessuna alternanza. il risultato è che i personaggi sono mal caratterizzati e privi di qualsiasi spessore. la narrazione è fredda, statica, noiosa e prolissa, completamente incapace di instaurare un qualsiasi legame empatico con i personaggi, neppure con la protagonista. Il film non trasmette emozioni, non rende partecipi, non commuove né indigna. E' un qualcosa di assolutamente lontano, che vuole farsi ammirare senza però appassionare.
Assurdo il tentativo di riscrivere la storia con gli occhi di una giovane di oggi e per giunta americana e non europea. Un risultato catastrofico prodotto esclusivamente dall'incapacità di scrittura dimostrata dalla Coppola in sede di sceneggiatura.
Se il re di Francia avesse saputo quale servigio gli avrebbero riservato gli americani un paio di secoli più tardi, realizzando questo film, forse non avrebbe finanziando la guerra di indipendenza americana contro l'Inghilterra, le casse regali non si sarebbero svuotate, il popolo non avrebbe avuto fame e la sua nobile testa non si sarebbe mai separata dall'altrettanto nobile collo.
Inconcepibile anche la trasandatezza del presentare scritte in inglese anziché in francese e poi sottotitolarle.
La regia, inoltre, per quando artisticamente valida e ben confezionata (e ci mancherebbe altro!) risulta una sequela di riproduzioni di opere d'arte più o meno celebri che hanno abbandonato la staticità dell'immagine dipinta per sviluppare la dinamicità cinematografica. apprezzabile esercizio di stile, ma fondamentalmente poco creativo.
Che la Coppola torni a fare l'attrice, che faccia pure la regista, ma che si faccia scrivere le sceneggiature da autori competenti e capaci, rinunciando a qualsiasi altra presunzione autoriale.

PignaSystem  @  21/07/2011 16:43:11
   7½ / 10
Nessun Dio salvò quella regina. La persona sbagliata, nel posto migliore, in un'epoca estranea. Sofia Coppola potrebbe esserne la reincarnazione, giunta puntuale in un tempo adatto a restaurarne la maltramandata immagine. Marie Antoinette nasce e muore durante la propria infanzia, vezzeggiata e costretta a rubare scampoli di felicità al bon ton prima di subire un destino chiamato Storia. Testi e romanzi ne tramandano un'immagine costruita ad hoc, ma la Coppola volta orogogliosamente le spalle alla bibliografia per raccontare una regina "sua": affatto regale, assai imperfetta, orgogliosamente sbarazzina. Marie Antoinette scrosta menzogne ultrasecolari per ripristinare una nuova immagine della delfina di Francia e poi servirsene brillantemente, instaurando solidi parallelismi fra il suo decaduto mondo e ciò che ne è seguito. Versailles è il giardino di una vergine triste: non può comprendere nè se stessa nè gli altri, vede contraccambiati ovunque sguardi alieni e deve rassegnarsi ad un'incolmabile mancanza di certezze. Un infrangibile guinzaglio di etichette la terrà vincolata alla propria sorte, pur non riuscendo in alcun modo a privarla dell'innato fiuto per il senso della vita. Il film fotografa meravigliosamente attimi chiave dell'intimità di Marie, fra maturità repressa e timori impronunciabili che a lungo andare la renderanno bambina mai sbocciata, schiava di un'ormai cresciuto corpo di donna. E' con questa malinconica immagine, forse più veritiera di quanto ci sarà mai concesso sapere, che Sofia Coppola si congeda in grande stile. Miglior prova in carriera per Kirsten Dunst, mai così splendida.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  17/07/2011 18:29:24
   6 / 10
Ben realizzato, ma sostanzialmente noioso. Oltretutto per quanto parte della storia lo stile di vita della corte di Francia mi ha infastidito, veramente eccessivo e sopra le righe. Un insieme che considero irritante.

Clint Eastwood  @  10/07/2011 22:43:59
   6½ / 10
E' un'ottima analisi della quella società appariscente, ignorante e bigotta che risiedeva a Versailles, quasi una satira in immagini. Oltre a questo c'è veramente poco da fare e Coppola con il suo stile ricercato sembra avermi convinto solamente con LOST IN TRANSLATION.

Preferirei THE DUCHESS uscito due anni dopo con la Knigtley che sommariamente parla e copre gli stessi temi ma risulta più movimentato e piacevole nella visione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/07/2011 22.45.59
Visualizza / Rispondi al commento
draghetta1989  @  06/05/2011 18:06:13
   8 / 10
io non sono d'accordo con chi vota negativamente questo film e anche con chi lo considera solo mediocre. per me è davvero riuscitissimo, sarà che sono sempre stata molto accattivata dal mondo settecentesco, dalla rivoluzione francese e dalla figura della più odiata regina di Francia, ma a mio parere questo lavoro della Coppola è stupendo; strameritato l'oscar per i costumi e ottima interpretazione da parte della Dunst, forse è la scelta delle musiche a far storcere il naso a molti... boh a me questa scelta è piaciuta, fa un certo effetto ed è una mossa un po' azzardata ma credo che abbia centrato l'obiettivo di creare un parallelo tra la figura della giovane maria antonietta e le adolescenti di oggi, un modo per rendere il passaggio dall'adolescenza all'età adulta universale e simile in tutte le epoche. con questo film la regista credo volesse anche rivalutare un po' questa sventurata regina cercando di capire il perchè di certi suoi comportamenti e gli stati d'animo che potevano averla tormentata, anche se forse avrebbe dovuto tenere un ritmo più serrato e non perdersi via in mille particolari tra dolci e montagne di sete e ventagli che in fondo non aggiungono nulla. lo trovo un ottimo film un po' sottovalutato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  29/12/2010 18:55:17
   5½ / 10
La Coppola non la digerisco.
Le sue narrazioni continuano a non convincermi. Maria Antonietta è eccezionale sotto il punto di vista di costumi e ambientazioni, ma manca praticamente tutto il resto. Un film abbastanza insignificante.

TheLegend  @  25/10/2010 00:33:56
   6 / 10
Si può guardare ma molte parti sono state trattate con superficialità mentre,ad altre,è stata data troppa importanza.
Una regia originale tutto sommato ma il film non convince del tutto e annoia a tratti.

BlackNight90  @  02/05/2010 15:28:03
   5½ / 10
Film trascurabile e frivolo quanto la regina di cui tratta. La Coppola non ha neanche la metà del talento del padre ma il suo film si lascia comunque guardare nonostante a tratti sia parecchio irritante: una biografia particolare, edulcorata degli aspetti più torbidi e priva del dovuto approfondimento storico, scelta infelice.
Non capisco poi cosa ci sia di spettacolare nell'inserire un po' di musica pop-rock-punk moderna nella colonna sonora. K. Dunst è una delle attrici più belle che ci sono, è bravina ma non riesce a dare alla sua regina il giusto risvolto psicologico tale da provocare interesse per le sue sorti (sorti che tutti conoscono o possono immaginare, ma il film non aggiunge nulla di significativo alla sua figura). Bella fotografia e bellissimi costumi, ma oltre a questo c'è poco.
A questo punto meglio un episodio di Lady Oscar.

Gold snake  @  26/04/2010 23:23:41
   4 / 10
Costumi stupendi e la Dunst è un ottima attrice... basta. Niente trama, film detestabile, dialoghi ridicoli. Mi verrebbe voglia di uccidere la figlia di Coppola con le mie mani.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  20/04/2010 17:59:06
   8 / 10
Una nobile decadenza.

Stilisticamente azzardato,l'ultimo film della talentuosa Sofia Coppola è un lavoro particolare ed unico sotto molti punti di vista.
L'utilizzo di musica rock in un lavoro ambientato al tempo della rivoluzione francese è una scelta che al solo pensarci fa inevitabilmente storcere il naso,ma questo originale ritratto di Maria Antonietta non è propriamente un film storico,anzi.
La figura della regina più discussa di Francia è una visione personale così come quella degli avvenimenti nella corte del tempo. La Storia non interessa alla giovane regista,questo è un ritratto della solitudine e della femminilità di,appunto,Maria Antonietta.
Anche per questo,per il ritratto brioso,felice e adolescenziale della giovane regina che ci viene fornito per quasi tutto il film,sentire i The Cure che suonano dopo l'incoronazione ci sta a meraviglia.Come vederla nella prima,fantastica scena del film che esprime tutto il senso di ciò che vedremo: abbandonata tra gli agi in maniera stanca e quasi infelice.
Inutile dire che a mio parere le tante critiche negative questo film non le meritava.
Alcune scene sono leggermente destabilizzanti ed incredibilmente potenti: vedere quella che è la regina di Francia buttata languidamente su un letto,coperta solo da un ventaglio e dalle calze,in una posa e un'inquadratura che non è da film storico (difatti non lo è) dimostra un coraggio per come viene affrontata la storia.

Questa bella e semplice storia ci mostra in una maniera tanto enfatizzata che probabilmente corrisponde a realtà,la vita alla corte di Versailles in cui anche l'amore deve sottostare al protocollo,ergo all'ipocrisia.
Kirsten Dunst è bravissima (oltre che bellissima,quello si sa),ottima interpretazione.

Per ultimo vorrei scrivere qualcosa sui costumi. Li ha fatti la Canonero,una che ha vinto il premio Oscar con Barry Lyndon. E con questo Maria Antonietta. Ogni tanto gli oscar li danno a chi se li merita.

Frankys  @  09/04/2010 16:52:33
   6½ / 10
Devo dire che non mi è dispiaciuto ... Un film bello ..
Molto carina la Dunst, ottima fotografia e bellissimi i costumi !!
Consigliato !

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  21/03/2010 00:53:12
   7 / 10
Sofia Coppola rende moderna una storia antica e i costumi sono uno spettacolo

uzzyubis  @  19/03/2010 11:41:56
   4½ / 10
Il mio voto si spiega per la mal riuscita messa in opera di un'idea che poteva essere vincente (preciso che film come Titus in cui la storia viene trasportata e reinquadrata nei giorni nostri mi piacciono molto).
Sofia Coppola ha voluto rivisitare in chiave punk/new have il personaggio di Maria Antonietta, sovrapponendolo ai miti degl'anni '70 fatti di turbative familiari e sessuali e portati all'eccesso da quel decennio in cui un certo tipo di decadenza, sia di stravizzi che di ideologie (nel film mi sembrano descritte entrambe), la faceva da padrone.
Il risultato, a mio parere, è grottesco in alcuni frangenti (la poca cura nella descrizione dell'etichetta che i nobili di quel tempo dovevano seguire) e fallimentare in altri (l'estremizzazione della messa in scena del personaggio principale e del suo consorte).
Ammetto che Sofia Coppola dal primo film, Il giardino delle vergini suicide, è migliorata molto a livello di pura qualità registica, ed ammetto che da parte sua c'è una certa ricerca della personificazione e della caratterizzazione delle sue pellicole, la solarizzazione di alcune inquadrature richiamano i suoi precedenti film in particolar modo il primo, ma se Lost in traslation era stata una chicca, questo Maria Antonietta è un deciso passo indietro.
La scelta delle musiche più rimarcanti nel film ( Joy division,Cure, Siuxie ecc) può essere interessante (soprattutto per persone come me che adorano la New have) ma purtroppo le ha sfruttate male per esempio descrivendo un ballo completamente slegato dal resto del film.
Piccolo inciso il montaggio sonoro tra il pezzo dei Cure e Ceremony dei Joy division a mio parere è una cosa indecente.
Per questo gli ho dato 4 1/2, peccato perchè i costumi e l'ambientazione sono molto curati e molto stimolanti visivamente e la Dunst ha dato un' ottima prova.

Parsifal  @  18/03/2010 23:20:30
   7½ / 10
Mi è piaciuto davvero molto, una rivisitazione di un personaggio storico ambiguo molto conosciuto ma poco approfondito ...questo consente alla regista di ammaliare il pubblico tra realtà e immaginazione in una scenografia fantastica.

gandyovo  @  21/12/2009 18:50:07
   7½ / 10
mezzo voto in + per kirsten dunst.

JohnRambo  @  21/08/2009 15:04:15
   5 / 10
Ho provato a seguire questo film fino alla fine, per la presenza di Kirsten Dunst, ma poi mi sono arreso. E dire che a me i film "in costume" non dispiacciono.
Lento e noioso fino all'inverosimile, con una pessima scelta di musiche in colonna sonora: la Francia di Maria Antonietta aveva fior di compositori. Non c'è nemmeno il tentativo di mostrare uno spaccato di una vita in cui, mancando molti degli svaghi moderni, aveva nella musica un punto di forza.
Il mio 5 è dovuto al fatto che, non avendo visto tutto il film, potrei essermi perso la parte migliore (sono arrivato, credo, grosso modo a metà).
Kirsten Dunst purtroppo riscopre i suoi limiti di attrice, incapace di reggere da sola un film comunque di portata modesta.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/09/2010 09.25.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  11/08/2009 13:31:11
   6 / 10
Insomma, il punto forte sono certamente i costumi e pure le ambientazioni sono buone. La scelta delle musiche è originale ma non l'ho apprezzata.
La trama sostanzialmente non è gran cosa e il tutto procede con lentezza fino ad annoiare.
A mio avviso, un film guardabile ma niente di speciale.

Invia una mail all'autore del commento erik@  @  06/08/2009 21:47:43
   8 / 10
,a quanto è bello sto film??? cioè a tratti è strano ma è sublime!!! veramente originale...
belli gli ambienti e i costumi, bellissime le musiche, bella cm viene presentata la storia, in kiave moderna intendo... belol bello bello...
da nn perdere!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/08/2009 05.47.08
Visualizza / Rispondi al commento
indaco4  @  04/08/2009 13:50:27
   7 / 10
Film d'epoca con un tocco di moderno...
Bellissime le musiche e la fotografia.

Lily94  @  30/07/2009 11:23:31
   7 / 10
secondo me il film merita queto voto soprattutto per i vestiti e le scenografie però non è stato poi così bello....

topsecret  @  21/07/2009 11:37:38
   5½ / 10
Costumi splendidi ma storia poco ritmata e alquanto monotona che scivola via tra un mare di scarpe, un fiume di dolci e tanto cazzeggio di corte.
Abbastanza statica la Dunst, poco più di una comparsa la Argento.
Film che non invoglia ad una seconda visione.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/07/2009 17.57.34
Visualizza / Rispondi al commento
stardust  @  25/06/2009 00:40:14
   7 / 10
..avete detto già tutto voi, io faccio i complimenti alla protagonista: Bravissima!!

krypton  @  29/05/2009 23:24:03
   5½ / 10
Peccato..che il film non sfrutta a pieno la vita di maria antonietta! belli i costumi e la scenografia, ma a tratti il film cade nel trash, con una maria antonietta che sembra più Paris Hilton in stile rococò che una regina!

suzuki71  @  07/05/2009 09:19:10
   8 / 10
Questo film, se vince il pregiudizio della pomposità e della apparente vacuità della vita rappresentata, rivela la sua essenza più profonda e dramamtica: l'atrocità della separazione dalla famiglia di origine (senza cellulari, o aerei, o email...), la freddezza di un destino incerto, la solitudine della semplicità nel castello della formalità. Questi temi emergono in un film magnificamente fotografato, fedele alla storia anche nei piccoli particolari (ad es: la macchia di incostro sul contratto di matrimonio, la menzogna della sua frase sul "che mangino brioches"), e con l'alternarsi perfetto e audace di arie antiche e colonne sonore modernissime. E' vero che nella seconda parte ci sono alcuni momenti di noia, ma sono benissimo bilanciati dalla fotografia magnifica dei luoghi ritratti. Il finale è bellissimo, cupo e lirico assieme. E una ulteriore e definitiva emozione ascoltare la mia canzone preferita dei Cure sui titoli di coda: struggente. Complimenti.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  25/04/2009 11:01:33
   6 / 10
Il ritmo tende a calare, e quindi è migliore la prima della seconda parte. Ottimi i costumi.

..EvA..  @  16/01/2009 10:42:37
   7 / 10
Si allontana un po' dalla serietà che di solito hanno i film storici, proprio perchè versailles era un paese dei balocchi per i suoi abitanti. I vestiti, lo spumante a fiumi, i chili di dolci(ma la regina e le cortigiane hanno la silouhette di bamboline di porcellana..o.O), fanno entrare nel cuore del lusso e della frivolezza di quel mondo.. quando poi la rivoluzione da eco comincia a diventare realtà anche per la corte, ci sembra quello l'esito più giusto e ragionevole.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  07/01/2009 16:48:43
   7 / 10
Bel ritratto della futura decollata regina, molto curato nei dettagli, e con una bravissima, nonostante a pelle non mi sia mai piaciuta, Dunst. Tutto molto bello.
Menzione speciale per la Argento, finalmente perfettamente a suo agio nei panni della prostituta.

Ciaby  @  24/12/2008 17:57:10
   7 / 10
un po'noioso, ma la fotografia, i costumi, krinsten dunst e il finale tolgono il fiato

DarkRareMirko  @  06/12/2008 15:47:49
   7 / 10
Buon film della Coppola, che conclude la trilogia sulla solitudine adolescenziale (gli altri due film sono gli altrettanto buoni Il giardino delle vergini suicide e Lost in translation).
Il fatto di utilizzare elementi moderni (come le scarpette Converse che si possono vedere in una fugacissima scena, o l'utilizzo di musica rock in certe sequenze) per raccontare il passato storico mi ha fatto ovviamente subito andare a prendere in considerazioni altri buoni film come Moulin Rouge o Romeo e Giulietta, entrambi del bravo Luhrmann.

Ottimo l'impatto visivo, con meravigliosi costumi della Canonero (giustamente premiati con l'Oscar), una superba fotografia ed'illuminazione che definirei quasi Kubrickiana, da quanto è simile al capolavoro Barry Lyndon (e, anche qui, guarda caso i sempre superbi costumi eran curati dalla Canonero).

Bravi tutti gli interpreti (e c'è pure la Argento in trasferta, accettabile dai), tra cui spicca ovviamente la Dunst, brava ed indicata. Bravi pure Rip Torn (Men in Black 1-2), la Davis e Schawrtzman.

E' forse un film un pò troppo lento, ma comunque non l'ho mai trovato noioso.
Tra i produttori ovviamente presente il grande Francis Ford Coppola.
Consigliato.

Loly83  @  13/11/2008 17:44:45
   9½ / 10
che bel film!
i costumi, i luoghi, tutto fantastico
peccato che il film sia poco romantico... per il resto tutto stupendo

gei§t  @  10/11/2008 04:59:01
   7½ / 10
Il mio giudizio è probabilmente influenzato dal mio debole per Kirsten Dunst, ancora una volta stupenda. Il film è storico ma con varie intrusioni moderne che gli danno un tocco di originalità. Ho trovato il film davvero piacevole, continuo ad apprezzare Sofia Coppola alla regia.

ReginaDiCuori  @  29/08/2008 02:27:35
   7 / 10
Assolutamente buon film...brava kirsten dunst e bellissime le scene dei vestiti delle scarpe e dei dolci!!! Un pò noioso in alcuni tratti però

Wally  @  10/08/2008 23:50:36
   6½ / 10
Molto lento ma non per questo brutto... Non l ho trovato poi tanto male. Consiglio di vederlo

vale1984  @  07/07/2008 23:35:44
   6 / 10
Molto belli i costumi, un pò poco sentimento nella storia...mi aspettavo qualcosa di più visto che l'argomento era già stato trattato diverse volte, qualcosa di diverso...carino ma niente di più.

tati  @  25/06/2008 09:05:28
   3 / 10
due voti in piu'per i bellissimi costumi.........la protagonista e' penosa e la colonna sonora e'terribile !!!!!!!non e' davvero di mio gusto sto film ...ridicolo....

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  04/06/2008 18:30:17
   6½ / 10
Fedele trasposizione della celebre biografia scritta da Andrè Castelot negli anni '60, "Marie Antoinette" narra la parabola umana della giovanissima Delfina e poi regina, fermandosi proprio sul crinale del suo passaggio evolutivo da ribelle, viziata e incurante del suo ruolo a responsabile, materna e composta ex regina.
Non ho mai amato il personaggio, ma ammetto che leggendo la (a mio avviso partigianissima) biografia e vedendo questo film, comprendo con più chiarezza la solitudine dorata e gli stravizi dell'arciduchessina austriaca, amata solo per un brevissimo periodo dai francesi e poi additata come unica responsabile della rovina della corona e della miseria della nazione. La sua noncuranza nei confronti di sudditi, etichetta, garbo e sottomissione la resero un personaggio sgradevole e superbo, perfetto capro espiatorio per il livore del popolo, ma molti furono i "libelli" che ingigantirono a dismisura le leggende sul suo conto.
Chi rileva la scarsa attenzione del film agli avvenimenti storici che sconvolgevano la Francia in quegli anni ha la sua parte di ragione, ma non ha letto le biografie sulla sovrana, alla quale nulla importava delle avverse fortune della politica reale e dei rovesci economici: quando si accorse dei danni, era ormai troppo tardi per qualunque tentativo di riparazione. La corte era un luogo del tutto estraneo alla vita pubblica e il Petit Trianon, che Maria Antonietta ricevette in dono dal molle Luigi XVI, era un luogo dorato e bucolico, in cui la sovrana si intratteneva con la sua piccola cerchia di parassiti.
Tutto questo, compresi lo sfarzo e il lusso e le acconciature e i gioielli e i cagnolini e gli abiti incredibili, è narrato con estrema precisione nel film di Sofia Coppola, che con intuizione fortunata attualizza l'ambientazione aggiungendo una colonna sonora eccezionale e qualche paio di Converse tra le scarpette di raso e piume.
Purtroppo il film è anche un po' noioso e poco racconta della presa di coscienza della regina e del suo mutamento. Ma forse va bene così: l'ultima alba segna un passaggio troppo doloroso e poco dorato, anche se un po' di attenzione in più alla seconda parte della sua vita avrebbe contribuito a rendere più umano e meno inutile il personaggio.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Caio  @  29/04/2008 19:36:30
   7½ / 10
A me è piaciuto: la fotografia e i costumi sono davvero una meraviglia per gli occhi. La sceneggiatura invece è molto semplice...cmq da vedere sicuramente.

tabularasa  @  16/04/2008 18:44:43
   6½ / 10
la versione pop di un film storico,forse per l'impressione data da una colonna sonora attuale che invece di ridicolizzare il film riesce a dargli un tocco di freschezza anche per la trama di assoluta baldoria reale che imperversa in tutto e per tutto il film.
questa azzardata versione storica, per fortuna della regista, è riuscita cmq bene.

serrano  @  19/03/2008 18:41:49
   4 / 10
avrei dato 7 se avesse avuto un'ambientazione attuale!
anche se non aveveva pretese storiche, non si può redicolarizzare così eventi così importanti del passato!
Gli americani sono soliti stravolgere la storia, anche se poi nel complesso vengono fuori bei film, tipo Troy e 300...xò c.a.z.z.o...almeno lì le musiche sono appropriate!
Bellissimi i costumi e la location....molto brava, bellissima e sensuale lei...ma...la sufficienza non se lo merita proprio questo film!!!

11 risposte al commento
Ultima risposta 06/10/2008 09.21.04
Visualizza / Rispondi al commento
mirapto  @  17/03/2008 17:25:09
   5 / 10
sono d'accordo con chi mi ha preceduto nel commento. il voto però è troppo alto una bella insufficiena se la merita

Gruppo COLLABORATORI julian  @  02/03/2008 14:57:00
   7 / 10
Una sbronza di due ore tra festini alcolici, baccanali, cibi prelibati e fasti vari.
Come molti hanno sottolineato, questo non è un film storico su Maria Antonietta, è soprattutto un film sulla solitudine durante l'adolescenza che si avvale appunto della storia della regina più odiata di Francia come esempio assoluto.
A dimostrazione di questa interpretazione in chiave moderna-adolescenziale ci sono i brani rock totalmente anacronistici rispetto al contesto.
Sofia Coppola cmq non si risparmia di dare giustificazioni alla pessima fama della regina, e così le salva la faccia: la vita lussuosa e sciatta è in fondo l'unico modo per M.A. per ammazzare noia e solitudine, ed il tutto è dovuto al brusco contatto con la vita di Versailles.
La famosa frase sulle brioches, assunta spesso a dimostrazione della stupidità di questo personaggio, sarebbe una ridicola invenzione del popolo.
Una sontuosa ricostruzione del proverbiale lusso della corte francese, che schiva con abilità tutti gli eventi storici degni di nota di quel periodo (come già detto, non voleva essere un film storico).
Meritato l'oscar ai costumi, un buon film che tuttavia si può scordare facilmente.

denny86  @  23/02/2008 15:00:25
   7 / 10
Buon film biografico che da maggiore importanza alla vita della regina Maria Antonietta che agli aspetti storici

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Fantastica l'interpretazione di Kirsten Dunst ed anche i costumi. Da vedere.

alex75  @  20/02/2008 22:57:31
   5 / 10
La biografia di Maria Antonietta regina di Francia trasformata in uno stucchevole pasticcino color confetto. Troppo lungo e noioso, troppe scene, troppi costumi, troppo di tutto in questo interminabile videoclip che avrebbe potuto essere un bel film. La totale assenza di sceneggiatura e di dramma danneggiano fatalmente un prodotto con non poche qualità, tra cui ottimi attori (tranne la pessima Asia Argento...che novità...), regia tecnicamente elegante e splendida fotografia. Un vero peccato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  11/02/2008 17:12:22
   6½ / 10
Interessante e particolare ritratto della celebre regina di Francia Maria Antonietta. La regia della Coppola è buona, molto belli i costumi e la fotografia, azzardata (fuori luogo) tuttavia efficace la scelta delle musiche, che conferisce un tono giovanile alla pellicola, eppure nel complesso qualcosa non funziona. La sceneggiatura non è il massimo e alla fine, nonostante le due ore di durata, il film appare incompleto. "Marie Antoinette" non si concentra forse abbastanza sugli aspetti storici (ed altri), e ciò impedisce di completare il ritratto dei personaggi, facendo in questo modo fallire in parte l'obiettivo della regista. Un vero peccato, perchè il film sembra non voler spiccare del tutto il volo, guardando ad aspetti futili della vita della regina (la breve quanto inutile storia con il conte Fersen) a discapito di altri interessanti trovate. Kirsten Dunst, infine, non sembra essere del tutto all'altezza del ruolo, molto meglio secondo me sarebbe stata una Keira Knightley, che tanto ci ha sorpreso nell'opera di Wright "Orgoglio e Pregiudizio".
Avrebbe potuto rendere di più!

Voto: 6,5

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  06/02/2008 16:55:48
   7½ / 10
Ero prevenuta verso il film della Coppola perché sia Il giardino delle vergini suicide, sia Lost in translation non mi hanno entusiasmato, invece questo mi è piaciuto,soprattutto dal punto di vista estetico ( ambientazioni e costumi molto belli).
Il film è leggero, racconta una Maria Antonietta come fosse una teenager dei giorni nostri evidenziando le difficoltà insite nell’iniziazione dell’adolescente e nel suo ingresso nel mondo degli adulti. Poco importa alla regista se il periodo storico preso in esame sia uno dei più incisivi, ma non credo sia stata un’ambizione della Coppola la lettura storica del personaggio, piuttosto quella psicologica. Ha utilizzato la Storia come pretesto per tratteggiare il terzo quadretto di solitudine adolescenziale dopo quelli dei precedenti lungometraggi e, a mio parere, ci è riuscita.

Mister  @  01/02/2008 13:00:16
   8 / 10
Con un approccio moderno e originale (sottolineato da musiche techno, acid, rock anni '80) e i meravigliosi costumi d'epoca, Sofia Coppola fa un ritratto della celebre regina raccontata con un taglio umano nuovo e molto personale

cicia90  @  30/01/2008 14:39:58
   8 / 10
a me è piaciuto moltissimo questo film...l unica cosa che mi ha lasciato un pò d''amaro in bocca è il fatto che il film lascia la storia a metà!per il resto nn si puùò dir nulla...kirsten dunst era perfetta per questa parte e i costumi manco a dirlo strpitosi!!bellissimo...nn è stato il classico film storico noioso ma viene raccontata la storia dando piu importanza alla vita e le abitudini della regina !bello!

+ReikO+  @  24/01/2008 16:28:19
   7½ / 10
Non riesco a capire perchè tutti dicono che non centra niente con la vera storia di Maria Antonietta...boh.
Secondo me, andando a leggere su Wikipedia, la storia è molto simile...quasi uguale.
E poi i costumi e le scene sono veramente belle...apparte una, quando si prova le scarpe e dietro ai suoi piedi si vedono appena un paio di Converse...che giustamente in quel periodo non esistevano -_-"
In questo storico racconto Sofia ha quasi ridicolizzato i comportamenti che avevano i nobili nel '700...rendendo il film divertente.


Comunque secondo me in generale è un bel film.

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/01/2008 16.49.34
Visualizza / Rispondi al commento
romrom  @  23/01/2008 09:09:42
   6½ / 10
Discreto, belle ambientazioni ma avvio un po' troppo lento, a tratti soporifero.

muSe  @  20/01/2008 22:53:13
   8 / 10
partiamo dai costumi: assolutamente MERAVIGLIOSI. La Dunst nella parte di Maria Antonietta è perfetta soprattutto nella somiglianza fisica, re Luigi XVI se possibile anche meglio, imbranato, indeciso, indolente, con la passione per la piccola meccanica di precisione. Il film è fedele alla storia, le musiche moderne non sono una trovata originale ma azzeccata, la parte introspettiva su maria Antonietta risulta essere forse fin troppo leggera e la parte sulla Rivoluzione(a differenza di molti che hanno trovato nella fine la parte migliore) a mio avviso si poteva evitare benissimo magari tratteggiando di più la storia col Fersen o i capricci della mitica austriaca. La prima parte del film è per me da 10 pieno, la seconda da 6. Fa 8. Consigliatissimo comunque

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  07/01/2008 22:22:24
   6½ / 10
questa figlia d'arte dimostra di saperci fare e di aver imparato qualcosa dal padre...ancora una volta fa un bel film ma non un capolavoro...gli manca ancora qualcosa...ma di tempo ne ha ancora molto!
non tutto il film si puo reggere sulle musiche(una scelta coraggiosa e originale)o sui paesaggi o sui costumi...ci voleva qualcosa di piu...
io quel "qualcosa di piu" l'ho trovato solo nella parte finale...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

pinnazza  @  19/11/2007 23:58:49
   7 / 10
mi sono praticamente innamorato....


la prima metà è molto bella, poi il film si spegne nella seconda parte con un finale abbastanza deludente.

Belle le musiche ( un gioco simile a "300" ) , bella la fotografia, bello soprattutto il montaggio in alcune parti....e, giusto per essere scontati...belli i costumi...


...dimenticavo...bellissima Maria Antonietta, la bambolina riccia con le fossette....

KILL 74  @  20/10/2007 09:14:52
   6 / 10
INTERESSANTE KIRSTEN DUNST ..BELLISSIMA...BRAVISSIMA..BEI COSTUMI
BELLA SCENOGRAFIA..MA BASTA!!!
TROPPO LENTO E RIPETITIVO....SI POTEVA FARE MEGLIO

sonhador  @  14/10/2007 19:46:02
   7 / 10
interessante e originale rivisitazione in chiave moderna della controversa storia di Maria Antonietta...molto orignale e abbastanza coinvolgente...un po' affrettato il finale..magnifici i costumi e bella la colonna sonora rock...film coraggioso della brava Sofia Coppola.

éowyn_3  @  11/09/2007 19:12:53
   7½ / 10
la vita di maria antonietta dall'addio alla madrepatria all'addio a versailles durante la fuga di varenne, attualizzata con qualche rivisitazione a mio parere non fastidiosa. alla fine storia ce n'è poca ma il film resta godibile. bella fotografia e magnifici costumi.

swallow  @  08/09/2007 13:34:16
   6½ / 10
Questo film si presenta come una finestra aperta sul mondo di Versailles nel XVI secolo; mostra il lusso sfrenato e la mentalità di un ambiente in cui ciò che sembra contare più di ogni altra cosa è l'apparenza. E in questo intento ci riesce molto bene. Per quanto riguarda però la storia in sè, il film lascia poco: fin dall'inizio si capisce che è molto lento, ma almeno la prima parte l'ho trovata abbastanza interessante perchè si vive con la protagonista la novità del mondo di Versailles...poi però il film diventa sempre più noioso e sono rimasta un pò delusa anche dal finale...mi aspettavo di più. Comunque a parte questo è molto ben fatto...stupendi i costumi!!!

tatum  @  27/08/2007 14:40:48
   7½ / 10
Non c'è che dire, la ricostruzione storica, i costumi e la splendida kirsten dunst/antonietta, sono visti con eccezionale gusto estetico che sembra quasi
essere per due ore nella francia pre rivoluzione (ovviamente non essendo uno storico non posso dire fino a quanto ma così mi è sembrato), la colonna sonora
è coraggiosa e funziona. La coppola ha come sempre una regia spavalda e mai banale come per "Il giardino delle vergini suicide" più che Lost in traslation. Solo nella seconda parte mi pare che il film cali un pò di ritmo e il personaggio di Maria antonietta perda un pò di tono. Conoscendo l'estro della regista avrei accentuato ancor più il lato vizioso e "rock" della regina. Comunque certo è da vedere!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento agentediviaggi  @  23/08/2007 23:33:57
   8 / 10
Bellissimo film di Sofia Coppola, ambientato nella Francia di Luigi XVI e Maria Antonietta. Costumi meravigliosi, ma trattandosi della costumista Canonero è fin troppo normale. Non sto a commentare la parte rock della colonna sonora perchè non me ne intendo, ma la prestazione della bellissima Dunst non può essere sottaciuta. Ottimo il modo di girare della Coppola che non avevo sopportato granchè in Lost in Traslation e notevoli i dialoghi (che conferiscono una buona verosimiglianza storica alla pellicola come verificato dal ritratto che ne fa Wikipedia), che se non sono presi dal vero poco ci manca (non capisco cosa si aspettavano gli utenti). Persino la famosa frase della brioche è veramente inventata, una voce messa li appunto per denigrare la non molto amata straniera. Si sa i francesi cogli stranieri non sono mai stati teneri e già ai tempi di Maria de Medici avevano provato più o meno colla stessa frase a denigrare la figlia della fiorentina Caterina e a rovinarle l'immagine.
Certo, il femminismo della Coppola chiude un paio di occhi sui difetti dell'austriaca (come il fatto di essere troppo spendacciona) e sicuramente fornisce un punto di vista troppo buonista della protagonista, e poi mi sarebbe piaciuto vedere la vita della regina fino alla ghigliottina, ma sono difetti trascurabili.
E' difficile fare un buon film in costume, e questo senza dubbio lo è.

margò  @  23/08/2007 19:33:12
   6 / 10
Malgrado i bellissimi costumi e la fotografia stupenda, il film è piuttosto lento e si perde troppo nella prima parte mentre sbriga con eccessiva velocità la seconda. La colonna sonora è troppo ridondante, anche se l'idea della chiave rock era davvero interessante.

Ecio  @  11/08/2007 15:35:41
   7 / 10
Bel film.
Coraggiosa la scelta della regista di mescolare musiche del periodo con pezzi musicali attuali, secondo me però non sempre azzeccati.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/02/2008 19.34.19
Visualizza / Rispondi al commento
Vitali95  @  02/08/2007 12:26:07
   3 / 10
Uno skifo, noiosissimo... riesce a rendere banale una storia interessante come quella della rivoluzione francese... Asia Argento nn sa recitare

mies  @  31/07/2007 23:56:04
   8 / 10
Mi piacciono i tempi lenti...dilatati. Ti permettono di non fermarti in superficie, ti danno il tempo di vedere altro. Film splendido, regia eccellente, ricostruzione ambientale e costumi da Oscar. E poi le Converse All Stars.....ne vogliamo parlare?

Oxygen198461  @  16/07/2007 16:30:45
   7 / 10
Ero un po' restia a vedere questo film dato che lo stile di Sofia Coppola non mi entusiasma particolarmente..
Ma ho trovato questo film molto piacevole..
Il film è un po' lento, a tratti un po' "tirato" ma i costumi splendidi, i paesaggi e versailles hanno un grande impatto visivo...
Inoltre Kirsten Dunst mi è piaciuta davvero moltissimo....
Per un'ora e mezzo mi sono sentita trascinata nella vita lussuriosa e colorata di Maria Antonietta...
Un film caramella, un film biografico diverso dal solito..
Secondo me è un film da vedere.(bellissima colonna sonora che alterna musica barocche a gruppi anni 80 "dark")

tidy  @  01/07/2007 17:20:15
   7½ / 10
forse a trati è un po noioso...ma i costumi sono fantastici, così come la colonna sonora, una delle migliori mai sentite. e poi Kirsten Dunst è troppo carina...

Tony Ciccione90  @  30/06/2007 23:44:57
   6 / 10
Film lento,più un documentario..fantastici i costumi,ma il ritmo del film è troppo da flebo!!!

july85  @  27/05/2007 10:45:30
   7 / 10
per chi conosce la storia è da vedere...un ritratto particolare di maria antonietta,forse per la prima volta vista come una donna-mamma e niente di +!!!!all'inizio forse un pò lento e statico,ma poi cambia!!!la sceneggiatura è ottima...ma soprattutto i vestiti!!!!bellissimi!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  23/05/2007 21:38:13
   7 / 10
Più che uno storico/drammatico si tratta di un brillante ritratto di Maria Antonietta nella vita di corte, in cui come già visto ne “Il Giardino delle Vergini Suicide” Sofia Coppola decide di interpretare il film in modo femminista e molto visionario, attualizzando pure il suo modo di pensare con musiche pop e atteggiamenti degli attori quasi attuali. La regia è molto attenta (non perfetta) a metterci nei panni della dolcissima Dunst, infatti il film gioca su dialoghi minimali ma coerenti ed efficaci, sui silenzi e nei disagi della regina. La figura portante è la donna, l’uomo è solo secondario, a volte inutile e perfino più imbarazzato del gentil sesso (e in questo caso non si parla solo di Luigi XVI). Probabilmente la Coppola avrà pensato: “Sono stufa di vedere al cinema uomini fighi e playboy. Ora, da donna, voglio dimostrare che anche le femmine sono carismatiche e vogliose d’amore!”
;-)
La fotografia è pulita e i costumi sono discreti.
Il risultato è un buon film di intrattenimento, non scade mai nell’eccesso e la visione è piacevole. Persino il finale è ottimo.

Da notare frasi come
”Quello è un rutto bello e buono!”
”E’ nato un maschietto sano e robusto!”
”Che mangino le brioches!”
”Buon lavoro!”
che nel contesto dell’alta società risultano sarcastiche, eppure veritiere!

Notate anche questo: durante le nozze di Maria Antonietta e Luigi appaiono delle enormi iniziali appesi per l’occasione. Sono M e L. Evidentemente “Maria & Luigi”… ma ai tempi remoti non c’erano le discriminazione uomo e donna? Non doveva essere L e M cioè prima Luigi e poi Maria? Che sia un altro segno nascosto del femminismo della Coppola? Ma in realtà ce ne sono di cose da scoprire!

11 risposte al commento
Ultima risposta 27/08/2007 14.43.03
Visualizza / Rispondi al commento
PetaloScarlatto  @  05/05/2007 05:18:10
   6½ / 10
Una mezza delusione... Eppure mi aspettavo davvero tanto da questo film, sin da quando sentii che sarebbe uscito...

IL modo di far cinema della Coppola mi piace assai... Il suo secondo e terzo film ( il giardino delle vergini suicide e lost in translation ) sono due dei films più dolci, intensi che abbia mai visto...

Due favole!!!

Qui, purtroppo, la figlia del leggendario Francis toppa alla grande. Magari il film non è nemmeno così brutto, ma mi ha annoiato in molti punti e solo stancamente sono riuscito ad arrivare alla fine.

I costumi, la scelta degli attori, delle musiche, il modo di riprendere...
queste cose mi sono garbate parecchio!!!

Anche quando vi è una scena dall'alto di pranzo di dolci.. ecco un'altra scena davvero bella...

Purtroppo, a mio parere, le pause fra un bel paesaggio e l'altro sono troppe...

C'è chi ha scritto che è anti - cinema... naaaa... è solo un tentativo ambizioso poco riuscito di raccontare Maria Antonietta con i suoi problemi, le sue paure, le sue ansie...

Nel complesso lo consiglio solo a chi adora l'attrice principale e non può perdersi nemmeno i suoi filmini scolastici delle elementari e a chi da grande farà o sta facendo il costumista o lo scenografo...

O anche per chi apprezzi una regia raffinata, sontuosa, mai pesante...

Ma quanti sbadigli, ragazzi!! essì che io ADORO i films lenti.. le scene prolungate... il tedio meraviglioso di un solaris, ad esempio ( anche se lì, a volte, Tarko esagera ehehehe colle inquadrature fisse ), per non parlare di 2001 che è sì un film non veloce, ma è fatto di una lentezza differente... molto più dinamica...:P peccato... Sofia Coppola si rifarà, perchè ha talento vero in sè... ma resta comunque l'amaro in bocca per qualcosa che poteva essere e non è stato sempre all'altezza... Buona notte!!!

Macs  @  27/04/2007 22:29:49
   3 / 10
Ragazzi, ecco a noi l'anti-cinema!
Non c'è sceneggiatura, non c'è trama, non ci sono i dialoghi, non c'è niente a parte i costumi. Dai non scherziamo, questo non è cinema, è un lungo videoclip ambientato alla reggia di Versailles.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Hartigan81  @  26/04/2007 10:34:03
   5 / 10
SPERAVO IN QUALCOSA DI PIU...I COSTUMI LE MUSICHE LA FOTGRAFINA NON SONO MALE è IL FILM CHE ALCUNE VOLTE RISULTA LENTO E UN PO VUOTO NONCHE BANALE...

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a mollo
 NEW
a un metro da tealexander mcqueen - il genio della modaalita - angelo della battagliaalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)ancora auguri per la tua morteanimasaquamanasterix e il segreto della pozione magicaattenti al gorilla
 NEW
be kind - un viaggio gentile all'interno della diversita'beautiful boy (2018)ben is backbenvenuti a marwenbird box
 HOT
bohemian rhapsodyborder: creature di confineboy erased - vite cancellatebts world tour: love yourself in seoulbumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutioncaptain marvelcartac'e' tempoc'era una volta il principe azzurrochi scriverà la nostra storia?city of liescocaine - la vera storia di white boy rickcold war (2018)colette (2018)compromessi sposiconversazioni atomichecopia originalecoppermancreed iicroce e delizia (2019)crucifixion - il male e' stato invocato
 NEW
dafne
 NEW
detective per casodiabolik sono iodinosaurs (2018)domani e' un altro giorno (2019)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon ball super: brolydragon trainer: il mondo nascosto
 NEW
ed e' subito seraescape room (2019)ex-otago - siamo come genovaghostland - la casa delle bamboleglassgloria bellgreen bookhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsoni bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici villeggiantiil carillonil castello di vetroil coraggio della verita (2018)il corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil primo reil professore cambia scuola
 NEW
il professore e il pazzoil ritorno di mary poppinsil testimone invisibile
 NEW
il venerabile w.
 NEW
instant familykusama: infinityla befana vien di notte
 HOT
la casa di jack
 NEW
la conseguenzala donna elettricala douleurla favoritala fuga - girl in flight
 NEW
la mia seconda volta
 R
la notte dei 12 annila notte e' piccola per noi - director's cutla paranza dei bambinila prima pietrala promessa dell'albala vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacyland
 NEW
l'eroel'esorcismo di hannah graceliberol'ingrediente segretolo sguardo di orson welleslontano da quil'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrom.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimia e il leone biancomodalita' aereomomenti di trascurabile felicita'moschettieri del re: la penultima missione
 NEW
my hero academia the movie: the two heroesnelle tue mani (2018)nessun uomo e' un'isolanightmare cinemanon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon sposate le mie figlie 2ognuno ha diritto ad amare - touch me notovunque proteggimiparlami di tepeppermint
 NEW
peppermint - l'angelo della vendetta
 NEW
peterloopiercingquello che veramente importaralph spacca internetremirex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)
 NEW
ricordi?ride (2018)roma (2018)santiago, italiasara e marti - il film
 NEW
scappo a casase la strada potesse parlarese son rosesofiaspider-man: un nuovo universosulle sue spalle
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wishthe front runner - il vizio del poterethe lego movie 2: una nuova avventurathe old man & the gun
 NEW
the prodigy - il figlio del malethe vanishing - il mistero del farothe young cannibalstintoretto. un ribelle a veneziatramonto (2018)tre voltiun giorno all'improvvisoun piccolo favoreun uomo tranquillo (2019)un valzer fra gli scaffaliun viaggio a quattro zampe
 NEW
un viaggio indimenticabileun'avventuravan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreaswestwood. punk, icona, attivistawunderkammer - le stanze della meraviglia

985862 commenti su 41016 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net