michael clayton regia di Tony Gilroy USA 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

michael clayton (2006)

 Trailer Trailer MICHAEL CLAYTON

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MICHAEL CLAYTON

Titolo Originale: MICHAEL CLAYTON

RegiaTony Gilroy

InterpretiGeorge Clooney, Sydney Pollack, Tilda Swinton, Tom Wilkinson

Durata: h 1.59
NazionalitàUSA 2006
Generethriller
Al cinema nell'Ottobre 2007

•  Altri film di Tony Gilroy

•  Link al sito di MICHAEL CLAYTON

Trama del film Michael clayton

Dopo aver passato 15 anni a lavare i panni sporchi dei suoi clienti più facoltosi, un avvocato di New York, Michael Clayton, affronterà i suoi ultimi quattro giorni di carriera che si riveleranno anche i peggiori…

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,31 / 10 (112 voti)6,31Grafico
Voto Recensore:   7,50 / 10  7,50
Miglior Attrice non protagonista (Tilda Swinton)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior Attrice non protagonista (Tilda Swinton)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Michael clayton, 112 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»
Commenti positiviStai visualizzando solo i commenti positivi

BuDuS  @  08/06/2017 20:15:38
   7 / 10
Avevo iniziato a vederlo appena uscito in DVD ma poi gliel'avevo data sù perché lo trovavo noioso.

Ora me lo ritrovavo spesso tra "i titoli da vedere nella libreria dei film disponibili" e ho voluto dargli un'altra possibilità.

Sì, inizialmente parte noioso, ma poi diventa abbastanza avvincente man mano che la storia si sviluppa.

Clooney l'ho trovato piuttosto convincente e il finale mi è piaciuto molto, non me l'aspettavo così.

Direi che merita di essere visto, con la consapevolezza che bisogna superare l'impasse iniziale.

wicker  @  01/02/2017 19:43:41
   7½ / 10
Buon thriller , un pò Siryana un pò Erin Brokovich ,Promised Land e l'uomo della pioggia.
Buon Clooney , serio e composto in un ruolo cucito per la sua figura magnetica e formale .. bene anche gli altri ,soprattutto la Swinton .
Trama ingarbugliata ma che prende , finale al cardiopalmo e emozionante..

Federico  @  17/05/2015 10:20:04
   6 / 10
banale e poco credibile soprattutto nel personaggio di Clooney. MI sembra poi che si sia messa tanta carne al fuoco per sopperire alla pochezza della storia. Resta comunque un film che scorre bene e che si può guardare in una serata passata sopra il divano.

alex94  @  30/07/2014 10:30:05
   6 / 10
Discreto thriller girato da Tony Gilroy nel 2006.
La trama non è niente male anche piuttosto originale ma il film non è mai riuscito a coinvolgermi ne ad interessarmi più di tanto finendo così per annoiarmi.
Buona la regia e la recitazione.
Un film realizzato piuttosto bene,merita una visione.

Matteoxr6  @  16/06/2014 00:22:51
   6 / 10
Non mi ha certo entusiasmato, ma nemmeno annoiato.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  04/09/2012 12:41:09
   7 / 10
Buon legal thriller, solido e ben condotto, con un ottimo Clooney.
Se vi piace il genere, un paio d'ore spese degnamente.

marimito  @  10/03/2012 22:06:42
   6½ / 10
Un buona interpretazione di Clooney ; ottima quella di Tilda Swinton.
Il tema è ostico, quello delle multinazionali cui tutto si concede e tutto si perdona. In questo contesto la levata di coscienza del protagonista diventa la chiave di volta del lungometraggio.

CavaliereOscuro  @  05/03/2012 22:35:51
   8 / 10
Ottimo film, sotto tutti i punti di vista, dalla regia ben curata alla recitazione magistrale di tutti gli attori. Grande Clooney, grandissima Pollack e superbo Wilkinson. Storia molto interessante e ritmo un pò lento ma che non inficia la scorrevolezza del film. La scena finale è stupenda. Mi meraviglio della media così bassa di questo piccolo gioiello.

kako  @  25/02/2012 13:19:37
   7 / 10
buon legal-thriller. Una prima parte che stenta a ingranare ma poi è un bel crescendo fino all'ottimo finale. Storia e personaggi interessanti, ottime interpretazioni di Clooney, Tom Wilkinson e Tilda Swinton.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  12/02/2012 18:19:20
   7½ / 10
Un buon thriller, a tratti un po' troppo confusionario ma nel complesso superiore alla media.

Invia una mail all'autore del commento franx  @  23/01/2012 23:38:17
   8 / 10
Ebbene sì, 8, perfetto, come trasformare una trama banale (il tema della class action è ben sfruttata, ormai) in un puzzle i cui pezzi si vanno posizionando senza fretta a comporre un quadro perfettamente congegnato.
Tutte le tessere, nessuna è fuori posto, nessuna annoia: i pezzi della vita del protagonista, ciò che è estraneo alla vicenda, è tutto perfettamente incasellato.
Non si scende troppo nei dettagli, come un quadro espressionista, non servono perchè il tutto deve quadrare "automaticamente". Il contorno si aggancia perfettamente alla vicenda principale senza mai distrarla, ma, anzi, rendendola più umana.
Proprio come quando rovesci i pezzi del puzzle e, lì per lì, non capisci nulla: poi, pian piano che inizi a comporre, il tutto appare chiaro e ti coinvolge così tanto che inizi tu stesso a cercare quel particolare "successivo" che ti aiuti nella composizione.
E quando hai finito ti dispiace.
Ed è la stessa sensazione che ho provato guardandolo: peccato che è finito.
Cast magistrale con un Clooney in stato di grazia, mai visto.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  12/12/2011 11:15:36
   7½ / 10
Dopo "Syriana", la premiata ditta Soderbergh/Clooney torna con un altro film "impegnato" affidato alla regia di uno che di mestiere fa lo sceneggiatore, cucito su misura per il buon Clooney e la sua voglia di oscar. Rispetto all'arruffone e pretenzioso "Syriana", però, "Michael Clayton" gode di maggiore spontaneità e coesione narrativa (merito sicuramente di Gilroy, ma probabilmente anche della mano di un esperto del genere come Pollack). Certo i cliché del legal thriller ci sono tutti e sono messi pure in bella mostra, ma la narrazione è così convincente che la cosa invece di disturbare dà una certa sicurezza.
Tutto il contrario, in ultima analisi, dell'orrendo "Erin Brockovich" (sempre di Soderbergh), in cui il manicheismo ipocrita tutto governava ed opprimeva.
Bravissimi tutti gli attori, oscar meritato all'algida Swinton.

76eric  @  05/07/2011 19:17:56
   6 / 10
La cosa che più mi sorprende di questo film è che ha ricevuto ben 7 nominations agli Oscar. Mah......
Uno dei tanti film di denuncia che non fà nulla di significativo per distinguersi dagli altri appartenenti al genere, anzi, trovo che ce ne siano molti a mio avviso superiori ( subito mi vengono in mente ad esempio Philadelphia, Erin Brokovich, il rapporto Pelikan).
Il film ha decisamente i suoi alti (pochini) e bassi ( per lo più): ad un inizio piuttosto interessante infatti segue una buona oretta di noia, di assoluta lentezza dove si fà difficoltà a seguire ed a capire dove voglia andare a parare, per poi regalare qualche sequenza che ti risveglia dal torpore fino ad arrivare finalmente al momento iniziale ed all' inflazionata conclusione. Insomma non nego che in alcuni frangenti ero tentato dal cambiare canale. Vabbè.....
Ottima fotografia, ottimo cast, devo dire che anche se apprezzo Tilda Swinton non so come sia riuscita ad aggiudicarsi l'Oscar di categoria ( mi sembra che dimenarsi in solitudine un pò per essere mandante degli omicidi ed imbellettarsi prima delle conferenze sia davvero scarno, inconsistente), una menzione la merita il grande, anzi grandissimo ( ahimè) Sidney Pollack ed ora veniamo a George Clooney........
Potrò anche sbagliarmi, per carità, ma riconoscendone il forse inarrivabile fascino del bel George, il quale a me ispira anche simpatia, non sono ancora riuscito a vederlo in un ruolo che lasci il segno. Forse si sceglie i film sbagliati....., non sò.
Ho apprezzato molto le sue interpretazioni in alcuni film di Soderberg come Ocean' s eleven, qui carismatico come non mai, poi ricordo ancora Syriana, La tempesta perfetta, persino Solaris ( film che non mi è dispiaciuto, tutto sommato) senza dimenticare Burn after reading, Out of sight ed ovviamente il film in questione; però forse il suo meglio non lo ha ancora dato. Chissà.....
Un film al quale nego da subito una seconda visione, che poteva essere migliore, ma che tutto sommato si merita la sufficienza. 6+ può bastare.

axel90  @  31/03/2010 13:49:19
   7½ / 10
Lento, noioso, prolisso, verboso... Si, Michael Clayton è tutto questo e anche di più. Ma si tratta di un legal thriller anzi no, di un film drammatico sensazionale, profondo e convincente. Niente virtuosismi, niente scene d'azione al cardiopalmo, niente eroi... Michael "lo spazzino" ha ripulito per 12 anni le magagne di clienti esercenti, da casalinghe disperate a politici zozzoni. Un film che è un viaggio, un viaggio nella scoperta della verità a se stante, una denuncia alla corruzione attraverso gli occhi di un uomo disilluso, spento e monotono. Una pellicola sorretto da una sceneggiatura convincente, una regia solida e pulita. Bravo Clooney e brava la Swinton (anche se l'Oscar mi è sembrato eccessivo).

Enry!!!!  @  12/02/2010 20:53:33
   8 / 10
Grandissimo thriller!!!
Da vedere!!

despise  @  18/01/2010 10:08:19
   7½ / 10
Un buon legal thriller, ben congegnato, sviluppato e recitato.
La trama sembrerebbe un pò intricata, ma alla fine tutte le tessere del mosaico tornano al loro posto...
Da vedere.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

camifilm  @  28/08/2009 14:26:41
   7 / 10
Io l'ho trovato intrigante, ma solo se visto tutto e sino alla fine e ricordandosi delle scene sviluppate nel corso del film, che trovano giustificazione con la "resa dei conti".
Da vedere tutto, fino alla fine, e qui apprezzi quello che hai visto e magari non capito durante il fim... di alcune scene che sembra non abbiano legame tra di loro e ti puoi chiedere, ma che cosa è sta scena?
E' fatto bene. Interpretato bene. E con uno sviluppo interessante.

BlackNight90  @  12/08/2009 18:10:35
   6 / 10
Il disincanto e l'amarezza di un ottimo George Clooney che riparando le colpe i crimini degli altri troverà alla fine, in un finale liberatorio, se non un senso almeno una scappatoia con cui mandare avanti la sua vita; il cinismo e le angoscie di un fredda e brava Tilda Swinton. Un legal thriller che poco si discosta da altri esponenti del suo genere, convincono gli attori e i loro personaggi ma il ritmo latita, le emozioni pure in un intreccio verboso e stancante. Se Clooney ha scelto, giustamente, di buttarsi nel cinema impegnato, pensi di più a catturare l'interesse dello spettatore e si scelga un regista che non pensi soltanto al finale, che in questo caso è più che buono, ma anche al resto.

TheLegend  @  29/06/2009 23:29:11
   6 / 10
Un film come tanti del suo genere,però non annoia.

marfsime  @  29/06/2009 23:04:57
   7 / 10
Decisamente un buon thriller..magari un po' lento e compassato tuttavia riesce a coinvolgerti col susseguirsi degli eventi che man mano svelano le vicende su cui si basa la pellicola. L'interpretazione di Clooney è ottima..il film si regge molto sulla sua ottima interpretazione che definisco quasi magnetica.

Ps: non capisco chi dice che il film è incomprensibile..io l'ho capito benissimo sin da subito senza problemi..non mi sembra affatto un film intricato.

LoSpaccone  @  22/03/2009 20:53:40
   7 / 10
Non molto originale ma funziona, la suspence è costruita bene e George Clooney man mano che passano gli anni migliora, sia come attore che come regista.

paolo80  @  08/02/2009 20:09:52
   7 / 10
Buona la sceneggiatura, forse lo sviluppo é un po' lento, ma comunque sopportabile.
Riesce ad esser coinvolgente, ed inoltre é ben recitato; ha vagamente un "quid" di già visto, ma non annoia, anzi...
Da vedere.

Gastone  @  05/01/2009 18:25:21
   7 / 10
premetto che solitamente evito i film di clooney come la peste, che non ho gusti "strani" e che non ho mai visto uscire cosi' tanta gente dalla sala durante la proiezione (avranno visto un altro trailer, mah)

per me un buon film, si forse un po lento, ma decisamente si lascia vedere e non assonna come alcuni altri film

non un capolavoro, lo consiglio a chi vuole vedere un film un po diverso dal solito e sicuramente piacevole

Brundle-fly  @  11/12/2008 20:37:33
   9½ / 10
L'ANTI-BROCKOWICH SODERBERGHIANO
“Michael Clayton” è l’unico “legal-thriller” metafisico a me noto. Prodotto da Soderbergh, il regista Gilroy lavora incessantemente per sottrazione, cavandone fuori un’opera sommessa, dimessa, disadorna, spoglia al limite dell’underground. Un po’ Bresson e un po’ Michelangelo, per volare alti. Di Bresson c’è quell’insistere sulle scene madri sempre fuori inquadratura e fuori sceneggiatura, come se il canovaccio da rappresentare fosse ormai logoro e la realtà della natura maltrattasse i personaggi umani trascurandoli, non ponendoli al centro né dell’attenzione né dell’immagine. Noi non siamo i protagonisti di nulla. Invece di Michelangelo c’è l’esatto contrario: siamo proprio noi i protagonisti, antropocentricamente e senza alcun rimando interessante al contesto ambientale. Noi, infatti, siamo esseri autocoscienti e dunque gli unici ad avere consapevolezza dello sfascio generalizzato.
Il film è quadripartito: 4 giorni, 3 cavalli e un’esplosione del cavallo-macchina. I soliti rinvii biblici al veggente di Patmos e alla sua apocalittica tetra-rivelazione: ma in questo caso a cosa allude? Non c’è vittoria in Clayton, il suo essere Michael, “Michele”=”Chi come Di\o?” riceve una risposta ancora negativa. La rivelazione personale ricevuta da Clooney è che a lui, in quanto rappresentante d’una legge solo umana, NON è consentito il potere d’una redenzione retroattiva in favore di tutte le vittime che hanno già lastricato la Storia. Infatti il bisogno d'una salvezza radicale va spinto “sino ad arrivare all'idea di un assetto del mondo dal quale sarebbe eliminata non solo la sofferenza esistente, ma revocata anche quella irrevocabilmente trascorsa” (Adorno, “Dialettica negativa” [1966, 2004], p. 361).

Discussione proseguita su:
http://www.filmscoop.it/forum/search.asp?KW=Recensione+Michael&SM=1&SI=TC&FM=0&OB=1

Mauro Lanari

topsecret  @  02/10/2008 17:48:45
   6 / 10
Assolutamente d'accordo con il commento precedente.Il film,a mio parere,stenta a decollare e non e' nemmeno un thriller,mi sa di gia' visto.E non ho capito perche' l'oscar alla Swinton.C'e' di meglio in giro,comunque la sufficienza me la strappa.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  14/09/2008 15:05:12
   6 / 10
come genere non mi fa impazzire e non mi ha convinto fino in fondo questo michael clayton, un prodotto ben confezionato (bella fotografia e due grandi attori) ma lontano da filmoni come the insider

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  07/09/2008 18:06:15
   8 / 10
Ottimo film sul piano dei contenuti, rispecchia realtà più che vere, sacrosante.

Un po' verboso e difficile da seguire, ma per forza di cose: vista l'imensa mole di informazioni che il film ha dovuto dare sui documenti e le procedure legali legati all'intreccio.

Grazie però al meccanismo narrativo della ricostruzione parziale, cioè dei 4 giorni raccontati dopo l'attentato a Michael, il racconto prende scorrevolezza e interesse.

donniemarko  @  02/09/2008 00:09:49
   6 / 10
la prima parte è veramente noiosa, lenta e a tratti incomprensibile; si risolleva leggermente nella seconda ora, il finale è molto interessante e spiega tutto. Ottima prestazione di tutto il cast, in particolare di tilda swinton

isacco  @  13/08/2008 20:13:52
   8½ / 10
Un gran bel film

Invia una mail all'autore del commento Clint Eastwood  @  01/06/2008 22:45:12
   9½ / 10
un film molto serio, non mi è sembrato noioso, attori da alto livello (wilkinson, swinton e niente male clooney) una regia raffinata e direi originale nel suo contesto, sono d'accordo un pò complicato però vale per un legal thriller

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/09/2010 12.38.41
Visualizza / Rispondi al commento
minoidepsp  @  26/05/2008 19:44:48
   6½ / 10
Se superate la parte iniziale senza addormentarvi e arrivate a vedere il finale il film è anche bello, altrimenti vi sarete almeno fatti una sana dormita.

SOLO  @  23/05/2008 19:21:33
   8 / 10
Lento, farraginoso, confuso, buio, poco dinamico, noioso. Queste le prime caratteristiche che affliggono il povero spettatore. Ma se si ha il coraggio e la fermezza nel superarle il film rimane impresso in ognuno di noi. Il ruolo di "pulitore" di Clooney è tanto ambiguo quanto sublime, nella sua unicità. Da vedere, dopo però esserne convinti e preparati alla sfida dei primi 10 minuti... (lenti, farraginosi, confusi, bui e bla... bla... bla...)

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  30/04/2008 00:31:13
   6½ / 10
Tony Gilroy è un buon sceneggiatore (anche in questo caso lo dimostra) ma come regista di Michael Clayton mostra molti difetti da opera prima.

Il fim manca di ritmo narrativo, la storia è avvincente ma decolla molto tardi, lasciando lo spettatore per più di un'ora a vagare in un intreccio oscuro, lento e a tratti soporifero.
Certo tutte le file della trama si rintrecciano nella parte finale e tutto diventa chiaro e avvincente...........bisogna arrivarci svegli.

Inoltre il film è in limbo particolare volendo approfndire sia l'aspeetto legale ella vicenda sia quello umano del protagonista, finisce per lasciare incompiuti sia l'uno che l'altro.

Molti lati della vita di Miachel Clayton restano insoluti o comunque poco chiari e l'aspetto legale lo conosciamo solo in grandi linee verso il finale, ignorando o quasi la fase investigativa dell'avvocato "pazzo" che ci viene raccontata in modo abbozzato e noioso.

Splendide le interpretazioni di Clooney e sopratutto della Swinton che riesce a dare spessore e una ambiguità estremamente realista al suo personaggio pur essendo stato eccessivamente sacrificato da Gilroy.

Un film in chiaroscuro come la sua fotografia

Kyo_Kusanagi  @  07/04/2008 15:26:27
   6 / 10
Nulla di eccezionale,buon Thriller a tratti noir,i primi minuti fai fatica a stare dietro alla trama,poi man mano si cominciano a mettere insieme i pezzi del puzzle e diventa più avvincente,peccato per il finale scialbo e scontato

avandelli  @  02/04/2008 14:29:13
   6½ / 10
si, come detto da werther il film è impegnativo e mano mano che si prosegue nella visione diventa sempre più chiaro. Convincente clooney, anche se come ritmo è davvero lento

werther  @  15/03/2008 18:58:55
   6½ / 10
Di certo un film impegnativo che si fa più chiaro con il passare dei minuti.Buona e significativa la trama oltre a un'ottima interpretazione di Clooney.

popoviasproni  @  05/03/2008 19:18:00
   7 / 10
Solido legal-thriller sugli ultimi giorni di lavoro di un deluso e stanco avvocato-faccendiere che si ritrova a dover scegliere di salvare tra un'amicizia o il lavoro.
Buona la regia, così come il montaggio e gli interpreti ... magari la sceneggiatura pasticcia un po' e si fà fatica a captare tutti gli intrighi immediatamente.
Media troppo bassa cmq.
Buon finale anche se un po' d'effetto.
Sempre bravo Clooney.

Invia una mail all'autore del commento NEO78  @  05/03/2008 18:50:00
   6½ / 10
non capisco alcuni commenti così negativi. Non avrà una trama ricca di colpi di scena ma nel complesso è un buon film. Le interpretazioni degli attori sono ottime così come le caratterizzazioni dei personaggi. Buono anche il montaggio senza punti morti ma il vero punto di forza sono i dialoghi brillanti e mai banali. Peccato per il finale scontato e frettoloso che rovina un pò quanto visto in precedenza.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  05/03/2008 18:42:38
   7½ / 10
Grande interpretazione di Clooney prima di tutto e ottimo thriller politicamente impegnato. Clooney ne spacca di balate questo bisogna dirlo...
Solo un punto non mi è chiaro...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ceylon  @  05/03/2008 13:52:35
   7 / 10
Un legal thriller ineccepibile dal punto di vista tecnico forse anche per la collaborazione dei grossi calibri come Pollack e Clooney. Ottima direzione, tema piuttosto interessante sebbene oramai inflazionato e neanche così lento o pesante come mi aspettavo da alcuni commenti (certo il genere non implica mitragliate adrenaliniche alla Rambo). Certo non rimarrà nella storia ma Clooney è bravo come al solito nel personaggio e la nomination all'Oscar è piuttosto meritata. Non capisco l'Oscar a Tilda Swinton che ha davvero un ruolo marginale senza molti aspetti interessanti. Mah...
Saluti

Invia una mail all'autore del commento piernelweb  @  01/03/2008 19:56:23
   7½ / 10
Solido legal-thriller diretto con perizia dall'affermato sceneggiatore Tony Gilroy, qui alla sua prima regia, e interpretato da un buon Clooney ormai sempre più dedito al cinema-denuncia impegnato. Dopo un'introduzione che temporalmente è prossima alla conclusione del racconto, la regia ci riporta indietro di 4 giorni quando il faccendiere Clayton è ben lontano dal concretizzare gli avvenimenti e distante dalla sua crisi di coscienza. La sporca vicenda legata ad un diserbante mortale è "moralmente ineccepibile" e gestita, "tra colpi di scena improvvisi e dialoghi sapienti", con grande stile. La New York culla del male e di tutto il potere del mondo è immortalata da una fotografia gelida e argutamente impersonale. Ottimo tutto il cast ma menzione speciale (più che per il divo Clooney o il premio Oscar Tilda Swinton o il cinico calcolatore Pollack) per il sofferto Tom Wilkinson, autore di una prova davvero notevole. Mancano i lampi di regia che ne avrebbero fatto un capolavoro, ma la considerazione che l'Academy ha avvuto in occasione delle nominations è tutta meritata.

gei§t  @  24/02/2008 23:14:49
   7½ / 10
faticoso da seguire, abbastanza confuso per gran parte della sua durata... ma non appena tutto si rivela diventa un buon thriller. Niente di eccezzionale o particolarmente originale, ma comunque buono.

Invia una mail all'autore del commento DonD  @  21/02/2008 01:58:32
   6 / 10
I primi minuti vengono elargite parecchie informazioni allo spettatore, di cui però (io personalmente) nn ci si capisce un po' nulla e crea confusione. Poi piano piano inizia a diventare tutto piu chiaro, film nn brutto, che però nn ha quel mordente necessario per renderlo un gran film.
A conti fatti nn mi ha fatto appassionare alla storia e nn è riuscito ad emozionarmi a dovere nei punti salienti.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  30/01/2008 10:48:35
   7 / 10
Clayton fa le " pulizie", risolve i problemi più scomodi di un grosso studio legale, è un uomo senza scrupoli e questo film racconta in parte la sua redenzione. Non però nella maniera più banale che ci si possa aspettare, ma con una buona e solida sceneggiatura il film è davvero credibile ed inoltre ben interpretato da tutti, grandissimo Pollack, ma soprattutto bravissima Tilda Swinton. Il finale poi è davvero convincente.
Un buon legal thriller che consiglio di vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  08/12/2007 10:59:05
   7½ / 10
Michael Clayton e'uno dei migliori legal thriller degli ultimi anni:intrighi,complotti,denuncia e impegno civile,amalgamati attraverso una narrazione intricata e avvicente,sorreta da un'ottimo cast con in cima un magistrale George Clooney spalleggiato dal buon Sidney Pollack.
Sembra un film uscito direttamente da un romanzo di Grisham,ma al di la' di temi se vogliamo gia'visti e utilizzati nel corso degli anni,Michal Clayton e'un opera capace di splendere di luce propia:scritto e diretto alla perfezione dall'ottimo Gilroy,il film predilige lunghe sequenze dedicate all'introspezione dei personaggi a discapito dell'azione vera e propia.Assolutamente folgorante l'incipit iniziale,ottimi i dialoghi e ben strutturato il finale chiarificatore.Purtroppo al plot manca un pizzico di originalita'in piu',ma parliamo cmq di un prodotto imperdibile per tutti i fan del genere.

Rand  @  15/11/2007 14:55:42
   7½ / 10
Il film racconta senza spettacolarizzazione un fatto alquanto reale come credibilità,ben costruito,rarefatto ma compatto,il regista promette bene,Cloney risulta perfetto e convincente,uno dei migliori attori del panorama attuale,spero che faccia anche di più come interpretazioni future.
Il film risulta godibile e semplice,da vedere,qualcosa di diverso.

Max78  @  12/11/2007 15:42:08
   7 / 10
Film tosto, denso di parole, probabilmente anche troppe a tal punto da ipnotizzare lo spettatore, col rischio di rimanerne frastornati.

Eccezionale performance di Cloney, che trasmette il senso di malessere di stanchezza di un lavoro che logora nell'anima.

In definitiva non certo originalissimo ma godibile thriller dove spicca una buona prova d'attori.

gustavone  @  06/11/2007 21:37:22
   7 / 10
monumento celebrativo al bel George..

film piacveole..qualche bella idea originale..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
tanto di già visto..


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER...

attori comunque in palla..


da vedere..con l'avvocato..

hartigan85  @  28/10/2007 20:42:24
   7 / 10
buona storia, non banale come film...

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  25/10/2007 15:41:40
   6 / 10
Film non particolarmente trascendentale. La struttura narrativa con flashback e ritorno al punto d'inizio, e relativo finale/scioglimento, è quanto di meno originale ci possa essere. Gilroy, che è un bravo e raffinato sceneggiatore, eccede nel rivestire di mistero i suoi personaggi, mistero fine a stesso, a mio avviso. Anche perché poi, nella seconda parte del film, è costretto a spiegare fin troppo didascalicamente quello che ha omesso nella prima.
Davvero poco convincente.

4 risposte al commento
Ultima risposta 25/10/2007 16.44.43
Visualizza / Rispondi al commento
adg.az  @  24/10/2007 01:58:18
   9 / 10
Eheheh ma quante parole su questo film... se non è un bel giallo thriller questo non so qual è un bel thriller.. eheh
Ma quanti commenti sulla presunta "lentezza" del film e la "contorsione" della trama.. ma perchè è un pregio l'avere un ritmo incalzante o l'essere semplice e lineare?
Mah.. l'importante è che il film sia di qualità, questo lo è la trama non vacilla.
Eheh troppi videogiochi ragazzi, troppi videogiochi..!
Perdonate sono in vena sarcasmo, e non ho molto tempo per scrivere meglio ciaoo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  22/10/2007 14:22:47
   7 / 10
Non completamente riuscito, ma importante soprattutto da un punto di vista contenutistico, "Michael Clayton" appare come una pellicola di denuncia sociale che rifugge l'azione pura o il lato più glamour per calare lo spettatore in un racconto che apparentemente non aggiunge nulla di nuovo al genere, cioè la redenzione di un uomo senza scrupoli che gli eventi inducono a divenire paladino della giustizia, ma che ad un esame che non si limiti alle apparenze risulta evidentemente estraneo agli schemi arcinoti del genere.
Questo non solo perché si affida ad una narrazione piuttosto statica, fatta soprattutto di dialoghi con relativi approfondimenti psicologici, ma anche per l'impostazione generale della pellicola che oltre alle normali riflessioni di carattere etico/morale ci induce a ragionare sulla vita del protagonista, misteriosa quanto il suo lavoro, caotica e ricca di sfaccettature negative che una sceneggiatura non perfetta ammucchia con grande veemenza per poi non chiarirle in maniera perfetta in un finale piuttosto precipitoso.
Un film forse incompiuto,molto arzigogolato e complesso, a tratti addirittura noioso, ma al tempo stesso ben girato e ben interpretato (ottimo tutto il cast a partire da Clooney), sicuramente interessante e ricco di argomenti, impreziosito da un intenso primo piano finale, privo di parole ma denso di significati.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  21/10/2007 12:58:17
   7 / 10
Un buon thriller ed un buon Clooney. All'inizio risulta incomprensibile ma piano piano i nodi si sciolgono e permettono di rivelare la trama in tutto il suo insieme. Non un capolavoro, sicuramente accettabile.

Zurlistuta  @  20/10/2007 18:44:21
   6 / 10
Troppo lento, è questo l'unico difetto di un film con tanti buoni propositi, un'ottima interpretazione di George e un'ancora migliore pubblicità.

codino18  @  19/10/2007 11:07:41
   6½ / 10
Il film non è male, George bravo come sempre, l'unico appunto è una leggera lentezza nello scorrere.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  18/10/2007 12:58:17
   7½ / 10
Altro Film della Mostra veneziana, conferma la qualità eccelsa del Festival di quest'anno. Michael Clayton è un film solido, ben scritto e ben girato. Gioca per sottrazione e senza enfasi e retorica hollywoodiana racconta i crimini compiti da una multinazionale e le vittime, fisiche e morali, di tali crimini.
Il protagonista non è un eroe, ma un uomo con le sue debolezze e capacità. La caratterizzazione psicologica dei personaggi appare molto accurata, così come le loro interpretazioni. Composta da una parte iniziale e finale da portare come strumento nelle scuole di sceneggiatura, Michael Clayton è un film assolutamente da vedere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/10/2007 11.11.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  16/10/2007 00:24:50
   7½ / 10
film realizzato con cura e molta precisione, è scritto molto bene anche se certi passaggi un pò difficili da comprendere sono troppo veloci e non si ha il tempo per assimilare tutto. Oltre questo merita di sicuro almeno una visione, anche per l'ottimo clooney, per pollack e la swinton. Molto bello il finale e, fortunatamente, curatissimo il doppiaggio italiano. Forse Pollack sarebbe stato perfetto per dirigerlo

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/10/2007 22.54.51
Visualizza / Rispondi al commento
giumig  @  15/10/2007 22:42:49
   6 / 10
Mi aspettavo sicuramente di più da questo film, più intrighi, sceneggiatura migliore, storia di maggiore spessore. Ed invece la trama è fin troppo semplice, pur avendo un soggetto davvero buono, e soltanto in alcuni momenti si ha lì'impressione di vedere un buon trhiller. Per il resto calma piatta. Rimane una buona regia, un grande Cloney e un bel finale.

Andy MCnab  @  14/10/2007 21:18:19
   7 / 10
Tristezza e malinconia che si mescolano attorno al volto vissuto e distrutto di Clooney bravo e "affaticato"...tutto diventa impegnativo da quella esplosione e dalla scritta "quattro giorni prima"...la pellicola sottolinea anche che l'uomo e pronto a far di tutto per "mammona"...dai singoli avvocati...alle grandi multinazionali...cito una frase del film...<<michael!!michael!!!per favore quel cliente rappresenta per me metà del fatturato che io faccio...pensaci tu!!>>
fino ad arrivare alle grandi cifre delle multinazionali...che sono disposte a tutto...propio a "tutto".
A tratti risulta pesante...bisogna essere applicati...altrimenti salta tutto...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Edea  @  14/10/2007 16:55:40
   6½ / 10
Un pò troppo intricato forse, e anche lento in alcune parti, ma con il bel finale si fa perdonare. Buona l'interpretazione di Clooney e degli altri attori.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  14/10/2007 09:42:18
   7 / 10
Un buon film che conferma le ottime doti recitative drammatiche di George Clooney.

nonno  @  12/10/2007 13:27:19
   7½ / 10
a me è molto piaciuto..è un film serio e intrigante..non la solita commediola... quindi vi suggerisco di andarlo a vedere...nn vi anticipo nulla!

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  11/10/2007 14:03:33
   7½ / 10
Atmosfere e interpretazioni sono senza ombra di dubbio le colonne portanti di questo che è il film d'esordio di Tony Gilroy. C'è così tanta disillusione che l'intera pellicola si colora di quel grigio tipicamente malinconico, in grado di inondare e spegnere anche le infinite ed eterogenee luci della metropoli, scenario in cui i protagonisti si muovono e affrontano se stessi; già, perchè anche quando parlano fra loro sembrano essere soli, sembrano annaspare a volte nella paura, altre volte nel loro cinismo e molto spesso nella loro, come già detto, disillusione. Uniche eccezioni sono i momenti che fotografano il nucleo familiare, in cui si intravedono barlumi di umana spontaneità, e la sequenza conclusiva.
Una storia ben costruita, sobria e asciutta, quindi. Non ci ho visto alcuna forzatura e nessuna ricerca della spettacolarità, nè tanto meno del colpo di scena (aspetti quest'ultimi, spesso deleteri per pellicole del genere) tranne nel finale. Non perchè sia un lieto fine o per come viene presentato (anzi), è solo che ormai questo tipo di film finisce(forse deve finire) quasi sempre allo stesso modo e quindi si avverte un po' quella sensazione di già visto, ma, ripeto, forse è giusto che sia così.
Le interpretazioni sono perfette. George Clooney per la seconda volta, dopo Syriana, indossa senza incertezze la maschera che raffigura quel disincanto tipico di coloro che il mondo lo conoscono abbastanza per sapere che può non essere un granchè; Tilda Swinton ottima nel far barcollare il suo personaggio sul confine che separa cinismo e paura; chiudono il cerchio Pollack e Wilkinson, assolutamente a loro agio, convincenti e capaci di dare spessore al proprio personaggio.

Buon esordio alla regia e alla scenaggiatura, quindi, attraverso il quale G. riesce a raccontare il respiro più affannoso e della città e di coloro che ci vivono; non è facile riuscirci. Si buon ben sperare, pertanto, nelle prossime pellicole.

9 risposte al commento
Ultima risposta 18/10/2007 16.58.26
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/10/2007 13:42:31
   7 / 10
Un buon film, con personaggi ben tratteggiati e credibili in funzione di una storia non facile da raccontare, a tratti leggermente farraginosa ma sufficientemente coinvolgente.

alesfaer  @  11/10/2007 02:15:02
   6½ / 10
un personaggio originale, trama però prevedibile.
film troppo lento, recitazione di gran livello.

mi kiedo xò una cosa: xkè quel minuto finale cn il bel faccione di clooney in taxi?

carmus  @  10/10/2007 09:40:26
   6 / 10
Il film - con una sceneggiatura a tratti irritante - impiega oltre un'ora per prendere una direzione chiara, finendo poi con un modesto colpo di scena già visto migliaia di altre volte in film del genere. Anche la trama non mi è sembrata particolarmente originale .... e che dire di Clooney??? Sarà anche migliorato come attore, e meno male!!! ma mi pare che siamo ancora molto lontano dai "mostri sacri" a cui forse George ambisce di essere paragonato....

bon_  @  10/10/2007 00:13:03
   7 / 10
Non Eccezionale...
Un primo tempo troppo lento e complicato...
Un secondo tempo molto più scorrevole...

Tutto sommato un bel film

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/10/2007 18:43:12
   7 / 10
Sicuramente un (ottimo) prodotto, realizzato con professionalità e meno convenzionale di quanto sembri, un'onestissimo esempio di cinema di denuncia al quale difetta però un sensazionalismo enfatico che incute rabbia e indignazione nello spettatore anche quando non è proprio il caso.
L'errore del film è di prendersi troppo sul serio, e la colpa va attribuita al regista, troppo preoccupato di dirigere gli attori e francamente arrancante con una trama che omette, tradisce e svela solo parzialmente al servizio delle forzature (queste sì) psicologiche dei personaggi.
Peccato, perchè le prime inquadrature, con la città trasversalmente proiettata nel suo habitat, sono quasi degne di un Kubrick o (appunto) di un Pollack d'annata.
Enfatizzato pure il personaggio di Wilkinson, cmq straordinario, una via di mezzo tra Danny Aiello e il Peter Finch di Quinto Potere, la cui sorte allude proprio alla giostra di rivendicazione mediologica del celebre personaggio (nel film di Lumet).
Ovviamente il film si regge tutto nelle interpretazioni, un Clooney misurato e amaro, un Pollack abile e cinico caratterista, una Swinton davvero carogna che non dimenticheremo facilmente (mentre recita allo specchio il "discorso di rito" è eccezionale, sembra il protagonista della 25esima ora col suo memorabile monologo sociale).
Micheal Clayton è un onestissimo film di genere, ma si perde in un'artificiosità che fatica a trovare una sua coerenza: troppe cose da dire, e alcune patologiche attenzioni che avrebbero potuto essere sorprendenti (insolitamente azzeccata la morale new age del figlio di Micheal).

Nulla di straordinario ma neanche di particolarmente tragico, anzi: un decoroso prodotto che mantiene alla lunga quel che promette, e dimostra che si possono fare ottime cose senza mirare a pretese troppo alte.

Nel senso dei suoi limiti, e senza troppe pretese di sorta, è un buon film

("Io non faccio miracoli, faccio le pulizie", cfr)

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/10/2007 20.23.30
Visualizza / Rispondi al commento
sildino77  @  09/10/2007 10:13:47
   6 / 10
Pareri contrastanti all'uscita del cinema, non a tutti è piaciuto. A me si soprattutto il fascino del protagonista sempre in bilico tra legalità e affari sporchi. Abbastanza lento, per usare un eufemismo.

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  09/10/2007 09:56:29
   7½ / 10
Che George Clooney si sia dato all'impegno sociale è cosa risaputa. Con M. Clayton ci offre un film meno complesso di Syriana e meno cerebrale di Good night and good luck, ma ugualmente ben realizzato, con un'interpretazione che mi ha riportato immediatamente alla memoria il disorientato Robert Redford de "I tre giorni del condor" (non per niente c'è Pollak).
Anche se il tema dello strapotere delle multinazionali americane, corrotte e criminali, è già stato affrontato decine di volte,qui assume una freschezza inusitata, filtrato com'è dal personaggio dell'avvocato ambiguo, vizioso, dalla vita privata incasinata, ma intelligente e sufficientemente coscienzioso da porsi le domande giuste, quando colpito duramente negli affetti. Non è un film politico, certo le dinamiche marce all'interno delle grosse società risaltano eccome, eppure del film colpisce maggiormente l'attenzione del regista per i personaggi.
Tutto ruota intorno al protagonista, ovviamente, e centrale appare la domanda del fratello all'avvocato Clayton "Tu sai chi sei?" L'intenso e lungo primo piano sul viso del protagonista nell'epilogo, ne sintetizza la risposta.
Bravo l'esordiente regista, che ha saputo costruire un film su un intreccio solido e bravo Clooney,attore sempre più convincente.
Il finale consolatorio non stona, questa volta.

Vedi recensione

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/10/2007 17.59.57
Visualizza / Rispondi al commento
lennydee  @  09/10/2007 01:55:46
   7 / 10
Il film soprattutto nel primo tempo è molto lento ma successivamente prende ritmo e anche se non è molto originale perchè ricorda molto erin broncovich si fa apprezzare soprattutto per la recitazione di Clooney che come al solito (secondo me ) è molto valida

maen  @  08/10/2007 22:19:55
   6½ / 10
Film gradevole ma molto lento e intricato: la trama è contorta e ne sconsiglio la visione dopo le 22 altrimenti è un pisolino assicurato!
Buon film ma non da cinema...

andreapau  @  08/10/2007 15:10:29
   6½ / 10
è lodevole il tentativo di clooney e produttori associati, di scendere dalla astronave dorata di hollywood, davvero lodevole. ma in me permane la sfiducia quando il film di denuncia presunta è affidato a certe facce. personalmente ho rilevato alcune incongruenze nella discesa verso la purezza da parte di michael clayton. andiamo con ordine: michael clayton è un antieroe positivo dedito al gioco e ai debiti, pessimo padre ma non cattivo, senza relazioni stabili e con una famiglia ormai a pezzi, come la sua vita. nel cuore della notte viene mandato a "ripulire" la fedina penale di un riccastro arrogante e prepotente al quale viene proposto come un "risolutore". la fama di risolutore è una cosa seria. fare il ripulitore è una cosa seria, che prevede una conoscenza del marciume sin nelle più remote profondità. ecco che allora mi chiedo da quale tasca michael clayton tira fuori verginità e onestà. è emblematica la scena in cui chiede al capo se magari la causa che lo studio sta perorando, non sia in fondo ingiusta... risponde il cap, esterrefatto: -CERTO che è una causa ingiusta e presa per i capelli, ma possibile che dopo tanti anni ti devo spiegare come paghiamo l'affitto?- ecco, diciamo che un risolutore così imbecille non potrebbe in effetti risolvere proprio nulla. illuminazione? redenzione? abbozzata e spiegata non troppo bene. comunque, non malvagio, un buon film. almeno ti da l'illusione che la giustizia possa trionfare.

Invia una mail all'autore del commento Maria Lucia  @  08/10/2007 10:03:52
   7 / 10
George Clooney non è solo bello ma di film in film migliora e la sua bravura di attore è notevole (poi può piacere o non piacere, per me è uno spettacolo e una gioia anche per gli occhi) il film è molto bello struttuaro molto sul dialogo e poco sull'azione l'inizio non è molto chiaro ma piano piano si dipana il tutto e t'incanta l'incalzare dei dialoghi e la bravura di tutti gli altri attori, ottima anche la regia e sceneggiatura...semplice come un CAPOLAVORO.

super zik  @  08/10/2007 01:33:36
   8 / 10
Ottimo thriller, ottima recitazione, ottima regia.

Purtroppo la mancanza d'azione me lo ha reso poco stimolante... ma lo consiglio a tutti gli amanti del genere

edo88  @  07/10/2007 23:33:01
   7 / 10
La fine vola che è una meraviglia (l'ultima mezz'ora abbondante, dico), ma il resto è - come ho letto nel commento precedente - non troppo ben gestito.
Non è chiara subito la situazione, e non è che doveva esserlo, però lo spettatore non dovrebbe sentirsi annoiato, e io lo sono stato.
Nonostante questo gli ottimi attori (soprattutto la Swinton) alzano il voto.
Potete anche stare a casa...se vi piace il genere cmq è consigliato.

mrkmaiden  @  07/10/2007 19:58:25
   8 / 10
Davvero un bel film;trama complessa,articolata, con colpo di scena finale.
Il caro George sembra stia diventando un gran bravo attore.
Consigliato

danistella  @  07/10/2007 17:01:00
   8 / 10
Ottima interpretazione Di Clooney (a mio avviso bellissima la scena dei titoli di coda), così come quella Swinton.
La regia mi è piaciuta, così come la fotografia e i cambi di inquadratura. La trama non è certo originalissima, ma il fim ti tiene bene sveglio per tutte le quasi due ore....poicon un cast del genere....

Glizzy  @  07/10/2007 14:26:12
   7 / 10
ho dato allìinirca il voto della media...
era un film carino.. ma ci ho capito poco... metà film ho dormito e me lo sono fatto raccontare... ero troppo stanca... mi sa che andro a rivedermelo...

Sedizione  @  07/10/2007 03:27:34
   7 / 10
Buon film,appassiona e non delude,ottime le interpretazioni...certo non aggiunge niente di nuovo al genere ma comunque svolge egregiamete la sua parte.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001349 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net