mio fratello e' figlio unico regia di Daniele Luchetti Italia 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

mio fratello e' figlio unico (2007)

 Trailer Trailer MIO FRATELLO E' FIGLIO UNICO

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MIO FRATELLO E' FIGLIO UNICO

Titolo Originale: MIO FRATELLO E' FIGLIO UNICO

RegiaDaniele Luchetti

InterpretiRiccardo Scamarcio, Elio Germano, Angela Finocchiaro, Massimo Popolizio, Luca Zingaretti

Durata: h 1.40
NazionalitàItalia 2007
Generedrammatico
Tratto dal libro "Il fasciocomunista" di Antonio Pennacchi
Al cinema nell'Aprile 2007

•  Altri film di Daniele Luchetti

Trama del film Mio fratello e' figlio unico

Due fratelli, Accio e Manrico, completamente diversi l'uno dall'altro, crescono e fanno le loro esperienze, figlie dalla provincia italiana degli anni '60 e '70, sempre in confronto/scontro tra di loro e seguendo percorsi opposti. Il loro rapporto é sempre appeso ad un filo, ma l'affetto che continua a legarli é molto forte.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,01 / 10 (168 voti)7,01Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
Migliore attore protagonista (Elio Germano)Migliore attrice non protagonista (Angela Finocchiaro)Migliore sceneggiaturaMiglior montaggioMiglior sonoro
VINCITORE DI 5 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Migliore attore protagonista (Elio Germano), Migliore attrice non protagonista (Angela Finocchiaro), Migliore sceneggiatura, Miglior montaggio, Miglior sonoro
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Mio fratello e' figlio unico, 168 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

GianniArshavin  @  19/05/2015 14:43:41
   6 / 10
Malgrado il tema scottante e le accuse di Pennacchi ,Lucchetti riesce a tirar fuori un film discreto che intrattiene a dovere nonostante non graffi come dovrebbe e potrebbe.

La storia scorre via veloce ad un buon ritmo, con i personaggi si familiarizza facilmente e i temi restano sempre interessanti.
Bravi anche i vari membri del cast fra cui spicca un grande Elio Germano , che vince il confronto con uno Scamarcio comunque abbastanza credibile.

Passando si difetti , la pellicola si affloscia un po nel finale,troppo concitato e confusionario , e soffre di qualche carenza sul piano tecnico.

Nel complesso un film che strappa la sua dignitosa sufficienza senza però eccellere.

Project Pat  @  11/11/2014 03:36:46
   6 / 10
Ben vengano le ovazioni...ma non si può negare che al di fuori di quella che è la solita solfa all'italiana, costituita da crisi familiari, tradimenti e precariato, la pellicola non narra nulla di sostanzialmente rilevante (Spoiler da non leggere assolutamente), ...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

... di conseguenza il bipolarismo fascismo-comunismo è solo un pretesto. Che poi il film abbia saputo ritrarre fedelmente il contesto politico di quegli anni, questo non lo possono certo dire le nuove generazioni, ma io l'ho trovata un'opera trita che non mi ha emozionato più di tanto, anzi piuttosto furbesca.

Oh Dae-su  @  07/11/2013 10:23:25
   6½ / 10
Film interessante sulla diversità di pensiero, sulla tolleranza e sugli ideali politici.
In questo caso ad essere agli antipodi sono due fratelli (GERMANO e scamarcio) e il film segue il loro rapporto altalenante dall'infanzia fino alla maturazione.
Farcito con qualche luogo comune di troppo e con personaggi stereotipati, riesce comunque a rimane qualitativamente discreto e interessante soprattutto grazie alle prova dell'esordiente Propizio e del sempre bravissimo Germano.
Scamarcio non riesce a starmi simpatico, ma questo è un altro discorso.

MonkeyIsland  @  26/06/2013 14:49:30
   7 / 10
Buon film ed Elio Germano veramente bravo.

ferzbox  @  24/01/2013 01:14:39
   5 / 10
Ormai è un evento raro che vedo film di produzione italiana,a meno che non sono film firmati da registi come Tornatore o in collaborazione con l'estero.
Il fatto che io abbia visto "Mio fratello è figlio unico" è una pura casualità(spinto a forza da un amica)...ma in fin dei conti mi è andata abbastanza bene;il film scorre decentemente nonostante assistiamo alla solita regia italiana stereotipata e fossilizzata e tutto sommato risulta interessante seguirne la storia.
Tuttavia, i temi di questi film della nostra madre patria, sono sempre gli stessi:"corna-vite adolescenziali complessate-tragedie di famiglia-mafia-storielline sentimentali-comicità volgare-La destra contro la sinistra"...bene questo film ha scelto l'ultima tipologia....due fratelli che hanno idee politiche diverse e per questo motivo si ritroveranno ad avere divergenze anche nella vita....
Va bhè....se devo tralasciare il tremendo rammarico che ho nei confronti del cinema italiano,posso tranquillamente dire che il film si lascia guardare...e dimenticare.

nyc93  @  27/10/2012 13:38:56
   6½ / 10
Mi ha sorpreso l'interpretazione di Scamarcio nel film, davvero molto bravo, per il resto il film si lascia guardare.

C.Spaulding  @  13/07/2012 12:29:56
   8 / 10
Bellissimo film di Daniele Lucchetti. la storia di due fratelli diversi in tutto dalle idee politiche alle scelte di vita. Un film diretto magistralmente e interpretato benissimo dagli attori,bravissimo soprattutto Elio Germano. Sicuramente da vedere.

DarkRareMirko  @  18/06/2012 23:25:51
   9 / 10
Senza dubbio fra i migliori film di Luchetti, complice una solida sceneggiatura che, usando un grande libro come riferimento, evita clichè e momenti stucchevoli.

Grandi attori (Zingaretti, Germano, Scamarcio - che a me è sempre piaciuto -, la Finocchiaro), regia accorta, bei momenti riguardo ad un film che, superficialmente, poteva rischiare molto (gli argomenti che tira fuori difatti sono risaputi e quindi si poteva peccare di ridondanza).

Non è andata così e, per molti motivi, ci si trova davanti ad un composto cinema d'autore.

Scamarcio poi non è la prima volta che sfiora tali tematiche (La meglio gioventù, Il grande sogno).

Promosso a pieni voti.

somberlain  @  18/12/2011 11:55:23
   8 / 10
Bellissimo film di Lucchetti con un Elio Germano da pelle d'oca e uno Scamarcio che, a mio parere, tutto sommato se la cavicchia abbastanza bene.
L'ideologismo politico che imperversava negli anni '60 viene reso in modo impeccabile e avvincente attraverso il contrasto dei due protagonisti, uno fascista e l'altro, il fratello, comunista, il tutto attraverso una narrazione che si mantiene più su un livello di (tragi)commedia che di mero dramma.
Bravissima anche la stupenda Diane Fleri.

marimito  @  19/11/2011 20:42:55
   7½ / 10
Superlativo Elio Germano, che si conferma uno dei migliori attori italiani. Scamarcio non convince, nonostante i suoi occhi verdi e profondi l'aiutano.
Il film rende onore ad un tema quantomai evergreen: l'instabilità delle convinzioni politiche, che come bandiere volano seguendo il vento delle finte rivoluzioni dei tempi.
Lucchetti è avvezzo a certi temi.. i drammi personali sono l'anima dei suoi film, come lo sono i suoi personaggi su cui tende a focalizzare perchè sono loro che fanno il film.

castoro79  @  01/11/2011 19:48:27
   7½ / 10
Uno scorcio dell'Italia dopo la seconda guerra mondiale, trattato dal punto di vista di due fratelli. Vasta la gamma di emozioni trattate, buona la sceneggiatura e la narrazione. Il film è un po' malinconico. Vale davvero la pena di vederlo

gemellino86  @  09/10/2011 13:30:16
   6½ / 10
Un buon film sui diversi rapporti dei fratelli. Non mi ha colpito profondamente ma ha saputo cogliere il significato fraterno. Tra Germano e Scamarcio c'è un abisso.

kako  @  28/03/2011 13:48:49
   7½ / 10
Mi ha fatto veramente piacere vedere Scamarcio in questa interpretazione dopo averlo conosciuto solo in Tre Metri Sopra il Cielo e seguito. Storia molto bella che fotografa parzialmente la situazione di forte conflittualità politica di quegli anni. Un po' approssimativo ma comunque interessante

Rockem  @  09/02/2011 14:54:16
   8 / 10
Storia, politica, società, contraddizioni e lotte di un'Italia divisa nella morale e nell'amministrazione civile: tanti ingredienti mixati con sapienza e maestria nella produzione di una bevenda ancora dissetante nonostante riprenda tematiche vecchie di diversi decenni ma, probabilemnte ancora attuali. Germano meglio di Scamarcio.

Danyeluzzo  @  11/01/2011 01:20:05
   7½ / 10
Con questo film mi sono davvero ricreduto su Riccardo Scamarcio: se la smettesse di fare filmetti che prendono spunto da libretti adolescenziali sarebbe davvero uno dei migliori attori italiani. Tornando al film, bella storia, piena di significato, e ottima l'interpretazione di Germano (non ha caso il David...).

topsecret  @  21/12/2010 15:34:31
   7½ / 10
Al di là dell'ideologia politica, peraltro volutamente e giustamente affrontata in maniera quasi delineata, il film è raccontato dal bravo Luchetti dal punto di vista emozionale, facendoci partecipi della vita familiare, sentimentale e politica di due fratelli diversi ma simili.
Buon cast in cui spicca la prova di un bravissimo Elio Germano, abile e molto convincente e quella di un sorprendente (per quanto mi riguarda) RiccardoScamarcio che in questo film dimostra di non essere solo bello e dannato.
Una storia fatta di emozioni forti ma anche divertente, che non disdegna la battuta facile e che riesce ad avere un ritmo talmente fluido da non permettere distrazioni, lasciando alla fine nello spettatore un senso di soddisfazione e gradevolezza.

ValeGo  @  21/11/2010 17:19:36
   6½ / 10
Mi è piaciuto tantissimo Elio Germano ma Scamarcio davvero insopportabile!

Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  29/10/2010 00:21:04
   7 / 10
Buon film..bravi gli attori...ottimo Elio Germano...si poteva dare di più nella sceneggiatura...ma va bene così.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  20/09/2010 11:54:33
   7 / 10
Forse tutti questi premi sono esagerati ma in fin dei conti il film Lucchetti e spontaneo, ben raccontato ( Almeno nella prima parte ) e soprattutto recitato perfettamente dagli attori italiani, primo su tutti Elio Germano. Funziona, e si ricrea l'atmosfera degli anni '60, si riesce quasi ad assaporarne l'essenza. La pellicola è valida e piena di riferimenti politici ma anche di una stretta critica sulla famiglia e molte altre cose. Promosso.

Zanibo  @  20/09/2010 10:44:37
   8½ / 10
Avevo gia` visto "Dillo con parole mie" di Luchetti e mi era piaciuto tantissimo, e anche questo film conferma il mio amore per lo stile del regista.

Su di tutto mi piace la vitalita` che riesce a mettere nei personaggi.

Signor Wolf  @  23/03/2010 21:03:43
   6 / 10
Parte benissimo, si perde nel mezzo e finisce in modo veramente brutto, 10 minuti finali che rovinano un film.. e quella conclusione.. buttata lì.. tanto per...
Bravo Elio Germano
orrende e dilettantesche invece le scene più "action"

yonkers86  @  28/02/2010 14:25:46
   8 / 10
Film che sinceramente ha superato anche le mie più rosee aspettative, divertendomi e appassionandomi dall'inizio alla fine.
Luchetti costruisce benissimo uno spaccato del decennio più difficile della nostra storia recente, fatto sia di divergenze ideologiche ma ancor prima divergenze generazionali ed esistenziali.
I fantastici anni '60 son stati riprodotti a regola d'arte, i vestiti, le macchine, l'attitudine di vivere quegli anni come se si potesse realmente cambiare qualcosa, la facilità di amare, il sesso sregolato, l'identificarsi in un ideale.
La trama è sviluppata benissimo e non si perde in un banale conflitto di ideologie politiche contrastanti come si poteva pensare, ma anzi tocca tasti ben più profondi ed importanti, come la difficile coesione familiare degli anni, l'amore e l'affetto fraterno e il peso che alcune scelte hanno nell'economia della nostra vita.
Io non penso che questo film sia stato fatto con intenti propagandistici, ne tantomeno per sensibilizzare la gente riguardo determinate tematiche, che si sono importanti ma a mio avviso secondarie nello sviluppo della pellicola.

Elio Germano, come al solito, si attesta su livelli davvero eccellenti; il suo personaggio è davvero fenomenale, schietto, sanguigno, impulsivo ma allo stesso tempo generoso e riflessivo. A mio avviso una perfetta ricostruzione della disordinata e confusa mentalità di un adolescente in quel periodo.
Con mia grande sopresa, invece, Scamarcio non ha il ruolo da protagonista come invece si poteva pensare. Nonostante ciò il suo personaggio ha molto spessore e carisma ed è molto importante per riuscire a comprendere meglio alcuni passaggi e alcuni cambiamenti della vita del fratellino.
Bravissima anche Angela Finocchiaro, che per l'ennesima volta dimostra di essere un'attrice cinematografica molto sottovalutata, che interpreta benissimo il ruolo difficile che aveva una madre in quel tempo.
Bravo anche Zingaretti nel ruolo dell'iniziatore politico di Accio.

Sicuramente il miglior lavoro di Luchini, sia dal punto della pellicola in se, sia dal punto di vista tecnico e della regia.
Ho apprezzato molto alcune scelte di location, che alternavano dai quartieri popolari alle zone bene per rendere meglio il dislivello sociale che caratterizzava gli anni.
Fotografia giustamente un tocco retrò, con un bel gioco di luci e di chiaroscuro.
Ho apprezzato particolarmente poi la colonna sonora, visto che son state scelte canzoni un pò dimenticate di quegli anni e mi ha fatto davvero piacere risentirle.

Jumpy  @  21/02/2010 19:45:05
   7 / 10
Le vicende personali dei protagonisti sono narrate piuttosto bene, le interpretazioni tutte all'altezza, spicca su tutti la bravura di Angela Finocchiaro ed inaspettatamente bravo anche Scamarcio.
Quello che non regge, a mio parere, è l'ambientazione storica, trattando in maniera appena meno superficiale certe temetiche e superando i soliti stereotipi triti e ritriti, il film poteva diventare un capolavoro.

7HateHeaven  @  21/01/2010 14:47:04
   6 / 10
Non ho mai sentito di un operaio che va a lavorare in fabbrica in tuta alle 7 della mattina e si mette a limonare una stra.fi.ga francese prima dell'inizio del turno...
Queste sono le cose che ti fanno incazzare del film, la vera storia italiana è straviata da stereotipi sbagliati, che non esistono (ma che sembrano appartenere a quella cultura dell'ignoranza stile amici di Maria, GF, etc...).

Il film sarebbe un buon film, perchè la storia è fatta bene, gli attori sono bravi e la trama convince. Però mi ha irritttato enormemente questa rivisitazione storica, con una seria inclinazione politica, che falsa il clima di quegli anni. La cosa che mi fa più infastidire e che molti 16enni ignoranti, magari attratti da Scamarcio ( che in sto film recita bene, niente da dire), possano convincersi che negli anni 60 i sindacalisti erano tutti corrotti, avevano belle macchine, soldi e successo! Queste cose appartengono ai Briatore & company,ed è sempre stato così...
Insomma il film sarebbe da 7, però quando si scosta dalle vicende personali e si mette a fare il documentario è da 0!!!

popoviasproni  @  13/01/2010 19:33:07
   7 / 10
Pellicola a tratti enfatizzata ma cmq fresca, pepata e ben interpretata.

alex25  @  13/01/2010 18:53:00
   8 / 10
Scusate ma questo è uno dei film italiani piu belli degli ultimi anni! Merita un 8 pieno, bravissimi gli attori in particolar modo Germano.

carla80  @  10/11/2009 12:45:55
   7½ / 10
Inaspettata la recitazione di Scamarcio, attore adolescenziale, costruito su di uno sguardo commercializzato e su i pensieri turbolenti delle ragazzine.
Trovo che nel film ci sia , vive il personaggio che interpreta; è ben sostenuto dal ventasglio di attori che lo circonda , arriva allo spettatore, emoziona, s'avverte l'anima dell'uomo che fa vivere sullo schermo.
Stupisce anche l'efficacia recitativa di Angela Finocchiaro , attrice comica da me poco apprezzata. Rimanda al pubblico una donna semplice, ma forte; aiutata da un buon trucco è una madre ed una moglie, intensa, isterica, disperata, segnata dalle preoccupazioni e dalla fatica; rivoluzionaria, lotta per avere una casa desiderata e pagata con il sudore; legata al focolare, alla famiglia ma povera nelle manifestazioni affettive.
Elio Germano bravo come sempre, passionale, prepotente, di cuore e fragile.
Il contesto storico è fedelmente ricostruito, si rivivono gli ideali del tempo, la fede per un partito, la lotta sentita per un principio o per un diritto, tutto ben reso.
Fotografia e scenografia buone, nulla di entusiasmante, il film resta impresso per gli attori.

gei§t  @  28/09/2009 06:33:08
   8½ / 10
A mio perare un ottimo film che racconta la situazione politica in Italia negli anni '60 e di come due persone tanto vicine possano prendere strade tanto diverse.
Ma non e' la parte che uno sceglie ma la capacita' di cambiare e accorgersi che la via che si segue non e' quella giusta. Questo fa' la differenza fra i due fratelli.
Buoni attori e buon messaggio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/01/2010 14.39.53
Visualizza / Rispondi al commento
ReginaDiCuori  @  27/09/2009 12:41:28
   8½ / 10
Film da guardare assolutamente...nonostante tratti tematiche importanti scorre veloce e appassiona il pubblico. Mai scontato e assolutamente ben recitato (eccetto forse Scamarcio che pur dando forse il meglio di se non è cmq mai all'altezza degli altri attori come ad esempio Germano!), in ogni caso denota perfettamente due profili psicologici molto differenti tra loro (Accio e Manrico), il primo coraggioso e idealista, il secondo coraggioso solo in apparenza e anche un pò infame.

Invia una mail all'autore del commento Clint Eastwood  @  12/09/2009 10:15:50
   7½ / 10
Che scherziamo, "Il Mio Fratello è Figlio Unico" è un film degno di esser visto almeno una volta. La storia ambientata negli anni '60 ripercorre le varie tappe della vita giovanile di Accio, un ragazzo che non ha paura di dire la verità e che per questo motivo è apparentemente estraneo alla famiglia che include il fratello Manrico (comunista per comodità) e la sorella Violetta aspirante musicista. Tra i rapporti dei fratelli, la famiglia, ideologie, delusioni, passioni, amori, ecc ... il film si mostra abile nel impostare il quadro delle varie situazioni e scelte dei personaggi. Peccato che quasi ai 3/4 della durata si perde per poi concludere in bellezza.
Bravi gli attori, prima di tutto Elio che è stato eccelente ed anche Scamarcio (il ruolo che gli riesce meglio forse),le scenografie da notare e ho gradito anche alcuni primi piani sul protagonista.

Da vedere sicuramente.

"Nel maggio del '68 la grande onda rivoluzionaria aveva preso Parigi, a luglioio la Cina, a' agosto la Ceccoslovachia, a Latina non è mai arrivata. Il '68 mi pare d'averlo passato seduto in cucina a mangiare i quadrucci in brodo di mia madre." Bella.

fanfotti  @  31/08/2009 21:17:03
   7½ / 10
E invece é un bel film, gli attori sono tutti (Scamarcio incluso) molto bravi, la sceneggiatura non é banale ne superficiale come molti scrivono, anzi. Non si motiva l'accanimento di varie persone contro il cinema italiano, se volete distruggerlo, non é attaverso questo film che ci riuscirete.
Da vedere.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  17/08/2009 23:44:08
   5 / 10
Parte benissimo, prima mezzora da applausi poi si perde nel filo narrativo e diventa abbastanza pesante da seguire. Mi aspettavo di più......

baskettaro00  @  03/08/2009 15:43:23
   8 / 10
bel film tragicomico cn bravi attori(anke se scamarcio mi sta un pò sulle p.alle)....
il film oltretutto ma molto riflettere......
anke qui le parolacce ci sn e sn moderate.......
al i là di qst un film molto consigliato dal sottoscritto!

claudio54  @  10/07/2009 21:39:18
   5 / 10
L'idea non è male, ma come sempre nei film italiani c'è una patina di dilettantismo generale: scrittura filmica, recitazione, riprese, sonoro, montaggio, tutto insomma. Sembra un film fatto in casa. Poi, come al solito nei film italiani, l'audio in presa diretta è spaventoso, non si capisce una parola.

asprakina  @  08/07/2009 11:37:08
   6½ / 10
Mi è piaciuto Elio Germano e l'adorabile Diane Fleri ma, pur essendo interessante durante la visione, alla fine mi ha lasciato troppo poco.
Dimenticabile.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  08/07/2009 10:46:12
   7 / 10
Carino. Tranquillamente guardabile.
Spaccato di un'Italia in cui la politica contava ancora molto per la gente ed era davvero sentita.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Silly  @  07/07/2009 10:11:58
   7 / 10
Prima parte eccellente, ovvero l'infanzia e l'adolescenza di Accio. Il suo sentirsi diverso dai membri della sua famiglia e dai coetanei, la sua esasperante ricerca di certezze, punti fermi, ideologie, vengono raccontate perfettamente. Perchè le idee sono le idee. Eh già... "Un'idea, un concetto, un'idea, finchè resta un'idea è soltanto un'astrazione... Se potessi mangiare un'idea, avrei fatto la mia rivoluzione...", cantava qualcuno nel '74. Magari ci poteva anche stare questo brano, vista l'ironia. Ecco cosa mi ha lasciato un po' perplessa. Nella prima parte, appunto, mi sembra che ci sia, sono riuscita a coglierla. Quel sarcasmo naturale nelle famiglie sgangherate, che cela l'insofferenza, la rabbia e il senso di ingiustizia che vive palesemente Accio. Il rapporto tra i due poli opposti, Accio e Manrico è vero e piuttosto tipico tra fratelli. L'ho sentito molto come un qualcosa che conosco bene. La seconda parte del film, devo dire, mi ha un po' annoiato. L'ironia dell'inizio è evaporata chissà dove e ll tutto mi è sembrata confuso e frettoloso . Peccato. L'ultima scena, quella dell'occupazione delle case, ha risollevato la mia attenzione e il finale mi è sembrato appropriato.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Nel complesso è un buon film che si perde ad un certo punto per concludersi degnamente. Sinceramente è un vero peccato, poteva risultare un ottimo lavoro.
Nota negativa per quella faccia di bronzo di Scamarcio. Non riesco proprio a capire cos'abbia di così tanto speciale quel ragazzo mono espressivo. Di occhi belli ce ne sono a bizzeffe in giro, magari con una potenza comunicativa maggiore.
Su tutti la supremazia iterpretativa di Germano, ragazzo con talento e anche bello a mio parere. Per cui... Scamarcio, ma va, va...

kastaldi  @  06/07/2009 23:43:13
   5½ / 10
Gli anni 70 in Italia erano interessanti e guardo sempre i film che parlano di quel periodo con interesse (Lavorare con lentezza mi era piaciuto), soprattutto dal punto di vista politico.
Questo l'ho invece trovato abbastanza noioso e poco coinvolgente. Come giustamente scriveva qualcuno, non bastano 4 canzonette e un po di macchine d'epoca per reggere il film. Scamarcio insipido a parte qualche scena. Salvo Germano, Zingaretti e un pochino la Finocchiaro quando non fa l'invasata.

FurFante9  @  30/06/2009 11:43:22
   7½ / 10
Carino e tutt'altro che pesante. Regia accurata. Accio è molto bravo ed anche Zingaretti.
Sorpresa!

TheLegend  @  08/05/2009 03:45:31
   7 / 10
Una bella storia ben sviluppata e interpretata.
Il film praticamente analizza uno spaccato di Italia di quegli anni costruendoci attorno vicende di lotta politica e di lotta interiore.
un buon film italiano.

corey  @  29/03/2009 13:22:48
   6½ / 10
per me che sono sempre stato scettico sui film italiani il voto è più che positivo,bravo germano e sopportabile scamarcio..meglio la prima parte rispetto alla seconda,finale un po' scontato

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  24/03/2009 17:52:02
   6 / 10
L'unico che mi è piaciuto è il ragazzino che interpreta Accio da piccolo (Vittorio Emanuele Propizio) ..il resto è una noia quasi totale

Tuonato  @  10/03/2009 00:29:02
   6½ / 10
Mi chiedo dove volesse andare a parare la storia, se nel film fossero stati approfonditi contenuti e caratteri dei personaggi avrebbe ottenuto maggior successo.
Più che positivo comunque, mi ha fatto ridere. Forse l'ho preso più come una commedia che come un dramma.
Chiudo gli occhi e faccio finta sia stato ambientato a Roma e non a Latina, già, dialoghi - paraculi - costruiti come fossimo a Testaccio nel 2008 più che a Latina nel 1968.

LoSpaccone  @  07/03/2009 19:46:52
   5½ / 10
Qunado vedo queste belle idee rovinate dal dilettantismo del cinema italiano di oggi mi ribolle il sangue.

§Vale§  @  06/02/2009 17:05:44
   7 / 10
Io ho apprezzato molto questo film, mi è piaciuta la storia e il rapporto complicato dei fratelli, e bravo anche Elio Germano, Scamarcio sopportabile.

androjoker  @  17/11/2008 21:13:37
   5½ / 10
Sinceramente mi ha trasmesso poco. Forse personalmente odio i finali cosi "freddi" ... bella la lotta comunisti-fascisti dentro alle mura di famiglia, però, nonostante la bravura di Germano, non mi ha emozionato.

polbot  @  29/10/2008 18:29:26
   7 / 10
Buon film davvero! bravi gli attori, Germano su tutti. Bello spaccato dei conflitti politici giovanili degli anni '70

Invia una mail all'autore del commento ziotony  @  23/10/2008 19:55:10
   7½ / 10
Davvero un bel film , storia di amore fraterno in contesto post 68 , il film mantiene ritmo dall'inizio alla fine , mi è piaciuto Elio Germano , ***** che interpretazione azzeccata, comunque senza pretese esagerate riesce a far sorridere, far pensare e commuovere, insomma c'è un po' di tutto BRAVI !

tavullia86  @  20/10/2008 19:04:04
   7 / 10
buon film. ottimo sviluppo della tematica della contrapposizione politica...ma anche dei rapporti familiari...veramente bravo germano nella parte di accio...
da far vedere nelle scuole

Universegalaxy  @  30/09/2008 22:50:24
   4½ / 10
Questo è uno di pochi film che non mi ha trasmesso niente....
Scamarcio....ma che parte di m**** fa???? Germano la fa dignitosamente....non ci piove...ok.... il resto è molto noioso.
La finocchiaro sembra una completa ebete.... mah....piccola e insignificante parte di zingaretti....

Sestri Potente  @  26/09/2008 23:10:26
   6½ / 10
Mi avevano detto che era un bel film, ma io sono sempre stato un po' scettico verso i film italiani degli ultimi tempi. Tuttavia, "Mio fratello è figlio unico" si lascia guardare volentieri, ed è una storia di provincia molto bella. Due fratelli profondamente diversi, nel carattere e nelle scelte politiche, ma che in fondo si vogliono sempre bene e non si separeranno mai qualunque cosa accada. Un po' pomposo il finale.

Nergal85  @  10/09/2008 00:23:23
   8½ / 10
veramente un bel film, nn me lo aspettavo. d solito cn i film italiani s ha qualke pregiudizio e invece stavolta sn stato smentito. una eccezionale prova d elio germano ke riesce a mettere in ombra uno scamarcio bravo ma nn alla sua stessa altezza. brava la finokkiaro, ma peccato per la parte marginale affidata a zingaretti, ke reputo uno dei migiori attori italiani del momento. la storia si dipana agevolmente strappando qualke risata e allo stesso tempo facendo riflettere, così da poter considerare il primo tempo una commedia ed il secondo tempo un film drammatico. mi dispiace avvertire nei commenti sottostanti un risentimento politico da parte di qualke utente, segno ke la politika è un argomento ke scotta e ke nn fa mai aprire bene gli okki anke d fronte all'evidenza.

JOKER1926  @  30/08/2008 13:26:49
   5 / 10
"Mio fratello è figlio unico" è una"tavolata" di confusione, di baldoria e allegria...
Il film è una pura commedia, Daniele Luchetti confeziona un film poco decente, il cast è buono, anche la fotografia ma Io comunque denoto vari difetti soprattutto sul piano della storia (troppo rocambolesca e banale...)...
I protagonisti del film sono Accio e Manrico, i due sono completamente diversi, il primo è un Fascista il secondo è un comunista...
Litigi e incomprensioni "compongono" momenti di vita dei due fratelli...
Il regista introduce sulla scena pochi personaggi (infatti la famiglia quasi sempre è assente), riflettori puntati su Francesca ragazza del comunista...
Accio e Manrico avanzano nei loro rispettivi mondi politici...
Da una parte un Movimento Sano e Compatto come il Fascismo, dall'altra parte uno stravagante "movimento" quale il comunismo...
Dopo l'ingresso di Accio nel partito Fascista ci sarà una paradossale conversione alla corrente opposta!!! (troppo banale...)
Il film si "alimenta" di buone scene ma nel complesso non noto grandissimi pregi, la mentalità (la pura, vera, solenne Mentalità non si dissolve), film leggero e "bonaccione", finale molto "romanzesco" e sbrigativo spegne definitivamente le insulse concezioni di Manrico...
Il comunismo porta vittime; mentalità strampalata e idiozie, è l'essenza di questo "movimento"...
Il regista quindi si avvale di questa tematica (ovvero Fascismo e comunismo) e "cuce" una storia terribilmente ridicola e inoltre c'è anche molta ironia (assolutamente inopportuna) sul Movimento Fascista... (ma nel cuore e nella mente dei fascisti resta impresso il lungo e cinico cammino del Duce... M.S.I.)

36 risposte al commento
Ultima risposta 05/09/2008 12.57.19
Visualizza / Rispondi al commento
vito corleone  @  01/07/2008 20:03:13
   7½ / 10
Lucchetti ha fatto centro.
La bella sceneggiatura non originale tratta dal romanzo "Il fasciocomunista" di Pennacchi vede il protagonista Accio (chiamato cosi' perche' ritenuto ingiustamente cattivo) crescere in una famiglia ingiusta,ignorante, che gli dona poco affetto e poca fiducia e gli dedica meno attenzione rispetto ai fratelli maggiori.
Questa carenza affettiva viene colmata da Accio con la politica.Dapprima viene indirizzato nel Movimento Sociale Italiano dal venditore di tovaglie Mario, e successivamente entrera' nella sezione comunista del fratello Manrico e della sorella Violetta.
In realta' il ragazzo,nonostante,sia preparato sulla storia e gli ideali di ambedue i partiti non è interessato alla politica,bensi' è alla ricerca di nuove amicizie,dell'amore e di qualcuno che lo comprenda.
Il profondo senso di giustizia di Accio determinera' la rottura con i 2 schieramenti.
Il motivo della cancellazione della fede fascista avverra' per un vigliacco pestaggio che dovra' subire dai suoi "amici" per aver fatto notare ad un dirigente del partito di non essere mai presente durante gli interventi d'azione e per la decisione dei "neri" di voler bruciare l'auto del fratello; mentre l'abbandono della nuova fede comunista avverra' per colpa dell'ipocrisia del partito del popolo che aveva promesso case (gia' assegnate tra l'altro) che invece non vuole dare e per il fratello che tradisce la sua fiducia mentendogli e dimostrando,con il furto e l'aggressione al direttore di fabbrica,di essere solo un delinquente e non un rivoluzionario.
Accio non è cattivo,ma solo inconpreso: dimostra fedelta' e lealta' al fratello non approfittando dell'invaghimento della sua ragazza e dimostra affetto al resto della famiglia e senso di giustizia verso i bisognosi irrompendo nel municipio e organizzando l'occupazione degli assegnatari (gli "ultimi") delle case.
Non c'è rancore da parte del ragazzo poco amato (la madre lo considera un demonio) e a volte sfruttato dalla famiglia (Violetta odia il suo ideale e fa la pacifista comunista,ma lo incarica di gonfiare un suo ex scoprendo che un fascista in famiglia faceva comodo!).
Grandissima interpretazione del giovane Elio Germano,purtroppo non si puo' dire lo stesso dell'altro protagonista (Scamarcio),pessimo attore incapace di abbozzare un'accento romano o quanto meno da abitante di Latina.
Nonostante la pellicola abbia una comune stupida sottile velatura che vuol far pendere piu' i "rossi" dalla parte della ragione,il regista rimane abbastanza neutrale effettuando una trasposizione cinematografica storica e politica che evidenzia pregi e difetti di entrambi gli schieramenti.

manera4  @  05/06/2008 20:33:32
   10 / 10
Esaltante la distanza di ideali e mentalità dei due fratelli,Accio e Manrico,un grandissimo Elio Germano;forse la sua migliore interpretazione fino ad ora anche se sono sicura brillerà ancora perchè recita veramente bene :coinvolge.

zingarofelice  @  02/05/2008 13:20:58
   8 / 10
La bella commedia Italiana... uno spaccato dell'italia degli anni 60 vero e genuino composto da un cast di ottimi attori... a parte i grandi "vecchi" Angela Finocchiaro e Luca Zingaretti, davvero una bella interpretazione di Elio Germano e del bel Scamarcio che per una volta non sarà giudicato solo per il suo sguardo... da vedere

*Oscar*2005  @  28/04/2008 00:45:58
   6½ / 10
Non è assolutamente una commedia...
E' un bel film nel complesso,ma troppo prolisso all'inizio e che invece accellera troppo nel finale saltando un pò qua un pò là...
I temi sono trattanti blandamente...quasi non si capisce il tema centrale,l'inizio e la fine...tutto sommato lo si può guardare e non si perde tempo,anzi...

Kayo  @  16/04/2008 16:46:09
   7 / 10
non lo ritengo x nulla una commedia, anzi forse drammatico è meglio xkè racchiude un epoca, quella degli anni '60 e '70 caratterizzata da molti episodi ke fanno da contorno ai 2 protagonisti del film come gli scioperi, il terrorismo rosso, ecc ecc...
convincente quasi tutto il cast praticamente, bravo elio germano, bravo anke scamarcio, finalmente in una parte decisamente migliore x lui rispetto ai filmetti ke aveva interpretato.

Vegetable man  @  09/04/2008 10:00:10
   6 / 10
Mi dispiace: Scamarcio come attore non riesce proprio ad essere credibile. La sua irritante monoespressione tenebrosa non regge il confronto con la prova di Germano. Tuttavia è anche quest'ultimo a perderci, perchè il film avrebbe dovuto svilupparsi proprio sul rapporto tra i due fratelli.
La sensazione, forse perchè tratta da un libro, è che la sceneggiatura voglia raccontare troppe cose insieme. Finisce per fare un ritratto televisivo e superficiale degli anni '70, scontentando un po' tutti. Comunque meglio la prima parte, quella della formazione del giovane Accio, rispetto alla seconda.
Con questo cast, si sarebbe comunque potuto fare meglio.
Se proprio vogliamo, nel suo genere "La meglio gioventù" è un prodotto molto più curato.

Wally  @  09/04/2008 00:49:43
   7½ / 10
Non è una commedia secondo me! però è un bel film! Ci si rispecchiano molti giovani secondo me!

lupin6  @  28/03/2008 14:01:41
   1 / 10
Il voto parlerebbe da solo, ma visto che comunque il voto deve essere accompagnato da un commento, il mio semplicemente, è che è un film che non ha ne capo ne coda, basti pensare alla serie di eventi che capitano al protagonista per capire che razza di genere film sia....
Leggendo inoltre altri commenti mi sono accorto di come sia stato assurdemente scelto il genere "commedia" a questo film....
bahh....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  22/03/2008 12:21:42
   7½ / 10
Decisamente una buona commedia italiana.
Senza troppi finti moralismi, Lucchetti racconta la storia di due fratelli nella fine degli anni '60-primi '70, in uno scontro/sfondo politico visto volutamente in un ottica provinciale per non rendere il tutto troppo politico e poco emotivo (ho apprezzato molto che Accio abbia passato il '68 a letto, mostrando come il regista non si sia lasciato andare alla facile presa sul pubblico delle battaglie di quell'anno).
Finalmente son riuscito a vedere il tanto acclamato Elio Germano in un ruolo da protagonista e devo ammettere che tutti gli apprezzamenti sul giovane attore sono meritati, il quale sembra trovarsi perfettamente a suo agio sia nelle parti drammatiche cosi come in quelle più "leggere" (anche Scamarcio ne ha tratto benefici).
Il finale è forse troppo frettoloso ma il giudizio complessivo del film rimane comunque più che positivo.

Vitto89  @  20/03/2008 21:54:48
   7½ / 10
Quando ho sentito ke c'era Scamarcio pensavo fosse una di quelle solite commediette senza senso, mi sono stupito del contenuto. Bel film riflessivo

donfabios  @  28/02/2008 23:56:34
   8 / 10
toccante riflessione sulla vita e sul fanatismo politico; recitazioni di altissimo livello...

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/09/2008 02.15.05
Visualizza / Rispondi al commento
NandoMericoni  @  26/02/2008 15:53:40
   7 / 10
buono, forse un tantino lungo, germano da applausi, scamarcio...vabbè, meglio il libro comunque.

gabbo  @  17/02/2008 22:44:33
   8 / 10
Film molto gradevole e ben fatto, con una scenggiatura all'altezza della situazione e un buon cast. Finalmente uno Scamarcio non terribile, e un Germano molto bravo.

alex75  @  17/02/2008 17:45:22
   5½ / 10
Filmetto televisivo sulle ansie proletarie dell'Italia anni Sessanta che accompagnano il turbolento rapporto tra due fratelli.
Nonostante sia un film a suo modo piacevole e con qualche raro momento autenticamente emotivo è un'ennesima occasione sprecata per raccontare bene quegli anni interessantissimi a cavallo tra i Sessanta e i Settanta.
Così come era stato per "Facciamo paradiso" e per "La meglio gioventù", anche in questo caso si respira un'aria finta da fiction televisiva, le rivolte operaie sono ben poco credibili e non basta sentire Nada che canta "Ma che freddo fa" e vedere qualche 600 per percepire l'atmosfera di quei tempi. Peccato, perchè il giovane e bravissimo Elio Germano e la sempre eccellente Angela Finocchiaro avrebbero meritato una sceneggiatura più solida e una ricostruzione d'epoca più convincente. Scamarcio invece nonostante appaia scalmanato per tutto il film (quasi a dar prova di qualità attoriali) non convince con la sua aria da idolo di ragazzine lettrici di "Cioè".

EcceBombo  @  12/02/2008 21:38:20
   8 / 10
Ottimo... Non volevo vederlo perchè c'era Scamarcio,ma quando ho scoperto che il fascista Accio lo impersonava il grande Elio Germano mi sono ricreduto...
Un piacevole affresco di un'italia sessantottina in cui il fervore politico fa da sottofondo a più frivole storielle di vita...
Germano super...e un plauso al "piccolo Accio",spettacolare!!!

TaranLiccio  @  11/02/2008 18:34:57
   7½ / 10
Non avendo letto il libro, non posso fare altro che limitare il mio comento a quanto visto. Penso che questa sia una premessa importante per analizzare lo sviluppo della storia, molto appassionante nella prima parte, con un Accio sugli scudi (fantastico il modo in cui si ribella alla madre nel momento in cui si parla delle leggi vigenti all'interno della famiglia.....), meno nella seconda, quando la storia perde quel fascino che aveva avuto all'inizio.
Il voto per me è 7 ma considerando un voto in più per la prova di Germano e un mezzo voto in meno per quella di Scamarcio......la media è 7.5!!!

fabius  @  09/02/2008 13:51:53
   7½ / 10
bel film complimenti.

isabella  @  07/02/2008 19:33:48
   8 / 10
come tante persone..anzi donne,l'ho guardato solo per la presenza di scamarcio..invece..sono rimasta colpita,bellissimo film..
ottima recitazione,bella analisi del periodo e del difficile rapporto tra 2 fratelli con idee all'opposto..
ancora bello..

steda  @  02/02/2008 14:39:17
   7½ / 10
bel film da vedere...consigliatissimo

kira  @  31/01/2008 19:27:48
   6½ / 10
non mi ha intusiasmato più di tanto...

Invia una mail all'autore del commento eddiguff  @  21/01/2008 23:25:32
   7 / 10
Il film ha un taglio vagamente da serial TV, però convince abbastanza. L'atmosfera fine '60 inizio '70 tutto sommato traspira piacevolmente e la storia ha un discreto ritmo. Guardatelo pure, non è tempo buttato.

Marione  @  20/01/2008 21:53:34
   7½ / 10
Uno dei pochi film italiani "decenti" che ho visto negli ultimi tempi(sarà che solitamente li evito), un bello spaccato della realtà 60/70 vista con gli occhi di una famiglia come tante e pervasa per tutta la durata del film dalle ideologie politiche dei due fratelli protagonisti.
Finale forse evitabile, ma che nel complesso film da vedere...da segnalare l'ottima prova dell'attore che recita la parte di ACCIO, a me totalmente sconosciuto ma che ho qua visto aver vinto addirittura il David di Donatello, molto bravo!

Invia una mail all'autore del commento Rana c'è!  @  19/01/2008 21:38:38
   7½ / 10
Film molto interessante che fa vedere le divisioni del nostro bel paese nell'intorno degli anni '70.
Interpretazione buona sia di Germano sia di Scamarcio che fanno avvertire le emozioni scaturite da un rapporto del genere fra fratelli.
Nel complesso buona anche la colonna sonora.
Uno dei film migliori dell'ultimo periodo girati in Italia.

Kobe  @  15/01/2008 12:56:24
   6½ / 10
Film carino nella prima metà poi la trama perde di senso e intensità fino allo sfociare nell'inutilmente drammatico...peccato perchè prometteva bene. Molto bravo Elio Germano!

everyray  @  14/01/2008 18:45:40
   9 / 10
non un film sulla politica,ma sugli uomini che volevano farla a cavallo tra il '60ed il '70!!
Elio Germano veramente bravo e bravo anche il regista (un pò pessimista però!!),non pensavo mi piacesse così tanto questo film...bello anche il finale!!

HATEBREEDER  @  21/12/2007 14:23:12
   4 / 10
Incredibilmente inutile. Non emoziona e non fa riflettere, lo si dimentica qualche secondo dopo averlo finito, giusto il tempo di sbuffare, alzarsi, e togliere il dvd dal lettore.
Anzi, no: ora che mi ricordo c'è una scena davvero da galera, quella dove storpiano l'inno alla gioia del Ludovico Van, con tanto di scamarcio versione "oratore der popolo e de noantri", come al solito carismatico quanto una sedia. E' proprio vero che la censura, quando serve sul serio, non c'è mai.

diamanta  @  10/12/2007 14:35:55
   7½ / 10
Ecco il cinema italiano che vorrei sempre vedere al cinema, bellissmo film, ben diretto e ben recitato Elio Germano lo dico ora e lo diro' fino allo sfinimento diventera' un grande atttore.
Anche scamarcio mi ha sorpreso molto, ha dimostrato di essere bravo oltre che bello.

  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdade
 NEW
a proposito di rosea sona spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebrave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre austral
 NEW
figli del setfulci for fakegemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundi
 NEW
grazie a diogretaguest of honourhava, maryam, ayeshahole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)
 NEW
il bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil criminale
 NEW
il mio profilo miglioreil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 NEW
jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigatela scomparsa di mia madrela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaola voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)
 NEW
maleficent 2: signora del malemanta raymarriage storymartin edenmes jours de gloiremio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscales
 NEW
scary stories to tell in the darkscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligari
 NEW
se mi vuoi bene
 NEW
searching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wall
 NEW
the informer - tre secondi per sopravvivere
 NEW
the kill teamthe king (2019)the kingmakerthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp network
 NEW
weathering with you - la ragazza del tempowomanyesterday (2019)you will die at 20yuli - danza e liberta'zerozerozero - stagione 1zumiriki

993047 commenti su 42194 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net