scanners regia di David Cronenberg Canada 1981
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

scanners (1981)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SCANNERS

Titolo Originale: SCANNERS

RegiaDavid Cronenberg

InterpretiJennifer O'Neill, Stephen Lack, Patrick McGoohan, Lawrence Dane, Michael Ironside, Robert A. Silverman, Fred Doederlein

Durata: h 1.43
NazionalitàCanada 1981
Generehorror
Al cinema nel Settembre 1981

•  Altri film di David Cronenberg

Trama del film Scanners

Cameron Vale è un disadattato che vive ai margini della società a causa di gravi disturbi psichici. Una grande multinazionale lo raccoglie e lo inserisce nel programma Ripe dell'industria di armamenti Consec. Scopo del programma è quello di creare degli scanner, degli esseri dotati di poteri telepatici e capaci di agire sulle capacità psichiche altrui. A Cameron verrà affidato il compito di fermare Revok, uno scanner spietato che ha deciso di impadronirsi del potere.

Film collegati a SCANNERS

 •  SCANNERS 2 - IL NUOVO ORDINE, 1991
 •  SCANNERS 3, 1992

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,17 / 10 (93 voti)7,17Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Scanners, 93 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

biagio82  @  08/10/2017 12:12:37
   7 / 10
film molto strano questo, che mischia fantascienza con l'horror e un po di storia di spionaggio.
cronemberg prende la narrativa sui poteri esp (che a quel tempo andava per la maggiore) e realizza un caposaldo del genere, con scene pazzesche, teste che esplodono, vene che si gofiano sulla testa e gente che prende fuoco, tutto realizato in amniera credibile ancora oggi a più di 30 anni dalla sua realizzazione.
questo è un film che ha fatto storia, e che merita almeno una visione.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  06/10/2017 15:41:55
   7 / 10
Buon horror in cui emergono le tematiche care a Cronenberg.

VincVega  @  02/10/2017 20:49:19
   7½ / 10
Ottima pellicola di Cronenberg, che gira forse il suo film più commerciale (fino a quel momento). Un thriller fantascientifico dalle atmosfere cupe e dalle eccellenti immagini, che a mio avviso non delude e non risulta particolarmente datato. Non manca qualche momento un po' lento e complicazioni di trama, ma l'importanza della pellicola va oltre, molto avanti per l'epoca. Spettacolare il duello definitivo e indovinato il finale ambiguo.

antoeboli  @  26/02/2017 19:58:42
   8 / 10
Film cult , per chi adora gli horror scifi , con un pizzico di thriller .Un bel miscuglio scritto da Cronenberg , all epoca regista sconosciuto , che con un budget non elevato è riuscito a creare un gioiello .
Da ricordare la fantastica regia , con musiche e atmosfera raffinate che possono far venire un pò alla mente blade runner , anche se l ambiente dove si svolge è tutt altra cosa . I trucchi d avanguardia per il periodo con la scena famosissima dell esplosione di una testa con litrate di sangue ...e il film ne è abbastanza pieno in alcuni momenti .
Tutto ciò è stato elaborato con minuzia nei particolari , tanto da sembrare molto realistico .
Bella la trama , però che parte un pò lenta ma prende di brutto , fino a un finale con parecchi colpi di scena forse per qualcuno telefonati .

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  12/09/2016 16:09:21
   6 / 10
Idea di partenza molto originale, lo sviluppo della vicenza non l'ho invece apprezzato più di tanto.

alex94  @  01/06/2015 09:39:27
   7 / 10
Buon film di Cronenberg che riesce con successo a miscelare il thriller,l'horror e la spy story,creando un film particolare ed interessante (contenente per di più un attualissimo messaggio di critica sociale verso le industrie farmaceutiche).
La trama nonostante sia piuttosto complessa viene sviluppata in modo semplice evitando lungaggini,dialoghi inutili ed incongruenze e nonostante il ritmo non particolarmente elevato si lascia seguire fino al ottimo finale senza annoiare troppo.
Buona naturalmente la regia e la recitazione,realizzati perfettamente gli effetti speciali (diventata praticamente cult la scena in cui esplode la testa al medico durante l'esperimento di lettura nella mente).
Non il miglior film di questo regista,ma un opera interessante ed unica che merita assolutamente una visione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  26/03/2015 22:05:45
   7½ / 10
Stacchiamo dai b-movie per passare ad un film che incredibilmente era contenuto in "horrorsplatterzone", un canale dedicato esclusivamente ai trashoni.
Cronenberg ha fatto molto meglio, e questo film non è sicuramente l'apice del regista canadese.
L'idea di partenza, cioè il fulcro dell'impianto narrativo, è assolutamente valida e potenzialmente versatile nell'approfondire più vie percorribili.
Degni di nota anche gli ottimi effetti speciali e la regia di Cronenberg che riesce ad enfatizzare con convincente inquietudine l'utilizzo dei poteri telepatici degli scanners, regalando allo spettatore scene strepitose come quella del cranio esploso ed il riuscitissimo duello finale.
Il rovescio della medaglia purtroppo si concretizza con una sceneggiatura ai limiti del balordo, che scavalca letteralmente alcuni passaggi e dà per assodati concetti che non lo sono poi così tanto.
Esempio: non giovava al film fare un attimo di ordine su tutta la questione dell'efhemerol e della Consec?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un altro difetto che ho trovato è quello di potenzialità parzialmente sprecata: l'idea di partenza poteva veramente aprire una marea di riflessioni, ma il tutto non viene mai approfondito a dovere.
E sottolineo che un certo P.K. Dick nel 1969 aveva scritto un capolavoro come "Ubik", capace di approfondire in maniera più convincente il tema da cui Cronenberg costruisce la pellicola.
Inoltre da segnalare un doppiaggio assolutamente scialbo e che va a gravare delle performance attoriali non indimenticabili, eccetto un convincente e mefistofelico Ironside che impersona l'azzeccato villain.
Interessante il finale, che invece si presta a più interpretazioni e offre un'ottica nuova ad un film sicuramente molto interessante, ma con tanti difetti.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

11 risposte al commento
Ultima risposta 06/04/2015 19.57.13
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  28/01/2015 19:20:20
   8½ / 10
Con Brood aveva fatto la comparsa la mente come dimensione "tattile" in cui si materializzano le emozioni umane. Scanners amplifica questo assunto ed esplicita la forza e i pericoli che comporta potere della mente.

A metà tra thriller/action e spy-story Scanners è uno dei più estremi e pitotecnici film di Cronenberg. Forse meno compatto e rappresentativo della sua poetica rispetto a Brood, con qualche punto macchinoso, sviluppato frettolosamente e caduta nel ritmo, questo film sui telepati è il più violento e quello che colpisce di più dal punto di vista visivo prima di Videodrome.

Le musiche di Shore sono angoscianti, inquietanti e trasmettono un senso di sconfitta che contribuisce a creare un'atmosfera apocalittica. Il tutto inserito in un contesto da futuro distopico agghiacciante e disturbante dove l'ambientazione invernale ben sottolineata dalla fotografia di Mark Irwin acuisce la cupezza del film.

Bellissimi gli effetti speciali di Gary Zeller e Dennis Pike coadiuvati dal maestro Dick Smith. Con Scanners si entra prepotentemente nell'orrore ottantiano inaugurando un oscuro cinema splatter fatto di carne dilaniata, mutazioni e corpi bruciati, spellati, sanguinanti. Esplosivo e adrenalinico, ma anche imperfetto.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  04/11/2014 22:30:33
   7 / 10
Credo si noti quanto Cronenberg "si stia facendo", sia in poche parole ancora non completamente maturo.
Eppure, forse, il Cronenberg più genuino e incisivo è stato questo.
Lo dico perché è vero che Scanners non riesce ad essere sorprendente dall'inizio alla fine: troppa CARNE al fuoco.
Ma contiene un paio di sequenze incredibili.
Passi l'esplosione della testa, ma anche il finale: lì c'è tutto il terrore della Carne di Cronenberg, la mutazione sottopelle. Si è trasportati in una dimensione di terrore puro eppure magnetico: non si può distogliere lo sguardo.
Ottimo davvero, fosse stato più organico sarebbe stato uno dei suoi lavori più belli.

Woodman  @  13/08/2014 12:18:32
   8 / 10
Cronenberg nel Cinema ci credeva già agli albori.
La sua fiducia nel mezzo era ed è ancora tanto forte quanto la sua sotterranea ma potentissima misantropia.

Un anno prima del capolavorissimo "Videodrome", Cronny sfornó un interessantissino e disperante gioiello, in cui già era chiaro lo slancio tecnico e ambizioso che il grande artista aveva preso, l'opera completa e sublime era dietro l'angolo.

Teso, acuto, grigissimo, il film è in grado di irretire qualsiasi pubblico con la sua ancestralità opprimente, generata anche da un'accorta componente estetica.
La regia è perfezionante ma imperfetta, Cronny si fa la mano e cerca di non dimenticare mai, fino in fondo, dove vuole arrivare.
Inevitabilmente acerbo, ma mai banale.
Le tematiche congeniali, amate dal regista, sono ancora trattate con metodo horror convenzionale, fuso però ad una lettura degli eventi messi in scena personalissima e lucida, che rende il film, nel complesso, un esperimento solido e discretamente potente.
La perdita del controllo degli uomini su loro stessi e sui propri simili è resa in progressione analitica con insospettabile (presumo ai tempi, vista la posizione del regista, rientrante fra i non troppo considerati o benvisti anfratti dei giovani sperimentatori di genere) intelligente. Ottima commistione di antropologia, fantascienza, scatti folgoranti di iperviolenza: una perversa tragedia crepuscolare e martellante, che fa respirare gli odori dell'elettronico, del fumo e della cenere, premendo anche sull'udito e sul sagace e gelido montaggio delle scene clou, sempre ammettendo che NON ve ne siano, visto il ritmo ininterrotto.

Memorabili la cultissima esplosione della testa e il grandioso, eccitante, disturbante scontro finale, con tanto di immancabile finale spiazzante e annichilente.

Splendido il cupo accompagnamento di Shore, come regola vorrà anche seguitamente, echeggiante l'industrial e quella psichedelia sinfonica tipica degli allora popolarissimi al cinema Tangerine Dream.

Bravissimo Ironside.

Un'opera urente quanto basta e fra le migliori del primo Cronenberg.

Oskarsson88  @  04/06/2014 23:53:30
   8 / 10
Che genio pazzo che è Cronenberg, film curioso e che cattura l'attenzione. Alcune scene fanno effetto!

_Hollow_  @  26/05/2014 22:33:27
   7 / 10
Carino, rovinato dagli assurdi buchi di sceneggiatura. Niente male "Revok" Ironside, così come le musiche di Howard Shore. Un'occasione sprecata ...
Comunque la scena dell'esplosione della testa è un cult.

ferzbox  @  25/05/2014 15:16:30
   7½ / 10
Questa è tra le opere più rinomate della prima era "cronenberghiana"(definiamola un pò così..),vale a dire quella appartenente agli anni 70/80 e dedicata per lo più all'horror paranormale e grottesco.
"Scanners" prende in esame il concetto dei poteri E.S.P. molto in voga al tempo(basti pensare a "L'incendiaria" di Stephen King...opera molto simile per tanti aspetti).
La pellicola presenta molti elementi interessanti; anche in questo caso si assiste ad una contesa tra gli apparenti normali e i cosidetti superuomini disadattati.
I possessori di poteri telepatici sono visti come una minaccia per l'umanità e allo stesso tempo come una forma di evoluzione umana prosperosa per il futuro.
Argomento affrontato attualmente con molta più superficialità da pellicole supereroistiche come gli X-Men o comunque meno seriose come nei rifacimenti di opere quali "Carrie" di Kimberly Peirce(differenza che si nota anche nel confronto con l'originale...).
"Scanners" non si risparmia di donare il solito clima disturbante tipico di David Croneneberg,con analisi scientifiche,dialoghi introspettivi e scene cruente come la popolare testa che esplode o ancora meglio la contesa finale tra il protagonista Cameron Vale ed il fanatico Darryl Revok.
Una cosa che mi ha sempre colpito dei film di Cronenberg sono le atmosfere e le musiche; cupe,tristi e ambigue....mi hanno sempre dato un forte senso di disagio e angoscia(l'ho provato anche in altre opere quali "Shivers" o "Rabid").
A mio avviso,l'unica nota dolente di "Scanners" è il ritmo non sempre incalzante; delle volte la storia si disperde un poco per via di scene condite da troppi silenzi,ma il risultato finale è ad ogni modo soddisfecente grazie all'ottima componente fantascientifica affrontata con molta serietà(elemento oggi giorno quasi del tutto sparito).
Probabilmente una delle pellicole più intriganti e drammatiche sulla telepatia e i poteri paranormali.
Da evitare gli scadenti seguiti che non aggiungono niente di nuovo all'opera originaria.

Beefheart  @  26/03/2014 12:22:13
   7½ / 10
Uno degli ultimi film del periodo grezzo di Cronenberg. Lo splatter exploitato è ancora componente fondamentale della pellicola, supportato in questo caso da una trama abbastanza articolata e da una recitazione convincente. Ottimo Michael Ironside nei panni di Revok.
Che dire? Nel complesso, forse, un po eccessivo, ma è proprio il suo bello.

Spotify  @  16/03/2014 23:41:52
   5½ / 10
L'idea di partenza non era affatto male anzi, era molto affascinante. Il problema è che è buona l'idea ma non lo è altrettanto la storia, che si svolge in maniera troppo banale e scontata. C'è una sceneggiatura davvero mediocre e molto superficiale (molte cose non vengono, un minimo approfondite); poi anche scenografia e fotografia non mi sono piaciute per niente. Regia di Cronemberg così e così anche se non è ''malvagia''. Gli attori sono senza infamia e senza lode, dove comunque su tutti spicca un buon Ironside. Il finale è spiegato malissimo a livello narrativo ma si riscatta a livello estetico puntando su un buono. Altra cosa davvero pessima è il doppiaggio, specialmente quello dello scanner buono. Le cose buone invece sono le bellissime musiche, gli effetti speciali, lo splatter, ripeto l'idea iniziale e infine certe davvero diventate cult (vedi spoliler). Una pellicola che poteva essere buona e che invece non è stata sfruttata bene. Peccato. Forse anche invecchiato male.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/03/2014 16.45.35
Visualizza / Rispondi al commento
GianniArshavin  @  23/02/2014 11:54:51
   6 / 10
Scanners è il film che chiude la prima parte di carriera di Cronenberg,quella pre-capolavori.
Questo lavoro a mio parere è da inserire fra quelli minori del regista,anche se come sempre gli spunti interessanti ci sono.
L'idea di base èaccattivante,e i significati filosofici e metaforici come di consueto non mancato e non sono banali.
Lo splatter e gli effetti speciali sono di grande livello,e tecnicamente rispetto al passato tutto il film è qualitativamente superiore alle pellicole precedenti.
Gli attori non sono effettivamente un granché ma si salva l'ottimo Michael Ironside,che a tratti mi ha ricordato vagamente il Nicholson di Shining.
Sfortunatamente il ritmo del film è un po altalenante,alcuni punti della sceneggiatura vengono trattati con troppa superficialità (la rivelazione finale,la penetrazione nella società di Revok da parte di Vale,l'entrata in scena di Kim), ed altre situazioni non te le aspetti da un regista come Cronenberg per la loro banalità (macchina che esplode al minimo contatto col muro,Vale che scopre di essere uno Scanners e quasi non si fa domande ecc).
Bene invece il finale enigmatico marchio di fabbrica di questa fase della carriera del regista.
Quindi Scanners è un film da vedere perché presenta la firma inconfondibile dell'autore canadese,gli effetti sono all'altezza e i significati mai scontati.
Peccato per alcune banalità che limitano la riuscita totale del titolo.

topsecret  @  07/12/2013 16:00:14
   6½ / 10
Ci sono lavori di Cronenberg che mi sono piaciuti ed altri che non mi hanno convinto, e poi ci sono pellicole come questa che si piazzano esattamente nel mezzo.
Sicuramente è un film originale e di discreto carisma ma presenta anche dei cali di ritmo e d'intensità che ne condizionano la visione. Cast e regia appaiono in discreta forma ma la storia non produce, a mio modesto avviso, grandi dosi di tensione, anche se non mancano i momenti visivi ben congeniati.
Forse gli anni che porta sul groppone si fanno sentire ma resta comunque una visione sufficientemente gradevole ed interessante quanto basta.

Melefreghista  @  31/07/2013 11:31:40
   9 / 10
Ottima la musica che accompagna la penetrazione della mente da parte degli scanners, la leggendaria sequenza dell'esplosione della testa, la scena della cabina e la sfida finale.
Avrei dato 10 se non fosse per...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  12/03/2013 15:58:03
   7 / 10
Un lavoro di grande interesse seppur meno convincente rispetto ad altre pellicole figlie del genio di David Cronenberg.
I numerosi spunti di riflessione si ammassano in un film inquietante proposto come una miscela tra spy- story e horror, non riuscendo però a mantenere costante la tensione incagliandosi di tanto in tanto nella maglie di una sceneggiatura piuttosto tortuosa, con qualche particolare lasciato in sospeso con eccessivo distacco.
Cronenberg è impaziente di dire molto, sembra preda di una frenesia che gli permette di intavolare gli argomenti ma non di svilupparli appieno con il talento che da sempre lo contraddistingue.
"Scanners" quindi manca un po' di compattezza pur seguendo benissimo il pensiero del proprio creatore, suggerendone in chiave un po' diversificata dal solito alcune delle sue massime ossessioni. L'alterazione della carne ha luogo attraverso il potere di menti a loro volta alterate, mentre dietro le mutazioni c'è ancora una volta la follia umana con esperimenti genetici esercitati da industrie farmaceutiche pronte a combattere una guerra sotterranea nella folle speranza di creare una nuova razza, in pratica un miglioramento della specie perseguito da entità supreme del mondo moderno.
La pellicola è quindi orientata verso un'analisi sociale che pur permeata da notevoli influenze sci-fi permette a Cronenberg di esternare un pensiero evolutivo" pessimista" , in cui i legami famigliari vengono interposti allo studio scientifico e la ghettizzazione del diverso è la norma.
Il cast non fa sfracelli anche se Michael Ironside con volto trasfigurato dalla battaglia psichica è difficilmente dimenticabile, al pari di un finale ambiguo e di grande impatto. Straordinaria la scena del primo omicidio, un must entrato nella storia dell'horror.

vieste84  @  04/01/2013 18:52:58
   6 / 10
Migliore dei suoi precedenti lavori, è un film più maturo, molto ben fatto, scenografie fotografia ottima, qualche punto noioso ma per il resto un film più che sufficiente grazie a una trama bella originale e ad un bel finale. Da segnalare le prestazioni degli attori, in particolare quella di ironside.....i film ch verranno saranno tutti più completi e con meno punti morti, per me qui si può considerare chiusa la fase di apprendistato del regista canadese

BlueBlaster  @  16/09/2012 16:05:15
   6 / 10
In effetti grande idea...ma il film è noioso!
Ironside molto bravo e buoni effetti speciali, ricordo che le teste che esplodono mi avevano scioccato da bambino!
Avrebbe potuto essere un film molto migliore visto i temi toccati e la buona regia

Nightmare97  @  25/06/2012 14:09:44
   4½ / 10
buona l' idea sviluppata però in modo noioso e banale.

hghgg  @  16/06/2012 19:55:29
   7½ / 10
Il film che chiude la prima fase della carriera di David Cronenberg, quella precedente alla maturazione definitiva, avvenuta nel 1983 con "Videodrome" film che ha dato il via alla grande stagione di capolavori targati Cronenberg. "Scanners" appartiene ancora alla fase precedente, quella dei primi 4 film, prodotti acerbi e non del tutto a fuoco ma con molte buone idee ed un talento certamente ben visibile. L'ossessione per la carne e le sue mutazioni (tratto tipico del grande cineasta canadese) è già ben presente, qui come nei tre film precedenti; in questo caso è il potere psichico e cinetico degli Scanners a provocare sconvolgimenti o mutazioni della carne (un ulteriore sviluppo rispetto al precedente "The Brood", dove per la prima volta è la mente ad agire sulla carne e non un elemento esterno come in "Shivers" e "Rabid"), basti vedere la scena finale (di grandissimo impatto), in tutto e per tutto esplicativa in questo senso. Per il resto, il film si mantiene sul medesimo livello qualitativo dei precedenti, la regia sicura seppur non perfetta di Cronenberg, una sceneggiatura certo non esaltante ma indubbiamente buona, buon ritmo, prestazioni degli attori soddisfacenti ma non eccelse. Un bel film quindi, per quanto ancora immaturo, con alcune scene di sicuro effetto (il buon David con lo splatter ci sa fare senza dubbio alcuno). Le idee c'erano già da qualche anno e ci sono anche in questo film, Cronenberg doveva soltanto metterle definitivamente a fuoco; il suo genio esploderà definitivamente due anni dopo, da "Videodrome" in poi, quando la sua "poetica della carne" troverà il suo compimento e la sua definitiva maturazione.

DarkRareMirko  @  03/06/2012 23:50:36
   7 / 10
Originale, freddo ed inquietante, ma di certo non il miglior film di Cronenberg, che è stato da molti anche sopravvalutato.

La messa in scena e la regia ci sono, si recupera un pò, riguardo a temi ed elementi, l'esordio registico "Stereo", ma la trama è comunque a tratti noiosa e confusa, risultando non adeguatamente ben sfruttata.

Grandi effetti speciali (la proverbiale testa che esplode - non priva comunque di involontari rimandi comici però -, il finale con le vene "a fior di pelle"), ai quali collaborò il mago Dick Smith, buoni attori (è con questo film che Ironside raggiunse fama internazionale, proprio come accadde a Cronenberg, anch'esso canadese peraltro), storia interessante per un horror (sia psicologicamente, sia riguardo ad implicazioni sociali), ma manca quel certo non so che che caratterizzerà il Cronenberg del futuro.

Finale non chiarissimo, rimandi a film di Dario Argento, due sequel apocrifi, ma questo comunque è di certo il migliore della serie.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  26/05/2012 15:48:38
   7½ / 10
Ottimo film diretto dal Cronenberg dei tempi d'oro (ripeto per la millesima volta o giù di lì, non sono un suo fan sfegatato ma il suo talento è onestamente innegabile), anche questo pieno di scene di notevole impatto diventate ormai famose

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

e che restano per forza di cose impresse nella mente dello spettatore.
L'idea della telecinesi mi piace parecchio, così come è perfetto il villain Revok (fantastico nelle sequenze con l'occhio disegnato sulla fronte).
Purtroppo rivisto di recente mi è parso uno di quei film che perdono molto con il passare degli anni, decisamente invecchiato.

rockyeye  @  24/03/2012 23:06:58
   8 / 10
Altro cult targato Cronenberg! Il film presenta tutte le ossessioni del regists. Parecchie sono le scene rimaste nell'immaginario collettivo. Molto buono il cast, dove spicca Michael Ironside (veramente luciferino!!). Ottimo film della prima fase del maestro. Da vedere.

Crazymo  @  29/01/2012 19:54:00
   7 / 10
Originale quanto datato film di Cronenberg, che inizia a far sentire i suoi anni. E' ben sviluppato, anche se un pò piatto, e' pieno di scene ormai cult e nel complesso non e' male, anche se l'idea non e' sviluppata al massimo. Cronenberg e' sempre Cronenberg, e in questo film e' inconfondibile la sua presenza!

cort  @  13/11/2011 19:27:47
   7 / 10
inizio un po confusionario che si protrae per una ventina di minuti poi diventa interessante. buona l'idea e gli attori qualche dialogo cosi cosi ma in generale un film da vedere.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  07/10/2011 19:37:23
   6½ / 10
Non ho mai fatto capriole per questo, seppur onestissimo, film di Cronenberg. Si parla di telecinesi e della forza usurpatrice delle 'grandi menti' ma più che un tradizionale sci-fi orrorifico come si usava all'epoca io non riesco a vedere. Senza dubbio pregevoli i trucchi (la testa che esplode ha fatto storia) ed il finale amaro, tuttavia mi sembra eccessivo che ci si sbracci per "Scanners" quando la filmografia del regista è ricchissima di opere di ben altra profondità.

gemellino86  @  01/06/2011 20:34:53
   7 / 10
Un concentrato di tensione assale lo spettatore davanti alla visione di questo film. Gli attori se la cavano egregiamente. Soddisfacente.

albio1985  @  11/05/2011 00:09:08
   7½ / 10
Bel fanta-horror in pieno stile anni 80. Ottima storia e gran finale

edmond90  @  18/02/2011 13:06:54
   6½ / 10
Non mi ha convinto appieno questa pellicola del Cronenberg prima maniera.
Le tematiche care al regista sono ben presenti ma secondo me non sono amalgamate alla perfezione,anche a causa di un andamento del plot farraginoso e poco interessante.Infatti la sceneggiatura si concentra troppo sul banale intreccio spionistico,riservando ai due antagonisti solo pochi minuti finali.
Un plauso all'interpretazione di Ironside e alla glaciale fotografia,che crea uno strano senso di malessere nello spettatore.

endriuu  @  27/11/2010 23:23:46
   5½ / 10
Un Cronenberg che stento a riconoscere,le tematiche ci sono tutte ma sono decisamente costruite male,il tutto diventa lento e a tratti noioso.Si riprende nella parte finale (soprattutto con la scena del duello).Due anni dopo questo film usci videodrome e nell'86 la mosca,due opere che scanners non riesce minimamente ad eguagliare.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  17/09/2010 23:55:37
   7½ / 10
Molto "cult", grazie alle famosissime scene splatter che all'epoca devono aver sconvolto non poco gli spettatori. Forse un po'lento, ma comunque memorabile (come l'inaspettato finale). Michael Ironside è tra i miei attori preferiti ed è qui che per me è diventato leggenda!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  28/07/2010 12:02:38
   7 / 10
Buon film di Cronenberg, non tra i migliori ma sicuramente valido. Ci sono un paio di sequenze splatter eccellenti (cult la testa che esplode) ed una storia originale e che funziona. A sfavore un ritmo avvincente in alcune parti, blando in altre, e degli attori poco più che sufficienti (a parte un Ironside pazzo e cattivissimo che ruba la scena a tutti). Bello il finale.

6 risposte al commento
Ultima risposta 28/07/2010 13.15.04
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  10/06/2010 22:55:41
   7 / 10
Non posso annoverare Scanners tra i film, del maestro Cronenberg, che più ho amato. E' innegabile che il regista canadese si sia impegnato assai nel miscelare molti elementi diversi: cinema horror, spionaggio, thriller, aspetti politici. E il lavoro, sotto questo punto di vista, è ottimo.
Buona la resa tecnica cosi come la recitazione, con un soggetto che ho trovato leggermente confuso in alcuni passaggi.
Film pessimista e cupo, un piccolo cult, ma a mio parere, non tra i migliori di Cronenberg.

pinhead88  @  21/05/2010 23:30:08
   6 / 10
Un Cronenberg tutto sommato discreto.interessante in alcuni frangenti,noioso in altri.un paio di sequenze splatter niente male,ma nel complesso mi ha lasciato abbastanza indifferente.

camifilm  @  16/05/2010 18:37:56
   6 / 10
Non il migliore film horror.
Qualche buona scena splatter.
Da vedere una volta... poi basta.

mainoz  @  16/05/2010 15:57:21
   6 / 10
Ennesimo film malato e visionario del sopravvalutato regista canadese

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/05/2010 09.44.40
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  27/11/2009 19:07:07
   6½ / 10
Film che considero un "minore" del famoso regista Canadese!
Rimangono alcune scene cult legate soprattutto allo splatter,dallo scoppio della testa alla battaglia finale dove troviamo un ottimo trucco!
Il film non ha suscitato il mio interesse,anzi a tratti mi ha anche annoiato...

simone p  @  07/11/2009 16:16:28
   7 / 10
Originale e ben realizzato.
Purtroppo in alcuni punti diventa troppo lento.
Come al solito Cronenberg si scatena nel finale.

BrundleFly  @  02/09/2009 08:51:17
   5 / 10
E' così duro per me dare questo votaccio ad una pellicola di Cronenberg, ma il film non mi è piaciuto un granchè. Forse risente un po' degli anni: la storia scorre lenta, i personaggi non sono approfonditi a sufficienza e da Cronenberg mi aspettavo sinceramente più sangue. La scena dove poi il protagonista si collega al computer tramite la cabina telefonical'ho trovata una c****a.
O non l'ho colto io nel pieno o è altamente sopravvalutato.
Lo rivedrò più avanti...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  27/07/2009 16:21:31
   8 / 10
Cronenberg è sempre un maestro. Anche in "Scanners" rivela tutta la sua potenza visionaria che miscelando, a dosi perfette, horror, politica e fantascienza crea un prodotto di alto livello.
Due scene cult davvero imperdibili, tra cui qualla finale e interpreti eccellenti.
Film intenso, pessimista e inquietante.

bulldog  @  16/07/2009 00:13:41
   8 / 10
Grandioso.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/09/2009 10.27.04
Visualizza / Rispondi al commento
Aztek  @  12/07/2009 11:43:31
   6½ / 10
In questo film di horror c'è ne pochissima traccia; tranne alcune scene ricche di tensione e ben fatte, il resto della sceneggiatura si sviluppa in maniera abbastanza macchinosa e lenta.
Il film, per me, sarebbe da 6, ma mezzo voto in più va per la scena finale tra i due protagonisti.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  26/06/2009 09:28:47
   8½ / 10
Bellissimo anche "Scanners" di Cronenberg. Del resto sentite come suona già di per sè. E' il "Blade Runner" manipolato dal regista canadese, lui che in materia di manipolazioni ha fatto parecchio. Toni apocalittici in questa caccia all' uomo, una guerra aperta tra buoni e cattivi che rappresenta una delle fobie costanti del genere umano: i diversi mimetizzati tra gli altri in grado di riconoscersi solo tra di loro. E rappresenta anche un altro fattore, forse ancora più temibile del primo e Cronenberg al 100%, e cioè la capacità telepatica di guidare le azioni altrui, scegliere quindi, per gli altri. Assolutamente angosciante. E questo potere telepatico verrà ripreso anni dopo nella Zona Morta, con una sceneggiatura senz' altro migliore ma il Cronenberg di serie B è quello che preferisco. L' esplosione della testa e l' epilogo sono oramai scene cult del repertorio del regista.

baskettaro00  @  19/06/2009 18:48:45
   6 / 10
ke mezza scemenza di film.....sl due scene splatter(uno a cuii skoppia la testa all'inizio e lo scoglimento del protagonista nel finale).....al di là di qst il film scorre lento..........sarà ke me lo aspettavo molto meglio cmq.........

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/08/2009 21.15.21
Visualizza / Rispondi al commento
AKIRA KUROSAWA  @  10/05/2009 02:15:40
   8 / 10
spiazzante, perverso, questi gli aggettivi che mi vengono in mente pensando a questo film.. il finale è qualcosa di allucinante

muSe  @  08/04/2009 11:11:42
   8 / 10
Dopo aver visto Rabid, abbastanza deludente ma tuttosommato sperimentale, ecco Scanners, inutile sottolineare che m'è garbato aBBestia, dalla storia all'attore meno raccomandato di Hollywood Michael Ironside. Grande tensione, ottimi effetti, belle musiche, il solito punto interrogativo finale. E' Cronenberg nudo e crudo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  15/03/2009 17:19:58
   7½ / 10
Grande cult degli anni 80 che si riveste di una fantascienza malata come solo Cronenberg sa gestire e mettere su schermo. Mi fece anche abbastanza paura quando lo vidi da piccolo. Mi sembra ci fecero anche un videogame che girava sul Commodore 64...

paride_86  @  11/02/2009 18:55:38
   7 / 10
Dopo la breve parentesi automobilistica di "Fast Company", Cronenberg ritorna al fantahorror con gli "Scanners", individui dotati di una mente superiore. Per come è realizzato, il film è migliore di "Brood", ma a volte la trama è confusa. Di notevole effetto, comunque, le musiche e gli effetti speciali: le scene delle testa e del duello non si dimenticano facilmente!

ROBZOMBIE81  @  06/02/2009 16:43:29
   7 / 10
la scena della testa che esplode rimane nella storia di questo film con un grande ironside....poteri psichici e telepatici per il controllo della mente sono all ordine del giorno in questa pellicola che precede per le stesse tematiche videodrome....gli anni d oro del grande david!!!

gasy  @  27/12/2008 21:40:21
   8 / 10
Cronenberg abbandona la carne per spotare la sua attenzione sul cervello e sulle sue potenzialità. Anche in questo film la medicina è parte attiva e negativa. Alcune scene entrate nella storia come il duello tra gli Scanners.

Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  17/12/2008 20:25:33
   7½ / 10
Se David Cronenberg è diventato un regista di culto, lo si capisce guardando soprattutto le sue prime pellicole, pervase da una vena “patologica” che, per l’epoca, costituiva il segno di un modo inusuale e del tutto personale di concepire il cinema.
In “Scanners” il regista di Toronto affronta il tema della manipolazione dell’uomo da parte della scienza e delle sue conseguenze deteriori, che sfociano nel pericolo di un abusivo controllo delle masse ad opera del Potere, la cui patina esterna –il nome di una grande e affermata multinazionale-cela all’interno un sistema di sfruttamento senza scrupoli. In questo senso, egli sembra da un lato mettere in luce l’inimmaginabile e ineffabile forza della mente, che si estrinseca attraverso il controllo –e l’annientamento- altrui, dall’altro, proprio a cagione di quest’ultimo effetto, la sua estrema debolezza manifestata dai rischi di condizionamenti che, soprattutto nella odierna società, sono sempre più concreti e presenti.
L’idea di partenza e la maniera in cui è sviluppata –anche se non priva di forzature- sono strepitose, e trovano le loro espressioni più altre in due particolari momenti: quello dell’incontro tra lo scanner “buono” Cameron Vale e lo scanner “pazzo” Benjamin Pierce, nel quale l’arte è proposta quale viatico per sfuggire alle opprimenti “voci” dell’esterno, ponendosi come contraltare alle pericolose e perniciose intenzioni dello scanner “cattivo” Darryl Revok (impersonato da un grande Michael Ironside, le cui espressioni rievocano vagamente quelle del Nicholson di “Shining”), le cui straordinarie doti mentali sono messe al servizio di una distruttiva smania di potere; e il finale memorabile, in cui il “duello” telepatico tra Cameron e Revok assurge paradigmaticamente a rappresentazione della pulsione dell’uomo a fagocitare chi gli sta accanto, rendendolo speculare alla propria natura.
Ottimi –considerata l’epoca- gli effetti speciali (Gary Zeller, Henry Pierry), di cui sono gli esempi migliori la scena dello scoppio della testa nella sala congressi (presente nel “trailer” del film) nonché la sequenza delle scontro conclusivo.
Un bellissimo film, che rivela i germi dei risultati a cui addiverrà successivamente Cronenberg, ma che mi ha lasciato un senso di incompiutezza nel modo in cui è stato concepito il finale, alla stessa stregua della sensazione che ho avuto visionando l’ultima opera del regista canadese (ma forse questo lasciare le cose in sospeso è uno dei pregi del cinema “croneberghiano”?).

paolo80  @  03/11/2008 23:23:39
   4 / 10
Un voto (di stima, per Cronenberg...) quasi sufficente, per questo film che, innegabilmente, propone una sceneggiatura originale, quasi a livelli eccelsi; però purtroppo il livello scende, o per meglio dire "precipita", a causa di uno svolgimento molto lento, macchinoso, ma soprattutto incredibilmente piatto e noioso.
Molto buone le musiche e gli effetti sonori, un po' meno la recitazione, che difetta soprattutto per la tensione che dovrebbe, ma che non riesce per niente a creare; si consideri che film come Shining, Halloween e Poltergeist sono dello stesso periodo, però come trama, pathos e svolgimento sono nettamente superiori a Scanners.
Ciò non toglie comunque che Cronenberg rimane un Regista con la maiuscola, come pochi nella storia del cinema.

marfsime  @  08/10/2008 16:59:35
   7 / 10
Bel fanta-horror targato Cronenberg..magari non è il suo miglior film ma l'idea di base non è affatto malvagia e vede un mondo popolato di "scanners" ovvero gente comune dotata di poteri telepatici che sono in grado di influenzare il pensiero e le azioni della gente priva di tale potere. Il film è ben fatto e diretto..gli attori non malvagi e la storia interessante..anche se (piccola pecca) vive alcuni momenti di stasi..in ogni caso rimane un buon film che consiglio.

Cliff72  @  05/10/2008 19:49:52
   7 / 10
Tema molto interessante per un film che, nonostante non sia tra i migliori di Cronenberg, non dovrebbe mancare nelle cineteca degli amanti della fantascienza (tendente all'horror in un paio di scene).
Buon film soprattutto se si pensa che risale a 27 anni fa!

elmoro87  @  03/10/2008 12:36:41
   3 / 10
ho letto i commenti precedenti: nessuna insufficienza! cari miei, tocca a me dare la prima... e pesante, visto che questo pseudo horror mi ha fatto veramente schifo... gli attori recitano da cani, gli effetti speciali (ok, nell'81 non c'era la tecnologia di oggi) fanno ridere anche se fossi stato nell'81! insomma, sarà che non sono un particolare fan di Cronenberg, ma questo film proprio non l'ho digerito... fa pena!

8 risposte al commento
Ultima risposta 03/10/2008 19.44.34
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  11/09/2008 11:29:28
   7 / 10
Una delle pellicole minori di Cronenberg. Scanners è un fantahorror ben strutturato, anche se lontano dai livelli raggiunti dal regista canadese in altri suoi film (Gli Inseparabili, la Mosca...). Buona la prova degli attori protagonisti. Resta un film affascinante per molti aspetti, grazie anche agli effetti speciali veramente ben realizzati. Intrigante il finale aperto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  20/06/2008 11:51:19
   8 / 10
Ottimo body horror di Cronenberg. Di sicuro la storia ha delle assonanze con Fury di De Palma, tuttavia si differenzia sostanzialmente per la crudezza di alcune scene assolutamente uniche, anticipatrici di molto splatter degli anni a seguire. Tuttavia bisogna sottolineare la bravura di questo regista che già parecchi anni fa aveva individuato un certo modo di fare horror, di impressionare che è molto attutale. La sua tecnica è a mio parere originale e sublime. Irresistibile.

Max78  @  06/06/2008 20:17:21
   8 / 10
X-Men fatto da Cronenberg.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  25/04/2008 22:10:34
   7 / 10
Prima di formulare un qualsiasi giudizio, più o meno obiettivo ogni qual volta che il film da commentare è opera di un grande regista e quindi ci rende particolarmente fragili a facili influenze, è necessario un breve accenno sul cinema di Cronenberg a 360 gradi.
Il regista canadese si può considerare il maestro di un cinema horror che si discosta fondamentalmente da quello con una struttura tradizionale, spostando il genere più verso il fantascientifico, descrivendo l'eventuale minaccia non con le sembianze di un mostro o di un "qualcosa" che giunge dall'esterno, l'orrore è qusi sempre rappresentato da elementi endogeni che si riproducono per partenogenesi di un organismo malato all'interno del quale interagiscono e si sviluppano venendo a creare quell'atmosfera ossessiva e disturbante tipica del cinema di Cronenberg tanto attraente per gli appassionati del genere che apprezzano particolarmente la suspense derivante contagi e mutazioni.
la contaminazione tra quello che è tecnologico e quello che è biologico e le allucinazioni della mente sono un altro tema tanto caro al regista che con l'instabilità delle forme e delle funzioni del corpo ci introduce nell'universo telepatico di "Scanners" pellicola di indubbio valore ma lontana dal potersi considerare un capolavoro, responsabili una storia in verità un pò fiacchetta e momenti in cui si accusa un pò di stanca, d'altra parte si capisce fin dall'inizio da che parte sta il bene e da che parte sta il male, togliendo la necessaria tensione e facendo venire meno le aspettative.
Nonostante tutto l'idea di base è buona: un organizzazione che mediante una fabbrica di prodotti chimici, attraverso l'ephemerol, un farmaco somministrato alle gestanti, crea questi scanners per scopi scientifici.
Coinvolgenti i momenti in cui la forza telepatica degli scanners cerca di penetrare nella mente umana altrui, momenti che hanno prodotto la scena cult del film dove uno scanner agendo nel cervello di un povero malcapitato gli fa esplodere letteralmente la testa. Bello il finale che con discreti effetti speciali chiude il film. Un pò datato ma senz'altro piacevole.

Invia una mail all'autore del commento Living Dead  @  01/03/2008 12:36:10
   8 / 10
Altro imperdibile cult firmato Cronenberg. Tra horror e fantascienza, con un grandissimo Michael Ironside. La sceneggiatura probabilmente andava sviluppata un pò di più ma il film rimane tra i migliori usciti in quel periodo. Bellissima la scena finale.

The Monia 84  @  30/01/2008 16:20:58
   8 / 10
Grandissime sequenze per un film che, nel suo piccolo, è un piccolo gioiellino di genere:l la storia di questi scanners, nascosti fra noi, e dei loro impressionanti superpoteri, mantiene ancora tutta la sua forza e tutta la sua carica emozionante, impregnata di tenzione e angoscia. La scena cult dell'exploding head e il duello finale sono pezzi di grande cinema.
Da vedere per cominciare a studiare l'universo sconfinato di Cronenberg.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  14/01/2008 00:20:09
   7 / 10
Un Cronenberg di genere lontano dai fasti dei sui film migliori ma pur sempre in grado di creare un buon thriller fantascientifico. L'idea di partenza è ottima e alcune scene sono veramente ben fatte, il film risente comunque di una sceneggiatura non troppo solida.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/01/2008 00:26:08
   9 / 10
Cronenberg ci accompana in questo viaggio attraverso i meandri della mente umana in questo film di fantascienza magnifico pieno di fascino e tecnicamente parlando ben confezionato. I pensieri, materia non filmabile, sono resi alla perfezione con un uso del sonoro fra i migliori usati in un film, che rendono alla perfezione l'idea della penetrazione del pensiero nella mente altrui.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  08/01/2008 13:05:12
   7 / 10
forse a mio vedere uno dei film meno riusciti di cronenberg, rimane comunque un ottimo prodotto, con degli spunti veramente carini!! non esente da una filosofia tutta sua, come è caratteristica del regista che riesce a dare un marchio diverso ad ogni suo film e ad esplorare sempre ambiti diversi! bellissima la scena dell'esplosione della testa, resa veramente bene seppur il film non sia proprio recentissimo!

bravissimo il protagonista, anche se ho trovato qualche incongruenza con il suo personaggio (perchè descritto come scanners 'minore' riesce da subito a controllare la sua mente?)!

chucknorris87  @  03/01/2008 18:19:38
   6 / 10
Non mi è piaciuto molto... e il finale non è chiaro..
Scene molto forti, intense ma la storia non mi ha convinto...

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  01/01/2008 21:28:44
   8 / 10
Bellissimo horror fantascientico di Cronenberg.
bravi gli interpreti e ottime le sequenze artigianali da b-movie che si susseguono negli scontri telepatici fra scanners.
gli spunti sociali non mancano e ho trovato molto bella anche se inconclusa la scena della scanners che si "trasforma" nella madre del guardiano per confonderlo. aleggia sempre la mia impressione che Cronenberg apra molte porte per poi non chiuderle...imparanoiata l'ultima scena dove non si riuscirà mai a risalire alla Verità dei fatti.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 03/01/2008 13.35.52
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  28/12/2007 12:11:12
   7½ / 10
Buon horror fantapolitico di Cronenberg,qui leggermente piu'accessibile rispetto agli esordi...la sceneggiatura caratterizzata un'intreccio semi-spionistico,risulta sempre conivolgente e accattivante,grazie anche all'ottimo cast con in testa uno dei migliori attori degli anni 80,ovvero Michael Ironside.
Cupo e realistico,Scanners conta un paio di scene cult (l'esplosione della testa e lo scontro finale su tutto) rese alla perfezione da effetti speciali curati sotto ogni minimo dettaglio.Piccolo cult da recuperare assolutamente...

style  @  25/11/2007 22:58:38
   7½ / 10
Buon film, idea geniale e prima parte eccellente, poi la seconda parte scade un po', pur rimanendo su livelli buoni.
Ottime interpretazioni di tutti e scene splatter che fanno ancora effetto.

Cronomberg all'epoca ha girato un film davvero avanti con i tempi, a un quarto di secolo tiene benissimo l'età.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Dullit  @  23/11/2007 11:17:39
   6½ / 10
..Il genio visionario e inventivo c'è, c'è anche, almeno nella fase iniziale del film, una certa attenzione all'approfondimento psicologico del fenomeno scanner: in questo senso il personaggio di Benjamin Pierce è davvero tra le cose più belle..
Peccato che poi il film si perda, o meglio, faccia il suo onesto lavoro di film di genere e si risolva in un'improvvisa accelerazione dell'azione a scapito della profondità, peccato

Bathory  @  12/11/2007 14:01:57
   8 / 10
Fantastica pellicola di Cronenberg, idea molto originale e interessante sviluppata perfettamente senza mai annoiare.
Mix eccellente di horror e splatter con colpi di scena inaspettati..
Promosso alla grande

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  03/11/2007 16:06:14
   7½ / 10
L'idea è davvero buona,Cronenberg si conferma un Ottimo Regista.Ci sono delle scene davvero riuscite.Consigliato.

Dick  @  01/11/2007 14:07:20
   8 / 10
Bel film che parla appunto di questa lotta tra bene e male e che non rinuncia già che c' è a qualche attacco alla scienza usata purtroppo in tali modi.

rapture  @  18/08/2007 20:41:08
   9 / 10
Elettrizzante! Gli impulsi nervosi sono la realtà, la realtà è la totalità assoluta e inscindibile degli impulsi elettrici.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/11/2007 14.09.30
Visualizza / Rispondi al commento
phemt  @  29/07/2007 18:50:18
   8 / 10
Il solito ottimo Cronenberg… Scanners vanta un eccellente idea di base (in un certo senso anche in anticipo sui tempi come spesso capita con Cronenberg) che poi si sviluppa in una buona sceneggiatura che soffre solo di alcune forzature di troppo, ma a conti fatti l’intreccio funziona a meraviglia… Il regista canadese mischia con la classe che lo contraddistingue horror, fantascienza, film d’azione, critica sociale, filosofia ed effetti splatter (di culto la famosissima scena della testa che esplode)… E a dirla tutta la maestria tecnica del buon David riesce a fare di Scanners un prodotto notevole che riesce a mantenere fascino e serietà anche quando entrano in gioco risvolti da telenovelas…
Da ricordare l’ottima prova di Ironside che, malgrado faccia poco più che un cameo, ruba la scena a tutti… Peccato che negli anni successivi sia stato abbastanza bistrattato e poco considerato (Verhoeven a parte) perché in certi ruoli avrebbe potuto davvero dare tanto…

Terribile la notizia che vuole in prossima uscita un remake firmato Bousman quello di Saw 2 e Saw 3 (e chissà quanti altri ancora)…

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  17/05/2007 18:26:39
   8 / 10
Molto carina questa pellicola di Cronenberg. Un vero gioiellino. Azione, fantascienza e denuncia si legano perfettamente contribuendo a rendere "Scanners" un film davvero molto interessante.
Nonostante siano trattate tematiche piuttosto impegnative, il film non annoia neppure per un istante.
Lo sguardo decisamente pessimistico di Cronenberg, contribuisce ulteriormente a rendere "Scanners" un'ottima pellicola.

Tom24  @  01/05/2007 12:00:02
   6½ / 10
Un buon film nel complesso, "Scanners" non mi ha convinto a pieno.
La storia procede con molte lacune, banalità e situazioni al limite dell'esagerazione...
Va a finire che non si riesce a comprendere a pieno i personaggi del film, e ci si sofferma poco sul proprio lato psichico, per lasciar spazio a numerose scene di azione (di scarso livello, scanners esclusi)...
L'idea era buona, ma si poteva sviluppare meglio, peccato.

Norman Bates  @  10/11/2006 15:50:33
   8½ / 10
uno degli horror migliori di Cronnenberg, ottima l'interpretazione di O'nill. bisogna vederlo assolutamente. attenti che non parla di Scanner(quelli del computer) come molti credono, ma di umani telepatici.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001571 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net