the big kahuna regia di John Swanbeck USA 2000
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the big kahuna (2000)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE BIG KAHUNA

Titolo Originale: THE BIG KAHUNA

RegiaJohn Swanbeck

InterpretiPaul Dawson, Peter Facinelli, Danny De Vito, Kevin Spacey

Durata: h 1.30
NazionalitàUSA 2000
Generecommedia
Al cinema nel Luglio 2000

•  Altri film di John Swanbeck

Trama del film The big kahuna

Tre uomini e una stanza d'albergo di Wichita, per un'importante convention dove dovrebbe sopraggiungere ""il grande Kahuna"", il pollo da spennare e con cui chiudere in bellezza la carriera. I tre sono commessi viaggiatori, ""americani"" della middle class bianca tormentati dalle frustrazioni. C'Ŕ il cinico Larry che venderebbe la madre pur di approdare al ""colpo grosso""; Phil, il vecchio che ha visto e sentito tutto, divorziato e in crisi depressiva; e Bob il giovane, aggrappato alla fede religiosa per non sprofondare prima del tempo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,97 / 10 (45 voti)6,97Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The big kahuna, 45 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

mainoz  @  14/03/2017 19:39:43
   6½ / 10
Film molto parlato..tutto si basa su dialoghi serrati ma spesso banali...(Dio, il senso della vita...) ma anche tante massime filosofiche e dritte sul mondo delle vendite e degli affari. Alcune generalizzazioni esagerate, del tipo che le donne sono lo specchio degli uomini...e altri discorsi femministi. Una location (roba da claustrofobia, come "Nodo alla gola" o "La finestra sul cortile", 3 personaggi molto diversi tra loro: il giovane neo assunto con tutta la vita davanti, Kevin Specey squalo bianco, logorroico, esuberante e vulcanico, De Vito spento,stanco e sensibile divorziato a fine carriera, distrutto da una vita piena di rimpianti..ho apprezzato molto di piu' Americani, film similare e penso della stessa epoca. La bravura e il talento degli attori, l alchimia tra gli attori stessi e anche dei doppiatori rendono molto godibile il film ma non bastano per renderlo un capolavoro.

DogDayAfternoon  @  05/02/2016 13:46:37
   6 / 10
Un film che si basa principalmente sui dialoghi, deve avere come condizioni essenziali dei grandi attori e ovviamente dei dialoghi interessanti. Se sul primo punto la coppia De Vito-Spacey non delude, non posso dire di essere rimasto altrettanto soddisfatto del secondo aspetto.

I dialoghi infatti sono di qualità altalenante, in alcuni passaggi coinvolgono, in altri annoiano e sembrano privi di idee. Ho trovato poi assolutamente fuori luogo e abbastanza scadente la sterzata finale verso argomenti di carattere religioso, trattati in maniera superficiale proprio quando il film sembrava aver raggiunto il massimo dell'interesse.

Non fosse per il carisma dei due attori protagonisti, non credo sarei arrivato alla sufficienza.

enigmista  @  05/11/2015 03:25:46
   10 / 10
Lo adoro. So che è difficile che un film che si regge solo sui dialoghi e su pochissimi attori funzioni, ma questo funziona eccome! De Vito e Kevin Spacey grandissimi. Lo rivedo almeno una volta all'anno.

DarkRareMirko  @  20/10/2014 00:59:18
   8 / 10
Buon film furbo e filosofico, di impianto teatrale e di forte connotazione morale.

Spacey straordinario, dialoghi molto curati e solo in apparenza fastidiosi e/o ingannevoli, monologo finale da imparare a memoria (anche quando dice che le persone più interessanti sono quelle che, ancora a 40 anni, non sanno cosa fare della propria vita), tra i migliori che abbia mai sentito (come quello, molto più breve, del finale del Cape Fear Scorsesiano).

Praticamente girato tutto in interni, contenuto nel budget, stupisce e fa riflettere in più punti (sei onesto o solo brutale? per citare una delle tante frasi che fanno pensare).

A tratti un pò improbabile e dissimulatore, difficile, è una bella favola atemporale, che può applicarsi a più ambiti, con finale un pò aperto e musiche buone.

Dispiace assai che Swanbeck non diriga più nulla da 15 anni.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  13/10/2014 23:56:00
   4 / 10
Affidare la regia di un film tratto da una peace teatrale ad un regista di teatro è il peccato orginale di questo The Big Kahuna, film tremendamente noioso come tremendamente noiosi sono tutti gli spettacoli teatrali filmati.

Pazienza se sicuramente i dialoghi serrati celino interessanti spunti e profonde riflessioni, si arriva stremati e senza voglia.
Il monologo finale tanto decantanto è un insieme di slogan di facile presa ma che comunque ogni tanto lasciano qualcosa.

Ma nel complesso il limite del film è proprio la regia che lo rende statico, prolissi, verboso e noioso.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  13/10/2014 11:44:46
   7½ / 10
Pellicola deliziosa, che beneficia di due attori in stato di grazia (il povero Facinelli pre-Twilight scompare letteralmente davanti a Spacey e De Vito) e di dialoghi meravigliosi ma che è forse penalizzata da una regia tremendamente anonima che non le permette di fare il salto di qualità. Splendido - ed iconico - il monologo finale.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  16/09/2014 17:34:06
   7 / 10
Film interessante. Molto teatrale, è infatti tratto da una commedia teatrale, e si svolge praticamente tutto in una stanza d'albergo. Nonostante sia catalogato come "commedia", è un film molto serio e intelligente.

Dompi  @  05/08/2014 13:53:27
   7½ / 10
La media, come spesso accade, non rende giustizia al film.

Un bel film, profondo e per nulla scontato con due grandissimi interpreti quali Spacey e De Vito. E' sicuramente un film atipico, quasi paradossale, sono bastati tre attori al regista e dialoghi quasi sempre brillanti.
C'Ŕ da dire per˛ che il film pur sviluppando le tematiche non riesce poi a risolvere il tutto adeguatamente.

"Sii cauto nell'accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa. I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli Ŕ un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti pi¨ brutte e riciclarlo per pi¨ di quello che vale.
Ma accetta il consiglio... per questa volta."

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/10/2014 10.20.29
Visualizza / Rispondi al commento
ZanoDenis  @  14/06/2013 20:45:22
   5 / 10
Amo Kevin Spacey ma questo film è troppo noioso in certi punti, il monologo finale è davvero bello, però non sono uscito soddisfatto, se tagliavano parecchie parti e il film durava circa la metà era un capolavoro, ma così non ci siamo, rischia di far perdere interesse allo spettatore, solo dialoghi che spesso non sono nemmeno troppo interessanti.

genki91  @  30/05/2013 00:39:30
   7 / 10
Vale la pena vederlo anche solo per gli ultimi 20 minuti. E' un po' un film di frasi fatte e consigli, ma non vuole essere cattivo. Mette davanti all'identità religiosa, ma non solo, che ognuno ha di sé stesso. Monologo finale da urlo. E' bene si sappia che è tenuto in piedi, ovviamente, da due attori, Kevin Spacey e Danny DeVito. Il film si svolge interamente in una stanza.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un'ora e mezza passata bene.

TheLegend  @  11/03/2013 04:58:43
   6 / 10
Qualche buono spunto ma dopo un pò risulta ripetitivo.

JackRock  @  20/09/2012 23:20:28
   9 / 10
film girato in una stanza d'albergo tenuto in piedi da 2 attori che...non so neanche come definirli...dire della mathonna mi sembra troppo poco.
Quanto mi è piaciuto!

Leonhearth87  @  03/09/2012 20:55:42
   7 / 10
Poche descrizioni per un film del genere, più una raccolta di come vivere la vita che una commedia. Grande cast, bellissimo il monologo finale, diventato ormai famoso. Un piccolo grande film, che va visto almeno una volta.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  10/12/2011 00:24:55
   7 / 10
Si sente anche troppo che questo film è tratto da una commedia teatrale: parlatissimo e praticamente tutto girato in una stanza, fa apprezzare la bravura di De Vito e Spacey, anche se alla fine di loro non si sa praticamente niente. Argomenti profondi solo accennati e tante chiacchiere ben scritte e recitate.
Il famoso "discorso finale" che in molti considerano la cosa migliore di questo film, in realtà è un brano di Baz Luhrmann (il registaccio!) tratto da un articolo di giornale, usato semplicemente come sottofondo ai titoli di coda!

kako  @  07/10/2011 21:40:22
   5½ / 10
le ottime interpretazioni di Kevin Spacey e Danny DeVito non bastano per promuovere questa pellicola che ha dei dialoghi intelligenti e interessanti ma che per la sua staticità annoia facendoti sperare che arrivi la fine. Mezzo punto in più per la morale non banale e per lo splendido discorso finale

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR strange_river  @  16/05/2011 23:33:20
   7½ / 10
Un veloce volger d'occhi, un aggrottare della fronte, un abbassare lo sguardo, un mezzo sorriso.
Le prove attoriali di de Vito e Spacey sono straordinarie, senza alcuno sbaffo: in un clima di totale complicità danno vita e passione ai dialoghi sferzanti su cui è stato costruito il film in un crescendo di intensità dolce e malinconica, di riflessioni sull'esistenza (e la morte, l'amicizia e Dìo) che hanno il raro pregio di rimanere leggiadre e appena accennate, come un tocco leggero di pennello.
Prezioso senso della misura che si sottrae alle tentazioni di farne un pastone indigesto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ste 10  @  02/03/2011 21:24:00
   7½ / 10
Buonissima commedia con un fantastico monologo finale

valis  @  28/02/2011 19:01:13
   7½ / 10
film di stampo teatrale e di carattere didattico, che sonda i caratteri di tre personaggi tra loro diversi ma che riflettono tre modi di porsi davanti al lavoro e alla vita.
Spacey rappresenta lo spirito cinico e arrogante di chi vuole farcela a tutti i costi, de vito quello che non ha più motivazioni e interessi tanto nel campo professionale che in quello personale mentre facinelli è il neofita che si aggrappa alla fede per affronare le sfide della vita, cercando l'illusione di conservare una verginità rispetto alle bassezze e alle meschinità che il mondo gli propone.
é un film principalmente da ascoltare, ma che, alla fine espone una morale alla quale non ci si può sottrare "non essere crudele con il cuore degli altri; non tollerare chi lo è con il tuo"
buona pellicola

Attila 2  @  03/02/2011 12:48:14
   6½ / 10
Difficile girare tutto un film in una stanza d'albergo e non renderlo noioso.Ebbene questo ci riesce.Grazie anche alle interpretazione di De Vito e Spacey.In questa stanza abbiamo tre personaggi che riassumono tutta la carriera lavorativo di questi "commessi viaggiatori".De Vito Ŕ alla "fine" di questa carriera,disincantato per tutte quelle che ha visto durante gli anni,depresso e divorziato.Spacey Ŕ nel pieno della carriera,ed Ŕ disposto a tutto pur di vendere e realizzare denaro,cinico perchŔ sa come funziona questo mondo e non si aspetta nulla di buono da esso,infine il giovane,a inizio carriera che cerca di carpire i segreti del mestiere dagli altri due,in questo mondo di "squali" si "appende" alla sua fede religiosa per mantenre pulita la sua coscienza,ma in questo tipo di lavoro non c'Ŕ spazio per questo e ne pagherÓ le conseguenze.Tutti e tre per˛ sono lý con lo stesso intendo,"spennare" il grande pollo che sanno sta per arrivare e chiudere quella sera la carriera mettendosi a posto per la vita.La cosa non sarÓ semplice.I dialoghi sono la forza di questo film,e non poteva essere altrimenti,il resto Ŕ una riflessione sulla coscienza umana,dove si vedono contrapoosti due modi di pensare,quello dei due pi¨ "anziani" disposti a tutto perchŔ sanno che o "si mangia o si viene mangiati",e quello del giovane che non sa ancora come funzionano le cose e pensa di poter fare quel tipo di lavoro rimanendo "pulito" e a posto con la coscienza di fronte agli occhi del Signore.Questi contrasti daranno vita a un conflitto che Ŕ il succo del film.

goodwolf  @  28/01/2011 16:48:24
   5½ / 10
Uno straordinario Kevin Spacey e dei bellissimi dialoghi non bastano a farmi apprezzare questo film.
Il film è quasi una continua "morale" (o una riflessione, se preferite) sulla vita in genere, solo che sentirla per l'intera durata del film non è stata una scelta azzeccata, perlomeno per i miei gusti. Degli stacchi ogni tanto avrebbero dato più luce ad ognuno di questi dialoghi, che, per forza di cose, colpiscono meno perchè incalzanti e incessanti. Il film dura un ora e 20, ma sembra interminabile.
Peccato perchè ci sono moltissimi spunti interessanti e delle grandi interpretazioni.

Invia una mail all'autore del commento Steppenwolf  @  23/09/2010 13:30:10
   6½ / 10
Un film carino, bravi come al solito Danny DeVito e Kevin Spacey. Il finale vale la pellicola.

-Uskebasi-  @  26/08/2010 13:41:32
   9 / 10
Autentica lezione di Cinema: come fare un gran film con niente. Una stanza, tre attori, nessuna azione, solo parole e parole, parole perfettamente legate tra loro. Ho visto pochi film scritti così, personaggi di una coerenza disarmante nei loro gesti, sguardi e discorsi, e nessun dialogo fuori posto o banale. Sugli attori che dire, per Kevin Spacey non ho più parole, non ho visto tanti film con lui ma ne bastava solo uno per capire che è tra i più grandi di sempre; la sorpresa è Danny De Vito, sempre colpevolmente sottovalutato (da me), lo vedo in una prova gigantesca, addirittura superiore a Spacey.
La forza del film, e al tempo stesso il suo punto debole per non essere un capolavoro agli occhi di tutti, sta nel fatto che non è ricamato, parla di tutto ma non si vuole prendere i meriti. Non troveremo scene strappalacrime-eppure ad alcuni scenderanno, non troveremo sketch per far ridere-eppure qualcuno lo farà, e non troveremo musiche epiche a far crescere l'emozione-eppure a me bastavano gli occhi di De Vito per aprirmi il cuore. Ringrazio l'assurdo motivo che mi ha portato alla visione di quest'opera.
Una lezione di Cinema per tutti, una lezione di Vita per chi saprà ascoltarlo.

Consiglio di vederlo da soli.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Matis  @  07/05/2010 09:18:19
   8 / 10
Una rara perla. Un film basato su dialoghi intelligenti e profondi, e su tre attori stupendi e affiatatissimi.
Finale meraviglioso.

Jumpy  @  04/09/2009 19:30:30
   7 / 10
Un film più unico che raro, molto, a mio parere troppo parlato, non meriterebbe un voto particolarmente alto se non fosse per...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento King Of Pop  @  24/05/2009 18:40:04
   7 / 10
Bellissimo film,difficile da apprezzare ma lo considero unico nel suo genere.Kevin Spacey a mio parere il più bravo fra tutti ma anche De Vito e gli altri non sono da meno.Vengono toccati vari argomenti,fra cui quelli che hanno come tema la religione.Brillante e grottesco nello stesso tempo.Il dialogo finale è epico,toccante ed emozionante.

DiReCtOr  @  11/05/2009 16:40:13
   10 / 10
Max78  @  01/03/2009 15:58:05
   10 / 10
Amo in modo viscerale questo film tanto da oltrepassare quella barriera di obbiettività che gli negherebbe un 10 tondo tondo.

1-2 stanze, 3 attori di cui 2 in stato di grazia e una giovane promessa,
dialoghi taglienti, ironici, talvolta leggeri talvolta profondi.
In realtà si parla di tutto e niente, si discute sulla vita, si riflette,
ma la forza di questa pellicola non risiede soltanto nelle parole, sono gli sguardi
che colgono la vera essenza dell'uomo, che si sente perlopiù una pecora smarrita, un bambolotto di pezza che invoca il propio sarto.

In un momento della vita in cui mi sentivo soffocato da non so quale peso
è giunto a me come un'inaspettata boccata d'ossigeno.

elmoro87  @  18/11/2008 16:03:55
   5 / 10
commedietta insulsa con attori di grande calibro come De Vito e Spacey, che mantengono i ritmi troppo blandi per tenere viva l'attenzione dello spettatore... film totalmente dialogato e confinato in una suite d'albergo... i temi potevano essere anche interessanti ma a lungo andare stufano se rapportati in quel modo!

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  28/08/2008 16:49:19
   3 / 10
Ricordo solo una cosa di questo film.

Noia assoluta.
Tutto il film in una stanza con 3 attori che parlano...parlano...parlano....parlano...parlano...

Neancxhe un film di Tarantino può risultare così noioso.

Che rottura di OO

Era più interessante una lezione di Storia al Liceo.

Alla metà del secondo tempo sono dovuto. Uscire.

Forse lo dovevano chiamare La "Big Kazzata"

2 risposte al commento
Ultima risposta 12/05/2009 00.46.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  28/08/2008 16:21:59
   7½ / 10
Frizzantissima commedia nera, girata quasi completamente in una stanza d'albergo, dove si alternano due grandissimi veterani della recitazione come Spacey e De Vito (veramente bravo) e la giovane promessa Falcinelli. Basato esclusivamente sui dialoghi, mai banali, pungenti, ben congeniati, che toccano una vastità di argomenti impressionante per la breve durata che propone!
Tre venditori di lubrificanti alle prese con il lavoro, l'amore, la fede, la vita, le delusioni, senza mai uscire dalla loro "tana", senza bisogno di immagini ruffiane, senza bisogno di musiche esaltanti, solo con la loro voce e il loro fascino.

Una piacevole, intelligentissima sorpresa.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ivan78  @  17/05/2008 22:23:33
   8½ / 10
Chi reputa noioso un film come questo può averlo solo “visto” ma non “ascoltato”. Trama introspettiva ambientata in una semplice stanza d’albergo, dove escono fuori le interpretazioni più disparate della vita. Dialoghi scritti ed interpretati in modo incredibile, da non perdere neanche una frase. Ogni parola ha il suo significato in una storia dove l’immagine è solo da contorno. Ottimo anche il doppiaggio che rende benissimo le antitetiche emozioni dei tre protagonisti. Prova di Facinelli e Spacey fantastica ma come al solito Danny De Vito ha sempre qualcosa in più.
Assolutamente da vedere per chi è in astinenza da cinema di qualità!

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  14/05/2008 20:27:23
   7½ / 10
Bel film, commedia amara e cinica. Due grandissimi attori che prendono sulle spalle un'idea bella e ben sceneggiata. Dialoghi interessanti e ben costruiti, come i personaggi. Difficile ambientare un film quasi soltato in una location e renderlo interessante. Certo, è un po' lento, ma non credo in questo caso sia un difetto. Bella prova!

mikland83  @  21/02/2008 21:59:37
   7½ / 10
Collocarlo nel genere commedia è un po' difficile, è più un film drammatico sulla vita dei piazzisti.
Il punto forte oltre all'interpretazione di De Vito e Spacey sono i dialoghi.
Conferiscono al film una certa profondità.E la cosa strana è che non cadono mai nel banale.
Un film che va apprezzato sopratutto per le cose che dice e come le dice.
Da vedere

benzo24  @  27/09/2007 20:32:34
   3½ / 10
luca2012  @  15/07/2007 17:24:35
   7 / 10
Un bel film, da vedere sicuramente. Bello il personaggio di Kevin Spacey, bellissimo quello di Danny de Vito. Il ragazzo fa la parte di uno stupido plagiato dalla religione, davvero odioso.

refuori  @  14/06/2007 22:00:13
   5½ / 10
Claustrofobico, schizofrenico.... con una morale molto deprimente... ma è un buon film
quindi 5 e mezzo

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  15/05/2007 09:31:25
   7 / 10
Film dall'ambientazione semi-clastrofobica; tre protagonisti tre agenti vendite che all'interno di una stanza d'albergo iniziano a parlare, del lavoro, della fede, del cambiamento, insomma della vita. Un film che registicamente parlando non offre spunti originali nè particolarmente attraenti, ma un film tutto da ascoltare. Con un De Vito che surclassa il sempre bravo Spacey, offrendo un'interpretazione delicata, malinconica e disincantata.
Il monologo finale e' una delle parti migliori del film.

"Non essere crudele col cuore degli altri, non tollerare chi lo e' col tuo".

stilicone  @  14/05/2007 19:08:03
   4 / 10
una novità noiosa come poche altre

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/07/2007 17.27.55
Visualizza / Rispondi al commento
macs23  @  05/05/2007 02:47:45
   8 / 10
film introspettivo e di alta qualità, elogiato anche da linus di radio dee jay.
è per film come questo, come k-pax e come american beauty che kevin spacey è diventato il mio attore preferito...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  16/03/2007 23:48:52
   6½ / 10
godibilissimo film girato in una stanza sola con tre bravi protagonisti(il piu' bravo il solito Kevin spacey)...il punto forte del film è la sceneggiatura che tocca molti argomenti soprattutto quello religioso...
simpatico!

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  10/01/2007 00:01:37
   7½ / 10
Il film che non ti aspetti.
I primissimi minuti sembrano la presentazione di una commedia soft, senza troppe pretese nei temi trattati.. insomma un film di puro intrattenimento; tuttavia, minuto dopo minuto, la pellicola svela gli intenti di una sceneggiatura che se la prende alquanto comoda nel mostrare le tematiche principali a cui riferisce le proprie riflessioni; quando decide di farlo, però, lo fa d'un tratto..rendendo i dialoghi e le atmosfere rispettivamente più seri e più cupe e sopraggiunge il buio insieme a quello di una notte lunga e intensa, in cui ognuno, messo alle strette da se stesso e dalle paure degli altri, tira fuori ed affronta le sue di paure, le sue di incertezze, quelle stesse che, non è difficile intuirlo, prima o poi colgono chiunque nell'intimità del loro animo, spargendo sconforto e disorientamento...

...tuttavia, in realtà, "la corsa è lunga.. ma è solo con se stessi".. ed " i problemi, quelli veri, sono problemi che non avresti mai immaginato, quelli che ti colgono alle 4,30 di un caldo martedì pomeriggio.."
Quest'ultime parole sono prese dalle frasi di sottofondo che accompagnano la fine del film, parole, riflessioni, in realtà ovvie.. ma che, fatte scorrere alla fine di QUESTO FILM, gli restituiscono la leggerezza iniziale, senza, però, cancellarne la profondità.

La prova degli attori è ottima; più che convincente De Vito; Spacey, al solito, fa schifo per quant'è bravo.

sweetyy  @  07/10/2006 17:20:37
   7½ / 10
Questo film ha un significato molto profondo.Si svolge tutto in una stanza di hotel dove i 3 protagonisti per tutto il tempo non fanno altro che confrontarsi su argomenti molto delicati! Per molti può essere noioso..ma secondo me non lo è,anzi fa riflettere. Bellissima la canzone finale!

francuccio  @  09/09/2006 17:20:43
   9 / 10
film magnifico, con interpreti straordinari, compreso il giovane peter facinelli che esce molto bene dal confronto con i due titani spacey - de vito. dialoghi indimenticabili, il senso di angoscia e solitudine, il taglio teatrale della scenografia rendono questo film indimenticabile. compresa la catarsi finale sia per i protagonisti del film che per gli spettatori

carlitos  @  14/06/2006 12:17:35
   8 / 10
Film straordinario!Tutto girato in una stanza d'albergo in cui emergono le straordinarie interpretazioni e l'affiatamento di De Vito e Spacey...film a suo modo geniale e divertente!

volubilis  @  05/10/2005 14:30:50
   6 / 10
Claustrofobico, schizofrenico.... con una morale molto deprimente... ma è un buon film

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/09/2006 17.12.47
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1014630 commenti su 44948 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net