the walk regia di Robert Zemeckis USA 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the walk (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE WALK

Titolo Originale: THE WALK

RegiaRobert Zemeckis

InterpretiJoseph Gordon-Levitt, Ben Kingsley, Charlotte Le Bon, James Badge Dale, Ben Schwartz, Clément Sibony, Sergio Di Zio, Mark Camacho, Kwasi Songui

Durata: h 2.03
NazionalitàUSA 2015
Generedrammatico
Al cinema nell'Ottobre 2015

•  Altri film di Robert Zemeckis

Trama del film The walk

The Walk racconta la storia vera di un giovane sognatore, il funambolo Philippe Petit, che ha compiuto un'impresa passata alla storia: passeggiare fra le Torri Gemelle del World Trade Center in equilibrio su un filo d'acciaio. Con tanto coraggio e un'ambizione cieca, Petit riesce a superare i limiti fisici, la paura e i divieti delle forze dell'ordine e vincere così la sua sfida contro tutto e tutti.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,83 / 10 (51 voti)6,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The walk, 51 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Beefheart  @  18/11/2019 11:23:35
   5 / 10
Sembra impossibile, eppure questo film annoia.
Trovo anche irritante la scelta di tutto questo parlato francese in bocca ad un attore americanissimo. Possibile che non ci fosse un madrelingua al quale affidare la parte?
Non so, nonostante ripetuti tentativi, continua a non piacermi.
Cento lunghissimi minuti preparativi per i venti finali che poi si risolvono in niente di chè.

davmus  @  07/01/2019 08:47:12
   7 / 10
Gradevole e ben fatto!

gemellino86  @  06/04/2018 20:04:38
   6 / 10
Un film che racconta la folle impresa del funambolo Petit. Pur non volendo Zemeckis omaggia le torri gemelle dopo l'attentato nel settembre 2001. Il risultato non è male però il ritmo è quasi assente e i dialoghi non sempre sono credibili. Bravo il protagonista che si immedesima bene nel personaggio.

markos  @  03/02/2018 17:46:08
   7 / 10
Da uno che soffre di vertigini per l'altezza, vedere il tipo lassù tra le 2 torri gemelle, mi ha fatto uno strano effetto... Un grande.

topsecret  @  23/01/2018 14:39:05
   6½ / 10
Storia vera che in mano a Zemeckis diventa spettacolo, gradevole da guardare, coinvolgente e discretamente realizzato.
Non amo particolarmente questo genere di imprese che mettono a rischio la vita, ma questo THE WALK si lascia ammirare senza nessun grande fastidio, assicurandosi un voto più che degno.

sandrone65  @  10/09/2017 20:26:31
   9 / 10
Splendido film di Zemeckis che narra la storia di Philippe Petit, celebre funambolo, e del suo sogno di camminare su un filo teso tra quelli che furono i grattacieli più alti del mondo. Un'impresa raccontata come una storia d'amore che coinvolge ed affascina tutte le persone che si trovano a contatto con Philippe. Veramente bravo Gordon-Levitt come protagonista e merita un plauso anche l'interpretazione di Ben Kingsley. La mano "magica" di Zemeckis riempie questo film di un'atmosfera fiabesca, immediata e semplice che rende la visione emozionante e davvero appagante.

ZanoDenis  @  29/04/2017 12:58:50
   5½ / 10
Fondamentalmente un filmetto. Scorre bene ma è il classico film che dopo 10 minuti già te lo dimentichi. Ritmo alto e tutto sommato anche abbastanza ironico e spiritoso, purtroppo poco graffiante, rimane solo una discreta interpretazione di Gordon-Levitt, per il resto, dimenticabilissimo.

vale1984  @  19/01/2017 14:21:27
   7½ / 10
una storia che proprio non conoscevo e che mi ha affascinato molto. Coinvolgente e fa stare davvero con il fiato sospeso.

ferzbox  @  23/11/2016 18:20:52
   7½ / 10
Per chi non conosce la storia di Philippe Petite o per chi non ha mai visto il film documentario "Man on wire" questa pellicola di Zemeckis guadagna qualche punto in più, dato che il famoso regista riesce a spettacolarizzare e ad enfatizzare quello che da solo è stato già un incredibile evento.
Il film documentario analizza la storia in modo più approfondito e realistico, mostrando reperti e filmati dell'epoca, con tanto di interviste a tutte le persone che ne fecero parte, presentando l'evento per quello che è stato veramente, quindi con molta veridicità e senza alcun filtro patinato, ma il film diretto da Zemeckis è riuscito a colpirmi ugualmente, nonostante conoscessi tutti i particolari dell'impresa e tutte le vicissitudini accadute; questo perchè Zemeckis ha sempre avuto dalla sua la bravura nella regia, che ho sempre reputato brillante e ben ritmata, grazie anche ad un utilizzo delle inquadrature che, per chi conosce il regista, sono inconfondibili.
Tuttavia non è di certo il suo lavoro migliore; il caro Robert qualche colpo l'ha perso negli ultimi anni; sembra che si sia calmato un pochino, azzardando di meno e buttandosi su produzioni più "tranquille" , più facilmente gestibili(come "Flight" ad esempio).....ma nonostante questo è sempre bravo a catturare l'interesse del pubblico; la vicenda di Petit l'ha riportata nel mondo del cinema in modo buono; magari non il migliore dei modi, ma più che discretamente.
A chi non ha mai visto il film e non conosce tale vicende dico di non sottovalutare nulla.....tutto quello che si vede non è frutto della fantasia di alcun sceneggiatore, è tutto vero, ogni singola cosa,anche i giochetti di Philippe Petite sualla fune......c'è solo un pizzico di Hollywood in più per condire e divertire con un ennesimo lavoro per le sale....
Godibilissimo.....

fabio57  @  21/11/2016 12:07:27
   7 / 10
Bello e spettacolare questo film, che racconta la vera, incredibile impresa di un funambolo tuttora vivente ,tale Philippe Petit, che riuscì a passeggiare tre le torri gemelle, che allora ancora c'erano, sospeso su un cavo di pochi centimetri a 412 metri d'altezza. Il film è ben costruito, ben recitato ed avvincente, la "traversata", ovviamente realizzata con strumenti digitali, è quanto mai suggestiva ed emozionante.
Il giudizio su questo "artista di strada" come lui amava definirsi resta sospeso. Pazzo, incosciente, sprezzante del pericolo o folle esibizionista o semplicemente audace e desideroso di sfidare se stesso e i suoi stessi limiti. Se fosse precipitato non avremmo avuto dubbi , ma fortunatamente non andò così

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  22/07/2016 12:41:42
   6½ / 10
La storia del primo "attentato" alle torri gemelle è stato gia' raccontato nel bel documentario del 2008 "Man on wire".
Zemeckis non aggiunge nulla alla vicenda ma spettacolarizza il tutto con sequenze mozzafiato. L'aspetto tencino penso sia la cosa piu' riuscita del film.
Il fatto che la storia venga raccontata dalla voce fuori campo del protagonista è invece la scelta che ho meno apprezzato. Rende il tutto troppo banale e infantile, quasi un gioco.
Gli preferisco il documentario.

the saint  @  20/07/2016 09:51:05
   6 / 10
sufficienza risicata solo per la camminata sul filo..

guidox  @  10/07/2016 11:10:36
   7 / 10
la storia è di per sè molto interessante e viene raccontata con i mezzi giusti, anche se forse un po' più di effervescenza non avrebbe guastato.
comunque trasmette piuttosto bene le sensazioni del protagonista e le varie situazioni sono rese in modo efficace.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  10/07/2016 00:35:03
   7 / 10
Forse un pò lento nella parte centrale quando si narra tutta la parte di preparazione al "colpo" di Petit; poi una volta sul filo il film dà il meglio di se in termini di tensione, coinvolgimento e fotografia. Da vedere sicuramente per ripercorrere la folle favola di Petit vista da uno Zemeckis sempre in forma....

Crabbe  @  03/05/2016 14:16:34
   6 / 10
Buona regia di Zemeckis a raccontare la storia di Philippe Petit.

Leonhearth87  @  02/04/2016 20:00:50
   6 / 10
Godibilissimo film sulla storia di Philippe Petit. Zemeckis sempre in forma.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  01/04/2016 23:32:22
   7½ / 10
La follia di un visionario già portata sul grande schermo dal bellissimo documentario Man on wire permette a Zemeckis di imbastire un racconto lontano dai canoni documentaristici ma puramente cinematografici. Con tonalità vicine alla favola riviviamo il "colpo" di Petit alle torri gemelle uando ancora non erano state inaugurate e ci regala specialmente nella seconda parte, ed in particolare nella camminata momenti di cinema favoloso, adrenalico e inquietante. Ci porta sopra quel filo, ci fa vivere i timori e le paure, ma anche un senso di libertà indescrivibile. Momenti magici e sofferti che il cinema riesce ancora a regalare.

DogDayAfternoon  @  19/03/2016 22:06:28
   6½ / 10
Non trovo che una storia del genere si presti bene ad una trasposizione cinematografica, in fin dei conti si potrebbe benissimo raccontarla in una mezz'ora scarsa. Sia l'inizio che soprattutto il finale sono infatti tirati troppo per le lunghe, molto meglio invece la parte centrale e la preparazione alla grande impresa.

Zemeckis è un mago degli effetti speciali, ma stavolta devo dire che non ho mai avuto il senso di naturalezza, ma gli scenari mi sembravano tutti troppo artificiosi nonostante siano comunque fatti molto bene. Davvero fastidiosa poi la voce fuori campo e gli intramezzi del protagonista che parla da sopra la Statua della Libertà.

Un po' ruffiano in qualche uscita ma da questo punto di vista mi aspettavo anche di peggio, e fortunatamente non ci sono riferimenti alle stragi del 2001 (tranne uno velato alla fine).

Non mi ha fatto impazzire ma tutto sommato non è nemmeno poi così malvagio. Più che sufficiente.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  13/03/2016 21:21:08
   6½ / 10
Discreto film che narra di un'impresa notevole.
Lo sguardo di Zemeckis ci riporta alle Torri Gemelle e ci fa ricordare la persistente presenza della loro assenza.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  03/03/2016 18:35:06
   6 / 10
Regia e fotografia molto belle per una storia che ha il sapore di una fiaba. Buona, ma non eccelsa prova del protagonista. Bellissima la scena della traversata tra le torri, il resto l'ho trovato a tratti noioso. I personaggi secondari non entusiasmano e nemmeno la colonna sonora.

Alex22g  @  11/02/2016 17:17:33
   10 / 10
Film molto bello sia per la storia che per l'impostazione datagli. Zemeckis alla regia riesce a valorizzare a dovere una storia di per se abbastanza semplice , e scegli il tono da commedia ( per gran parte del film) che sinceramente ho apprezzato molto. Bravissimo Lewitt che come attore mi piace sempre più. Belle anche le musiche e la fotografia. Da vedere .

Invia una mail all'autore del commento WildHorse  @  30/01/2016 20:47:35
   5 / 10
maah, insomma... così così, solo se non paghi e non pensi. Un filmettino o, alla faluggi, una mezza cacata (scusatemi il termine).
Hanno rimesso a nuovo le torri gemelle per -chissà, magari può essere?- accattivarsi il pubblico americano e per raccontarci una storia che sappiamo già, né più né meno.
Inoltre il protagonista narratore è una trovata orrenda, sarebbe stato più bello senza il tipo che ogni due e tre ci preannuncia ciò che sta per accadere.
A mio parere, una mezza americanata da 5 e giù di lì.

Invia una mail all'autore del commento pikke71  @  30/01/2016 00:56:31
   7 / 10
Poetico omaggio ad una folle e straordinaria impresa. Dal sogno di Petit alla sua incredibile e rocambolesca realizzazione. Le scene sulle torri sono bellissime e danno le vertigini anche allo spettatore. Ps. guardate anche il documentario Man on wire sull impresa. Bellissimo

marcogiannelli  @  29/01/2016 16:46:53
   8 / 10
come dice Tempesta, è un film magico, che pensi di non sopportare dopo 15 minuti, ma che invece ti lascia con il fiato sospeso e incollato allo schermo
meravigliosa regia, immagini e sensazioni, bravissimo il protagonista

fragolo1980  @  18/01/2016 12:54:19
   7½ / 10
Veramente un film fatto molto bene,comlimenti a Joseph Gordon-Levitt ottima interpretzione.
Le scene finali sulla corda fanno veramente venire l'ansia.
Da vedere.

kastalya  @  17/01/2016 16:02:43
   7½ / 10
Buon film su una storia vera che si lascia guardare con una certa curiosità ed un certo interesse.

Sicuramente c'è di meglio...ma per una tranquilla serata è un film consigliabile.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  15/01/2016 13:08:44
   7½ / 10
A metà film in effetti un po annoia. Ma il resto e un buon film
Sapere che è storia vera ma sopratutto riprodotto fedelmente hai fatti accaduti
A me ha emozionato...vederlo sul filo alla fine mi ha fatto sudare le mani.
E davvero incredibile ciò che ha fatto non conosce la paura....l'attore azzeccato in quanto joseph è realmente arrogante presuntuoso e convinto di se....

stiffa  @  13/01/2016 15:31:59
   4½ / 10
abbastanza noioso

TheLegend  @  11/01/2016 04:39:33
   5½ / 10
Favoletta mediocre e abbastanza noiosa.
Piuttosto guardatevi "Man on wire" che almeno racconta con più sincerità questa impresa.

3 risposte al commento
Ultima risposta 15/01/2016 15.57.14
Visualizza / Rispondi al commento
piripippi  @  09/01/2016 00:55:56
   9 / 10
il film è splendido nulla da dire, storia reale bella avvincente piena d sentimenti. i sogni che si avverano con la tenacità di chi ci vuol credere. robert zemeckis non ha sbagliato nulla i questo film, fagli attori agli effetti. un po di nostalgia nel sapere quello che sarebbe poi successo alle torri gemelle. insomma un gran bel film davvero di cui se ne parla troppo poco

stallo  @  06/01/2016 17:30:23
   7 / 10
questo tizio è veramente matto.....
molto interessante

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  03/01/2016 23:50:24
   7 / 10
Storia di un matto che nella vita ha avuto come obiettivo principale camminare tra le torri gemelle...
Le scene dell'impresa sono riuscitissime e coinvolgono parecchio, ad un certo punto non vedevo l'ora venisse giù da quel filo sospeso a centinaia di metri d'altezza !

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  23/12/2015 18:08:09
   6½ / 10
Soggetto non facilmente gestibile, premettiamolo, il fine ultimo sono quei cento passi sul cavo, quella mezz'ora ricca di pathos che ci catapulta nella vertigine, un momento adrenalico che lo spettatore attende trascinandosi 1 ora mezza tra inutili convenevoli confezionati ad arte, ciò che ruota attorno a Petit sono personaggi di una bidimensionlità disarmante, avventure al fulmicotone, eventi che sembrano usciti da un romanzo di Jules Verne. Zemeckis stempera di qualche ottava i toni di serietà dell'operazione, la condotta del biopic è simile allo Spielberg di inizio millennio su Frank Abagnale Jr. o sull'ispirata storia di Mehran Karimi Nasseri, all'anticamera della 'camminata' il film assorbe i connotati dell'heist movie, il tutto orchestrato dal narratore onnisciente che è Petit stesso, tuttavia quei 30 minuti (rigorosamente in 3D) invasivamente raccontati dal protagonista, hanno la funzionalità di decollare la visione in un volo pindarico, un'estrazione dalla realtà magnetizzata dalla camminata che dà il meglio nei pochi istanti di silenzio.
Il tributo è tutt'altro che invasivo o solenne, un sincero raccoglimento ma nulla di retorico e conoscendo Zemeckis il rischio di una chiusura con le bandiere americane sventolanti era tutt'altro che un miraggio.

Burdie  @  20/12/2015 23:36:40
   7½ / 10
...entusiasmante!

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  20/12/2015 23:28:05
   7 / 10
Nonostante sia una favoletta semplice semplice, mi ha fatto rimanere con il cuore in gola e ho sofferto le altezze. Bravo Zemeckis a renderlo interessante, proprio come una rapina al treno, un "colpo". Da vedere...

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/12/2015 23.48.35
Visualizza / Rispondi al commento
barone_rosso  @  20/12/2015 21:50:29
   7 / 10
Diciamo che se non fosse per le capacità di Zemeckis sarebbe stato una palla cosmica... Due ore e passa su un tizio che cammina sulle funi... Invece il buon Robert riesce a renderlo addirittura emozionante...

Febrisio  @  13/12/2015 13:55:26
   5½ / 10
Se non lo avessi visto qui commentato, non mi ricordavo di averlo visto. Non ricordo il nome dell'artista protagonista, nemmeno il suo viso. Un successone insomma. Zemeckis da prova della sua qualità, e riesce a costruire una trama laddove non quasi non esiste senza mai annoiare. Devo ancora capire il motivo per celebrare questo evento. È per ricordare l'artista? o un pretesto per mostrare le torri gemelle? Le domande più interessanti sono, "Da chi è stato commissionato? e soprattutto perchè?"

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/12/2015 23.50.30
Visualizza / Rispondi al commento
TheLory  @  13/12/2015 12:42:34
   5 / 10
Tolta la scena mozzafiato negli ultimi 15 minuti, resta la noia. Poi che mi frega a me di uno che cammina su un filo, cosa c'è da celebrare in questo modo esagerato, manco avesse dato un qualche contributo al progresso della razza umana.

dagon  @  13/12/2015 09:40:26
   6 / 10
Non mi ha convinto per niente il tono da favoletta scelto da Zemeckis. Un film che vale fondamentalmente solo per la sua ultima mezz'ora. Ho avuto la possibilità di vederlo in 3d imax e devo dire che ogni tanto sentivo strizzarsi gli zebedei. Sotto questo profilo è veramente impressionante. Peccato che, al di là della sua tecnica mirabolante, ci sia poco altro.

Crystal_89  @  24/11/2015 18:54:43
   6½ / 10
Una commedia biografica veloce, leggera e brillante.
Forse anche troppo leggera, direi semiseria tanto che ci si irrita presto di quel nanetto presuntuoso che parla a raffica verso lo spettatore.
Tecnicamente è fatto bene, soprattutto in 3D, ma lo si nota solo nella scena clou

The BluBus  @  16/11/2015 23:50:34
   7 / 10
Piacevole e ben confezionato

Aztek  @  12/11/2015 12:28:39
   7 / 10
Importante ritorno di Zemeckis con un film che intrattiene molto bene e con una buona dose di adrenalina sopratutto negli ultimi 30 minuti. La parte della passeggiata tra le due torri, infatti, è fatta molto bene, con inquadrature mozzafiato sulla Grande Mela che potrebbero creare qualche problema a chi soffre di vertigini :-)
Buone interpretazioni così come anche la fotografia.

BlueBlaster  @  03/11/2015 01:08:33
   6½ / 10
Un omaggio alle Twin Towers piuttosto lecchino e laccato che per questo non ho gradito appieno...secondo me anche esagerato e romanzato all'inverosimile per quanto tratto da una storia vera penso ci siano molte cose non vere!
La regia comunque è davvero buona e a tratti poetica quando non tecnicamente eccellente ma molto del merito è della CGI di cui Robert Zemeckis è sempre stato un avido consumatore.
Discreta la prova attoriale di Joseph Gordon-Levitt anche se a me il suo personaggio ha irritato, da dimenticare la banalità delle musiche.
Una bella storia che sa di favola, tirata un pò per le lunghe da una sceneggiatura alla Disney, che può contare su una ventina di minuti al cardiopalma.
Gradevole ma allo stesso modo così politicamente corretto e scontato da scontentare.

pak7  @  01/11/2015 02:25:20
   6 / 10
Sono uno degli amanti di Zemeckis. Uno dei tanti.
Un regista capace di raacontare storie incredbili, con una tecnica straordinaria.
L'idea di partenza per raccontare questa storia vera e affrontare questa camminata in mezzo al cielo è assolutamente buona, gli sviluppi sono da meno.
La storia si svolge in maniera quasi lineare, scontata, anche se dai ritmi buoni (nella prima parte); una pellicola che non mi ha fatto sognare come tante altre del regista, forse perchè non si è creata quella classica e famosa empatia. Molto buona la realizzazione grafica delle Twin Towers, ma con Zemeckis non è una novità.

Trixter  @  31/10/2015 23:43:42
   7½ / 10
Non sono certo un amante dei film biografici, eppure devo ammettere che questo The Walk è un film che incuriosisce e, in un attimo, ti cattura, ti prende, ti rapisce, ti respira. Sia sotto il profilo tecnico che registico, la pellicola è strutturata benissimo, senza tempi morti, senza inquadrature superflue o ridondanti, con dialoghi equilibrati ed un'ottima resa interpretativa degli attori: segno che anche la sceneggiatura è ben costruita. Peccato non averlo visto in 3d, il che avrebbe, con ogni probabilità, sublimato una visione comunque magica ed emozionante.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  29/10/2015 02:00:23
   8 / 10
"Ma la cosa eccezionale, dammi retta, e' essere normale" (Cfr. Cit.)

Se ha ANCORA UN SENSO andare al cinema, lo si deve a registi come Zemeckis, forse il piu' dotato regista mainstream in circolazione, con buona pace dell'amico Spielberg. Il suo ultimo, incredibile film non sembra ancora del tutto immune da un certo buonismo in stile Forrest Gump, ma lievita - con una mise in scene quasi surrealista che ci ricorda Hugo Cabret di Scorsese e Big Fish di Burton - la Rappresentazione di una Missione Impossibile che e' soprattutto una Palestra della Vita. L'immagine-Icona del gabbiano che raggiunge Philippe Petit sulla sua spericolata impresa e' davvero estetizzante, ma e' l'unica nota stonata di un memorabile film-tributo. Il tributo di un uomo a un Simbolo (duplice) che non esiste piu' dalla mattina dell'11 Settembre 2001, quella che i Living Colour hanno commemorato in uno dei dischi piu' sorprendenti e sottovalutati della loro carriera, qualche anno fa. E per una volta il 3-d non e' usato in modo gratuito o pretestuoso, anzi perfettamente funzionale alla storia e all'immenso pathos che regala agli spettatori. Sono veri brividi di terrore che attraversano il nostro Icaro (L'Io) mancato, mentre sognamo tutti di sfiorare il Cielo e restiamo ancorati, per paura, negli asfalti piu' rassicuranti della Terra. Ma prima di tutto il film rende un magistrale servizio al libro e al personaggio di Petit, osservando come La corda che lo sostiene sia il mezzo possibile, anzi l'unico, e per questo vettore "umano" di riconoscenza, per superare un'Impresa. E' questo che fa del film tutto quello che non e' riuscito a "Everest", la consapevolezza di un Traguardo universale e individuale che va oltre le leggi della natura, anzi supera la consapevolezza della natura e della (in) coscienza umana. Credo che la lunga sequenza della traversata rimarra' nella storia del cinema digitale di tutti i tempi, mentre il sapore da favola - a tratti dolcemente lugubre - ci riporta ai fasti di quei Sogni Rubati dove l'azzardo non era mai impossibile, anche in anni fortemente provati da mutamenti e corruzione sociale e politica (Watergate docet). Nel mirino di "The walk" resta un grande sogno antico, perche' oggi ritroviamo piu' facile aderire alle agghiaccianti "visioni" di The lobster, come se tutto quel funanbulismo vitale diventasse un preambolo alla morte, e non piu' alla Vita

Giovans91  @  27/10/2015 12:03:38
   8½ / 10
Film visto in anteprima nazionale alla Festa del cinema di Roma, con tanto di incontro con il grande funambolo Philippe Petit.

The Walk è molto diverso da quello che si potrebbe pensare, infatti decide coraggiosamente di rinunciare alla facile drammatizzazione legata al ricordo, così caro al pubblico americano, delle due Torri Gemelle, e di impostare l'intera pellicola come un vero e proprio Heist Movie, fatto di suspense e di complici, tutto condito con una leggerezza e un'ironia incarnata alla perfezione dal bravissimo Joseph Gordon Levitt, che per l'occasione sfoggia un accento francese quasi perfetto, senza però dimenticare il romanticismo e la saggezza, incarnati dal meraviglioso personaggio di Ben Kingsley.
Ma The Walk è anche e soprattutto grande cinema, in cui si ride, ci si commuove, si rimane a bocca aperta. Zemeckis dirige magistralmente con movimenti di macchina vertiginosi, su e giù per quelle due Torri, vere protagoniste del film, e poi ci trascina nel vuoto, quel vuoto che si apre sotto i piedi di Philippe, in una scena che è al contempo fonte di ansia e di serenità, grazie anche a un 3D straordinario, che, per una volta, non è superfluo, anzi, appare indispensabile.
The Walk è un film poetico, divertente visivamente grandioso, un ritorno in grande stile per uno dei registi che ha sempre fatto della realizzazione dell'impossibile il suo punto forte.
Una passeggiata nel vuoto che lascia senza fiato.

Jumpy  @  27/10/2015 00:26:30
   7 / 10
Ha toni molto poetici e surreali, mi ha ricordato vagamente "Big Fish"... con una notevole dose di avventura in più.
Nella prima parte, anche se accattivante, l'ho trovata un po' lenta, il film decolla ed affascina davvero, tenendo incollati alla poltrona, dopo una mezz'oretta.
Il pezzo forte, per il suggestivo e notevole impatto visivo, oltre che il forte valore simbolico (dopo l'11 settembre) è proprio nell'ultima mezz'ora.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  26/10/2015 12:30:51
   8 / 10
Sono andato al cinema che ero davvero stanco ed ero certo che avrei chiuso gli occhi dopo 5 mimuti.
Invece,la magia di questa pellicola mi ha trasportato in un sogno incamtevole e pericoloso.
Un film magico

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Caio  @  26/10/2015 01:34:01
   8½ / 10
Non so se considerarlo il film dell'anno, ma a me é piaciuto moltissimo. Unico rammarico non averlo visto in 3d, per una volta, ma tanto é bastato per sentire le gambe tremare di vertigini per metà del film. L'ultima mezz'ora del film é visivamente prodigiosa, con una regia e una fotografia sublimi. Naturalmente Zemeckis sceglie di raccontare una storia che dopo l'11 settembre diventa una Metafora di un mondo che non esiste più. Il funambolo philip dona alle torri l'anima di un sognatore, così come i fatti dell'11 settembre le trasformeranno nel simbolo del terrore. Mentre siamo con Philip su quel filo, sentiamo che ogni cosa é possibile. E se anche oggi camminiamo tutti quanti sul filo del terrore, sopra a un baratro vuoto, e se sappiamo che quelle torri non ci sostengono più, ci ricordiamp di Philip, e della sua camminata nel cielo

Wilding  @  25/10/2015 18:17:09
   5 / 10
Il racconto di una storia vera vale sempre qualche punticino... e meno male!! Perchè ad eccezione del momento clou il tutto è un pò freddo, noioso, confuso... di una mediocrità che sorprende considerando gli standard di Zemeckis.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006150 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net