un cuore grande regia di Michael Winterbottom USA 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

un cuore grande (2007)

 Trailer Trailer UN CUORE GRANDE

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UN CUORE GRANDE

Titolo Originale: A MIGHTY HEART

RegiaMichael Winterbottom

InterpretiAngelina Jolie, Will Patton, Archie Panjabi, Dan Futterman, Jillian Armenante, Irfan Khan, Denis O'Hare

Durata: h 1.48
NazionalitàUSA 2007
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2007

•  Altri film di Michael Winterbottom

•  Link al sito di UN CUORE GRANDE

Trama del film Un cuore grande

Il reporter del Wall Street Journal, Danny Pearl, scompare in Pakistan, così la moglie, che non si rassegna all'idea di perderlo, inizia una drammatica ricerca che risulterà però inutile, perchè il marito in realtà é gia morto. Tratto dalla vera storia dei due coniugi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,23 / 10 (15 voti)6,23Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Un cuore grande, 15 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Spotify  @  07/08/2015 18:12:15
   5 / 10
Più che un film mi è sembrato un documentario su un fatto purtroppo accaduto realmente. Non mi ha convinto, fin troppo reale, mi è sembrato di vedere uno di quei programmi che trovi su "National Geographic". Di solito qualsiasi o almeno la maggior parte delle pellicole a carattere storico sono sempre un po' romanzate, mentre qui è tutto fin troppo tirato. Se Winterbottom ha voluto ricreare apposta questo effetto, dal mio punto di vista ha sbagliato, perchè ricordiamolo sempre: il cinema è invenzione. La regia, oltre ad avere i difetti sopra citati è anche parecchio lenta, c'è un ritmo davvero soporifero. Poi è tutto troppo costruito, non c'è un montaggio fluido e devo dire che questa cosa mi ha dato molto fastidio. Per fortuna c'è una buonissima direzione degli attori, tutti molto credibili nei rispettivi ruoli. Si ottengono gli effetti voluti per rappresentare una vicenda del genere. Bella la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto quella della protagonista. Poi però, d'altro canto, abbiamo anche delle scene che sembra non finiscano mai e che alla lunga stancano. Il finale è discreto, forse l'unico punto in cui il film sostituisce lo pseudo-documentario. Non mancano delle scene dove c'è della buona tensione, specie all'inizio. Non dicono molto invece le sequenze che vedono protagonisti i presunti rapitori. Non mi hanno suscitato alcuna emozione. Totalmente inutili e fuori contesto le critiche sociali, specie quelle riguardanti i rapporti che ci sono tra Pakistan e India. Fotografia non male, rispecchia molto il clima di una enorme e caotica città pakistana, con quei toni giallo-marroncino. Scenografia che convince, molto credibile e valorizzata anche abbastanza bene da Winterbottom. La sceneggiatura l'ho trovata eccessivamente confusionaria, troppi nomi, troppi personaggi e troppe scene superflue e ripetitive. Dialoghi insipidi e prevedibili. Almeno c'è una buona stesura di tutti i soggetti. Il cast mi è piaciuto, probabilmente la cosa migliore del film: a differenza da quello che dicono altri utenti, ho trovato l'interpretazione di Angelina Jolie molto convincente, quasi toccante. Particolare la sequenza dell'urlo dopo che è venuta a sapere della morte del marito. Bravi anche tutti gli altri attori, soprattutto Irrfan Khan.


Non è da buttare, il voto tra l'altro si avvicina quasi al 5,5, però per la ragione all'inizio del commento non promuovo questo film. Troppo lento.

gemellino86  @  02/10/2014 19:18:38
   5½ / 10
A me mi ha un po' annoiato. Il ritmo è troppo lento e nonostante un'approfondita analisi psicologica della protagonista non l'ho digerito. Angelina quando imparerai a recitare?

giusss  @  04/02/2009 01:58:59
   6 / 10
Apprezzabile la sobrieta' con cui viene raccontata questa storia,per altro vera,senza furberie cinematografiche e sicuramente cosi meno spettacolare.Solo che Angelina Jolie non riesce ad essere convincente e il film dopo un po' si affievolisce nella noia piu' totale fino ad un sussulto finale che pero' non è abbastanza per risalire la china.
Promuovo comunque l'onesta nel raccontare un film documento.

vale1984  @  01/09/2008 22:40:41
   7 / 10
Bel film...ci sono alcune scene un pò lente, soprattutto intorno ai dialoghi tra polizia e politici, ma bello, da vedere...non troppo crudo, reale...bravi gli attori e forti le personalità. Una riflessione: darebbe bello se polizia e tutti gli enti collaborassero di più per risolvere i problemi internazionali.

PATRICK KENZIE  @  19/08/2008 21:47:25
   7½ / 10
Winterbottom si conferma un regista molto bravo a "raccontare storie".
Un film tratto dagli eventi realmente accaduti al giornalista Americano Pearl,sequestrato per vari mesi mentre era a Karachi con la moglie (anch'essa giornalista)incinta.
Una narrazione degli eventi molto asciutta e mai confusa,che prende lo spettatore e lo porta con se in questo viaggio,fato di ansia,emozioni,dolore e qualche sorriso,grazie al meriti del regista e del direttore della fotografia,ma soprattutto alla Jolie piu' che mai Attrice con la A maiuscola.
La scena della verita (il finale) andrebbe fatta vedere a tutti nelle scuole di attori,perchè la Jolie incarna totalemente il dolore. Mentre si guarda questa scena viene da pensare solo "è cosi che dovrebbe essere il dolore",e la Jolie ha il merito di rappresentarlo ad altissimi livelli.
Un Plauso al coraggio (ancora) di Winterbottom di raccontare una storia nuda e cruda e alla Jolie per aver dato al personaggio un tocco che solo pochi riescono a fare.

antonioba  @  08/05/2008 06:49:56
   6 / 10
Film un pò pasticciato ma riesce discretamente a rappresentare il dramma privato del personaggio

everyray  @  06/05/2008 02:20:05
   6 / 10
A sentimento mi verrebbe da dare un 7 perchè la storia è vera e riporta i fatti in maniera quasi reale,l'interpretazione della Jolie non è per nulla convincente tanto che meriterebbe un 4 e mezzo,il film nella parte centrale è troppo lento e si fatica a seguire,voto 5,il finale è il momento migliore di tutto il film e meriterebbe un 7 e mezzo..regia e tutto il resto 6 e mezzo!
Voto finale 6!

superfoggiano  @  13/04/2008 23:10:54
   7 / 10
Bel film a me è piaciuto molto....
Una storia purtroppo attuale

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  07/04/2008 11:23:15
   7 / 10
La vera e tragica fine di Daniel Pearl,giornalista inviato a Karachi per il “Wall Street Journal”,rapito ed in seguito decapitato dai fondamentalisti islamici.
Michael Winterbottom regista discontinuo ma impegnato,come testimoniano la maggior parte dei suoi lavori(basti pensare al recente “The road to Guantanamo” o a “Benvenuti a Sarajevo”)utilizza ancora una volta uno stile asciutto, quasi documentaristico,retaggio delle sue origini di filmaker,per narrare questa drammatica vicenda.
Il regista gestisce bene la tensione,rappresenta gli avvenimenti con grande lucidità,ogni tanto scivola un pochino nella retorica ma è bravo nel raccontare il rapimento solo dal punto di vista della famiglia del giornalista e delle autorità che indagarono all’epoca.Winterbottom sembra non voler insistere sull’atrocità della situazione,preferisce attenersi ai fatti cercando di romanzarli il meno possibile,il film risulta così un po’ troppo corretto ed edulcorato e di conseguenza poco coinvolgente in alcuni punti, ma vanta un montaggio efficace e mai stancante,oltre ad una sequenza da brivido nel momento in cui la moglie di Daniel apprende della morte del marito.Una sequenza veramente forte,ben interpretata da una convincente Angelina Jolie,che abbandonato il suo lato più glamour fornisce una prova assolutamente soddisfacente e sofferta.Molto interessante il lavoro fatto sul suo personaggio,la Jolie interpreta Marianne con convinzione,donna mossa dall’orgoglio e dalla rabbia,ma sempre molto dignitosa nell’esternazione delle sue preoccupazioni e del suo dolore.
“A mighty heart” è un film che presenta dei difetti ma rimane un buon prodotto,efficace nel mostrare un Winterbottom intento ad analizzare la violenza e le sue cause scatenanti sia che ci si trovi nelle inumane carceri di Guantanamo sia che ci si trovi nella caotica Karachi.

4 risposte al commento
Ultima risposta 07/04/2008 14.55.20
Visualizza / Rispondi al commento
Brumax  @  14/03/2008 10:22:57
   6 / 10
Visto ierisera in dvd, non mi ha particolarmente colpito, come tutti quei film documento di cui si conosce ampiamente la storia e soprattutto la drammatica fine. Cmq. guardabile con la Jolie, a mio parere molto brava.

rasta  @  27/12/2007 18:30:06
   3½ / 10
reportage su AlQaeda, neanke troppo ben fatto; ovviamente filo americano a + non posso. interpretazione della Jolie esasperata e non riuscita in un film lento e + ke scontato. la morale a stelle e strisce finale fa da ciliegina sulla torta... sconsigliato!!!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  25/11/2007 11:29:42
   6½ / 10
Brad Pitt produce questo interessante film di Micheal Winterbottom, tratto dalla storia vera dei coniugi Pearl.
Il film ha davvero un buon ritmo ed è piuttosto facile rimanere sospesi tra ansia e speranza nel seguire lo svolgersi delle indagini per ritrovare il reporter rapito a Karachi, nonostante si conosca il finale della storia.
La regia è molto ben curata e sobria. Il montaggio è davvero strepitoso. Le scene investigative sono le migliori del film.
Non troppo convincente l'interpretazione di Angelina Jolie, penalizzata anche da un pessimo doppiaggio; cosa questa che fa scendere di un punto il voto poichè proprio il personaggio di Marianne è al centro del film.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  19/11/2007 16:19:21
   5½ / 10
Troppo telegiornale e poco film.
sembra più un documnetario su AlQaeda che altro.
Personalemte non lo avrei fatto uscire nelle sale cinematografiche.
Il Cinema è arte, spettacolo, intrattenimento.
In questo film non c'è niente di tutto questo. La regia è fredda, colonna sonora inesistente... boh... Non è di certo l'ideale per passare una serata spenseriata. Direi di aspettare il DVD e di vedervelo comodamente da casa.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  15/11/2007 13:34:15
   7 / 10
giumig  @  13/11/2007 11:34:26
   8 / 10
Davvero un bel film, realizzato in maniera impeccabile con un ritmo equilibrato (parti serrate ed altre di riflessione) e funzionale, ottima regia e grandissima Jolie (la scena dell'urlo è magnifica...). La storia viene raccontata e descritta cosi come è stata vista dalla moglie del giornalista, per cui lo spettatore riesce ad immedesimarsi nell'angoscia e nelle paure che possono averla colpita. Non ci sono vere scene d'azione, ma il film fa capire in maniera perfetta quello che è successo, e lo racconta magnificamente.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008770 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net