uzak regia di Nuri Bilge Ceylan Turchia 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

uzak (2003)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UZAK

Titolo Originale: UZAK

RegiaNuri Bilge Ceylan

InterpretiMuzaffer Ozdemir, Mehmet Emin Toprak, Nazan Kirilmis, Fatma Ceylan, Zuhal Gencer Erkaya

Durata: h 1.50
NazionalitàTurchia 2003
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 2004

•  Altri film di Nuri Bilge Ceylan

•  Link al sito di UZAK

Trama del film Uzak

Mahmut, un fotografo, ospita a casa sua un parente, Yusuf, che si deve imbarcare per lavoro nel porto di Istambul. La presenza di Yusuf mette in risalto alcuni aspetti della vita di Mahmut per nulla contento della sua situazione..

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,37 / 10 (15 voti)7,37Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Uzak, 15 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Crimson  @  30/07/2015 22:43:57
   8½ / 10
Spoiler presenti.

Mahmut è di professione fotografo, circondato da libri, maniaco dell'ordine, tormentato da un topo a cui dà inutilmente la caccia da tempo a costo di seminare una trappola innanzitutto per sé stesso. E' talmente prigioniero della propria apatia che quando ha la possibilità di fotografare un panorama mozzafiato ci ripensa e prosegue, cancellando l'immagine con un colpo di spugna, e Uzak è un capolavoro di immagini che colgono immagini che non si realizzano o che muoiono come quelle in una televisione che propone spazzatura e morte dei sentimenti.
"La fotografia è morta" esclama in una reunion di intellettuali o simil tali che gli imputano di aver spento gli ideali tra cui realizzare un film come Tarkovskij, a proposito del quale due insoliti Stalker e Zerkalo vengono proiettati ma contrariamente al loro valore appiattiti brutalmente al resto delle immagini vuote e tristi. La mancanza di emozioni spinge al ricorso frustrato ad una pornografia vissuta come peccato individuale. Rispetto alla convenzionale "crisi" che sembra dover essere accostata con naturalezza quasi ineludibile e inconsolabile sempre e solo all'aggettivo "economica", Ceylan al terzo lungo con il suo inconfondibile stile coglie fenditure più profonde e nascoste come la distanza emotiva, una sessualità repressa, taciuta, nascosta. Il personaggio di Mahmut anticipa l'Aydin di Winter Sleep, è un intellettuale abulico e arido che avrebbe il compito di fornire chiavi di lettura e mostrare la via per risollevarsi, ma disattende continuamente il compito proprio nel momento di compierlo. Difronte ad un topo in agonia o alla madre in ospedale non si comporta in maniera tanto dissimile, mentre Yusuf non ha le chiavi di lettura eppure non ha perso la genuina umanità, è in buona fede e non ha davvero mai visto quell'orologio la cui scomparsa presunta gli viene attribuita neanche troppo velatamente. Durante le ricerche Mahmut ha nuovamente l'occasione per riaccendere l'interruttore emotivo, sconfiggere la paranoia, ma preferisce tacere e richiudere la scatola, l'importante non sembra essere la verità dei fatti come (ri)avvicinamento perdipiù famigliare, ma una sterile quanto inutile riaffermazione di chi comanda e chi subisce, uno sprezzante guardare dall'alto verso il basso di chi è nella posizione di poterlo fare. Mahmut ha anche la possibilità di poter parlare all'ex moglie per sconfiggere demoni interiori legati a quella vecchia e dolorosa storia dell'aborto, ma ancora una volta nel momento dell'azione si nasconde e fugge.
Uzak è come dal titolo un film sulla distanza e sulla rinuncia, sull'impoverimento emotivo che conduce ad una inesorabile condizione di solitudine.
Nell'ultima magnifica sequenza Ceylan riesce a canalizzare nella camera il senso di stritolamento intimo contrapposto alla pura contemplazione del paesaggio, alternando campo lungo e inquadratura sulla panchina e zoom progressivo sul volto del protagonista, che accende una sigaretta dal pacchetto rinvenuto in casa e unico segno tangibile rimasto a testimoniare il passaggio evanescente del cugino, che con la sola presenza gli ha dato la possibilità di cambiare senza essere minimamente inteso.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  31/03/2012 20:13:54
   8 / 10
Un possibile e probabile Tarkovskij contemporaneo alle prese con la crisi di un Tarkovskij contemporaneo.
Uzak è il dramma della Distanza (titolo tradotto) e dell'Incomunicabilità. È chiaramente un omaggio al grande cineasta russo quello che fa Ceylan in questo piccolo capolavoro mancato. A parte qualche stilema tipico (per esempio mettere la locandina di un film precedente nella camera del protagonista: Tarkovskij mette "Andreij Rublijov" in "Zerkalo", Ceylan mette il suo "Koza"), il regista turco si interroga sulle possibilità che un cinema esistenzialista quale quello tarkovskijano possa offrire alla sensibilità contemporanea. E pare davvero disilluso (il film porno dopo Stalker). Ma è qui che il grande si affianca al Grandissimo. Perché Nuri, pur essendo bravo, non è ancora riuscito a concretizzare un vero e proprio capolavoro. Uzak è di certo un gran film, ma è un'Opera mancata. Già è stato notato quanto sia lento il suo tempo cinematografico. Eppure non trovo sia la lentezza il tratto precipuo della sua incompiutezza. È la prima parte che non convince. Troppo lunga, troppo noiosa. Ma nell'ultima parte, più o meno da quando comincia a capirsi quanto sono mediocri i due protagonisti (e nel dipingere questa categoria penso sia persino più bravo di Tarko) e da quando è introdotto il personaggio dell'ex-moglie, il film ha un'impennata spaventosa. Degno del più grande cinema autoriale. Aspetto con trepidazione il capolavoro.

Phelps  @  12/12/2010 21:12:20
   4½ / 10
Lentissimo e noioso. Ottima la fotografia.

Ciaby  @  10/06/2010 08:07:35
   8 / 10
Distant. Uzak prende le distanze dal suo pubblico e mostra, con una confezione perfetta, le solitudini, gli amori, stralci di vita di Instanbul, ma che potrebbero essere benissimo di un'altra parte del mondo. Neorealismo turco, ricco di grande fascino e con sequenze magnifiche. Bellissimo, ma peccato -a volte- in prolissità: tuttavia, è un film da vedere. Ottimo.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  15/03/2010 13:19:49
   7 / 10
Allora, intendiamoci: Nuri Bilge Ceylan è uno bravo, soprattutto tecnicamente: la sua fotografia, ora gelida, ora carica di toni grigi è uno spettacolo per gli occhi. Anche la tematica della solitudine è trattata in modo originale e potente.
Però personalmente i suoi ritmi che definire dilatati è un eufemismo io proprio fatico a digerirli: 10 minuti di camera fissa su un tizio che risale un clivo o che attraversa la strada mi sembrano più di maniera che altro, e rendono la pellicola più cerebrale che sentita.
Il voto che ne risulta è quindi una sintesi tra lo splendore visivo ed il tedio emotivo: 7.

3 risposte al commento
Ultima risposta 15/03/2010 14.50.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  14/03/2010 12:30:42
   7 / 10
Atmosfere rarefatte e immagini suggestive per un affresco sulla solitudine in una malinconica Istanbul.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/03/2010 13.23.59
Visualizza / Rispondi al commento
Tom24  @  02/03/2010 00:07:45
   8½ / 10
Folgorante capolavoro. Magnifico.

addicted  @  01/06/2009 21:55:39
   8 / 10
Un film veramente bellissimo. E' una amara storia di solitudine, ambientata in una splendida Istambul, che non è mostrata in cartolina, ma costituisce lo sfondo (visivo e sonoro) ideale. Dove si è più soli se non in una grande città?
Il ragazzo di campagna cerca il lavoro e si perde dietro le belle sconosciute, che rimangono sempre tali. Il parente di città si è condannato alla solitudine perchè, semplicemente, non può vivere accanto a qualcuno. I due si incrociano e, ovviamente, non si trovano.
Amaro e leggero, gode di un'ottima fotografia e di due attori veramente impeccabili.

collina  @  16/09/2008 12:42:54
   7 / 10
Un fil complesso , ma che mi ha saputo entusiasmare, dimostrando ancora una volta che la magia del cinema può essere rappresentata senza bisogno di molti soldi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  04/01/2007 20:47:49
   7 / 10
la forza del film non sta sicuramente nella trama (che di per se potrebbe occupare giusto un corto di 5 minuti), ma nella fotografia e nel utilizzo di immagini quasi immobili che dilatano le emozioni del protagonista.
le bellissime scene all'aperto però sono desolanti quanto quelle anguste dell'appartamento del protagonista, tranne una scena abb. comica il film è parecchio "depresso".

francuccio  @  26/11/2006 18:14:34
   8 / 10
Le storie di due uomini diversi ma in fondo accomunati da un profondo disagio esistenziale fatto di solitudine, malinconia, difficoltà di comunicare e di riuscire ad essere amati.
Film volutamente lento che si sofferma molto sui paesaggi di un Istambul innevata e affascinante. Straordinarie la regia e la fotografia.
Una piccola perla dalla Turchia che il cinema lo sa fare e anche piuttosto bene.
E quest' opera di Ceylan lo dimostra. Alcune scene topiche davvero eccezionali a mio parere hanno contribuito ad alzare il mio voto.

sweetyy  @  20/11/2006 14:23:44
   4 / 10
Che media esagerata..Il film in fondo inizia bene e sembra interessante ma col passare dei minuti diventa un mattone.
Il regista si sofferma a riprendere i paesaggi e gli sguardi delle persone..quindi è un film che si poteva fare benissimo in un'ora se avesse accelerato i tempi..Lo sconsiglio specie ha chi ha il sonno facile!

hiroshi  @  17/08/2004 21:54:49
   9 / 10
veramente un gran bel film. premio della giuria cannes2003 meritatissimo.

eccomi555  @  28/07/2004 18:09:29
   7 / 10
fatto bene ma... che pizza!

Gruppo COLLABORATORI paul  @  07/07/2004 13:03:24
   9 / 10
Uno dei più bei film degli ultimi anni. Il tema della solitudine e del bisogno d'amore è magnificamente espresso con immagini al limite del realismo che superano la forza dei dialoghi (volutamente non moltissimi) ed una interpretazione dei due protagonisti (così uguali nella loro diversità) davvero eccellente. Un film molto europeo e diversissimo dal solito happy-end e dai colpi di scena hollywoodiani. Tra le sequenze da ricordare: i due protagonisti che guardano in tv "Stalker" di Tarkovskij, ma non appena uno dei due va a dormire l'altro introduce un vhs porno; la discussione riguardo la morte della fotografia; lstanbul innevata; gli ultimi due minuti, con l'ultimissima sequenza degna del miglior Truffaut. Da vedere.

5 risposte al commento
Ultima risposta 18/10/2011 17.54.24
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali
 NEW
19171968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astra
 NEW
adoration (2019)ailo - un'avventura tra i ghiacciandrej tarkovskij. il cinema come preghieraangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmasboterobrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crime
 NEW
color out of spacecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinito
 NEW
figli (2020)figli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammametherzog incontra gorbaciovhole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del cane
 NEW
il drago di romagnail giorno pi¨ bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next level
 NEW
just charlie - diventa chi seila belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetleonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodrichard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the darkscherza con i fantischool of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonshow me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventura
 NEW
tappo - cucciolo in un mare di guaiterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padre
 NEW
underwatervasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

997273 commenti su 42783 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net