venerdi' 13 regia di Marcus Nispel USA 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

venerdi' 13 (2009)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film VENERDI' 13

Titolo Originale: FRIDAY THE 13TH

RegiaMarcus Nispel

InterpretiJared Padalecki, Amanda Righetti, Derek Mears, Odette Yustman, Ryan Hansen, Ben Feldman, Danielle Panabaker

Durata: h 1.39
NazionalitàUSA 2009
Generehorror
Al cinema nel Febbraio 2009

•  Altri film di Marcus Nispel

Trama del film Venerdi' 13

Una terribile tragedia si Ŕ consumata a Camp Crystal Lake. Tre decenni pi¨ tardi un gruppo di ragazzi si reca sul luogo della strage alla ricerca di un campo di marijuana per appropriarsi indebitamente delle cime con l'intenzione di arricchirsi. Accampati nell'oscura foresta, i cinque verranno fatti fuori da un uomo mascherato. Sei settimane dopo un giovane di nome Clay giunge a Crystal Lake a bordo della sua moto per cercare la sorella scomparsa. Si imbatterÓ nello spocchioso Trent che ha invitato alcuni amici a passare il week end nella villa di famiglia che si affaccia sul lago.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,90 / 10 (150 voti)4,90Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Venerdi' 13, 150 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

VincVega  @  18/04/2020 11:52:00
   4 / 10
Remake che è un polpettone di situazioni già viste nei capitoli precedenti. Per dirne alcune.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Il canovaccio è sempre quello, non è che mi aspettassi particolari novità, ma almeno un minimo di inventiva ci doveva essere. Questo dimostra come negli anni '80, nonostante i difetti, almeno si sforzavano di introdurre qualcosa di nuovo. Un remake inutile.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  19/10/2019 00:23:28
   5½ / 10
Inutile reboot di un cult che fu l'inizio di un'interminabile serie di dieci pellicole. Solito slasher col solito gruppetto di giovanotti idioti immancabilmente destinati a una morte truculenta. Tecnicamente risulta abbastanza ben fatto, ma nella sostanza è un film di cui non c'era nessun bisogno e che nulla aggiunge né alla saga di Venerdì 13.

Jolly Roger  @  22/02/2019 13:27:04
   6½ / 10
Due remake di NISPEL a confronto: NON APRITE QUELLA PORTA e VENERDI 13

C'è una certa idea, che trovo un po' rigida, secondo la quale i remake siano film di carattere inferiore agli altri.
Come figli di un dio minore.
Insomma, i remake sarebbero meno degni di rispetto, come un falso, la brutta copia di un dipinto di Van Gogh fatta da un principiante e spacciata per vera.
Questa concezione si aggrava ancora di più se il remake è di un film ritenuto un "mostro sacro" – in tal caso, il regista che "ha osato" approfittare del capolavoro altrui è tacciato, oltre che di fallimento, pure di lesa maestà.
Io ritengo che il remake sia al contrario una bellissima occasione per far rivivere un film del passato, svecchiandolo di quanto ormai è uscito dal gusto comune e arricchendolo di ciò che vi è invece entrato, nonché cercando di rivalutare alcuni aspetti del tempo che fu in chiave più moderna.
E' in base a questi aspetti che io valuto un remake - e sulla base di questi, l'operazione di Marcus Nispel è perfettamente riuscita quando ha girato il remake dell'Horror più conosciuto di tutti i tempi, The Texas Chainsaw Massacre, ovvero NON APRITE QUELLA PORTA.
Quel remake fu davvero ben fatto e le sue caratteristiche vennero poi riproposte nel prequel del 2006: Nispel riuscì a "svecchiare" la famiglia Sawyer, rendendo i suoi personaggi un po' più moderni: il Leatherface di Nispel è ritardato, certamente lo è - così come lo era l'originale, ma è ben più presente, mentalmente, di quanto era quest'ultimo: è meno goffo, più conscio delle proprie azioni, la sua violenza è meno spontanea ma più consapevole e forse per questo anche più truce.
Anche il resto della famiglia è palesemente meno pazzo e meno esuberante rispetto ai membri originari del film di Hooper, che erano degli evidenti schizzati - ma questa maggiore canonicità nasconde in realtà la loro più nichilistica e sadica concezione della realtà, più fredda, più lucida e ancora più abietta, perché non è solo figlia della disperazione, della desolazione, della stagnazione economica e della pazzia come nel primo film, ma è figlia dell'adattamento prolungato a questa situazione di abominio e di violenza che, dopo anni, non è nemmeno più percepita come crudele o moralmente sbagliata da chi la perpetra (e forse nemmeno più, al contrario, come piacevole), ma è diventata abituale, consueta, assolutamente normale. Emblematica, in tal senso, la scena in cui Lee Ermey, nei panni dello Sceriffo Hoyt, si gusta col mestolo la zuppa al cui interno vi sono pezzi umani, e si lamenta con la mogliettina del fatto che…manca l'aglio!
Mangiare altre persone non è immondo. E' normale. Quello che non va, o quello di speciale, o quello che guasta…è il fatto che manca l'aglio. E' immondo che manchi l'aglio!
Emblematica in tal senso è anche l'accettazione, da parte di chiunque (e non solo da parte della famiglia Sawyer), della situazione di violenza - che mi consente anche di fare una riflessione su quanto il remake sia stato intelligente nel rivedere in chiave moderna alcuni aspetti dell'originale: con una strizzatina d'occhio di Nispel al sottogenere dei "Rednecks Horror" / "Hillbilly Horror" (che poi è nato con Non Aprite Quella Porta), gli abitanti del posto sono stati dipinti come gentaccia della peggior specie, che vive in roulotte e che tira a campare. Gente infima, squallida, ripugnante nella loro indifferenza, nella loro omertà e complicità.
Rednecks che sono al corrente di quanto accade ai malcapitati che capitano in giro ad opera della famiglia Sawyer (es. la vicina che va a bere il tè insieme alla mamma adottiva del Leatherface) – e, se serve, la aiutano.
Allo stesso tempo, il remake strizza l'occhio al torture porn, molto in voga in quegli anni: le scene di violenza sono molto calcate e prolungate, in modo da alzare la tensione ai massimi livelli, per trasportare il più possibile la violenza da un piano fisico ad un piano anche psicologico. Sono tutti elementi già presenti nell'originale, che per molti versi è stato uno dei film più innovativi nel cinema horror – ma il remake ha portato questi aspetti ai massimi livelli.
La più grande innovazione del remake è l'attitudine della final girl. Nella tradizione, la final girl è semplicemente una ragazza urlante che fugge. Nell'originale, Marilyn Burns urla come un'ossessa dall'inizio alla fine, tanto da rischiare di risultare eccessiva ed irritante.
La final girl ammodernata, quella del remake, no.
Lei è figlia della Girl Revolution, delle Bad Girls o del Girl Power o chiamiamolo come vogliamo. Pure lei urla, pure lei sbraita e pure lei fugge…ma ad un certo momento non ne può più e inizia a tirar calci nelle balle.
La grossa differenza è che la "bad final girl" del giorno d'oggi si ribella al Male e, manco fosse dotata di un potere soprannaturale (…ma sarà forse l'invincibile POTERE DELLA F..A?) riesce pure a fronteggiarlo, spesso anche vincerlo.
Insomma, Non Aprite Quella Porta del 2003 fu un esperimento dignitoso e riuscito, così come il prequel del 2006, entrambi oggetto di critiche spesso immeritate e pretestuose.

Ora, purtroppo, secondo me la stessa operazione di Nispel con il remake di Venerdì 13 è fallita, o perlomeno non è stata agli stessi livelli.
Certamente, la saga di Venerdì 13 mal si adatta ad una rivisitazione in chiave moderna. Jason soffre di un grosso handicap: è un personaggio molto semplice, forse troppo. Certamente poteva spopolare a tempo indeterminato nei b-movies degli anni 80 e 90, ma oggi la storia è cambiata e anche negli horror si cerca un minimo sindacale di novità.
Se si ripropone il solito schema dello slasher (già proposto dalla saga in ben 11 film!), ok, può funzionare comunque ancora oggi, ma solo a patto che vi sia novità sotto altri punti di vista: si deve innovare (o ri-nnovare) il villain (ho visto recentemente Terrifier, che è sì uno slasher di vecchio stampo e con vecchi schemi…ma quanto è cattivo quel Clown!), oppure l'ambientazione, o qualsiasi altro elemento, magari un diverso pretesto per giustificare la carneficina dei malcapitati.
Con Jason, la possibilità di innovare o di rinnovare ha davvero spazi stretti. Chi lo conosce, lo conosce fin troppo bene: è come un pupazzo cattivo sul comodino di una camera da letto che tutti quelli della mia generazione hanno nel cervello, la stanza dei ricordi.
Chi invece è giovane e non lo conosce, resta forse un po' basito nel vederlo, nel chiedersi chi è…e soprattutto, perché uccide? Dieci minuti di spiegazione iniziale sono troppo pochi. Soprattutto se si considera che la vecchia saga di Jason aveva un intero film (il primo) e anche parte del secondo a fare da background a tutti i successivi. Jason era uno che, a conti fatti, aveva pure le sue ragioni per prendersela con gli idioti che, periodicamente, ritornavano a popolare Crystal Lake dopo ogni – ennesimo - massacro.
Ma questo Jason moderno? Praticamente è come se si fondesse in un solo film i primi tre capitoli della saga, ma nonostante ciò Jason ne esce caratterizzato pochissimo – il che è grave, perché, appunto, il personaggio è semplice già di suo. Se non gli dai un po' di carne al fuoco, se non lo monti un po', è e rimane solo un Coso con una maschera e poco cervello, che uccide.
Sono un po' deluso dalla caratura di questo Jason. Troppo leggera. Forse ho un ricordo un po' deformato ed edulcorato dei vecchi film, ma a me questo Jason mi sembra piccoletto (e non di statura) se confrontato con quello degli anni 80.
E' stato un bene svecchiarlo un po', levandogli quell'andatura a scatti da automa e la lentezza eccessiva dei movimenti – però non va nemmeno bene l'averlo trasformato in un tecnico che scava gallerie nel sottosuolo, illuminate con tanto di luce elettrica. Né in un arciere medaglia d'oro alle olimpiadi. Ci mancava soltanto che gli dessero in mano un mitra e che iniziasse a uccidere sparando…
Insomma, dovevano essere meno approssimativi e caricare un po' di più il personaggio. E' vero che Jason è quello, però qui lo hanno riproposto esattamente com'era, in modo sbrigativo e approssimativo, togliendo più che aggiungere - e sbagliando, laddove hanno cercato di aggiungere.
Oltretutto Jason non si presta facilmente, come personaggio, ad un remake. E' troppo figlio degli anni '80 e mal si presta a rivisitazioni. Come del resto Freddy Krueger – il che implica che non è soltanto la semplicità del personaggio a rendere difficoltosa la riproposizione di certi "miti"– perché se il discorso vale per Jason, non dovrebbe però valere per Freddy, che era certamente un personaggio (apparentemente) più complesso e certamente con più sfaccettature e possibilità di azione (anche se, ad onor del vero, sconta il fatto di essere confinato nel mondo degli incubi – difetto non da poco conto, in un mondo come quello di oggi, certamente meno incline all'irrazionale rispetto agli anni '80).
Negli anni '80, pure i villain dei film horror diventavano delle star, entravano nella cultura comune e finiva che ti trovavi il bambolotto di Jason al supermercato. Erano bellissimi quegli anni e lui ne rappresentava un'icona, con la sua maschera ed il machete d'ordinanza.
Oggi è rimasto un'icona. Venerdì 13 è Jason, ma questo Jason non basta più, non fa più breccia nel nostro mondo. Era già palese molti anni fa, quando, per innovare qualcosa nella saga, portarono Jason a Manhattan, o addirittura nello spazio!
Dall'altro canto, un Jason troppo rinnovato rischierebbe di snaturare il personaggio. E' come un cane che si morde la coda: un Jason non rinnovato ed uguale al passato non funziona, ma dall'altro canto un Jason rinnovato…non sarebbe più Jason e forse non funzionerebbe comunque.
Il che mi porta alla riflessione iniziale: il problema è la semplicità del personaggio.
Semplicità funzionale nel passato, quando cercavi trama zero, divertimento, slasher, un cattivo molto cattivo.
Superata, oggi.
Io però nonostante questo mi sarei aspettato che rischiassero un po' di più e ho l'impressione che non si siano sfruttate tutte le potenzialità offerte dalla saga e dal personaggio. Anche perché il film è comunque buono: non c'è noia e non manca qualche buon momento di tensione - e l'ambientazione è sempre ottima, oltretutto valorizzata bene - e sicuramente meglio che in passato.

Tutt'altra storia, per concludere, quella del Leatherface.
Per qualche motivo, quel personaggio non è invecchiato, si è adattato al trascorrere del tempo e quindi lo puoi riproporre come e quando vuoi. Tanto che l'ultimo film su di lui è del 2017 e si parla di fare una serie TV.
Io credo che ciò sia avvenuto perché, in un certo qual modo, il Leatherface, col passare degli anni, ha cominciato ad incarnare, nell'immaginario collettivo, la violenza reale, quella vera, quella spontanea e genuina. Non quella degli incubi e delle leggende, ma quella che potresti incontrare per davvero.
Il Leatherface e l'ambiente da cui è circondato sono versatili, sono svincolati dalla variabile del tempo storico in cui i film originali furono girati. "Non Aprite Quella Porta" offre molte più possibilità di uscire dai binari dello schema originale – e alcuni film della saga (es, proprio quello del 2017 citato) lo hanno più che dimostrato.

4 risposte al commento
Ultima risposta 25/02/2019 14.03.54
Visualizza / Rispondi al commento
Wilding  @  21/05/2018 21:12:19
   5 / 10
C'è davvero poco qui dell'affascinante capitolo "primordiale" della saga dedicata a Jason. Scuro, cupo, snervante, sconclusionato, scontato... mediocre!!

GL1798  @  01/11/2017 22:35:51
   5 / 10
Nella visione di questo film non ho riscontrato degli elementi di originalità. Sembra che riprenda alcune scene di altri film splatte. Non ne consiglio la visione.

biagio82  @  16/07/2017 18:49:01
   6 / 10
niente di eccezionale questo film che cerca di essere un remeke che mischia i vari elementi dei predecessori, sa veramente tropo di già visto senza sorprendere, anche se sul lato tecnico è impeccabile manca di mordente, l'unica nota positiva è che il film scorre bene, ma diciamocelo, è un film di cui nessuno sentiva la necessità...

john doe83  @  21/02/2017 12:38:07
   6½ / 10
Discreto remake che inserisce tutti i classici punti di forza di questa saga che ha fatto storia del cinema slasher.
Consiglio la versione estesa "killer cut", che però si trova solo in dvd in inglese.

Colibry88  @  17/09/2016 01:43:17
   4 / 10
Irritante ed antipatico remake di "Venerdì 13". Veramente insulso e snervante. Una patetica operazione commerciale mal riuscita. Personaggi anche peggiori degli idioti che popolavano la saga originale. Si salva sul filo del rasoio solo Padalecki. Da dimenticare, e in fretta!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Manticora  @  28/08/2016 17:55:23
   5 / 10
Nispel è diventato con il tempo il regista qualsiasi che fà remake qualsiasi,con trama qualsiasi,attori qualsiasi,musiche qualsiasi e insomma fà film qualsiasi. Un regista che costruisce film talmente piatti che li guardi come se fossero una puntata di bieutiful,niente sorprese,l'importante sono almeno un paio di manze americane,che all'occorrenza mettano in mostra le tette,poi il solito gruppo di ragazzi decerebrati,fatti e strafatti,che vengono uccisi in maniera veloce e spietata,infine il mostro,ovvero in questo caso Jason,ma Nispel ha diretto anche il remake di non aprite quella porta(perchè?)e il serial killer,che OVVIAMENTE è un ninja,và dappertutto,sorprende chiunque,neanche uno scricchiolio,nonostante sia alto due metri,e niente,mi è toccato il remake di venerdi 13 che è il copia incolla di non aprite quella porta, con OVVIAMENTE LA COPPIA TOSTA,in questo caso Jared Padaleki di supernatural,che cerca la sorella,in questo caso ci sono due gruppi da macellare,uno più stupido dell'altro,ma il body count si ferma a 11 vittime,con finale ricopiato da venerdi 13 parte 2

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Insomma dopo che l'hai visto,subito lo dimentichi,perchè Nispel stesso è un regista DIMENTICABILE.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/05/2016 23:26:41
   4 / 10
La differenza fondamentale di questo Venerdì 13 é sostanzialmente una: invece di un gruppo di carne da macello ce ne sono addirittura due. Ovviamente compiono il loro dovere di idiozia galoppante fino in fondo facendosi ammazzare nelle maniere più svariate e soprattutto scontate. E' scontato fin dall'inizio, non regala sorprese anche quando vorrebbe regalarle. Jason era sempre stato accusato di essere sessuofobo, mente in questo film non mi sembra che la sessuofobia centri granché. Il fatto è che se volevi sottolineare questo fatto, bastava una dichiarazione di Cunningham di poche righe e non farci un film come questo. La cosa che in parte lo salva, aldilà di Jason stesso che fa solo il suo dovere e nulla più, è qualche bel paio di poppe al vento niente male.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  13/05/2016 01:24:49
   4½ / 10
Mamma mia, che brutto film.

Prevedibilissimo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, attori irritanti, non un sussulto che sia uno, ambientazione uguale uguale a centinaia di film del genere. Notte, pioggia, buio... etc.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/05/2016 01.47.57
Visualizza / Rispondi al commento
enigmista  @  27/02/2016 23:29:13
   8 / 10
Mi è piaciuto molto, non annoia mai, ed è superiore a tanti film usciti nello stesso periodo. Riuscito omaggio di Marcus Nispel al cinema horror-slasher anni 80.

Strix  @  14/10/2015 03:38:25
   5½ / 10
PRO:
- prodotto ben confezionato e scorrevole;
- tette, tette, tette;
- ci vengono messi dentro un po' di elementi del personaggio, giusto per variare un minimo , ovvero

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

CONTRO:
- tali elementi sono comunque troppo poco, o vengono liquidati troppo in fretta per costruirci su una trama che esuli dal classico slasher e per dare al film un'identità propria.

Purtroppo, nonostante si lasci guardare, siamo al solito slasher. Non che nessuno si aspettasse il capolavoro, ma i remake di Halloween e Non aprite quella porta sono decisamente superiori.

Inoltre

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  23/09/2015 15:25:18
   5 / 10
Mi aspettavo una disfatta di Caporetto, invece è soltanto un filmetto dimenticabile e senza nessuna pretesa.
Alla fine un film del genere ti può offrire una trama prevedibile in (quasi) tutte le sue dinamiche, dei personaggi idioti, tette a profusione e un pò di sangue.
Questo è il franchising del nostro amato Jason di casa Cristal Lake.
Gioca a suo sfavore il fatto di essere un remake/reboot di un film degli anni '80, ergo non sarà possibile sorprendere in nessun modo lo spettatore.
Questo è il grande difetto del film: non ha modo di sorprendere.
Non aiutano neanche i dialoghi fin troppo sopra le righe e le musiche che stonano il contesto.
La fotografia poi è fin troppo pulita e nitida: Cristal Lake è bello da vedere, ma sicuramente non inquieta minimamente lo spettatore.
Riconosco alla pellicola una certa scorrevolezza, supportata da una discreta presenza scenica del villain, ma comunque parliamo di un film che non lascia il segno.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/09/2015 11.43.26
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  22/03/2015 23:20:37
   3½ / 10
Tutto fumo e niente arrosto. Nispel non bissa il successo dell'altro remake da lui diretto cioè Non aprite quella porta, e confeziona uno slasherino soporifero senza nessun scatto di novità che giustifichi un'operazione del genere. Forse il più inutile e insulso remake moderno.

jake1234  @  08/03/2015 16:21:38
   4 / 10
Il remake del gia mediocre film del 1980 (che in realtà alla fine sono solo i prime 5 minuti, Jason appare solo dal secondo film) diventa un buon mix tra horror e sesso, droga & rock'n roll. Ma ormai la gente ha bisogno di qualcosa di nuovo. Colpi di scena telefonati e alcune battute ignobili. Ma tutto sommato si fa guardare grazie ad un buon ritmo e a degli effetti splatter molto ben fatti. Niente di spettacolare.

luis 98  @  13/02/2015 05:02:23
   7 / 10
Gente che scrive: IL SOLITO HORROR CON DEI GIOVANI CHE VENGONO UCCISI ...TROMB4NO E CAVOLATE VARIE... Forse non avete capito che è uno slasher.... Cosa cavolo vI aspettate?!! PRATICAMENTE È COME ANDARE A GUARDARE UNA COMMEDIA E ARRABBIARSI PERCHÉ FA RIDERE...ma io boh...

Passiamo al film va..
La trama è abbastanza buona anche se forse più si va avanti e più diventa scontata ma comunque risulta abbastanza godibile.
qualche piccolo salto lo fa prende e le scene splatter anche se poche sono realizzate bene..

Gli attori non se la cavano male anche se alcuni sono antipatici PICCOLO SPOILER (ma va be tanto faranno una brutta fine hahaha)

Buon slasher movie..da guardare sicuramente.

6 risposte al commento
Ultima risposta 13/02/2015 22.27.12
Visualizza / Rispondi al commento
Giovans91  @  04/02/2015 22:33:26
   5 / 10
Questo remake "Venerdì 13" è una fotocopia di tanti teen-horror americani: giovani protagonisti belli e imbecilli, alle prese con droga e tanto sesso. Sesso a volontà.
Quello che interessa a questi horror è la rappresentazione di un mondo giovanile, assolutamente devastato da un punto di vista morale: belle ragazze, ragazzi ottusi, votati solo al divertimento vuoto, a caccia di sesso, droga, alcool e divertimenti.
Il regista Marcus Nispel, dell'ottimo remake "Non aprite quella porta", questa volta ha creato un horror senz'anima.

alex94  @  03/11/2014 20:35:31
   4½ / 10
Squallido remake diretto da Marcus Nispel nel 2009.
La trama è pessima,i personaggi protagonisti sono uno più odioso dell'altro e terribilmente irritanti,mediocre la regia,oscena naturalmente la recitazione.
Poco anche lo splatter.
Assolutamente da evitare.

StIwY  @  16/10/2014 17:04:14
   3 / 10
Film horror o commediaccia volgare americana ? Non l'ho ancora capito. Tutta la prima parte è contaminata da inutili sconcezze, fra gestacci, scene di sesso, allusioni e quant'altro. Le parti horror si contano sulle dita di una mano, l'unica cosa decente, dopodichè diventa un misto fra porno e porcherie del tipo maial college o american pie.

Leonardo76  @  02/05/2014 10:59:08
   3 / 10
Obsoleto: segue tutte le regole degli slasher anni '80 (personaggi che si dividono per agevolare il killer, qualche topless qua e là, chi si droga e/o ha rapporti sessuali muore, finale a "sorpresa", assurdità varie) che al giorno d'oggi risultano ridicole e noiose. Evitabilissimo.

Charlie Firpo  @  20/03/2014 09:59:28
   4½ / 10
Squallido tentativo di riportare in vita un' icona horror degli anni 80, il risultato è una porcheria totale sotto tutti gli aspetti, l'unica cosa buona è la fiera continua di tette e culi che viene propinata dall' inizio fino alla fine, basti pensare che la scena clou del film si può definire quella in cui una giovane pollastrella ad inizio film tutto ad un tratto accovacciata nel bosco davanti ad un fuoco si sbottona la camicetta e comincia a massaggiarsi con l'olio le sue due belle tettone sode sotto gli occhi degli amici arrapati.

Priva di ogni logica anche la dinamica della pellicola, Jason uno psicopatico schizzato che ammazzerebbe anche i topi inspiegabilmente lascia in vita una ragazza e la segrega in uno scantinato (rinsulso escamotage per introdurre il fretello che in seguito la cercherà), stupidissimo anche il finale vedere spoiler

Film ad esclusivo uso e consumo di Teen-ager con gli ormoni su di giri

il mezzo voto in più va al vasto campionario di tette presentato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ferzbox  @  24/12/2013 18:35:30
   4 / 10
Per questo remake non è certo positivo che io abbia visto da poco tutti gli altri film dedicati a Jason Voorhees,non lo è affatto....
Durante gli anni 80 i film di "Venerdì 13" sono stati un must della cinematografia di serie B;non sto a ripetere quanto diverse furono quelle produzioni a basso costo,ne tantomeno qual'era la ragione per cui avevano un discreto numero di sostenitori.....era un genere,lo sanno molti di voi,lo so io,lo sa chi li ha vissuti....determinati film non provavano nemmeno ad avvicinarsi a produzioni più "pretenziose",nascevano unicamente con lo scopo di intrattenere appassionando gli amatori del caro "Make up" o degli effetti speciali artigianali....nascevano con la premessa di considerare il loro "essere pacchiani"parte del loro stile....
Jason è una creatura di Sean S.Cunningham;nel corso di un decennio si è divertito a rendere questo personaggio una leggenda immortale del cinema,lo si era visto in tutte le salse,arrivarono a farne uno dei personaggi più popolari della filmografia horror di 30 anni fa....l'esasperazione di quella saga era arrivata al punto di essere accettata con un sorrisetto....arrivarono ad esagerare con Jason fino al punto di concepirne un film fantascientifico ambientato nello spazio(e questo fino ai primi anni del nuovo millenio)....

Ora vorrei sapere a che diavolo serviva questo remake....
Non mostra nulla di innovativo,ha la presunzione di volersi presentare come un horror di "serie A"(quando nel passato uno dei suoi punti di forza era proprio il fatto di non appartenere a quella categoria),mostra una sceneggiatura che non è altro che un'ibrido dei primi tre capitoli,il livello di tensione è addirittura più blando(anche perchè ormai come pretendono di stupire riproponendo qualcosa che ci ha assillato per 20 anni)......
Sicuramente è un prodotto che usufruisce di un budget superiore,lo si vede dalla fotografia....ma proprio per questo non ha ragione di esistere...
Poi ho notato che c'era di mezzo Michael Bay,e non ho gradito molto.....

Per me è un remake assolutamente inutile,se lo stesso denaro lo utilizzavano per proporre qualcosa di nuovo ci avremmo guadagnato tutti....Mi sorprende che Cunningham possa aver pensato di deliziare con un reboot così insignificante....forse è il caso che gli dia una bella chiusa...

5 risposte al commento
Ultima risposta 25/12/2013 19.00.49
Visualizza / Rispondi al commento
steven23  @  27/09/2013 21:01:06
   4 / 10
Brutto, veramente brutto. Incuriosito dalla regia di Nispel (che aveva fatto un buonissimo lavoro con il remake di "Texas Chainsaw Massacre") ho deciso di guardarmi pure questo. Pessima idea!! Per la serie, come ridicolizzare probabilmente il più celebre assassino creato dalla storia del cinema assieme a pochi altri. Al di là di interpreti imbarazzanti, scene perfettamente intuibili e una regia davvero modesta ho trovato pure altri difetti. Su tutti la scelta scriteriata di fare un prologo (non credo sia giusto dire prologo ma non mi viene in mente altro) lungo una ventina di minuti. Cioè, si fa veramente fatica a capire quando cominci effettivamente il film. Tra l'altro, prologo inutile e piazzato lì giusto per mostrare un paio di tette e qualche uccisione. Peccato che nemmeno queste ultime risultino interessanti anzi, fanno ridere talmente sono scontate.
In sostanza remake davvero indegno e parecchia delusione!

antoeboli  @  20/09/2013 03:09:19
   3 / 10
Michael Bay . basta questo nome per capire e annusare subito l'escremento di fronte a cui ci troviamo .
Un reboot di un vecchio film , con un personaggio storico dell horror , messo li in mezzo come un burattino in un contesto che funzionava magari proprio negli anni 80' , ma che ormai ha stufato .
Sceneggiatura zeppa di stereotipi visti e rivisti , scene viste e riviste , capisci subito tu spettatore chi morirà per primo e chi si salverà dalle grinfie di Jason e anche i tempi in cui moriranno .
Tra l'altro non so chi sia quel malato mentale che scrivendo la storia abbia deciso di mettere il titolo di testa ben venti ,venticinque minuti dopo l inizio .
La trama oltre a essere il più scontato che esista , ha anche una concetto di base che non potrebbe esistere(vedi spoiler).
La regia di Nispel , vecchio pupillo di Bay è pessima , gli attori sono delle macchiette , alcuni dei quali proprio inespressivi , e con una recitazione da serie tv da quattro soldi , e si salva solo il personaggio di Jason .
Mettiamoci poi un finale senza senso (vedi spoiler 2 )e capisci quanto questo venerdi 13 reboot sia un filmaccio.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gianni1969  @  29/08/2013 23:15:34
   2 / 10
Rifare venerdì 13 a distanza di una trentina di anni, poteva
essere una buona cosa, ma rifarlo in questo modo è un insulto all'originale e a quello che ha rappresentato nel panorama horror. Visto il budget a disposizione un opera vergognosa, il peggior sequel dopo il fog di Carpenter. Strameritato flop al botteghino.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/09/2013 21.57.20
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  03/08/2013 17:09:28
   3½ / 10
Remake osceno di cui non se ne sentiva assolutamente il bisogno, forse uno dei più brutti.
Dopo il buon remake di "non aprire quella porta" (uno dei pochissimi remake che salvo) poteva anche risparmiarsi di fare questo obbrobrio inutile.
Volgare, stupido e poco accattivante questo è tutto quello che mi è rimasto impresso di questa pellicola che vidi a suo tempo quando uscii nelle sale. DAVVERO SCONSIGLIATO!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/08/2013 18.03.37
Visualizza / Rispondi al commento
horror83  @  30/07/2013 22:31:31
   7 / 10
mi è piaciuto molto, sicuramente è migliore degli originali che sono quasi pessimi! ci voleva proprio un remake su Jason. l'unica pecca di questo film è che in certe scene è troppo volgare! se non c'erano quelle scene avrei messo un voto più alto!

ZanoDenis  @  19/02/2013 21:39:38
   5½ / 10
Il film non riesce a trasmettere ciò trasmettevano gli originali.

BlueBlaster  @  09/07/2012 14:17:37
   5 / 10
Un altro remake inutile...ma vista la qualità media della saga originale e la discreta dose di gore lo salvicchio

Dante69  @  14/06/2012 00:36:30
   4 / 10
dopo il buon remake di non aprite quella porta , marcus nispel mi ha deluso tantissimo con questo pessimo remake di venerdì 13 , attori idioti(salvabile solo jared padalecki) , scene viste e straviste , la madre di jason si vede solo all'inizio e jason più morto che mai( in senso negativo) , mi sembra di aver detto tutto guardatevi l'altro remake dello stesso regista , lasciate stare questo e piuttosto riscoprite l'originale che è molto meglio.

albert74  @  10/06/2012 02:56:23
   5 / 10
remake di un vecchio e famoso film del 1980 con ben 7 seguiti.
Purtroppo come ogni remake che si rispetti - almeno per quanto attiene al genere horror - è notevolemente inferiore all'originale.
Tra gli attori da segnalare J. Padalecki, il "Dean" nella serie televisiva Supernatural, già comparso qualche anno prima in un altro remake (la maschera di cera, 2005), con risultati mediocri.
Del resto Padalecki iniziò la carriera come modello e si vede!
gli altri attori sono i soliti sconosciuti, anonimi, la cui recitazione è appena sufficiente.

Complessivamente un film horror piuttosto prevedibile e scontato.

C.Spaulding  @  26/05/2012 12:13:07
   7 / 10
per me è un buon film certo non è un capolavoro e ha i suoi difetti ma si può guardare dai.

MaxN  @  26/05/2012 11:11:22
   3 / 10
veramente brutto...

drobny85  @  26/03/2012 23:40:54
   6 / 10
Questo remake, o forse è meglio dire rivisitazione di un grande classico horror difetta di tensione rispetto all'originale, ma globalmente risulta anche più godibile.
Recitazione come al solito approssimativa, anche Jason ne esce un po' con le ossa rotte.

-Uskebasi-  @  06/07/2011 01:53:43
   5 / 10
Deludente film di Nispel che tanto bene aveva fatto con il remake di Non aprite quella porta. Tutto troppo prevedibile e niente da ricordare, scene che si ripetono e personaggi stereotipati che fanno spesso scelte assurde. Jason fa bene a sterminarli, ma anche lui non è che faccia questa grossa figura. L'unica cosa che si salva è una discreta fotografia e qualche interpretazione che non andrà elogiata, ma nemmeno condannata.
Finale ridicolo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  05/07/2011 23:59:18
   4½ / 10
Nightmare.
Non aprite quella porta.
Halloween.
Venerdì 13.
E così gli ammmericani riuscirono a fare il remake di tutti i capisaldi del cinema horror. Manca Hellraiser, forse perchè, paradossalmente, Clive Barker è ridotto talmente male (ho visto una sua recente intervista) che non ha la lucidità per cedere i diritti e fare un mucchio di soldi.
Tanto per chiarirsi subito, Venerdì 13 è il peggiore dei 4 remake sopracitati battendo quello di Freddy al fotofinish. In realtà ci sarebbe da dire che anche l'originale era forse il più debole rispetto agli altri tre. A questo proposito, non nascondiamoci dietro un dito, è inutile negare che a livello puramente filmico nessuno di questi cult movies è un capolavoro assoluto, ma ognuno di essi ha così tanti meriti che il posto nella Storia del genere ( e non solo...) se lo guadagnano ampiamente.
Torna così Nispel, già "rimeccatore" di Leatherface (con risultati secondo me nettamente superiori a questo, non foss'altro per la scelta degli attori).
Nell'incipit assistiamo alla morte della madre di Jason (l'assassina del primo episodio), tremendo fatto di sangue che porterà il figlio, per sete di vendetta, ad essere il bau bau che tutti conosciamo. Con un balzo temporale arriviamo così ai giorni nostri.
Il solito gruppetto di ragazzi da macello ( 2 *****ire, 2 boyfriends e il nerd di turno) arriva dalle parti del campeggio di Crystal Lake per cercare una piantagione d'erba, la stessa piantagione trovata l'anno prima da Nispel nel periodo in cui scriveva la sceneggiatura. SORPRESA INCREDIBILE! Dopo 19 minuti son morti 4 ragazzi su 5. "Non ci credo!" penso io, ora per un'ora e dieci avremo la final girl che scappa da Jasonuccio. No! Dopo 20 secondi il portierone di hockey prende anche a lei!
Ma come??? Ecco la risposta: un altro gruppo di ragazzi da macello (due *****ire, 1 solo boyfriend, ma poi diventeranno due, come legge vuole, con l'arrivo di un altro ragazzo, il fratello della final girl di cui sopra, e due cultori della cannabis, tra cui un ragazzo giapponese effemminato che sembra Yoko Ono che daresti un occhio per essere al posto di Jason quando il suo momento arriverà) dicevo, sto gruppo si reca dalle parti del campeggio per darsi alla pazza gioia in una villa. Quindi due diversi gruppi per Jason! E' evidente che una figura tipo la Ventura o Maria De Filippi avrà imposto alla produzione l'obbligo di far "recitare" i propri ragazzi, e Nispel, suo malgrado ha dovuto accettare e dividerli in due gruppi. Credo poi che i provini siano stati fatti soltanto guardando i seni delle ragazze, davvero notevoli.
Sapete perchè odio sti film? Perchè non c'è niente, niente che potrà sorprederci. Sappiamo dall'inizio che dobbiamo aspettare solo la morte di quello e quell'altro, sappiamo chi sopravviverà, sappiamo che Jason anche quando ha due piedi nella fossa ha le caviglie rimaste fuori. Che noia...
Per il resto la parola d'ordine di questo film è PENETRAZIONE.
Mi riferisco sia ai numerosi amplessi tra i giovini ragazzi, sia, e soprattutto, alle morti di costoro, tutte avvenute tramite penetrazioni. La freccia penetrata nel viso, l'accetta penetrata nella schiena, la ragazza penetrata con un palo ( non pensate male), il poliziotto penetrato nell'occhio, quegli altri penetrati da sotto il pavimento, il giapponese penetrato non ricordo con cosa tanta era la gioia che provavo in quel momento. Il corpo umano in Venerdì 13 è come il famoso tonno. E se Jason l'avesse avuto, ve lo giuro, avrebbe usato volentieri il grissino.

Febrisio  @  02/07/2011 12:11:21
   7 / 10
Il solito. Avevo bisogno di questo genere, e questo mi ha mostrato, anche la fastidiosa onnipresenza di Jason nel comparire silenziosamente alle spalle, ma vabbeh. Le morti non mi son dispiaciute, America Olivio e Julianna Guill metteno a piacevolmente a nudo il loro potenziale recitativo. Un horror da sgranocchiare in compagnia prima di partire per il campeggio.

Filmscoopista  @  02/03/2011 23:04:32
   7½ / 10
bellissimo jason Ŕ fantastico =)

alessiog88  @  12/02/2011 00:27:40
   5½ / 10
20% di non aprite quella porta 15% della casa dei 1000 morti 35%di cabin fever e 30%di hallowen e il gioco e fatto

John Carpenter  @  06/01/2011 23:21:31
   4 / 10
Uno stanco remake. Nispel aveva fatto un dignitoso lavoro con il remake di Non aprite quella porta, inserendo anche delle varianti niente male, cosa che lo faceva sembrare pi¨ un quinto sequel, piuttosto che a un remake.
1 La saga di Venerdý 13 non aveva alcun bisogno di un reboot perchŔ fino all'altro ieri si facevano sequel (Jason X) e spin-off (Freddy vs Jason) che comunque funzionavano molto pi¨ di questo.
2 Il plot narrativo Ŕ orrendo. Non mi Ŕ piaciuto il fatto di accantonare la storia della madre di Jason ai titoli di testa, per poi passare a un'introduzione con dei personaggi che vengono messi da parte per poi presentarcene altri (personaggi quasi tutti antipaticissimi oltretutto).
3 Il lato gore/splatter Ŕ stato molto deludente, nonostante la saga di Venerdý 13 forse apparte i primissimi episodi, non Ŕ mai stata molto "pulita" sono questo fattore.
4 Colpi di scena prevedibilissimi, scene telefonate che rendono il film monotono e noioso, e volume a palla quando appare Jason all'improvviso.
5 Manca la colonna sonora CULT del primo capitolo! O perlomeno una colonna sonora decente, che qui invece manca.
Bocciato completamente!

2 risposte al commento
Ultima risposta 12/02/2011 11.51.53
Visualizza / Rispondi al commento
barbuti75  @  30/12/2010 16:56:44
   5½ / 10
Non è così malvagio come viene dipinto questo horror-remake di Niespel.
Niente a che vedere con i grandi horror della fine degli anni 70-primi 80, ma decisamente superiore alla media delle chiaviche che il mercato horror propone in questo periodo.
La produzione Bruckheimer si fa sentire, specialmente nelle scene nei luoghi chiusi o in quelle ad inseguimento, dove il 90% dei registi dal budget risicato invece di spaventare lo spettatore lo fanno vomitare con roteazioni della cinepresa stile Darix Togni.
Il grande limite di questo film sta nell'eccessiva lungheza dell'introduzione e nella capacità recitativa di alcuni dei protagonisti, pari a quella di un criceto che gira in una ruota.
Alla sufficienza non ci arriviamo, ma comunque si può vedere per passare una serata tra amici all'insegna di Jason...

76eric  @  11/11/2010 19:24:52
   5 / 10
Mi spiace mettere insufficiente ma Nispel e i suoi remake se li può mettere nel............... Il film vuole rifarsi alla prima trilogia, ma il primo capitolo ( il migliore) viene praticamente snobbato, il secondo ( il migliore seguito), viene appena appena accennato, per rifarsi alle vicissitudini del terzo ( il più debole dei primi quattro). Il quarto ( migliore assieme al secondo) non viene neanche preso in considerazione.
Lo scantinato di Jason ricorda quello di faccia di cuoio sempre di Nispel, o i sottopassaggi dei remakes di Le colline hanno gli occhi. Fantasia pari allo zero.
Ma parlare un pò di Jason da piccolo, anche se è sicuramente il villain dal passato meno complicato ed interessante, o magari puntare meglio sui patemi e sulla follia di sua madre in seguito al suo annegamento no??????
Insufficiente............, ma Cunningham se la ride e soprattutto riscuote.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/11/2010 20.52.00
Visualizza / Rispondi al commento
FalcoBianco  @  07/11/2010 17:51:36
   1 / 10
Nergal85  @  04/11/2010 10:09:33
   2½ / 10
da premettere che non ho mai visto nessun altro film di venerdì 13, a parte freddy vs jason.... ma l'impressione che mi ha dato non è per niente buona. sembra avvicinarsi di più ad un capitolo della saga di scary movie che ad un horror. gli attori sono quelli che sono, con le ragazze che cercano di mettere in evidenza le loro mercanzie.... per non parlare dello squallore del finale....DA CESTINARE !!!

Dr. Nekrobilly  @  23/10/2010 20:22:07
   3 / 10
Secondo me un un film, per essere ottimo, deve poter essere godibile se visto sia in compagnia, sia per i fatti propri. Questo film purtroppo ha solo il primo. Visto da solo dopo i primi 15 minuti mi sono annoiato in una maniera talmente inspiegabile che boh...
Per il resto è un ottima pellicola da vedere con amici nelle serate da maratone, ma per il resto non consiglierei questo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  20/10/2010 20:16:59
   6½ / 10
Premetto che non ho visto i vecchi film della serie Venerdì 13, a parte "Jason va all'inferno". Il film tutto sommato non mi è neanche dispiaciuto pur essendo uguale non solo agli altri episodi della serie (per quel che ho letto dai commenti), ma anche ad altri 1000 film che hanno come protagonisti assassini che uccidono gente a tutto spiano. Senza fama ne gloria quindi 6,5 politico.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/09/2012 14.51.12
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  29/09/2010 14:28:07
   4 / 10
La domanda è....PERCHE^?!?

BrundleFly  @  23/09/2010 19:56:04
   3 / 10
Uguale ai vecchi Venerdì 13, nulla di più.
Un remake inutile, dato che non ha aggiunto nulla nè di nuovo nè di originale.

JOKER1926  @  12/09/2010 13:24:54
   5 / 10
Da una saga famosa del genere Horror Marcus Nispel crea il suo sequel/remake delle pellicole del famigerato Jason mattatore, “Venerdì 13” del 2009 non riesce nell’impresa di ricreare l’alone della pellicola madre, cioè le atmosfere e quella cornice della notte e misteriosa non e’ architettata a dovere e si perde quella “genuinità” e quella tipicità dei film di Jason fatti negli anni 80.

“Venerdì 13” e’ poco convincente, il tutto di negativo proviene dalla trama che si perde in alquante inutili volgarità adolescenziali girando a vuoto fra scene banali e quasi stucchevoli, praticamente inappropriate al contesto.
Manca la tensione, non manca invece il sangue e l’infinita catena di omicidi brutali (e alcuni ben fatti) che tengono perlomeno il ritmo del film abbastanza alto non annoiando quasi mai nonostante la sistematica dinamica dei fatti fin troppo comune e poco entusiasmante.
Da criticare pure la scena finale assolutamente superflua che scredita in modo ulteriore la regia; purtroppo il film di Nispel, escludendo la particolarità e la suggestione per il Killer Jason, e’ pienamente un prodotto horror dei nostri giorni, cioè film sorretto (solo o quasi) da effetti speciali, splatter e con trame e sviluppi da dimenticare.

JOKER1926

looking-glass  @  21/08/2010 18:27:57
   4 / 10
Chiariamo subito una cosa: QUESTO NON è UN REMAKE ULTRAPATINATO! (rappresenta un mix di tutti i film usciti negli anni, anche perchè nel primo capitolo l'assassino è sua madre, Jason appare solo alla fine!)
E' solo un ennesimo INUTILE sequel del mitico film del 1980 in versione leccata fino al midollo. Il primo film della saga non sarà un capolavoro ma nonostante tutto possiede una magia irripetibile che nessuna tecnologia moderna potrà clonare, la bellezza di quella pellicola era proprio nelle sue ingenuità che insieme ad altri film di quel periodo ha marcato nel bene e nel male un'epoca.

Da subito si percepisce che alla regia c'è Marcus Nispel, già alle prese col remake di "Non aprite quella porta" di qualche anno fa, se non sapessi che questo è un film su Jason & Co diverse scene le avrei tranquillamente scambiate per "Non aprite quella porta" o "Halloween" di Rob Zombie, identici.

Una cosa che mi ha molto infastidito è la scelta degli attori: oltre ad essere poco espressivi sembrano tutti usciti da un catalogo di moda. E' tutto altamente patinato, leccato, tutto perfetto, dove sono le persone "normali"?? Altro punto a suo sfavore che gli fa perdere credibilità.

DA EVITARE tranquillamente.

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/08/2010 18.29.57
Visualizza / Rispondi al commento
Cardablasco  @  03/06/2010 11:34:57
   4 / 10
Nessuna novità zero fantasia sugli omicidi, solite cose

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/05/2010 18:21:44
   3 / 10
Ennesimo inutile remake di un film degli anni '80 che gia' di suo non era niente di particolare!
Questo film non ha una trama...lo si capisce dalla lunghezza del prologo...23 minuti!
Poi il solito spargimento di sangue tra una scena erotica e un'altra dove l'unico problema dei protagonisti e' quello di avere un orgasmo simultaneo!
Eccessivo in tutto,sia nella violenza che nell'erotismo!
Distruggete questa pellicola!

Invia una mail all'autore del commento faxx  @  15/05/2010 12:55:24
   4½ / 10
sono completamente d'accordo con il commento qui sotto,anche se ho visto di peggio.Gli attori pensavano di più a tro.mbare che a mettersi in salvo,poi jason con un arco in mano mi è sembrato un po eccessivo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.saluti.

gemellino86  @  14/05/2010 23:04:44
   3 / 10
Davvero un pessimo remake. Gli omicidi sono prevedibili e la storia è tutta già vista. Sulla recitazione è meglio non esprimersi: non potevano scegliere attori peggiori.

pinhead88  @  14/05/2010 22:37:58
   2 / 10
Un remake inutile di un film già di per se orribile.non se ne sentiva proprio il bisogno.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/05/2010 00.14.21
Visualizza / Rispondi al commento
*-sky-*  @  12/04/2010 00:30:12
   6½ / 10
mi è piaciuto..

Slipknot  @  30/03/2010 00:09:14
   7½ / 10
Un grande remake,o meglio un omaggio a tutti i capitoli della saga. (Infatti non può essere il vero e proprio remake del primo..)

Realizzato davvero bene,ci sono i classici omicidi,suspance e ovviamente il grande Jason. (Ho apprezzato le "nuove" abilità del protagonista;vedi spoiler del cartaio).

Certo,ci sono sempre i soliti protagonisti ********* che fanno molte volte azioni insensate,però ci sono sempre stati,quindi non c'è da lamentarsi di niente.

Si riconosce la regia di Nispel,infatti a tratti ricorda non aprite quella porta.

Non ci si può veramente lamentare di niente,BENVENUTI A CRYSTAL LAKE.

James_Ford89  @  13/03/2010 17:05:24
   1½ / 10
Basta co sta roba per carità, mi inginocchio chiedendovi di smetterla! Ormai ne esitono 100 di Venerdì 13 e Jason ormai non punzecchia più. Film senza storia alle spalle, un killer che uccide per "vendetta" ma non viene approfondito il suo personaggio e perchè lo fa. Da evitare assolutamente.

jason13  @  07/03/2010 14:52:20
   5 / 10
Remake al di sotto delle aspettative. Ma potevano anche impegnarsi di piu'...ma la serie di Venerdi' 13 originale soprattutto i primi 4 capitoli e' inimitabile.
Freddy e Jason non hanno rivali.

mr orange  @  01/03/2010 22:59:50
   5 / 10
abbastanza piatto, il classico remake di una saga che ormai ha poco da dire e che neanche si sforza nel farlo.
troppo prevedibile.

Giulianino  @  07/02/2010 12:21:39
   3½ / 10
No, proprio no.

Ma che è sta roba?
A parte il fatto che me lo aspettavo , strano eh ?

In ogni caso sto film è fatto con i piedi.
I dialoghi sono ridicoli.
Il bullo di turno è ridicolo.
La storia tutta di per se ...pure.

Ma quello che mi ha fatto incavolare di più ...sono le uccisioni.

Tutte uguali, alcune lente lente che ti fanno venire sonno.

Neanche una trovata carina piccola così

Ah ...si...il jason arciere alla "rambo".

Ma daiiiiiiii non sono più i tempi per delle cavolate così.

In ogni caso siamo alle solite.
Le idee sono finite, mettiamoci l'animo in pace.

Ora è il turno di rifare tutti i remake degli slasher di successo ...da halloween a venerdì per passare a Nightmare.

E già tremo al solo pensiero di come guasteranno anche quest' ultimo.

SIAMO ALLA FRUTTAAAAAAAAAAAAAAAAA

Ah dimenticavo...io ovviamente queste saghe ce le ho tutte quante.

topsecret  @  04/01/2010 17:51:09
   6 / 10
Slasher movie sufficientemente valido, l'ennesimo della saga che vede protagonista l'indistruttibile Jason Voorhees. Abbastanza scorrevole, un po' di pathos nelle scene più emblematiche, qualche bella ragazza in topless (complimenti alla mamma o al chirurgo) ed uccisioni in bello stile, per trascorrere un'ora e mezza all'insegna del divertimento nero.

massapucci  @  23/12/2009 03:33:23
   4½ / 10
Visto in compagnia questo film potrebbe anche piacere: le scene di sesso e le uccisioni sono godibili. Visto da soli, invece, è pessimo: infatti non vi è in questa pellicola nulla di Horror perchè non c'è suspance, ne il film si può definire uno splatter; inoltre la trama mostra alcuni momenti di superficialità e quello che accade nell'ultimissima scena (...) è inspiegabile e alquanto stupido!
Di conseguenza ecco come inquadrerei questo film:
1) Con amici 5 1/2
2) Da solo 3 1/2
In totale 4 1/2

YourBestEnemy  @  07/12/2009 17:11:47
   2 / 10
Io non ho visto l'originale, ma ero andata a vedere Venerdì 13 un po' sia per la pubblicità e sia per la regia di Nispel che dopo il remake di Non aprite quella porta mi faceva presupporre fosse un bel film. 1 h e 39 min di noia assoluta...questo film è un misto tra horror, commedia e porno, veramente vergognoso e disgustoso...Il film più che far paura fa ridere, più che horror andrebbe classificato sotto comico...Veramente brutto e da evitare...

Someone  @  23/11/2009 09:25:38
   6 / 10
Non male... Per una serata senza particolari pretese è un discreto horror.
A tratti ricorda un po' troppo il remake Non aprite quella porta diretto dallo stesso Nispel qualche anno prima, anche se la dose di violenza in V13 è nettamente inferiore. C'è da dire che il personaggio di Jason è poco caratterizzato, risultando piuttosto simile a Leatherface (in pratica cambia soltanto la maschera). Suggestive le ambientazioni. Il covo di Jason ha un suo fascino particolare.
Nell'insieme una sufficienza piena se la merita.

despise  @  06/11/2009 16:15:41
   6½ / 10
Vai Jason e uccidili tutti!
Il migliore capitolo della saga dopo il primo
curato in tutto e per tutto.

phemt  @  02/11/2009 08:44:57
   6 / 10
Venerdì 13 (inteso come saga) è l’emblema dello slasher movie, il sottogenere horror americano ed eighties per eccellenza! Malgrado sia uscito dopo Halloween, Reazione a Catena di Mario Bava e altre pre-slasherate varie (Clark, Martino ecc) da cui prende spunto qua e là, Venerdì 13 è probabilmente il più seminale fra tutti gli slasher movie, quello rimasto più nell’immaginario comune e quello più copiato (probabilmente per l’ambientazione camp così radicata nella cultura giovanile statunitense)…
E checché ne dicano i fan di Michael Myers, Jason la sua maschera da hockey e il suo machete sono le icone del genere malgrado il film di Cunningham (in cui tra l’altro Jason praticamente nemmeno c’è) e relativi seguiti siano indubbiamente inferiori al lavoro di Carpenter…
Il primo capitolo ha poi dato vita ad una lunghissima saga di prodotti praticamente tutti uguali ma Jason ha sempre mantenuto intatto tutto il suo fascino mortifero e lo zoccolo duro dei fan non lo abbandonerà mai…

Indi per cui un remake non può sorprendere affatto anche considerando il buon successo al botteghino della rilettura delle gesta di Myers a cura di mr Rob Zombie…
Prodotto dallo stesso Cunningham (ma purtroppo ci sono pure le manacce di Michael Bay), alla regia per l’occasione è stato scelto Marcus Nispel diventato famoso per essere andato a remakare un altro classico dell’horror (Non Aprite quella Porta) in una versione tutto sommata sufficiente anche se per nulla esaltante…
La differenza è che mentre Zombie ha fatto la sua versione personale di Halloween, Nispel ha fatto il remake di Venerdì 13 con qualche spunto qua e là che fa venire in mente più Leatherface che Jason e che c’entra poco con la saga (ma Jason adesso si mette a difendere il suo territorio? E ruba il kerosene?)…
Che poi in realtà di remake non è neanche giusto parlare perché questo Venerdì 13 è più che altro una sorta di fusione dei primi 3 capitoli con l’aggiunta di richiami vari ad altri film della saga…

Chiedere innovazioni onestamente non ha senso, nessun capitolo della saga ha mai mostrato qualcosa di vagamente innovativo e lo slasher stesso basa molte delle sue fortune sulla struttura semplice, immediata e ripetitiva che lo contraddistingue… Nispel dal canto suo non ci prova nemmeno a cambiare le carte in tavole e non riesco a dargli troppo torto…
Infatti non capisco chi sia rimasto troppo deluso dal film in questione cosa si aspettava? Ma cioè, gli avete visto gli altri Venerdì 13? Sono sempre stati una rassegna di mentecatti, palestrati o idioti con relative troiette al seguito che si facevano un po’ di maria, qualche sana chiavata e qualche bevuta finché non arrivava Jason a trucidarli…
E’ vero che in questo caso visto il prologo (una decina di minuti) visto tutto il film, ma in realtà con Jason è sempre stato così, visto un film della saga visti tutti! Questo è Venerdì 13, è sempre stato così e rimarrà per sempre così, tentare un approccio differente non avrebbe avuto nemmeno senso, soprattutto ora che siamo giunti al dodicesimo capitolo o giù di lì…
Che poi gli stessi che si lamentano magari sono quelli che rompevano le palle a Zombie perché non è rimasto fedelissimo al verbo di Carpenter… Mah, la gente a volte è strana!

Comunque sia i soliti personaggi stereotipati e perlopiù antipatici o irritanti, qualche tetta (rigorosamente rifatta) al vento, qualche scena di soft sesso un pochino più spinta rispetto agli altri capitoli, un po’ di sangue (ma nemmeno poi tanto), un discreto body count condito da omicidi interessanti e abbastanza vari e niente di più…
La regia di Nispel è abbastanza anonima e lo si nota dalla scena in cui Jason trova la maschera, scena teoricamente storica che invece viene buttata via senza la dovuta attenzione…
Finale inevitabilmente giusto!

Ottimo il riscontro al botteghino negli Stati Uniti (ma lì incassano bene praticamente quasi tutti gli slasher movie), lontano dalle lande statunitensi il film è stato fondamentalmente un flop, ma per gli slasher è il mercato americano a comandare e quindi attendiamoci a breve il secondo capitolo, fondamentalmente uguale in tutto e per tutto a questo film…

cinemamania  @  26/10/2009 14:42:22
   7 / 10
Secondo me non è il remake del primo film, perchè chi ha visto il primo film vede che non è proprio del tutto uguale.
Secondo me è l'undicesimo capitolo della saga, perchè il regista ha preso 3 cose, un pò del primo film, un pò del secondo film e un pò di materiale inedito, le ha unite e ha creato un film che comunque si può vedere.

Invia una mail all'autore del commento dsimo84  @  17/10/2009 22:27:20
   5 / 10
Classico remake di un vecchio classico dell'orrore.

Una montagna di belle fiche e super modelli vanno nel solito bosco dove il solito assassino li sta aspettando, trent'anni fa poteva passare, ORA NO!!!!

cmq per passare una seratina è ok! infondo non è proprio male male!!!!

evy42  @  19/09/2009 15:26:51
   4½ / 10
per quelli che se ne intendono di horror come me questo film è stra noioso invece magari per quelli meno esperti potrebe fare un po' d'effetto.poi non so i gusti sono gusti!

antonellina  @  18/09/2009 00:28:52
   5 / 10
pazzoide raptoso che lincia senza alcun ovvio motivo poveri strafatti.minestra ritrita.oramai non mi fanno piu' effetto.ho finito di vederlo x principio.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  21/08/2009 12:01:55
   4½ / 10
Sesso, droga & Rock’n’roll… ma anche schifoso, noioso & ripetitivo.
Qui c’è tutto tranne che horror. Mi dispiace per Nispel che ha fatto almeno un gran remake (Non Aprite Quella Porta) però questo è proprio brutto. Non c’è niente di nuovo, non c’è suspense, non ci sono scene degne di nota… ci sono però i soliti stupidi personaggi, le solite scene porno, le solite sciocchezze… gravemente insufficiente.

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  15/08/2009 18:29:44
   3½ / 10
"Vengono fuori dalle pareti! Vengono fuori dalle fottute pareti!"
Jason as fucking aliens.

wuwazz  @  13/08/2009 18:13:47
   4½ / 10
mi ha annoiato. Non sa davvero di niente.

camifilm  @  10/08/2009 13:15:17
   5½ / 10
Non da bocciare del tutto. L'opera di pulizia e di uso di nuove tecniche va apprezzata, ma il film non racconta nulla di diverso rispetto ai primi. Questo era lo scopo della regia, credo, e va quindi apprezzato così. Sono dell'idea che a questo punto tanto vale andare a noleggiare la versione originale, apprezzandone quindi anche i "difetti" delle tecniche del tempo in cui il film è girato. Da vedere una volta e via, per gli amanti del genere.

Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  30/07/2009 02:20:34
   7 / 10
Guardare questo film è come guardare la nuova FIAT 500... migliorata in tutto e per tutto dalla versione originale degli anni '50... nello stile, nel confort, nella sicurezza, negli optional ecc. ecc.... ma la magia della mitica, unica, vera 500 non si può emulare neanche con i più sofisticati mezzi moderni. Lo stesso vale per "Venerdì 13 (2009)", migliorato senza dubbio negli effetti speciali, nel trucco ecc. ecc. ma nonostante tutto il mitico slasher degli anni '80 continua a stare una spanna sopra. Ad essere sincero non saprei nemmeno spiegarne i veri motivi, forse è una questione di cuore e di nostalgia... sono sempre dell'opinione che le straordinarie saghe horror di quei tempi non torneranno mai più e la cosa mi rattrista molto. Pertanto, nonostante alcuni buoni tentativi come ad esempio "Saw" o per l'appunto questo "Venerdì 13" consiglio a tutti i VERI amanti del buon vecchio cinema horror anni '80 di andarsi a comprare i cofanetti della varie saghe come "Nightmare", "Venerdì 13", "Halloween" ecc. e di riporre le speranze di un ritorno di fiamma per quel mitico genere dall'infinito fascino ormai decaduto! Ho voluto sottolineare la parola "VERI" perchè ho notato con enorme dispiacere che almeno il 90% di chi ha commentato questo film non ha capito una mazza di ciò che esso voglia trasmettere, ho letto commenti assurdi del tipo: "non so a cosa possa servire fare un remake come questo"... bè caro amico, se non lo capisci allora cambia genere e datti alle commedie di How Grant!!! Cmq per chi non volesse darmi ascolto si compri o noleggi il DVD, nei contenuti extra troverete un ampia ed esauriente spiegazione di questi fantomatici motivi ed anche di alcune sottili ma sostanziali differenze tra questo Jason e quello di 30 anni fa... differenze che a giudicare dai commenti letti sarei pronto a scommettere che solo in pochissimi di voi blasfemi avranno notato...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER... In sostanza cmq la storia non cambia... un gruppetto di 4 o 5 cog*lioni strafatti, qualche oca supertettona ed un pazzoide immortale con una maschera da hockey che li falcia senza motivo... o quasi!!! IL CARTAIO

P.S. La lacuna più grande di questo film?... l'assenza della strepitosa musichetta che accompagnava ogni apparizione di Jason... si sente si e no per 2 secondi.

6 risposte al commento
Ultima risposta 29/08/2009 15.41.46
Visualizza / Rispondi al commento
floyd80  @  20/07/2009 21:03:17
   2 / 10
Già il film originale a mio dire è sopravalutato (è una copia del Carpentiano Halloween). Ma questa specie di Requel (Remake Vs Sequel), è davvero brutto. La regia non esiste, gli attori fanno ridere (vi prego quello di Supernatural toglietemelo davanti...) e Jason fa sbadigliare.

enter  @  17/07/2009 22:30:11
   4½ / 10
fallimento,hanno fatto il solito filmetto horror di morti ammazzati come tutti gli altri,non ce nulla di nuovo, sarebbe stato migliore se creavano una storia sul personaggio...come hanno fatto in con michel meyers!!!e vero che essendo un remake doveva essere uguale al primo/secondo..bastavano quelli!....per non parlare delle scene e degli attori ridicoli..l'insufficienza e piu che meritata

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  15/07/2009 11:27:08
   2 / 10
Un oltraggio ad un’icona dell’horror,ecco cos’è questo inguardabile abominio.Un film probabilmente pensato per le giovani generazioni,che del buon Jason Voorhees sanno poco o nulla e di cui magari non hanno visto neppure un film.Di certo una pellicola non destinata ai vecchi ammiratori del boogeyman mascherato,che non potranno certo farsi piacere un simile pietoso spettacolo.
Il film si riduce ad essere un concentrato di situazioni che il pubblico conosce a menadito,la trama non presenta un solo spunto che possa attenuare la straziante noia che colpisce lo spettatore sin dai primissimi minuti.Tutto è già stato visto,tutto è già conosciuto,eppure Marcus Nispel,regista che non mi era dispiaciuto con il remake di “Non aprite quella porta”,si limita a proporre una rudimentale e scontata sintesi delle efferatezze con cui Jason si sollazza da immemore tempo.
Ovviamente le vittime per eccellenza,ossia i soliti ragazzetti idioti,sono meritevoli di essere macellati in quanto dediti ad alcol,droghe e sesso….eh,già,siamo ancora fermi a questo imbarazzante espediente che costringe i protagonisti nelle consuete gabbie caricaturali.Comunque sono talmente antipatici e supponenti che l’unica soddisfazione giunge quando finalmente fanno amicizia con il machete di Jason o con la sua follia omicida.La tensione,manco a dirlo,è nulla,gli omicidi sono abbastanza convenzionali e per nulla sconvolgenti,il tutto è di una meccanicità disarmante al servizio di un’operazione commerciale della quale Nispel e soci dovrebbero solamente vergognarsi.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

about endlessnessafter 2after midnight (2019)alessandra - un grande amore e niente piu'alpsantebellumbalto e togo - la leggendabombshell - la voce dello scandaloburraco fatalecambio tutto!charlie's angels (2019)cosa resta della rivoluzione
 NEW
cosa sarÓcreators: the pastcrescendo - #makemusicnotwarda 5 bloods - come fratellidivorzio a las vegaseasy living - la vita facileel practicanteemaendlessenola holmesfamosafellini degli spiritigenesis 2.0ghostbusters: legacygreenlandgreyhound: il nemico invisibileguida romantica a posti perdutihoneyland
 NEW
i predatoriil caso pantani - l'omicidio di un campioneil condominio inclinatoil giorno sbagliatoil meglio deve ancora venireil primo annoil principe dimenticatoil processo ai chicago 7il re di staten islandimprevisti digitalijack in the boxla piazza della mia citta' - bologna e lo stato socialela prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala vacanza (2020)la vita straordinaria di david copperfieldlaccil'anno che verrÓlasciami andarele sorelle macalusolockdown all'italianal'uomo delfinomai per sempremaledetto modiglianimi chiamo francesco tottimiss marxmister linkmolecolemorbius
 NEW
murdershownel nome della terranomad: in cammino con bruce chatwinnon conosci papichanotturnoonward - oltre la magiaoutbackpadrenostro
 NEW
palazzo di giustizia
 NEW
palm springs - vivi come se non ci fosse un domanipaolo conte, via con meparadise - una nuova vitaparadise hillsproject powerqua la zampa 2 - un amico e' per semprequattro viterosa pietra stellaroubaix, una lucerun sweetheart runsemina il ventosola al mio matrimoniostar lightstay still
 NEW
sul piu' bello
 HOT
tenetthe book of visionthe gentlementhe new mutantsthe old guardthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatutto il mondo e' paleseun divano a tunisiun lungo viaggio nella notte
 NEW
una classe per i ribelliuna intima convinzioneuna notte al louvre: leonardo da vinciundine - un amore per semprevivariumvulnerabiliwaiting for the barbarianswaves
 NEW
we are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000

1009616 commenti su 44247 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net