Recensione compagni di scuola regia di Carlo Verdone Italia 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione compagni di scuola (1988)

Voto Visitatori:   8,02 / 10 (148 voti)8,02Grafico
Migliore attrice non protagonista (Athina Cenci)
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Migliore attrice non protagonista (Athina Cenci)
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film COMPAGNI DI SCUOLA

Immagine tratta dal film COMPAGNI DI SCUOLA

Immagine tratta dal film COMPAGNI DI SCUOLA

Immagine tratta dal film COMPAGNI DI SCUOLA

Immagine tratta dal film COMPAGNI DI SCUOLA

Immagine tratta dal film COMPAGNI DI SCUOLA
 

Alla fine degli anni '80, Carlo Verdone stava abbandonando lo stile dei suoi primi riusciti film per approdare ad una scrittura meno macchiettistica e decisamente più matura, sempre in equilibrio tra una profonda malinconia e la comicità fulminante e acida che lo contraddistingue da sempre.
"Compagni di scuola" resta un film più unico che raro nella produzione del regista romano, il solo ad essere un vero e proprio film corale. Supportato da un cast eccezionale, Verdone mette in scena una tipica riunione nostalgica di ex compagni di scuola superiore che si ritrovano a quindici anni di distanza dal diploma.

Federica (Nancy Brilli) organizza la rimpatriata della ex classe nella sua villa sul litorale romano. All'appello rispondono gran parte dei compagni: Ruffolo detto "il Patata" (Carlo Verdone), insegnante esasperato dalla moglie; Ciardulli in arte Tony Brando (Christian De Sica), cantante fallito e in ristrettezze economiche; Vallenzani (Massimo Ghini), ambiguo politico in ascesa; Fabris (Fabio Traversa), che nessuno riconosce; Valeria e Luca, fidanzati al liceo ma reduci da un matrimonio finito male, e così via.
L'occasione è quella giusta per fare i conti con la propria vita - successi e fallimenti – e per ritrovare nella spensieratezza della gioventù la lucidità di fare qualche bilancio, qualche confronto, e magari prendere qualche decisione. Durante la serata si alternano infatti momenti di puro divertimento (l'imitazione degli insegnanti, gli scherzi) ad altri in cui le tensioni personali prendono il sopravvento e finiscono col guastare l'occasione.
La situazione precipita per Ruffolo quando la moglie scopre che ha una relazione con un'allieva (Natasha Hovey), che nel frattempo ha raggiunto la festa e chiede di incontrarlo.
Verdone riesce a mantenere un incredibile equilibrio tra il lato comico e quello drammatico della situazione spesso sovrapponendoli, senza mai scadere nel clichè.

Il film (a detta del suo regista il più difficile da girare che gli fosse capitato fino ad allora, anche tecnicamente visti i movimenti di macchina a cui l'ambiente chiuso della villa costringe) è ispirato ad una vera riunione di classe che aveva lasciato in Verdone un profondo senso di malinconia.
Infatti, se da un lato è inevitabile che si inneschino le stesse dinamiche interpersonali dell'adolescenza per cui ognuno è costretto, e in qualche modo compiaciuto, di riprendere il suo "ruolo", dall'altro è impossibile che quindici anni di vita non si facciano sentire pesantemente e tutte le maschere, prima di cadere, assumano comunque un'espressione tragica, dovuta al passaggio impietoso del tempo.
Lentamente, durante la serata, le situazioni personali attuali dei vari personaggi prendono il posto dell'entusiasmo iniziale e, complice la notte e una ritrovata intimità, escono fuori, anche se alla fine solo per segnare le distanze, ormai incolmabili tra le vite di tutti.
Emblematica la scena finale tra i personaggi di Verdone e De Sica: ognuno deve tornare ai suoi problemi, come è giusto che sia; una notte di affetto incondizionato (forse più per se stessi che per gli altri) aiuta, ma, in fondo, il tempo del liceo è passato e con esso anche le persone che lo popolavano. In foto o dal vivo, non restano che ricordi.

Tutto il cast (tra gli altri Eleonora Giorgi, Athina Cenci, Alessandro Benvenuti, Isa Gallinelli, Angelo Bernabucci) risulta credibile (nonostante alcune evidenti differenze di età degli interpreti), a supporto dei personaggi di spicco: sicuramente un De Sica in ottima forma, il cui personaggio risulta il più comico ma anche il più drammatico (e inaspettatamente cattivo) e Verdone che assume un ruolo predominante nella seconda parte del film, quando lascia temporaneamente la festa per incontrare la moglie.

Come spesso negli anni ottanta per Verdone, la colonna sonora accompagna il film e ne determina il tono. In questo caso è il juke box della villa a trasmettere classici pop degli anni sessanta durante la serata. Tra tutti, non si può non citare la perfetta scelta del brano che accompagna l'ultima scena: "Dream a Little Dream of Me" dei Mamas and Papas lascia la sua malinconia dolce mentre Ruffolo si accende una liberatoria sigaretta davanti alla macchina rotta e ai resti della propria vita.
E' domenica mattina, non c'è più nessuno dopo una notte anche troppo lunga e sicuramente più intensa e drammatica del previsto e tutto può ancora ricominciare, come se il liceo fosse appena finito.

Commenta la recensione di COMPAGNI DI SCUOLA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 05/11/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

17 anni (e come uscirne vivi)a good american
 NEW
acqua di marzoaeffetto dominoaldabra: c'era una volta un'isolaassalto al cielo
 NEW
baby bossbleed - piu' forte del destino
 NEW
boston - caccia all'uomochi salvera' le rose?
 NEW
ciao amore, vado a combattereclasse zdall'altra parteellefalchi
 NEW
famiglia all'improvviso - istruzioni non inclusefast and furious 8ghost in the shell (2017)god's not dead 2 - dio non e' morto 2gomorroide
 NEW
guardiani della galassia vol. 2i am not your negroi called him morgani puffi: viaggio nella foresta segretail diritto di contareil padre d'italiail permesso - 48 ore fuoriil pugile del duceil segreto (2016)il viaggio (2017)in viaggio con jacquelinejohn wick capitolo 2
 HOT
kong: skull islandla bella e la bestia (2017)la cura dal benesserela legge della nottela luce sugli oceanila meccanica delle ombrela mia famiglia a soqquadrola parrucchierala tartaruga rossa
 NEW
la tenerezzala vendetta di un uomo tranquillola verita', vi spiego, sull'amore
 NEW
l'accabadoral'altro volto della speranza
 NEW
lasciami per semprelasciati andare
 NEW
le cose che verranno
 NEW
liberelibere, disobbedienti, innamoratelife - non oltrepassare il limitelogan - the wolverineloving - l'amore deve nascere liberomal di pietremister universomma love never diesmoda miamoglie e maritomothers (2017)non e' un paese per giovaniomicidio all'italianaovunque tu saraiozzy - cucciolo coraggiosopasseriper un figliopersonal shopperphantom boypiani parallelipiccoli crimini coniugalipiena di graziapino daniele - il tempo restera'planetariumpower rangersquestione di karmarosso istanbulsfashionslam - tutto per una ragazzastrane stranierethe belko experimentthe most beautiful day - il giorno piu' bellothe ring 3the rolling stones ole', ole', ole'! - viaggio in america latinathe startup
 NEW
tutti a casa - inside movimento 5 stelleun altro meun tirchio quasi perfettounderworld - blood warsvedete, sono uno di voivi presento toni erdmannvictoriavieni a vivere a napoli!virgin mountain
 NEW
whitney (2017)
 NEW
wilson (2017)

954179 commenti su 37081 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net