Recensione l'arte del sogno regia di Michel Gondry Francia 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione l'arte del sogno (2005)

Voto Visitatori:   7,18 / 10 (92 voti)7,18Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film L'ARTE DEL SOGNO

Immagine tratta dal film L'ARTE DEL SOGNO

Immagine tratta dal film L'ARTE DEL SOGNO

Immagine tratta dal film L'ARTE DEL SOGNO

Immagine tratta dal film L'ARTE DEL SOGNO

Immagine tratta dal film L'ARTE DEL SOGNO
 

Voltare le spalle alla ragione, come strumento espressivo della tradizione, privilegiare modalità di comunicazione istintuali e metaforiche, pilotate da automatismi psichici e condizioni oniriche, avvertendo al contrario il reale come assurdo, è appannaggio preciso del surrealismo; inteso questo come movimento artistico e culturale nato tra le due guerre, guarda caso in Francia.
Forse per questo il regista americano Michel Gondry.. ha voluto sciacquare i panni in Senna... per produrre il suo secondo film a cavallo tra sogno e realtà. Se nel primo ("Se mi lasci ti cancello") questa dialettica si sviluppava con la rimozione del ricordo, in un viaggio nella memoria, in questo ultimo lavoro si tratta invece di un percorso esistenziale nel sonno, e dunque nel sogno.
Ma, al di là della dimensione artistico culturale, la tendenza a confondere lo stato di veglia col sonno, il passato col presente, insomma la realtà col sogno, ha una precisa valenza anche in termini psichiatrici, nell'arcipelago delle schizofrenie; esse assumono diversissime dimensioni, riguardando aspetti di demenza, di dissociazione con la perdita dei nessi logici, o della coscienza della propria identità, e varie forme di deliri e allucinazioni. Anche la psicanalisi (junghiana in particolare) ha fornito una sua spiegazione del fenomeno, addebitando questa disintegrazione della personalità alla "forza primaria dell'inconscio", che emerge sovente per la scissione tra i contenuti "mentali" e la carica affettiva.

Questa lunga premessa solo per fornire preliminarmente due possibili interpretazioni dell'opera surreale di Gondry, stante il fatto che la maggior parte della critica dichiara di averne perso le fila, accontentandosi di giudizi puramente formali. In effetti il film è difficile da seguire, nei meandri della scissione mentale del giovane (e bravissimo) protagonista; l'impressione che se ne trae, in prima battuta, è quella che si prova abitualmente alle mostre scolastiche di pitture di bambini, o talora di assistiti psichiatrici naif, dove è evidente la volontà di esprimere un proprio mondo di pure fantasie, espressione chiara di un inconscio non pilotato dal controllo razionale (peraltro fino ad un certo punto peculiare in ogni forma d'arte).
Personalmente tenterei un'altra interpretazione, vedendo il film come racconto di un'infanzia prolungata, anzi di un'adolescenza irrisolta, come succede a molti nella vita. Si parla tanto di un "complesso di Peter Pan", sovente per scherzarne, dimenticando che invece per molte persone il passaggio all'età adulta è davvero difficile, quando non addirittura irrealizzato. A favore della seconda ipotesi gioca la storia, appena accennata, del protagonista che da bambino perde la mamma seguendo il padre: questo significa cristallizzazione della personalità al momento dell'abbandono, e perdita dell'apporto educativo-formativo delle madri onnipresenti, il che crea, come si sa, turbe particolari a livello di linguaggio, sindromi autistiche, difficoltà a realizzare rapporti intersoggettivi. Ed ancora disturbi della sfera sessuale, con la tendenza a non uscire dal livello auto libidico, regredendo addirittura a quello fetale. E questo sembrerebbe trasparente nel film, con la storia d'amore per la vicina di casa, tra l'altro ossuta e "asessuata" come le adolescenti anoressiche, carenti di affettività. Con un lieto fine, però, ne "L'arte del sogno", se è vero che la cavalcata in comune dei due ragazzi sembrerebbe preludere ad un superamento dell'adolescenza grazie alla vita sessuale e matrimoniale. Così in effetti si entrava un tempo nell'età adulta.

A prescindere da considerazioni testuali, il film regge bene comunque per la presenza di una forte comicità. Il dramma della turba psichica non è visto dolorosamente, ma con lievità e delicatezza; mentre la presenza di alcuni personaggi di contorno, come i compagni di lavoro del giovane, sa strappare frequenti e sonore risate. Buono dunque il film nella sua strampalatezza: fare pensare ma anche ridere ad un tempo non è cosa da tutti, anche se qua è là qualche taglio si imporrebbe.

Commenta la recensione di L'ARTE DEL SOGNO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di GiorgioVillosio - aggiornata al 07/02/2007

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcriminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
famosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacy
 NEW
gli anni piu' belligretel e hansel
 NEW
greyhound: il nemico invisibileil ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinonel nome della terranon si scherza col fuocooutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di sawstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutants
 NEW
the old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusvivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1006402 commenti su 43733 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net