Recensione madagascar regia di Eric Darnell, Tom McGrath USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione madagascar (2005)

Voto Visitatori:   6,65 / 10 (333 voti)6,65Grafico
Voto Recensore:   6,00 / 10  6,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR

Immagine tratta dal film MADAGASCAR
 

Divertente ma scontata la storiella raccontata da “Madagascar”, frizzante, spiritosa parodia del solito antitetico rapporto natura-civiltà, dove qui (strano), vince la civiltà.

Quattro animali dello zoo di Central park si avventurano alla ricerca delle proprie origini, nella natura selvaggia della giungla vera, mica quella urbana priva d’autenticità, siamo d’accordo, ma volete mettere i comfort? I quattro protagonisti rinunciano quindi alle mille attenzioni di cui godono nel centro della civiltà dei “sapiens”, nella città più ambita, per tentare l’esperienza di un ritorno ai primordi.

Gli animali esibiscono le stereotipate peculiarità del newyorkese, tanto da ricordare certi tipici personaggi dei film di Allen, legati ciascuno alla propria nevrosi metropolitana. C’è la zebra Marthy che nel mezzo del cammin…entra in crisi esistenziale,tra un bilancio e un proposito, sente impellente il richiamo della natura e decide di fuggire. Non prima, però, di aver sollecitato i compagni, come l’Ulisse dantesco, a “non viver come bruti, ma a seguir virtute e canoscenza”. Lo seguono tre amici: Melman, giraffa ipocondriaca, Alex, leone ottimista e vanesio, Gloria, ippopotama materna e accidiosa; insieme passano un mare di guai, tra le strade di una Newyork ostile e la foresta selvaggia. Alla compagnia s’unisce l’esilarante gruppo dei pinguini sabotatori (vera chicca del film), che al gelo antartico preferisce il caldo sole del Madagascar.

Il messaggio che la storiella trasmette non è forse piaciuto agli ambientalisti, giacché è evidente nel cartoon che la cultura e il progresso vincono sulla natura; in realtà il film prende in giro, in modo delicato, il cittadino, nello specifico il Newyorkese doc, incapace di sopravvivere neanche un minuto al di fuori dei propri agi metropolitani. E’ una critica velata, che diventa subito autocompiacimento, perché è vero, siamo tutti assuefatti alle nostre abitudini tecnologiche, come potremmo mai privarcene?

Peccato che alla prima parte veramente spiritosa, infarcita di battute effervescenti, segua il classico momento mieloso dei buoni sentimenti: abbandonata la cattività del bioparco, nella natura intatta e selvaggia ritorna l’istinto ferino della sopravvivenza, vissuto da Alex (ahimè) con grande senso di colpa (?); tutto è funzionale alla morale finale sulla vera amicizia, sulla condivisione e sul perdono.

Vabbe’, in fondo, anche se i dialoghi e le numerose citazioni non possono essere apprezzati dai piccoli spettatori, perché pensate per i grandi, questo è un film d’animazione rivolto ai bambini, la morale sdolcinata e didascalica rientra nel target.

La DreamWorks è abile nell’impacchettare i suoi prodotti allo scopo di venderli bene: dei precedenti successi riprende animazione digitale resa al massimo da un’esplosione di colori ad un ritmo sfrenato di immagini e suoni; attenti richiami cinematografici (da "Il pianeta delle scimmie" ad "American beauty") e musicali (Born free, Staying alive, What a wonderful word); battute a raffica neanche tanto puerili, carine, ma non spassose come nel divertentissimo “L’era glaciale”; qui le gag sono subito metabolizzate e non rimangono nella memoria.

La versione italiana si arricchisce del doppiaggio riuscito dei comici Fabio De Luigi, Ale & Franz, che caratterizzano i personaggi con quel po’ d’italianità che non guasta; meno brillante invece la performance della HunziKer, nella parte dell’ippopotamo.

Insomma gli 86 minuti veloci e leggeri del film non fanno certo male a nessuno, non si torna bambini, ma si sorride e ci si distrae dai brutti pensieri quotidiani, e di questi tempi non è poco.

Commenta la recensione di MADAGASCAR sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Pasionaria - aggiornata al 06/09/2005

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001571 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net