Recensione non lasciarmi regia di Mark Romanek USA, Gran Bretagna 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione non lasciarmi (2010)

Voto Visitatori:   7,08 / 10 (126 voti)7,08Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film NON LASCIARMI

Immagine tratta dal film NON LASCIARMI

Immagine tratta dal film NON LASCIARMI

Immagine tratta dal film NON LASCIARMI

Immagine tratta dal film NON LASCIARMI

Immagine tratta dal film NON LASCIARMI
 

Tratto dall'omonimo romanzo di Kazuo Ishiguro, "Non Lasciarmi" ("Never Let Me Go") narra la storia di Katie (Carey Mulligan), Tommy (Andrew Garfield) e Ruth (Keira Knightley), attraverso i ricordi di Katie.
Nel 1952 una scoperta medica cambi˛ per sempre la storia dell'umanitÓ. Nel 1978 Katie, Tommy e Ruth sono alunni dell'esclusivo istituto inglese di Hailsham: il loro destino, lo scopo della loro esistenza, Ŕ quello di diventare donatori di organi. La loro vita si completerÓ in giovane etÓ attraverso un ciclo di donazioni alle quali non sopravviveranno. Dopo Hailsham, Katie, Ruth e Tommy vengono trasferiti in una struttura diversa, in attesa che i loro cicli comincino. La storia tra Ruth e Tommy spinge Katie, da sempre innamorata di Tommy, ad intraprendere il percorso per diventare assistente dei donatori in fin di vita e ad allontanarsi dai due amici di infanzia. Anni dopo, Katie ritroverÓ Ruth in attesa della terza e ultima donazione...

"Non Lasciarmi" Ŕ un film pi¨ complesso di quel che sembra. A prima vista, potrebbe apparire come un melodramma su di un triangolo sentimentale. Senza dubbio Ŕ un film incentrato sui personaggi: per quasi tutto il film in scena ci sono i tre protagonisti, il mondo esterno Ŕ assente, almeno fisicamente. Le dinamiche tra i personaggi principali per˛ contengono tutte le drammatiche domande che il film non pone, ma sussurra all'orecchio dello spettatore. Si pu˛ sentire pi¨ forte il dilemma etico di quello esistenziale, a seconda della propria sensibilitÓ; questo Ŕ senza dubbio il punto forte del film, che appartiene al genere della fantascienza e che pu˛ essere paragonato - per toni e temi trattati - a "Moon" di Duncan Jones. Un approccio cinematografico minimalista oggi Ŕ la chiave per tornare ai temi veri della fantascienza: l'uomo e i suoi limiti, il senso della vita umana.

Il film comincia nel 1978 e termina a metÓ degli anni Novanta. Colpisce il fatto che un mondo benedetto (?) dalla fine delle malattie pi¨ gravi sia rimasto per tutto il resto cosý uguale a se stesso. Non sembra infatti casuale che i progressi tecnologici occorsi tra l'epoca iniziale e quella finale non siano assolutamente percepibili ed il film sembri essere sempre ambientato in un'epoca senza tempo. E' come se l'allungamento della vita avesse frenato la spinta creativa umana. Purtroppo, di questo mondo viene mostrato ben poco, per accentuare la condizione drammatica della vita dei donatori. E' un compromesso che il film impone e che Ŕ difficile da accettare, ma Ŕ utile per non perdere di vista i motivi principali dell'opera.

La passivitÓ con la quale i donatori accettano il proprio fato Ŕ sconcertante, al punto da non farci mai immedesimare completamente. Eppure, basta pensarci: chi di noi si ribella alla morte?

Il tempo che scorre ineluttabile verso una fine certa accomuna tanto i donatori quanto noi stessi: la differenza Ŕ quanto, oppure se, si scelga di vivere pi¨ pienamente possibile la propria vita, per non arrivare in fondo supplicando di avere pi¨ tempo. Un'umanitÓ consapevole di avere molto pi¨ tempo a disposizione e priva della paura della morte sarebbe altrettanto umana? La risposta del film Ŕ pessimista e perentoria: il prezzo da pagare per l'allungamento della vita Ŕ la perdita della dignitÓ, ma la cosa importa a pochi.

Una paletta di colori tenui e spenti accentua la sensazione di ineluttabilitÓ che pervade il film. La prima scena, inoltre, mette subito in chiaro le cose, per impedire che lo spettatore scambi il film per un thriller e speri in una rocambolesca fuga verso un lieto finale. "Non Lasciarmi" non Ŕ "The Island", nonostante la tematica sia praticamente la stessa.
Mark Romanek torna al cinema dopo "One Hour Photo" e confeziona un diamante grezzo impreziosito da tre ottime interpretazioni. Una citazione a parte la meritano anche i tre piccoli attori della prima parte del film, che funziona perfettamente nel creare lo scenario distopico dell'ambientazione e a inquadrare il triangolo di personaggi attraverso il quale questa storia Ŕ narrata.

La rivelazione sul destino dei protagonisti forse avviene troppo presto nel film per suscitare una vera emozione e poteva essere gestita meglio dal punto di vista narrativo (anche in maniera diversa dal romanzo originale, se necessario: Ŕ pur sempre un adattamento); nella seconda parte risulta un po' affrettato lo sviluppo del rapporto tra Katie e Tommy, che inizia quasi per caso e di cui si vede troppo poco per emozionarsi.
Cinematograficamente Ŕ meglio la prima parte, a meno di essere particolarmente colpiti dalle performance dei tre attori principali. E' pi¨ immaginifica, pi¨ inquietante, pi¨ triste. I personaggi bambini ancora non hanno capito la portata del proprio dramma e sono pi¨ simili a persone vere, pi¨ istintive e vitali delle loro composte e rassegnate controparti adulte.
La seconda parte del film scaturisce dalla prima in modo abbastanza naturale (forse troppo), portando maggiormente in primo piano alcune delle riflessioni che nella prima mezz'ora di film rimanevano volutamente in sottotesto.
Non Lasciarmi sconta dunque una freddezza generale che limita l'empatia dello spettatore, il cui giudizio sull'opera varierÓ probabilmente in base a quanto sentirÓ sue le tematiche evidenziate mentre la vicenda di Katie e Tommy si avvia verso il finale annunciato.

Commenta la recensione di NON LASCIARMI sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 28/03/2011 15.19.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phone
 NEW
the deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030484 commenti su 47846 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net