Recensione wolverine: l'immortale regia di James Mangold USA 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione wolverine: l'immortale (2013)

Voto Visitatori:   5,96 / 10 (95 voti)5,96Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film WOLVERINE: L'IMMORTALE

Immagine tratta dal film WOLVERINE: L'IMMORTALE

Immagine tratta dal film WOLVERINE: L'IMMORTALE

Immagine tratta dal film WOLVERINE: L'IMMORTALE

Immagine tratta dal film WOLVERINE: L'IMMORTALE

Immagine tratta dal film WOLVERINE: L'IMMORTALE
 

In seguito alla tragica morte di Jean Grey (Famke Janssen), Logan (Hugh Jackman) ha abbandonato l'identità di Wolverine e vive isolato dal mondo, tormentato dagli incubi e dal rimorso. Yashida (Hal Yamanouchi), un ex ufficiale giapponese ormai in punto di morte, che Logan aveva salvato dal disastro nucleare di Nagasaki, invita Logan a Tokyo per un estremo saluto. Giunto al capezzale del vecchio amico, Logan scopre che Yashida vuole anche ripagare il suo debito: le tecnologie messe a punto dalle sue industrie possono privare Wolverine del fattore rigenerante e regalargli una vita normale, la vecchiaia e la morte. Logan rifiuta e nella notte Yashida muore. Al funerale la Yakuza tenta di rapire Mariko (Tao Okamoto), la giovane nipote di Yashida. L'intervento di Wolverine è risolutivo, ma le ferite riportate non guariscono più come prima...

I continui riferimenti agli eventi di "The Last Stand", la presenza di Jean Grey e la collocazione temporale delle vicende fanno di "Wolverine - L'immortale" il sequel diretto del film di Brett Ratner, proprio come "Iron Man 3" è a tutti gli effetti più il sequel di "Avengers" che quello di "Iron Man 2". E' un concetto che può destare qualche perplessità se non si ha confidenza con le logiche dei fumetti Marvel, ma è fondamentale per giudicare obiettivamente il film. La lunga scena contenuta nei titoli di coda consolida tale tesi: a tutti gli effetti, essa è un teaser trailer per il capitolo successivo, ovvero "Days of Future Past", il film del 2014 che farà convergere le timeline dei primi tre X-Men e di "X-Men: L'Inizio" (alla faccia delle palesi incongruenze tra le due).

L'impressione che si ha ormai guardando questi film è ormai quella di vedere un serial ad alto budget, di cui ogni film costituisce un episodio. Non c'è nulla dell'esperienza cinematografica, perché prevalgono il deja-vu e la sensazione di incompiutezza propri di una narrazione seriale, e sarebbe forse fuorviante cercare di adottare un'analisi tradizionale. Se "Wolverine - L'immortale" è il sesto episodio di una saga iniziata con X-Men di Bryan Singer, non ci si deve porre il problema della sua autoconsistenza. Il film è godibile, visto in quest'ottica, nonostante sia piuttosto sconclusionato nelle premesse e nello svolgimento.

La tematica centrale del film è l'elemento che differenzia, in senso positivo, questo secondo "a solo" di Wolverine dal precedente, conferendogli una certa dignità e spessore. Wolverine è condannato dal suo potere a invecchiare molto lentamente, ma ormai la sua vita è soltanto sofferenza e rimorso a causa di quanto successo con Jean Grey. Ripudiati i panni dell'eroe ed il suo ruolo nel mondo, Logan scopre però che il fattore rigenerante non è qualcosa di cui poter fare a meno a cuor leggero proprio nel momento in cui trova in Mariko una nuova ragione per vivere e combattere. Se il flop del film di Gavin Hood ha insegnato qualcosa, è che avere un protagonista che non può morire (per ragioni di marketing) che è anche invulnerabile è un problema enorme, anche se il protagonista è Wolverine. Privare Logan del fattore rigenerante ha un effetto... rigenerante sulla tensione narrativa e certamente ha valore a livello simbolico, ma le modalità e le implicazioni della perdita dei poteri sono gestite in modo talmente superficiale e incoerente, anche rispetto a quanto già stabilito negli episodi precedenti, da lasciare sconcertati. Abilità, motivazioni e caratteristiche dei personaggi, così come gli elementi della trama, si piegano alla coreografia della singola scena, senza alcun riguardo per la logica interna del film.

La scelta dei personaggi secondari (Viper, Yukio, Silver Samurai) è ai limiti del grottesco; delle versioni a fumetti non restano che i nomi, ma la caratterizzazione è assolutamente mediocre, in particolare per il personaggio di Viper (che nella versione italiana è anche doppiata in maniera inaccettabile). Non c'è sotto-universo Marvel più popolato e ricco di quello dei mutanti, le alternative non mancano di certo e si poteva costituire un ensemble di personaggi più incisivo. E' evidente che un film su Wolverine finisca con l'essere un "one-man show" di Hugh Jackman, ma qualche presenza di uguale carisma (viene quasi da rimpiangere il "Sabretooth" di Liev Schrieber) non avrebbe certo guastato.

Se una colpa si può imputare direttamente a James Mangold è quella di non aver trovato il giusto equilibrio tra le scene d'azione e quelle di sviluppo della narrazione, che si alternano in maniera meccanica: a parte la sequenza sul treno e la scena iniziale a Nagasaki, di fatto l'unica cosa che resta impressa del film è la sequenza nei titoli di coda per la sua importanza (non certo per la spettacolarità). Nel resto del film Wolverine dorme molto, così da poter sognare Jean Grey e mostrarci l'avanzamento graduale nel suo processo di elaborazione del lutto, e si barcamena con la cultura giapponese e la sua nuova storia d'amore.

"Wolverine - L'immortale" è un deciso passo avanti rispetto al precedente, pessimo, episodio, ma risente di tutti i difetti dei blockbuster dell'ultimo periodo: trama sconclusionata, dialoghi sciatti, colpi di scena prevedibili, effetti speciali ingombranti e inutili (il 3D poi è completamente superfluo), colonna sonora completamente anonima, regia scolastica (e chissà se Darren Aronofsky, prima scelta per la regia, avrebbe fatto meglio). Hugh Jackman è il miglior casting di sempre per un personaggio Marvel e lo dimostra nonostante tutti i problemi del film, che è un passaggio indispensabile per i fan della storia cinematografica degli X-Men, ma di certo non per chi cerca semplicemente un film d'evasione intelligente o qualcosa di veramente memorabile.

Commenta la recensione di WOLVERINE: L'IMMORTALE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 25/07/2013 09.52.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)animale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or die
 NEW
banel e adama
 NEW
cuckoocult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torreeileenel paraiso
 NEW
era mio figlio (2024)fantastic machinefederer: gli ultimi dodici giornifly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortaligli indesiderabili (2023)
 NEW
glory hole
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfallail mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent nature
 NEW
indagine su una storia d'amoreinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'impero
 NEW
l'invenzione di noi duelonglegs
 NEW
l'ultima vendetta
 NEW
madame lunamade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello miomatrimonio con sorpresa (2024)me contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablancanon riattaccareprima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurro
 NEW
twisters
 NEW
un messicano sulla lunaun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052402 commenti su 50948 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALL YOU NEED IS DEATHANCHE I CINESI MANGIANO FAGIOLIBAG OF LIESBLOODLINE KILLERBUTT BOYCINDERELLA'S REVENGEDR. CHEON E IL TALISMANO PERDUTOE IL CASANOVA DI FELLINI?EASTER BLOODY EASTERI DUE TORERII SAW THE TV GLOWIL MIO CORPO PER UN POKERIL MONDO DI ALEXIL SIGNORE DEL DISORDINEINSOSPETTABILE FOLLIAIP MAN: IL RISVEGLIOISLAND OF THE DOLLSK9 - SQUADRA ANTIDROGALA FORZA DELLA VENDETTALA STRANA SIGNORA DELLA PORTA ACCANTOLA TOTALE!L'APPRENDISTA DELLA TIGREMIO FIGLIO (2018)REFUGERINGO E GRINGO CONTRO TUTTISATAN'S SLAVE (1980)SPOONFUL OF SUGARSWIMTHE MONKEY KINGTHE MOONTHE PRINCESS (2022)THE SHE-CREATURETHE SOUL EATERUFO SWEDENUN AMORE IN PERICOLOWOMAN WALKS AHEAD

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

POVERE CREATURE!
Locandina del film POVERE CREATURE! Regia: Yorgos Lanthimos
Interpreti: Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Christopher Abbott, Margaret Qualley, Suzy Bemba, Kathryn Hunter, Hanna Schygulla, Vicki Pepperdine, Jack Barton, Charlie Hiscock, Attila Dobai, Emma Hindle, Anders Grundberg, Attila Kecskeméthy, Jucimar Barbosa, Carminho, Angela Paula Stander, Gustavo Gomes, Kate Handford, Owen Good, Zen Joshua Poisson, Vivienne Soan, Jerskin Fendrix, István Göz, Bruna Asdorian, Tamás Szabó Sipos, Tom Stourton, Mascuud Dahir, Miles Jovian
Genere: fantascienza

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


THE DEVIL IN MISS JONES
Locandina del film THE DEVIL IN MISS JONES Regia: Gerard Damiano
Interpreti: Georgina Spelvin, John Clemens, Harry Reems
Genere: erotico

Recensione a cura di The Gaunt

MERCOLEDI' - STAGIONE 1
Locandina del film MERCOLEDI' - STAGIONE 1 Regia: Tim Burton, Gandja Monteiro, James Marshall
Interpreti: Jenna Ortega, Gwendoline Christie, Riki Lindhome, Jamie McShane, Hunter Doohan, Percy Hynes White, Emma Myers, Joy Sunday, Georgie Farmer
Genere: fantasy

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net