bohemian rhapsody regia di Bryan Singer, Dexter Fletcher Gran Bretagna, USA 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

bohemian rhapsody (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film BOHEMIAN RHAPSODY

Titolo Originale: BOHEMIAN RHAPSODY

RegiaBryan Singer, Dexter Fletcher

InterpretiRami Malek, Gwilym Lee, Ben Hardy, Joseph Mazzello, Lucy Boynton, Aidan Gillen, Allen Leech, Tom Hollander, Mike Myers, Aaron McCusker, Meneka Das, Ace Bhatti, Priya Blackburn, Dermot Murphy, Dickie Beau, Jess Radomska, Neil Fox-Roberts, Philip Andrew, Matthew Houston, Michelle Duncan, Max Bennett, Adam Rauf, Scott Morrison Watson, Devlin Lloyd, Garry Summers, Matthew Fredricks, Stefan Kopiecki, Pat Lally, Ian Jareth Williamson, Johanna Thea, Adam Lazarus, Peter Vo, Lasco Atkins

Durata: h 2.15
NazionalitàGran Bretagna, USA 2018
Generemusical
Al cinema nel Novembre 2018

•  Altri film di Bryan Singer
•  Altri film di Dexter Fletcher

Trama del film Bohemian rhapsody

Bohemian Rhapsody, il film diretto da Bryan Singer e Dexter Fletcher, è una coinvolgente celebrazione dei Queen, della loro musica e del loro leggendario frontman Freddie Mercury (Rami Malek), che sfidò gli stereotipi e infranse le convenzioni, diventando uno degli artisti più amati al mondo. Il film ricostruisce la meteorica ascesa della band attraverso le sue iconiche canzoni e il suo sound rivoluzionario, la sua crisi quasi fatale, man mano che lo stile di vita vita di Mercury andava fuori controllo, e la sua trionfante reunion alla vigilia del Live Aid, quando Mercury, afflitto da una gravissima malattia, condusse la band in una delle performance più grandiose della storia del rock. Facendo questo, il film cementa l'eredità di una band che è sempre stata più di una famiglia e che continua ancora oggi a ispirare gli outsider, i sognatori e gli appassionati di musica.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,22 / 10 (119 voti)7,22Grafico
Migliore attore protagonista (Rami Malek)Miglior montaggio (John Ottman)Miglior sonoro (Paul Massey, Tim Cavagin, John Casali)Miglior montaggio sonoro (John Warhurst, Nina Hartstone)
VINCITORE DI 4 PREMI OSCAR:
Migliore attore protagonista (Rami Malek), Miglior montaggio (John Ottman), Miglior sonoro (Paul Massey, Tim Cavagin, John Casali), Miglior montaggio sonoro (John Warhurst, Nina Hartstone)
Miglior film drammaticoMiglior attore in un film drammatico (Rami Malek)
VINCITORE DI 2 PREMI GOLDEN GLOBE:
Miglior film drammatico, Miglior attore in un film drammatico (Rami Malek)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Bohemian rhapsody, 119 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

markos  @  28/05/2024 22:32:36
   9 / 10
Emozione allo stato puro. Anni di grandi band. Malek straordinario.

stratoZ  @  09/03/2024 16:52:38
   4 / 10
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

Eccolo, un altro dei miei film nemesi, ora prima di parlare del film faccio un sunto di quello che penso io dei Queen: sono stati un buon gruppo, specialmente negli anni 70 hanno sfornato almeno 5-6 dischi che mi piacciono parecchio, li ascolto con molto piacere, li considero una gran bella band pop che ha mischiato efficacemente il glam e l'hard rock con una buona ironia di fondo e quell'umorismo un po' vaudeville che ricorda tanto i fratelli Marx a cui pure hanno dedicato due album. Tuttavia, tuttavia, rifuggo dagli agiografici ed estremi pareri sia da parte di diversi loro fan che dai significati che vorrebbe far trasparire questa biografia estremamente faziosa, non erano dei geni, quantomeno a livello musicale, forse a livello di immagine si, negli anni settanta, per chi li ha approfonditi, sa che c'erano artisti, tra solisti e gruppi altrettanto validi, se non addirittura migliori, sì parlo di altri artisti glam come Bowie, Reed, i T.Rex, i New York Dolls, gli Sparks, i Roxy Music, lo stesso Elton John, più le varie band hard rock fino a sforare nel prog che i Queen stessi ogni tanto non hanno disprezzato, insomma, quello che voglio dire è che anche essendo artisti molto validi, sicuramente non erano i soli e sicuramente non erano i geni rivoluzionari che questa pellicola vuol fare passare.

Ora venendo al film, è il classico biopic che si trascina tutte le superficialità e il pressappochismo di queste opere, oltre alla fastidiosa agiografia nei confronti sia di Mercury che degli altri membri della band, a partire dalla banalizzazione dell'omosessualità, rappresentata con un macchiettismo imbarazzante, cadendo nei più banali stereotipi e con la solita solfa del genio, un po' emarginato, un po' silenzioso, che pian piano ha i suoi dubbi e via dicendo blablabla, prima si sposa, poi si guarda allo specchio e capisce che gli piacciono gli uomini, diciamo che è rappresentata come lo spettatore medio si aspetti sia rappresentata.

Poi arriva la parte dolente, quella musicale, della produzione, che mi ha provocato anche troppi pruriti, con l'apoteosi che è quella scena quando scrivono Bohemian rhapsody e vanno dal produttore e allora il produttore gli fa come i personaggi dei video di Tik Tok le domande studiate a tavolino per ostentare la genialità dei suddetti: "ma voi siete pazzi, un singolo di 6 minuti??!! Incredibile non è stata mai fatta questa kosaaaah!!11! F0ll1a totaleeeh!!1" ovviamente è una str0nzata e non credo il produttore non era a conoscenza del fatto che già i Pink Floyd avevano fatto un singolo di oltre 6 minuti come Money due anni prima e addirittura una decina di anni prima l'aveva fatto Dylan con Like a rolling stone, cioè adesso ho citato due delle canzoni più famose di sempre e le prime due che mi vengono al volo, figuriamoci se il produttore dei Queen non ne era a conoscenza dai.

Poi c'è una buona ricostruzione, specie nel live AID è stato fatto un buon lavoro, non sono andato così matto per le interpretazioni e non mi sembra Malek assomigli a Freddie ma va be' questo è il meno, il resto, ovvero le parti drammatiche, i rapporti interpersonali, sono il nulla, trattati un una terribile noncuranza, si salvano i momenti musicali, più che altro per le canzoni in se non per meriti del film.

Detto questo, quanto odio i biopic agiografici, concludo con una frase di Scaruffi che utilizzò contro i Beatles ma per questo film è perfetta: "Arriveranno a scrivermi che hanno inventato il Jazz e sono stati i primi a decifrare l'alfabeto maya".

Eh guarda ci stavamo andando vicini.

pernice89  @  12/02/2024 10:04:12
   8 / 10
Film già visto anni fa alla sua uscita, ma per qualche motivo non commentato. Per chi conosce la vera storia dei Queen ogni tanto può far arricciare i capelli, ma Rami Malek è credibilissimo nel ruolo di Freddie, cosa ben difficile; il resto del cast secondo me è stato scelto a puntino. Gli posso perdonare tutti i difetti di trama, ma questo film riesce a raccontare a grandi linee come ha vissuto Freddie: dalla famiglia, alla storia con Mary Austin, alla sua crisi d'identità e il suo buttarsi su una vita sfrenata e senza regole... per non parlare dell'amore per i gatti, quello non è stato dimenticato. E sentire lui cantare durante tutta la pellicola... inclusi i titoli di coda, in cui si vede un giovane Freddie a ripresa ravvicinata... eh sì, basta poco per emozionare una che è già grande fan dei Queen.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  25/08/2023 00:55:35
   5 / 10
Oltre alla confezione inutilmente ruffiana e alle musiche immortali che non hanno certo bisogno di essere lodate da me, il nulla assoluto. Un successo clamoroso per un film di mediocrità totale, un esercizio di compilazione riabilitante che gronda falsità e melassa dal primo all'ultimo istante. L'interpretazione ridicola di Malek, premiata con l'Oscar, è la perfetta cartina di tornasole di un'operazione tutta di facciata, dove ogni salmo finisce in gloria, con buona pace per la scomodità storica di un mito come Freddie Mercury. La ricostruzione finale del Live Aid, però, è talmente perfetta nel suo ricatto da richiamare inevitabilmente la partecipazione emotiva dello spettatore. Sono diabolici questi americani...

Filman  @  06/01/2023 13:04:06
   5 / 10
La prima parte è imbarazzante per quanto piena di errori e scelte discutibili di montaggio, recitazione, trucco, parrucco, fotografia e regia, ma non deve sorprendere dati i molti problemi di produzioni che ha avuto questo film (litigi tra attore protagonista preselezionato e la vera band, sceneggiatura modificata costantemente per quasi 10 anni, Bryan Singer che abbandona il set e viene sostituito da Dexter Fletcher, dove però viene accreditato solo il primo per chissà quale motivo, cosa che successivamente porterà anche cattiva pubblicità al film in seguito agli scandali sessuali degli ultimi anni).
In generale BOHEMIAN RHAPSODY è l'ennesima insopportabile agiografia che fa finta di dare un lato oscuro al protagonista attraverso il cliché cinematografico della band che si spacca per colpa sua e attraverso una serie di cliché sui gay pervertiti e dediti alle orge: in realtà il protagonista rimane un esemplare perfetto dall'inizio alla fine, spacciato come qualcuno che ha fatto qualche errore (essere gay???) ma che si merita tutte le lodi. Cosa che viene ricercata ad ogni costo viste anche le incongruenze con i fatti realmente accaduti.
Le parti con i personaggi secondari (fidanzata e famiglia) sembrano quasi inutili considerando che le emozioni umane qui non esistono e quando il film prova a trasmetterle non ci si crede mai.
La musica è super-invasiva e per chi non è fan dei Queen è impossibile interfacciarsi con questo film che ti vorrebbe fan dei Queen a tutti i costi.

BigHatLogan91  @  18/10/2022 14:19:22
   6½ / 10
Rami Malek eccezionale, parti musical pure. Il problema è il resto.

pak7  @  05/08/2022 00:06:24
   7 / 10
Complessivamente ha soddisfatto le aspettative, anche se a tratti, avrebbe potuto prendere strade diverse. Non sono un fan dei Queen, ho letto che c'è stato qualche stravolgimento cronologico e quello non saprei proprio giudicarlo.
Resta il fatto che, banalmente, con lo scorrere dei minuti, sembra più la storia di Freddy Mercury che quella di una band.
Ah, senza baffi Malek, che ha comunque offerto una buona prova, sembra più Michael Jackson che Freddy Mercury...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  10/07/2022 18:28:12
   6½ / 10
Non ho digerito la verità storica alterata, comunque risulta gradevole per i fan dei Queen.

DankoCardi  @  01/01/2022 01:13:04
   9 / 10
Lo confesso: i Queen sono il mio gruppo preferito. Non potete capire le emozioni che ha suscitato in me federe questo film...soprattutto dopo quasi dieci anni di attesa; tanto infatti se ne è parlato tra rimaneggiamenti di sceneggiatura, avvicendamenti di registi e soprattutto di interpreti per Freddie (Johnny Depp, Sacha Baron Cohen, Ben Whishaw ed infine Rami Malek). Obbiettivamente ci sono degli errori grossolani difficilmente perdonabili per i fan accaniti (e quasi inspiegabili dato che la pellicola è stata realizzata sotto la supervisione di Brian May) la cui unica giustificazione -da me non condivisa- è il sacrificio della veridicità in nome della teatralità, del ritmo cinematografico e di una storia più romanzata ed in teoria più accattivante. Gli errori sono nel modo in cui Freddie, Brian e Roger si conoscono, We Will Rock You che sarebbe stata incisa nel 1981 anziché nel '77, la nascita ed il prosieguo della relazione tra Freddie e Jim Hutton ed altri a cui non voglio nemmeno pensare. Ma si è disposti a perdonarli di fronte ad un film che sfiora l'epico, che ci mostra il nascere di una delle più grandi ed importanti band del mondo, le cui canzoni continuano a far sognare intere generazioni e che qui, unite alla storia, sono una e propria bomba di adrenalina; io che lo vidi al cinema vi assicuro che è stato difficile non mettersi a cantare nella sala rischiando il linciaggio da parte degli altri spettatori. La regia di Bryan Singer (o Dexter Fletcher) ci porta direttamente dentro gli studi di registrazione facendoci vivere la creazione dei brani più famosi dei Queen o direttamente sul palco del Live Aid con una perfetta ricostruzione dell'intera performance della band, trasmettendoci le emozioni del pubblico di allora. Insieme a tutto questo vediamo la vita ed il sogno di un uomo, la sua voglia di emergere, la sua determinazione, i suoi rapporti familiari e l'andare contro il padre, i suoi amori e soprattutto la sua solitudine, il suo impellente bisogno di amare e di essere amato nonostante ciò potesse costargli la vita. In una parola...Freddie Mercury! La pellicola, seppur non esplicitamente, costituisce anche un significativo monito contro l' A.I.D.S.
Mai abbastanza osannato Malek che con la sua prova ci fà conoscere di persona il famoso frontman e credibilissimi anche gli altri attori nei ruoli di Brian, Roger e John; non è un caso questo Bohemian Rhapsody è risultato uno dei film più visti di tutti i tempi, non solo perchè i fan di Mercury e compagnia sono tanti ma perchè la pellicola merita davvero. Su un libro che parlava di rock lessi la seguente frase: "Il sole non tramonta mai sul regno dei Queen"!
E così sia!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  25/11/2021 12:05:11
   7 / 10
Qua bisogna scindere il film tecnico dalla grandezza dei queen, mercury nello specifico. Premettendo che indubbiamente in 2 ore è impossibile far vedere tutta la vita di una band o di una persona, la pellicola sembra a tratti non emozionare alternando alti e bassi durante tutta la visione. Il live aid finale invece è ricostruito per esempio egregiamente ma da quello che leggo in giro pare ci siano diversi errori nella sceneggiatura storici. Certo consideriamo anche la colonna sonora che ovviamente incide. Malek ci prova con onestà,gli va dato atto che non era facile in un ruolo dove era ed è difficile per chiunque cadere.
Buono ad honorem.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  25/11/2021 11:21:15
   5½ / 10
Molti gli errori cronologici che da fan dei Queen sono difficili da perdonare. Comunque è apprezzabile la prova di Malek, così come alcune scene davvero grandiose dei live. Molto meno le altre parti.

The BluBus  @  04/01/2021 23:48:37
   5½ / 10
Avvisatemi quando fanno seriamente un film sui Queen.. Questa é più la storia di un gruppo di boy scout.. Ok che doveva essere un film per il grande pubblico, ma di "rock" qua non c è proprio nulla.

mauro84  @  03/01/2021 11:57:15
   8 / 10
Recuperato questo eccellente musical, drammatico, in fondo, si fonde tra romanticismo, tra voglia di successo e il dramma finale targato HIV... come ben sappiamo. Una gran pellicola che ripercorre la sua storia, la sua cresciuta e la sua apoteosi come quella dei Queen.. un gruppo che ha scritto la storia, un gruppo che è storia. Gran omaggio a Freddy Mercury. Chapou.

Rami Malek: piaciuto, recitazione ottima. (+ lo guardi e + ci assomiglia...)^
(resto del cast forse "minore" o meglio non si esalta in questo contesto dove lui è il centro di tutto, dove lui è al centro di tutto!)... complimenti a tutti per le loro parti di recitazione... hanno dato realismo al tutto..

La doppia regia ha confezionato uno dei film biografici, drammatici, musicali + belli degli ultimi anni, forse il top per i Queen, e quello che hanno dato e trasmesso alle generazioni e che tutt'oggi trasmettono. Gran lavoro di scenografia, di ricreazione di eventi, di aver dato luce e nuove emozioni ad un grande star della rock e della musica.

Un film sopra le righe, "the show must go ON "...

Beefheart  @  21/12/2020 10:27:44
   7 / 10
Non essendo mai stato un grandissimo fun dei queen non ne conosco la storia nei dettagli e questo mi permette di godere a sufficienza di questo cosiddetto bio-pic.
Francamente non mi interessa se la tal cosa nella realtà è avvenuta due o tre anni prima rispetto alla cronologia filmica, e non mi interessa se qualcosa, o qualcuno, è pura invenzione. Ripeto: non sono una inconsolabile vedova di Mercury e non me ne frega niente se questo film non è la sua integrale radiogafia.
Il film in se è indiscutibilmente ben fatto, con un casting impressionante, interpretazioni più che all'altezza, tecnicamente ineccepibile e dal buon ritmo narrativo, che quando i minuti sono più di 130 non è cosa da poco.
Non è memorabile? Vero. Sicuramente edulcorato ed idealizzato, ma tra il non memorabile ed il bocciabile c'è un abisso.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  05/12/2020 23:42:30
   6½ / 10
Film di scarso valore. Avevo discrete aspettative.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  12/10/2020 16:16:17
   5½ / 10
Agiografia sfacciata della band (ed in particolare di Freddie Mercury) in cui i produttori (ossia i Queen ancora in vita) si riscrivono la propria storia in una specie di fiaba Disney dove la cosa peggiore che vediamo fare da Mercury è avere in casa un tavolo sporco di cocaina (quando il vero Freddie era notoriamente il re dell'eccesso). Oltre ad ignorare totalmente il resto del panorama musicale dell'epoca, la storia ricalca genericamente tanti altri biopic del genere, cambiando e scartando tutto quel che male si inseriva nel progetto. Malek bravo, sì, ma lontano dalla fisicità del vero Freddie (Sacha Baron Choen sarebbe stato sicuramente meglio). Resta la musica, ovviamente la parte migliore del film (su cui alla fine hanno puntato anche i produttori). Eppure non capisco il bisogno di rifare la scena del Live Aid (tanto valeva ritrasmettere l'originale). Tanti Oscar, tanti soldi, tutti felici. Ma un vero film su Freddie Mercury lo vedrei volentieri.

everyray  @  12/05/2020 09:58:33
   9 / 10
Non conoscevo bene la storia dei Queen ne tanto meno quella di Mercury e devo dire che questo film ha avuto la capacità di farmi apprezzare ancor di più un gruppo che non è proprio tra i miei preferiti e che ha sfornato capolavori musicali che tutti noi per fortuna oggi conosciamo.
Il protagonista è micidiale per quanto riguarda somiglianza e movenze che manco a dirlo gli è valso l'Oscar.
Momenti commoventi si alternano a musiche pazzesche e scene che sono già leggendarie come quelle finali!
Un film sicuramente da vedere assolutamente!

polbot  @  20/04/2020 00:30:37
   7 / 10
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  18/04/2020 15:21:26
   5 / 10
Sintetizzo: brutto quando in scena non c'è un pezzo dei Queen. Perché alla fine della storia rimane solo da chiedersi quanto sia merito della pellicola e quanto invece della chitarra di Brian May o della voce di Freddy Mercury.
Poi chiaro, visto un film su una rock star, visti tutti, ma a sto giro era lecito pretendere qualcosa di più di una macchiettistica rappresentazione.

werther  @  14/04/2020 17:15:44
   8 / 10
Premesso che non sono un'appassionato dei Queen non avendoli vissuti, giudico il film per quel che posso conoscere e quel che mi trasmette. Parliamo di una sceneggiatura che racconta la nascita della band e si concentra maggiormente anzi, quasi esclusivamente, sulla vita di Mercury, frontman e leader della band. L'interpretazione di Malek a mio avviso è superlativa e merita l'oscar, la storia è molto coinvolgente e le 2 ore volano nonostante non ci sia ovviamente un ritmo serrato come in un action. Il concerto finale de Live Aid è emozione pura.La colonna sonora è dei Quenn, non serve aggiugnere altro,giudico il film per ciò che mi ha trasmesso ma penso che questo genere di film andrebbero guardati e giudicati principalmente da chi quella band l'ha vissuta in quegli anni per poter esprimere al meglio un giudizio critico e apprezzarlo a pieno. Resta comunque un film per tutti, assolutamente consigliato.

130300  @  08/04/2020 01:12:32
   6 / 10
i Queen sono leggenda ma.. non basta raccontarli per fare un bel film. sopravvalutato

Jokerizzo  @  24/03/2020 12:52:06
   8½ / 10
Gran bel film!

lukef  @  24/03/2020 12:23:16
   6 / 10
Nonostante l'attenzione maniacale ai tanti dettagli, trovo che il Freddy Mercury in questione si discosti in modo sostanziale dall'originale. Come spesso accade in molte opere biografiche, risulta tremendamente difficile replicare il carisma e l'animo di una grande personalità.
Spesso quelli che ci riescono lavorano più sui silenzi che sugli avvenimenti. Portando un esempio recente, mi viene in mente "Che", il film in due parti di Soderbergh che ritrae il personaggio di Che Guevara, secondo me in modo magistrale. Alla fine del film, non è difficile immaginarsi a prenderci un tè assieme, da tanto bene lo si è conosciuto.
Qui invece la necessità di raccontare tutta una vita in due ore obbliga ad una sceneggiatura che si preoccupa solo di concatenare i fatti più salienti, della cui rapida successione ne esce un lato umano decisamente impoverito.
"Questo" Freddy sembra nascere con l'inizio del film per poi evolversi come il classico ribelle (alla Billy Elliot diciamo) che si scontrerà con la famiglia, poi con i produttori e infine con il gruppo. Sicuramente questi scontri ci sono stati, ma non bastano a raccontare un personaggio così unico.
L'altro grande problema è la fisicità di Remi Malek. Il suo lavoro di imitazione è a dir poco perfezionista, ma certe cose non basta imitarle, bisogna sentirle. Il vero Freddy, pur essendo omosessuale ed effeminato, trasmetteva indubbio vigore e potenza sessuale, cosa che l'attore non riesce assolutamente a replicare, finendo spesso col ritrarre una "femminiella" isterica.
In conclusione un film(etto) leggero, interessante e godibile, con tutti gli ingredienti per piacere al grande pubblico. Se però volete capire meglio la personalità e il genio di Freddy Mercury, guardavi piuttosto qualche suo concerto o intervista che gira su Youtube.

Lucignolo90  @  11/01/2020 15:35:17
   3 / 10
Bruttissimo e incredibilmente sopravvalutato film di Bryan Singer, un grande regista quando voleva (I Soliti Sospetti, L'allievo, i primi X-Men) ma qui dirige un film sui Queen su commissione dove a salvarsi è parzialmente solo Malek (con una protesi dentale inguardabile cmq) Anche se secondo me l'oscar gli è stato regalato. Ma ancora più regalato è l'oscar di John Ottman per il miglior montaggio: avrò contato 60 tagli in meno di 3 minuti nella scena tra i Queen e John Reid con scavalcamenti di campo continui. Una cosa oscena. In più battute stupidissime e cringissime ("povera tua moglie se per te 6 minuti sono tanti" sulla lunghezza di Bohemian rapsody) e un finale alla karaoke stile Fiorello in piazza. Credo si sia trattato del più grande abbaglio collettivo degli ultimi 20 anni almeno, film brutto e non meritevole di nessuno degli Oscar vinti.

Chemako  @  25/11/2019 06:50:05
   7 / 10
L'attore non gli somiglia per niente però...

Attila 2  @  15/10/2019 12:40:11
   7 / 10
Me lo aspettavo piu' incentrato sulla band e sul loro travolgente successo.Invece e' praticamente la biografia dii Mercury,che interessa e coinvolge proprio perche' e' lui ma se fosse un altro cantante non sarebbe poi cosi' interessante.Il film lo salvano l'interpretazione di Malek e le musiche dei Queen

Goldust  @  11/09/2019 11:48:41
   7½ / 10
Il fatto che questo biopic sia tutt'altro che inattaccabile dal punto di vista storico-temporale non ne sminuisce la portata, è un bel concentrato di passioni ed emozioni con un protagonista trascinante. Le musiche poi sono intramontabili quindi pollice convintamente in su!

floyd80  @  04/06/2019 09:24:12
   7 / 10
La prova di Malek vale tutta la visione, l'attore si cala talmente tanto nel personaggio da disegnarselo sulla pelle, sui tic e sui movimenti, meritato l'oscar.
Per il resto però rimane il classico biopic, nulla di originale per una storia che per sommi capi conosciamo tutti, facendo continuamente leva sull'effetto nostalgia, che nel bene o nel male ti frega sempre.
Bel film, non un capolavoro però.

ferzbox  @  22/05/2019 15:33:31
   7½ / 10
Il film si spiega da solo in una scena memorabile dove Freddie Mercury illustra l'anima di quella che sarà una delle loro canzoni più leggendarie(se non la più rappresentativa in assoluto); Bohemian Rapsody doveva essere una canzone espolisiva con la forza di sorreggersi tramite generi diversi; il fascino dell'ibrido; l'impresa di riuscire a colpire il pubblico miscelando la magnificenza dell'opera lirica con la dirompente onda emotiva che sa suscitare il Rock.
Il film si intitola come quella popolarissima canzone, ereditandone anche il significato embrionale; "Bohemian Rapsody il film" segue le orme della sua controparte musicale, cercando di presentarsi al pubblico pretenzioso mischiando l'epicità dei Queen come gruppo alla vita frastagliata di Freddy Mercury; il tutto confezionando a regola d'arte come si fa per qualunque "blockbuster" che si rispetti.
Ci tengo a sottolineare che il mio "che si rispetti" alla fine della frase sta a precisare quanto la scarsa qualità di una pellicola non sia necessariamente legata al fatto che sia destinata al grande pubblico; come sempre dipende da come si vogliono fare le cose e, in questo caso, direi che ci troviamo davanti a un film per tutti che sa accontentare i fans più sfegatati fino ad arrivare agli spettatori occasionali che si ritrovano a guardarsi un film di una Band Rock popolare.
Scelta che in fin dei conti non mi ha sorpreso; il film è più o meno come lo immaginavo....anche se devo dire di non essere rimasto troppo soddisfatto dal lato biografico.
Sono dell'idea che sarebbe stato più efficace(tenendo conto di come hanno concepito il tutto) concentrarsi sul lato epico dei Queen; sul loro clamore; sull'energia che sapevano dare al pubblico quando stavano sul palco; sul concepimento delle canzoni più famose; insomma, qualcosa incentrato in un aspetto che questo film di Singer ha dimostrato lodevolmente di saper dare.
Perchè non arrivare fino ad "Innuendo" allora? Perchè non tagliare un pò sulle scene stucchevoli dei rapporti sessuali e sentimentali di Mercury per una maggiore attenzione all'epicita? Al mito?
La risposta più scontata sarebbe: "..perchè non sarebbe stato più un film biografico", ma personalmente non mi viene da vederlo così; a mio avviso il film funzionava alla grande solo quando venivano mostrati i Queen nel loro aspetto artistico e idolatrico, piuttosto che nelle analisi sulla vita di Freddie Mercury.
Singer non è regista da biografie; il film più impegnato che ha fatto è stato "I soliti sospetti", e non mostrava certo la sua bellezza nelle analisi realistiche dei personaggi; tutto l'opposto.
Magari in un film intitolato "Freddie Mercury", diretto da "chiunque sia" avrebbe potuto concentarsi sull'uomo, piuttosto che il mito, ma in un film come questo arrivare fino ad "Innuendo" con tanto di tributo finale A Freddie Mercury con un ipotetico "Show must goen" sarebbe stato magnifico.
Non è una pellicola girata male; in più occasioni riesce ad esaltare lo spettatore una cifra(sopratutto nei concerti o quando discutevano sui nuovi pezzi in sala di registrazione), ma l'ho trovato troppo stucchevole nelle parti di vita privata; metri di pellicola che potevano essere notevolmente ridotti e utilizzati per scene più compatibili al formato che presentava il film.
Gli oscar secondo me se li merita per il montaggio video e sonoro(ci può stare), ma sinceramente Rami Malek ce lo vedevo bene all'inizio; dopo cominciavo a notare che non era Freddie Mercury....e il sonoro l'hanno fatto i Queen; e grazie che era figo.....
Comunque, a tirar le somme, è un film che tutto sommato mi ha fatto provare per due o tre volte un emozione grande, e non posso trascurarlo questo..
Più che discreto dai.....si poteva far meglio ma può andare come film sul mito dei Queen.

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/05/2019 15.37.17
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  05/05/2019 22:11:09
   7 / 10
Come film biografico non ha nulla di speciale e non è particolarmente coinvolgente, ma la prova di Rami Malek è davvero ineccepibile, va visto per la sua interpretazione.
Le musiche non potevano che essere perfette...sono i Queen!

VincVega  @  04/05/2019 00:22:20
   5 / 10
Visto più che altro per curiosità dopo l'enorme successo, ma già i biopic non li amo, poi quelli edulcorati come questo ancora meno. Ci mancavano i testi sotto i brani e poteva essere un film karaoke, per il resto capisco che piaccia al pubblico generalista, ma fondamentalmente è un filmetto. Ok, non annoia, ma le emozioni che manda sono farlocche e di una furberia unica. Poi la caratterizzazione di Freddy Mercury si poteva fare molto meglio, ma si dai diamo al pubblico quello che vuole. Infine il finale con il "Live 8" è sopravvalutatissimo, pieno di stacchi e facilissimo da girare, un regista con le p***e l'avrebbe realizzato con un piano sequenza.
Vedere "Bohemian Rhapsody" e "Green Book" tra i film più premiati e amati dell'anno, mi ha fatto provare una certa amarezza, come tutti gli anni ormai. Oscar e Golden Globes sempre peggio.

fashion_live  @  14/04/2019 13:33:47
   8½ / 10
Emozioni allo stato puro

topsecret  @  13/04/2019 18:39:19
   7 / 10
Questo è uno di quei casi in cui un giudizio potrebbe essere dettato dal fatto di essere un fan o un detrattore irriducibile dei Queen o di Freddy Mercury (che poi sarebbe la stessa cosa).
Personalmente lascio questa incombenza agli esperti conoscitori di fatti e personaggi coinvolti, perciò non essendo nè un fan (anche se apprezzo le loro canzoni) nè un detrattore dei Queen, mi limiterò a parlare del film come prodotto ludico.
Innanzitutto, la performance del cast mi è sembrata buona, Malek si porta a casa un oscar, la regia appare pulita, i dialoghi sono interessanti e la caratterizzazione dei personaggi riesce a non tracimare nella banalità o nell'enfasi emozionale, soprattutto in quei momenti dove ci si addentra nella vita personale di Mercury. La colonna sonora poi è qualcosa di mitico: praticamente ho canticchiato con i brividi lungo la schiena sulle note di canzoni immortali come We Are The Champions, We Will Rock You e altre che non sto qui a snocciolare...praticamente un greatest hits della band.
A mio avviso un buon film, un omaggio forse tardivo a quello che è stato uno dei più grandi vocalist pop-rock della storia, un ringraziamento a una delle band musicali più famose nel mondo e una ottima occasione per i più giovani per prendere coscienza di chi erano, e sono, i Queen.

Invia una mail all'autore del commento cupido78  @  01/04/2019 10:28:13
   4½ / 10
Godibile, sicuramente, ma i fondo deludente. Ottime interpretazioni, tutto preciso come una qualsiasi grossa produzione di una favoletta patinata, addolcita. Non si può fare un film su un pezzo di storia del rock e non vedere una distruzione di camera, una scena di abuso di droghe, un'orgia! è offensivo, sia nei confronti del pubblico che della bon'anima, questa ricostruzione sentimentalistica i cui sono tutti buoni e bravi, specie gli altri componenti della band. Poi Malek con la faccia da bravo ragazzo di default proprio non esprime alcun lato oscuro di un personaggio molto più sfaccettato, fatto di luci e ombre.. eccessi, cadute clamorose, follie! Un film per famiglie che vince il premio del politically correct: l'Oscar

7219415  @  26/03/2019 12:52:32
   7 / 10
Non sono un appassionato di film sulle rock band ma mi piacciono i queen, Rami Malek è bravo e queste due ore e passa sono passate piacevolmente

minoidepsp  @  25/03/2019 22:09:12
   8 / 10
Ottimo film, non solo belle e storiche canzoni, ma anche una storia interessante e ben raccontata.

jimclark82  @  17/03/2019 22:44:51
   6½ / 10
Un buon film ma nulla di più
Bravo Rami Malek, che sostituisce molto bene (forse anche meglio) la prima scelta del collega sacha baron cohen, anche se di quest'ultimo condivido le critiche rivolte al film.
Un film sui Queen che in realtà è un film su Freddi Mercury, alcune libertà sulla narrazione per rendere più cinematografica la storia non sono state da me apprezzate.
Film che ha avuto successo perchè i Queen restano un gruppo leggendario per molte generazioni, il film di per sé non è nulla di stupefacente.
Molto bravi i truccatori per la capacità di rendere una somiglianza davvero unica con i membri originali della band.

davmus  @  11/03/2019 15:50:47
   9 / 10
La mia parte affettiva fa salire il giudizio di un pò, ma resta un bel film e una grande interpretazione di Malek

Sbrillo  @  09/03/2019 00:08:51
   8½ / 10
Nonostante i Queen non rientrassero nei miei artisti preferiti, uscii dal cinema abbastanza soddisfatto della visione.... 2h e 15 che volano via e giustissimo il premio Oscar a Malek.... lo rivedrei...

Burdie  @  04/03/2019 23:40:00
   7 / 10
...prima parte povera poi migliora

Junipher  @  03/03/2019 13:47:52
   5 / 10
Ma perchè Freddie Mercury a un certo punto diventa il sosia di Mick Jagger???

Un pò mediocre come film, Bryan Singer sempre peggio, siamo sui livelli di quella ciofeca di X-Men Apocalypse... La scena culminante del film, il Live-Aid, seppur girata discretamente, si rivela in realtà un pò imbarazzante con quell'effetto karaoke e le faccine ebeti del (sottolineo) FINTO pubblico... Rilettura storica a tratti irritante.

Vuvovu  @  22/02/2019 17:25:38
   6 / 10
Bryan Singer è ormai all'apice della sua ascesa da promettente autore a commesso impacchettatore di regali fuori dai centri commerciali.
Bohemian Rapsody è un film agiografico, senza un'idea di regia o di rappresentazione, superficiale e vacuo come il riassunto di uno scolaro delle elementari. Tenuto in piedi dalle musiche e da una fotografia lussureggianti.
E' lo specchio della attuale povertà intelletuale del cinema americano mainstream e del pubblico del terzo millennio.

DogDayAfternoon  @  20/02/2019 18:22:16
   7 / 10
Davvero un ottimo biopic, e non è facile racchiudere in un paio d'ore di film la vita di una band. Non esaustivo, un film non lo potrà mai essere, ma sicuramente riesce a trasmettere l'interesse per approfondire la storia del gruppo e del suo leader.

Ovviamente la musica è la protagonista principale, e infatti i momenti meno "musicali" e più biografici sono forse quelli meno convincenti. Eccezionale la riproduzione dei concerti, e ottima performance di Rami Malek.

Perfetta poi la scelta di concludere il film non con il declino di Mercury e di conseguenza dei Queen, ma con il Live Aid 1985, probabilmente uno dei punti più alti della storia di questa band.

Paolo70  @  19/02/2019 19:54:11
   9 / 10
Film ben fatto. Ottima la parte musicale soprattutto se piacciono i Quen. Ottima la regia e la scenografia. Molto bella la parte in cui viene rappresentata la performance dei Queen durante il Live Aid. Per brevi tratti mi ha un po' annoiato. Bravi i protagonisti. Da vedere al cinema in una sala con una buona acustica.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  17/02/2019 22:51:19
   8 / 10
Fantastica biografia di uno dei gruppi più influenti di tutti i tempi!
Si avverte quanto Rami Malek abbia vissuto l'interpretazione di Freddie, insieme agli altri tre compagni. Si percepisce anche tutta l'energia e grande emozione nel suonare sul palco davanti a migliaia di persone.
Grosso lavoro nel riprodurre al dettaglio i momenti più salienti della storia dei QUEEN.
I miei complimenti a Bryan Singer e a tutto il cast.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  14/02/2019 12:39:07
   6½ / 10
Più che un film sui Queen è un chiaro omaggio al loro leader.
Sceneggiatura poco originali, si ricalcano le origini del gruppo ,il successo i loro attriti e poco altro , si sorvola completamente sul disagio di Freddy nel vivere la sua sessualità , furbescamente si dà ampio margine alla fine al Live Aid uno dei loro momenti più alti . Si salvano l'interpretazione sentita di Malek e ovviamente la colonna sonora che regala veri momenti di esaltazione .
La sensazione è che comunque si poteva fare di più non limitandosi a raccontare e basta i fatti.

DarkRareMirko  @  12/02/2019 23:35:31
   8½ / 10
Emozionante credo sia la parola più indicata, seppur magari qualche strafalcione storico sia comunque presente.

Il concerto del Live aid è stato uno dei momenti più intensi che abbia mai avuto in un cinema; bene Malek, seppur non somigliantissimo a Mercury (eccezion fatta per quando indossa gli occhiali).

Bene pure Aaron McCusker che fa Jim Hutton (il tipo di cui Mercury si innamora) ma soprattutto ho trovato impressionante Allen Leech (Dowtown Abbey) che fa - divinamente - Paul Prenter (uno dei gay, quello che pare un Village people, sora di managr di Freddy), che imho se la gioca con Malek come attore più bravo.

Un buonissimo omaggio ai Queen, un buon film di per sè; speriam che Singer, regista dotato, non venga triturato dal Metoo, come successe a Spacey...


Io non ho ancora capito se cantava Mercury dai veri live, se cantava Malek dal vivo oppure qualche imitatore...

Lemmy  @  12/02/2019 10:41:22
   5 / 10
Conosco e amo la musica dei Queen, uno dei 10 gruppi più importanti della storia del rock, ma già dalla notizia di un film sulla loro vita/carriera mi fece storcere il naso, come è successo per il biopic su De Andrè, che non sono riuscito a vederne più di mezzora...
Film che, aldilà di alcune e perdonabili inesattezze cronologiche, non aggiunge o toglie nulla di quello che si sapeva già sui Queen e su Freddy Mercury.
Ho trovato il film abbastanza noioso e scontato, dialoghi a tratti imbarazzanti, buona fotografia e alcune scene veramente azzeccate, ma veramente troppo poco per raggiungere la sufficienza.
A mio modesto parere un film sopravvalutatissimo

Invia una mail all'autore del commento marlamarlad  @  11/02/2019 09:54:21
   7½ / 10
Non ho mai seguito i Queen ne' le loro vicende, posso quindi affermare di aver assistito a questo bel film senza alcuna influenza pregressa. L'attore protagonista regala emozioni.

alberto9  @  10/02/2019 12:32:26
   7 / 10
Attore bravissimo, che brividi risentire le canzoni dei queen!

AMERICANFREE  @  07/02/2019 19:25:59
   9 / 10
Ho sempre amato i queen e questo film mi ha molto emozionato.Ottima regia e notevole la recitazione di Malek. Un omaggio al mito di Freddy

jason13  @  05/02/2019 12:39:52
   7 / 10
Premetto che il film e' bellissimo. Pero'...la parte proprio magnifica da 10 e lode e' quella del concerto Live Aid. Il resto e' un po' macchinoso soprattutto nella prima ora. Avrei gradito vedere l'avanzare della malattia per avere un'opera completa e un vero e proprio testamento dell'artista.

peppe87  @  01/02/2019 21:51:07
   7 / 10
è fatto un po maluccio ma non si puo dare meno di 7, dato che narra le vicende di un mito

Davide  @  01/02/2019 20:58:27
   8 / 10
C'è qualche inesattezza ma...chi se ne frega!! Da non perdere!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  30/01/2019 16:34:17
   6½ / 10
Biopic musicale celebrativo del leggendario Freddie Mercury. Segue lo schema classico ascesa-caduta- risalita, ma ha il pregio di non indugiare sulla malattia e la morte del protagonista cercando la lacrimuccia. Molto spazio è lasciato alla musica, con una rimessa in scena del Live Aid visivamente potente, che non può che regalare emozioni al pubblico, che infatti ha molto gradito l'opera. Molto bravo Rami Malek a calarsi nei panni di un personaggio così particolare.
Nel complesso è un film ben fatto, ma la parte migliore sono decisamente le musiche dei Queen, che non avevano bisogno di questo prodotto per farsi apprezzare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  29/01/2019 20:41:10
   5½ / 10
Bohemians Rhapsody ha degli alti e bassi paurosi, alterna momenti sublimi come il concerto Live Aid, chiave di volta fondamentale della loro carriera e personalmente l'unica cosa che ricordo di quell'evento. Ha una bella confezione, molto curata nulla dire, ma sotto la patina dice veramente poco che non si discosti dal classico biopic, anzi cadendo rovinosamente in svariati clichè, specialmente nella parte centrale del film. Inoltre, ed è più di un'impressione, Singer e sceneggiatori abbia tenuto molto in considerazione The Doors di Stone, citato apertamente un paio di volte (la performance televisiva al Top of the pops e la drammatica conferenza stampa) e il concetto di band come una famiglia dove i solisti e frontman volano in qualche modo più alto degli altri componenti. Morrison nella sua visionarietà estrema, Mercury nei suoi eccessi kitsch e decadenti. Concentrato su Malek/Mercury, ma trascurando gli altri personaggi che appaiono e scompaiono a piacimento. Un film che mi ha convinto poco, aldilà di qualche pregio che comunque possiede.

76mm  @  29/01/2019 15:44:51
   6 / 10
Non volevo andarci ma alla fine mi sono lasciato vincere dalla curiosità di capire le ragioni dell'enorme successo ottenuto.
Il motivo è semplice, è un film fatto apposta per piacere a tutti: buona musica, buoni sentimenti, scene madri à gogo e poco approfondimento sui lati oscuri della leggenda Mercury.
Alcuni si sono lamentati delle troppe licenze e manipolazioni della realtà.
Partendo dal presupposto che, da che mondo è mondo, i film biografici hanno quasi sempre romanzato i fatti reali (che epurati della mitologia che gli sta intorno sarebbero molto meno appassionanti), bisogna comunque fare una distinzione fra le invenzioni che abbelliscono la realtà e quelle che la falsano.
Se le prime al limite possono far sorridere (o storcere il naso) ma fondamentalmente non influiscono più di tanto nella ricezione dei fatti,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

le seconde potrebbero effettivamente gettare una luce diversa su determinati aspetti della storia (quella vera) e questo non è molto corretto

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

In definitiva un discreto film d'intrattenimento, fondamentalmente celebrativo, che non restituisce appieno la grandezza del Mercury artista e non scava (volutamente) nelle profonde contraddizioni del Mercury uomo.
Si lascia vedere e godere, soprattutto per la musica, ma scivola via senza lasciare nessuno spunto di riflessione.
Il bassista John Deacon, il cui ruolo all'interno della band stando a quello che si vede nel film è paragonabile a quello di Mauro Repetto negli 883 (mentre tutti riconoscono la fondamentale importanza dei suoi giri di basso in alcuni dei più grandi successi del gruppo), si è tirato fuori dal progetto, mentre May e Taylor, che ne escono appena un pelino meglio, $i $ono la$ciati convincere da qualche o$cura ragione a dare il loro con$en$o.

ValeGo  @  19/01/2019 18:33:02
   9 / 10
Veramente un gran film! Interpretazione di Malek davvero notevole, manca un pò la parte mascolina di Mercury, ma è una grande interpretazione! Le scene del concerto per il live aid sono stupende, con quelle riprese aeree sembrava davvero di essere lì. Una grande emozione!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  18/01/2019 09:52:27
   8 / 10
Quando hai dei capolavori musicali come quelli dei Queen a disposizione appare praticamente impossibile sbagliare. Ed infatti, questo biopic, nonostante le varie traversie patite (a cominciare dall' avvicendamento tra registi), colpisce nel segno; edulcorato quanto si vuole, eccessivamente attento a restituire una parte fin troppo umana della band tanto da suonare artificioso in più passaggi," Bohemian rapsody" funziona comunque alla grande, figlio di un cinema romanzato che trova nel racconto classico di ascesa, caduta e redenzione un ritmo invidiabile.
Se da una parte quindi abbiamo un approfondimento del mito Freddy Mercury abbastanza schematico, dall'altra troviamo soddisfazione nella stupenda colonna sonora (regolarmente lanciata nei momenti giusti) e la cura messa nella stesura di uno script -anche qui, reso più digeribile- ma capace di trascinare lo spettatore, condotto con invidiabile maestria ad esaltarsi o commuoversi a comando. Sequenza top: il concerto del Live Aid a Wembley, semplicemente magnifica.

JOKER1926  @  17/01/2019 15:53:27
   7½ / 10
"Bohemian rhapsody" è una produzione americana partorita dalla doppia regia di Singer e Fletcher , l'operazione riguarda i Queen e in modo particolare il leader del gruppo, Freddie Mercury .

Il film ha avuto grandi feedback per quanto concerne i risultati al botteghino; il successo di pubblico ha dei motivi alquanto evidenti: si tratta di un film ben fatto che offre un tema e un personaggio universale, non servono dunque particolari analisi antropologiche e filosofiche, "Bohemian rhapsody" è globalmente una produzione riuscita e completa.

Nella parte dell'indimenticato Mercury troviamo uno straordinario Rami Malek , prestazione di grande prominenza, ma anche il resto del cast è all'altezza della situazione.
La bravura della regia è quella di proporre un film compatto e di grande (fisiologico) interesse; si tratta di un film che racconta (magari anche in maniera un po' romanzata) le vicende artistiche dei personaggi e lo fa senza cadere nelle inesorabili trappole. "Bohemian rhapsody" insomma non è per nulla un musical e allo stesso tempo non può esser etichettato come documentario o film prettamente biografico. La produzione di Singer e Fletcher va oltre il genere, questo è puro Cinema!

Da questa nostra osservazione si evince tutta la positività di una pellicola carica di adrenalina e colma di passaggi importanti, alle volte divertenti, altre, invece meramente drammatici.

Risulta improbabile inoltrare ulteriori disamine circa "Bohemian rhapsody", non troviamo difetti eclatanti. Nonostante la durata non banale, il prodotto non presenta alcun punto morto. La narrazione e la sceneggiatura guidano lo spettatore verso un viaggio variegato, fra arte e passione. La musica poi è la sentenza inderogabile, poco da aggiungere.

CyberDave  @  17/01/2019 14:40:27
   9 / 10
Avevo tante aspettative da questo film ed ognuna di esse è stata superata da quello che ho visto sullo schermo.
Un film che ti gasa, ti dà adrenalina, ti rende partecipe a quella che è stata la vita dei Queen e di Freddie in particolare.

La colonna sonora è ovviamente pazzesca e li non si poteva certo sbagliare, la grandezza del film sta nel fatto che non diventa mai noioso e banale, tutto ha un filo conduttore che ti porta sempre ad andare avanti e trovare qualcosa di meglio, di magico, fino a quel finale sul palco del Live Aid da mettere i brividi.

Chiaro che per reggere il film sono state cambiate alcune cose, alcune date, alcuni fatti storici, alcuni personaggi, però di certo tutto questo è servito per tirar fuori un capolavoro.
Spero davvero che Malek possa vincere l'Oscar con questa interpretazione fantastica.
Da vedere assolutamente più e più volte.

winning  @  16/01/2019 14:03:59
   6 / 10
Sufficenza perché si parla di Freddy Mercury e le musiche dei Queen, ma il film in se è un filmettino, proprio un filmettino. Zero approfondimento , non c'è niente, è solo un tributo a Freddy Mercury, nemmeno tanto ai Queen, insomma , da un film che doveva raccontare una leggenda della musica , ci voleva molto ma molto di più, sia sotto il versante interpretazioni che di storyboard.

Geoff  @  13/01/2019 18:31:31
   5 / 10
Le musiche dei Queen spaccano come sempre e fanno sembrare il film bello.
Il tizio che fa Brian May è in realtà il vero origniale Brian May giovane.
L'autocitazione di Mike Myers mi ha fatto ridere molto.
Rami Malek molto bravo ma mi ha ricordato l'alce bullwinkle.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  12/01/2019 20:46:24
   7 / 10
Quello che mi aspettavo, me l'aspettavo, quindi sono abbastanza soddisfatto.
Bohemian Rhapsody non può essere definito un capolavoro, è un buon film celebrativo sulla figura di Mercury e dei Queen.
L'aspetto scenografico è di certo il forte del film, anche la fotografia è magnifica, le canzoni dei Queen in sottofondo rendono tutto più coinvolgente ed emozionante
L'aspetto invece biografico concordo con chi la critica, qualcosa in più lo si poteva fare e si poteva tagliare un po il racconto sul lato sessuale di Mercury, per non parlare del gruppo, sui Queen si poteva approfondire qualcosa in più.
Gli attori molto bravi, Rami Malek interpreta il ruolo di Mercury con carisma, non aveva affatto un ruolo facile, mi ha convito appieno, stessa cosa per il resto del cast.
Promosso con un buon voto questo Bohemian Rhapsody, il live a Wembley è di certo il momento piu toccate e carismatico del film, coinvolge parecchio.

marimito  @  12/01/2019 18:54:26
   8 / 10
Mi è piaciuto molto e non credo solo perché mi piacciono i Queen (tra l'altro non sono una loro fan sfegatata). Certo la loro storia ed in particolare quella di Mercury aiuta molto la suggestione, le musiche poi fanno il resto, ma ritengo il film davvero ben riuscito per performance (ho pensato tanto a quanto l'attore deve aver studiato espressioni, passi e movenze dell'originale), fotografia, resa scenica, pathos. Non sarà la fedele riproduzione di quanto accaduto, ma, seppur romanzata, la storia rende giustizia ad un Freddy Mercury che, nonostante o forse proprio grazie alle sue esuberanze e stravaganze, è entrato nella storia internazionale della musica. Bello!

gemellino86  @  04/01/2019 23:45:36
   7½ / 10
La storia di Freddie Mercury e dei Queen con tanta (bella) musica e un grandissimo Rami Malek. Per i fan della celebre band musicale è da non perdere. Stupenda la parte finale con il concerto. Però ci sono anche dei difetti: a volte scade un po' nel mieloso e i dialoghi non sono sempre brillanti. Senz'altro un film da vedere anche per le nuove generazioni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  03/01/2019 08:01:30
   5½ / 10
Quando nei titoli di testa leggi tra i produttori i nomi di Taylor e May capisci subito che si tratta di un film celebrativo su Freddy Mercury piu' che un biopic.
In effetti i fan non rimarranno delusi, la vita di Freddy Mercury viene edulcorata mettendo al centro la musica e l'amicizia romantica con Mary.
Il resto è solo accennato. Del resto non so quante ore servivano per portare sullo schermo tutta la vita di questo straordinario frontman.
Purtroppo la qualita' della sceneggiatura non aiuta ad apprezzare la pellicola che si vive in perenna attesa di ascoltare la prossima canzone, quello che c'è oltre è poca cosa.
Grazie alla splendida colonna sonora (scontato) il film si regge in piedi...troppo poco. Freddy meritava di meglio.
Banale

Venticello  @  02/01/2019 13:32:10
   9 / 10
Quando ho visto la durata mi sono spaventato: 2h e 10' mi sembravano un'eternità! Ma il film mi ha completamente smentito: capolavoro! L'attore che interpreta Freddy Mercury, oltre ad essere bravissimo nella recitazione, gli somiglia tantissimo. Ovviamente, il punto forte sono le canzoni dei Queen, e la ricostrunione della partecipazione al Live AID é meticolosa e di grandissimo effetto. Nel prossimo week end tornerà al cinema a rivederlo!

KINGLIZARD  @  02/01/2019 11:43:36
   7½ / 10
Da grande appassionato di musica Rock ho seguito piacevolmente questo film..
Visto in prima fila domenica mattina al cinema..Premetto che non sono un superfan dei Queen li ritengo appartenere più al filone pop-rock che classic rock, il loro grande successo oltre al carisma di Mercury lo devono alla dinamicità e alla grande espressività del loro chitarrista B.May che sapeva trasformare in maniera veramente efficace linee melodiche molto semplici in riffs di grande impatto!.. Questo film è confezionato come un cioccolatino da regalo, alla perfezione per il grande pubblico, non sono un esperto bibliografico del gruppo per cui alla fine di come e cosa sia riportato rispetto alla realtà poco importa..io mi sono divertito ed intrattenuto per tutta la durata del film..e devo dire, non sapendolo fino a che non ho visto i titoli di testa scorrere, che quanto ho visto "directed by Brian Singer" accidnti..sarà sicuramente un buon film!!

Prof  @  01/01/2019 23:05:00
   8 / 10
Spero anzitutto di non spoilerare; nel qual caso mi si cancelli il punto incriminato. Ringrazio fin d'ora…
Il voto scaturisce da una media spontanea tra il primo tempo, sopito (6) e il secondo, sublime (10). S(d)ue cene toccanti, senza preannunciare alcunché, sono quella in cui pluvia lacrimaeque se miscent (scioccante ed esclusiva, anche come effetti… pratici: excluditur persona quaedam...) e l'altra in cui il pianto scaturisce dal contatto spontaneo tra geni paterni e filiali, cum vorago excelsa invicem donetur.
Mi fermo qui. Film magnifico, comunque: non perdetelo.

Sestri Potente  @  01/01/2019 13:47:59
   9 / 10
Grande film sui Queen e Freddie Mercury, che narra tutta la storia della band (chiaramente romanzandola un po' ma ci sta) incentrandola sull'indiscusso leader.
Ricostruzione perfetta del Live Aid, ma è tutto il film ad essere grandioso.

Invia una mail all'autore del commento Balrog  @  29/12/2018 01:12:16
   8 / 10
Bel film dove viene raccontata l'ascesa di Freddy Mercury e dei Queen.
Ottime le interpretazioni di tutti gli attori e storia che risulta interessante filando via liscia senza troppe pause.
Il rapporto con i genitori, i tanti amanti e i litigi con la band sono spiegati abbastanza bene anche senza entrare troppo nello specifico.
Poi c'è la musica dei Queen...

Consigiato

corvo4791  @  29/12/2018 01:05:25
   9 / 10
Non sono un fan dei Queen. Non suonavano il genere di musica che può piacere ad uno come me ma non ne ho mai negata la grandezza.
Il film è bello davvero, profondo, emozionante, raccontato da Dio e girato con mano ferrea da un Brian Singer ispirato. Da vedere in sala a tutti i costi. In home video, se non avete un proiettore ed un impianto della *******, non sarebbe la stessa cosa.

the saint  @  28/12/2018 08:32:05
   7½ / 10
Premetto che non sono un fun dei Queen, ma non vedo come si possa criticare un film del genere..
Ok un film non può esser mai fedele, ho letto che tratta poi una parte della vita di freddy e va bene ne dà una versione edulcolorata, ma che volevano portare al cinema lui che fa feste con i nani o scopa e basta con più di 100 uomini?!

Tu, mi rivolgo a te, che sei vissuto in quel periodo, cioè 70/80, stai calmo, respira prima di commentare, io sono nato nell'83 e mi ricordo che ero piccolo avevo 8 anni quando freddy e' morto, ma una cosa me la ricordo bene..tutti ne parlavano ( dal barista al direttore di banca) anche chi no n era un fun come me, quindi era assolutamente diventato una leggenda!
E quindi tu che hai potuto sentire la sua voce alla radio è magari anche vederla, non può non piacerti un film del genere, fosse recitato male..
ma Malek si e' pure superato!!!! Magari e' solo la voce o le belle canzoni che fanno veramente tutto il film, ma ti ripeto anche gli altri attori sono molto bravi e la storia intrattiene..
Pensa, un gruppo Rock del genere forse non nascerà più, oggi sentiamo sferaebasta, Fedez, Que Pequeno etc e ti lamenti di questo film!?
Sei reale?

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/12/2018 14.53.18
Visualizza / Rispondi al commento
JohnRambo  @  27/12/2018 23:10:34
   7 / 10
Film carino, agiografico, con molte canzoni ed una lunga coda musicale dove avrei preferito vedere i veri Queen. Persino commovente, interessante il tentativo di portare una vita eccezionale come quella del protagonista al livello della vita di uomo comune.
Purtroppo della sua vita so davvero poco così che ritengo quanto raccontato non più veridico di quanto appaia quella di Mozart in Amadeus.

il ciakkatore  @  23/12/2018 11:24:59
   8 / 10
A parte che mi piacciono le canzoni dei queen,ma ho trovato il film molto interessante e con delle cose a me nuove. Ben fatto e molto ben interpretato da non perdere anche per chi non è un loro fan

TheLegend  @  23/12/2018 02:10:38
   6½ / 10
Decisamente troppo romanzato ma comunque godibile.
Per il grande pubblico.

Alex22g  @  22/12/2018 19:09:57
   9 / 10
Film davvero bello ed emozionante, forse un po troppo edulcorato ma fa comunque il suo dovere dal primo all'ultimo minuto. Delle inesattezze storiche non puo' importarmi meno visto che è un film e non un documentario ( nessun film ispirato a storia vera non si prende qualche licenza cinematografica ) . Malek da Oscar .

daaani  @  22/12/2018 14:19:33
   6½ / 10
Non indimenticabile,fatto bene di sicuro ma poco emozionante

Light-Alex  @  20/12/2018 11:13:51
   7 / 10
Non è un biopic indimenticabile ma comunque è un prodotto ben realizzato, che scorre bene nonostante la lunghezza. Dal punto di vista della sceneggiatura non ho riscontrato grossissimo impegno, è stato fatto un lavoro molto semplice, per non dire semplicistico, per cui al livello di narrazione non ci sono dei picchi di contenuto memorabili, nè dal punto di vista dell'introspezione di Mercury nè dal punto di vista della creazione di contenuti da zero che arricchissero il film. Il cast si comporta bene ma non griderei al miracolo per il giovane Malek. La vera forza sono le canzoni dei Queen, l'ottimo lavoro sul sonoro, quei 15 minuti di rievocazione del Live Aid, che al cinema valgono il prezzo del biglietto. Il film si salva perché il coinvolgimento lo da la musica.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)
 NEW
animale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or die
 NEW
cult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torreeileenel paraisofantastic machinefederer: gli ultimi dodici giorni
 NEW
fly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortali
 NEW
gli indesiderabili (2023)
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfalla
 NEW
il mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent natureinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'impero
 NEW
longlegsmade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello mio
 NEW
matrimonio con sorpresa (2024)me contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablanca
 NEW
non riattaccareprima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissement
 NEW
the strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurroun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052306 commenti su 50929 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALL YOU NEED IS DEATHANCHE I CINESI MANGIANO FAGIOLIBAG OF LIESBLOODLINE KILLERBUTT BOYCINDERELLA'S REVENGEDR. CHEON E IL TALISMANO PERDUTOE IL CASANOVA DI FELLINI?EASTER BLOODY EASTERI DUE TORERII SAW THE TV GLOWIL MIO CORPO PER UN POKERIL MONDO DI ALEXIL SIGNORE DEL DISORDINEINSOSPETTABILE FOLLIAIP MAN: IL RISVEGLIOISLAND OF THE DOLLSK9 - SQUADRA ANTIDROGALA FORZA DELLA VENDETTALA STRANA SIGNORA DELLA PORTA ACCANTOLA TOTALE!L'APPRENDISTA DELLA TIGREMIO FIGLIO (2018)REFUGERINGO E GRINGO CONTRO TUTTISATAN'S SLAVE (1980)SPOONFUL OF SUGARSWIMTHE MONKEY KINGTHE MOONTHE PRINCESS (2022)THE SHE-CREATURETHE SOUL EATERUFO SWEDENUN AMORE IN PERICOLOWOMAN WALKS AHEAD

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

POVERE CREATURE!
Locandina del film POVERE CREATURE! Regia: Yorgos Lanthimos
Interpreti: Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Christopher Abbott, Margaret Qualley, Suzy Bemba, Kathryn Hunter, Hanna Schygulla, Vicki Pepperdine, Jack Barton, Charlie Hiscock, Attila Dobai, Emma Hindle, Anders Grundberg, Attila Kecskeméthy, Jucimar Barbosa, Carminho, Angela Paula Stander, Gustavo Gomes, Kate Handford, Owen Good, Zen Joshua Poisson, Vivienne Soan, Jerskin Fendrix, István Göz, Bruna Asdorian, Tamás Szabó Sipos, Tom Stourton, Mascuud Dahir, Miles Jovian
Genere: fantascienza

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


THE DEVIL IN MISS JONES
Locandina del film THE DEVIL IN MISS JONES Regia: Gerard Damiano
Interpreti: Georgina Spelvin, John Clemens, Harry Reems
Genere: erotico

Recensione a cura di The Gaunt

MERCOLEDI' - STAGIONE 1
Locandina del film MERCOLEDI' - STAGIONE 1 Regia: Tim Burton, Gandja Monteiro, James Marshall
Interpreti: Jenna Ortega, Gwendoline Christie, Riki Lindhome, Jamie McShane, Hunter Doohan, Percy Hynes White, Emma Myers, Joy Sunday, Georgie Farmer
Genere: fantasy

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net