charlot usuraio regia di Charles Chaplin USA 1916
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

charlot usuraio (1916)

Commenti e Risposte sul film Speciale sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CHARLOT USURAIO

Titolo Originale: THE PAWNSHOP

RegiaCharles Chaplin

InterpretiCharles Chaplin, Henry Bergman, Edna Purviance

Durata: h 0.32
NazionalitàUSA 1916
Generecorto
Al cinema nel Gennaio 1916

•  Altri film di Charles Chaplin

•  SPECIALE CHARLOT USURAIO

Trama del film Charlot usuraio

-

Film collegati a CHARLOT USURAIO

 •  SPECIALE CHARLOT USURAIO

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,94 / 10 (9 voti)6,94Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Charlot usuraio, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  28/02/2012 14:58:03
   6½ / 10
Sempre apprezzabile Chaplin nel periodo Mutual, dove affina le sue gag con vari temi sociali e drammatici, continuando a rendere il Vagabondo una maschera che però vive di vita propria, si emoziona, e perché no sa essere anche crudele.
In "The Pawnshop" apprezzabile soprattutto nella gag della scala per la freschezza genuina delle risate che continua a provocare e l'ammirazione sconfinata: come essere comico e stuntman in un colpo solo!

bulldog  @  06/10/2009 15:11:58
   6 / 10
Cortometraggio trascurabile,solite gag charlottiane sostenute da un buon ritmo.
Divertente la scena della scala.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  06/10/2009 14:52:48
   7 / 10
Bel corto, molto simpatico.
Dinamico e con gag a ripetizione. Particolarmente riuscite quelle con la scale e l'asciuga piatti.
Merita assolutamente una visione.

pinhead88  @  03/06/2009 16:38:16
   7 / 10
un altro gioiellino della Mutual.una comica vivace e frizzante con un repertorio di gag divertenti e originali.da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Granf  @  22/03/2009 12:04:09
   7½ / 10
L’usuraio, film per la Mutual di Charlie Chaplin del 1916. Quello che viene considerato il primo di una lunga lista di capolavori di Charlot.
Bellissimo e divertentissimo, oltre che geniale a tratti. La giornata del protagonista, regista e sceneggiatore, alla bottega dell’usuraio, tra continui litigi con il suo collega, la capacità di mantenere il lavoro e di far riflettere su quest’ultimo tramite il rapporto con il suo padrone. Bellissima la scena della scala e quella finale della rapina. Prima apparizione di Henry Bergman.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  29/01/2009 19:00:29
   7½ / 10
Uno Charlot più vicino al periodo delle slapstick delle Keystone, ma il suo personaggio è caratterizzato in maniera più negativa rispetto ad altre comiche. Un misto di meschinità e di sopraffazione verso il più debole.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  23/09/2008 23:45:59
   7 / 10
Dopo The Count (Il Conte), altra satira del mondo del lusso, esce l’interessante The Pawnshop (L’usuraio). E’ una comica molto vivace e movimentata, un altro sfoggio di inventiva e abilità nel creare gag a ritmo continuo, sfruttando oggetti comuni (scale, piumini, ventilatori, sveglie, asciugapanni, ecc.). Qui il vagabondo assume l’aspetto di vittima alienata di un lavoro che fa molto malvolentieri. Questa insoddisfazione di fondo lo porta a essere estremamente litigioso con il suo collega e anche a incrudelirsi con un povero diavolo che viene a mettere a pegno i suoi modesti averi. Come dire: visto che mi sento cretino a subire tutto questo, me la rifaccio con te che sei più cretino di me, benché tu sia più povero di me. E’ il meccanismo che porta chi sta male a sfogarsi con chi sta peggio di lui. Il tutto ovviamente è soffuso dalla tipica ironia di Chaplin, che invita più che altro a ridere degli incidenti della vita (anche se ce li sbatte davanti).

Si comincia con il vagabondo che entra tardi al lavoro (tanto per cambiare) e inizia molto svogliatamente la sua giornata lavorativa. Subito si fa irretire dal suo collega di lavoro e da ora in poi è tutto un becchettarsi a vicenda con tanto di botte, ruzzoloni e furberie varie, come incastrare l’avversario in una scala. Questa scala a pioli viene usata poi come arma micidiale (e comica) per colpire chi gli sta più antipatico. Dopo essersi fatto commuovere e fregare da un falso povero (le apparenze ingannano), riceve la visita di un vero povero diavolo (Albert Austin) con la sua sveglia da mettere in pegno. Il vagabondo fa la parte della persona importante con quel semplicione. Si mette ad auscultare la sveglia come se fosse un medico, poi l’apre con l’apriscatole, estrae una molla come se cavasse un dente e tratta le interiora come del cibo in scatola. Il comico sta nel contrasto fra l’impassibilità frastornata del cliente e il raffinato ed enfatico smontaggio dell’oggetto. La ciliegina sulla torta è la scena in cui il vagabondo carica la sveglia svuotata e quasi per magia i pezzi estratti si mettono a muoversi. Un po’ spaventato il vagabondo rimette tutto dentro la sveglia e la rende rifiutando il pegno. Alle rimostranze del malcapitato risponde con una martellata in testa che lo fa desistere. Il povero Albert Austin non trova di meglio che sfogarsi a sua volta con un altro malcapitato che gli chiede che ore sono. Il finale purtroppo rovina un po’ la comica, con il vagabondo trasformato in piccolo eroe che sventa la rapina del falso rispettabile Eric Campbell.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  20/06/2008 19:51:00
   7½ / 10
Mi ha colpito particolarmente, molto coraggiosa la scena sulla scala ed almeno una sequenza geniale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  07/10/2007 11:55:08
   6½ / 10
ecco Charlot cadere da una scala...la prima cosa che fa è controllare se l'orologio funziona,appena sente che il ticchettio è presente fa una faccia di sollievo!
mmm...mi ricorda un certo "fantozzi" nostrano...
tolto questo il corto è divertente soprattutto nella prima parte quando Charlot deve pulire la bottega ma per il resto non si ride moltissimo...troppo lunga la scena dell'orologio!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1014784 commenti su 44988 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net