cosmonauta regia di Susanna Nicchiarelli Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

cosmonauta (2008)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film COSMONAUTA

Titolo Originale: COSMONAUTA

RegiaSusanna Nicchiarelli

InterpretiClaudia Pandolfi, Sergio Rubini, Valentino Campitelli, Miriana RaschillÓ, Pietro Del Giudice, Michelangelo Ciminale, Angelo Orlando, Susanna Nicchiarelli

Durata: h 1.25
NazionalitàItalia 2008
Generecommedia
Al cinema nel Settembre 2009

•  Altri film di Susanna Nicchiarelli

Trama del film Cosmonauta

A cavallo degli anni Sessanta Arturo e Luciana, fratello e sorella, comunisti convinti e sfegatati nonostante la giovane etÓ, vivono insieme il fenomeno della corsa allo spazio facendo il tifo per i cosmonauti sovietici: ma il rapporto tra i due si complica a mano a mano che crescono. Luciana, adolescente aggressiva e spregiudicata,comincia ad avere i primi fidanzati e a vergognarsi sempre di pi¨ di quel buffo fratellone che invece, forse per via dellĺepilessia, sembrerebbe non crescere mai.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,42 / 10 (30 voti)6,42Grafico
Voto Recensore:   7,50 / 10  7,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Cosmonauta, 30 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento eddiguff  @  03/05/2013 22:33:44
   6 / 10
All'inizio il film mi ha incuriosito. Poi perde di interesse. Me lo immaginavo più visionario e meno contaminato dalla solita presunta cultura di sinistra.

Wally  @  13/03/2012 21:54:39
   3 / 10
Quando la noia ti prende e ti uccide... Premetto che l ho visto senza leggere la trama e se l avessi letta ne avrei fatto a meno di guardare questa stupidata!

Chissenefrega dei comunisti e chissenefrega dei loro Cosmonauti! Andate a lavorare anzichè cimentarvi in questi stupidi film che non sanno ne di carne ne di pesce!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  20/01/2011 11:23:44
   5 / 10
Roma, quartiere del Trullo. Dal 1957 al 1963 Luciana e il fratello epilettico Arturo sognano, guardando le stelle. Immaginano di vivere le avventure dei cosmonauti sovietici leggendo delle conquiste spaziali dello Sputnik, della cagnolina Laika e di Yuri Gagarin. La tecnologia sconfisse la forza di gravitÓ e svel˛ confini fino ad allora concepiti solo con la fantasia.

Luciana entra benissimo in contatto con questo "movimento verso l'alto", che rappresenta le sue aspirazioni adolescenziali e la sua crescita fisica e interiore. E' ancora una ragazza inquieta e affrettata, restia ad alcune regole sociali e sentimentali, persa dietro a vendette e ripicche un po' troppo sopra le righe contro i socialisti (in un episodio di un proselitismo quasi astratto).
Tra amorazzi all'acqua di rose e apparenti tradimenti, tra baci sognati e poi rubati, spesso e volentieri scelti insieme a una colonna sonora, rivista e svecchiata (era proprio necessario?), di alcuni classici dell'epoca, c'Ŕ tempo perfino per alcune sommarie schermaglie familiari. Un'Italia che fa piacere vedere ricostruita con una certa cura, tuttavia non basta a risollevare un film indeciso tra una storia interiore e una Storia illusoria nella sua ammaliante passione ("vota e fai votare comunista"), propria dei raduni politici spenti che somigliano a quei classici accenti morettiani di amorevole celebrazione.

Susanna Nicchiarelli non Ŕ Valentina Tereshkova. Il suo film ha il difetto, tipico di certe opere prime, di voler osare oltre le proprie possibilitÓ: femminismo lodevole che richiama all'indipendenza (foss'anche autolesionista) e facilonerie nella costruzione di alcune scene e dei dialoghi.
Non riesce, insomma, a collegare un forte profilo di agitazione adolescenziale a un panorama fiabesco su un passato evidentemente nostalgico. La sceneggiatura, scritta dalla Nicchiarelli (meglio quando recita nella parte di Marina) insieme a Teresa Ciabatti, rimane cosý incerta, soprattutto nella seconda parte.
A questa Luna mancano ancora alcuni spicchi.

Aztek  @  27/12/2010 01:13:08
   5½ / 10
Sinceramente mi aspettavo qualcosina di meglio, la sceneggiatura in alcuni punti risulta noiosetta, sopratutto se credi di vedere una commedia che ti faccia fare almeno qualche sorrisino.
Buona l'interpretazione dell'intero cast così come anche gli abiti e la riproduzione degli anni 60.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  23/10/2010 19:24:42
   6½ / 10
Mah ormai di tali film ne sono piene le fosse..
Il film è indubbiamente carino, ma si appoggia al fascino indiscreto che quegli anni lì hanno (scusate la fig. etimologica) sull'oggi. Cioè, è il tipico film che gioca sull'ingenuità di protagonisti estratti da un passato di impegno politico e sociale di cui tutti sappiamo qualcosa, ma di cui si ricorda anche poco. L'ingenuità porta a indulgere sulla profondità storica di questi anni, ma ne dà comunque un ritratto gradevole e interessante.
Certo il confronto con "Goodbye Lenin" è inevitabile. E ne esce malissimo.
Si è già vista almeno venti volte ognuna delle situazioni presentate, e 99 volte su 100 recitata meglio. La giovane protagonista tiene sulle sue fragili spalle l'intero film e applaudo specialmente per lei. Brava la Pandolfi, ma si sapeva!
Gli altri (a parte va bè Rubini) PATETICI.
Insomma il film non presenta nulla di nuovo, anzi. Inoltre la regia femminile, nonchè la sceneggiatura si sentono TROPPO.
Preso tutto insieme, rimane una gradevole commedia. E solo in virtù di questo genere gli perdoniamo anche il lieto fine semplicistico.

Funeral  @  23/09/2010 16:41:24
   5½ / 10
Film che non supera la sufficienza, anzi la raggiunge a malapena. Un film che parte in modo promettente per poi scendere sicuramente di livello. Una Pandolfi inguardabile, mediocre le prove degli altri attori, tranne per la piccola protagonista (e per piccola intendo quella che vediamo nei primi 5 minuti del film). Dalle produzioni Italiane dell'ultimo decennio devo ancora vedere un film che mi sorprenda o quanto meno che mi lasci soddisfatto dopo la sua visione.

Lopan88  @  17/09/2010 21:25:01
   6 / 10
Solo io ho pensato subito a Good bye Lenin! ?

benzo24  @  11/09/2010 14:20:56
   1 / 10
in italia nei film se non mettono il partito comunista non sono contenti. se prestassero più attenzione alla qualità sarebbe già un passo avanti, invece tutto ciò che vedo è banalità e dilettanti allo sbaraglio. Pessimo ed inguardabile anche questo cosmonauta ha tutti i difetti del nuovo cinema comunista italiano.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  25/08/2010 13:41:15
   6½ / 10
Commedia italiana gradevole e soprattutto ben interpretata da Rubini e dalla giovane protagonista. Colonna sonora piacevole e adatta all'epoca in cui è ambientato il film.
Carini i costumi, la storia però non brilla in originalità e le immagini di repertorio alla lunga stancano.

gandyovo  @  29/05/2010 18:30:58
   6 / 10
diciamo che non mi ha appassionato. film carino ma niente di più

shep  @  17/05/2010 22:52:52
   7 / 10
carino, storia gradevole,i romani riconosceranno angoli della città sconosciuti alla massa, belli i vari spezzoni sulle missioni spaziali russe

Ironkarlo  @  02/03/2010 09:26:38
   5½ / 10
un po' deluso, mi aspettavo di più.

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  27/01/2010 13:54:23
   7½ / 10
Avendo avuto come principale figura di riferimento nella mia formazione ideologica e nella mia militanza politica una donna, una femminista luminosamente rigorosa, coerente, dura e delicata, non posso non guardare con un certo affetto questa piccola, genuina commedia sulla formazione politico-sentimentale di una comunista prima che il femminismo deflagrasse nelle sue istanze paritarie anche nelle sezioni del PCI. Il cortometraggio d'animazione "Sputnik 5" di Susanna Nicchiarelli, che precede il film, è un autentico gioiello da non perdere.

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/01/2010 16.22.19
Visualizza / Rispondi al commento
davmus  @  25/01/2010 09:55:06
   5½ / 10
Non son riuscito ad appassionarmi, anche se la storia poteva avare tutti i presupposti per una commedia carina, ma proprio non mi ha colpito.

tarax  @  13/01/2010 00:01:28
   7½ / 10
Commedia deliziosa. Che bella sorpresa!

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  08/01/2010 10:27:11
   7 / 10
Commedia molto, molto carina che, seppur non brilli per originalità, riesce a colpire al cuore. Straordinaria l'interpretazione della piccola protagonista, ma anche la Pandolfi non è male (!!!). Tremendi tutti gli altri ragazzini.
Un po' fastidiosi, alla lunga, i continui inserti di repertorio.
Nella sua tenera ingenuità, "Cosmonauta" rimane una delle cose migliori viste al cinema l'anno scorso, perlomeno per quanto riguarda un autore italiano.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  07/01/2010 13:43:28
   6½ / 10
Discreta opera di Susanna Nicchiarelli che parte dalla fine degli anni ’60 per raccontare un periodo storico molto particolare, vissuto in questo caso attraverso gli occhi e le esperienze di Luciana,un’adolescente rabbiosa e fragile,impetuosa e instabile nei suoi slanci amorosi e nei rapporti famigliari,militante comunista quasi per protesta e per una sorta di necessaria antiomologazione.
”Cosmonauta” illustra un’Italia di borgata,quella romana del Trullo,in cui gli schieramenti politici si danno battaglia senza tregua,sfruttando come materiale propagandistico anche la corsa allo spazio celebrata attraverso filmati d’epoca che non possono suscitare un certo interesse.
L’autrice si rivela brillante nella descrizione del controverso atteggiamento della giovane protagonista,confusa e desiderosa di emancipazione,un po’ meno quando si tratta di esporre i vari rapporti umani, presentati a tratti in modo approssimativo e basati su schemi precostituiti un po’ troppo semplicistici.
Sicuramente alla Nicchiarelli va riconosciuta la volontà (e la capacità) di presentare amori e passioni giovanili plausibili,evitando le stupidaggini che vanno tanto di moda ultimamente divulgate da gentaglia della quale è superfluo fare il nome.
Modesto nella messa in scena,dotato di attori bravini(molto bene Rubini e la giovane protagonista),”Cosmonauta” offre un quadro sociale passabile,abbellito da immagini "spaziali" di repertorio e sostenuto da una colonna sonora costituita da canzoni dell'epoca svecchiate con gusto.

Hyspaniko9  @  03/01/2010 22:16:37
   6½ / 10
un buon film, che ne stanca, ne emoziona piu di tanto

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  04/12/2009 20:18:38
   7 / 10
Deliziosa commedia dell'esordiente Nicchiarelli, un film che dimostra come da una buona inventiva e un discreto talento può nascere una pellicola mille volte più vera di una qualsiasi 'baaria'.
Ho trovato irresistibile il modo di presentare i riferimenti alla storia contemporanea dell'Unione Sovietica, non solo nella perizia del montaggio ma anche nella scelta della colonna sonora, forte e allo stesso tempo delicata.
Convincente la prova della giovane protagonista e quella della Nicchiarelli stessa, un po' meno il gruppetto di adolescenti al seguito. Unica pecca più o meno rilevante è il finale, alquanto improbabile ma telefonato negli stereotipi adolescenziali di cui sopra.
Ma poco importa; basta la sequenza della corsa sul lungomare, chiara citazione del Truffaut de "I 400 Colpi", per dimenticare ogni piccola sbavatura o frase fatta.

Bello bello bello

Gruppo COLLABORATORI SENIOR peucezia  @  07/11/2009 18:59:49
   7½ / 10
deliziosa educazione sentimentale di un'adolescente dei primi anni sessanta divisa tra amori e partito. da vedere

Vedi recensione

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/11/2009 23.16.10
Visualizza / Rispondi al commento
annibalo  @  06/11/2009 09:32:52
   9 / 10
il film con tutti gli inserti documentari mi è piaciuto molto a conferma che la cinematografia italiana non è affatto comatosa,il documentario è affascinante e ricordo che prima ogni pellicola era preceduta da un corto e ogni regista aveva l'obbligo di girare documentari.Nell'epoca della fiction è forse l'unico rimedio a parte la creatività antidoti alla mediocrità televisiva. Brunetta è un cretino

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 19/11/2009 14.36.05
Visualizza / Rispondi al commento
EcceBombo  @  10/10/2009 21:50:14
   8 / 10
un piccolo gioiello,molto leggero e piacevole,
splendida colonna sonora,buone interpretazioni...
azzecato e divertente il corto iniziale...
Da vedere a cuor leggero...

Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  29/09/2009 13:45:24
   6 / 10
commedia carina ma un pò ingenuotta e che stenta a decollare. un 6 di incoraggiamento.
bello il corto iniziale

rabat  @  18/09/2009 23:40:09
   7 / 10
storia raccontata con delicatezza e con una sceneggiatura semplice ma non banale o priva di originalità.
da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  17/09/2009 15:07:59
   7½ / 10
L'opera prima di Susanna Nicchiarelli, preceduta da un fantastico cartoon che racconta la spedizione dello Sputnik 5, racconta il travaglio di una giovane ragazzina comunista e del fratello epilettico quando sembrava che i sovietici fossero ad un punto dal vincere la guerra dello spazio. Da Laika a Gagarin, da Kruscev a Kennedy ("non ce la faranno mai a mandare un uomo sulla luna prima della fine del decennio"), la pellicola scorre tra colpi di scena e un epilogo da "Tempo delle mele"(forse da evitare), mostrando la vita della sezione PCI di Roma Trullo, i traditori del PSI, i pregiudizi contro le donne in politica, ma soprattutto tutti i problemi di una ragazzina del tempo, non dissimili da quelli di oggi. Tutto appare vero, non artefatto e pare davvero di trovarsi in quegli anni; a completare l'opera la Nicchiarelli inserisce materiale di repertorio sulle spedizioni sovietiche e la conquista della Luna da parte degli americani, a simboleggiare la sconfitta dell'Unione Sovietica, del comunismo e dei protagonisti.
Meritata vittoria in "controcampo italiano" a Venezia.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/09/2009 21:42:35
   7 / 10
Un film delizioso e gradevole che spero vivamente abbia un riscontro di pubblico dopo gli apprezzamenti veneziani. Una storia accattivante raccontata con gusto e che ha il suo punto di forza in un cast di volti noti (Rubini e Angelo Orlando) e la brillantezza di volti giovani sconosciuti come la Raschillà. Sono d'accordo con Kowalsky nel dire che se il finale non fosse scivolato un po' alla maniera del Tempo delle mele sarebbe stato meglio. Resta il fatto comunque di un'opera prima di tutto rispetto.

cappellaio  @  13/09/2009 19:48:15
   7½ / 10
gioello italiano da non perdere assolutamente. ottimi gli attori e la storia molto originale.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  12/09/2009 13:52:50
   7 / 10
Graziosa e frizzante commedia sugli anni della politica vera, dove i comunisti erano davvero 'contro'. Il tema della prima spedizione 'animale' nello spazio è un pretesto per descrivere, con aria leggiadra, la vitalità di un periodo storico che non tornerà, così come la giovinezza dei protagonisti.
Ottimo il cast in cui si segnala la giovane Raschillà.
Ben fatto e simpatico anche il cartone, sempre della Nicchiarelli, che precede il film. Forse la tematica portante del cartone, che è la stessa del film, rischia di appesantire, sul piano contenutistico, coattivamente la visione.

forzalube  @  11/09/2009 23:58:22
   8 / 10
Questa commedia è un gioiellino per la sua capacità di ricreare un atmosfera e di caratterizzare i personaggi. Efficace la colonna sonora e bravi gli interpreti.
Forse l'unica pecca

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Graziosi anche i titoli di testa in cui la и dell'alfabeto cirillico viene utilizzata al posto della nostra N (anche se in realtà corrisponde alla nostra i).
Non male anche il cortometraggio "Sputnik 5" che precede il film nella distribuzione in sala.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  08/09/2009 19:18:03
   7 / 10
Non è mai troppo tardi per avvicinarsi a un buon film italiano: l'esordio della Nicchiarelli è una graditissima sorpresa fin dalle prime sequenze (un ribaltamento del finale di "The graduate" con una ragazzina che fugge durante la prima comunione).
Preceduto a Venezia da un curioso corto animato sulle vicende della cagnetta Laika, questo melange di commedia (d'iniziazione), fantascienza e ideologia ha il suo punto di forza nel personaggio principale, una protagonista che sembra uscita dalla fisiognomica della ragazzina francese di Zazie nel metrò.
Efficace il passaggio di rito dall'adolescenza a un mondo adulto, trattato con discreta abilità anche perchè rischia di ricordare Pinateau, mentre sul piano ideologico gli studenti sembrano una versione soft dei marxisti de "La cinese" di Godard.
Nonostante i suoi referenti più o meno scoperti, il film è davvero "diverso", rappresentando sogni e utopie o anche anticipandole temporalmente (la sfida spaziale o il sogno di superare la crosta terrestre) mettendo in rilievo una serie di personaggi fuori-norma e proprio per questo umanissimi (cfr. il fratello con i suoi esperimenti).
Notevole il cast, si segnala soprattutto il nostalgico borghese Rubini

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/11/2009 19.27.37
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1049816 commenti su 50709 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

7 BOXESBLIND WARCACCIA GROSSACHAINED FOR LIFECHIEF OF STATION - VERITA' A TUTTI I COSTICONFESSIONI DI UN ASSASSINOCONTRO 4 BANDIERECUGINE MIEDAREDEVIL - IL CORRIERE DELLA MORTEDAUGHTER OF DARKNESSDISAPPEAR COMPLETELYDOUBLE BLINDGIRL FLU - MI CHIAMANO BIRDGUIDA ALL'OMICIDIO PERFETTOI 27 GIORNI DEL PIANETA SIGMAINTIMITA' PROIBITA DI UNA GIOVANE SPOSALE DIECI LUNE DI MIELE DI BARBABLU'MERCY (2023)NOTTI ROSSEORION E IL BUIOOSCENITA'RAPE IN PUBLIC SEASANGUE CHIAMA SANGUESPECIAL DELIVERYSUSSURRI - IL RESPIRO DEL TERRORETHE BELGIAN WAVETHE DEVIL'S DOORWAYTHE EXECUTIONTHE GLENARMA TAPESTHE PAINTERTHE WAITUNA SECONDA OCCASIONEUNA TORTA DA FAVOLAUN'ESTATE DA RICORDARE (2023)VENDETTA MORTALE (2023)WHAM!

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net