dheepan - una nuova vita regia di Jacques Audiard Francia 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

dheepan - una nuova vita (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film DHEEPAN - UNA NUOVA VITA

Titolo Originale: DHEEPAN

RegiaJacques Audiard

InterpretiJesuthasan Antonythasan, Kalieaswari Srinivasan, Vincent Rottiers, Marc Zinga, Claudine Vinasithamby

Durata: h 1.49
NazionalitàFrancia 2015
Generedrammatico
Al cinema nell'Ottobre 2015

•  Altri film di Jacques Audiard

Trama del film Dheepan - una nuova vita

Per sfuggire alla guerra civile in Sri Lanka, un ex soldato, una giovane donna e una bambina si fanno passare come una famiglia. Finiscono per stabilirsi in un alloggio al di fuori di Parigi. A malapena si conoscono, ma cercano di costruire una vita insieme.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,89 / 10 (9 voti)6,89Grafico
Palma d'oro
VINCITORE DI 1 PREMIO AL FESTIVAL DI CANNES:
Palma d'oro
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Dheepan - una nuova vita, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Thorondir  @  03/05/2022 15:56:18
   6½ / 10
Si scappa dallo Sri Lanka dilaniato dalla guerra civile. Ma la violenza, seppur in forma diversa, è elemento costante anche nella periferia parigina in cui riescono a "rifugiarsi" i tre protagonisti della storia.
Con questo film Audiard ha vinto la Palma d'oro e si può capire anche il perchè: un dramma sull'emigrazione, la difficoltà di ambientarsi, l'impatto con cultura, società e mondi diversi. Eppure questo film del regista francese non riesce a scrollarsi di dosso un certo didascalismo: è fin troppo evidente e banale che il tema della violenza e delle sue conseguenze si ripresenterà per i protagonisti nel nuovo luogo in cui sono andati a vivere. Come se Audiard volesse disilludere sulla presunta superiorità morale del mondo occidentale: "vi siete lasciati dietro la guerra ma qui non è poi tanto diverso". Il film finisce così per fossilizzarsi troppo sul ritorno di paure che si credevano (momentaneamente) accantonate e lascia da parte il tema della costruzione della famiglia, del possibile incontrarsi dei tre personaggi principali (il film è un'opera sul doppio ambientamento: da un lato quello nel nuovo paese e dall'altro quello dei tri rifugiati che fanno finta di essere una famiglia ma che devono ancora conoscersi e imparare ad amarsi). Quando questo arriva, nel finale, è tutto dovuto al tema della violenza piuttosto che ad una scrittura in grado di far veramente comprendere come si sono evoluti i rapporti tra i tre. Un po' un peccato, perchè sono i temi che nelle mani di Audiard potevano raggiungere una grande potenza cinematografica.

Juza21  @  07/05/2017 19:00:12
   5½ / 10
A parte che con qualche sottotitolo in italiano sarebbe stato meglio..comuqnue sia non mi è particolarmente piaciuto, per il fatto che l'ho trovato un pò statico..

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  10/06/2016 11:22:42
   7½ / 10
Forte drammatico sul tema della migrazione. Visione non scontata, che consiglio.

TheLegend  @  18/05/2016 13:27:35
   7½ / 10
Un film sincero e intenso che merita sicuramente gli elogi ricevuti.
Audiard conferma tutto il suo talento.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/03/2016 17:55:56
   7 / 10
Come nel Profeta, in Dheepan si assiste ad un processo di adattamento ad una nuova realtà ed ad una nuova identità. Capacità di adattarsi alle circostanze che si presentano per avere maggiori possibilità di sopravvivenza. Contrariamente al Profeta, dove il protagonista è letteralmente un'argilla da modellare, un personaggio senza un passato, in Dheepan conosciamo sia la vera identità d'origine oltre a quella fittizia. Il suo è un passaggio da una guerra all'altra, dove non ci sono regole sia nel conflitto governo/tamil come tra bande delle banlieu parigine, prive di ogni legge e che si definiscono secondo codici propri.
E' proprio il passato doloroso del personaggio di Dheepan ad accompagnarlo in questo suo ritorno da guerrigliero, dove la paura per sè stesso e per la sua nuova e fittizia famiglia lo risucchia in una nuova spirale di violenza. Ci sono molte tracce di cinema di genere in questo bel lavoro di Audillard, belle sequenze ed una regia sicura dei propri ampi mezzi. Non ha la forza del Profeta, ma un film di tutto rispetto.

alucarda  @  06/11/2015 22:18:56
   7½ / 10
L'epilogo è un po' infelice - dal climax mal gestito all'happy ending, superfluo e poco credibile. Il resto però è d'altissimo livello: diretto e recitato in modo magistrale, scritto ammodo e dotato di immagini e figure fantastiche.. con picchi emotivi notevoli [ndr. il 'simbolico' elefante]. La dicotomia sull'integrazione interna/esterna è tra l'altro davvero ben trattata.
Audiard avrà dato di meglio in passato.. ma questa pellicola rimane ottima e da vedere.

david briar  @  28/10/2015 12:14:18
   6 / 10
Non mi ha fatto impazzire.Audiard è sicuramente tecnicamente bravo e produce immagini simboliche interessanti,in primis quella dell'elefante,e sicuramente le scene di violenza,soprattutto verso la fine,sono girate con molto efficacia.
Ma a parte questo e un po di ironia intelligente sulle diversità culturali,il film non entra mai nel cuore,accenna tutto e non incide quasi mai.Sono d'accordo con la rece di Donzelli in Coming soon,ma anche con quella di Niola su Badtaste,sull'urgenza di raccontare per forza questo tema,e sul rappresentare simboli più che personaggi in carne e ossa.Non vale proprio per tutte le figure del film,ma per buona parte.
Un film a volte interessante e anche ambiguo nel messaggio finale,ma essenzialmente poco sentito.Palma d'oro comprensibile,comunque,visto il tema..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  27/10/2015 14:58:59
   7½ / 10
Un film che colpisce visivamente e non solo. Una storia forte ben raccontata e soprattutto molto ben interpretata. Ho apprezzato il fatto che non sia stato totalmente doppiato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  23/10/2015 01:27:16
   7 / 10
Il codice dell'appartenenza, funestato da una nuova, apparente Societa' Civile dove la sopraffazione ha un "sapore di ruggine e guerra", per parafrasare il titolo del penultimo, stupendo film di Audiard. A volte, si, e' ruggine, perche' gli avvenimenti mondiali sono davvero cosi rapidi che si fatica a rendere contemporanee le tensioni nelle banlieu o ricordare la guerra civile nello Sri Lanka. Vincitore anche e soprattutto Morale all'ultimo Festival di Cannes, il nuovo Audiard lascia addosso un forte retrogusto amaro ma anche un senso di insoddisfazione. Non siamo di fronte a un Capolavoro come "Il profeta", anche se le barriere sono i nuovi/vecchi quartieri francesi, e il viaggio ha quel senso di inequivocabile fuga e identita' che si rispecchia in un'altro carcere, quello della vita, oltre le
frontiere, al di la' della fuga. E' un film visivamente splendido, e lo resta nel senso oppressivo di quelle scale, quegli appartamenti lugubri dove le etnie vivono e allontanano tensioni, dove la complicita' della convivenza e' ora drammatica ora blandamente allentata, come in un film di Ken Loach. Gli interpreti sono sublimi corpo mente e ragione viaggiano all'unisono, tra umanita' espiazione/sottomissione e imbelle rabbia. Il problema nasce quando implode questa violenza incontrollata che sembra artificiosa anche per chi come me ha sempre amato questo cineasta. Nel suo Cane di Paglia Audiard oscura la Morte Civile al servizio di un'impotenza mentale che fa di un uomo libero uno schiavo di se stesso. Ha ragione chi vede troppa carne al fuoco nel film, che tuttavia riesce a coinvolgere
empaticamente grazie all'uso della Lingua Madre, simbolo di un'indecifrabile abnegazione etnica. E' questa capacita' di rendere poco agevole, e per questo piu' realistico il film, che fa dell'ultimo Audiard un'opera forse meno incisiva del solito, ma comunque avvincente

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

20.000 specie di api50 km all'oraa dire il veroadagioall soulsamerican fictionappuntamento a land’s endaquaman e il regno perdutoarfargylle - la super spiabang bank
 NEW
bob marley: one lovebuon natale da candy cane lanechi ha rapito jerry cala’?chi segna vincecity hunter: the movie - angel dustcolpo di fortunacome puo' uno scogliocover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidivinitydobbiamo stare vicinielf me
 NEW
emma e il giaguaro neroeneaferrarifinalmente l'albafinestkindfoglie al ventogenoa. comunque e ovunquegiorni felicigodzilla minus onehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il faraone, il selvaggio e la principessail maestro giardiniereil male non esiste (2023)il migliore dei mondiil mondo dietro di teil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeimprovvisamente a natale mi sposo
 NEW
in the land of saints and sinnerskriptonla chiocciolala natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitanti
 NEW
la zona d'interessel'anima in pacele avventure del piccolo nicolas
 NEW
le seduzionimadame web
 NEW
martedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1napoleon (2023)
 NEW
night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)one lifepare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prendi il voloprima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmrebel moon - parte 1: figlia del fuocored roomsrenaissance: a film by beyoncericomincio da me (2023)robot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasantocielosilver e il libro dei sognisound of freedom - il canto della liberta'succede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeper
 NEW
the cage - nella gabbiathe family planthe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti a parte mio marito - it's raining mentutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giappone
 NEW
volarewishwonder: white birdwonkayannick - la rivincita dello spettatore

1047971 commenti su 50425 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALIENATEAMERICAN NIGHTMARE - MINISERIE TVAPOCALISSE DI GHIACCIOBADLAND HUNTERSCALIFANOCAUSA DI DIVORZIOERADICATIONFREE FALL - CADUTA LIBERAGLI AMICI DELLE VACANZEGLI AMICI DELLE VACANZE 2IL DEMONE NEROIL SENTIERO DELLA VENDETTAIL TESORO DELLE 4 CORONEJUJUTSU KAISEN 0 - IL FILMLA BATTAGLIA DI HANSANLA FESSURALA LEGGENDA DI LONE RANGERLA ROSA DELL'ISTRIAL'AMORE ARRIVA DOLCEMENTEMALIZIOSAMENTENAGAOCCHIO NERO OCCHIO BIONDO OCCHIO FELINO…ONCE UPON A CRIMEPOUPELLE DELLA CITTA' DEI CAMINISEGUI IL TUO CUORESHERLOCK HOLMES - SCANDALO IN BOEMIASHUT IN (2022)SUFFERING BIBLETAURUSTERRA BRUCIATA (1953)UNA RETE DI BUGIE (2023)ZOMBIE 100 - CENTO COSE DA FARE PRIMA DI NON-MORIRE

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net