dracula (1931) regia di Tod Browning USA 1931
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

dracula (1931)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film DRACULA (1931)

Titolo Originale: DRACULA

RegiaTod Browning

InterpretiBela Lugosi, Edward van Sloan, David Manner, Helen Chandler, France Dale, Dwight Frye, Herbert Bunston

Durata: h 1.25
NazionalitàUSA 1931
Generehorror
Tratto dal libro "Dracula" di Bram Stoker
Al cinema nel Febbraio 1931

•  Altri film di Tod Browning

Trama del film Dracula (1931)

Il conte Dracula vuole acquistare Carfax Abbey a Whitby, e per questo un emissario inglese parte alla volta dei Carpazi per stipulare il contratto. Una volta arrivato al castello, Reinfield è soggiogato dal conte e, dopo un breve periodo, ripartono entrambi verso l’Inghilterra.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,33 / 10 (50 voti)7,33Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Dracula (1931), 50 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DankoCardi  @  12/04/2020 14:15:04
   8½ / 10
Che dire? A scrivere di una pietra miliare dell'horror c'è sempre un pò di "timore reverenziale" ed è oggettivo che questo film sia un capolavoro intoccabile, nonostante l'impostazione sia alquanto teatrale e la storia si prenda molte libertà rispetto al romanzo (dovremmo aspettare il capolavoro di Coppola per avere una trasposizione cinematografia fedele all'opera di Stoker). Tuttavia a vederlo a quasi 90 anni dalla sua realizzazione sarebbe stupido negare che risulta una pellicola datata che presenta molte ingenuità senza contare che la censura e la morigeratezza dei costumi dell'epoca fanno si che nelle scene che dovrebbero essere di orrore non si veda praticamente niente. Vi basti solo sapere che i canini aguzzi dei vampiri non vengono mai mostrati! Ovviamente la mia non è una critica ai limiti od alle pecche del film...che in realtà di pecche o di limiti non ne ha affatto...ma solo un dato di fatto perchè a quei tempi era così: era questo il massimo di horror che esisteva. Quindi preferisco esaltare la "signorilità" della pellicola, le scenografie sontuose, ben curate e lugubri quanto basta, la breve ma incisiva apparizione delle candide spose di Dracula, l'espressività di Helen Chandler nel ruolo di MIna. E ovviamente la mastodontica presenza del magnetico Bela Lugosi che da solo costituisce quasi la totalità del film. Anche se a questo riguardo mi domando spesso come sarebbe stato se lo avesse interpretato Lon Chaney scomparso prematuramente. Grazie poi alla regia di Brownig, per l'epoca sorprendentemente dinamica. E' a tutto questo che oggi dobbiamo guardare e non al fatto che sia "un film dell'orrore che ormai non mette più paura"!

Dom Cobb  @  12/03/2018 14:32:19
   6 / 10
Un agente immobiliare inglese viene inviato in Transilvania per concludere l'acquisto di una proprietà a Whitby da parte del misterioso Conte Dracula. Poco tempo dopo l'arrivo del Conte a Londra, strani e inquietanti eventi iniziano a susseguirsi...
In concomitanza con l'arrivo del sonoro inizia per la Universal uno dei periodi più importanti e remunerativi con la realizzazione di una serie di pellicole a carattere orrorifico, pellicole che lasceranno un'impronta indelebile nell'immaginario sia cinematografico che culturale dei decenni seguenti, fino ad oggi. Questo Dracula, basato sull'omonimo romanzo di Bram Stoker e su un adattamento teatrale, è l'apripista della serie, ma a dispetto della sua "importanza" ammetto che, come prodotto di puro intrattenimento, mi ha appassionato davvero poco.
Come era il caso per la versione di Murnau, è ovvio che dal punto di vista di uno spettatore moderno il grado di spavento è bene o male prossimo allo zero, e che ciò che era spaventoso all'epoca oggi non provoca neanche un battito di ciglio. Ma non è questo il vero problema del film, quanto piuttosto una realizzazione nell'insieme poco incisiva e incapace di offrire qualcosa di veramente intrigante. I personaggi sono tutti monodimensionali come delle sottilette e i dialoghi non sono fra i migliori; inoltre, tutta l'impostazione soffre di una costante incertezza nei toni, dove momenti di recitazione sopra le righe, un lascito del periodo muto appena terminato,


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

si alterna ad altri più seriosi. Non aiuta inoltre una serie di performance tutte alquanto legnose, mentre la regia di Todd Browning è priva di guizzi. La prova più lampante è il finale, così veloce e sbrigativo da sembrare più un'interruzione che una conclusione.
A salvare la baracca e a renderla un minimo godibile sono due elementi: il primo e senz'altro più iconico è lo stesso Dracula. Bela Lugosi non sarà tutto questo fior d'attore, ma le sue pose e i suoi sguardi mefistofelici si lasciano ricordare a lungo, e la fotografia in bianco e nero è spettrale e gotica al punto giusto, dando al film un look che ricorda, ancora più di Stoker, le nebbiose atmosfere di Edgar Allan Poe. E' grazie a loro se la pellicola gode di alcuni momenti veramente riusciti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alla fin fine, Dracula accusa parecchio il passare degli anni e tradisce il periodo in cui è stato realizzato, ma non è un brutto film in sé per sé: nonostante i suoi limiti, è fatto con competenza e scorre via liscio come l'olio, complice anche la perfetta durata di appena un'ora e un quarto. E in fin dei conti, è facile vedere come abbia potuto radicarsi nella coscienza collettiva del pubblico, sebbene il merito sia tutto in elementi isolati piuttosto che nel prodotto d'insieme.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  16/10/2017 17:52:11
   8 / 10
Non è la prima trasposizione filmica tratta dal romanzo di Bram Stoker, ma è, insieme a quella di Murnau, la capostipite di tutta una serie infinita di pellicole che fanno riferimento al leggendario conte vampiro.
Ottimo lavoro di Tod Browning che mantiene inalterato tutto il suo fascino. Fantastico Bela Lugosi.

ferzbox  @  15/10/2016 15:21:54
   6½ / 10
Ne capisco e ne riconosco l'importanza storica, ma non sono mai stato un grande estimatore di questa famosa pellicola girata da Tod Browning, regista che ha dimostrato il suo apice con quello che secondo me è realmente un capolavoro: Freaks.
Capisco e mi rendo conto che il Dracula di Bela Lugosi sia stato l'artefice di quello che oggi è considerato lo stereotipo per eccellenza del personaggio, ma a dirla tutta non ho mai visto questa grande interpretazione, anzi lo vedevo un pò troppo legnoso e fermo, se non sporadicamente con qualche sguardo allucinato con gli occhi sbarrati, ma per il resto non ho mai trovato nulla di entusiasmante in tale interpretazione.
Riguardo alla storia posso comprendere il perchè poteva colpire nel 1931, ma non riesco a giustificarlo fino in fondo perchè alcune pellicole uscite molto prima hanno saputo mostrare un cinema più efficace e raffinato; "Vampyr" di Carl Theodor Drayer ad esempio....o lo stesso "Nosferatu" di Murnau....ma d'altronde, come dice un amico mio, già allora si notava la differenza tra il cinema europeo e quello Hollywoodiano.....
E poi c'è quel finale sbrigativo e sempliciotto che la pellicola non l'aiuta di sicuro....
Sufficenza abbondante più per lo spazio che ha saputo ritagliarsi nel corso del tempo che altro, altrimenti avrei tolto un mezzo punto ancora, sono sincero...e a me il cinema piace indipendentemente dalle date di produzione.....ritengo questo film decisamente sopravvalutato; gia il "Frankenstein" con Boris Karloff risultava migliore secondo me...

DitaAppiccicose  @  05/06/2016 13:07:54
   6½ / 10
Col "Dracula" di Browning siamo di fronte, altre che ad un pezzo di storia del cinema, alla preistoria del cinema horror. Oltre ad essere la prima trasposizione cinematografica sonora del romanzo di Stoker, questo "Dracula" è rimasto per decenni il punto di riferimento per tutti i film sul famoso conte, almeno fino all'uscita della versione di Coppola. Browning però farà molto meglio l'anno successivo con "Freaks": "Dracula" è un buon film, certo, ma pur guardandolo con la consapevolezza di avere di fronte un prodotto di ottantacinque anni prima e quindi per forza di cose datato, non mi è parso tecnicamente un capolavoro ( lo è però per quanto ha seminato... ). Il tutto si svolge un po' in fretta ( forse i tempi tecnici dell'epoca erano questi... ), i personaggi, tranne quello di Ranfield, non mi sembrano delineati in maniera dettagliata, gli attori, forse perchè abituati alla recitazione del cinema muto che richiedeva un linguaggio del corpo diverso, oggi appaiono spesso delle macchiette. Lo stesso Bela Lugosi nei panni di Dracula non mi suscita inquietudine ed anzi a volte lo trovo un po' comico. Mi è piaciuta invece la scenografia del castello, spettrale e decadente.

alex94  @  11/07/2015 10:31:22
   7 / 10
Buon film diretto da Tod Browning nel 1931 (un anno prima del suo capolavoro assoluto"Freaks").
Questo è il primo film autorizzato tratto dal romanzo di Bram Stoker, e devo ammettere che mi ha in parte deluso,mi aspettavo un capolavoro,ed invece mi sono trovato davanti solo ad un buon film.
La trama non è male,e nonostante le diverse ingenuità,incongruenze e forzature varie (sopratutto nel finale) il film si rivela particolarmente interessante ed affascinante (grazie anche all'ottima ambientazione) e mai noioso (grazie alla breve durata) e con diverse scene che sono divenute cult.
Buona naturalmente la regia,semplicemente fantastica la recitazione,indimenticabile l'allora sconosciuto Bela Lugosi nei panni di Dracula, discretocci anche gli effetti speciali.
Sicuramente non è il miglior film su Dracula,ma resta un cult imperdibile per ogni amante del genere.

Goldust  @  20/04/2015 16:03:56
   7½ / 10
E' la prima trasposizione sul grande schermo del celebre romanzo di Bram Stoker nonchè il film che assicurò la fama internazionale a Lugosi, perfetto nella parte del Conte. Detto dell'importanza storica della pellicola, l'opera di Browning sembra invecchiare bene, forse perché così distante nella forma e nei contenuti dagli horror moderni: lasciando infatti la violenza sullo sfondo o addirittura fuori campo, il regista insiste sulle sensazioni e sulle suggestioni del mistero e della paura, amplificati da affascinanti ambientazioni e da una partitura musicale d'effetto. Se devo trovare una pecca la sceneggiatura mi è parsa un pò frettolosa ( il film dura poco più di un'ora e dieci minuti), al pari del finale.
Le scene clou sono l'arrivo dell'agente immobiliare in Transilvania ed il primo faccia a faccia tra Dracula e Van Helsing in cui quest'ultimo mostra uno specchio al Conte.

hghgg  @  02/11/2014 12:57:59
   7½ / 10
Forse il "classico" per eccellenza quando si parla di film di vampiri anche se assolutamente non il miglior prodotto ne per il genere ne per Tod Browning che aveva fatto di meglio e soprattutto farà di meglio successivamente.

Ovviamente ci troviamo di fronte ad una pietra miliare indissolubile del cinema horror, ad un caposaldo della narrazione visiva sui non-morti ma non posso dire guardando questo film, di trovarmi davanti ad un vero e proprio capolavoro del cinema come fu "Nosferatu" di Murnau nel 1922 (o nel 1978, il remake di Herzog).

Perché "Dracula" davvero appare molto datato e ingenuo nella narrazione e nella scrittura, a volte fin troppo forzato, soprattutto verso il finale che davvero mi ha sempre lasciato con l'amaro in bocca.

E noto così come i due più celebri film sul Conte non-morto più famoso del mondo, questo e il Coppola del'92, crollino entrambi al momento finale con una sostanziale differenza: questo di Browning delude nel finalissimo, gli ultimi 5 minuti; quello di Coppola ha una gran scena finale ma è l'intera seconda parte a non convincermi. Preferisco in ogni caso l'ingenuità e il fascino datato del "Dracula" qui presente a quello magniloquente e alla fine eccessivamente pomposo di Coppola, che finisce con l'incartarsi dopo una prima parte ottima (e certo più convincente rispetto a questo film)

Ecco, credo ci stesse e fosse doveroso un parallelo tra i due più famosi film tratti dal romanzo del 1897 di Bram Stoker.

A questo proposito va detto che "Dracula" è il primo film ad essere liberamente (molto liberamente, sottolineo) e ufficialmente tratto dal romanzo di Stoker, il che vuol dire che ne prende spunto senza i problemi di diritti ereditari che costrinsero Murnau a modificare ancor di più la storia, i personaggi e i nomi degli stessi. Qui i nomi e i personaggi sono quelli dell'opera Stokeriana ma le libertà che Browning e staff si prendono sono comunque tante. Fa nulla, perché il risultato affascina e nel complesso è buono.

Di questo film infatti resta un'atmosfera strepitosa, ben esaltata dall'ottima fotografia, che sia l'inquietante Transilvania della prima parte o la Londra notturna (of course) e nebbiosa della seconda parte. L'atmosfera che Browning riesce a creare resta tutt'oggi memorabile e rende indimenticabili le apparizioni ad esempio delle vampire nel castello di Dracula o del ritorno di Lucy (che a dire il vero ritorna, appare, se ne parla un po' e poi fine morta lì ammazzamo Dracula, come detto qualche forzatura, ingenuità e dettagli lasciati a caso nella sceneggiatura non certo eccezionale). Nulla da dire se non complimenti sulla regia di Browning.

E poi c'è lui, c'è Bela Lugosi nella sua interpretazione più leggendaria. Il suo Conte Dracula è uno dei migliori vampiri mai apparsi sullo schermo e di certo se la batte (in uno scontro a sangue ci mancherebbe) con Gary Oldman per il titolo di miglior Dracula cinematografico della storia.

Personalmente sceglierei Oldman, ma sulla prova di Lugosi ce n'è di roba da dire: uno sguardo magnetico, una presenza scenica inquietante e carismatica come poche, uno stile di recitazione molto, molto teatrale che oggi potrebbe anche apparire troppo forzato ma nel quale risiede tutto il fascino dell'attore e della sua più celebre interpretazione. Un Dracula elegante, il demonio raffinato e strisciante che affascina ma che al contempo non nasconde il suo lato mostruoso.

Il Dracula di Bela Lugosi è davvero ottimo e davvero leggendario e il suo stile,magari riletto in chiave meno teatrale e più moderna ma mantenuto intatto nel complesso, ha continuato per tutti questi decenni ad influenzare altri attori, altri Dracula e altri vampiri in generale, nel bene o nel male a seconda della qualità dei prodotti che li ospitavano.

La presenza di Lugosi insieme con l'atmosfera, la fotografia e le ambientazioni è nettamente il punto di forza del film e anche grazie a lui Browning ci regala momenti e sequenze davvero splendidi.

Memorabili i due faccia a faccia tra Dracula e Van Helsing (uno storico Edward Van Sloan), il secondo scontro tra i due in particolare è sensazionale, forse la scena che più mi ha appassionato nell'intero film. Sono ovviamente scontri verbali, duelli raffinati ma pieni d'odio, e grandi scontri di recitazione tra i due attori. Sicuramente due delle migliori scene del film. Ma ogni apparizione di Lugosi porta con se qualche momento di gran cinema dell'orrore e non c'è solo lui. Indimenticabile l'apparizione di un totalmente impazzito Renfield al porto, sulla nave il cui equipaggio è stato sterminato dal vampiro (ve la ricordate quella scena nel "Nosferatu" di Murnau ? La vedete la differenza tra il capolavoro e il semplice bel film ?) E Renfield diviene una sorta di mina vagante nel film, una scheggia pazza che risulta pure divertente alla fine, visti i suoi siparietti comici con gli altri personaggi e soprattutto con il suo spassoso guardiano che non saprei come definire se non "elemento comico ad càzzum".

I dialoghi sono enfatici e teatrali fino all'osso ma non risultano mai pesanti e anzi hanno bei momenti, con battute entrate nella storia del cinema ("Il sangue è la vita, signor Renfield")

Il merito di un Renfield tanto memorabile va Dwight Frye e alla sua allucinata interpretazione sopra le righe, bravissimo. Un po' meno interessanti gli altri personaggi e attori anche se nella scena con Harker e Mina sulla terrazza, verso la fine, ricordo un ottima Helen Chandler.

Be, di film sul genere vampiri ce ne sono alcuni che mi piacciono decisamente di più, posso solo citare la trasposizione (bella libera anche quella) dei racconti di Le Fanu fatta da Dreyer l'anno successivo a questo film con "Vampyr" che trovo personalmente splendido; ma "Dracula" di Browning resta indiscutibilmente una pietra miliare con un grande e iconico Bela Lugosi, un comparto scenografico affascinante (escludendo i bruttissimi pipistrelli e ragni fatti veramente male), qualche ingenuità e difetto di troppo ma nel complesso un bel film. Magari un po' "anemico" visto che non viene mostrato mezzo canino allungato ne mezza goccia di sangue, tutto è puntato sull'atmosfera e sul fascino della figura del non-morto, di Dracula e di Lugosi.

Sicuramente bello, ma non bellissimo, peccato per il finale.

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/11/2014 17.44.48
Visualizza / Rispondi al commento
DarkRareMirko  @  24/10/2014 00:32:33
   8 / 10
Piccolo gioiello che segue il Nosferatu di Murnau incominciando il mito di Dracula (o almeno del Dracula ufficiale), preso direttamente dla libro di Stoker; Lugosi inimitabile, scenografie e location che ancora oggi colpiscono, qualche brivido almeno all'inizio.

Tanti altri film seguiranno (inclusa la più che buona versione di Coppola o il più recente Van Helsing) e c'è pure una versione spagnola, uscita anche lo stesso anno, che si dice essere anche migliore almeno riguardo all'aspetto tecnico.

Browning insomma è di nuovo alle prese con l'ennesimo emarginato che 'stavolta ha tanta sete di sangue; aspetti erotici scartati, messa in scena molto buona ma, ripeto, tolto Lugosi buona parte dell'opera viene meno (anche se comunque non concordo con chi dice che l'opera senta molto il passaggio degli anni, anzi...).

Da vedere; io ho anche la Monster legacy dvd collection.

Comunque non il miglior Browning (che l'anno dopo girerà pure Freaks).

Testu  @  10/09/2014 20:55:51
   6 / 10
Eredita in parte la teatralità del decennio muto precedente e in parte se ne distacca con forza. Va ovviamente contestualizzato, tuttavia gia dalla presenza di trombe orchestrali al posto dell'organo, dalla mancanza di qualsivoglia tentativo di riportare la nebbia (nonostante la si invochi parecchio) è evitente la volontà di non essere cupo come hanno tentato opere ancora più datate. Un dracula più tollerabile dal pubblico di allora, certamente più attinente al libro rispetto al lavoro clandestino di Murnau, ma oggi parecchio leggero, al punto da rasentare la parodia televisiva moderna e per la volontà di prendersi sul serio, con qualche trovata sparsa sarebbe pure meglio della blanda commedia con Nielsen. Buoni gli ambienti, recitazioni e regia zoppicanti, insomma da vedere giusto per farsi un'idea dell'evoluzione del conte in questo secolo.

GianniArshavin  @  15/07/2014 10:44:53
   7 / 10
Ispirato , almeno in parte , al capolavoro letterario di Bram Stoker , "Dracula" del 1931 è sicuramente la più celebre e famosa trasposizione del succitato romanzo.
Diretto dal quel genio di Tod Browning questo film mantiene inalterato il suo fascino nonostante gli anni, grazie ad una prima parte al castello semplicemente magnifica ed una seconda che malgrado sia più debole e dallo stampo fin troppo teatrale riesce comunque a reggere sfruttando il magnetismo di un Bela Lugosi nel ruolo della vita.
Perfette le scenografie di inizio e chiusura del film , ispirati alcuni frangenti mentre altri soffrono il peso degli anni senza però risultare mai vetusti.
Nel complesso un'opera non perfetta ma ancora fruibile e da vedere per l'immensa importanza storica.

ZanoDenis  @  24/06/2014 03:51:31
   7 / 10
Ne sono rimasto un po deluso, avevo ottime aspettative, il film parte benissimo, la parte in Transilvania è senza dubbio la migliore, con scenografie suggestivissime e un'ottima fotografia, nel castello di Dracula si crea una stupenda atmosfera gotica, l'unica pecca è che questa parte viene liquidata molto velocemente e superficialmente, nella seconda parte il film cala e mostra sicuramente i segni del tempo, e dei mezzi molto mediocri. Ha comunque il merito di aver avviato un ciclo lunghissimo che persiste ancora oggi, Bela Lugosi perfettamente in parte, ovviamente.

Kit Carson  @  31/10/2013 00:45:13
   8 / 10
Ottima regia di Tod Browning, grandissimo Bela Lugosi, splendida atmosfera, film affascinante

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  06/03/2013 20:35:50
   7 / 10
Capostipite di un genere e di una mitologia horror che ha resistito nei decenni, rinnovandosi e figliando decine di epigoni.

Da un grande regista come Browning il merito del primo horror sonoro, un'inizio di grande atmosfera (c'è tutto: le spose, i chiaroscuri, le ragnatele, i pipistrelli e ovviamente lui Il Conte) e la capacità di utilizzare al meglio Bela Lugosi nel ruolo che lo ha reso immortale.

L'impianto teatrale della parte londinese mostra l'affanno del tempo, e non tutti gli snodi narrativi sono adeguati, ma questo è uno di quei film che vanno al di là della valutazione strettamente artistica.

Seminale e quindi imperdibile

Tambo90  @  28/10/2012 21:58:30
   6½ / 10
Non particolarmente entusiasmante ma si lascia seguire, forse un pò troppo statico.

C.Spaulding  @  28/06/2012 00:51:36
   8 / 10
Uno dei primi adattamenti del celebre romanzo di Bram Stoker. Film stupendo d'atmosfera recitato e girato in modo impeccabile. Ottimo il grande Bela Lugosi nel ruolo di Dracula. nonostante sia del 1931 non annoia anche perchè dura poco. Un film da vedere per gli amanti dell'horror classico.

edmond90  @  29/12/2011 17:21:32
   7 / 10
Il film in questione ebbe due meriti importantissimi allo stesso modo:il primo fu quello di aver sdoganato l'horror nei confronti del grande pubblico americano e quindi mondiale,con la universal che da allora si impegnerà in una fiorente ed entusiasmante produzione di genere.
Il secondo è quello di aver creato un'icona cinematografica,il conte Dracula dello straordinario Lugosi,la cui duratura fama sarà difficilmente eguagliata in seguito.
Eppure è una delle opere meno entusiasmanti di Browning,regista che diede prova di se in ben altre occasioni.La regia è fin troppo statica,e tranne qualche scena davvero ben riuscita non riesce mai a far decollare il film.
Gli interpreti,ad eccezione ovviamente di Lugosi,non sono davvero un granchè.
Comunque un classico da vedere

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  04/10/2011 19:31:38
   7 / 10
Miscela tra il grottesco americano e l'espressionismo tedesco, DRACULA, fonda quello che sarà il sottogenere vampiresco e impronta gli elementi base per la riuscita di un buon film horror. Zoppicante per quanto riguarda la fase tecnica del film, con una sceneggiatura che batte insistente sui dialoghi. Bela Lugosi é ottimo nel ruolo di Dracula grazie a quel suo simulato accento ungherese e il veterano Edward Van Sloan, sempre ottimo nei panni di Van Helsing. L'appice del film viene raggiunto nel pezzo ambientato nel castello, anche se questo film si differenzia per il fatto che tutta la prima parte del romanzo scorre veloce, poi c'é un rallentamento non propriamente appropiato, per finire in un finale deprimente nel senso artistico e narrativo. Un'idea che era abbastaza buona ma che non é andata in porto senza subire ammaccature nell'attracco.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/10/2011 19.28.35
Visualizza / Rispondi al commento
PignaSystem  @  26/08/2011 19:59:21
   7½ / 10
Dette il "la" a produzioni di livello delle maggiori case di produzione, visto che poi il genere horror esplose anche come accoglienza del pubblico con il quasi contemporaneo "Frankenstein":sospeso tra due acclamati capi d'opera quali "Lo sconosciuto" con Lon Chaney e "Freaks", lancinante fiaba horror di sconvolgente profondità e spessore tragico, l'adattamento del "Dracula" stokeriano creò il mito di Bela Lugosi, l'attore ungherese che già sulle scene teatrali aveva impersonato il Principe della Notte e ne entrò così tanto nei panni da impazzirne. Annunciato e concluso da "Il lago dei cigni" di Chaicovskji, l'horror parte nella narrazione dal viaggio di Renfield, collega di Harker e servo del conte Dracula poi, per successivamente portare l'azione a Londra e qui concluderla, come nel testo originale accade. Benchè ne emerga il carattere marcato di film importante, è curiosa la scelta molto ellittica della sceneggiatura di raccontare in modo poco fluido e quasi a singhiozzo, come in un procedere onirico, e l'interpretazione di Lugosi, per quanto leggendaria, mostra sì il carisma dell'interprete, ma anche la scarsa duttilità dello stesso, dalle pose marcatamente teatrali a quelle meno accentuate del cinema.
Un classico, e va bene, ma meno bello di altri lavori sul romanzo di Bram Stoker, a dirla tutta, per non parlare degli analoghi lavori horror dell'epoca.

Mothbat  @  18/11/2010 15:02:20
   5 / 10
Una prima trasposizione di Dracula poco incisiva ed entusiasmante.
Il peggior Browning, ma è pur sempre un film che gli venne commissionato.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/10/2012 22.40.29
Visualizza / Rispondi al commento
BlackNight90  @  02/05/2010 03:24:41
   7 / 10
Un pezzo di storia del cinema. Certo come horror oggi non può entusiasmare, sia per una precisa scelta di produzione, che obbligava il film ad essere un successo di pubblico, quindi non traumatizzandolo (tutte le scene più sanguinose sono solo suggerite, i canini spariscono dalla bocca del conte), sia perché il film e gli effetti speciali, che visti oggi fanno un po' sorridere, risentono del passare degli anni. Ma rimane un film di fondamentale importanza per aver delineato la figura del conte aristocratico e seducente, un vampiro molto diverso da quello di Murnau che diede al grande Lugosi un successo enorme.
Un film probabilmente poco sentito da Browning, che ci mette poco di se stesso e delle tematiche a lui care, con una regia tutto sommato normale che forse risente dell'essere troppo legata alla piecè teatrale da cui è tratta, sia nella recitazione che nel ritmo. Brillano soprattutto Lugosi e Frye, perfetto nella parte del folle. Il vero Browning però non è questo.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  21/02/2010 09:10:40
   6 / 10
Conosco molto poco Browning e a questo sto provvedendo, ma "Dracula" ha ben poco da spartire con "Freaks", in termini di paragone autorale. E' comunque la prima trasposizione ufficiale del romanzo di Stoker, che con un grande Bela Lugosi non risparmia qualche momento molto suggestivo; e a proposito bellissima la fotografia e l' uso del bianco.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/02/2010 17.12.12
Visualizza / Rispondi al commento
floyd80  @  18/01/2010 19:48:13
   7 / 10
Un capolavoro del cinema. Bela Lugosi sembra identificarsi nella figura del vampiro e la regia è strepitosa..verso il finale però la pellicola viene meno del suo valore più importante: l'atmosfera.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  14/01/2010 18:34:21
   7½ / 10
Mi allineo al commento dell'ottimo Gaunt qui sotto.
Paradossalmente, "Dracula" è il film meno "browninghiano" tra tutti quelli del regista; rimane altissimo però il suo valore storico, anche grazie all'ottimo Bela Lugosi.
Gli sono però affezionato perché, grazie al suo strepitoso successo, garantì a Browning la possibilità di girare in gran segreto il suo capolavoro: l'immortale "Freaks". Che di0 lo benedica.

13 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2010 14.24.28
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  14/01/2010 18:18:50
   7 / 10
Il valore storico di questo film è indiscutibile: la prima trasposizione ufficiale per lo schermo tratto dal romanzo di Stoker (escludendo quella apocrifa di Murnau), la presenza scenica eccezionale di Lugosi in un ruolo che nel bene e nel male ne ha condizionato la carriera. Però non è il miglior film di Browning forse per la struttura troppo teatrale che, nella seconda parte soprattutto, annoia un po' e un finale tirato in fretta.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/01/2010 18.31.54
Visualizza / Rispondi al commento
dave89  @  13/01/2010 23:43:23
   8 / 10
mi aspettavo di + ma cmq non riesco a dare meno di 8, spicca l'interpretazione di Bela Lugosi con sguardo terrificante , finale un pò spiccio.

VikCrow  @  21/06/2009 03:13:13
   8 / 10
Un film dai toni cupi e oscuri con un Bela Lugosi dallo charme e dal carisma folgoranti.

... Bela Lugosi's dead ...

pinhead88  @  23/04/2009 00:57:38
   5 / 10
non tra i migliori di Browning e non tra i migliori Dracula.adesso trovo esagerata la media per un film tratto da un romanzo e per di più mediocre.la pellicola mostra evidenti buchi di sceneggiatura e inoltre risulta priva di atmosfera e con poco fascino.Bela Lugosi bravo per carità,ma a parer mio inadatto per enfatizzare a dovere il personaggio di Dracula,anche per la poca espressività del suo volto.nel contesto le atmosfere non mi hanno trasmesso nulla,così come Bela nel ruolo di Dracula.insomma,a parer mio rimane un film abbastanza inespressivo e poco entusiasmante.mi aspettavo di meglio.il Nosferatu di Murnau gli è nettamente superiore,questo è certo.

7 risposte al commento
Ultima risposta 29/09/2013 16.52.02
Visualizza / Rispondi al commento
ROBZOMBIE81  @  16/03/2009 22:22:22
   7 / 10
molto elegante e cupo con un bela lugosi perfetto e raffinato nella parte del conte..ovviamente i mezzi per l epoca erano quelli che erano ma rimane un film molto semplice e scorrevole e mai noioso..gli attori molto bravi e bella la fotografia con delle riprese davvero suggestive...un pezzo di storia del cinema horror!

Exodus  @  15/02/2009 17:24:16
   7½ / 10
Personalmente, trovo che Bela Lugosi sia il miglior Dracula di sempre; molto meglio di Christopher Lee.
Il film scorre tranquillo, alternando momenti di tensione ad altri più distensivi, e questo ricorda molto il libro: ottime interpretazioni di tutti gli attori.

gasy  @  20/12/2008 23:09:16
   8 / 10
Film storico che giustamente ha fatto storia. Non un capolavoro ( Frankenstain è nettamente superiore), ma sa il fatto suo. Grande Lugosi e bella l' atmosfera.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  07/04/2008 12:42:52
   6½ / 10
Non il capolavoro di Tod Browning ma comunque "Dracula" rimane uno dei suoi film più noti e di incredibile successo.
La scelta vincente di questo film è quella di far interpretare la parte del conte Dracula a Bela Lugosi, attore ungherese, che rimarrà nella storia proprio grazie alla sua immagine da attore di film horror. In effetti il magnetismo e le sue eleganti movenze sono tra le poche cose che affascinano lo spettatore ancora oggi.
Molto convincente l'interpretazione di D. Frye.
Per il resto il montaggio è discontinuo e il film ha perso molta forza a causa degli anni trascorsi.

Max78  @  28/03/2008 14:10:10
   7 / 10
Un personaggio così affascinante come il conte Dracula ,trova un degno interprete in Bela Lugosi,
non ritengo la pellicola un capolavoro,
da Tod Browning onestamente mi aspettavo qualcosina in più,
rimane comunque un'ottima trasposizione del romanzo di Stoker.

gei§t  @  25/01/2008 15:40:32
   8 / 10
è lui, è Bela Lugosi, è Dracula. Bellissima interpretazione e film che suscita una certa tensione nonostante abbia la sua età e la storia sia nota.

Pink Floyd  @  08/12/2007 22:47:39
   8 / 10
La leggenda del Conte più famoso della Transilvania in questa pellicola può contare su una carismatica prova di un Bela Lugosi in forma strepitosa e su una diligente direzione del Signore del brivido della prima metà di secolo Tod Browning.
La storia del vampiro che colpisce di notte le vittime ignare è tratta dall'omonimo (e arcinoto) romanzo di Abraham Stoker; soggetto molto affascinante spesso usato nella cinematografia del terrore.
Se a questo si aggiunge una suggestiva colonna sonora e un lugubre ritratto della Romania più tetra e della Londra di un tempo il risultato è un'ottima opera dai tratti oscuri che solo di rado mostra i segni della sua età.

Questo "Dracula" offrirà non pochi spunti a quelli successivi, non ultimi quelli di marchio Fisher e Coppola.

statididiso  @  27/11/2007 11:31:34
   8 / 10
il Dracula di Browning, regista che, in più di un'occasione, ha trattato il tema del "diverso", inaugura la figura del vampiro "gelatinato" (meno sanguinario), dotata di charme e carica di allusioni. a fronte di una "messa in scena" perfetta (anche se fine a se stessa) e di un cast fatto di grandi nomi (ma, in alcuni casi, di poca sostanza), di contro, c'è un orrore che ci viene appena "suggerito" e che si esaurisce nell'intensità degli sguardi e nelle espressioni del volto (neanche i canini ci vengono mostrati; ma, a parte questo particolare, questa è una caratteristica dei film di quel periodo). magnetica la prova di Bela Lugosi (anche se l'ho preferito di gran lunga in "White Zombie"), che, probabilmente, è stato colui che meglio di chiunque altro è riuscito a trasmettere il peso della sua condizione (anche se, come ho già detto, per me, i nosferatu per eccellenza sono Max Schreck e Klaus Kinski). comunque, una delle migliori trasposizioni del romanzo di Stoker.

voto: 8

Xavier666  @  17/09/2007 19:10:29
   9 / 10
A mio avviso il migliore Dracula di ogni tempo, lo sguardo malefico di Bela Lugosi, l'atmosfera di malvagità lo rendono semper secondo me il più grande interprete del fu Vlad Tepes in arte Conte Dracula. Bellissimo e indimenticabile

éowyn_3  @  11/07/2007 11:43:45
   8½ / 10
nonostante l'età, un film che si guarda più che bene, nonchè un classico, con l'interprete di dracula per antonomasia[e dire che lugosi accettò il ruolo sotto misero compenso]..dirò un'eresia, ma secondo me più convincente di vampyr e anche di nosferatu.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  10/06/2007 14:35:38
   7½ / 10
Sicuramente uno dei film che ha fatto la storia del cinema, non solo horror, ma nel contesto generale del cinema e verrà ricordato a lungo.
Parlando della sceneggiatura e degli effetti speciali, sinceramente li definirei, anche perchè è stato realizzato nel lontano 1931, molto buoni, che al giorno d'oggi a molti potrebbero piacere, invece ad altri no.
Gli effetti sonori sono da ricordare, anche perchè secondo me sono tra i migliori mai realizzati e uniti ad alcune scene del film risultano abbastanza angoscianti. Il film tutto sommato e positvo, la tensione e minima ma c'è e il primo quarto d'ora con quella atmosfera riesce a colpirti e a darti un'impressione subito positva.
Concludo dicendo che come film lo consiglierei a tutti gli amanti del cinema, non solo agli amanti dell'horror, e tutto sommato riesce a tenerti attaccato allo schermo per tutta la durata del film.

ibrahimovic83  @  01/01/2007 03:45:13
   10 / 10
Bela Lugosi schiaccia nettamente C.Lee come interpretazione di Dracula.
Sublime Van Helsing, unica nota dolente sono gli effetti usati: ragno e pipistrello taroccato ,ma visto la data di uscita del film sono più che accettabili.
La faccia del cocchiere è indimenticabile come quella di Bela Lugosi.
Da Vedere almeno 3 volte!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  20/11/2006 16:24:38
   8 / 10
Tod Browning nella sua carriera non fece molti film, ma ebbe la capacita’ di realizzare un paio di lavori che entrarono di diritto nella storia del cinema.Oltre all’eccellente “Freaks” questo filmaker diede vita all’indimenticabile figura di Dracula come noi oggi la conosciamo e cioe’ quella di un essere fascinoso ed elegante,dotato di buon eloquio e soprattutto capace di affascinare qualsiasi donna,lontanissimo parente dell'obbrobriosa creatura rappresentata da Murnau nell'altrettanto famoso e giustamente celebrato "Nosferatu" vero e proprio capostipite del genere vampiresco.
In questa pellicola l’interpretazione del vampiro venne affidata a Bela Lugosi,attore ungherese sin a quel momento ben poco fortunato,che grazie a questa "performance" divenne una vera e propria icona del filone horror.
Tecnicamente parlando la pellicola è ben realizzata,la storia è arcinota e la paura non è certo di casa, ma si resta affascinati dall’utilizzo della fotografia e delle luci soprattutto nelle scene che si svolgono all’interno del castello e ovviamente dalle capacita’ espressive degli attori,con citazione dovuta, oltre che a Lugosi, a Frye e a Van Sloan nei panni dell’ammazzavampiri per eccellenza,Van Helsing
Un classico che tutt’oggi mantiene inalterato il suo fascino.

Someone  @  18/11/2006 15:01:59
   7 / 10
Buon film, anche se Lugosi l'ho apprezzato maggiormente in altre opere(l'angosciante e misconosciuto "Scared to death", "L'isola degli zombies", "Bride of the monster" per fare un esempio). Sul tema "Dracula", Murnau seppe far di meglio ben nove anni prima. Tanto di cappello, comunque, a Tod Browning, che nel 1932 darà alla luce un film imprescindibile e coraggioso, che risponde al nome di "Freaks".
Per essere ormai nell'era del sonoro, il film in questione risulta molto teatrale (d'altra parte Bela Lugosi nasce proprio dal teatro). Buone le atmosfere, improponibile il doppiaggio in italiano.
Comunque un classico.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  23/08/2006 13:33:16
   8½ / 10
Questo Dracula è sicuramente il + bello che ho visto fino adesso. Accattivante senza avere troppa tensione e senza avere un minimo di sangue. Bello soprattutto il primo quarto d’ora, in un castello bellissimo. Buone interpretazioni e sulla scenografia niente da dire. Ovviamente in un film del ’31 non aspettatevi chissachè con tanti trucchi e effetti speciali… però il suo fascino rimane ancora oggi ed è efficacissimo. E non dura molto. Bisogna vederlo, anche chi non apprezza gli horror. Tanto non spaventa.

randal mcmurphy  @  07/08/2006 15:58:55
   9 / 10
la presenza di bela lugosi alza sicuramente la media,col suo accento aristocratico e la sua postura rende unico questo film.
Bela non riuscì mai più a interpretate ruoli così importanti per il suo ricordo vive sempre dentro al mio cuore

Dick  @  19/06/2006 20:17:39
   6 / 10
Il film conserva ancora oggi, un certo fascino, però si allontana troppo dal romanzo stravolgendone anche alcuni personaggi e situazioni anche perchè s' ispira più alla pièce teatrale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  10/06/2006 00:56:15
   7 / 10
Quoto il fatto ripetuto da tutti dell'impostazione teatrale un po' troppo marcata, è la prima cosa che si nota, per il resto Bela Lugosi rimane un maestro nelle espressioni facciali ed anche Renfield (Dwight Frye) mi pare un buon attore. Si tratta comunque di un film piuttosto vecchio forse uno dei primi sonori però Tod Browning è stato bravo a trasporre per la prima volta sullo schermo la storia di Bram Stoker. Ovviamente gli effetti speciali sono quelli che sono. Un classico che però merita di essere visto.

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  09/05/2006 09:58:59
   7 / 10
Un bel film con però diverse pecche nella messa in scena e nella sceneggiatura che risultano a tratti troppo teatrali (soprattutto nei totali).
Inoltre il finale manca un pò di mordente e si conclude troppo frettolosamente, a causa anche di un montaggio non proprio all'altezza.
I pregi del film risiedono invece nell'aver saputo rendere bene il fascino ambiguo del vampiro e in una buona regia.

Ch.Chaplin  @  01/04/2006 01:48:58
   8 / 10
mitico bela...alcune scene sono veramente angoscianti..concordo pienamente ke risente moltissimo dell'impostazione teatrale..è palese, ma è assolutamente normale aspettarselo da uno dei primi film sonori..voto in + x helen chandler (mina) veramente buona la sua interpretazione..il ruolo del regista è tt somato molto in secondo piano rispetto a bela lugosi..qst film si ricorda x lui e basta..la fedeltà al testo originale di stoker è molto + marcata rispetto a quella d un horror letterario prodotto nello stesso anno, frankenstein di whale..nel complesso, meglio qst dracula d frankenstein

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  04/09/2005 15:07:02
   7 / 10
Quoto il commento sottostante, anche se preferisco di gran lunga il Dracula della Hammer in tutti i suoi atti interpretato dal leggendario Chistopher Lee, + bello, + erotico, + inquietante....supportato però da un periodo storico del cinema 35 anni + giovane e di una casa produttrice all'apice artistica col suo nuovo gusto estetico veramente accattivante e con giovani registi in stato di grazia.......
in ogni caso Bela è Bela....

Invia una mail all'autore del commento Funeralopolis  @  28/08/2005 13:41:22
   7 / 10
Un buon lavoro, che tuttavia risente un po' troppo dell'impostazione teatrale della sceneggiatura, adattamento, appunto, di una piéce tratta dal romanzo di Stoker. Bela Lugosi grande mattatore.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcriminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy island
 NEW
gamberetti per tutti
 NEW
ghostbusters: legacygretel e hansel
 NEW
greyhound: il nemico invisibileil ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnello
 NEW
l'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassino
 NEW
nel nome della terranon si scherza col fuocooutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
stay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutants
 NEW
the old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusvivariumvolevo nascondermi
 NEW
vulnerabiliwaves

1006310 commenti su 43733 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net