eros regia di Wong Kar-Wai, Steven Soderbergh, Michelangelo Antonioni USA, Italia, Hong Kong, Francia, Lussemburgo 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

eros (2004)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film EROS

Titolo Originale: EROS

RegiaWong Kar-Wai, Steven Soderbergh, Michelangelo Antonioni

InterpretiGong Li, Chang Chen, Tin Fung, Auntie Luk, Zhou Jianjun, Sheung Wing Tong, Wong Kim Tak, Ting Siu Man, Yim Lai Fu, Shih Cheng You, Siu Wing Kong, Lee Kar Fai, Un Chi Keong, Robert Downey Jr., Alan Arkin, Ele Keats, Christopher Buchholz, Regina Nemni, Luis

Durata: h 1.44
NazionalitàUSA, Italia, Hong Kong, Francia, Lussemburgo 2004
Generedrammatico
Al cinema nell'Ottobre 2004

•  Altri film di Wong Kar-Wai
•  Altri film di Steven Soderbergh
•  Altri film di Michelangelo Antonioni

Trama del film Eros

- La Mano di Wong Kar Wai Shanghai, 1963. Chang, un apprendista sarto, è sedotto dalle misure del corpo di Miss Hua, un'affascinante e avvenente prostituta d'alto bordo. La fascinazione e l'amore di Chang restano fedeli nel tempo.
- Equilibrium di Steven Soderbergh New York, 1955. Un pubblicitario è ossessionato da un sogno ricorrente: una donna nuda che conosce - ma che non riesce a ricordare al risveglio. Ironia della sorte, il suo psicanalista durante la prima seduta di analisi dell'uomo è continuamente distratto da una donna attraente che spia dalle finestre dello studio.
- Il filo pericoloso delle cose di Michelangelo Antonioni Toscana, oggi. Una coppia in crisi, decide di fare una breve gita al mare per ritrovare un po' di magia nel loro rapporto. La passione del marito, invece, viene risvegliata dall'incontro con una donna misteriosa.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,96 / 10 (25 voti)4,96Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Eros, 25 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento diderot  @  05/12/2012 18:30:16
   4½ / 10
Analizzando i vari episodi:
il primo di Michelangelo Antonioni è il peggiore dei tre, la storia è poco credibile e alla fine non si capisce cosa voglia dire. Noiosa e male interpretata, voto 3

il secondo di Steven Soderbergh è migliore rispetto al primo ma non basta, la storia è curiosa e sicuramente ben interpretata, ironica in certi attimi ma alla fine delude, voto 5

Il terzo di Wong Kar Wai è senz'altro il migliore dei tre, molto bravi gli attori e la storia è interessante, buono il finale ma resta abbastanza noiosa e ripetitiva, voto 6 (generoso)

In conclusione non è un film che consiglio!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  30/07/2012 20:43:08
   5 / 10
Piuttosto bruttino, dei tre episodi si salva solo quello di Kar-Wai. Nel complesso trascurabile.

cemsal  @  12/12/2011 00:10:24
   3 / 10
Ma che è sta ******? Ma che orrore fa vedere una roba così insulsa come l'episodio di Antonioni? Ma perché ci si abbassa a tanto? Una trama assolutamente non-sense, che fa finta di essere di alto livello... una vera tristezza. E tutto, solo, per mostrare le grazie della Ranieri. Mah...

suzuki71  @  10/01/2011 12:19:08
   7 / 10
L'episodio di Antonioni, se fosse stato muto, avrebbe sucitato il doppio delle emozioni.... questa volta la comunicazione non è impossibile, solamente molto improbabile, ma la danza sulla spiaggia vale da sola l'episodio.
Soderbergh distende il ritmo con un episodio luminoso nonostante il bianco e nero, e l'ultimo episodio è probabilmente il pezzo forte della pellicola in quanto a storia dipanata e maestria delle immagini: impeccabile!
Nel complesso, sicuro che vale la pena vederlo. Senza dubbio.

Invia una mail all'autore del commento Banana Pie  @  04/06/2010 02:32:34
   7 / 10
Antonioni: 5
Il pezzo di Antonioni è ermetico, a tratti affascinante a tratti irritante nella sceneggiatura, ma costantemente irritante nella recitazione.
Soderbergh: 6,5
Il pezzo di Soderbergh è molto scorrevole e leggero, anche troppo dato che con il senno di poi si rimane con in mano niente, inoltre è veramente fuori tema... comunque molto apprezzabile in alcune sue sfaccettature.
Kar-Wai: 9
Il pezzo Di Kar-Wai è nettamente il migliore, e giustamente si ritaglia lo spazio maggiore della pellicola...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  19/12/2009 18:44:47
   4½ / 10
Non apprezzando molto l'ultimo periodo "antoniniano" e la mano di Sodenbergh , ho guardato questo film con l'occhio rivolto soprattutto a Kar-Wai capace di regalare vere e proprie poesie con le sue immagini!
Le mie aspettative sono ,solo in parte ,state confermate...L'episodio di Antonioni è soporifero e senza senso!
Quello di Soderbergh mi è passato inosservato,praticamente assente l'"eros" del titolo!
Kar Wai stesso dirige l'episodio piu' lungo ma si perde un po' quando si spinge in sequenze piccanti che appaiono fuori luogo nel suo modo di gestire una storia d'amore...insomma da lui certe cose non te le aspetti!
Nel complesso è davvero un film molto inferiore alle aspettative...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  04/09/2009 09:55:37
   5 / 10
Spesso i film ad episodi falliscono nel loro iniziale intento ed "Eros", progetto interessante ed ambizioso, seppur firmato da tre grandi autori, non riesce ad estraniarsi da tale sorte.
Il primo episodio è il peggiore e devo ammettere che mi dispiace molto scriverlo dato che è diretto da Antonioni. Il suo occhio dietro alla cinepresa si avverte ma manca la sua solita profondità e i dialoghi sono davvero insulsi.
Il secondo episodio ci regala un po' di leggerezza, e dopo il primo è un sollievo, però non arriva ad emozionare.
Il terzo episodio "La mano" diretto da Wai è decisamente il migliore, peccato non riesca a salvare il film. Comunque quest'ultimo capitolo è davvero suggestivo, ben interpretato e molto affascinante.

Ciaby  @  24/12/2008 12:11:59
   6½ / 10
episodi che non mi sono dispiaciuti :D

wong gira il corto migliore, ma anche antonioni non scherza

Invia una mail all'autore del commento yasujiro  @  07/01/2008 21:38:03
   6 / 10
Episodio di Wong Kar Wai: bellissimo, appassionante, come sempre Tony Leung in forma... 8

Episodio di Soderbergh: divertente quanto basta, scorre via leggero. 7,5

Episodio di Antonioni: sinceramente penoso... inguardabile.. 2,5

Media: 6

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/06/2010 02.35.39
Visualizza / Rispondi al commento
PetaloScarlatto  @  17/04/2007 20:34:19
   7½ / 10
Ho appena visto Eros e sono venuto qui per leggere che cosa ne pensava il pubblico di filmscoop... Concordo in parte su quanto scritto contro l'episodio di Antonioni, però di esso salvo la scena finale ( il balletto sulla sabbia ) e certe inquadrature davvero splendide.. Il dialogo iniziale è fortemente ridicolo!!!
Equilibrium è caruccio, ma di questo regista ho preferito ben altre cose. Robert Downey Junior è uno dei miei attori preferiti e qui l'ho visto in buona forma, compreso Alan Arkin!!

L'ultimo episodio, la mano, è molto poetico. Molto più sensuale dei compagni. Non volgare, visivamente luccicante...!!! Ci sono certi momenti di altissima poesia.. anche solo per quest'ultimo questo film andrebbe visto!!

Per quanto riguarda il tema del titolo... nell'episodio centrale è quasi nullo, solo dialogato e questo non significa meno presente, solo che è tutto contorto in una propria linea mentale...

In quello di Antonioni le immagini sostituiscono una sceneggiatura esile e prevedibile, però mi è piaciuto, già detto, il balletto sulla sabbia finale!!!

Nell'episodio la mano si parla più di un erotismo raffinato, meno cerebrale o urlato.. é un sussurro che arriva direttamente al cuore di chi guarda e si chiede come finirà la strana storia fra la donna e l'umile sarto...

Non è un film che rivedrei più volte ( o meglio, forse riguarderei l'episodio finale e quello centrale ) ma di certo pensavo motlo peggio dalla valanga di recensioni negative che ho letto:)))

Buona serata!!

Beefheart  @  18/02/2007 13:27:54
   4½ / 10
Dei tre cortometraggi di cui è composto, solo quello di Kar Wai (per il quale non stravedo) risulta accettabile, se non addirittura meritevole di essere sviluppato in maniera più ampia. In effetti, dei "tre maestri del cinema", risulta l'unico in grado di raffigurare davvero l'eros secondo un punto di vista inevitabilmente originale; l'unico dei tre a non avere clamorosamente fallito la missione.
"La mano", così si intitola il suo mini-film, vivendo di atmosfere drammatiche ed estreme che lo scandiscono e caratterizzano, riesce a fare breccia nell'attenzione dello spettatore che non può rimanere indifferente. Azzeccato in fatto di montaggio, sceneggiatura, fotografia e recitazione.
Altrettanto non si può dire degli altri due episodi "Il filo pericoloso delle cose" ed "Equilibrium", firmati rispettivamente Antonioni e Soderbergh, insignificanti, inconcludenti, noiosi; autocelebrativo e pessimamente interpretato il primo ed impalpabile il secondo, del quale si salva solo la raffinata fotografia in bianco e nero. In questo caso però la struttura stessa del film giunge in nostro soccorso permettendoci di ignorarne i due terzi senza comprometterne la parte migliore.
Nel complesso, comunque, perdibile.

Invia una mail all'autore del commento emmepi8  @  07/02/2007 11:29:48
   5½ / 10
Un film che era nato per intenti molto più interessanti, accoppiando registi diversi per un tema dominante (Almodovar rinunciò!!). Ha dovuto fare i conti con una realtà cinematografica poco accoddiscendente, ed ne è venuto fuori questo terzetto. Antonioni girò il suo episodio nel 2001, e rimase orfano per tre anni.Diciamo subito che Antonioni (ma sarà poi lui che gira!!! O qualche sguatttera che le sta accanto a sfruttarlo??!!) è quello che ha nuociuto di più all'operazione; un regista assolutamente irriconoscibile nel gusto degli attori e delle scene. L'episodio Equilbrium diverte con un'ironia un po' troppo calcolata. La cosa migliore è La Mano, dove l'erotismo sorge in maniere traboccante per opera di una regia precisa e partecipante e due intepreti davvero eccezionali.
Antonioni. Una vera brutta figura, e la cosa dispiace moltissimo dato che la firma la mette lui, uno dei più grandi a livello mondiale
Soderbergh.Una cosina divertente, ma niente di più che con il tema del film centra, ma senza esagerare.
Kar-Wai.Una sensualità davvero che incastra i nostri sensi in maniera anche malata, ma vera.
Nell'episodio di Antonioni c'è la cosidetta moglie Enrica, che fa la musica, speriamo che non sia anche quella che canta..ma non ha un altro mestiere da fare,che sfruttare un grande al pari di Antronioni??!!

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  31/03/2006 10:39:31
   6½ / 10
Antonioni voto 4

forse sono io che non l'ho capito, dialoghi impossibili... forse sono voluti per aumentare il senso di incomunicabilità dei due protagonisti, fatto sta che questo episodio non mi ha detto proprio nulla e mi è sembrata una grande minkiata, veramente irritante

Soderbergh 6,5

Caruccio, si lascia vedere, probabilmente dopo l'episodio di Antonioni apprezziamo maggiormente la sua leggerezza.

Kar Wai 8,5

Impeccabile come al solito, con la scena del primo incontro veramente indimenticabile... Gong Li come al solito strepitosa.

Gruppo STAFF, Moderatore priss  @  28/02/2006 13:49:34
   5½ / 10
non so che dire wong kar-wai e steven soderbergh, ci possono pure stare, (ho apprezzato particolarmente il primo però), ma francamente mi chiedo come sia saltato in mente ad almodovar (direttore artistico del progetto) di metterci in mezzo antonioni... con una storia scritta da tonino guerra, poi!

non so ma forse il silenzio che ha tanto dipinto in passato sarebbe una veste da indossare per antonioni che è solo l'ombra di se stesso... Michelangelo, non so cosa tu mi abbia voluto dire con questo episodio, ma davvero non l'ho colto.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  09/11/2005 20:54:17
   3 / 10
E questo sarebbe un film che dovrebbe raccontare l' "eros"? Ma dai non scherziamo! Del primo episodio riesco a salvare solo Luisa Ranieri (non per la recitazione anche perchè non parla) ... sul senso sorvoliamo. Il secondo episodio non so cosa voglia rappresentare dell 'eros e poi è troooppo lento! Il terzo non è malaccio anche se da un lato è anch'esso troppo lento, dall' altro è una scopiazatura uscita male di un altro film del regista, 2046. Più di 3 non si può proprio dare!

la mia opinione  @  04/11/2005 00:47:04
   6 / 10
Dei tre episodi è stato abbastanza deludente quello di Soderberg, quello di Kar W è drammaticamente interessante anche se abbastanza noioso in alcuni punti. Quello di Antonioni è poesia, immagini in movimento in chiave poetica certamente il migliore se non era per questo episodio il film sarebbe stato fin troppo incosistente,.

parrocchetto  @  18/08/2005 10:05:10
   1 / 10
CHE ***** RAGAZZI!
MI E PIACIUTA SOLO LA SCENA IN CUI SI VEDE LA **** DI QUELLA ******* LI XD SENNO IL RESTO DEL FILM FA ******

4 risposte al commento
Ultima risposta 03/12/2007 23.44.09
Visualizza / Rispondi al commento
Mpo1  @  18/12/2004 00:39:08
   7 / 10
Antonioni è uno dei più grandi registi italiani, sicuramente il mio preferito, i suoi film degli anni '60 sono tra i più belli e importanti mai realizzati... detto questo, bisogna però aggiungere che il suo ultimo grande film è stato Professione reporter (1975) e che i pochi film fatti dopo non sono un granché... così, il suo "il Filo pericoloso delle cose" risulta il meno bello dei 3 episodi di questo Eros, anche per colpa degli orrendi dialoghi di Tonino Guerra (d'altra parte, cosa aspettarsi da uno che si è ridotto a fare la pubblicità ai supermercati, al grido di "l'ottimismo è il profumo della vita"?). Scarsi anche gli attori. Meglio andarsi a vedere i passati capolavori di Antonioni e lasciar perdere questo senile passo falso...
L’episodio "Equilibrium" è il tipico Soderbergh: bello nella forma (3 momenti con differenti colori: bianco e nero, blu e seppia), meno interessante nel contenuto. Ci lascia col dubbio: cosa era sogno e cosa realtà? Ma in fondo, ci importa poco...
Il terzo episodio, "La Mano" di Wong Kar-wai, è il migliore dei 3 e riesce a risollevare il film. Un episodio intenso e commovente, che conferma che Wong è uno dei migliori registi degli ultimi anni. Ed è anche l'unico episodio in cui c'è veramente dell'eros, mentre negli altri l'erotismo latita...


1 risposta al commento
Ultima risposta 09/11/2007 18.28.11
Visualizza / Rispondi al commento
yanez  @  11/12/2004 19:04:02
   5 / 10
Antonioni: dopo i primi 10 minuti volevo andare via e per il commento devo ricorrere a dialoghi da bar. Salvo solo quel pezzo di gnocca della Ranieri; peccato che hanno tagliato la scena della sua masturbazione, forse l'urlo finale dell'orgasmo avrebbe salvato lo squallido doppiaggio!
Soderbergh: partito bene ma finito dove? e l'eros? forse il limite è mio, che non colgo tra le sfumature, che non ho conoscenze di psicanalisi, mah!
Kar-Wai: bellissimo, poetico, sensualissimo, struggente. Peccato che da solo non salva il film.

tupolevv  @  11/12/2004 12:23:00
   3 / 10
una delusione assoluta a partire dalla colonna sonora assolutamente inascoltabile
l'episodio di anonioni è irritante x la sua inconcludenza.riguardo al doppiaggio poi è meglio stendere un velo pietoso
soderbergh dimostra un buon senso dell'umorismo,ma l'erotismo nel suo episodio è totalmente assente,è una sorta di barzelletta ke alla fine non diverte
l'ultimo episodio invece è profondo,ben girato e si lascia guardare..bellissima la scena dove il protagonista ama la donna attraverso il suo vestito...nel complesso però il film è assolutamente da dimenticare e si finisce x apprezzare poco anke l'opera di wong kar wai dopo ke si è assistito all'obbrobrio precedente

marie  @  11/12/2004 02:06:09
   7 / 10
Certamente ci si aspettava di più dai tre maestri, ma nell'insieme è un ora e mezza circa ben trascorsa, anche se di erotico troverete ben poco.
L'episodio di Antonioni che è il primo ha delle belle scene come quella delle donne bagnanti tra le rocce -molto cezanniano- o quel tunnel di arbusti forse simbolo di una storia difficile da cui la protagonista forse è soffocata. In tutto c'è molta pesantezza -la tipica incomunicabilità dei film di Antonioni-. Comunque grande rispetto per un regista di un'altra epoca e che per me ha fatto un lavoro apprezzabile per molti versi.
Soderberg divertente, ma inconcludente e un po'inutile e se in Antonioni c'è un po'di volgarità -nudità ostentate- qui non c'è nulla.
Kar-Way magnifico, elegante e malinconico, bellissima la scena in cui Chang mette le mani sotto un vestito poggiato sul tavolo simulando di accarezzare il corpo della donna che riesce ad amare fino in fondo.

Raff.x  @  06/12/2004 18:26:50
   4 / 10
Un film in tre episodi per raccontare l'erotismo in tre modi diversi: idea senz'altro intrigante ma come già scritto da Kowalsky, una bella occasione sprecata.
Il primo orripilante capitolo, che porta la firma di Michelangelo Antonioni (ma ci si augura che in fondo non sia stato lui a dirigerlo), ha dell'incredibile: credo di non aver mai visto niente di più insulso.
Fatto salvo per la bella fotografia di Marco Pontecorvo e girato in italiano e inglese (doppiato in maniera semplicemente ridicola), l'episodio racconta di una coppia in crisi che decide di passare un periodo di vacanza in Toscana per ritrovare un po' di serenità.
Se l'intenzione (peraltro pure questa interessante) doveva essere quella - come leggo da qualche parte - di indagare l'eros attraverso la dicotomia apollineo/dionisiaco rappresentata dalle due donne, l'esplicitazione in termini cinematografici è resa con una mera ambizione verso un intellettualismo di bassa lega, esplicitato dall'imbarazzante assurdità dei dialoghi. Voto: 1

Il secondo divertente capitolo in bianco e nero e colori, che porta la firma di Steven Soderbergh, propone uno scherzoso accostamento tra un pubblicitario ossessionato da un sogno erotico ricorrente e il suo non meno ossessionato psicanalista, che spia in modo compulsivo qualcuno dalla finestra del suo studio.
Episodio nel complesso ben girato ma un po' lento e senza particolari emozioni. Voto: 5,5

Ultimo episodio firmato Wong Kar Wai, che con la consueta eleganza nelle inquadrature e la poesia dei silenzi (pare siano presenti alcune scene scartate da 2046), ci consegna un film scuro e claustrofobico in cui l'erotismo è raccontato con superba finezza e sensualità; magistrali a tal proposito le interpretazioni di Gong Li e Chang Chen. Voto: 7

Molto belli i disegni di Mattiotti, molto meno bello il lagnoso brano di Caetano Veloso a far da cerniera fra gli episodi. Media: 4,5 che arrotondo per difetto...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  04/11/2004 15:21:39
   5 / 10
una bella occasione sprecata. piace l'idea -anche se scarsamente originale - belli i disegni di mattotti e la suggestiva training song, ma il risultato non è all'altezza davvero solo wong riesce nel miracolo, creando un mirabolante esempio di hardcore fetish, raccontando il sesso sia nelle sue variazioni tabù che nel pudore delle confessioni Siodelbergh fa un esercizio di stile snobbino e risaputo roba da sex in the city e infatti c'è robert downey già guest-star del celebre telefilm quanto ad antonioni... semplicemente orripilante e ancora meno sopportabile - credo - per chi ha sempre detestato antonioni un giochetto porno soft che vorrebbe essere intellettuale (certi riferimenti a Bataille sono vecchi e abusati), praticamente nullo nel suo indigesto calligrafismo non so, c'è pure una vaga - involontaria? - atmosfera new age e tanto mi basta per evitarlo a parte il fatto che non ho capito come mai il maestro (ormai ex) sia diventato una specie di joe d'amato per palati fini, forse l'età che ha gli fa rivivere senilmente qualche desiderio? Poveri noi!!! Conclusioni: 7 a mattotti, 8 a Wong, 5 a Siodelbergh, 1 ad antonioni la mia media fa...

Gruppo REDAZIONE maremare  @  10/10/2004 14:56:20
   4 / 10
Mi accodo all''implorazione dell''amico nino.
Questo film a episodi lo vidi a Venezia oramai più di un mese fa, rifiutandomi di recensirlo per pudore e rispetto nei confronti di Antonioni.
Si sa che i film a episodi non sono mai riusciti a rendere giustizia agli Autori che vi si sono cimentati e il più delle volte si sono rivelati unicamente delle operazioni commerciali mal riuscite.
E'' il caso, purtroppo, di questo prodotto di cui salvo l''episodio di Soderbergh unicamente per il contenuto volutamente ironico e leggero.
L''episodio di Kar-Wai rappresenta sì il mondo stilistico dell''Autore, ma la storia appare banale e la realizzazione ''masturbatoria'', in linea con l''argomento trattato.
Sull''episodio firmato da Antonioni meglio stendere un velo pietoso.
Nonostaante sia risaputo che è stato diretto dalla moglie è sorprendente come Tonino Guerra si sia prestato ad un''operazione di questo genere.
L''episodio è pessimo nella storia e nella direzione degli attori.
Sono presenti alcune carellate che vorrebbero scimmiottare il grande cinema di Antonioni e nulla più.
Complessivamente l''episodio, nei contenuti e nella loro realizzazione cinematografica, potrebbe ricordare un corto di un giovane regista velleitario.
Insomma un''operazione commerciale mal riuscita a cominciare dal titolo.
Un film che di erotico, a volere proprio cercare un riferimento (più che erotico, feticista) ha solo un istante: quando la bellissima Gong Li, nell''episodio di Kar-Wai, si toglie le scarpe per mostrare in primo piano i suoi splendidi piedini.

Buonanotte

6 risposte al commento
Ultima risposta 17/12/2004 01.16.52
Visualizza / Rispondi al commento
nino  @  10/10/2004 09:59:18
   1 / 10
In particolare, mi riferisco (purtroppo) all'episodio firmato Antonioni. Mi rifiuto di credere, viste anche le condizioni fisiche del Maestro, che questa orribile operetta abbia qualcosa a che fare col grande Michelangelo. Perchè distruggere così un mito del cinema mondiale? Chi ne è responsabile? Pera carità, che qualcuno intervenga ! Dell'intero film salvo soltanto "La Mano" cinese, primo episodio. Ma, coraggio, affiancatemi nella preghiera pro Antonioni, forse qualche santo ci darà ascolto.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006150 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net