i cavalieri del nord ovest regia di John Ford USA 1949
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i cavalieri del nord ovest (1949)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I CAVALIERI DEL NORD OVEST

Titolo Originale: SHE WORE A YELLOW RIBBON

RegiaJohn Ford

InterpretiJohn Wayne, Joanne Dru, Ben Johnson, John Agar, Harry Carey jr.

Durata: h 1.43
NazionalitàUSA 1949
Generewestern
Al cinema nel Gennaio 1949

•  Altri film di John Ford

Trama del film I cavalieri del nord ovest

Nel territorio del Nord-Ovest le popolazioni indiane vogliono muovere guerra alle guarnigioni dei bianchi. I militari del Settimo Cavalleggeri in un fortino di confine sono allerta. Li comanda l'anziano capitano Brittles, che tenta fino all'ultimo di evitare spargimenti di sangue: quando dovrà affrontare un gruppo di indiani irriducibili, con un colpo di mano riuscirà a privarli dei loro cavalli rendendo così impossibili i loro attacchi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,77 / 10 (13 voti)7,77Grafico
Voto Recensore:   9,00 / 10  9,00
Miglior fotografia
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior fotografia
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I cavalieri del nord ovest, 13 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

david briar  @  29/06/2019 14:03:39
   7 / 10
Non è nella sceneggiatura che un film come questo raggiunge lo stato dell'arte, ma nella colorimetria. L'utilizzo dei colori e in generale la cura nella fotografia sono il vero motivo per recuperare questo film adesso: il bilanciamento dei costumi rispetto allo sfondo, gli abbinamenti nelle inquadrature lo rendono un vero quadro in movimento, come se fosse un omaggio a tanta arte neo classica, fra cui "Il giuramento degli Orazi" di David.
La trama, nonostante crei empatia per i personaggi, è abbastanza risaputa e prevedibile e non coinvolge particolarmente: un western di John Ford come tanti western di John Ford.

Goldust  @  12/06/2018 11:40:25
   6½ / 10
Meno epico di quanto mi aspettassi, invecchiato non proprio benissimo, è comunque il solito e solido western dai connotati fordiani: grandi e sconfinati paesaggi, amicizia virile in primo piano, la morte come passaggio irrinunciabile, le canzoni come sottofondo della vita. Insieme a "Il massacro di Fort Apache" e "Rio Bravo" compone la cosiddetta trilogia della Cavalleria.

daniele64  @  30/06/2014 09:04:29
   8½ / 10
John Ford , John Wayne , gli straordinari paesaggi della Monument Valley e le splendide marcette della cavalleria USA : questi sono gli ingredienti che hanno fatto nascere in me , parecchi annetti fa , la passione per il cinema western ! Qui il grande Duca dà vita ad un personaggio indimenticabile di un anziano ufficiale coraggioso ed umano che , prima di andare in pensione , riesce a bloccare sul nascere una pericolosissima ribellione indiana . Grandiosi i siparietti con l'indistruttibile sergente Mc Laglen e commovente la scena della morte del soldato ex generale confederato . I colori e la fotografia sono una gioia per gli occhi !

"Riuscite a leggere l'ora sul mio NUOVO orologio d'argento ?"

topsecret  @  05/09/2012 16:41:49
   7½ / 10
Ottima fotografia che tratteggia alla perfezione gli ambienti ed aiuta alla riuscita realizzazione visiva di questo western classico, diretto ancora una volta sagacemente dal maestro John Ford ed interpretato alla grande da un sempre granitico e carismatico Wayne.
Un film che amalgama bene la vita di un soldato tra eroismi e situazioni leggere, offrendo una visione sempre gradevole nonostante sia superdatato e garantendo allo spettatore un ritmo ed una attenzione costante.
Consigliato agli amanti del genere e a tutti gli altri.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/09/2011 14:16:38
   8 / 10
Mi trovo d'accordo con alcuni commenti prima del mio sul fatto che il film sia un po' invecchiato con il passare degli anni, però lo rivedo sempre volentieri perchè è fin troppo facile identificarsi con il personaggio di Wayne, capitano sull'orlo della pensione, perchè è troppo divertente il personaggio del sergente e perchè celebra lo spirito d'avventura del West come Ford e pochi altri sapevano fare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/11/2010 18:02:51
   7½ / 10
Uno dei primi film western a colori del maestro del genere Ford!
Ed è proprio il perfetto utilizzo della fotografia e dei colori che permette al film di farsi apprezzare in tutto il mondo!
Poi al centro del film c'è la classica storia epica di Ford che racconta gli ultimi giorni di lavoro di un comandante a pochi giorni dalla disfatta del generale Custer!
Il modo di approcciare con gli indiani non sara' piu' lo stesso da ora in avanti...forse è questo il messaggio del finale...
Visivamente spettacolare!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  19/08/2010 21:29:03
   8 / 10
Secondo capitolo della Trilogia della Cavalleria, un'altro splendido film d'avventura di John Ford, per quanto inferiore al precedente capolavoro ("Il massacro di Fort Apache"). Ci sono cmq. tutti i temi prediletti del regista, che riesce a tributare (autocelebrarsi? mah) se stesso in qualche sequenza. Per molti registi e critici è uno dei punti più alti della poetica Fordiana, ma purtroppo il film - per quanto bellissimo - mostra tutti i suoi anni. La vera sorpresa, oltre all'immancabile sergente impersonato da McLaglen (uno dei miti dei marines!) è John Wayne, capace di calarsi - a poco più di quarant'anni - nei panni di un'ufficiale sessantenne.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  18/03/2010 20:37:22
   7½ / 10
Secondo capitolo della triologia sulla cavalleria firmata John Ford, e personalmente mi trovo completamente d'accordo con Giordano Biagio, valutando più una bellezza visiva del film.
La scenografia e straordinaria: i colori rispecchiati sul vecchio west sono incantevoli, soprattutto nelle scene dell'alba e del tramonto.
Per il resto sono ottime anche le colonne sonore, con le musiche tradizionali dell'esercito americano di quegl'anni.
Insomma un film western che per la bellezza visiva e sonora deve essere visto, per quanto riguarda la trama e lo svolgimento del film bisogna dire che puo piacere come no ecco, ovviamente a me è piaciuto, anche se in rare scene(quella che spicca di più è la scena del wisky e dei sei o sette militari presi a botte) non mi è piaciuto più di tanto e mi ha lasciato qualche punto di domanda.
Sicuramente questo secondo episodio della cavalleria a livello di scenografia è un classico, per il resto un western che si lascia guardare.

DarkRareMirko  @  02/11/2009 23:35:58
   9 / 10
Seconda parte della trilogia della cavalleria di Ford.

Certi risvolti non son perfetti, come alcuni rapporti tra personaggi, ma la regia e le interpretazioni, e qui spicca sempre Wayne, sono sempre memorabili; credo ne esista anche una versione in bianco e nero, migliore di quella a colori.

Un film molto classico e semplice, anche nella trama, ma comunque sempre un capolavoro.

Presente pure il Johnson de La caravona dei mormoni.


Da non perdere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  25/09/2007 15:34:07
   7 / 10
Detto sinceramente adoro alcuni film di Ford, assoluti capolavori (come ombre rosse, sentieri selvaggi o sfida infernale), e non mi fanno impazzire degli altri, in primis questi della trilogia militare.
Anni fa vidi anche questo "I cavalieri del nord ovest". Lo trovai un po' noioso e datato, lontano dai migliori di Ford, nonostante alcune sequenze molto belle.

Beefheart  @  16/09/2007 11:52:09
   7½ / 10
Credo che sia quello che si definisce un "western crepuscolare", che John Ford gira con il suo attore feticcio, un John Wayne in grande forma, senza esagerare nelle scene d'azione e senza concentrarsi troppo sull'aspetto tipicamente violento e sanguinoso della mitica conquista del west. Un film che sullo sfondo vede le agitazioni delle tribù indiane dei territori del nord-ovest in seguito alla storica battaglia del Little Bighorn che vide la disfatta del generale Custer, ma che ha in primo piano la bella figura di un ufficiale dell'esercito, prossimo alla pensione, che, forte di un invidiabile bagaglio di esperienza e della conseguente "consapevolezza", si prodiga come può, al fine di evitare drammatici scontri e spargimenti di sangue da una parte e dall'altra. Ecco quindi che sparatorie, morti e feriti sono estremamente rarefatti all'interno di una storia fondamentalmente romantica ed anti-bellicosa, che invita a mettere da parte gli aspetti più propriamente marziali e guerreschi a vantaggio di altri più nobili come l'amicizia, la lealtà, il coraggio, lo spirito di appartenenza e l'attaccamento ad una terra ostica ma irrinunciabile. All'atto pratico vediamo il protagonista che non è mai preda di impetuosi slanci entusiasticamente aggressivi, nè si danna l'anima o si fa prendere da eccessivo sconforto di fronte alle tragiche conferme della drammaticità dei tempi che vive. Egli sa come stanno le cose, sa che non può cambiarle e sa che le prospettive non sono ottimistiche; semplicemente le accetta, cercando, per quel poco che gli compete e per quella che è la sua possibilità d'intervento, di limitare i danni. E' chiaro che il soggetto è tra i più classici, ma essendo ottimamente sviluppato in una sceneggiatura scorrevole e lineare, da una regia sobria e politicamente abbastanza imparziale, riesce comunque a fare presa. In tal senso, un grande aiuto lo danno, oltre ad una buona recitazione, l'ottima fotografia e la leggendaria location della Monument Valley. L'unico neo probabilmente sta proprio nel finale, laddove si perde un pò della fascinosa malinconia che pervade invece il resto del film. Nel complesso lo giudico comunque un film più che discreto.

Dick  @  17/02/2007 00:04:39
   8 / 10
Western godibile con un Wayne in un ruolo un pò inusuale per lui e cioè quello dell' anziano ufficiale sul viale della pensione cui però non riuscirà a dire di sì.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Giordano Biagio  @  01/02/2007 15:47:02
   9 / 10
Preferisco dare il voto ala bellezza visiva e costruttiva del film ( sequenze ben coordinate, da antologia) che ai contenuti.
I contenuti tematici sono filoamericani e a sfondo mitico.
Da notare in questo film la bellezza dei colori, vivi e ben contrastati, i panorami del territorio puntellati da enormi rocce isolate dalle forme più strane, i colori del cielo, luminosi e sempre in primo piano con le scene legate ai personaggi, cielo sempre diverso, ora azzurro con qualche nuvola bianca ora coperto con temporali, oppure maestoso nei colori della sera o dell'alba.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004613 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net