il suo nome e' tsotsi regia di Gavin Hood Sud Africa 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il suo nome e' tsotsi (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL SUO NOME E' TSOTSI

Titolo Originale: TSOTSI

RegiaGavin Hood

InterpretiPresley Chweneyagae, Terry Pheto, Kenneth Nkosi, Mothusi Magano, Zenzo Ngqobe, Zola

Durata: h 1.31
NazionalitàSud Africa 2005
Generedrammatico
Al cinema nel Marzo 2006

•  Altri film di Gavin Hood

•  Link al sito di IL SUO NOME E' TSOTSI

Trama del film Il suo nome e' tsotsi

'Tsotsi' significa letteralmente 'gangster' nel linguaggio di strada nei ghetti delle comunitÓ di colore di Johannesburg in Sud Africa. Tsotsi, Ŕ un giovane ma giÓ spietato capo di una gang. Un notte, spara ad una donna all'esterno della sua casa e le ruba la macchina, senza rendersi conto, preso dal panico, che il suo bambino si trova sui sedili posteriori...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,13 / 10 (36 voti)7,13Grafico
Migliore film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Migliore film straniero
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il suo nome e' tsotsi, 36 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Sbrillo  @  15/05/2015 02:02:32
   6½ / 10
un lavoro dignitoso che parla di una storia di redenzione....ma, ad esser sinceri, ha deluso le mie aspettative....da un film che ha vinto l'Oscar come "miglior film straniero" decisamente mi aspettavo di più...tutto sommato guardabile

Invia una mail all'autore del commento diderot  @  13/03/2014 19:30:50
   7 / 10
Una bella storia interpretata egregiamente dall'attore protagonista. Un dramma mai scontato che porta ad un susseguirsi di emozioni fino alla scena finale. Senz'altro ricco di tanti spunti di riflessione, è un film da vedere e far vedere.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  07/03/2013 14:44:13
   6 / 10
potrebbe essere migliore....il finale sopratutto!!!!

Fiammaverde  @  08/04/2012 04:49:14
   7½ / 10
L'idea è ottima, la trama è solida e lineare e arriva a dimostrare bene come funzioni il meccanismo dell'espiazione senza perdersi in sentimentalismi inutili. Lo apprezzo particolarmente proprio perchè "asciutto" e senza eccessi di introspezione.

Regia, colonna sonora e fotografia buone perchè si sostengono bene a vicenda.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/10/2011 23:43:47
   7 / 10
Il film ci permette di entrare in contatto con un Mondo che sembra davvero lontano dal nostro...
Una storia di redenzione commovente e diretta giustamente in maniera poco "Occidentale"...
Qualche enfatizzazione di troppo nel finale.

Project Mayhem  @  25/01/2011 15:09:42
   7 / 10
Io l'ho trovato interessante.

Clint Eastwood  @  20/03/2010 01:58:18
   6½ / 10
Il suo nome è Tsotsi ed ha rubato l'oscar come miglior film straniero, come il bambino rubato insieme alla macchina solo che il lieto fine per Tsotsi non c'è come del resto per il film stesso pian piano se ne va, si dimentica ... nulla di eccezionale.

Febrisio  @  27/09/2009 13:57:04
   7 / 10
Vale sicuramente la pena di vedere questo totsi, dalla sua location, alla storia. Un film sudafricano, che spero dia fierezza di questo bel prodottino che niente ha da invidiare al cinema americano/europeo/asiatico. Un film che racconta in modo lineare e molto comprensibile le vicende di un ragazzo combattuto tra malavita ed il giusto. Ciò che non mi convince è che sia stato trattato velocemente tanto risultare un po superficiale. Quasi da non accorgersi di quanto gli stia accadendo. Le emozioni che prova il ragazzo non sono così ben trasmesse, e questo svaluta il film come uno qualunque. Alla fin dei conti il film possiede tutte le carte in regola, ma le sensazioni potevano essere molte più, tanto che poteva raggiungere il cult dell'indimenticabile.

matnor  @  17/06/2009 23:39:04
   8 / 10
un film che tiene incollati dall'inizio alla fine...

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  12/03/2009 13:56:49
   5½ / 10
Bel messaggio..ma il film non mi sembra questo gran capolavoro da premiare addirittura con un oscar!forse gli altri film candidati erano ancora peggio..bo..

AMERICANFREE  @  11/12/2008 22:47:52
   7½ / 10
giusta la media di questo film! bella la storia bravi gli attori!! il finale e' stato un po' frettoloso!! nel complesso 7 1/2!

Cuoreimpavido  @  01/12/2008 14:30:11
   8½ / 10
un film stupendo che tratta la vita di un gangster nero del sudafrica, molti ragazzi nel terzo mondo sono cosi e questo film ne parla e ne spiega molto a riguardo, un finale commovente e molto bello, da vedere assolutamente, non e molto conosciuto come film e anche per questo vi consiglio di vederlo

popoviasproni  @  04/06/2008 19:10:17
   7 / 10
Discesa negli inferni delle baraccopoli sudafricane attraverso le vicende di uno dei tanti randagi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  13/11/2007 11:38:31
   6½ / 10
sembra quasi che il regista voglia trattare una serie di argomenti che per˛ non riesce a sviluppare al meglio! Ŕ notevole il fatto che a soli 5 minuti dall'inizio del film si inizi quasi ad odiare il protagonista e le sue scelte, ma poi questo senso di coinvolgimento all'interno della storia si affievolisce sempre pi¨ e porta quasi a continuare a guardare il film solo per leggerne i titoli di coda! l'idea poteva essere meglio espressa, magari tralasciando alcune parti e concentrandosi maggiormente su tematiche trattate superficialmente! rimane una fotografia bellissima, un senso di amarognolo in bocca per un'occasione mancata, e qualche bello spunto come l'incontro con il barbone sulla sedia a rotelle!!
decisamente inutili i flashback, che rimangono 'inutilizzati' e inutili al fine della trama!

sonhador  @  20/10/2007 20:10:22
   6 / 10
film di pregevole fattura ben interpretato ma sviluppato, a mio parere, in maniera troppo superficiale.. peccato

JIM_thebest  @  03/10/2007 18:45:51
   8 / 10
sono andato a vederlo con la scuola così pensavo che fosse un film di m**da e invece piano piano mi ha entusiasmato e quasi, dico quasi, commosso

giumig  @  17/09/2007 18:57:02
   6 / 10
Film sulla falsa riga di city of god (molto pi¨ bello...), che fa della violenza la massima protagonista. Malgrado alcune scene apprezzabili, il resto del film scorre via troppo linearmente, regalando pochissime emozioni, malgrado la storia avrebbe potuto e dovuto regalare di pi¨.

Invia una mail all'autore del commento malocchio  @  09/09/2007 02:15:04
   7 / 10
a me è piaciuto,non riesco a trovarci una somiglianza con city of god perchè trattasi di 2 film completamente diversi che non hanno nessuna affinità nè per la trama nè per il significato.
una pellicola che tratta temi delicati come la povertà e il pentimento in un paese dove la vita è una condanna.in certi punti purtroppo non colpisce a fondo come dovrebbe e sembra contenersi ma resta comunque da vedere

Beefheart  @  17/07/2007 16:23:58
   7 / 10
Per chi l'ha visto, può ricordare "City of God" di Meirelles. Lì eravamo nella periferia fatiscente di Rio de Janeiro, qui siamo in quella di Johannesburg; si cambia città e continente ma non realtà. Infatti questa commedia drammatica si cala totalmente tra le bidonville del quartiere nero della megalopoli sud-africana, facendoci conoscere i suoi abitanti, le sue strade e le sue brutture, figlie della povertà, dell'ignoranza e del degrado. Uno di questi, Tsotsi, sbandato, alla deriva, maledetto dalla nascita, che vive di espedienti ed illegalità, si ritrova a dover accudire un neonato, involontariamente rapito durante il furto dell'auto sulla quale dormiva. La presenza dell'innocente creaturina fa scattare in Tsotsi la scintilla della redenzione e la ricerca di quel senso di umanità sino a quel momento ignorato. Un film di denuncia, tecnicamente e stilisticamente poco afro e molto occidentale, carico di dramma e disperazione. Il soggetto, magari non nuovissimo, è comunque interessante e la sceneggiatura lo sviluppa discretamente bene. Non ci sono particolari forzature ruffiane, ne situazioni inverosimili, tutt'altro. I protagonisti appaiono abbastanza credibili, se non nei personaggi dei genitori del piccolo rapito, a mio avviso, un po troppo calmi e troppo poco angosciati rispetto al contesto. La fotografia è ottima e le ambientazioni tristemente spettacolari. Efficaci anche le musiche, frutto di un rap metropolitano mutuato, anch'esso, dagli americani. Nel complesso non male.

Pink Floyd  @  16/07/2007 15:21:42
   7½ / 10
Nei degradati sobborghi di una Johannesburg in cui il terrore imposto dalla criminalità regna incontrastato e i soprusi sono continui si snoda la storia di Tsotsi, giovane killer dal futuro già segnato.
Tuttavia nel suo destino da malavitoso si frapporrà una figura: un indifeso e tenerissimo neonato.
Il giovane rapirà il piccolo e grazie a lui pian piano ripercorrerà la sua infanzia negata dandogli sempre più amore; amore che non ha mai ricevuto, che sfocerà presto in vera e propria possessività (he's mine, don't forget it!).

Supportata da una buona fotografia del paesaggi del Sud Africa e accompagnata da una colonna sonora cattiva e pungente, la pellicola risulta di discreto valore, nonostante la troppo rapida conversione del giovane Tsotsi da criminale a padre provetto.

Da incorniciare la scena finale dell'arresto , in cui tutte le paure innadatesi nell'adolescente si sfogano in un abbraccio tenero e amaro alla piccola ignara vittima, in un tragitto di redenzione duro e doloroso.

Piacevole sorpresa Presley Chweneyagae così come il resto del cast e di tutta la produzione targata Bafana.
Da incoraggiare.

pinnazza  @  30/06/2007 15:29:25
   6½ / 10
i presupposti erano più che buoni ma alla fine il risultato non è certo un capolavoro. Bellissima la figura del paralitico nella scena in ci incontra Tsotsi.

6 e 1/2 !!! non di più

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  04/04/2007 20:14:25
   7 / 10
buon film drammatico diretto con accuratezza da Hood, ottima prova di Presley Chweneyagae

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  14/12/2006 18:20:05
   7 / 10
La sorpresa sudafricana vincitrice dell’Oscar.
Una storia drammatica, di emarginazione e di violenza, ambientata nei sobborghi della capiate sudafricana, dove il degrado sociale e la delinquenza spadroneggiano ..uno spaccato di vita vissuta, un dipinto della realtà, una attenta capacità di analisi, scavando nella coscienza del giovane protagonista, nelle sue fragilità che albergano nell’infanzia cinicamente negata ..così l’impulso che lo conduce a prendersi cura del neonato lo condurrà a darsi una diversa immagine di se, comprendendo cosi sia davvero giusto e cosa invece sbagliato.
Una colonna sonora inquietante ed al contempo coinvolgente, una buona e curata regia che con colori sfumati traspone l’atmosfera di quei luoghi ..un viaggio, attraverso lo sguardo di Tsotsi, nella realtà del suo Paese, in una democrazia ancora fragile ed in evoluzione e nella difficile situazione sociale (il mendicante paralitico) ..il richiamo però, in alcune scene e al più generale taglio dato al racconto, sembra chiaramente ricalcare troppo da vicino “La Città di Dio” (pur se non agli stessi livelli).
Positiva la prova del protagonista e del cast in generale, pur senza nomi di spicco ..non male, anche se al suo debutto, il regista e sceneggiatore Gavin Hood.
Nel complesso un buon prodotto, mai banale, coadiuvato da una pregevole fotografia ..merita la visione!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  30/09/2006 15:18:08
   6½ / 10
certamente un buon film, ma non pienamente convincente per quanto mi riguarda. l'ho trovato abbastanza freddo, mi ha coinvolto onestamente pochino a livello emotivo. cerco di spiegarmi meglio. mi è sembrata notevole la perizia con cui nel film vengono infilati momenti di supposto sconvolgimento emotivo per lo spettatore. ma questi momenti rimangono frammenti un po' slegati fra loro, fini a se stessi e non funzionali a una lettura d'insieme della pellicola. anche la bella fotografia non riesce a sopperire a interpretazioni tutto sommato scarsine e a un'aura di superficialità che pare avvolgere tutta la pellicola, la quale sembra essere sempre lì, lì per affondare la lama e mostrarci la vera realtà ma al momento opportuno si ritrae e autocensura (e infatti ha vinto l'oscar...).
insomma, che il paragone calzi o meno cidade de deus non è solo su un altro pianeta, ma pure su un'altra galassia.

baobabwired  @  28/08/2006 01:40:41
   10 / 10
chi se lo perde fa molto,molto male. è uno dei film più forti che abbia mai visto sia dal punto di vista di colonna sonora che fotografia. imperdibile.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  24/07/2006 10:11:40
   6½ / 10
Lascia un po' perplessi che questo film abbia vinto l'Oscar per la categoria "miglior film straniero"... sicuramente ci troviamo di fronte ad un lavoro dignitoso ma non certo ad un capolavoro. Vedendolo mi Ŕ venuto da paragonarlo a "Citta' di Dio" di Mereilles, ma la differenza tra le due pellicole Ŕ notevole.
Questo film, infatti, pur parlando di criminalitÓ giovanile in un paese in via di sviluppo riesce ben poco a rappresentare i problemi di uno stato come il Sud Africa, un paese ricco di contrasti e contraddizioni che per˛ vengono analizzate solo superficialmente.
Pi¨ interessante Ŕ sicuramente seguire l'iter di "redenzione" del protagonista, che da killer istintivo e senza rimorso, passa ad essere un individuo dotato di senso morale e civile, capace di tornare sui suoi passi capendo gli errori che hanno segnato la sua esistenza, questo grazie all'amore nei confronti di una ragazza-madre vedova e ai ricordi della sua terribile infanzia passata in un tubo di cemento come abitazione.
Piuttosto banali le rappresentazioni dei personaggi di sfondo, decisamente stereotipati.
Film godibile per la trama discreta e per la bravura del protagonista, da segnalare poco altro.
Il film Ŕ tratto da un romanzo di Athol Fugard.

tshiamo  @  18/07/2006 01:06:20
   7½ / 10
contento d ritrovare in 1 film preso da BB un pezzo d sudafrica. ingenue alcune leggerezze nello sviluppo del realismo della storia (non s'ammazza 1 in metrò senza ke ness1 se ne accorga, e anke altre), ma molto curati alcuni particolari (formike sulla faccia d David!) con colonna sonora calzantissima.

temevo il finale (pur sempre un oscar), ma è andata bene..

SANDROO  @  09/05/2006 20:45:05
   5 / 10
Mi spiace andare in controtendenza ma a me non è che è piaciuto tanto... Dialoghi lenti, trama non chissà che cosa. La gente mi dirà.... "ma te non hai capito la morale"...... e io gli dirò "e quale sarebbe?"...... e mi risponderanno "i problemi del sudafrica e come una persona può cambiare a cospetto di un fiGLIO" e io chiuderò il discorso con un secco ( e come direbbero i miei amici dello "ZOO") "MA COSA C'è NE FREGA A NOI".... SCONSIGLIATO...

3 risposte al commento
Ultima risposta 18/02/2008 11.06.45
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE Invia una mail all'autore del commento maremare  @  12/04/2006 02:15:39
   7 / 10
Buon esordio di Hood con una favola contemporanea.
Un percorso di redenzione abbastanza inverosimile, che comunque si fa apprezzare per l'originalità del tema e dell'ambiente trattato.

Invia una mail all'autore del commento Andrea Lade  @  05/04/2006 17:30:34
   7 / 10
Avrei preferito una sceneggiatura molto più complessa per un background sociale così distante dal mio. Non mi basta vedere gli occhi seppur profondi del protagonista ed assistere ad una storia dall'evolversi un po' fiabesco. I caratteria mio avviso non sono molto studiati e le interazioni comunicative sono improvvisate. Il rapporto tra Tsotsi e la donna-balia è troppo veloce e superficiale il rapporto tra gli amici della gang rimane acerbo , e necessiterebbe maggiore approfondimento,soprattutto in vista del fratricidio imminente.
Suggestivo comunque nel complesso anche grazie alla fotografia,alla colonna sonora e alla crudezza di alcune scene non stemperate dall'esteriorità occidentale. Un po' sopravvalutato

lupin 3  @  02/04/2006 02:17:45
   7½ / 10
sweetyy  @  02/04/2006 02:15:22
   7 / 10
Non penso sia un capolavoro e comunque non ho colto bene il significato! Ciò non toglie che sia un buon film

davmus  @  23/03/2006 12:30:39
   6½ / 10
Mbè volendo fare della dietrologia filmesca potrei definirlo stupendo, meraviglioso...magari perchè palesemente fatto con pochi mezzi.
..eppoi ha vinto anche l'Oscar...!

Ed invece semplicemente dico che non mi è dispiaciuto, ma certo non lo definisco un capolavoro.....il messaggio poteva esser "forte", ma le emozioni trasmessemi non altrettanto!

danib  @  20/03/2006 15:30:39
   9½ / 10
Doloroso e bellissimo.
Un crescendo di emozioni con un finale che tocca il cuore.
Quel grande cartello della stazione centrale che appare un paio di volte e che dice "we are all infected by Hiv and Aids" straordianariamente eloquente, per un paese apparentemente moderno e in crescita come il Sudafrica.
L'altro Sudafrica.
Un film da vedere e da far vedere.
Un oscar meritatissimo. Congratulazioni.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  14/03/2006 18:12:48
   9½ / 10
Film straordinario per verosimiglianza dei personaggi con l'ambiente in cui vivono (Sud Africa). Fotografia e musica stupende. L'argomento centrale del film (malavita nella comunitÓ di colore) Ŕ trattato con grande finezza espressiva e riesce a coinvolgere per come la diversitÓ dell'ambiente di co-lore dall'occidente riesce a comunicare i suoi sorprendenti codici linguistici.
I codici linguistici occidentali sono praticamente assenti.
Il film si snoda lungo un punto di osservazione ben neutrale.
Grandi emozioni per come lo spettatore viene calato in un altro mondo: lontano ma che ci riguarda.

Vaiolo  @  09/03/2006 07:56:13
   7½ / 10
Bella la fotografia, bella la regia, sufficiente la sceneggiatura, stupenda la colonna sonora.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013564 commenti su 44801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net