i segreti di brokeback mountain regia di Ang Lee USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i segreti di brokeback mountain (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN

Titolo Originale: BROKEBACK MOUNTAIN

RegiaAng Lee

InterpretiJake Gyllenhaal, Heath Ledger, Michelle Williams, Anne Hathaway, Randy Quaid, Linda Cardellini, Anna Faris

Durata: h 2.14
NazionalitàUSA 2005
Generedrammatico
Tratto dal libro "I segreti di Brokeback Mountain" di Proulx E. Annie
Al cinema nel Gennaio 2006

•  Altri film di Ang Lee

•  Link al sito di I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN

Trama del film I segreti di brokeback mountain

Siamo negli anni sessanta. Ennis e Jack, devono trasferire un gregge su un pascolo di montagna, quel Brokeback del titolo. E lì, fra i monti, in solitudine nasce la loro storia d'amore, che riprenderà ciclicamente per molti anni. Nel frattempo i due vivranno, parallelamente, una sorta di vita normale.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,03 / 10 (433 voti)8,03Grafico
Miglior regia (Ang Lee)Miglior sceneggiatura non originale (Larry McMurtry e Diana Ossana)Miglior colonna sonora (Gustavo Santaolalla)
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior regia (Ang Lee), Miglior sceneggiatura non originale (Larry McMurtry e Diana Ossana), Miglior colonna sonora (Gustavo Santaolalla)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I segreti di brokeback mountain, 433 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

BenRichard  @  10/05/2018 22:44:33
   10 / 10
Regia di Ang Lee: 10
Sceneggiatura: 9,5
Fotografia: 10
Musiche di Gustavo Santaolalla: 10
Scenografie: 10
Heath Ledger: 10
Jake Gyllenhaal: 9,5
Michelle Williams: 9

Coinvolgente, emozionante, drammatico, triste, meditatorio, riflessivo, meraviglioso, straordinario, capolavoro

Sestri Potente  @  14/01/2018 18:28:40
   8½ / 10
Molto bello, finalmente sono riuscito a vedere questo film dopo diversi anni.
Storia molto triste, grandi tutti e due iprotagonisti, e mai un calo (credevo fosse molto pesante).

xymox  @  12/01/2017 10:55:26
   6½ / 10
Visto volentieri ma ammetto che mi aspettavo di più.
Bella la fotografia e l'ambientazione, ma ho trovato la storia un po' scontata e non mi ha preso più di tanto.

Colibry88  @  26/08/2016 19:10:29
   8 / 10
Film potente, sconcertante, commovente, delicato e soprattutto che fa riflettere sul fatto che omosessualità non è solo sinonimo di lustrini, pajette e sfilate su carri. Regia ottima, trama straziante e toccante, fotografia e locations da mozzare il fiato. Finale intensissimo. Bello davvero. Da vedere assolutamente.

Neurotico  @  13/08/2016 09:42:19
   7½ / 10
E' un film di grandi attori con un ottima regia e delle musiche, acustiche davvero adatte a rendere l'atmosfera bucolica, malinconica e romantica del film. Ledger è straordinario a rendere l'introversione del personaggio di Ennis Del mar, combattuto e pensieroso. Gyllenhaal è quasi irritante all'inizio nel tratteggiare i modi, pagliacceschi e sopra le righe di Jack Twist, per poi far crescere il personaggio nella seconda parte, rendendolo molto più interessante. Un plauso anche alle due attrici Hathaway e Williams, quest'ultima in particolar modo, con una recitazione espressiva del dolore del tradimento.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  15/07/2016 10:58:49
   7 / 10
Chissà come mai questo film ci viene presentato come sull'omosessualità quando è chiarametne un film con protagonisti bisessuali repressi.

Il che non sarebbe un problema solo che in quelle rare occasioni in cui si fanno analisi su una condizione in modo chiaro rifuggendo dai facili clichè, cadere in errori simili è fastidioso.

Quindi ricominciamo Brokeback Mountain è un film che segue due personaggi bisessuali che si innamorano tra loro e vivono il loro rapporto tormentato per 20 anni, un pò come se nei Ponti di Madison County la Streep fosse scesa dall'auto per iniziare una lunga relazione clandestina con Eastwood.
Continuo a lamentare da omosessuale la difficoltà del cinema di saper raccontare la sessualità e l'amore gay in maniera compiuta, in questo caso Ang Lee riesce in un lavoro estremamente convenzionale, con ritmi molto lenti e con continue digressioni narrative che spezzano il pathos.

Mentre Eastwood crea grandi immagini ed emozioni, Ang Lee sembra più interessato al contesto che alla coppia, infatti passati i primi 30 minuti il film vira su altro.
A furia di spezzare il filo narrativo si spezza anche il filo delle emozioni e il finale struggente arriva un pò a sorpresa lasciando spiazzati.

Insomma giustamente film acclamato ma che manca di una dimensione narrativa forte, troppo convenzionale e che vive più per l'originalità del tema che per altro.

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/07/2016 17.48.05
Visualizza / Rispondi al commento
Jolly Roger  @  10/05/2016 23:29:29
   8½ / 10
Credo che il tema dell'omosessualità non sia mai stato trattato in modo più profondo che nel poetico film Brokeback Mountain.
Questo film parla in modo sincero e realistico del rapporto che nasce tra due cowboy, impegnati in un lavoro stagionale che consiste nel portare al pascolo un gregge di pecore in luoghi sperduti.
Isolati completamente dal mondo, fra i due cowboy nascerà un'amicizia, che più passa il tempo e più diventerà profonda, fino a diventare qualcosa di diverso. Ennis e Jack, che hanno personalità molto diverse (introverso e complicato il primo, estroverso il secondo), capiranno che tra loro c'è un amore più grande di quello che potrebbero mai provare per una donna.

L'omosessualità, tuttavia, porta con sé una serie di problemi, soprattutto se vivi in una provincia americana culturalmente arretrata, specie in quei tempi in cui le persone condannavano ferocemente questi comportamenti. Entrambi i protagonisti vivono questo problema con conflittualità, adeguandosi alla "normalità" richiesta dall'ambiente circostante, fingendo di condurre una vita uguale a quella richiesta "dal protocollo", fino addirittura a sposarsi con due donne ed avere dei figli, rinnegando il proprio amore o relegandolo a sporadici incontri clandestini tra i quali passano enormi distanze di tempo, cercando di reprimere la loro vera natura.
Perché il problema è questo: la propria vera natura, che non può mai essere ingannata o tradita.
E' un luogo comune di alcuni eterosessuali quello di pensare che "l'omosessualità è contro natura". Alla base di questo ragionamento - di livello culturale tutt'altro che evoluto - c'è la convinzione che l'omosessualità sia una scelta di vita, cioè una decisione presa razionalmente, in modo ponderato.
Un'opzione tra due strade alternative.
"Che faccio oggi, vado contro-natura oppure no?"
Se fosse una scelta (e sappiamo che non lo è) vorrebbe dire, a contrariis, che anche gli eterosessuali che ragionano in quel modo sono eterosessuali soltanto perché hanno "scelto" di esserlo - e non perché sono eterosessuali per loro natura. E forse tutto sommato è proprio così: chi considera la natura sessuale alla stregua di una scelta, evidentemente è perché lui stesso l'ha vissuta come scelta - e non come un istinto "naturale" che viene dal profondo (e al quale non si può far altro che obbedire). Infatti guarda caso sono proprio gli omofobi quelli che nascondono latenti problemi di identità sessuale o conflitti non risolti.

Se davvero una cosa ci insegna questo coraggiosissimo film, è invece che la propria vera natura non può mai essere tradita dai nostri comportamenti – perché alla fine vince, comunque, sempre lei.
E un grande amore al quale non ci si è abbandonati come si sarebbe dovuto, resterà per sempre un profondo inguaribile rimorso.

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2016 20.56.18
Visualizza / Rispondi al commento
Marica  @  13/07/2015 14:52:41
   5 / 10
Molto noioso! Troppo lento, troppo lungo. L'unica scena che mi è piaciuta è quando Jack si ribella (finalmente!!!) al suocero! Bravo Ledger.

darkscrol  @  06/02/2015 22:05:20
   10 / 10
Uno dei più bei film d'amore che io abbia mai visto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

markos  @  02/01/2015 00:04:42
   8½ / 10
I premi Oscar se li merita tutti. Una storia che emoziona, una storia proibita, scandalosa. Bel film.

GianniArshavin  @  27/12/2014 21:51:51
   7½ / 10
Filmone di Ang Lee pluripremiato all'uscita e negli anni diventato un fenomeno di massa davvero imponente.
Girato con grande maestria ed eleganza la pellicola si avvale di una fotografia assurda che esalta location stupende,di una colonna sonora minimale ma efficace e di due attori in piena forma che affrontano con professionalità e coraggio un incarico spinoso e rischioso.
La storia ci viene narrata con parsimonia e intelligenza, i due personaggi principali ci verranno presentati in un tutte le loro sfaccettature più intime ed anche la loro evoluzione sarà sempre credibile e attendibile.
A livello emozionale "I segreti di..." non scherza e spesso,soprattutto nella seconda parte,il grado di coinvolgimento sarà molto elevato.
Il tema scottante che tanto ha fatto discutere viene trattato in maniera perfetta da Lee,che non cade negli stereotipi,non lesina su scene di sesso omo comunque mai volgari o gratuite e riesce a centrare l'obiettivo prefissato evitando retorica e lacrime facili.

Gli unici difetti del prodotto consistono in una prima parte troppo più debole rispetto alla seconda (l'innamoramento fra i due cowboy è forse poco approfondito) e in un make up migliorabile. Per il resto ci troviamo di fronte ad un'opera da vedere assolutamente.

Filmaster95  @  18/11/2014 13:07:45
   9½ / 10
Uno dei miei film preferiti,la storia è straordinaria,il coraggio poi di raccontare l'amore fra due uomini sopratutto in tale ambientazione è gia di per se una notizia.
Tutta la pellicola può risultare lenta,ma tale sviluppo doveva essere tale per rendere al meglio il carattere dei due uomini,dal loro legame nato quasi per caso,dalla loro lontananza e tristezza nel vedersi costretti a costruirsi una vita di copertura per non attirare le ire della gente,nel loro emozionante incontro dopo anni e cosi via.
Ledger e gynnehaal sono straordinari anche per l'affiatamento palpabile fra i due,inoltre la fotografia e l'ambientazione sono ideali per rappresentare e mostrare la storia.
Insomma un film difficile da girare ma che mi ha convinto appieno e fatto emozionare con lo splendido finale veramente struggente.

Filman  @  25/07/2014 17:46:23
   9 / 10
Il romanticismo filmico di Ang Lee trova forma e raccoglie splendore con BROKEBACK MOUNTAIN, capolavoro nella sua categoria, in grado di ribaltare i concetti fondamentali del suo genere, contrapponendo il simbolo convenzionale della rudezza maschile con il tema dell'omosessualità, sciogliendo tali stereotipi superficiali e fasulli rendendoli verosimili e accessibili, umanizzando e concretizzando il contesto.
Colmo di una singolare bellezza visiva e panoramica, di paradisiaca colorazione e monumentale illustrazione, il film decanta una delle migliori regie dell'autore Taiwanese, che collabora armoniosamente con una fotografia esaltante il dettaglio scenico, e che narra, in modo sensibilmente poetico, una storia di umano e soave sentimentalismo, mai lezioso o eccessivamente melenso, ma notevolmente asciutto e amaro.
Dove la passione incompresa dei due amanti gay non trova spazio nella società, essa si sfoga ai limiti della civiltà, unico regno di pace interiore, lontano dallo scudo dell'ipocrisia e dalla falsità nei confronti del resto del mondo, evidenziando la corrosione della passione e i tormenti interiori e psicologici che essa porta, trasformando il tutto nella più sincera e appassionante storia d'amore desiderabile.

LaCalamita  @  05/07/2014 12:16:46
   1 / 10
Ahahahahah ho riso per gran parte del film ahahaha

Un film decisamente furbo, ma in realtà è poca roba

Non so immaginare in che modo siano arrivati all'idea che unisce cowboy e gay. Non voglio saperlo

david briar  @  01/03/2014 19:07:11
   8½ / 10
Ancor prima di uscire,il film faceva già parlare di se,come primo prodotto main-stream che trattasse l'amore gay in maniera così esplicita e diretta,proprio come tema centrale.

Il successo è stato straordinario,sia a livello di pubblico,critica e premi,a parte il mancato Oscar al miglior film,scippatoli dal discreto ma ruffiano Crash.Fortunatamente,lavori come questi non hanno bisogno di un'Oscar,e a guardare bene a qualche anno di distanza il film che più è rimasto impresso nell'immaginario collettivo è questo.Infatti,l'influenza nella cultura di massa è stata notevole,fra parodie e oggetti tipici venduti all'asta come se fossero dei tesori.Piaccia o no,è entrato di diritto nella storia del cinema ed è fra i più importanti del suo decennio.

A determinare un simile risultato,sono state diverse componenti.La colonna sonora di sicuro è un lavoro di una delicatezza rara che accompagna questi personaggi negli anni,dando una grande poesia a diverse scene,soprattutto quella finale, assolutamente memorabile.Come anche la fotografia e la regia,che rappresentano in maniera differente e mai ripetitiva ambienti che essenzialmente sono sempre gli stessi.Il film sembra sospeso,lo stile di regia è immersivo e capace di coinvolgere per oltre due ore,nonostante una vicenda piuttosto limitata a livello di svolte narrative.
In tutto questo ben di dio,è impossibile non citare i due protagonisti. L'affiatamento fra i due è evidente e riesce a evitare i rischiosi patetismi.La tanto discussa scena del bacio è da manuale ed è davvero uno dei baci più intensi visti sullo schermo. Jake Gyllenhal è bravo ed è lodevole per come sia riuscito a togliersi di dosso il peso di un personaggio ormai iconico come Donnie Darko,cambiando tanti ruoli.A rubare la scena è l'immenso Heath Ledger,in una performance più silenziosa che gioca molto in sottrazione,ma che sa essere dolorosissima e straordinariamente intensa negli sbalzi d'umore,come in una scena in cucina con Michelle Williams.Il rammarico per aver perso un attore così giovane che poteva regalarci così tanto è sempre maggiore,il solo pensiero è motivo di sconforto per il mondo del cinema.

La sceneggiatura invece non è esente da difetti.I momenti fra i due vengono raccontati più per immagini e sono tutti molto riusciti,a non convincere sono alcuni personaggi secondari,come quello di Anne Hathaway,stereotipato.Non aiuta la performance scialba dell'attrice.Va un po' meglio con Michelle Williams,che comunque ha un maggiore spazio e fornisce un'interpretazione più interessante,ma nulla di che , immeritevole della nomination ottenuta.
Inoltre,il passare degli anni non è gestito uniformemente, spesso sembra sia passato poco tempo ed è difficile credere che alla fine siano passati vent'anni,viste le svolte frettolose e poco incisive,oltre che un trucco quasi assente.

"I segreti di Brokeback Mountain" non è perfetto,ma comunque è un film immancabile per qualunque appassionato di cinema che si rispetti.Cinema di alto livello e grande poesia che tratta un tema rischioso senza ricorrere a ruffianerie,ma con coraggio.Solamente questa definizione dovrebbe bastare per vederlo..

Invia una mail all'autore del commento FlatOut  @  10/02/2014 20:55:42
   8 / 10
Il miglior film di storia recente che tratti il tema dell'omosessualità, in cui si esce di netto dello stereotipo di famiglia e fa capire quanto sia difficile conoscere di se stessi e accettarsi per quello che si è e che si prova senza nascondersi.
Veramente un bellissimo film

marimito  @  10/02/2014 20:41:35
   7½ / 10
aldilà di ogni stereotipo di amore romantico, di passione appassionata, questo film è di una dolcezza che non ha genere, una dolcezza che è solo umana.. la forza del film è proprio la sceneggiatura, cui si aggiungono notevoli interpretazioni e una colonna sonora malinconicamente coinvolgente.. decisamente bello!

BlueBlaster  @  26/01/2014 04:27:17
   7 / 10
Buon film d'amore amicizia, piuttosto triste e particolare oltre che coraggioso...racconta una storia realistica fatta di omertà e bigottismo che sa colpire lo spettatore omo o etero che sia.
Ang Lee immortala deliziosamente le location montane e ne dona un senso deprimente grazie ad una fotografia dalle tinte "invernali".
Ottimo tutto il cast con i due cowboy Gyllenhaal-Ledger che monopolizzano la situazione mettendo in scena due personaggi certamente riusciti e straordinariamente delineati....grandi attori anche nell'accettare un ruolo così ambiguo che gli avrà certamente messi a disagio.
Vincitore, giustamente, di numerosi premi vista la raffinatezza tecnica con cui è stato girato il film.
Lo pensavo un film inguardabile per me ed invece è una gran bella storia che merita di essere vista.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  26/01/2014 00:10:13
   6½ / 10
Dunque, aspettavo di vedere da tanto tempo ''I segreti di brokeback mountain'' visto che è uno dei più quotati lgbt themed movie in circolazione. Io di film del genere ne ho visti tanti, ne sono appassionato e posso dire con certezza che questo, al di là del finale davvero commovente ed agghiacciante (sono rimasto di stucco) e delle bellissime ambientazioni montane, manca di originalità, di pathos e di passione. Sembra che il regista Ang lee si sia, come ha già sottolineato qualcuno, adagiato sugli allori. Non si può raccontare una storia, di qualunque genere (omosessuale e eterosessuali è irrilevante), banalizzandola e riempiendola di stereotipi. Sicuramente con questi presupposti il film può diventare - per alcuni spettatori - un polpettone pesante e insipiente. Io non sono così negativo, riesco ad apprezzare la regia di Ang lee, la colonna sonora, i dettagli, la tecnica e il finale e ho anche il desiderio di leggere il libro e conoscere meglio la trama, però anche per me manca quel pizzico di ''enfasi narrativa''.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  09/09/2013 21:41:43
   8 / 10
La cosa più notevole di questo bel film è Ledger e la sua intepretazione: l'umanità del suo personaggio è eccezionale. Bravi comunque entrambi i protagonisti, così come il regista (il film è lungo, non succedono molte cose, la musica è molto lenta, eppure non stanca mai). Difficile il tema (che per me è l'essere sè stessi nella società), anche al giorno d'oggi. E notevole è come il bisogno di etichette, anche etichette a molti sgradite, sia tutt'oggi così forte da aver reso noto questo come il "film sui cowboy gay" (quando in realtà è chiaro come i protagonisti vivano quel che gli capita e basta). Non so se il finale amaro sia o meno un difetto: può venire il sospetto che ci sia sotto un bisogno di "punizione". Ma anche no.

rossisissi  @  02/09/2013 13:10:59
   3 / 10
innanzitutto, sono d'accordo con chi dice che il film sia sopravalutato, perché se si sarebbe trattata di una storia etero non avrebbe riscosso tanto clamore. le ambientazioni le ho trovate suggestive e romantiche, ma tutto il resto , secondo me è stato scadente e banale. La trama promette bene, ma è stata sviluppata male. Non ho colto alcun sentimento positivo nei due protagonisti, sopratutto in Jack, quest'ultimo mi è parso lo stereotipo, tremendo, dell'uomo egoista , ipocrita ed infedele, infatti non solo tradisce la moglie con Ennis, ma anche con un'altra donna e inoltre tradisce lo stesso Ennis con altri uomini (come si intende dalla loro ultima discussione e da una scena precedente). A mio parere la storia d'amore tra i due è stata sviluppato solo come una storia di sesso, senza alcuna forma di amore puro e candido. non ho sentito pathos ne passione amorosa, neppure le scene di rabbia mi hanno colpita. le emozioni si manifestava in un primo momento impetuose ma scemavano immediatamente come se non fossero mai esistite, come la scena in cui Alma vede il marito baciare l'amico e le scene seguenti in cui lei vede le cartoline di Jack. l'unica nota positiva è nel ruolo di Laureen, è un personaggio al pari di Alma , ma viene mostrata apatica quasi irrilevante, come la figura del figlio, esattamente come l'interesse che Jack ha verso di lei, il quale dice di averla sposata in ragione delle ricchezze del padre, in sostanza. infine la recitazione è forse adatta a come è stato sviluppato il tema della storia d'amore omosessuale, cioè in modo superficiale e frivolo, con una nota di vittimismo in entrambi i protagonisti che doveva giustificare il loro tradimento, ma non eccellente, ripeto non ho visto un'espressività coinvolgente.

horror83  @  31/07/2013 21:03:34
   9 / 10
molto bello come film. mi è piaciuto veramente tanto! questo è uno di quei pochi film che fanno capire veramente cos'è l'amore! Lo consiglio sicuramente! e poi è l'unico che ho visto che tocca l'argomento dell'amore tra due uomini

MonkeyIsland  @  20/06/2013 22:37:00
   8 / 10
Ottimo.
Fotografia perfetta e ambientazioni bellissime.
Bravissimi tutti gli attori un grosso plauso alla Williams veramente brava.
Oscar meritato per Lee.

Dracula  @  06/03/2013 19:13:50
   10 / 10
Ad eccezione dei primi 40 minuti che mi sono parsi un po' forzati, il film scorre liscio come l'olio travolgendo con una marea di potentissime emozioni. Stupefacente la fotografia. Su tutti spiccano un intenso Heath Ledger e una magnifica Michelle Williams.
Finale struggente e indimenticabile.

NotturnoInRosso  @  25/10/2012 23:22:48
   7 / 10
Un film "difficile" su questo non ci piove. A me personalmente è piaciuto molto, l'ho trovato intenso. Non ho letto il libro quindi non so quando possa essere federe la pellicola. Sulla fotografia e le ambientazioni niente da dire, sono magnifiche, anche gli attori sono di ottimo livello. Gyllenhaal è molto bravo ma ledger è troppo più abile. Al film in se per se mi sento di dare questo voto, però la domanda sorge spontanea: se fosse stata una storia etero avrebbe avuto lo stesso successo? io credo di no... sarebbe venuto fuori un film già visto

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  29/08/2012 04:26:54
   9 / 10
Film stupendo, che mi è piaciuto davvero tanto.
La cosa migliore dell'intero film è il duo Gyllenhaal-Ledger che ci regalano una prova semplicemente perfetta, profonda e unica. Brava anche la Williams.
Vogliamo parlare delle ambientazioni, credo che siano di una bellezza allucinante.
Incredibile anche la colonna sonora, la fotografia e alcune scene davvero angoscianti e stupefacenti.
Una delle parti migliore è senza ombra di dubbio il finale, semplicemente meraviglioso.
3 oscar personalmente mi sembrano un po' pochini, considerando che l'incredibile interpretazione di Ledger non è stata premiata. SUPER PROMOSSO!!!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/08/2012 14:00:27
   7½ / 10
Ciò che Brokeback Mountain di Lee fa vedere è una storia d'amore dal taglio classico. Due persone fate l'una per l'altra, ma che devono giocoforza nascondere i propri sentimenti a causa delle conseguenze sociali che ne comporterebbe. Nel film di Lee la tematica gay è fondamentale nel far diventare tali barriere insormontabili. Ecco quindi che entrambi i protagonisti intraprendono la strada del compromesso, matrimoni d'amore certo, ma destinati a diventare per ognuno dei personaggi distruttivi e senza passione. Rimane soltanto Brokeback Mountain, luogo che splendida fotografia rende fiabesco, l'oasi in cui Ennis e Jack possono esprimere sè stessi. La conferma di un regista molto poliedrico e particolarmente dotato nel caratterizzare bene ogni personaggio presente, dai protagonisti all'ultimo dei comprimari, senza eccessi macchiettistici e con una certa onestà di fondo.

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/05/2012 17:07:17
   7½ / 10
Film coraggioso, toccante ed ottimamente interpretato.
Ma certo che potevano scegliere un nome diverso per la montagna (Brokeback-BrokeN back ossia Rotto in c*lo). E' ridicolo dai!

Lawrence  @  04/03/2012 17:09:31
   7 / 10
Recitato egregiamente dagli attori protagonisti, belle le musiche e fantastici i paesaggi. La storia difficile tra due cowboy, film appassionante e toccante, oscar meritati.

Ciaby  @  03/12/2011 17:22:25
   4 / 10
Oltre all'ammontare di commenti orrendi e ignoranti di molti commenti negativi, probabilmente scritti da persone con un quoziente intellettivo da Grande Fratello o meno (non a caso, sono quasi tutti sgrammaticati), ciò che mi lascia impallidito è l'esaltazione di un film come questo, che testimonia la discesa verso il baratro di un (ex?) talentuoso autore taiwanese, parzialmente ristabilitosi con "Lussuria", senza mai raggiungere, almeno, a mio parere, certi fasti di illuminazione.

è un film che vorrebbe trattare una storia d'amore, ma lo fa senza convinzione, lasciandolo scivolare nella banalità, in scene di sesso senza nerbo, in un'assenza di quel minimo di tensione psicologica che gli avrebbe giovato, dando origine ad una storia stereotipata e tirata via, con una fotografia prevedibilmente splendida (aiutata dai paesaggi, quelli sì, sconvolgenti) e poetica e con buone prove recitative.

Lento? Per niente. Se non altro interminabile, perchè è un libro aperto dalla prima all'ultima inquadratura, senza riuscire a penetrare la carne con un coltello, senza lasciare traccia. è un film che vorrebbe trattare un tema difficile, ma abbastanza trito (la libertà sessuale in una società bigotta) e che necessiterebbe di maggiore originalità e freschezza che, qui, ovviamente mancano. Ang Lee dirige con garbo ma, da quando si è venduto negli USA, sembra essersi seduto sugli allori, confezionando i suoi film con una leziosità incomparabile e hollywoodiana fino al midollo, ovvero fintissima ed irritante: soprattutto se dotato di una sensibilità asiatica. Vorrebbe darsi un tono d'autore, ma non ce la fa, crollendo ripetutamente nel banalismo più sfrenato.

Scandaloso il clamore suscitato dal film (vietato ai minori di 14 anni? Perchè?), che testimonia ancora quanto la nostra società sia ridicola, chiusa e squallida, come se questo fosse il primissimo film omosessuale del mondo, come se fosse la Bibbia della diversità. Ma cos'è veramente diverso? Pur non parlando da eterosessuale, direi gli autori di alcuni commenti, da rinchiudere in ergastolo, per evitare che l'idiozia diventi contagiosa.

Riguardo alle recensioni mega-positive e al Leone D'Oro, io dico solo: De gustibus.
Io, intanto, per coloro che vorrebbero vedersi dei bei film sulla tematica, consiglierei tre veri capolavori: "Shortbus", "Amphetamine" e "Happy Together", quelli sì intensi ed esenti dallo stereotipo viaggiante, che tanto infanga molto cinema contemporaneo, o per restare nella filmografia del regista, molto meglio "Il Banchetto Di Nozze".

Musiche bellissime, comunque.

Hyspaniko9  @  27/11/2011 17:01:11
   9 / 10
Un vero capolavoro, uno dei film più emozionanti e commoventi di sempre, ottime le interpretazione di Jake Gyllenhaal e Heath Ledger. La storia è magnifica, sembra che il film duri tantissimo, e non sarebbe dispiaciuto affatto se fosse stato ancora più lungo, poiché la visione è stata a dir poco stupenda. Per non parlare dei paesaggi e delle musiche, sicuramente ti fanno entrare a contatto con il film e gli attori in modo efficacissimo, le montagne e i boschi del Wyoming sono bellissimi!

jb333  @  17/11/2011 09:00:52
   6½ / 10
allora a parte le ottime interpretazioni dei protagonisti, questo film sopravalutato e di molto.. e un buon film ma nulla di piu.. mi chiedo veramente se avrebbe avuto lo stesso successo senza lo sfondo gay (che cmq e il tema principale).. a mio parere nulla di eccezionale, proppio non riesco a mettere piu di una buona sufficienza..

Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  13/11/2011 01:37:29
   8 / 10
3 oscar ed una media superiore ad 8 dopo oltre 400 voti parlano da soli, Questo film è veramente bello senza mezzi termini. I molti silenzi e l'eccessiva lentezza lasciano spazio ad immagini ed ambientazioni forti e bellissime. Non è facile descrivere l'amore clandestino tra 2 uomini, un amore reso impossibile da molti, troppi fattori, su tutti il paese e gli anni in cui i due protagonisti vivono. La forte discriminazione verso i gay porta Ennis e Jack a frequentarsi raramente, scegliendo come rifugio per il loro amore impossibile quel luogo magico che è per loro Brokeback Mountain. Una storia sentimentale e dura allo stesso tempo recitata divinamente sia dal povero Ledger che da Gyllenhaal. Meravigliosa l'ambientazione tra le montagne e le verdi praterie del Wyoming... Cody (che viene anche nominata durante il rodeo), Cheyenne, Jackson... tutti posti che ho avuto la fortuna e l'onore di vedere dal vivo lo scorso aprile, luoghi talmente meravigliosi ed incontaminati che sono impossibili da descrivere, tanto meravigliosi che ho deciso di tornare a visitare la prossima estate.

4 risposte al commento
Ultima risposta 01/07/2014 03.31.18
Visualizza / Rispondi al commento
sonoalessio  @  15/09/2011 11:47:59
   5½ / 10
Personalmente me ne frego se una persona è gay (vivi e lascia vivere)anche se non nascondo di provare un certo fastidio nel vedere due maschi avere effusioni. perciò voto il film in base a quanto mi è piaciuto. ma non posso non chiedermi se il film avrebbe ancora la media dell'otto anche se avesse trattato una normale storia etero.

John Carpenter  @  13/07/2011 17:44:50
   8 / 10
C'è poco da dire, essendo il commento numero 400 con una media che segna 8 come voto. Eppure vorrei spendere due parole anch'io sulla pellicola in questione.
Se un film come questo ha creato un pò di scompiglio in giro (ad esempio la censura in rai dei baci tra i cowboy, o il rifiuto di molti attori per questo ruolo scomodo), la dice lunga su quanto questo tema sia ancora un tabù.
Passando al film, devo dire che è veramente tragico. Pochi film mi hanno trasmesso un'angoscia e un'impotenza a livelli così alti.
E' un film molto difficile, lento, poco parlato, quindi ad alcuni può non piacere. A me invece è piaciuto un sacco, tanto che l'ho già visto due volte.
Una delle cose migliori del film è il cast: due grandissimi prove,mi ha colpito molto quella di Ledger in particolare, così "frenato" e introverso, che fa capire perfettamente lo stato d'animo del suo personaggio, il personaggio di Jake Gyllenhaal invece l'ho trovato più simpatico. Una menzione particolare merita anche Michelle Williams, attrice poco sfruttata purtroppo, in questo film però non viene affatto oscurata dai due attori, anzi.
Buono il lato tecnico, spettacolari le ambientazioni, bella regia.
Tuttavia, per quanto mi riguarda, non mi ha segnato come "Lost and Delirious". Quel film è irraggiungibile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/11/2011 01.27.18
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  15/06/2011 14:43:22
   7 / 10
Sicuramente un buon film, valido soprattutto grazie a Jake Gyllenhaal e a Heath Ledger che hanno sfornato una grandissima prova, bravissimi. Sul tema dell'omosessualità però devo ancora vedere un capolavoro vero e proprio.
Locations paradisiache, da rimanere asfissiati.

4 risposte al commento
Ultima risposta 23/06/2011 11.50.18
Visualizza / Rispondi al commento
lo156  @  12/06/2011 09:32:25
   9 / 10
Toccante, commovente, intenso e recitato benissimo ! Da non perdere.

kako  @  12/05/2011 00:21:01
   7½ / 10
L'ambientazione è ottima e i personaggi molto interessanti, però a tratti l'ho trovato un po' noioso e ciò non gli consente di essere un capolavoro. In ogni caso un film da cui prendere spunto per riflettere, una storia d'amore difficile e tormentata.

halb  @  06/05/2011 08:14:32
   9½ / 10
Grandissima opera non da tutti i giorni. Ang Lee confeziona davvero un gran bel film, potente e intenso che riesce ad emozionare molto e alla fine commuovere. Il cast è straordinario ... Assolutamente meravigliosi i paesaggi.......

Leonhearth87  @  18/04/2011 03:53:44
   8 / 10
Gran bel film. Coraggioso, pesante, sicuramente non facile viste anche le tematiche che tratta. Un rapporto tra due uomini dalla quale nasce un rapporto non solo fisico ma anche emozionale, che sfocerà in amore vero e proprio. Tutto questo grazie a Brokeback Mountain, dove i due giovani trovano lavoro. Ma la vita sarà un'altra cosa, poichè finito il lavoro a Brokeback Mountain si apriranno altre strade ai due, che renderà ancora più difficile il loro rapporto, in un epoca dove l'omosessualità veniva ripudiata dalla gente. La trama quindi si può dire che è veramente ben realizzata, affrontando appunto temi non semplici: grande merito va alla grandissima interpretazione di Heath Ledger, insieme a Jake Gyllenhaal, anche lui molto bravo. Menzione per la fotografia, alcune riprese su monti incontaminati e verdi praterie sono davvero fantastiche. Ottima anche la regia di Ang Lee (premio Oscar) e la bellissima colonna sonora, veramente azzeccata e da brividi in alcune scene.
In conclusione, un film veramente bello, forse non sarà apprezzato da tutti vista la sua "pesantezza" e la difficile scorrevolezza del film. Ma io consiglio a tutti di vederlo, perchè per me è veramente un ottimo film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Dexter '86  @  10/04/2011 19:05:58
   8 / 10
Una romantica e drammatica storia d'amore non convenzionale. Ang Lee punta tutto sugli immensi paesaggi e sull'intensità delle interpretazioni dei protagonisti vincendo alla grande la sfida.

stella88  @  24/03/2011 19:11:27
   10 / 10
Film estremamente triste e commovente con attori in stato di grazia. Veramente splendido !
Io personalmente avrei dato l’oscar a Heath Ledger al posto di quello della colonna sonora che doveva andare a Memorie di una geisha che è sicuramente più bella.

Comunque un film fantastico … Uno dei miei preferiti … Al più presto vorrei leggere anche il romanzo di cui è tratto.

crimal9436  @  08/03/2011 11:51:32
   7 / 10
Oskarsson88  @  24/02/2011 19:20:29
   8½ / 10
se lo merita tutto questo voto... drammatico!

ilcippo  @  20/01/2011 18:26:38
   8½ / 10
Una bellissima storia d'amore contrastato, da vedere..

werther  @  06/01/2011 00:35:43
   7½ / 10
Un bellissimo film,dalla fotografia alla colonna sonora e ovviamente la sceneggiatura.Ottime le interpretazioni dei protagonisti.Il finale poteva essere gestito in modo migliore a mio avviso e forse meritava un maggiore approfondimento,visto che comunque la durata non è certo breve.Coinvolgente.

7219415  @  07/12/2010 13:09:05
   8½ / 10
Bel film...davvero un bel film...

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  26/11/2010 22:34:23
   8 / 10
Questo film di Ang Lee, primo film western gay destinato al grande pubblico, ha fin da subito attirato l'attenzione dei media e della critica. Andy Warhol aveva lasciato il segno con il pionieristico "Lonesome cowboys" (1968), i cui esterni furono girati negli Old Tucson Studios, in Arizona. Tuttavia, mentre il film di Warhol é una parodia del genere western, quello di Lee é diretto con una cura per i dettagli e una serietà che richiamano le pellicole di Budd Boetticher, Jonh Ford e Noward Hanks, anche se tutti e tre (sopratutto Hanks) sarebbero rimasti profodamente turbati dalle tematiche affrontate. Gyllenhaal é eccellente nel suo ruolo ma la vera rivelazione é Ledger: taciturno, timido e riservato, nasconde le sue emozioni sotto una rude scorza virile. La regia di Lee valorizza lo splendore e l'asprezza del paesaggio e i personaggi di contorno - interpretati da Randy Quaid, Anne Hathaway e Michelle Williams - supportando i protagonisti in modo impeccabile. "I segreti di Brokeback Mountain" é a tutti gli effetti un classico americano capace di utilizzare le convenzioni del western per dare vita a una storia d'amore pienamente credibile, che rimane a lungo impressa nella memoria. Struggente e sincero, affronta il tema portante con grande intensità ma senza sbavature.

ValeGo  @  19/11/2010 17:15:09
   8½ / 10
tnx_hitman  @  07/11/2010 00:35:15
   8½ / 10
Una storia d'amore moderna e appassionante,confezionato a regola d'arte tra regia,sceneggiatura e colonna sonora e ben recitato da 2 grandissimi attori.
Anche se il tema che tratta puo'storcere il naso ancora adesso a molta gente,lo spettatore medio che si fa coinvolgere da questo film se ne frega altamente di chi ama chi...ma si lascia veramente trasportare dalla realizzazione egregia di un atipico prodotto romantico.
E' uno di quei casi in cui si dice"vale la pena vederlo,una volta nella vita".
E visto che mi era piaciuto moltissimo anche"L'Altra Meta'Dell'Amore"...ecco questo e'esattamente l'opposto,e mi ha lasciato la stessa sensazione.
La sensazione di aver assistito ad un amore talmente vivo e reale che a volte dimenticavo che il tutto fosse in uno schermo.

elmoro87  @  17/08/2010 11:16:32
   8½ / 10
Bellissimo. Film profondo come pochi, tratta un tema che noi tutti facciamo passare come superato ma che ancora oggi viene visto da fuori storcendo il naso dai più... Bellissime le ambientazioni e la sceneggiatura,ottima la prova di Ledger che sta una spanna sopra Gyllenhaal (forse soprattutto per esigenze di copione).
Bene anche la Hathaway, non mi ha entusiasmato la Williams... Uno dei film piu belli e intensi che ho visto ultimamente!

PS: Il doppiaggio di Ledger fa orrore.

gemellino86  @  14/07/2010 23:29:58
   8½ / 10
Molto profondo come svolgimento. Un film sicuramente da vedere, rimane impresso. Ledger è una spanna sopra tutti. Una recitazione degna di un bravo attore. I tre oscar sono meritati ma al posto della sceneggiatura era meglio premiare il cowboy Ledger.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/08/2010 11.56.20
Visualizza / Rispondi al commento
EdwardBaker  @  17/04/2010 20:35:42
   6 / 10
Non capisco assolutamente l'esagerata sopravvalutazione di questo film. Non dice nulla dall'inizio fino alla fine. Buona regia, buona recitazione ma nulla di più.

diamanta  @  04/04/2010 00:19:29
   7 / 10
Un argomento così pungente è trattato egregiamente, tanto da far provare invidia a chiunque per una storia d'amore così...
Buonissime interpretazioni del cast.

Clint Eastwood  @  01/04/2010 11:53:36
   8½ / 10
Se in Milk di Van Sant ho messo a nudo la mia opinione al riguardo (l'omossessualità), ritiro le mie parole, mi assumo la responsabilità e prendo (per adesso) una posizione indifferente sul tema come del resto lo dovevo fare da tempo. Mea Culpa. Il tempo si prende il suo. Fatta questa premessa/promessa scrivo due righe sul film in esame.
Brokeback Mountain di Ang Lee è prima di tutto una storia d'amore ... (pausa) ... che nasce tra due cowboy, ostacolata, sofferente, non vissuta in pieno a causa dei pregiudizi del tempo. Essere un estraneo della società, il regista lo dipinge con una maniacale cura, ma non è solo questo il punto forte del film, la fotografia, la colonna sonora che oltre alla genialità di Santaolla include canzoncine country godibilissime, cast partecipe e ben scelto, soprattutto i due protagonisti (Gyllehaal un pò meno ma resta comunque nei limiti del "necessario/dovuto") che hanno dipinto la migliore (forse) storia d'amore gay/omo e in genere.

Va visto assolutamente.

YourBestEnemy  @  07/02/2010 15:14:46
   8½ / 10
Uno dei miei film preferiti in assoluto. Mi ha colpito molto questo film. E sapere che c'è gente che non vuole anche solo un film come questo per l'argomento che tratta...
Comunque il libro non l'ho letto, ma il film è ben fatto. Gyllenhaal e Ledger hanno dato prova del loro talento. Non amo molto la Williams ma la Hathaway mi è piaciuta. Nel complesso trama, attori, colonna sonora, sceneggiatura e regia il voto totale è 8.5.

uzzyubis  @  19/01/2010 18:40:04
   9 / 10
Mentre guardavo il film mi è venuta in mente una cosa che forse è figlia di alcuni retaggi culturali che mi porto dentro.
Il merito di questo film è delle donne o meglio del femminile che c'è nel mondo.
Ad un certo punto in una scena molto toccante del film jack si lamenta con ennis perchè la relazione tra loro non può continuare così, non gli da ciò che gli serve.
L'uomo, quello che per molti anni è stato lo stereotipo di un certo tipo di mascolinità, John Wayne per intenderci e per legarmi al film, è ribaltato e l'omossessualità è solo un pretesto per mettere in risalto il femminile che è nell'uomo (questo lo si nota soprattutto in emmis).
Poi sul fatto che l'omossessualità non sia trattata più approfonditamente sinceramente mi sembra una grandissima *******..è uno stato normale che non merita un approfondimento come fosse qualcosa di strano o qualcosa da guardare con sospetto. E' principalmente un sentimento è qui è descritto questo, anche se purtroppo ancora oggi in troppi paesi è una macchia.

gandyovo  @  04/01/2010 16:42:22
   7 / 10
è un film che merita essere visto: la tematica gay è messa in risalto in una qualche maniera, ma sembra un po' superficiale. mi è sembrata una storia d'amore e visto che non amo i film sentimentali, non mi ha colpito molto. bella la fotografia e davvero buone le interpretazioni. non lo rivedrei

May19  @  30/12/2009 16:39:08
   9 / 10
Non si hanno molte parole per descrivere questo film.
Commovente, diretto e recitato egregiamente!
Brokeback Mountain non parla solo di una storia tra due uomini ma parla di una storia d'amore talmente intensa che tutti vorrebbero viverla.
Non posso che dare un voto positivo:)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

aleintothewild  @  24/12/2009 15:01:56
   10 / 10
Il film più emozionante che io abbia mai visto. Gyllenhaal è fantastico nel recitare la parte del vero gay della coppia, ma Ledger supera se stesso conferendo un'intensità ineguagliabile a un personaggio eterosessuale che si trova ad innamorarsi di un uomo. Quello di Ennis è un amore sofferto quanto sincero, un amore che va al di là del sesso. Jack è gay e ama Ennis follemente, ma del suo personaggio traspare di più una certa necessità sessuale, che lo porterà a cercare altro quando Ennis non gli basterà più. Un film forte, che sconsiglio vivamente di vedere ad un ragazzo gay non proprio al top della felicità (Provato sulla propria pelle!).

ronaldinho80  @  04/12/2009 17:19:54
   10 / 10
In particolare quella scena intensissima del primo rapporto sessuale tra i due protagonisti (una delle scene di sesso migliori della Storia del Cinema), di una violenza carnale/mentale/spirituale che stordisce l'emotività degli spettatori.
E' una sessualità così sofferta, con la macchina da presa che assume una fisicità animalesca, un erotismo quasi sadomasochistico mentre immortala due uomini all'iniziazione di una nuova vita.
E' come un fulmine che prontamente arriva a colpire la routine, quell'eleganza melodrammatica scossa dalla forza più grande di tutte: L'Amore.
Perché in fondo Brokeback Mountain è solamente una storia d'amore raccontata al massimo della sua passione e del suo realismo, una storia d'amore sofferta/sofferente che nemmeno la morte può far cessare.
In questo senso è incredibile e meraviglioso come un regista asiatico come Lee possa possedere un tocco così occidentale nel narrare una storia contemporaneamente semplice e profondissima, in quella ricerca di sé stessi che ha del Shakespeariano.
Inutile pretendere movimenti di macchina o inquadrature particolari. Brokeback Mountain si basa sulla semplicità di una messa in scena essenziale, da vita giornaliera per riflettere quel realismo della vita di tutti i giorni, tra veri alti e bassi.
Sorretto anche da una direzione d'attori che ci permette di godere di Heath Ledger e Jack Gyllenhaal al massimo della loro potenzialità, in un gioco di primi piani capaci di cogliere quella fotogenia emozionale, Brokeback Mountain dimostra ancora una volta la sensibilità di Ang Lee, capace di passare da un genere all'altro senza paura, e riuscendo sempre a centrare l'obiettivo: far riflettere, non solo sul Cinema, ma soprattutto sulla vita e il mondo.
Meraviglioso.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/12/2009 18.30.59
Visualizza / Rispondi al commento
dade83  @  19/11/2009 16:34:47
   8 / 10
una buona tranma..due attori favolosi e bravissimi..degli scenari splendido ed un grande regista rendono questo film imperdibile

Weamar  @  15/11/2009 01:54:33
   8 / 10
Generalmente i film che trattano tematiche come queste cadono nell'errore di spingere troppo sulla sessualità, sulla passione fisica dei protagonisti. Non è questo il caso, per fortuna. Perché il film di Ang Lee è una bellezza per gli occhi e per l'anima. La fotografia è un qualcosa di raffinato, di sublime e di poetico per gli occhi. Suggestivi i luoghi immortalati per ricreare la paradisiaca Brokeback Mountain, vallata dove i due cow-boy trovano il coraggio di fare ciò che in pubblico non potrebbero mai fare: amarsi.
I lunghi silenzi, le parole dette con soli sguardi rappresentano il romanticismo più puro per antonomasia. Superba la prova del - purtroppo scomparso - Ledger, un pò meno quella di Jake Gyllenhaal che in alcune sequenze carica troppo! D'impatto, sebbene di minor efficacia, quelle della Williams e della Hathaway.

"I Segreti di Brokeback Mountain" sono parole nascoste dentro uno sguardo spento ed impaurito (Ledger), carezze date solo con sussurri (Gyllenhaal). L'ultimo pezzo del film diviene ripetitivo e, a tratti, superfluo sebbene sia egregiamento nascosto dalle stupende musiche che evocano nell'animo dello spettatore quel checché di nostalgico, amaro e solitario.
Consigliato!

kuiki7  @  05/11/2009 22:41:39
   9 / 10
molto malinconico, un sogno impossibile. Ma molto ben fatto.

dobel  @  24/09/2009 10:48:09
   9 / 10
Un luogo dell'anima Brobeack Mountain; un luogo fuori del mondo nel quale ci si sente adeguati e in pace. E' stato detto che si tratta di un western moderno: in realtà non è un western, bensì una storia d'amore a tutti gli effetti. Che i due innamorati appartengano allo stesso sesso è assolutamente accidentale. In questo senso ricorda più 'I ponti di Madison County' che 'L'ultima notte a Warlock'.
Dicevo che si tratta più di un luogo dell'anima che un semplice luogo fisico. Non sarà che il western stesso sia una dimensione mentale o spirituale piuttosto che una zona circoscritta dal cinematografo o da una cartina geografica?
Il west è la terra promessa, la nuova frontiera, il posto nel quale aneliamo di trovarci, un paradiso terrestre... Non saprei... ma sicuramente molto degli archetipi della cultura occidentale sono confluiti nell'immaginario che avvolge il west e il western.
Certo, Lee, infrange uno dei più grandi tabù di questo filone rappresentando esplicitamente un legame omosessuale: sorta di ulteriore tassello nel percorso di rivisitazione del genere padre di tutti i generi cinematografici americani.
Un film realizzato magistralmente, con una fotografia mozzafiato che trasforma i paesaggi del Wyoming in qualcosa di compenetrato alla sessualità umana: l'amore dei due personaggi diventa naturale come il temporale, il sole, le nuvole e gli alberi. Tutto rientra nel grembo di questa grande madre raramente stata così presente e così avvolgente. L'amore e il sesso vengono letti attraverso lo specchio dell'evento atmosferico e abbracciati in una stretta vitale panica.
Malick avrebbe potuto leggere in questo modo un rapporto di coppia: Ang Lee vi riesce benissimo realizzando un film profondo, delicato e con una tinta personalissima. Chapeau!

Tony Ciccione90  @  06/09/2009 20:37:06
   8 / 10
Wow. Che bel film! Ovviamente in Italia molti non sono ancora pronti a vedere l'amore tra due persone dello stesso sesso, tant'è vero che questo film è stato censurato (magari qualcuno poteva emulare). La Natura, maestosa e meravigliosa, è la spettatrice silenziosa nonchè complice delle vicende amorose dei due cowboy. E anche qui sta la novità: i due cowboy non sono uomini duri, ma sono uomini dolci e innamorati. Ancora: i due omosessuali non sono "molli" nè caricaturali. Le musiche sono stupende e il finale è da brivido. Da vedere.

3 risposte al commento
Ultima risposta 21/10/2009 13.01.16
Visualizza / Rispondi al commento
Frankys  @  27/08/2009 19:24:16
   9½ / 10
Straordinario, capolavoro !! Dopo averlo guardato avevo un angoscia ………………. Bravissimo Heath Ledger, da guardare …. Bel posto Brokeback Mountain !!

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/10/2009 14.15.46
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  07/08/2009 03:09:11
   8½ / 10
Mi ha lasciato un forte senso di angoscia. Forse è un film imperfetto ma ha il grande pregio di commuovere con intelligenza

carriebess  @  20/07/2009 17:53:12
   2½ / 10
due ore e un quarto davvero lunghe da far passare.
dò 2,5 soltanto per la discreta fotografia del regista.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Luke07  @  25/06/2009 19:57:10
   7½ / 10
è un film che arrivato a metà non mi aveva detto granchè, ma dopo ti prende in una maniera struggente con un Heat Ledger da oscar; Il suo Ennis Delmar è veramente un personaggio riuscitissimo; quando dice "Jack, io giuro" e parte "the wings" di Santaolalla è da infarto emotivo. BELLISSIMO

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/08/2009 03.14.20
Visualizza / Rispondi al commento
rob.k  @  18/05/2009 08:53:09
   5½ / 10
Il solito film che dal trailer dovrebbe avere un grande contenuto, ma poi procede per due ore e passa, piatto e senza un perchè...

Wally  @  06/05/2009 01:11:30
   7½ / 10
Molto lungo e poco toccante... Ma è un buon film e soprattutto molto coraggioso... Il cast è magnifico e il grande Ledger era giá avanti d un passo a tutti... Da vedere senza pregiudizi! Se no se siete degli ignoranti lasciare perdere in partenza

ersilia  @  17/04/2009 01:05:12
   8 / 10
film stpendo...strappalacrime sopratutto il finale

BrundleFly  @  16/04/2009 22:43:59
   7 / 10
Bel film, ma a mio giudizio un po' troppo sopravvalutato. L'interpretazione di Gyllenhaal un po' piatta e inespressiva, meglio Ledger. Bella fotografia. Regia anonima (strano l'Oscar).
Un apprezzamento particolare per il coraggio di fare un film che tratta un argomento molto delicato.

pat3  @  30/03/2009 16:34:32
   7 / 10
ho letto il libro prima di vedere il film ed è stato un errore. la mia conclusione? il libro merita 10, è bellissimo, il film a malapena arriva a 7. secondo me è un po' ridicolo, non tratta a fondo e molto bene il tema dell'omossesualità. oddio le musiche, la fotografia, anche le interpretazioni ti prendono ma manca comunque qualcosa..................non so se lo rivedrei una seconda volta!

FurFante9  @  25/03/2009 09:45:22
   7½ / 10
Stupendi scenari di montagna e ottime interpretazioni. Bel film, ben fatto...toccante il finale e l'argomento; ci vuole cmq coraggio nn si può nn ammetterlo!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  09/03/2009 18:46:50
   7 / 10
Ti impalla per un pò anche con la sua bellissima fotografia. Ma tutto sommato non mi ha fatto impazzire, riconosco però che è un gran film. Attori ottimi e belle sequenze di montaggio. Sicuramente da vedere.

4 risposte al commento
Ultima risposta 26/03/2009 14.14.58
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento erik@  @  19/02/2009 13:50:53
   8 / 10
molto bello mi è piaciuto molto...
romantico a tratti triste, ma molot molto bello!
merita!

Gruppo COLLABORATORI julian  @  04/02/2009 15:27:18
   8½ / 10
Si è molto discusso di Brokeback Mountain ultimamente, specie per quel fastidioso episodio della censura da parte della Rai che ha tolto al film gran parte della sua essenza. Un fatto che non fa che confermarci definitivamente, se mai ce ne fosse bisogno, la chiusura mentale dell'Italia, il conservatorismo e il benpensantismo dilagante che ci tiene relegati in una condizione di arretratezza estrema rispetto a tutta l'Europa.
E tralasciamo pure che il direttore di Rai 2 si sia giustificato dicendo che i tagli erano stati effettuati prima, chissà da chi, senza che nessuno se ne accorgesse.
Il film, letto come un'opera rivoluzionaria, è un capolavoro.
Ma rivoluzionaria non solo per il trattamento quanto mai esplicito dell'argomento tabù dell'omosessualità, bensì anche per aver riportato alla ribalta un genere decaduto, il western, colonna portante del vecchio cinema hollywoodiano, sotto vesti nuove.
La questione è la stessa che sottolineai a suo tempo nel commentare La morte corre sul fiume: entrambi i film compiono un miscuglio di generi ardito e questo senza intaccare la dignità di nessuno di essi, pur riscrivendone daccapo i canoni.
Anche qui si può fare un paragone con la letteratura: da sempre chiunque si sia cimentato nella poesia si è dovuto confrontare con i modelli originari, quelli inimitabili. Così gli autori greci non potevano ignorare il modello Omero, confinato in una torre eburnea, irraggiungibile nella sua grandezza, ed erano costretti a reinventare i generi o a percorrere altre strade.
In poche parole chi è venuto dopo ha cercato la gloria nell'originalità e nella creatività.
Ed ecco quello che fa Ang Lee. Il western di una volta è tramontato, John Ford, Peckinpah e le altre tappe fondamentali del suo lungo percorso evolutivo sono pallidi ricordi. Egli ha tra le mani una storia di cowboy (anzi sheepboy) un pò particolare, che non può essere raccontata nel modo classico.
E allora è qui che si giustifica pienamente il cambio di rotta, è qui che sta il colpo di genio, è qui che sta la grandezza del film.
I rudi cowboy coraggiosi con lazo e mani leste vengono sostituiti da due personaggi miseri, senza futuro nonostante la giovane età, profondi e, specie nel caso di Ennis, introversi.
Il loro isolamento dal mondo civile li porta ad un rapporto sempre più intimo del quale sono testimoni solo le montagne. Si vede da subito come questo cozzi fragorosamente contro lo stereotipo del cowboy virile (si pensi a John Wayne !).
Eppure la loro virilità non viene messa mai in dubbio, persino le scene di sesso comportano tensione, scontro fisico, violento come potrebbe esserlo una scazz.ottata tra puri Yankee.
Dell'omosessualità non si vede l'aspetto effeminato, quello che prevale nell'immaginario collettivo, ma più che altro un aspetto inedito: la casualità, l'imprevedibilità dell'evento che può travolgere chiunque, anche l'individuo di provata fede eterosessuale.
Altra nota: il film, tra i tanti generi, comprende anche il sentimentale naturalmente (capovolto, perchè non si tratta della solita coppia donna-uomo), ed è a mio parere uno dei più intensi di tutti i tempi: l'amore impossibile, che non conosce spazio nè tempo, tra due uomini costretti a fornirsi una copertura nella società omofoba in cui vivono.
Tutti questi particolari ne faranno di sicuro un film di culto e, statene certi, un giorno sarà questo il modello da imitare.
Mi pare che non ci sia altro da dire.
Un grande carme bucolico con una silenziosa e poetica spettatrice: la natura.

mainoz  @  01/02/2009 18:15:46
   7 / 10
I primi 40 minuti sono di una noia mortale, bisogna ammetterlo. Con l'evolversi della vicenda il film riesce a prendere emotivamente, soprattutto per la colonna sonora e le prove magistrali di due grandi attori, il finale è molto bello ed intenso

  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

about endlessnessafter 2after midnight (2019)alessandra - un grande amore e niente piu'alpsantebellumbalto e togo - la leggendabombshell - la voce dello scandaloburraco fatalecambio tutto!charlie's angels (2019)cosa resta della rivoluzione
 NEW
cosa saràcreators: the pastcrescendo - #makemusicnotwarda 5 bloods - come fratellidivorzio a las vegaseasy living - la vita facileel practicanteemaendlessenola holmesfamosafellini degli spiritigenesis 2.0ghostbusters: legacygreenlandgreyhound: il nemico invisibileguida romantica a posti perdutihoneyland
 NEW
i predatoriil caso pantani - l'omicidio di un campioneil condominio inclinatoil giorno sbagliatoil meglio deve ancora venireil primo annoil principe dimenticatoil processo ai chicago 7il re di staten islandimprevisti digitalijack in the boxla piazza della mia citta' - bologna e lo stato socialela prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala vacanza (2020)la vita straordinaria di david copperfieldlaccil'anno che verràlasciami andarele sorelle macalusolockdown all'italianal'uomo delfinomai per sempremaledetto modigliani
 NEW
mi chiamo francesco tottimiss marxmister linkmolecolemorbius
 NEW
murdershownel nome della terra
 NEW
nomad: in cammino con bruce chatwinnon conosci papichanotturnoonward - oltre la magiaoutbackpadrenostro
 NEW
palazzo di giustizia
 NEW
palm springs - vivi come se non ci fosse un domanipaolo conte, via con meparadise - una nuova vitaparadise hillsproject powerqua la zampa 2 - un amico e' per semprequattro viterosa pietra stellaroubaix, una lucerun sweetheart runsemina il ventosola al mio matrimoniostar lightstay still
 NEW
sul piu' bello
 HOT
tenetthe book of visionthe gentlementhe new mutantsthe old guardthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatutto il mondo e' paleseun divano a tunisiun lungo viaggio nella notte
 NEW
una classe per i ribelliuna intima convinzioneuna notte al louvre: leonardo da vinciundine - un amore per semprevivariumvulnerabiliwaiting for the barbarianswaves

1009528 commenti su 44247 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net