killer fish - agguato sul fondo regia di Anthony M. Dawson (Antonio Margheriti) Brasile, Francia 1979
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

killer fish - agguato sul fondo (1979)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film KILLER FISH - AGGUATO SUL FONDO

Titolo Originale: KILLER FISH

RegiaAnthony M. Dawson (Antonio Margheriti)

InterpretiLee Majors, Karen Black, Margaux Hemingway, Marisa Berenson

Durata: h 1.39
NazionalitàBrasile, Francia 1979
Genereavventura
Al cinema nel Novembre 1979

•  Altri film di Anthony M. Dawson (Antonio Margheriti)

Trama del film Killer fish - agguato sul fondo

Un gruppo di malviventi, dopo aver incediato i depositi di carburante e gli impianti elettrici di un grosso impianto minerario, raggiungono la cassaforte dalla quale prelevano un'ingente quantitÓ di pietre preziose. Il capo della banda e ideatore dell'impresa Ŕ Paul Diller, che, tra l'altro, ha avuto l'appoggio di una sua amica Kate Neville. Per salvaguardare il bottino, Paul lo ha immerso in un lago con 50 pira˝a, per˛...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,50 / 10 (4 voti)5,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Killer fish - agguato sul fondo, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  05/03/2014 17:21:06
   5½ / 10
B-movie diretto con consumata esperienza da Antonio Margheriti (accreditato con lo pseudonimo di Anthony M. Dawson) ingegnoso miscelatore di ingredienti ripresi in particolare dall'heist-movie e dall'horror, con la contrapposizione sempre suggestiva tra uomo e natura a fare da collante. Trattasi di produzione italo-brasiliana gradevole ma non certo memorabile, con qualche momento di stanca e numerosi passaggi forzati. Margheriti non disdegna affatto l'esagerazione mettendo a ferro e fuoco per ben due volte un impianto minerario, passando poi a trastullarsi con il cedimento di una diga. Gli effetti speciali possono definirsi passabili, mentre sono appena accettabili gli attacchi dei voraci piranha. Buono lo spunto di partenza, con il cospicuo frutto di una rapina depositato sul fondo di un lago in attesa che la situazione si tranquillizzi. A guardia del malloppo uno dei rapinatori introduce in acqua un branco di piranha e l'avidità umana farà il resto; ignorando che qualcuno si sia premunito in tal senso alcuni membri della banda, attratti dalla possibilità di appropriarsi per intero del bottino, finiranno ridotti in brandelli dai piccoli quanto acuminati dentini dei pesci.
Visione simpatica e molto leggera, in cui spicca l'arte d'arrangiarsi del regista, sempre bravo a cavarsela nelle sequenze più complesse anche utilizzando dei modellini.
Non male il cast tra cui si notano Lee Majors (noto per L'uomo da sei milioni di dollari), Karen Black, Marisa Berenson e la sfortunata Margaux Hemingway.

BlueBlaster  @  25/01/2014 14:55:26
   6 / 10
E arrivò anche il giorno che scoprii Antonio Margeriti (che si è sempre firmato Anthony M. Dawson per dare un finto respiro internazionale ai suoi film)...no che non lo avessi mai sentito, anzi avevo visto pure due o tre film, ma non ero informato bene della sua gloriosa carriera (sempre in termini relativi alla serie B).
Un regista che negli anni 60 portò il cinema di fantascienza in Italia con il "ciclo Gamma Uno" e non solo, si cimentò nell'horror gotico italiano nel periodo d'oro del genere, si spostò poi durante gli anni 70 e 80 sul genere d'azione ed avventura firmando persino dei pseudo-cloni di "Indiana Jones" e toccò pure gli "animal-horror" con questo film.
Una faccia simpatica e una carriera florida e sfaccettata, fu soprannominato giustamente il "Roger Corman italiano" per via della sua capacità di produrre film di serie B con basso budget ed in breve tempo e anche per la varietà di generi toccati.

Si crede che questo film sua un clone del più noto "Piranha" ma non è così per due motivi ossia che questo film fu girato prima ma distribuito un pò dopo il film di Dante e seconda cosa perché questa pellicola è ben differente sia in termini di stile che di sceneggiatura...abbiamo una prima parte principalmente d'avventura ed in stile caper-movie che lascia successivamente spazio all'horror di genere verso il finale ed un "finalissimo" che torna nuovamente al genere caper.

Non siamo di fronte ad un bel film ma ad un discreto intrattenimento si...la sceneggiatura non è malaccio (nonostante vi siano degli intrighi amorosi di fondo quantomeno opinabili), la regia è di mestiere con pure buone riprese subacque, gli effetti speciali sono buoni per l'epoca (anche perché tutte quelle esplosioni ed inondazioni non sono cosa facile quando il budget è ristretto)....
Cast rispettabilissimo con due belle donne quali Karen Black, Marisa Berenson e l'attrice/modella Margaux Hemingway (nipote Ernest e morta suicida quarantenne), il famoso quanto serioso Lee Majors e James Franciscus che a mio avviso è il migliore!
Proprio l'interpretazione del più famoso Lee Majors è però la cosa che meno mi ha entusiasmato perché è un continuo di sguardi imbronciati ed inarcate di sopracciglia...e la rivalità del suo personaggio con quello interpretato da James Franciscus l'ho trovata tanto ostentata quanto inutile ai fini della storia.
Comunque sia non c'è male davvero: la storia è intrigante al punto giusto, di morti e di sangue ce ne sono nonostante non siano purtroppo mostrati corpi dilaniati per mancanza di make up probabilmente , le location brasiliane sono fantastiche, la colonna sonora classica del genere e funzionale.
La parte migliore è ovviamente il finale in cui si rompe la diga che libera così i famelici pesciolini un pò ovunque e ovviamente tutta la parte i cui loro rimangono incagliati ed intrappolati sulla barca!

Un buonissimo film di genere, con tutti i limiti del caso, da vedersi per passare il tempo in onore di quelle pellicole tipiche di quegli anni ed in onore sopratutto di un bravo regista nostrano!

DarkRareMirko  @  06/04/2010 07:30:17
   6½ / 10
Più che sufficiente, con un ottimo cast (spicca la Berenson), ma il film è a tratti confuso e noioso; effetti speciali senza infamia nè lode, alcune scene di forte impatto (tipo il tizio sbranato dai pirana).

Palesi furti da Lo squalo 1-2 e dal Pirana di Dante, ovviamente qualitivamente avanti anni luce da questo film di Dawson.

Non il miglior Margheriti ma si può vedere.

E poi invecchiato discretamente bene, visto che non dimostra molto i suoi 32 anni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  07/12/2005 19:08:59
   4 / 10
Uno dei peggiori Margheriti. La storiella è banale, gli attori pietosi.
Qualche scena è - al solito- diretta con competenza dal mitico regista italiano, ma il film nel complesso è brutto, confuso e noioso.
Piranha di Joe Dante è intinitamente + bello.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011065 commenti su 44504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net