la ballata di buster scruggs regia di Ethan Coen, Joel Coen USA 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la ballata di buster scruggs (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA BALLATA DI BUSTER SCRUGGS

Titolo Originale: THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS

RegiaEthan Coen, Joel Coen

InterpretiJames Franco, Tim Blake Nelson, Zoe Kazan, Saul Rubinek, Bill Heck, Charles Ash, Charles Ash, Katy Bodenhamer, Brian Brown, Richard Bucher, Jackamoe Buzzell, Tyne Daly, Tim de Zarn, Sam Dillon, Ethan Dubin, Bill Foster, Grainger Hines, Ralph Ineson, Shawn Lecrone

Durata: h 2.12
NazionalitàUSA 2018
Generewestern
Al cinema nell'Agosto 2018

•  Altri film di Ethan Coen
•  Altri film di Joel Coen

Trama del film La ballata di buster scruggs

Un'antologia western che segue sei differenti storie. Il primo episodio segue la storia di un cowboy cantante

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,82 / 10 (22 voti)6,82Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La ballata di buster scruggs, 22 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

sciroppo  @  28/09/2020 00:59:01
   8 / 10
L'episodio del cercatore d'oro vale l'intero film, e da solo vale 9, per la particolare magia tra il favolistico e il metafisico che riescono a creare i Coen, in parte casualmente.
A tutti gli altri do un voto più basso ma con sprazzi notevoli. Il pistolero cantante, quello dell'impiccato, il freak, la carovana, il viaggio in diligenza.
Il pistolero è divertente, come anche quello con Franco.
Quello dell'impresario teatrale è riuscitissimo per gli attori e la resa di certi dettagli drammatici, ma i dialoghi e i canti (anche nel resto del film) sono troppo lunghi.
Quello della carovana è buono, ma in sordina, come tanti film dei Coen.
Il più debole per me è l'ultimo.

Manticora  @  30/08/2020 15:57:12
   7½ / 10
Il film ad episodi dei fratelli Coen prodotto da Netflix è il classico film che funziona appunto ad episodi, sicuramente il primo dedicato appunto al protagonista è un piccolo gioiello di humor, violenza e musica, assolutamente adorabile, in cui c'è un epilogo duro in linea con l'atmosfera delle storie.
Vicino ad Algodones è una metafora sul destino che rivela come sia crudele anche con chi è innocente.
La pagnotta è sicuramente molto particolare, l'idea del Tordo senza ali, un ragazzo praticamente ridotto ad un torso umano con la testa che tramite il suo monologo e la sua condizione scatena la pietà degli spettatori che versano l'obolo per lo spettacolo, sfruttato dall'impresario interpretato da un convincente Liam Neeson fino a quando non trova un attrazione meno costosa e più convincente: un pollo.
Il canyon tutto d'oro è un episodio che si avvale della presenza di Tom Waits, cercatore d'oro alla ricerca della vena d'oro perfetta, per quanto mi riguarda l'episodio perfetto, un singolo uomo che si muove nella natura incontaminata, scoprendo una valle perfetta, attraversata da un fiume, dove con fatica e metodo scavando e filtrando l'acqua del fiume si imbatte alla fine nella vena d'oro perfetta, lo scontro con un cowboy sciacallo porta il protagonista

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
La giovane che si spaventò è un pò debole secondo me, però la seconda parte che coinvolge gli indiiani rialza l'interesse, soprattutto per il finale non lieto.
L'ultimo episodio le spoglie mortali è risultato il più debole, vuoi per l'idea sul soprannaturale che sinceramente non mi ha convinto del tutto, comunque a parte l'ultimo La ballata si rivela un film ad episodi interessante, che va preso in considerazione, soprattutto perchè reinventa il genere western in maniera non scontata.

Thorondir  @  30/08/2020 14:23:21
   7 / 10
I fratelli Coen ripercorrono la storia americana raccontando la frontiera nelle sue varie declinazione geografiche. Lo fanno mescolando generi e stili cinematografici (l'ambientazione è western ma si passa con agilità dalla commedia allo black humour, dal dramma al grottesco). Il risultato è quello di un'opera interessante e anche spassosa, sebbene alcuni episodi sono più riusciti di altri (ho trovato quello del menomato il meno riuscito). Minimo comun denominatore delle storie raccontate è la violenza e lo sfrenato individualismo che ha caratterizzato (caratterizza) la storia americana: sono tutte storie di violenze, tentativi di arricchimento, ruberie (anche le uove di gufo!), risvolti tragici. Un pastiche coinvolgente senza però avere quella forza poetica e drammatica che ha contraddistinto le precedenti grandi opere dei fratelli, ormai da un po' di tempo tarati su uno standard di buoni film che non riescono più a toccare le vette che furono. Nota di demerito stavolta per la fotografia: quella di Delbonnel è talmente sparata e esibita in molti punti che sembra praticamente di guardare un film visivamente finto.

Beefheart  @  03/08/2020 16:58:11
   8 / 10
Uno spassoso mix di dramma, fiaba, poetica ed ironia, in salsa western.
Sei episodi, uno meglio dell'altro, ben diretti e ben interpretati. Ottimi soggetto, sceneggiatura e fotografia. Due ore abbondanti di divertimento, sogno ed ammirazione.

Sestri Potente  @  24/11/2019 17:47:15
   5 / 10
Ero partito con grandi aspettative perché è un film dei fratelli Coen.
Bella l'idea ma mi hanno convinto solamente 2 degli episodi proposti (quello con James Franco, quello della carovana e soltanto a metà quello del cercatore d'oro).
Per il resto, un film inconcludente che avrebbe dovuto essere più incisivo.

topsecret  @  13/10/2019 14:41:26
   6½ / 10
Western a episodi che alterna momenti classici del genere con altri più beffardi conditi da humor nero.
Regia e interpreti sono affidabili, manca un po' il ritmo in alcune circostanze dove la ripetitività e l'eccessiva durata fanno perdere un po' di fascino alla storia in corso, ma tutto sommato è un prodotto godibile, coinvolgente quanto basta per meritare un voto positivo.

Goldust  @  07/06/2019 12:16:47
   6 / 10
Chi mai poteva azzardare, nel 2019, di girare un film western addirittura ad episodi? Solo i fratelli Coen onestamente, che dopo "Il Grinta" tornano sulle piste polverose del west con sei storie diverse che abbracciano le tematiche e gli stereotipi classici del genere ( dal cowboy infallibile al cercatore d'oro, all'assalto alla banca alla compagnia di mormoni in viaggio verso l'Oregon c'è proprio tutto ). Il primo episodio quasi musical con il pistolero dandy Buster Scruggs è il più riuscito e mi aveva fatto sperare, per il prosieguo, a qualcosa di meglio. Gli altri racconti hanno invece più bassi che alti, tuttavia sono accomunati dalla meravigliosa fotografia naturalistica di Bruno Delbonnel, che spesso prende il sopravvento sulle storie. Nel complesso il film risulta essere abbastanza scorrevole e ben diretto; ma se il tentativo dei fratelli era quello di ringalluzzire un genere ormai messo in naftalina da troppo tempo, la mission non la si può considerare riuscita.

Paula Schultz  @  05/05/2019 16:33:18
   7½ / 10
Buon film, forse non il migliore dei Coen, ma di sicuro in grado di soddisfare le aspettative.

Personalmente non credo che il film si proponga come western, ma come serie di racconti favolistici che lasciano comunque posto a un'acuta analisi del genere western. Si possono scorgere i tatti dello spaghetti-western, del mito della frontiera, della corsa all'oro, del western classico e di quello revisionista.
Lo spettatore fin da subito (con il libro che si apre e il protagonista che si rivolge direttamente alla camera) dovrebbe capire che ciò che sta per vedere non deve essere preso sul serio, ma con leggerezza, la stessa di un bambino che ascolta una favola. Infatti proprio come una favola il film deve essere interpretato.
L'abilità dei Coen si vede in questo caso nell'associare il genere favolistico (quasi di derivazione biblica) ai molteplici aspetti del western, mantenendo sempre e comunque lo stile inconfondibile che caratterizza la loro intera filmografia.

Sicuramente consigliata la visione.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  22/04/2019 11:00:04
   6 / 10
Lampi di genio qua e là (il finale dell'episodio con Franco, il finale dell'episodio con Neeson, il dialogo nel calesse dell'ultimo episodio), le solite morti fuori scena, ma l'insieme è veramente poca cosa se paragonato agli standard dei Coen. Interessante comunque la commistione tra favola ebraica (già esplorata dai Coen in A serious man) e mondo western, con la morte a fare da filo conduttore. Sarà per la prossima volta.

2 risposte al commento
Ultima risposta 24/04/2019 13.11.32
Visualizza / Rispondi al commento
John Carpenter  @  09/04/2019 14:28:20
   4 / 10
Il peggior film dei Coen tra quelli che ho visto.
L'idea antologica basata sul western mi intrippava, ma ogni storia risulta deludente, guardi le prime due sperando che poi migliori, ma alla fine risultano le migliori del lotto (soprattutto la seconda). Finiscono pure per annoiare nonostante la breve durata (circa 20 minuti ad episodio).
Un buco nell'acqua per quanto mi riguarda di questi due registi che di solito il buon film lo fanno sempre.

Spera  @  21/01/2019 19:25:33
   5 / 10
Non ho mai amato i Coen e questo pseudo-western, che di western ha molto poco, non fa eccezione.
Diviso in episodi, super citazionista e di una durata non indifferente non entusiasma mai se non incuriosendo con qualche riflessione nemmeno così degna di nota.

Evitabile.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  07/01/2019 20:53:20
   7½ / 10
Film a episodi molto "Coen", dove le loro riflessioni sulle assurdità della vita vengono collocate in un far west meravigliosamente fotografato. I vari episodi hanno temi ed animi molto diversi, ma su tutto regna una grande malinconia. L'epica americana sullo sfondo, e in primo piano le miserie e le sfortune di piccoli protagonisti di quel tempo.

SaimonGira  @  04/01/2019 22:09:45
   7½ / 10
Altra fatica dei fratelli Coen concentrata sul West dopo Il Grinta. La struttura del film è particolare, e questo per me costituisce un pregio anzichè un difetto. 6 storie totalmente slegate fra loro accumunate solo dalla locations: il vecchio "far" West. Ciò che ne deriva è una pellicola godibile e piacevole, dalla fotografia sublime e sapiente che ne cattura l'essenza, i colori perfino gli odori quasi. I personaggi sono in pieno stile Coen, andiamo dal cowboy gradasso e spaccone, al concentrato cercatore d'oro passando per il fuorilegge canterino, il cinico teatrante ambulante e il conduttore di carovane navigato accompagnato dall'ambizioso partner più giovane. Personalmente a me è piaciuto parecchio, le storie in sè sono tutte significative e trasmettono qualcosa di profondo e non sempre immediato.
Musiche azzeccate che cambiano e si presentano in ogni novella, dando al film un tono sempre allegro. Non sarà di sicuro il capolavoro dei fratelli Coen ma a mio avviso merita assolutamente di essere visto e apprezzato!

wicker  @  11/12/2018 19:10:31
   7½ / 10
raccolta di spezzoni di vita quotidiana nel west.. I Coen partono dal presupposto che il west sia una gigantesca finzione e elaborano il film in episodi ironici,drammatici,violenti,cinici e grotteschi.
Risultato buono non al livello dei loro migliori ,un buon merito va anche alla fotografia bellissima che avvolge lo spettatore catapultandolo nel pieno dell'azione .

Filman  @  11/12/2018 00:15:01
   9 / 10
Dalla demenziale caricatura del cowboy alla cura nel dettaglio. Per quanto sia arcinota l'assenza di definizione per i film scritti e diretti da Joel ed Ethan Coen, THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS può vantare di essere il più schizofrenico dei loro capolavori, sebbene il caso, che ha spintonato il film da un formato televisivo ad uno cinematografico, ne sia la principale causa. Ma d'altronde la filosofia dei fratelli Coen è quella dello scagliarsi dell'imprevedibile sull'esistenza, cioè quello che avviene quando durante la visione si è colti impreparati nello stravolgente passaggio da un episodio all'altro, con balzi narrativi raccontati in una maniera sopraffina, intelligente e originale che bacia lo stile da cantastorie dei due registi e trasforma il western in una favola mitologica. Cowboy, saloon, poker, duelli, rapine in banca, indiani, cacciatori d'oro, impiccati, circensi, carovane, diligenze, e tutti gli altri cliché del genere vengono calati di peso in un bignami dell'intero immaginario cinematografico del far west il cui risultato sono non una ma sei diverse versioni post-moderne del genere, tutte e sei pressoché mai viste e che, nonostante tutto, trasudano amore verso l'America di frontiera. Il discorso sulla varietà trova senso nei diversi modi in cui ogni aspetto semi-storico di quel mondo è arrivato a noi, filtrato dal tempo, dagli ideali e da un romantico racconto artistico secolare. In un profondo scorrere di malinconia, i Coen racimolano i rudimenti del wetsern e fanno in un solo film quello che hanno fatto col noir in un'intera carriera. Sei storie formalmente perfette e cinematograficamente interessanti bastano a renderlo un film a episodi capolavoro, uno dei pochi nella storia del cinema, ma non può passare in secondo piano l'introduzione e la conclusione dei racconti mediante prologo ed epilogo anche figurativi, un'idea semplice che apre l'episodio incuriosendo e lo conclude riassumendo, dando forza a ciò che si vedrà e a ciò che si è visto, sempre all'interno di uno stile saggio e ammaliante che racconta con nostalgia qualcosa che necessita di essere tramandato.

dagon  @  24/11/2018 09:57:20
   6 / 10
Piacionata dei Coen che, d'altronde, non di rado, indulgono all'autocompiacimento. Sufficienza per via della splendida fotografia di Delbonnel che non fa rimpiangere un mostro sacro come Roger Deakins.

7219415  @  24/11/2018 00:03:35
   7 / 10
Divertenti episodi western

daniele64  @  21/11/2018 10:56:42
   7 / 10
Non sono mai stato un grande estimatore del cinema dei fratelli Coen , stavolta è andata un pochino meglio , forse per l' ambientazione western , genere che io prediligo particolarmente . Questo film consta di sei episodi di circa 20 minuti ciascuno , totalmente slegati tra loro , accomunati solo da bellissime locations e da una fotografia superlativa di Bruno Delbonnel , oltre che dal gusto sardonico , cinico e grottesco tipico dei fratelli Coen . Anche se non nuovissima , carina l' idea di presentare ogni episodio con un incipit ed una illustrazione a colori , come se fosse tratto da una classica raccolta di racconti di una volta . Il mio gradimento personale dei vari " capitoli "è ovviamente diversificato : diciamo che ho apprezzato maggiormente quelli con più azione , nel più tipico stile western . E quindi il primo racconto ( quello che dà il titolo al film ) , solare , scanzonato e divertente ( anche se avrei evitato l' angioletto ! ) più di quello tetro e cinicissimo del " tordo senza ali " . Quello ironico con un ingenuo James Franco ( nobilitato da un fulmineo attacco indiano ) più di quello bucolico e quasi elegiaco con Tom Waits nell' incantevole valle incantata . Quello beffardamente crudele (e forse il più realistico ! ) della carovana di pionieri verso l' Oregon ( con un altro bellissimo , classico attacco Comanche ) più di quello goticheggiante della diligenza carontica . Cast assortito e ricco di facce note , tra le quali si fanno notare maggiormente Tim Blake Nelson , Tom Waits e Zoe Kazan , oltre alla " rediviva " Tyne Daly . Probabilmente questa pellicola è stata per i due fratelli del Minnesota poco più di un elegante " divertissement " , ma a me è piaciuta più di alcuni loro films più celebrati ... e quindi gli do 7 .

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  20/11/2018 01:52:20
   7 / 10
Sei racconti dal Far West firmati dai fratelli Coen. Alcuni racconti (i primi due, ma anche l'ultimo) puntano decisamente sull'ironia, mentre altri hanno un taglio decisamente più drammatico. Produzione curata e pellicola assolutamente godibile.

mrmassori  @  19/11/2018 15:15:00
   7 / 10
Sicuramente vale la pena vederlo, tuttavia una visione è più che sufficiente. Diverse storie che riprendono i tempi classici western con il tocco dei Coen, anche se neanche troppo. Magnifica la fotografia, si merita l'oscar di diritto. Pochi film oggi giorno hanno una fotografia cosi curata e affascinante.

VincVega  @  17/11/2018 15:42:00
   7 / 10
Sembra quasi un bignami del selvaggio West, visto con l'occhio dei fratelli Coen e il loro tipico umorismo nero. Col poco tempo a disposizione non si poteva fare molto di più, ma il risultato è decisamente riuscito, essendo alla fine più di un esercizio di stile. Fotografia stupenda.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/09/2018 15:48:48
   7 / 10
Sei episodi che in qualche modo raccontano la storia di un intero genere, quello western. Un viaggio a ritroso nel tempo che inizia dai primi due, marcatamente dal carattere spaghetti, fino alla sua classicità alla John Ford, gli ultimi due episodi in particolare. Il tutto comunque filtrato dalla personale visione dei Coen, fatta da dialoghi brillanti nella volontà di destrutturare il genere e quel marchio di pessimismo marcato, caratteristica peculiare della loro filmografia. Parlando di western, personalmente ritengo che le cartucce migliori siano i due primi episodi, senza tuttavia sminuire eccessivamente gli altri. A mio parere non è uno dei loro migliori film, comunque meritevole di una visione.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

about endlessnessafter 2after midnight (2019)alessandra - un grande amore e niente piu'alpsantebellumbalto e togo - la leggendabombshell - la voce dello scandaloburraco fatalecambio tutto!charlie's angels (2019)cosa resta della rivoluzionecreators: the pastcrescendo - #makemusicnotwarda 5 bloods - come fratellidivorzio a las vegaseasy living - la vita facileel practicanteemaendlessenola holmesfamosafellini degli spiritigenesis 2.0ghostbusters: legacygreenlandgreyhound: il nemico invisibileguida romantica a posti perdutihoneyland
 NEW
i predatoriil caso pantani - l'omicidio di un campioneil condominio inclinatoil giorno sbagliatoil meglio deve ancora venireil primo annoil principe dimenticatoil processo ai chicago 7il re di staten islandimprevisti digitalijack in the boxla piazza della mia citta' - bologna e lo stato socialela prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala vacanza (2020)la vita straordinaria di david copperfieldlaccil'anno che verrÓlasciami andarele sorelle macalusolockdown all'italianal'uomo delfinomai per sempremaledetto modigliani
 NEW
mi chiamo francesco tottimiss marxmister linkmolecolemorbius
 NEW
murdershownel nome della terra
 NEW
nomad: in cammino con bruce chatwinnon conosci papichanotturnoonward - oltre la magiaoutbackpadrenostro
 NEW
palazzo di giustizia
 NEW
palm springs - vivi come se non ci fosse un domanipaolo conte, via con meparadise - una nuova vitaparadise hillsproject powerqua la zampa 2 - un amico e' per semprequattro viterosa pietra stellaroubaix, una lucerun sweetheart runsemina il ventosola al mio matrimoniostar lightstay still
 NEW
sul piu' bello
 HOT
tenetthe book of visionthe gentlementhe new mutantsthe old guardthe secret - le verita' nascostetrash - la leggenda della piramide magicatutto il mondo e' paleseun divano a tunisiun lungo viaggio nella notte
 NEW
una classe per i ribelliuna intima convinzioneuna notte al louvre: leonardo da vinciundine - un amore per semprevivariumvulnerabiliwaiting for the barbarianswaves

1009494 commenti su 44247 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net