la jetee regia di Chris Marker Francia 1962
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la jetee (1962)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA JETEE

Titolo Originale: LA JETÉE

RegiaChris Marker

InterpretiJacques Ledoux, Davos Hanich, Hélène Chatelain

Durata: h 0.27
NazionalitàFrancia 1962
Generefantascienza
Al cinema nel Novembre 1962

•  Altri film di Chris Marker

Trama del film La jetee

Sperduti fra le macerie provocate da un'immane catastrofe nucleare, gli sparuti superstiti tentano di risalire il flusso del tempo, allo scopo di scongiurare la distruzione del genere umano.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,52 / 10 (29 voti)8,52Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La jetee, 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/01/2018 20:12:32
   9 / 10
Cortometraggio di una potenza (visiva e visionaria) devastante.
La successione di immagini con voce narrante in sottofondo è qualcosa di raggelante.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Zazzauser  @  08/10/2016 02:52:16
   8½ / 10
Ecco un esempio di vero cinema d'avanguardia: in mezzo ai diversi capolavori del cinema francese dell'epoca firmati Truffaut, Godard e Resnais fa capolino questo gioiello di Chris Marker.. Immagini, fotogrammi, frammenti di un passato al quale non si può non aggrapparsi, perché la memoria é (diventata) tutto in un Mondo senza futuro. E proprio la memoria é l'unica salvezza per l'Umanitá, l'unico mezzo per rendere la nostra cavia capace di sostenere il viaggio nel tempo e tentare di salvare la societá devastata dalla Terza Guerra Mondiale.. concetto - la memoria - che assume ancora più pregnanza se la si pensa come mezzo per non ripetere gli stessi errori (una Seconda Guerra Mondiale ancora troppo viva nelle menti degli anni '60 - soprattutto in quelle degli intellettuali), per fuoriuscire dalla coltre di "notte e nebbia", per ricordare e non (far finta di) dimenticare. Un mediometraggio, un cineromanzo, un perfetto connubio di immagini, suoni e voce fuori narrante fuori campo; qualunque termine o frase si usi per descriverlo La Jetée é una pellicola fantastica, che mi vergognavo a non aver ancora visto.. e ne avevo ben donde; ora ho anche visto ciò che ispirato Terry Gilliam per l'idea de L'esercito delle 12 Scimmie (che belli i parallelismi nel cinema.. la scena finale!)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  30/03/2016 11:13:03
   7½ / 10
Una serie di fotogrammi in bianco e nero illustrati da una voce fuori campo ipnotica, per la rappresentazione di un mondo messo in ginocchio dalla follia distruttiva dell'uomo.
Chris Marker firma quello che lui stesso ha definito un "cineromanzo", un corto costituito da immagini fisse (ma attenzione ad un unico e quasi impercettibile movimento, probabilmente un vezzo dell'autore) in cui gli esseri umani sopravvissuti alla terza guerra mondiale sono costretti a vivere come topi in labirintici cunicoli sotterranei. La speranza è legata a pericolosi esperimenti. Costringendo a viaggiare nel tempo alcuni prigionieri si tenta di cambiare il destino dell'umanità.
Il protagonista è un uomo da sempre legato ad un ricordo infantile, inerente una giornata passata su una piattaforma d'osservazione dell'aeroporto di Orly. Si ritrova catapultato in quel rasserenante pomeriggio di tanti anni prima tra aerei, un fatto tragico e quella donna dal viso dolce che non ha mai dimenticato. Marker scava nei desideri più intimi tra dolci reminiscenze, idealizzazione ex novo e reale viaggio, giungendo a un tentativo di fuga inevitabile, lontano dal brutto e dall'odio, dove anche il banale è sinonimo di beltà.
La chiusura circolare segna il momento più alto di un lavoro capace di ispirare molti registi tra cui Hitchcock e ancor più palesemente Terry Gilliam, con "L'esercito delle 12 scimmie".

_Hollow_  @  22/06/2014 02:10:32
   10 / 10
Un capolavoro capace di ispirare altri capolavori, "Vertigo" per fare l'esempio più nobile. Arte, sperimentalismo e avanguardia allo stato puro. Chiunque si interessi di cinema dovrebbe vederlo o averlo visto.

Oskarsson88  @  24/12/2013 02:52:19
   7½ / 10
fotografia particolarissima col racconto fuori campo molto suggestivo anche se il filo logico non è sempre così ovvio, e la visione può essere faticosa. Resta però un'opera a sè, di gran impatto visivo.

7219415  @  23/12/2013 14:37:13
   7½ / 10
Che dire..l'ho guardato in francese con sottotitoli in spagnolo..ed ero stanco...quindi non sono riuscito a seguirlo molto...però sicuramente fotografie bellissime

Lucignolo90  @  21/04/2013 01:03:42
   9 / 10
Gilliam riprese il 90% delle idee di questo film per l'esercito delle 12 scimmie. Immagini potentissime ed evocative in un grande cortometraggio romanzato dal B/N sfumato, tendente al grigio, cupo e senza speranza, come la sorte dei suoi protagonisti.

Orikum  @  09/04/2013 20:02:03
   9 / 10
Grande gioiello di Marker. Nostalgico, fosco e sublime.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR strange_river  @  18/03/2013 21:45:52
   9 / 10
Una voce narrante che scandisce un tempo che scorre a ritroso, immagini fisse rimandano ad un futuro che appare pietrificato dall'angoscia di un presente che, ineluttabile, avanza e si avvera.
Un bianco e nero che, poche volte come qui, è prima di tutto assenza di speranza.
Fatale.

Ciaby  @  13/12/2012 20:35:59
   10 / 10
Non l'avevo votato? Qualcuno mi fulmini!
Capolavoro assoluto, straripante di arte e sensazioni vivissime. Cupo, trasognato, surreale, in grado di ferire la carne e sconvolgere.
Imperdibile.

Tuonato  @  06/11/2012 17:40:49
   5½ / 10
"Photo-roman" più che vero e proprio film.
Onirico, ipnotico e apocalittico.
Ma anche, principalmente, didascalico noioso e sfiancante.
Avanguardia d'altri tempi.

Naitsirk  @  02/08/2012 10:27:28
   9 / 10
Uno dei cortometraggi più sbalorditivi e poetici che mi sono capitati di vedere. Regia originale con una trama apocalittica autentica e imitata , Marker realizza in trenta minuti un capolavoro.

gianfry  @  04/04/2011 17:48:05
   10 / 10
Un uomo
Un istante
Un'immagine
Un'ossessione

LA JETEE è un affascinante capolavoro: poetico e apocalittico,
Perfetto nel suo originalissimo stile narrativo e visivo, un'esperimento "cinefotografico" indimenticabile.

Avanguardia Pura!

rob.k  @  17/02/2011 20:45:48
   6 / 10
Difficilmente classificabile come film, è sostanzialmente una sequenza di foto in bianco e nero con voce narrante. Trama fantascientifica molto semplice (del resto il tempo è poco). Vale più l'aspetto fotografico che i contenuti, questi ultimi pur avendo ispirato altri film, non mi hanno entusiasmato più di tanto.

3 risposte al commento
Ultima risposta 20/02/2011 11.21.19
Visualizza / Rispondi al commento
Libss  @  28/03/2010 12:55:45
   9 / 10
Un capolavoro entusiasmante, che necessita di continue revisioni per comprendere appieno quell'atmosfera unica ed affascinante che lo permea

pinhead88  @  17/03/2010 16:12:41
   6½ / 10
La Jetèe è un corto affascinante e senza dubbio innovativo per l'epoca,ma assai tedioso nel suo didascalismo,come a volte anche nel susseguirsi delle immagini.sarà che le storielle sui viaggi nel tempo mi hanno sempre annoiato e non ho mai amato particolarmente questo tipo di fantascienza,ma mi pare anche abbastanza caotico nell'insieme.tuttavia non è da bocciare,l'atmosfera morbosa e apocalittica si sente.

DiReCtOr  @  22/10/2009 13:12:40
   8½ / 10
Assolutamente originale, fantastico e molto riflessivo.
L'ho rivisto da poco e mi ha dato le stesse emozioni della prima volta.
A mio parere è una delle più grandi riflessioni sul futuro ed il genere umano nella storia del cinema, così semplice e puro da sembrare reale.
Almeno una visione di questo cortometraggio ad immagini con soli pochi secondi di movimento (molto significativi) sono secondo me d'obbligo per un amante del cinema.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TheLegend  @  18/09/2009 03:57:04
   7 / 10
Cortometraggio degli anni '60 che ha ispirato il successivo film di Terry Gilliam "L'esercito delle dodici scimmie".
Non è un vero e proprio filmato ma una successione di immagini accampagnate da una voce narrante.
Molto visionario

bulldog  @  17/09/2009 23:48:05
   8 / 10
Un cortometraggio sperimentale di grandissima intensità questo di C.Marker.
Un fotoromanzo di immagini in bianco e nero con una voce fuori campo.
Apocalittico.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  01/09/2009 20:02:46
   9 / 10
Ritagli d’una apocalisse. Brandelli d’un diario che aggallano in un mare di disintegrazione. Schegge, frammenti, sedimenti di luce dal buio di covi post-nucleari.

Continua, in chiave di galleria fotografica, il discorso iniziato da “Hiroshima mon amour”. Come nel capolavoro di Resnais, alla sperimentazione stilistica, si unisce una riflessione angosciosa sull’attitudine autodistruttiva dell’uomo, e s’accosta, commentato da una voce fuoricampo, il grande tema proustiano della memoria, personale e collettiva.
In un pianeta senza più futuro, diviene coercitivo guardare unicamente al passato.

DarkRareMirko  @  30/08/2009 23:36:09
   10 / 10
Eccellente corto di Marker, ispiratore del buon 12 Monkeys di Gilliam.

Un fotoromanzo a tutti gli effetti (con voce narrante), esclusion fatta per un'immagine in cui una donna muove gli occhi; entrambi i sopraccitati lavori poi sono a loro volta debitori del capolavoro vertigo di Hitchcock; il cinema si parla tra sè e sè quindi.

Criptico da comprendere, ma se lo si guarda attentamente un suo senso ce l'ha; ce ne vorrebbero di più di opere del genere, davvero.

Ottimo il lavoro di montaggio.

Da recuperare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  08/07/2009 00:41:10
   9 / 10
La Jetee dovrebbe essere preso da esempio di come la forza di un singola immagine fissa possa avere una forza evocativa straordinaria. Questo cortometraggio, unico nel suo genere, è composto come un fotoromanzo di immagini fisse descritte da una voce narrante, ma invece che freddezza, trasmette una gamma gamma di emozioni che ti proietta dentro la storia, alla ricerca di un passato felice perduto, lontano da un presente fatto di sofferenze.

orwell00  @  24/05/2009 00:08:53
   9 / 10
Davvero notevole. Film che dotato di una forza rara veramente una sorpresa.
Lungimirante.

Geoff  @  06/02/2009 09:25:06
   9 / 10
...Appena finito di vederlo sono corso qui a commentare.
Quando ho letto 1962 come data di uscita , son rimasto scioccato.
capolavoro.
Non avevo idea che venisse da qui l'idea per(vedi spoiler)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

G-nomo  @  21/03/2008 11:15:40
   9 / 10
Non conoscevo questo "cortometraggio" sperimentale sul "viaggio nel tempo" fin quando me l'hanno fatto vedere per "studio". Affascinante in tutti i suoi aspetti. Non per tutti.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  29/05/2007 22:47:28
   8½ / 10
Ammetto di essere rimasto sorpreso quando dopo pochi minuti dall'inizio del film mi sono reso conto di trovarmi di fronte ad un fotoromanzo cinematografico in bianco e nero, ne avevo sentito parlare, ma credevo fosse un cortometraggio tradizionale, invece che sorpresa assistere ad un montaggio realizzato con una serie di immagini in successione, tipo diapositive, narrate da una voce fuori campo che mi hanno piacevolmente catturato per tutti i 28 minuti della durata del film.
La Jetèe non si può definire un film di fantascienza o almeno non nel senso tradizionale del termine, non ci sono astronavi, niente mostri, niente robot o alieni, niente effetti speciali, nulla.
Soltanto il fatto di essere ambientato in un ipotetico futuro post-guerra nucleare lo rende tale.
La storia si basa tutta sulla scena iniziale: la pista di atterraggio di un aeroporto, un bambino che guarda, insieme ai genitori, gli aerei, il volto di una donna, un uomo morto a terra.
Poi tutto un susseguirsi di immagini che portano al passato, poi al futuro per poi tornare al presente, come un anello temporale che infine chiude il cerchio e riporta il tutto al punto di partenza.

lukanoir  @  15/03/2007 14:26:36
   9 / 10
Non è propriamente un film, è una sperimentazione sapientissima di splendide immagini fisse bianche e nere, la voce fuori campo coinvolge e crea tensione, vi è amore, suggestioni, poesia, perdizioni, miseria umana intellettuale. Una parentesi ricercata nel cinema a patre, ottima storia per chi cerca quel alto ancora genuino dello strumento artistico cinematografico per raccontare storie. Immagini e parole che smovono qualcosa. Al dì la della "fantascienza" emerge il ricordo dell'infanzia (la spianata - Jetee) e l'amore innocente puro senza ricordi a fianco di una donna o del suo volto. Fantastico.

mister_snifff  @  30/06/2006 06:11:09
   10 / 10
E' una sorta di cortometraggio(?) fantascientifico fuori dai canoni comuni dell'epoca (nessun alieno con giganteschi occhi da insetto stroboscopici,
nessuna avventura nello spazio con astronavi frutto dell'ingegno umano), caratterizzato da immagini fisse con una coinvolgente voce narrante che incute timore e mistero. Marker si pone l'obiettivo di usare la fantascienza come strumento indagatore del nostro subconscio, ci fa notare che la nostra memoria muta e si evolve nel tempo, che costantemente effetuiamo una sorta di viaggio spazio-temporale interiore con lo scopo di rivisitare le nostre ossessioni o cercare di rimuovere i ricordi per noi più spiacevoli. Ebbene, è possibile sfruttare questa capacità per catapultarsi in realtà alternative modificare versioni passate presenti
e future della nostra società e di noi stessi?...Capolavoro

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento Lot  @  01/01/2006 20:44:09
   8 / 10
Fuggire al tempo è impossibile.
Splendido e asciutto foto-film di Chris Marker, poi dilatato oltremisura da Gilliam per le sue dodici scimmie.
In realtà è già tutto qui: le immagini, aiutate dalla voiceover (ma forse neanche servirebbe) colpiscono per intensità e carica onirica trascinandoci, pur per pochi minuti, in una storia ipnotica.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/07/2014 21.34.44
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001297 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net