la promessa regia di Sean Penn USA 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la promessa (2001)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA PROMESSA

Titolo Originale: THE PLEDGE

RegiaSean Penn

InterpretiJack Nicholson, Aaron Eckhart, Benicio del Toro, Helen Mirren, Robin Wright Penn, Vanessa Redgrave, Mickey Rourke, Sam Shepard, Patricia Clarkson

Durata: h 2.02
NazionalitàUSA 2001
Generedrammatico
Tratto dal libro "La promessa" di Friedrich Dürrenmatt
Al cinema nell'Ottobre 2001

•  Altri film di Sean Penn

Trama del film La promessa

Un crimine terribile. Una promessa di quelle che ti cambiano la vita. Il giorno del suo pensionamento, Jerry Black, ispettore di polizia, si attarda in ufficio per il party a sorpresa organizzato in suo onore. Quando si viene a sapere che è stato trovato il cadavere di una bambina di otto anni, davanti alla disperazione della madre Black farà la promessa di trovare l’assassino,costi quel che costi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,29 / 10 (98 voti)7,29Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La promessa, 98 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Chemako  @  18/04/2018 23:05:04
   7 / 10
Bel thriller...sui generis ma scorre liscio fino alla fine...

kafka62  @  28/02/2018 09:07:07
   7½ / 10
Il detective Jerry Black è un folle, un visionario, come la sequenza di chiusura del film e altre immagini qua e là lascerebbero supporre, oppure è l'unico che, perseverando a cercare un colpevole nonostante tutte le evidenze contrarie, ha compreso la verità? Il film non ce lo dice mai con chiarezza, al contrario mantiene aperte fino alla fine entrambe le ipotesi, e questa ambiguità, perseguita anche a costo di sacrificare le potenzialità "thrilling" della storia, è forse la sua caratteristica più ammirevole. "La promessa" è infatti un giallo per così dire metafisico, e l'anziano poliziotto in pensione interpretato da Jack Nicholson è un mistico solitario che, nella caparbia ricerca della salvezza (quella su cui all'inizio aveva giurato, davanti a un crocifisso fin troppo simbolico), rinuncia a tutta la sua vita precedente, alle sue abitudini, alle comode e tranquillizzanti certezze, per dedicarsi completamente alla sua missione. Ma, come ogni mistico, egli è anche un fanatico, un uomo disposto a subordinare tutto, persino gli affetti, al raggiungimento della verità. E se il reverendo che muore in automobile proprio mentre si sta recando all'appuntamento con la bambina, vanificando così la trappola tesagli dal detective, può effettivamente essere il mostro a lungo cercato, che il caso ha provveduto a togliere di mezzo prima dell'intervento della giustizia umana, a me piace pensare (anche a dispetto del romanzo di Durrenmatt da cui il film di Penn è tratto, il quale invece è assai meno ambiguo) che tutta la storia in fondo sia solo il parto di una mente ossessionata dall'incubo della purezza perduta. Convinto della giustezza della sua teoria, Jerry Black non fa infatti altro che andare alla ricerca di elementi che collimino con le sue deduzioni (il vestito rosso, i porcospini, la macchina nera), senza soffermarsi troppo sulla circostanza che i suoi indizi provengono dal disegno di una bambina di otto anni o dalle analogie di una foto scattata molti anni prima. Qui bisogna stabilire se credere al fiuto del detective o piuttosto alla fantasia di una personalità disturbata (tenendo presente che più di un elemento, dal colloquio con la psicologa ai pareri degli ex colleghi, farebbe propendere per la seconda), ma comunque la si voglia pensare lo scacco del protagonista alla fine è totale e irrimediabile. La macchina da presa ce lo consegna in un'ultima, terribile immagine, con lo sguardo perso nel vuoto, gesticolante come un ubriaco, nella stazione di servizio ormai abbandonata che appare come l'emblema della sua sconfitta.
"La promessa" non è un film facile, e a volte può addirittura sconcertare per l'obiettiva difficoltà di collocarlo in un genere narrativo ben definito, ma a giudicare da come riesce a mediare abilmente tra suspense ed esistenzialismo, tra l'esigenza, da una parte, di dare alle cose un senso compiuto e definitivo che ogni poliziesco che si rispetti deve avere e, dall'altra, l'intervento del caso che invece scompagina tutte le regole del genere ("requiem per il romanzo giallo" è non a caso il sottotitolo del romanzo di Durrenmatt), a giudicare da tutto ciò si può dire che Sean Penn riesca alla fine a vincere la sua sfida di trasportare in immagini l'originale letterario di partenza. Come altri attori della sua generazione passati dietro alla macchina da presa, Penn sa dirigere con classica scioltezza narrativa ed innegabile perizia tecnica, senza né dilettantismi né esibizionismi d'autore, ma nel solco ben riconoscibile della tradizione hollywoodiana, a parte una predilezione per i tempi rallentati e per l'introspezione analitica che è di chiara matrice europea. Su ogni altra considerazione cinematografica prevale però, nella visione del film, l'ammirazione per la splendida prova interpretativa di Jack Nicholson, un vero mostro di recitazione che, messi da parte gli istrionismi che lo avevano spesso contraddistinto in passato, ci restituisce con sobria intensità un ritratto indimenticabile, quello di un uomo il quale, in un mondo sempre più cinico e opportunista, porta la sua rettitudine morale fino alle estreme conseguenze dell'autodistruzione e della pazzia.

JOKER1926  @  23/01/2018 18:18:24
   7 / 10
Un film passato velocemente nei lidi della dimenticanza , è quello di Sean Penn, "La promessa".
Il prodotto americano pone le basi su una storia non banale; si tratta di un plot d'impatto. Un poliziotto , ormai in pensione, si occupa di un omicidio di una piccola bambina; i temi non possono non esser scottanti.

L'elaborazione del film è di quelle migliori; al di la di uno strepitoso (come sempre) Jack Nicholson , emerge un laborioso lavoro tecnico, fra inquadrature e simboli, che eleva perentoriamente "La promessa" .
Come detto, è la trama il primo pilastro del film, ma oltre ad una buonissima narrazione (non esente però da critiche) è anche la caratterizzazione del personaggio principale a salire in auge.
Il film ha un suo ritmo e un suo disegno ben preciso; è un prodotto classico della contemporaneità americana, ossia si tratta di una pellicola che si destreggia fra il drammatico e il thriller (statunitense) , però oltre i cliché, si dimostra all'altezza della situazione.
Il finale è veramente crudele e beffardo, una particolarità , insomma, fra le tante banalità che il cinema degli ultimi decenni offre indisturbatamente.

Dalla nostra analisi, "La promessa", sembrerebbe essere un film da 10 e lode; fin qui abbiamo palesato solo i pregi di questo dignitosissimo prodotto, però, nel corpus della visione, emergono dei nei non trascurabili.
Il primo grande problema dell'opera di Penn è quello della durata. Almeno una ventina di minuti potevano essere tagliati, nonostante un buon ritmo, alle volte, il film rallenta risultando esser un po' troppo elefantiaco.
Al di la di questa parziale lentezza (e momenti morti), il film è strutturato su una trama/sceneggiatura poco credibile; dopo il bell'inizio, la dinamica della storia si coniuga con episodi ad incastro veramente poco probabili. La fase di investigazione è un gioco di incastri troppo pacchiano anche per uno spettatore medio e poco svezzato.

Detto ciò, "La promessa" merita di esser rispolverato, sono passati quasi 20 anni dall'uscita nelle sale; oggi è difficile sentir parlare ancora di questo prodotto, secondo noi vale molto la visione. Soprattutto per i simboli, l'atmosfera e alcune sequenze argute.

canepazzotanner  @  13/10/2016 17:36:43
   6 / 10
Ha causa di qualche commento che lo paragonava a un grande film come Prisoners mi sono avvicinato a questa pellicola con delle aspettative troppo elevate.
Detto questo, il film dopo un inizio abbastanza promettente si e rivelata una delusione, non tanto da meritarsi un insufficienza ma abbastanza per farmelo etichettare come insoddisfacente.
Manca completamente il background del protagonista e l'evoluzione che lo stesso compie durante il film non è credibile. Anche il finale mi ha lasciato un po di amaro in bocca

TheLory  @  20/03/2015 20:10:26
   5 / 10
Media scandalosamente alta per un thriller davvero noioso e pure tirato per le lunghe!

Federico  @  01/03/2015 10:54:08
   7 / 10
thriller carino con un finale originale

ZanoDenis  @  23/08/2014 13:00:29
   7 / 10
Bel poliziesco con molte sfumature drammatiche, l'intreccio mi è piaciuto molto e decisamente anche il finale, molto sul pessimistico, un po di meno ho gradito le parti drammatiche con melensità gratuite e delle scene d'amore che dir forzate è poco. Bene il cast, sopra tutti come sempre Nicholson che si conferma uno dei miei attori preferiti.

david briar  @  15/04/2014 13:04:58
   7 / 10
Un buon thriller psicologico con i pregi e difetti tipici di Penn regista,che avevo già notato e criticato in "Into the wild".

Fortunatamente in questo caso i problemi sono meno evidenti e più perdonabili.Penn esagera con le inquadrature veloci di oggetti e situazioni,che all'inizio funzionano ma alla lunga stancano,in quanto ribadiscono in modo ridondante le ossessioni del protagonista,che invece sono comprensibili perfettamente fin dall'inizio , non c'era nessun bisogno di insistere così tanto su quel punto.Non convincono neanche le inquadrature sugli ambienti,un po troppo costruite.In genere non mi piace per niente la sua regia,ma Penn offre comunque qualcosa di buono,come la scena riguardante la promessa e gli ultimi minuti.

Il cast è pieno di grandi nomi in piccoli ruoli che si ricordano,è uno dei punti di forza del film, da un maggiore coinvolgimento.Fra gli ottimi Benicio Del Toro,Sam Shepard,Vanessa Redgrave,Patricia Clarkson spicca un immenso Mickey Rourke capace di lasciare il segno in pochissimo tempo.E se la performance di Nicholson conferma che è eccelso anche in ruoli più composti,Eckhart e la Penn confermano il loro talento in due personaggi di certo non entusiasmanti.

Detto questo,la sceneggiatura nel complesso fa il suo dovere(si vede che non l'ha scritta Penn)e da una buona caratterizzazione del protagonista,esprimendo le difficoltà e le incomprensioni della vecchiaia, e riflettendo sul caso nell'ottimo finale.Purtroppo il film è troppo lungo con alcun e svolte veramente forzate e lungaggini futili.

In conclusione,"La promessa" è un film discreto che discute con interesse i suoi temi,nonostante una certa lentezza a tratti quasi presuntuosa e fastidiosa.Penso sia il miglior lavoro di Penn regista..

genki91  @  21/02/2014 02:08:16
   7½ / 10
Non tutto è semplice come lo si vede, non tutto è complicato come lo si immagina.
Una storia di sconfitte e convinzioni, di interpretazioni sbagliate, di scelte avventate, di ragionamenti poco lucidi e precipitosi.
Ne esce un bel thriller retto da un bel cast.
Buono.

Lory_noir  @  19/09/2013 02:09:25
   6½ / 10
Thriller abbastanza godibile ma che non eccelle. La fine è originale ma un po' deludente.

Paolo70  @  29/06/2013 22:12:38
   7 / 10
Thriller scorrevole. Bravo Nicholson. Finale soggettivo da interpretare (personalmente ho un'idea che penso il regista abbia voluto trasmettere).

Invia una mail all'autore del commento AxelFoley  @  23/05/2013 17:24:37
   7 / 10
A tirar le somme si può dire che è un film un pò lento ma che nella sua lentezza lo si apprezza per la fotografia e per le ottime prove di Nicholson e degli altri attori (bravissimi Mickey Rourke e Benicio del Toro anche se si vedono per poco);
La trama scorre liscia solo che Sean Penn la contorce un pò nel finale, e al momento conclusivo lascia un pò con l'amaro in bocca, ma a freddo è un finale innovativo e cmq chiaro:

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  21/05/2013 20:55:27
   6½ / 10
Difficile commentare una pellicola-thriller dove c'è una bella interpretazione di Jack Nicholson, una buona regia e buona fotografia di Sean Penn, una trama che seppur lenta fa tenere alto l'interesse e la curiosità, un finale che secondo me è a dir poco "incollato" a forza. La pazzia di Nicholson, seppur ben recitata alla fine, non entusiasma come finale di un thriller da cui ci si aspettava ben altre spiegazioni. Peccato.

Piu che sufficiente. 6 1/2

JB488  @  03/02/2013 08:17:03
   9 / 10
piu guardo questo film e piu lo reputo perfetto nella sua imperfezione.... questa è poesia pura.... ma dove sono i premi ??

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  08/01/2013 00:11:03
   7 / 10
Validissimo esempio dove il genere cinematografico è messo a servizio di un film d'autore.
La scomposizione dei canoni classici del thriller e la riproposizione, in un'ottica realistica e psicologica di una detective story che va vista fino alla fine prima di esprimerne un giudizio.

Superlativo Nicholson che pur avendo nella sua filmografia titoli che hanno fatto la storia del cinema, in questo "la Promessa", sebbene film dimenticato, regala la sua migliore interpretazione dopo Shining.

deliver  @  06/12/2012 09:50:10
   6½ / 10
Pellicola per certi aspetti generosamente sopravvalutata.

L'idea in sè e cioè l'idea di Durrenmatt, dal cui libro il filmè tratto, è grandiosa.
Ma facendo un piccolo paragone: il lavoro di Penn ne esce acciaccato.
Bravi gli attori Nicholson compreso, ma è la gestione dei tempi che non funziona.
Rispetto all'originale di carta, Penn cambia qualcosa, ma soprattutto abbrevia.
Cose che verosimilmente avrebbero bisogno di accadere con più dilatazione di tempo, accadono invece troppo velocemente, come se si seguisse una scaletta degli eventi già "scritta". La follia che per esempio colpirà il protagonista, arriva troppo improvvisamente per non sembrare una vera forzatura più che un'evoluzione plausibile.
Insomma, per i dettagli tecnici La Promessa funziona, ma la rielaborazione del soggetto poteva e doveva essere condotta meglio.
Penn, a parere mio, ha fatto molto meglio con 3 Giorni per la verità -che considero fino adesso il suo capolavoro.

BlueBlaster  @  07/08/2012 17:22:59
   7½ / 10
Un thriller molto ma molto forte...alla fine non si capisce molto bene il tutto ma ti tiene incollato allo schermo ed è girato maledettamente bene!

rockyeye  @  24/02/2012 19:53:35
   8½ / 10
Stupendo thriller diretto in maniera impeccabile da Sean Penn e interpretato da
un inspiratissimo Jack Nicholson. Davvero "gelide" le atmosfere di questo film.
Spettacolare il cameo di Mickey Rourke.....davvero intenso...

eldar86  @  08/01/2012 19:55:06
   7½ / 10
Film bello e coinvolgente, non ha ritmi serratissimi ma passa da thriller a introspettivo con molta efficacia. Recitazioni magistrali e l'odore di una realtà molto amara, ma anche molto "reale".
Un aspetto non considerato dalla recensione e invece molto importante a mio avviso è il tema dell'ossessione. Infatti è il personaggio di Nicholson che va verso l'auto distruzione nonostante (come consigliato dalla terapista) in un momento del film lui avesse ottenuto un suo equilibrio e ricostruito la sua vita dopo il suo lavoro. Ma è lui che rischia la vita della bambina a cui voleva bene e distrugge di conseguenza la stima della madre che lo amava.

gemellino86  @  08/01/2012 09:14:01
   7 / 10
Buon thriller con un discreto svolgimento della storia. Apprezzabile la trama e sempre ottima la prova di Nicholson. Consigliato.

Crazymo  @  08/01/2012 01:51:53
   8½ / 10
Grandissimo film di Sean Penn, con un magistrale Jack Nicholson, immerso perfettamente nelle bellissime ambientazioni. Non a tutti potrebbe piacere il finale "non esattamente" lieto fine...
Avvincente.

kako  @  09/10/2011 16:57:42
   7½ / 10
molto buona prova del Penn regista che ci presenta un film atipico e introspettivo sorretto dal grande Nicholson, ma tutto il cast offre una buona prestazione, ho apprezzato molto la piccola parte di Benicio Del Toro. Finale tanto bello quanto amaro

lukef  @  04/10/2011 22:24:48
   8 / 10
Finalmente Sean Penn, nei panni di regista si intende, riesce ad uscire dalla schiavitù dei luoghi comuni. Non ce l'aveva affatto fatta in "lupo solitario", non ce la farà (del tutto) in "into the wild", ce la fa ora. Ottima regia, ottima sceneggiatura, ottima colonna sonora, inarrivabile come sempre Jack Nicholson.

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  07/09/2011 23:47:45
   7 / 10
Sean Penn,per l'occasione solo regista,dirige un poliziesco cupo e angosciante,affidato a un grande Nicholson.Un bell'esempio di cinema d'autore

Clint Eastwood  @  24/11/2010 13:25:49
   7½ / 10
Raramente s'inciampa in un thriller/drammatico come questo : teso, incisivo e ben interpretato. Penn firma la sua regia più personale/originale e Nicholson offre una delle sue migliori performance.

"Ho fatto una promessa Eric e tu hai l'età giusta per ricordarti cosa significa." 7.5/8

Gruppo COLLABORATORI paul  @  21/11/2010 18:48:36
   8½ / 10
Friedric Durenmat ; Sean Penn ; Jack Nicholson.

Con tali aspettative il film avrebbe potuto deludere enormemente. Ed invece Penn riesce a trasformare il Nevada in una Svizzera statunitense, cercando di regalare allo spettatore la stessa atmosfera onirica che si respira nel romanzo dello scrittore zurighese.

In bilico perciò tra sogno e realismo (dettato da una fotografia eccellente e freddo documentaristica) il film scorre con ritmo espressionista europeo e action-americano.

Ciliegina sulla torta il grande Jack Nicholson, a mio avviso qui in una delle prove maggiori della sua carriera.

elmoro87  @  12/10/2010 18:15:20
   6½ / 10
Cinicissimo film di Sean Penn, con un sempre ottimo Nicholson, che seppur tenendo il ritmo del film al minimo, non mi ha annoiato un secondo, anzi mi ha trasportato nella mente e nella psicologia del protagonista... Sensazionale finale che brilla per originalità e per lo spiazzamento che provoca! Bello!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  04/10/2010 15:29:58
   9 / 10
Il miglior film di Sean Penn regista. Ingiustamente sottovalutato, è un'ottimo thriller psicologico e complesso come non se ne vedevano da tempo, di quelli che devi rivederti più volte per capirli fino in fondo. Un Penn ispirato accetta di dirigere una storia macabra e sconvolgente, confeziona un prodotto tecnicamente accurato ed ineccepibile (eccellente la fotografia, fredda e distaccata), non cerca mai la soluzione facile (anzi, sorprende sempre di più con l'avanzare della storia, soprattutto nel mitico finale, tutto tranne che prevedibile) e costruisce con maestria dei personaggi reali, ambigui e pieni di sfacettature. Un thriller allucinante, cattivo ed intrigante dall'inizio alla fine, con un Jack Nicholson imperatore assoluto (ma c'è un film in cui abbia recitato male?) e un cast di contorno semplicemente superlativo (Robin Wright Penn, Del Toro e il colossale Rourke in primis). Da vedere nella maniera più assoluta. Questo è cinema!

guidox  @  19/09/2010 17:24:49
   7½ / 10
per me è un film difficile da giudicare, visto che mi è piaciuto, che in alcuni punti l'ho trovato semplicemente perfetto, che il finale è veramente un flash, che Nicholson è sui suoi standard dei giorni migliori, ma...
...ma c'è qualcosa che mi frena nel dargli un voto più alto.
contribuisce certamente l'eccessiva lentezza in alcune parti che spezza un po' troppo il ritmo e alla fine, viste le due ore di film, poteva certamente essere limata.
probabilmente però il problema sta nella regia più in generale, perchè quando ti trovi davanti ad un film del genere, di solito scatta una molla che non ti spieghi, che te lo fa classificare fra i capolavori.
questa molla semplicemente, a me non è scattata.

fabrix  @  25/05/2010 18:43:32
   9½ / 10
un film forse semplice ma concretamente bello!!

dagon  @  13/05/2010 23:21:43
   8 / 10
Un film dal ritmo "placido", completamente intriso di cinismo esistenziale. La morale del film è semplicemente agghiacciante e, al contempo, molto realistica.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Bella fotografia di Chris MEnges ed ottima interpretazione di Nicholson che, finalmente, non gigioneggia.

ste 10  @  13/05/2010 01:25:54
   8½ / 10
Film coinvolgente fino alla fine; sempre fantastico Jack Nicholson

Fita8589  @  12/04/2010 17:26:50
   6½ / 10
bravo come sempre Nicholson, bel soggetto ma il film è insopportabilmente lento!

Risa  @  27/03/2010 19:49:23
   8 / 10
Grandissimo questo film di Sean Penn, con un mai deludente Jack Nicholson e una storia molto appassionante. C'è poco da commentare sulla bravura dell'attore protagonista di questo film; è risaputa da tempo.
Da vedere assolutamente.

topsecret  @  05/01/2010 17:47:01
   7 / 10
Buon film di livello, forse dotato di un ritmo altalenante ma capace di coinvolgere per merito di una storia interessante e ben strutturata. Un ottimo cast, spicca la prova di Jack Nicholson, una buona regia quella di Sean Penn che dimostra di saperci fare anche dietro la macchina da presa ed un finale alquanto anomalo che però non lascia interdetti e colpisce per originalità ed efficacia.
Un buon thriller che si merita una visione.

FIO__93  @  20/06/2009 19:17:04
   6½ / 10
Allora..in generale il film mi è abbastanza piaciuto ma..forse in certi punti è risultato trp lento e x me il fatto della promessa è un pò impostato male xk dopo il fim perde il senso fino a un finale inaspettato ke a mio punto di vista non ci stava.

Mi ha un po deluso Sean Penn, ho visto questo film perkè alcune persone lo avevano descritto come il capolavoro di Sean Penn e reputato superiore a "Into the Wild"..NON è assolutamente vero..

Cmq grande intrerpretazione di jack Nicholson.

LEMING  @  21/05/2009 09:17:15
   7 / 10
Certo un film molto particolare, con strane atmosfere, allo stesso tempo malate e magiche, Nicholson al solito bravissimo (ormai non serve neanche più scriverlo), il finale è stranissimo per un film del genere, e lascia leggermente perplessi. Certo che i film diretti da Sean Penn sono tutti un po strani ed eterei.
Lemming

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  20/05/2009 13:40:39
   8 / 10
Sembra che l'ultimo giorno di lavoro di un tutore della legge porti fortuna nel panorama cinematografico americano: già da quel capolavoro che è "Mezzogiorno di fuoco", con un Cooper costretto a fare i conti con la gente che ha protetto per un'intera vita; poi con "Un giorno di ordinaria follia" dove il vecchio Duvall assisterà alla pazzia di un Douglas perfettamente in parte per uno dei pochi film ben fatti di Schumacher; ed infine questo "La promessa" dove il mostro sacro Nicholson si presterà ad una analisi accuratissima dell'uomo e della sua debolezza.

Sono certo nell'affermare che questo sia il gran bel film di Penn, e non "Into the wild": travestito da thriller ci si accorgerà con il passare dei minuti che si sta assistendo ad una critica profonda al sistema poliziesco americano, ad una bellissima introspezione di un personaggio alla ricerca di espiazione e ad una natura che fa da sfondo per il riscatto di un'intera vita.
Jack "Torrance" è magnifico sia come uomo più buono dell'universo sia nei minuti finali,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER In più un cast di prim'ordine con tantissimi camei di serie A (Del Toro, Helen Mirren, Rourke e il lynchano Stanton).
Stoccata finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Aliena  @  02/04/2009 13:29:53
   7 / 10
ero convinta di aver già votato questo film quando lo vidi, un anno fa
evidentemente o non mi senti pronta a digerirlo in parole oppure me ne scordai
che è probabile
infatti ricordavo di averlo visto, ma quasi nulla della trama
mi son dovuta rivedere il trailer, the pledge (end) e il mickey rourke's cameo su youtube
e maledizione a quel macellaio di sensibilità che è sean penn HO RICORDATO LA PROMESSA
(o perlomeno rivedendo il finale mi son ricordata come mi aveva fatto dispiacere in lagrime)

la storia -tanto è vero che l'ho facilmente dimenticata- sembra una delle tante puntate di csi di 2ore
ma questo non è un difetto,
(almeno per me che ero un amante del telefilm from las vegas sin dall'iniziale uscita su tele+ quando ancora ero giovane e bella e sedicenne)
anzi forse in un film un po' difetto è il film
non so, non mi ha totalmente convinta e visto che -apparte gli spezzoni di youtube- non ho ricordi così definiti non saprei nemmeno cosa criticare e cosa elogiare
ah si
una cosa
jack è sempre jack, grande attore
però è un attore con una maschera ben definita
che personalmente trovo poco azzeccata per ilbravo ed onesto poliziotto in pensione che si prende a cuore le sorti di una promessa

mh sono confusa
non lo rivedrei
però non era male male
massì
odio sean penn

the saint  @  12/12/2008 23:54:39
   6½ / 10
vabbè innanzitutto 1 punto e mezzo qui va alla recitazione di nickolson (veramente bravo) , la storia è accettabile, uno stile poliziesco dove la tensione si tiene alta fino alla fine!
un finale poi atipico!
sean penn non voleva fare un finale con la solita americanata immagino....
ma qulacuno mi può spiegare il senso???

goodwolf  @  05/12/2008 16:50:58
   6½ / 10
Ho trovato il film abbastanza lento, abbastanza scontato e con alcune interpretazioni rivedibili (Benicio del toro, per esempio, e poi,perchè chiamare Jack Nicholson per un ruolo così canonico ? E' sprecato.) Il film si risolleva nella seconda parte e per questo merita la sufficienza. Mezzo voto in più per il finale.

hellknight2  @  05/12/2008 16:17:54
   9 / 10
Un grandissimo film. Non guardatelo se cercate il solito thriller. Jack Nicholson è sempre molto bravo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Dexter '86  @  05/12/2008 15:30:40
   8½ / 10
Un giallo-thriller psicologico molto atipico, con un sempre grande Jack NIcholson nell'insolito ruolo di poliziotto. A me è piaciuta molto l'atmosfera creata da Sean Penn e la storia è molto interessante (anche se ovviamente qui i meriti vanno all'autore del romanzo).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DarkRareMirko  @  22/11/2008 00:43:25
   9 / 10
Magnifico film di Penn, altro grande regista/attore.

Il film può contare poi su di un cast a dir poco stellare (comprendente anche uno strano e, come al solito, superbo Mickey Rourke,), tra cui spicca ovviamente il solito grande ed inimitabile Nicholson (che, come Al Pacino, non si è quasi mai buttato via riguardo alla scelta dei film da interpretare come certe volte ha fatto De Niro invece, questo c'è assolutamente da dirlo imho) e si tratta di un lungometraggio che si concentra molto sulle scenografie, qui prettamente naturalistiche ed evocative; questo tema verrà poi successivamente estremizzato anche nell'altrettanto ottimo Into the wild.

Ottima regia, ottima sceneggiatura non originale, ottimo film.

Straconsigliato.

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  30/05/2008 16:59:34
   9 / 10
Eccellente lavoro, entusiasmante film che nonostante la tipologia atipica stupisce e tiene alta l'attenzione. Grande Jack, formidabile interpretazione (nelle sue corde) e regia perfetta. Non ho letto il romanzo da cui è tratto quindi non posso fare paragoni.

Alex2782  @  30/05/2008 16:55:09
   5 / 10
all'inizio prometteva di più, invece poi è piombata una certa lentezza che ha tolto l'entusiasmo iniziale. il libro sicuramente deve essere stato meglio del film. se non fosse stato per il finale poteva avere anche 3 il film!

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  23/05/2008 20:38:00
   8 / 10
Non amo molto i paragoni, ma qui è inevitabile il raffronto fra il bel film di Penn e lo straordinario, il superbo, impareggiabile racconto di Durrenmatt.
Non mi aspettavo di certo una pellicola all'altezza di quello che io ritengo uno dei vertici inarrivabili della letteratura novecentesca, e di certo ha soddisfatto in parte le mie speranze, però siamo lontani da quello che poteva venir fuori con un testo così...
In ordine: il film è Jack Nicholson. e Penn fatica a stargli dietro, si ritaglia piccoli spazi di regia che poco si addicono al tono razionalmente e scientificamente disperato, tragico della storia: paesaggi idilliaci, scene fastidiosamente "americane" (il detective che pesca felice), storia d'amore assolutamente fuori luogo, alcuni interventi sulla sceneggiatura che, a mio parere, non rendono al meglio il concetto alla base del film.
Mentre FD riserva molto spazio alla degenerazione esistenziale del detective, Penn relega questa dolente dimensione a due scene che fungono quasi come iperbato a cornice in una storia che in sostanza si riduce a una bellissima e anticonvenzionale vicenda noir-drammatica di sapore plasticoamericaneggiante.
Ma sappiamo tutti che "La Promessa" è molto di più...la destrutturazione del giallo come genere letterario, una riflessione sconvolgente sul valore del dogma e sulla deontologia etica dell'Uomo nella relazione con i suoi simili.

zioFranz  @  12/05/2008 19:29:17
   4 / 10
Già Jack Nicholson versione sbirro è poco credibile, per non parlare di Benicio del Toro e Mikey Rourke che in due accumulano qualcosa come cinque minuti di film. La trama è piatta e piuttosto lenta, ti lascia giusto qualcosa il finale ma di sicuro non è un film da rivedere. un paio di punti in più vanno al buon Jack sempre eccezionale seppur limitato da una parte che nn gli si addice molto.

Verot  @  03/03/2008 13:07:33
   6 / 10
scusate, ma non concordo per niente con alcuni commenti.
mi sembra quasi che alcuni siano partiti col presupposto che l'opera sia frutto della fantasia (e genialità) di Sean Penn! Ma scherziamo!

L'intero intreccio, gli intrighi psicologici, l'intera storia è frutto di Dürrenmatt.
È a lui che dovrebbe andare l'elogio.

E a Sean Penn si possono solo fare i complimenti per non aver storpiato troppo l'opera originaria. Un adattamento cinematografico solo discretamente riuscito secondo me.

Io il film non lo riguarderò... (secondo me non vale la pena vederlo)

La storia cmq rimane geniale... come il suo creatore. Dürrenmatt.

PS: scusate se faccio tanto il polemico ma Dürrenmatt è uno dei grandi geni letterari svizzeri e mi duole il cuore vedere come alcuni elogiano le persone sbagliate. =) grazie ciao ciao


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  24/02/2008 16:52:14
   8 / 10
in un contorno naturalistico che riproporrà come vero protagonista in into the wild, penn articola il viale del tramonto di un poliziotto, un uomo in cerca del riscatto per la sua anima e la sua vita, labilmente ancorate ad una promessa che lo divorerà come un cancro dall'interno.
weiriano nella costruzione di un climax senza picchi concreti.

Shallow  @  23/02/2008 00:55:35
   8 / 10
Questa non è una caccia all'assassino è molto di più. Jerry Black non ha più nulla da chiedere alla vita e la sua unica ancora di salvezza (se cosi la possiamo definire) sarà la promessa fatta ad una madre in lacrime.
Non aspettatevi inseguimenti o la solita caccia agli indizi è un film lento, dove il padrone della macchina da presa è Jack Nicholson.

Bella prova anche di Benicio del Toro, anche se la sua parte è minima.

ForrestGump88  @  11/02/2008 23:53:01
   7½ / 10
Come sempre un grande Jack Nicholson che ha dato l'ennesima prova di essere un maestro nei personaggi basati specialmente sul lato psicologico, in questo caso una promessa che Jerry non può non rispettare e che lo costringerà a perdere molto...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mikland83  @  24/01/2008 08:48:48
   8½ / 10
Un thriller fatto veramente bene, Sean Penn nei panni del regista ha fatto un lavoro splendido.Ma quasi tutti i meriti vanno allo straordinario Jack Nicholson che ancora una volta riesce ad incantare con la sua interpretazione.
La trama nella sua globalità è ottima e ottimamente costruita. L'unica pecca è che il film a tratti risulta molto lento.Però è poca cosa globalmente parlando.
Che dire del finale.....Assolutamente scioccante, lascia di stucco.
Assolutamente da vedere!!!

testadilatta  @  18/12/2007 12:57:44
   10 / 10
Assolutamente splendido.
La regia di Penn è superba e riesce a creare un atmosfera e un incastro di personaggi con le loro emozioni veramente di grande effetto.
Bravissimi tutti gli attori: grandissimo Tom Noonan (l'assassino in MANHUNTER);
Nicholson è venuto dallo spazio, non è un terrestre.
Secondo me un film perfetto, un capolavoro che riesce a tenere la tensione fino alla fine.
Da applausi la scena dell'appostamento finale con un senso di attesa e sconforto disarmanti.
Poi la scena finale, secondo me, è l'ultimo perfetto tassello di questo CULT.

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/12/2007 09.57.19
Visualizza / Rispondi al commento
vitocortesi  @  09/12/2007 12:00:46
   8 / 10
Sarebbe un film anche da 9 ma sono rimasto molto deluso dal finale.
E' pur vero che un finale diverso sarebbe stato scontato.

aleee  @  14/11/2007 19:28:58
   7½ / 10
un ottimo film secondo me anke se penso che il film sembra spaccati in 2 film quasi separati...il finale è a sorpresa e questo mi ha fatto piacere anke se forse lascia un po l'amaro in bocca;
splendido come sempre jack

Attila 2  @  07/11/2007 18:47:56
   5 / 10
Sconvolgente per come mi aspettavo finisse il film.Tutto meno che finisse in quel modo. Ma per il resto,a tratti,lentissimo nel suo svolgimento.Molte cose si potevano evitare e invece diventa un polpettone dove,a un certo punto,sembra che della "promessa" iniziale ci si sia dimenticati e si sia virato verso la storia d'amore tra il vecchio benefattore e la giovane madre con un marito violento.Il finale riporta il film sui suoi binari e lascia a bocca aperta ma e' come se mancasse qualcosa.

John Carpenter  @  30/10/2007 18:45:51
   6½ / 10
La storia non è un granchè, lo svolgimento è molto lento.
Un film affascinante, che attira, però non ti coinvolge mai appieno.
Comunque regia di Sean Penn buona, e ottima l'interpretazione di Jack Nicholson.
Il finale ha diviso i pareri, devo dire che mi ha lasciato all'inizio perplesso, ma alla fine mi è piaciuto tantissimo, ci sono rimasto veramente male, un finale diverso dai soliti che si vedono, particolare, strano, ma inquietante, mi ha lasciato un senso di disperazione.
Oltre al finale, un bel voto in più alla corsa in macchina di Jack Nicholson che mi ha fatto rivoltare dalle risate.

John.

margò  @  01/10/2007 20:18:00
   7½ / 10
Cast davvero notevole (anche per i piccoli ruoli) per questa bella regia di Sean Penn. L'unica pecca è la sceneggiatura, molto "americana" (con la love story inesistente nel libro): peccato! Il film è tratto da un libro notevole di sole 150 pagine e magistralmente architettato dal commediografo Durrenmatt che vi aggiunge un sottotitolo che spiega a pieno il finale <Un requiem per il romanzo giallo> Consiglio comunque,più la lettura che la visione.

nonex83  @  21/08/2007 11:35:57
   4 / 10
Ben costruita la prima scena; finale sicuramente "diverso" per un film con un'impronta fortemente americana. Ma troppe scene e momenti contaminati dall'eccesso american-hollyoodiano (mille piagnistei che sfociano nel patetico, trama veramente fantasiosa-assurda, rally tra vacche e fili spinati...)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mainoz  @  14/07/2007 01:46:21
   5½ / 10
noioso in + punti, piatto con un finale insolito (impossibile prevederlo) che mi ha lasciato perplesso. grandi nelle piccole parti sia Del Toro che Rourke. Carina la colonna sonora e l'evolversi della pazzia del protagonista, ma per il resto non mi ha entusiasmato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento agentediviaggi  @  29/06/2007 08:58:18
   7 / 10
Tratto dall'omonimo racconto del mai troppo lodato Durrenmatt La Promessa è un film lento, naturalistico, dove si vede la fatalità trionfare sul buon senso e sulla razionalità. Notevole Nicholson in un ruolo abbastanza insolito per lui, sufficiente l'interpretazione della moglie di Penn. Ho trovato anche io stucchevole la storia d'amore mentre giustamente amaro è il finale, come non potrebbe essere altrimenti considerando chi è l'autore del libro.
Ha qualcosa in comune con Mystic River se pensiamo a come il fato gioca colla vita delle persone lasciando un senso di vuoto e di ingiustizia incolmabili.

FRENZ83  @  06/06/2007 12:31:08
   6 / 10
le premesse per un gran bel film c'erano tutte pero' poi alal fine nn ne son rimasto molto convinto...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  11/04/2007 12:20:08
   6½ / 10
Tratto dal bellissimo libro di Durrenmatt,"La Promessa"e'una pellicola riuscita solo in parte:didascalico all'inizio,irrisolto verso in finale,con un facile risvolto sentimentale che non riesce a rendere appieno l'incandescenza della materia.Penn cmq dietro la cinepresa non ha paura di osare,muovendosi con lentezza ai limiti della tragedia senza affondarci,con un cast davvero splendido e un Jack Nicholson trattenuto e dolente come non mai.

Angle  @  26/03/2007 16:20:13
   7 / 10
Un bel sette pieno per questo film a mio avviso ottimamente architettato. Bene anche Nicholson(come spesso succede), ma nel complesso la storia non mi ha coinvolto a sufficienza per poterlo valutare più generosamente.
Rimane comunque un film davvero consigliabile.

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  26/03/2007 16:15:25
   8 / 10
Ottimo film lontano dalle solite storie hollywoodiane.

Constantine  @  06/03/2007 12:49:15
   7 / 10
Ottimo film di Penn che dietro la macchina da presa avevo già apprezzato in "Lupo Solitario", qui è spalleggiato anche da un grande cast dove Nicholson è soltanto il mattatore. La sceneggiatura e la regia concentrano l'attenzione sui personaggi, o meglio sul personaggio, scandagliandolo e approfondendolo anche a discpaito della storia stessa. Qui intervengono gli altri bravissimi interpreti per caratterizzare questa sorta di comprimari: Grande Rourke con un due o tre minuti soltanto d'applauso, bravo Del Toro che ormai i registi decidono di utilizzare col contagocce, ottimo Noonan e non male nemmeno la Mirren. La colonna sonora aggiunge qualora ce ne fosse stato bisogno altra drammatica malinconia al racconto, che non è nient'altro che una storia, narrata nel migliore dei modi. Difficile infatti classificare il tutto sotto un genere distinto. Sul finale ho qualche perplessità, non per come sia stato scritto e girato, ma magari dopo così tante premesse credo che lo spettatore sia abilitato ad aspettarsi qualcosa in più; anche se a me cos' com'è ha garbato abbastanza.

TART  @  02/02/2007 19:41:08
   7½ / 10
Peccato perchè avevo grandi aspettative e volevo un capolavoro.
Peccato per un cast eccezionale, un Penn in nuove vesti ma comunque un grande.
Peccato non per il finale che a me è piaciuto, perchè questa è la vita secondo Penn, può essere crudele ma è così, gli happyend secondo me sono per gli spettatori meno esigenti.
Penn vuole dare la sua visione della vita, sì pessimista ma comunque la sua visione, la sua realtà, ciò che pensa della vita, una fregatura, comunque è leale verso lo spettatore, quando poteva invece ripiegare su un più bell'happyend e accaparrarsi tanti consensi ha invece deciso di essere sincero con sè e con lo spettatore. Io penso che sia così altrimenti non si sarebbe messo in discussione in un'avventura che poteva solo intaccare la sua immagine, se non per raccontarsi, per descriversi. Magari mi sbaglio.
Però peccato perchè la storia non è granchè, o meglio, non è da capolavoro, anche se l'idea poteva essere interessante, anzi è interessante, anche notevolmente misteriosa e appassionante ma l'ho trovata poco coinvolgente. Proprio per questo il film rimane un pò lento agli occhi dello spettatore, che rimane sempre molto al di fuori della storia, anche se gradevole.
Nonostante ciò il mio giudizio è positivissimo, Penn dietro la macchina da presa mi ha fatto una grande impressione e Jack Nicholson neanche a dirlo un gigante della recitazione.
Un film che vale certamente la pena di vederlo soprattutto per gli amanti di Sean Penn.

Vivamente consigliato

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  24/11/2006 17:50:03
   4½ / 10
in effetti il finale è particolare e vedo che ha diviso la critica pero a me non ha convinto...mi aspettavo un po piu di tensione dopo che per due ore la vicenda risulta poco scorrevole e a tratti monotona...e non possiamo parlare nemmeno di novita dal punto di vista sceneggiativo...
salvo una regia discreta e il solito bravissimo jack!

lupin 3  @  24/11/2006 12:30:02
   7½ / 10
Buon film, bravo Jack Nicholson...
Davvero bello il finale!

sweetyy  @  24/11/2006 12:18:35
   7 / 10
Bel film!
Leggendo la trama sembra di trovarsi di fronte al solito film poliziesco invece non è così.. Insomma se cercate inseguimenti e sparatorie non guardatelo.
Seppur piccola mi è piaciuta molto la parte di Benicio del Toro.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR matteo200486  @  11/09/2006 00:34:15
   8 / 10
...come piaciono a me: psicologico e articolato. Un film che nn ti lascia indifferente... Un film che ti attiva a livello emozionale e cerca di movimentare quell'affare che si trova nella scatola cranica, cosa che nn avviene x tutti i film... Nicholson è proprio bravo, Benicio Del Toro irriconoscibile e bravo... Penn dimostra di essere molto capace nn solo come attore ma anche come regista...
Sceneggiatura ben congeniata, fotografia molto buona con ambienti e paesaggi sicuramente belli... L'unica pecca è che è un pò lento in alcuni punti, ma comunque ne consiglio la visione...

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  21/08/2006 18:18:31
   8½ / 10
Ottimo poliziesco atipico tratto dall'omonimo capolavoro di Durrenmatt, diretto con maestria dall'ottimo Penn ed interpretato con passione da Jack Nicholson, appesantito come richiesto dalla parte. Il rapporto di causalità è demolito in favore dell'approfondimento psicologico dei personaggi e della tortura psicologica inflitta a Nicholson,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un ottimo prodotto purtroppo mal distribuito e poco pubblicizzato.

sixx  @  05/08/2006 17:53:11
   8½ / 10
mi aggiungo a quelli che son rimasti perplessi. Ancora non ho molto le idee chiare. Film di grande impatto psicologico.

Invia una mail all'autore del commento franx  @  06/07/2006 17:01:40
   7 / 10
Questo è uno dei film che mi ha lasciato perplesso.
Sembra quasi che il regista volesse stabilire una qualche sorta di legame extrasensoriale tra il buono e il cattivo, ma non convince.
Mi è piaciuto moltissimo il finale, che quasi fa assomigliare questo film ad un noir.
Non mi è risultata molto credibile la progressiva 'malattia mentale' del protagonista Nicholson, quasi guistificata, ma mai del tutto convincente.
Il contorno di vita del poliziotto che va in pensione è invece realistico e azzeccato, lievemente a.
Uno di quei film in cui è solo lo spettatore, alla fine, a capire tutto e ad essere al corrente di tutto, come se avesse assistito alla scena dall'alto, da un punto di vista 'superiore'.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  23/03/2006 16:48:39
   6 / 10
Questo non è un brutto film, solo che è troppo lento. Molto bravo Jack Nickolson, atipico il finale, ma tutto questo non basta a farne un bel film: mi aspettavo di più.

No Mercy  @  27/02/2006 02:43:06
   5 / 10
Sinceramente non ho colto la bellezza di questo film...lento,con un Jack Nicholson che da solo non basta a sorreggere una trama piatta con un finale dai risvolti molto inquietanti ma abbastanza prevedibili(non banali ma molto prevedibili).Forse provero' a rivederlo....chissa'.....

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/11/2006 14.28.51
Visualizza / Rispondi al commento
Brando90  @  25/02/2006 20:08:47
   9½ / 10
A mio parere uno dei migliori film di Jack,coronato dalla regia del grande Sean Penn. Nicholson-Penn: dovrebbe bastare.

benzo24  @  01/06/2005 18:59:19
   8 / 10
Sean Pean ha molto gusto sia per le storie che per la scelta degli attori, infatti Nicholson con questo filn rasenta la perfezione.

Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  28/04/2005 00:24:02
   9 / 10
poliziesco a tinte forti diretto da un ottimo sean penn qui nella sua prima prova da regista, un esordio non facile se si considera il tipo di storia raccontata.
aiutato dalle buone scelte del direttore della fotografia e soprattutto da un sempre grandissimo jack nicholson, che nella sua immensa bravura riesce a passare da folle nevrotico a stanco e disilluso ex poliziotto. cast di contorno e produzione di serie A ,una nota di merito a un irriconoscibile benicio del toro(nella parte dell'indiano).
un 9 alla sceneggiatura che finalmente ci propone qualcosa di nuovo con un finale inaspettato e completamente diverso dai soliti schemi hollywoodiani.

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/03/2009 17.47.39
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaad astraailo - un'avventura tra i ghiacciangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagie
 NEW
aspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhibrave ragazzeburning - l'amore brucia
 HOT
c'era una volta a... hollywood
 NEW
cetto c'e', senzadubbiamentechiara ferragni - unposted
 NEW
citizen rosi
 NEW
countdown (2019)deep - un'avventura in fondo al mare
 NEW
depeche mode: spirits in the forestdiego maradonadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'artefigli del setfinche' morte non ci separi (2019)gemini mangli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orograzie a diohole - l'abissoi migliori anni della nostra vita (2019)il bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno più bello del mondoil mio profilo miglioreil pianeta in mareil piccolo yetiil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerla belle epoquela famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marele mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetl'eta' giovane
 NEW
light of my lifelou von salome'
 NEW
l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymetallica and san francisco symphony: s&m2mio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarotti
 NEW
ploipupazzi alla riscossa - uglydollsrambo: last bloodroger waters us + themrosa (2019)scary stories to tell in the darkse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonsolesono solo fantasmi
 NEW
storia di un matrimoniostrange but trueterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe gallows act iithe informer - tre secondi per sopravviverethe irishmanthe kill team
 NEW
the reporttolkientorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttapposto
 NEW
tutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreuna canzone per mio padrevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempoyesterday (2019)

994496 commenti su 42433 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net