l'ascensore regia di Dick Maas Olanda 1983
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'ascensore (1983)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'ASCENSORE

Titolo Originale: DE LIFT

RegiaDick Maas

InterpretiJosine van Dalsum, Willeke van Ammelrooy, Huub Stapel

Durata: h 1.38
NazionalitàOlanda 1983
Generehorror
Al cinema nell'Agosto 1983

•  Altri film di Dick Maas

Trama del film L'ascensore

Una serie di inesplicabili e raccapriccianti disgrazie si verifica a causa del movimento degli ascensori di un modernissimo edificio. La polizia archivia i casi, attribuendoli al cattivo funzionamento del meccanismo. Un tecnico che cerca di capire ben presto viene sospeso dai superiori, ma lui insiste, aiutato da una giornalista. Gli si aprono verità sempre più inquietanti e alla fine dovrà affrontare da solo l'orrore.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,08 / 10 (38 voti)6,08Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'ascensore, 38 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  10/07/2020 23:40:17
   6½ / 10
Particolare per il mezzo che assassina la gente, ma un po' troppe poche vittime per una durata troppa lunga del film. La trama viene infatti stiracchiata qua e là oltre il necessario. Però le atmosfere sono ben fatte, c'è un piccolo tocco di humour (anche se mai ai livelli di Amsterdamned) e soprattutto ben elaborata la spiegazione di come l'ascensore prenda vita, senza cadere nel sovrannaturale spicciolo, ma con una spiegazione vagamente scientifica. Originale e girato comunque con pochi mezzi, merita una discreta sufficienza.

Evarg Nori  @  01/04/2020 11:27:50
   6 / 10
Thriller horrorifico che col tempo ha guadagnato una certa fama,per l'idea bizzarra dell'oggetto assassino.Idea che però non trova una regia competente,che escludendo un paio di scene(la decapitazione del poliziotto scemo e il finale)è alquanto stiracchiata.

BenRichard  @  11/05/2018 03:21:36
   6 / 10
Horror che secondo il mio parere visto l'anno di uscita, 1983, ci stava tutto, rendendosi originale.
Pellicola made in Olanda praticamente tutta firmata Dick Maas a dirigere il suo primo lungometraggio, scrivendone la sceneggiatura, componendo le musiche e il ruolo di produttore esecutivo.
Ciò che mi sento più di premiare è l'atmosfera del film. Parecchio fredda, cupa, silenziosa, solitaria, misteriosa e claustrofobica.
Il personaggio protagonista è scritturato bene in quanto risulti pienamente adatto alle atmosfere del film, con una caratterizzazione da taciturno, incupito e dall'atteggiamento glaciale. Buona prova quindi per l'attore Huub Stapel.
L'opera di Maas comincia bene e in tutta la prima parte è in grado di acchiappare ed incuriosire lo spettatore.
Purtroppo non si può dire altrettanto della parte centrale, diciamo nella parte in cui lo sviluppo narrativo prende pieghe thrilleristiche, soffrendone di una certa lentezza e staticità.
Però sorprendentemente si riprende alla grande negli ultimi 20 minuti veramente ben gestiti. Si rende la parte più horror per una questione di tensione, con ottime riprese e momenti di totale silenzio davvero apprezzabili.
Nonostante tutto bisogna anche ammettere che ne risente degli anni trascorsi. Personalmente non ho mai provato una sensazione di timore, paura o angoscia che sia essendo comunque un film horror che si prende sul serio. Giusto un pò di gradita tensione nella parte finale. Non riesco ad abbondare più di tanto con il voto ma mi trovo molto d'accordo con la media voto che detiene sul sito, il 6 pieno se l'è guadagnato, poco ma sicuro.

albert74  @  29/05/2017 23:01:50
   7 / 10
ho visto e letto molti voti negativi su questo film. E' un film vecchiotto e le immagini della mia versione sono piuttosto brutte.
Il badget a disposizione è ai minimi termini ma la tensione c'è, la fase investigativa del film è convincente, la recitazione è molto ben fatta e parecchio superiore a film horror dell'epoca e anche ad alcuni film recenti che ho visto.
Qui la regia è curata. Se poi gli effetti speciali, quei pochi, fanno ridere, e se le immagini sono sgranate visto che non esistono versioni in digitali (e vorrei vedere!) non si può affossare tutto il film.
a mio avviso siamo intorno al sette o poco meno sempre tenendo conto - ovviamente - del fatto che l'ascensore ha ben 34 anni!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/05/2017 23:49:09
   6½ / 10
All'epoca quando lo vidi al cinema l'ascensore era un prodotto abbastanza particolare. Abbastanza semplice nella struttura narrativa, sufficientemente inquietante e con un epilogo dalle tonalità leggermente cronenberghiane. Valido per come Maas riesca a creare un atmosfera di desolazione all'interno del palazzo, spesso deserto che rende piuttosto angosciante una situazione tutto sommato quotidiana come prendere un semplice ascensore. Adesso mi sembra un po' datato, ma ancora valido proprio per la bravura di Maas.

libero1975  @  25/04/2017 02:00:22
   8 / 10
Chicca anni 80! Da vedere!

Colibry88  @  01/10/2016 18:16:27
   4½ / 10
Parto col dire che il soggetto non è male ma il mio voto riguarda più che altro lo svolgimento, la regia e il grado di intrattenimento. Purtroppo questo film è fortemente penalizzato da un ritmo eccessivamente lento; in numerose parti (specialmente la parte centrale) si ha la netta sensazione che la pellicola stia andando avanti per forza di inerzia. Troppo noioso, si fa davvero fatica ad arrivare alla fine. Unica piccola nota di merito il dialogo in cui il protagonista viene a scoprire che in un prossimo futuro ogni essere umano sarà microcippato e schedato. Ma nel complesso il film è davvero scadente.

ZanoDenis  @  31/10/2015 00:43:04
   6½ / 10
Horror olandese molto particolare, partendo dal presupposto che tocca tematiche molto interessanti, a partire da quella principale che riguarda la tecnologia e le macchine che si ribellano all'uomo, sicuramente l'anno di uscita è un punto a favore del film. Poca suspense, ma ben realizzati gli omicidi, ottima gestione della vicenda e una discreta recitazione, un finale molto suggestivo lascia un bel ricordo del film.

GianniArshavin  @  26/10/2015 12:38:57
   6 / 10
B-movie olandese di inizio 80 diretto da Dick Maas,girato con pochi soldi ma basato su un'idea abbastanza originale.
In questo thriller/horror il killer è nientemeno che un'ascensore moderno e tecnologico , che inizierà misteriosamente a mietere vittime.
Il film ha poco di horror,la tensione è sempre bassa e gli omicidi sono pochi,anche se ben fatti e abbastanza violenti. Quello che merita in L'ascensore è un'atmosfera cupa e sporca , una storia che malgrado un "potenziale" trash non indifferente rimane credibile e interessante e infine una critica sociale alla sfrenata tecnologia non buttata li a caso.

Girato con mano sicura da Maas , il film possiede discreti effetti e una fotografia adatta alla storia che esalta l'ambientazione e il clima cupo dell'atmosfera.
Gli attori invece sono abbastanza lacunosi , mentre è carino il motivetto principale ma non indimenticabile.

In definitiva un discreto film nostalgico che merita una visione.

Mr.Bowie  @  06/09/2015 11:12:45
   6 / 10
Considerato che, secondo alcuni, dei lavori di Maas questo sia uno dei più fiacchi, non bisogna bocciarlo a priori. In fin dei conti l'idea rispecchia le paure di noi tutti in fase adolescenziale ( Ma anche nell'età adulta ) che, alla sua maniera, coinvolge lo spettatore. Non per niente è stato uno dei cult del genere in quel periodo ma è chiaro anche che i tempi sono cambiati e vederlo oggi probabilmente non sarebbe così interessante. Il regista ha composto la colonna sonora che è di tutto rispetto, svolge infatti un ruolo molto importante, infine, elogio per la sequenza finale.

horror83  @  21/05/2015 11:52:02
   3 / 10
Classico horror anni '80 soporifero, che non inquieta, e noioso. nulla a che vedere con gli horror moderni che sono dei capolavori in confronto a quelli degli anni '70 e '80.

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2017 22.56.44
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  09/05/2015 19:09:00
   5½ / 10
Sinceramente questo cult diretto dal bravo Dick Maas (di cui ho apprezzato il buon "Amsterdamned") non mi ha del tutto convinto.
L'idea di fondo è parecchio originale ed interessante,caratterizzata da un buon inizio e purtroppo da una parte centrale e finale molto lenta e noiosa,poco coinvolgente e per di più quasi del tutto priva di splatter e tensione,ho veramente faticato ad arrivare alla fine.
La regia è anonima e non regala grosse sorprese,mentre la recitazione è tutto sommato decente.
Sono rimasto profondamente deluso,mi aspettavo qualcosa di meglio.........

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  16/02/2015 19:32:47
   6 / 10
"L'ascensore" può essere un film spartiacque per il pubblico:
chi ritiene l'idea abbastanza balzana e chi invece rimane attratto dalla particolarità dell'idea.
Personalmente parlando, mi stuzzicano questi esperimenti..
Come per "rovine", ove il killer è un elemento parecchio atipico ( e non dico quale per non fare spoiler), anche in questo caso l'elemento mortale è niente altro che un semplice ascensore.
Durante il film c'è sempre il rischio che la vicenda si ridicolizzi e che tutto scada nel trash, ma il regista fa in modo che questo non avviene.
Anzi, le modalità di killeraggio dell'ascensore sono molto varie, giocando a favore di un film che in fin dei conti poggia su delle basi parecchio semplici.
Nonostante l'originalità dell'idea e la vasta gamma delle uccisioni, bisogna fare i conti con un ritmo centrale veramente pachidermico, mal sostenuto da una sceneggiatura che tenta in maniera poco convincente di offrire profondità alla storia ( rapporto moglie-marito, ma anche tutta la spiegazione che sta dietro all'ascensore).
Inoltre bisogna considerare l'assenza (quasi) totale di splatter e la mancanza di tensione, se non proprio in un paio di scene.
Il coraggio di osare una nuova idea e la (parziale) riuscita del tentativo mi induce a dare e la sufficienza, ma è comunque un film che risente moltissimo degli anni e dei difetti citati poc'anzi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  12/02/2015 22:25:23
   6½ / 10
Per niente male.
Buona suspense, buono l'avvicendarsi delle problematiche. In definitiva un thrillerotto godibile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  21/12/2014 14:09:39
   7 / 10
Discreto horror olandese, che oltre al genere horror mescola anche qualche elemento fantascientifico. Il film all'inizio è magari un po' lento, riesce comunque a mantenere l'attenzione attraverso le sistematiche esecuzioni dell'ascensore. Media secondo me un pochino bassa, in fondo stiamo parlando di un film che tratta di un ascensore assassino, è già tanto il fatto che non sia ridicolo... è un po' lo stesso discorso del Pinguino di "Batman-Il Ritorno", penso che fosse veramente difficile renderlo così serio come sono riusciti a fare Burton e De Vito...

ferzbox  @  03/09/2014 19:45:07
   6 / 10
Horrorino anni 80 che ha fatto parte dei miei incubi cinematografici durante il periodo della mia infanzia; ogni volta che andavo in videoteca,la locandina di questo film mi spaventava quanto quella di "Carrie" o "La casa di Mary".....
All'epoca,considerando la mia età,rappresentava una sfida vedere queste pellicole,ma "l'ascensore" è in realta una produzione olandese realizzata con un budget piuttosto modesto.
Non è totalmente a digiuno di scene "Gore",qualcosina c'è,l'idea dell'ascensore assassino è assurda quanto ridicola,però la storia è narrata con una certa serietà,tralasciando totalmente l'ironia o la frivolezza di altri prodotti horror con protagonisti adolescenziali pieni di ormoni e sarcasmo.
Tuttavia la sceneggiatura brancola spesso nel buio,portando lo spettatore a momenti di pura sonnolenza.
La soluzione finale non aiuta,dato che di horror c'è solo il pericolo rappresentato dall'"anima" dell'ascensore che a 1h30 cominciava a stufare....
Regia senza infamia e senza lode; si tratta di uno di quei prodotti di seconda lega che andavano per la maggiore durante gli anni 80 e che puntualmente venivano trasmessi in tarda serata dalle emittenti private.
Carino per gli appassionati del genere,da evitare se si cerca l'horror più estremo o comunque ben realizato.....ma ha avuto il suo perchè...

topsecret  @  18/01/2014 15:00:20
   4½ / 10
Molto probabilmente all'epoca fece un altro effetto, magari colpì l'originalità del soggetto nell'immaginario comune di un luogo ristretto come un ascensore.
Visto oggi il film di Maas risulta essere ben poca cosa, sia dal punto di vista della tensione che degli effetti speciali, davvero mediocri. Ed anche il ritmo difetta parecchio specialmente nella parte conclusiva, per non parlare del cast che non sembra proprio un granchè.
Insomma, nel complesso questo film risente parecchio dell'età che ha e non sembra poter reggere il confronto con altre pellicole del genere, lasciando davvero poco o nulla in chi guarda.
Forse addirittura più scialbo del suo remake.

BlueBlaster  @  22/10/2012 14:44:30
   5 / 10
Un thriller ormai vecchiotto la cui principale motivazione che può spingere lo spettatore a vedere un b-movie olandese di 30 anni fa è che l'assassino è un tecnologico ascensore...
Discreto inizio, belle atmosfere, e discreto finale...in mezzo annoia un pò anche se i dialoghi, che parlano per lo più di elettronica (in modo interessante per l'epoca) non sono poi tanto male.
Più che un horror è un thriller che critica l'onnipresenza dell'elettronica e lo faceva in modo intelligente.
Dialoghi spesso confusi e storie che vengono a mala pena accennate e lasciate nell'oblio...attori irritanti e sottozero.
Per me si può anche evitare.

C.Spaulding  @  08/08/2012 18:49:15
   7 / 10
Buon filmetto anni'80 che coinvolge bene e non annoia...abbastanza inquietante e con alcune scene ad effetto. Regia e recitazione buoni. Da vedere.

Vlad Utosh  @  30/05/2012 13:46:59
   7 / 10
Un film che mi ha coinvolto dall'inizio alla fine. Come il protagonista anch'io sono stato catturato dall'alone di mistero che circonda l'ascensore. Il bello della vicenda è proprio questa ricerca della verità(dopo la visita alla Rising Sun e quando ho sentito nominare dal professore universitario chip fatti di proteine tutto mi è diventato chiaro)che a tratti diventa ossessiva. E' presente qualche scena splatter e ho trovato gli attori di buon livello.

Leonardo76  @  17/08/2011 11:32:33
   7 / 10
Film del terrore più che dignitoso: una storia che incuriosisce, giusta dose di splatter, attori decenti. Migliore di tanti film tutto splatter e distintivo moderni.

antoeboli  @  02/03/2011 16:44:03
   9 / 10
film eccellente sotto ogni punto di vista. inventarsi un ascensore che miete vittime una dopo l 'altra e davvero da pazzi eppure il regista ci è riuscito. recitazione con doppiaggio in italiano abbastanza buono anche se gli attori sono poco conosciuti al pubblico .
molto curata la scenografia con i vari colori delle stanze ma soprattutto un passaggio dal rosso al bianco nei vari momenti in cui le persone salgono sull ascensore omicida . molto apprezzabile il finale che lascerà di sasso .

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  30/03/2010 22:36:44
   6½ / 10
Horror che quando vidi da piccolo in tarda serata su rete 4 mi diede gli incubi per 2 settimane. Non ebbi più il coraggio di rivederlo fino a qualche anno fa. Un horror con una sola idea all'inizio sfruttata bene con una serie di omicidi truculenti e disturbanti. Dopo un pò, quando cominciano le indagini in modo da scoprire cosa c'è sotto, cade tutto e il film si trasforma in un thrillerino fatto bene ma di poca cosa. Bisogna comunque dare atto al regista che riesce a sfruttare appieno l'intreccio senza mai cadere nel banale o nel scontato. Sufficiente.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  24/01/2010 14:22:17
   5 / 10
Horror di poche pretese che poco coinvolge!

paolo80  @  26/10/2009 20:05:54
   5 / 10
Un filmetto di poche pretese, che ha l'originalità nell'uso di uno strumento omicida che, nell'ambito dei macchinari maledetti, nessuno aveva mai usato: un'ascensore.
La tensione è sufficentemente sostenuta, ed il finale è poco credibile e semplicistico.

bulldog  @  16/07/2009 16:26:19
   5 / 10
filmetto scialbo.

enter  @  05/03/2009 21:41:23
   5½ / 10
lo vidi tanto tempo fa,ma da quello che ricordo non mi sembra sto filmone,anzi...mezzo bocciato perchè non e un horror...ma un semplice e banale film che non mi ha trasmesso nulla

Ciaby  @  05/03/2009 21:12:29
   7 / 10
Interessante incubo olandese. Qualche buona idea splatter e un'ottima originalità nella sceneggiatura, consigliato.

Steve22  @  06/04/2008 21:16:11
   7 / 10
Buon film.. davvero .. merita molto peccato che non e' facilmente reperibile .. da rivalutare ^_______^

HGWells  @  08/03/2008 14:34:55
   7 / 10
Non da spenderci molto, ma una visione la merita. Può impressionare chi ha paura degli ascensori, ovviamente!

risikoo  @  19/11/2007 13:04:02
   6 / 10
Niente di particolare, visto molto tempo fa, ricordo che non mi colpì particolarmente, anche se l'idea di fondo è originale e fa leva su una paura più comune di ciò che si pensi.

statididiso  @  19/11/2007 12:48:56
   7½ / 10
credo non si possa discutere sulle paure della gente. personalmente, mi ha messo addosso più ansia questo film (anche se sarà difficile a credersi, io evito sempre di prendere l'ascensore da solo), che un film come, ad esempio, "The Dentist", perché non ho mai sofferto con i denti. a parte tutto, la regia di Dick Maas è capace (ci vuole coraggio a dirigere un thriller che ha per assassino un ascensore?!?!). la storia è originale nella sua semplicità. "The Lift" mostra come semplici abitudini possano trasformarsi in minacce, in una realtà sempre più tecnologica, fatta di soli chip (nel caso dell'ascensore di chip proteici). CULT IMPERDIBILE!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  08/11/2006 20:55:02
   5 / 10
Non voglio essere troppo cattivo. ma il cinque se lo merita. Non c'è nulla che va nel verso giusto, la paura è inesistente e la tensione si sente a bricioli. Come storia non sarebbe male, perchè l'ascensore infine un po' a tutti fa paura, ma non è riuscito, il regista, ha svolgerla come doveva essere fatta. Da dimenticare.

Invia una mail all'autore del commento NNIICCKK  @  10/07/2006 15:16:06
   6 / 10
Discreto thriller dai risvolti horror ,l'idea di base è abbastanza originale ......niente di che!!

Blink 182  @  20/04/2006 17:20:05
   6 / 10
Bè la tensione esiste ma è pochissima,non fa per nulla paura l'unica cosa buona da valutare è la buona volonta messa dal regista in questo film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  19/04/2006 11:46:33
   5 / 10
AH AH AH…!!! ADESSO NEGLI HORROR FANNO PAURA GLI ASCENSORI… AH AH AH…!!! QUESTA E’ NUOVA…!!! AH AH AH…!!! DAVVERO BANALE… AH AH AH!!! MA IL REGISTA SAPEVA COSA STAVA FACENDO??? AH AH AH…!!! Beh, dai, poteva andare peggio… Ma paura nn fa!!! È un’idea troppo insulsa…

dr.mabuse  @  12/10/2005 12:03:23
   7 / 10
certo gli effetti non sono da film americano.

ma dick maas è un ottimo regista.

almeno a me piace molto

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bodego  @  02/10/2005 11:39:06
   4 / 10
Brutto, pessime inquadrature e una storia alquanto schifosa. Non guardatelo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di sawstar lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007263 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net