la visione del sabba regia di Marco Bellocchio Italia 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la visione del sabba (1988)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA VISIONE DEL SABBA

Titolo Originale: LA VISIONE DEL SABBA

RegiaMarco Bellocchio

InterpretiOmero Antonutti, Jacques Weber, BÚatrice Dalle, Loris Bazzocchi

Durata: h 1.44
NazionalitàItalia 1988
Generedrammatico
Al cinema nel Febbraio 1988

•  Altri film di Marco Bellocchio

Trama del film La visione del sabba

Giovane psichiatra (D. Ezralow) deve fare una perizia sulla coatta Maddalena (B. Dalle) che ha ucciso il suo presunto violentatore e sostiene di essere una strega, nata nel 1630, da sempre in attesa di un uomo che la deflori. Il coniugato psichiatra ne Ŕ attratto e nelle sue fantasticherie partecipa a visioni secentesche di sabba, torture, roghi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,83 / 10 (3 voti)5,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La visione del sabba, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Neurotico  @  18/04/2015 19:22:48
   5½ / 10
Un pò più di concretezza avrebbe giovato a "La visione del sabba", primo film di Bellocchio che vedo. Un certo fascino visivo non lo nego ma ciò che resta è un insieme di scene deliranti di corse tra folli in acqua e attorno al fuoco (da intendersi come le fantasie/sogni dello psichiatra protagonista), e a risentirne è la struttura portante del film, ovvero la perizia psicologica o comunque la vera realtà della vicenda.
La Dalle è brava, e la scena del rogo impressiona un pò, ma sembra che Bellocchio non abbia saputo dare coesione e compattezza al film che risulta, oltrechè lento, troppo frastagliato e senza una vera anima che lo innervi. Occasione sprecata.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  07/05/2013 00:44:20
   5½ / 10
Personalmente lo ritengo uno dei film più ostici di Bellocchio, valido dal punto di vista formale con una Beatrice Dalle bene in ruolo, ma estremamente frammentario dal punto di vista narrativo da risultare sfuggente nella centralità dei significati che dalla mia impressione non si discosta molto dalla crisi dell'uomo moderno di fronte all'ancestrale ed all'irrazionale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  21/09/2009 20:32:48
   6½ / 10
Una "visione" barocca e ridondante, ma non per questo priva di fascino. Se Bellocchio non è Dreyer, l'ossessione eretica, tema del film, è svolta con una certa abilità, ma non è priva di lacune. La bellissima Beatrice Dalle incarna ella stessa quell'ambiguità di Icona sempre in bilico tra attrice d'autore e vamp del filone soft-porno. Un film che si ama alla follia o si detesta cordialmente, senza mezze misure: io preferisco la via di mezzo

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010913 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net