l'ultimo capodanno regia di Marco Risi Italia 1998
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'ultimo capodanno (1998)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'ULTIMO CAPODANNO

Titolo Originale: L'ULTIMO CAPODANNO

RegiaMarco Risi

InterpretiMonica Bellucci, Marco Giallini, Francesca D'Aloja, Antonella Steni

Durata: h 1.43
NazionalitàItalia 1998
Generegrottesco
Tratto dal libro "L'ultimo capodanno dell'umanità (Fango)" di Niccolò Ammaniti
Al cinema nel Novembre 1998

•  Altri film di Marco Risi

Trama del film L'ultimo capodanno

Nella notte di San Silvestro, sulla via Cassia, il complesso residenziale "Le isole" è teatro di una serie di episodi conditi di sesso, droga, disperazione e violenza.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,90 / 10 (43 voti)6,90Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'ultimo capodanno, 43 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

camifilm  @  05/08/2020 18:19:53
   7 / 10
A me è piaciuto. Anche se non sono molto amante dei film italiani commedia. Ma qui ancora c'era del buono, in attesa delle penose commedie "usa e getta" che stavano per arrivare sul mercato. Forse con alcuni nuovi protagonisti e ormai vecchiaia di altri dinosauri ormai senza verve ora stiamo assistendo a un cambio di stile riprese, recitazione etc.

Il film mi piace.
E la scena delle "olive ascolane" è un cult a mio parere.

Scanlon  @  30/04/2018 09:38:35
   5½ / 10
Il vero problema di questo film, che risultò essere un vero flop ai botteghini, rimane sostanzialmente il testo narrativo di partenza (L'ultimo capodanno dell'umanità di Ammaniti) che Risi sceglie di ricalcare quasi integralmente, ma a torto.
Resta per me infatti un mistero la considerazione letteraria di cui gode lo stesso Ammaniti, qui convocato su uno dei suoi lavori più mediocri: in pratica sembra il canovaccio di un B movie su cui tutto si può dire, fuorché attribuirgli ambizioni di critica sociologica (non scherziamo !).
Tentativo di rivitalizzare la commedia all'italiana ? Sia come sia, ma cosa voglia essere L'ultimo capodanno si fa fatica a capirlo davvero. Infatti Risi, che rimane comunque un rispettabile regista, in più punti dello svolgimento dimostra incertezza su quale strada imboccare davvero e su che tipo di taglio dare al film. Così ci si trova in tavola un "risotto" in cui ci finisce dentro di tutto: pulp, grottesco, surreale, splatter, demenzialità, trash e personaggi abbozzati quanto privi di spessore.
Cosa salvare ? Qualche buona intuizione di Risi nelle inquadrature e nel montaggio, il resto purtroppo è uguale identico alle righe di Ammaniti: una sarabanda di trash, grand-guignol e demenzialità. L'apoteosi nell'epilogo poi, ricalca in pieno lo stile di un film dell'americana Troma... e ho detto tutto.

Ps: in alcune recensioni in rete ho letto persino di influenze tarantiniane...
Non diciamo fesserie; se basta annaffiare di pulp un copione per parlare di "tarantinismo", vuol dire che qualcuno o più di uno ha purtroppo un' idea superficiale e svilente del cinema di Tarantino.

VincVega  @  31/12/2017 16:19:02
   7 / 10
Marco Risi ha avuto un bel coraggio a fare una commedia grottesca come questa. Nel panorama nostrano, un film più unico che raro, non per tutti, non per l'italiano medio sicuramente. Nel finale diventa esageratissimo e pulp. Una gioia per gli occhi dei cultori dell'assurdo.
E che cast, folle in diverse scelte (in linea con il film): da Tirabassi e Memphis, fedelissimi di Marco Risi, ai romanissimi Giallini e Natoli. I futuri protagonisti di "Paz", Max Mazzotta (Fiabeschi) e Claudio Santamaria (Penthotal). Ma i migliori sono sicuramente Alessandro Haber, Beppe Fiorello e un'inedita Monica Bellucci, protagonista di diverse scene cult. Camei anche della Zanicchi e di Pappalardo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/01/2018 18.45.34
Visualizza / Rispondi al commento
Ciaby  @  04/08/2016 10:24:40
   3½ / 10
Pur essendo abbastanza fedele al bel romanzo breve di Ammaniti, ne esce incredibilmente l'esatto opposto: brutto, noioso, assolutamente non divertente.

barone_rosso  @  13/05/2016 23:14:59
   4 / 10
Una sorta di Pulp all'italiana, scarsamente riuscito, come del resto il racconto di Ammaniti. Ci sono generi che non sappiamo trattare, e il pulp è uno di questi, lasciamolo a Tarantino & friends che ne sanno di piu'...

DarkRareMirko  @  29/10/2014 00:32:10
   7 / 10
Discreto, dissacrante, senza dubbio colpisce almeno riguardo all'atmosfera, che almeno a tratti mette a disagio; ricco cast (ci sono pure Pappalardo e la Zanicchi!!!), effetti splatter, cinismo e l'espressione pazzoide della Bellucci non si scorda facilmente (ed il nudo integrale anticipa di 4 anni quello di Irreversible).

Di sicuro brilla per originalità ed anche la base di script del romanzo di Ammaniti è senz'altro buona; ha qualcosa di Monicelli e gli attori convincono.

Un film diverso, dissacrante, metaforico, che è contro ipocrisia e perbenismo; a fine visione si rimane colpiti e l'impianto non è propriamente ottimista.

giannip62  @  05/02/2014 20:07:11
   8 / 10
film secondo me sottovalutato. Descrive la scelleratezza del genere umano in maniera grottesca,brillante e divertente.

outsider  @  23/07/2013 17:33:16
   7½ / 10
Giallini e uno s hifo di actor. Ma la monicona nazionale is one of the best " actrix" in europe. E poi..uacca du ba bau....iu uuuuhhh aiuhhhh le scene nuda. Nelle due visioni non potevo che contoorcermi e spruzzare nelle mutande come un gorilla urlante alla vista xel rosso in contrasto con il....pelo nero. Praticamon monicona sei cosi arrapon che mi sono trasformato in un peloso grugnente scimmione che gattonava per casa in preda a zpasmi erotici. Come capisco cassell....bravissima

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/07/2013 12.25.20
Visualizza / Rispondi al commento
Bono Vox  @  05/01/2013 01:56:15
   6 / 10
Una sufficineza se la merita, in fin dei conti non è malaccio. La Bellucci offre anche qui una bella visione, ma la scena dei due spinellati è la migliore.

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  05/11/2012 03:43:29
   6½ / 10
Le sensazioni che mi fece dapprima provare l'episodio nel libro non sono certo paragonabili a quelle che mi ha dato il film (a confronto, il film sembra forse anche un pò trash) ma l'ho apprezzato, alla fine è un adattamento sufficiente: tutto quel bel cast e una sceneggiatura il più fedele possibile a "Fango" hanno aiutato. Il mio voto non troppo alto è dato dal fatto, ripeto, che prima di vedere il film lessi il libro altrimenti avrei sicuramente di più.

lorenzo87  @  23/07/2012 22:24:41
   7½ / 10
Io ho visto prima il film non è lontanamente paragonabile al libro
è un film alla quentin tarantino nel complesso discreto

baskettaro00  @  07/04/2012 22:52:31
   7 / 10
commedia pulp italiana,una delle poche fatte finora,con una parte finale eccessiva e fuori dagli schemi,che non lesina in dettagli cruenti e scene grottesche.
una delle poche volte in cui le grazie della bellucci non son l'unico motivo d'interesse!!!

sweetyy  @  17/03/2012 02:16:52
   6½ / 10
Davvero sorprendente.... La scena iniziale è fantastica, purtroppo il film si perde un pò nella prima parte, ma migliora decisamente nella seconda.
Nel cast c'è di tutto ...dalla Bellucci a Pappalardo, persino la Zanicchi...
Ho trovato irritante Beppe Fiorello ,la sua parlate napoletana veramente fuori luogo...

riccardo181  @  14/03/2012 21:53:22
   7 / 10
il libro è nettamente superiore..ma il film non è per niente male.

3 risposte al commento
Ultima risposta 17/03/2012 15.08.07
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Don Callisto  @  26/01/2012 15:13:29
   7½ / 10
MAX MAZZOTTA 6 IL MIO IDOLOOOOO

Max_74  @  20/01/2012 18:51:42
   9 / 10
Tratto dal "L'ultimo capodanno dell'umanotà" di Ammaniti, è un grande e coraggioso film troppo sottovalutato, esilarante e crudo allo stesso tempo.
La sarabanda finale con Pappalardo è da antologia :)
Da notare anche gli effetti speciali e una Bellucci (forse l'unica volta) in stato di grazia.

Wally  @  08/05/2011 13:34:28
   7 / 10
Simpatico film tratto dal racconto di Ammaniti... C'è da dire che il libro è parecchio superiore e non capisco perchè la scelta registica di eliminare alcuni personaggi e cambiare lo svolgere delle cose!
Tutto sommato è godibile! Molto Tarantiniano come il libro!

La Bellucci mi ha stupito! Forse la sua miglior recitazione! In tutti gli altri film è un attrice scadente e qui fa la sua parte in maniera perfetta!
Da elogiare anche Pappalardo nel ruolo de Mastino Di Dio e Beppe Fiorello nel ruolo di Gaetano! Personaggi molto azzeccati diciamo! Anche Ossadipesce è perfetto!

Da vedere sicuramente però dopo aver letto il libro Fango!

7HateHeaven  @  20/02/2011 12:02:00
   7 / 10
Sicuro un film coraggioso da parte del regista, o meglio una scelta coraggiosa. Fare un opera decente da tanti frammenti di storie che in comune hanno quasi nulla è ben difficile, il rischio di cadere in una sfilata di tanti attori noti (nel panorama italiano) era alto.
Invece il risultato è più che sufficiente, non tutte le storie sono coinvolgenti e ben riuscite, ma il film si lascia vedere volentieri, inoltre se all'inizio proprio non si capisce dove si voglia andare a parare, via via la storia diventa più coinvolgente. In particolare il finale, che corona l'aumento del grottesco è piacevole e pure un pò sorprendente.
Spiacevole che si pubblicizzi troppo la Bellucci, che non è la protagonista principale, ma al pari di altri.
Personalmente non ricordo altre commedie nere decenti nel panorama italiano, se non risalendo a Ferreri (che però è di un altro livello), un genere che apprezzo molto e che da noi viene snobbato.
Insomma ottime intenzioni, e un buon risultato, bravo a Risi che ci ha provato,

rivas  @  01/01/2011 12:47:58
   10 / 10
capolavoro per ANTONOMASIA l'avevo visto nel 2000 e lo rivisto ieri sera e mi sono scassato dalle risate da vedere assolutamente

bebabi34  @  02/06/2010 17:20:39
   8 / 10
Grottesco, audace e molto divertente. Un'intrigante susseguirsi di situazioni paradossali e al di fuori di ogni logica.
PS
Non avrei mai pensato di doverlo fare, ma devo ammettere che sono rimasto sorpreso dalla Bellucci: diversamente da tutti gli altri film in cui l'ho vista fare la statua, in questo recita, e pure piuttosto bene.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  01/04/2010 12:50:45
   5½ / 10
Da un racconto di Ammaniti in FANGO... Marco Risi solo in parte riesce nella messa in scena, sebbene vada a lui riconosciuto il merito di aver fatto rivivere in parte le atmosfere sgangherate e pulp del racconto originale. E' come guardare l'Italia dei giorni nostri riunita in un centro abitato... con i suoi vizi, capricci e follie. Strappa qualche risata

Rand  @  04/01/2010 11:58:15
   8 / 10
Mi ha fatto ridere a crepapelle, nelle situazioni grottesche come in quelle tragicomiche! Marco Risi si supera e confeziona un prodotto "di genere" che all'epoca incasso 120 milioni appena, mi sembra. le vicende dei personaggi fanno da contrasto alla normalità di un capodanno noioso e scontato che poi si trasforma.
Attori ottimi: la Bellucci che ci ha abituato ad interpretazioni da cani, qua dimostra che 10 anni fà se non fosse finita sotto la pesudo ala dei calendari e delle altre baggianate sarebbe potuta diventare una grande attrice, Biagio Izzo perfetto, u napoletano, assieme a Beppe Fiorello, Gaetano! Alessandro Haber mi ha fatto scompisciare, poi ci sono i tre ladri che parlano romano!
Santamaria allucinato assieme all'altro due macchiette, Pappalardo sopra le righe sembra Eric il vichingo. effetti speciali datati ma all'epoca erano più che buoni. Musica perfetta, DA RIVALUTARE

"non è che vi drogate?"

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/11/2012 04.34.01
Visualizza / Rispondi al commento
gandyovo  @  21/12/2009 19:05:31
   9 / 10
il pulp fiction italiano. esilarante. per me: strasottovalutato

Gruppo REDAZIONE maremare  @  19/04/2009 20:22:52
   6½ / 10
Nella ricerca di un nuovo linguaggio cinematografico, Risi alza il tiro e, servendosi del bel romanzo di Ammanniti, sforna un prodotto originale ma incompiuto, forse anche a causa dei vari problemi produttivi che, all'epoca, penalizzarono il film.

Bob Marley  @  29/10/2008 11:40:08
   9 / 10
mi ha sopreso positivamente! davvero ben fatto e a tratti molto divertente! grande come sempre max mazzotta!

gambero  @  16/10/2008 10:17:18
   6½ / 10
divertente pellicola di marco risi..moolto trash,mette in risalto il modo di vivere e passare l'ultimo giorno dell'anno all'interno di un complesso residenzale tra famiglie di diversa estrazione sociale!!!buone le interpretazioni di gran parte degli attori ed odiosa la famiglia con i due ragazzini che regalano al padre un pezzo per la macchina d'epoca!!il finale secondo me è la parte migliore del film,soprattutto per quanto riguarda il grottesco!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/05/2008 23:45:45
   7 / 10
Il film di Risi ci mostra un complesso residenziale popolato da persone di diversa estrazione sociale ma dalle stesse tendenze distruttive. Marco Risi dopo pellicole di forte denuncia come Mery per sempre, Ragazzi fuori e Il muro di gomma, cambia totalmente registro tuffandosi a corpo morto sul grottesco con forti connotati pulp alla Tarantino, ma non riuscendo a convincere fino in fondo. Sembra rimasto in mezzo al guado o almeno, ancorato troppo agli schemi della commedia italiana. Apprezzabile per il coraggio, buona la direzione degli attori dove stupisce positivamente la Bellucci. E' stato un film poco fortunato, che ha bloccato la carriera del regista, incapace dopo questo film a tornare agli ottimi lavori precedenti.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  01/05/2008 20:27:56
   7 / 10
Oh, a me il grottesco è sempre piaciuto tanto, e "L'ultimo capodanno" ne è pieno zeppo; certo, in mano ad un regista con maggiore personalità ne sarebbe uscito un gioiello pulp, mentre Marco RIsi sembra sempre titubante e troppo spesso iltrash prende il sopravvento; ma alcune situazioni (la storia della Bellucci, quella dei napoletani ed il trio di ladri coatti) nobilitano assolutamente il tutto, e mi spingono a trascinare il voto verso vette che forse, oggettivamente, non gli competerebbero.
Incredibilmente brava la Bellucci pre-francesinapuzzasottoilnaso[i]treschic[/i]: oltre ad una bellezza sconvolgente, la non-ancora-signora-Cassel sfoggia una prestazione spontanea e convincente pur recitando con un'improbabile pellicciotta in bella vista.
Una curiosità: il delirante discorso di Pappalardo sul "Localo" è una citazione di un famoso fenomeno internet su un discoso ad un matrimonio di un paesino del salernitano che divenne un piccolo fenomeno mediatico.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ulisseziu  @  24/03/2008 10:49:47
   6½ / 10
E' una ******* Trash ma badate bene, con la C e la T maiuscole.

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  07/12/2007 12:42:17
   6 / 10
Semplificazione trash del racconto di Ammaniti "L'ultimo capodanno dell'umanità" (lo scrittore ha partecipato anche alla stesura della sceneggiatura), con un finale inspiegabilmente cambiato che lascia l'amaro in bocca perchè l'originale aveva un preciso significato, il film ha un certo smalto per quanto riguarda l'umorismo pecoreccio e conta su un cast di tutto rispetto, con attori ottimamente calati nella parte... perfino la Bellucci fa una bella figura (il nudo semi-integrale in bilico tra il conturbante e il grottesco è fantastico).
Purtroppo l'operazione non riesce del tutto e forse rimane confinata a un periodo in cui il pulp era una moda imprescindibile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/12/2007 12.54.13
Visualizza / Rispondi al commento
addicted  @  29/09/2007 12:11:24
   6½ / 10
E' un trashone divertente realizzato quando andava molto di moda il genere pulp.
Se cercate una satira di qualità rimarrete delusi.
Se subite il fascino del trash allo stato puro (a partire dalla scelta degli interpreti), allora vi divertirete parecchio. E' gustosamente sopra le righe e volutamente alternativo alla media delle produzioni italiane.
Infine, se siete quelli per cui "tanto peggio, tanto meglio", non perdetelo: potrebbe diventare un piccolo "cult".

paride_86  @  06/08/2007 00:26:31
   6 / 10
con il racconto di ammaniti non c'è paragone...cmq fa molto ridere...la zanicchi è grandiosamente trash!

Signor Wolf  @  31/07/2007 20:13:34
   9½ / 10
il capolavoro assoluto del trash, quando nella scena iniziale ho visto scendere Pappalardo ho subito capito che mi era capitato per le mani un film d'oro, esilarante non credevo che un regista italiano potesse osare tanto

gaetaaaaa ti si scurda la geeenta

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  20/04/2007 13:06:38
   5½ / 10
Risi cerca nuove forme d''espressione e il risultato non è malvagio. Putroppo per lui incappa nei limiti del genere e non riesce a scavalcarli rimanendone inrappolato.



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento montecristo  @  06/03/2007 12:29:38
   7½ / 10
Divertente, grottesco e paradossale. Bel film che cerca di sperimentare in un genere da sempre congeniale al nostro cinema.
Che dire, non è un capolavoro, ma vi raccomando senza esitazione la visione!!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  16/02/2007 18:41:01
   4 / 10
La Bellucci si conferma sinonimo di bruttezza...parlo naturalmente dei film in cui recita, se così si può dire. In questo non è disastrosa come al solito, è il film ad essere disastroso. Qualche sorriso lo strappa l'ultimo quarto d'ora; il resto è quanto di più grottesco e assurdo ci possa essere...e io non l'ho apprezzato per niente!

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  12/08/2006 14:45:35
   5 / 10
Lo vidi tanto tempo fa e uno degli unici spunti di interesse erano le formose curve della Bellucci.
Comunque, dai miei ricordi, rammento che questo era una sorta di film a episodi con una struttura e uno sviluppo della trama piuttosto simile a "Pulp Fiction". Magari, il tecnico ha anche una certa tecnica ma ovviamente le vicende non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quelle di Tarantino.
Stranamente la Bellucci è anche abbastanza brava: nonostante sia ben distante dal diventare un attrice dalla spiccate qualità recitative, ricordo che in questo film non mi aveva per niente disgustato.

risikoo  @  12/08/2006 09:58:10
   7½ / 10
Inutile paragonarlo al libro cult di Ammaniti, in ogni caso è un film che mi ha piacevolmente sorpreso.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  06/08/2006 23:22:35
   5½ / 10
Un capolavoro trash.
Alessandro Haber, in particolare, deve avere un'affinita particolare per ruoli degradanti, nonostante la sua indubbia bravura.
C'è anche l'occasione per vedere una Bellucci davvero fuori dal comune. Ma il punto è un altro: se avete letto il libro, qualunque cosa ne pensiate, era/è un dissacrante apologo sulla degenerazione del rito, sulla Morte (morale) dell'Umanità, mentre il film di Risi, faticosamente prodotto e montato anche peggio, riduce il tutto a un'accozzaglia kitsch di serie b, l'afasico Pappalardo compreso.
Ben altra cosa il racconto di Ammaniti col suo Pulp iconoclasta e retrivo.
Tutto sommato, pero', un film che cerca di apparire diverso dalla media di film italiani. Se rivalutiamo i Manetti Bros si puo' anche capire questo film

Diames  @  14/06/2006 23:41:38
   7½ / 10
Niente male. Senza molte pretese, ma meritevole nel complesso. Gli elementi "splatter" impreziosiscono sicuramente (distinguendo la pellicola dalla solita robaccia nostrana degli ultimi tempi, fatta con lo stampino). Il film, a tratti, risulta essere originale, e soprattutto osa (cosa che non fa quasi mai, al giorno d'oggi, il cinema italiano). Anche l'"eccessività" e la "cattivera" sono ben giostrate. I giovani che si drogano non sono stati eccessivamente stereotipati (cosa che invece succede molto spesso). Da vedere.

franx  @  06/06/2006 14:09:32
   8 / 10
Il conto alla rovescia finale merita da solo un 10.
Me lo rivedrei cento volte, cast di attori molto buono, la bellucci che recita un po'.
Ci sono tutti i volti che diventeranno noti negli anni successivi al 1998.
Inutile descrivere le scene, ma quella del nonno che ammattisce e del padre a cui non frega nulla tranne che della sua macchina d'epoca è fenomenale.
I cinismo e l'ipocrisia vengono qui spremuti fuori da tutti i bubboni della nostra società.

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/06/2006 14.23.17
Visualizza / Rispondi al commento
KANE  @  22/05/2006 20:12:52
   7½ / 10
peccato per alcune kagate!!!!
sarebbe stato un grandioso film!!
bravissimi tutti gli attori, scene tarantiniane molto belle e simpatiche, un montaggio ottimo che rende molto bella e simpatica la trama a "episodi".
ripeto per alcune scene (nel finale) troppo "forzate" e paradossali.
incredibile a dirsi brava anche la bellucci!!

Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  22/02/2006 00:19:40
   7 / 10
Sinceramente non so che voto dare..è un film grottesco, rappresenta la sintesi (in modo volutamente esagerato) di tutto il peggio che ci possa essere nella nostra società : tossici,tradimenti,feticismo,violenza,me ne freghismo,suicidio ecc...
Il tutto condito da un buon umorismo e in alcuni tratti alta comicità.

Il film dopo tutto l'ho apprezzato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008852 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net