stephane, una moglie infedele regia di Claude Chabrol Francia 1969
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

stephane, una moglie infedele (1969)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film STEPHANE, UNA MOGLIE INFEDELE

Titolo Originale: ST╔PHANE - UNE FEMME INFID╚LE

RegiaClaude Chabrol

InterpretiStÚphane Audran, Michel Bouquet, Maurice Ronet, Jean-Marie Arnoux

Durata: h 1.38
NazionalitàFrancia 1969
Generedrammatico
Al cinema nel Luglio 1969

•  Altri film di Claude Chabrol

Trama del film Stephane, una moglie infedele

Stephane Ŕ sposata con Charles e lo tradisce con Victor. Quando Charles scopre la tresca uccide Victor e ne fa sparire il corpo. Tempo dopo la polizia scorpre il delitto e interroga tutti quelli che hanno avuto a che fare con l'ucciso, tra cui Stephane. Quando la donna trova in una tasca di Charles una foto di Victor capisce tutto e non fa nulla per evitarne l'arresto.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,20 / 10 (5 voti)8,20Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Stephane, una moglie infedele, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  28/05/2020 16:54:02
   8½ / 10
L'ho recuperato dopo aver visto il suo remake "L'amore infedele - Unfaithful", molto più torrido e sensuale, e devo dire che in quanto a stile e capacità di racconto non c'è proprio paragone.. Il film di Lyne è un rozzo sfoggio di epidermidi misto a colpi ad effetto abbastanza prevedibili, questo di Chabrol è una parabola calibratissima di disaffezione famigliare che passa in rassegna una quantità notevole di sfumature ( psicologiche, comportamentali, dubitative e di azione ) per poi arrivare al suggello finale, con una chiusa per una volta veramente d'effetto ( qualcuno potrebbe dissentire ovviamente ) su questa storia classica di triangolo amoroso. L'abilità del regista non è solo quella di narrare la routine quotidiana della solita famiglia borghese parigina ma quella di affondare i denti della gelosia e della vendetta sulla carne tenera del tradimento, per poi mostrarci l'effetto che fa. Così, nella prima parte, suggerisce allo spettatore di immedesimarsi nei tormenti interiori dell'anonimo Charles mentre, nella seconda, ne mette alla berlina la grossolanità delle azioni riabilitando parzialmente la moglie Stephane senza però dimenticarsi di raccontarci magnificamente le tensioni ormai emerse tra i due coniugi e tenute il quando più possibile sotterranee. Prima che esplodano del tutto il destino si compie e sulla vicenda il sipario viene calato. Un grande esempio di cinema psicologico e quasi spirituale, una delle prove più felici del Maestro francese per una pellicola da vedere ed amare. Bellissima come sempre e perfettamente calata nel personaggio la Audran.

Oskarsson88  @  27/07/2016 01:27:11
   7½ / 10
Cinico ritratto di una coppia borghese. Lui, si insospettisce sempre piu' del tradimento di lei, e andra' a scavare a fondo. Ottime interpretazioni dei personaggi, sorprendente la parte centrale con l'inaspettato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Il film ritorna poi a ritmi piu' pacati e bassi, con la nuova descrizione del rapporto borghese, fino ad un finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Racconto di una relazione oramai squallida e di facciata, che nasconde segreti e scheletri. Piacevole, con attimi thrilleggianti, anche se il ritmo e' un po' troppo fievole forse.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  19/05/2014 18:44:41
   8 / 10
La trama ricalcava fin troppo quella del film di Adrian Lyne, infatti ho scoperto poi che l'ennesimo remake del regista era proprio un rifacimento.
Inutile dire (o forse no) che nel film originale di Chabrol manca tutta quella patina del cinema di Lyne, se non la patina borghese, la calma fuori dal tempo, noiosa e annoiata, di una vita piatta e un pattume di coppia.
Chabrol è bravissimo nel dire tante cose senza far vedere tanto e la complessità dei suoi personaggi colpisce inevitabilmente.
"Raffinato" è un termine abusato ma corretto quando si parla del suo cinema così calmo, riflessivo ma allo stesso tempo crudele e spietato.

Inoltre ero convintissimo si trattasse di un film metà anni '80. Non so perché.
Eccezionali gli ultimi venti minuti, una agonia di perfetta tranquillità borghese, sotterraneamente devastata (il modo in cui viene trattato il bambino è realistico e dice tutto).
Gran film.

Crimson  @  23/11/2008 12:36:38
   8 / 10
Il vuoto della vita borghese è il tema predominante in Chabrol, lo sappiamo, e qui viene analizzato sotto la sfumatura della rivendicazione del diritto di esercitare la propria figura di coniuge.
Ciò che sfugge di mano al protagonista è la normalità. La moglie lo tradisce, ed egli solo con l'omicidio può riaffermare il proprio ruolo, e di conseguenza la routine di un rapporto di coppia che dietro la facciata di sacralità non ha nient'altro.
Questo è ciò che emerge dal punto di vista dei fatti, ma il cinema di Chabrol è ben altro, alcune cose ritengo non si possano nemmeno descrivere perchè giocano sull'aspetto non verbale. Credo a tal proposito che la sequenza in cui il protagonista scopre l'accendisigari gigantesco in casa dell'amante sia forse il momento più 'alto' del film, per tutto ciò che un semplice dettaglio possa significare ai fini della lettura della personalità del protagonista.
E poi c'è la descrizione degli ambienti: il ritratto della routine borghese è agghiacciante, forse noioso dal punto di vista narrativo, ma di eccellente presa su quello analitico.
E poi c'è la prova degli attori, che considerando ciò a cui ulteriormente, in un film del regista, sono chiamati a trasmettere, è spesso almeno per me motivo di interesse anche maggiore rispetto ad un film qualunque. Caso vuole che adoro i tre protagonisti: Michel Bouquet superlativo come sempre, forse secondo solo al pedante commissario di 'Due contro la città'. Maurice Ronet qui sbriga una particina, ma quella in cui appare per maggior tempo è una delle sequenze migliori del film. Che si tratti di Malle, Clement o Deray, i personaggi che interpreta fanno sempre la stessa fine..
Stephane Audran, sguardo magnetico e a mio avviso ottima espressività, è solo al preludio della sua mitica "Signorina Helene" de 'Il tagliagole', e di una carriera che tra alti e bassi l'ha vista interprete di altri grandiosi film.

francuccio  @  07/08/2007 00:18:22
   9 / 10
La borghesia: un universo che Chabrol conosce ed è per questo che riesce a rappresentare cosi' bene gli scheletri di un mondo che sembra spesso fatto solo di barlume e apparenze. Molti suoi film hanno un tale punto di partenza. Ma la grandezza di Chabrol sta nel fatto di restare fedele a sè stesso, pur avendo sempre qualcosa di nuovo da raccontare sfruttando le diverse angolature che il ginepraio borghese gli offre.
Con questo film siamo in argomento. Questa volta ad interrompere l'apparente serenità e l'ordine di una famigliola dell' alta borghesia c'è la tracotanza di una moglie infedele e di un marito che nel raptus di follia elimina il suo rivale sperando di ripristinare l'ordine violato e riappropiandosi di ciò che è suo. Ma l'amante è solo la punta dell' iceberg di una famiglia forse non cosi' perfetta in cui è proprio il sentimento di solitudine della moglie ad essere il motore di un'affannoso tentativo di uscire da una soffocante routine quotidiana....
Il solito genio fine e raffinato di uno Chabrol che non risparmia quella fiamma di spietatezza che lo contraddistingue in questo quasi infinito ciclo borghese o anti - borghese, comunque lo si voglia definire.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcriminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
famosafantasy island
 NEW
gamberetti per tutti
 NEW
ghostbusters: legacy
 NEW
gli anni piu' belligretel e hansel
 NEW
greyhound: il nemico invisibileil ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnello
 NEW
l'anno che verrÓl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassino
 NEW
nel nome della terranon si scherza col fuocooutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
stay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutants
 NEW
the old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusvivariumvolevo nascondermi
 NEW
vulnerabiliwaves

1006339 commenti su 43733 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net