strings regia di Anders Rønnow Klarlund Danimarca, Svezia, Norvegia, Gran Bretagna 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

strings (2004)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film STRINGS

Titolo Originale: STRINGS

RegiaAnders Rønnow Klarlund

InterpretiJames McAvoy, Catherine McCormack, Julian Glover, Derek Jacobi

Durata: h 1.28
NazionalitàDanimarca, Svezia, Norvegia, Gran Bretagna 2004
Genereanimazione
Al cinema nel Giugno 2004

•  Altri film di Anders Rønnow Klarlund

Trama del film Strings

La storia, di stampo mitologico, ha come protagonista il figlio del re della città di Hebanon, Hal Tara, che, travestito da schiavo, intraprende un viaggio per vendicare la morte del padre, alla ricerca del popolo degli Zerith, da sempre loro nemici. Ma il giovane Hal non sa che ci sono elementi maligni e traditori che cercano di rovesciare il regno dall'interno. Intanto nel palazzo si trova ancora la sorella di Hal che riesce a scoprire le macchinazioni che incombono sul regno e anche su suo fratello. Le ricerche porteranno Hal all'interno del campo del popolo degli Zerith dove troverà anche una donna che susciterà insieme odio e amore e dove arriverà la maturità giusta per riuscire a distinguere i veri nemici e i veri nemici.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,83 / 10 (3 voti)7,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Strings, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  02/06/2019 19:53:55
   7½ / 10
Una buona storia offre lo sfondo per questo film particolare ma classico allo stesso tempo. Non facile fare un film d'animazione con delle marionette, qualcuno potrebbe definirlo obsoleto a prescindere, invece il coraggio va premiato perchè anche le cose inanimate possono essere rese espressive quanto un essere umano. Il titolo stesso è indovinato: le stringhe che muovono le marionette sono parte integrante del racconto, definiscono i personaggi e non sono orpelli cui far finta di nulla. Ci sono e ci devono essere. Un'intuizione felice che ha portato ad un ottimo risultato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  16/01/2013 02:06:06
   7 / 10
Forse è un film che non rivedrò mai più ma devo ammettere che è veramente particolare. La storia ( favola ) è debole ( già vista diciamo ) ma l'idea e l'animazione delle marionette e formidabile, momenti quasi grotteschi ma incisivi e toccanti. Recitato benissimo, quasi teatrale, è un lavoro interessante, diverso e coinvolgente con alcuni momenti profondi. Un esperimento riuscito a pieni voti. In italia non credo sia mai uscito nelle sale e mi spiace ma vi suggerisco di recuperarlo e dargli un'occhiata.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Dexter '86  @  29/02/2012 19:16:42
   9 / 10
Può una marionetta essere espressiva ed emozionare più di un attore in carne e ossa? Se pensate che la risposta sia no, guardate questo film e poi ne riparliamo.
Da un film fantasy "interpretato" soltanto da marionette ci si potrebbe aspettare un opera minore o destinata ad un pubblico giovane e di poche pretese, invece "Strings" non ha nulla da invidiare ad altri titoli molto più famosi e realizzati con budget infinitamente superiori. L'aspetto tecnico è eccellente: la fotografia e l'uso delle luci sono ottimi, così come la colonna sonora, e la regia riesce nel non facile compito di dare dinamismo alle scene d'azione ovviando agli evidenti limiti intrinseci dei mezzi utilizzati.
Andando ad analizzare nel dettaglio la storia si trovano sicuramente molti elementi già visti in altri film di questo genere, ma allo stesso tempo sono presenti diverse trovate originali come quella che secondo me è alla base della riuscita di tutta l'opera: aver fatto in modo che i fili delle marionette non fossero soltanto il mezzo necessario per far muovere i personaggi, ma parte integrante della storia e della mitologia su cui si basa.
Così facendo, il tutto diventa molto più credibile e in grado di appassionare anche chi, come noi, non ha fili legati alle estremità per collegarsi al resto del mondo. O forse è soltanto incapace di vederli.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008796 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net