the batman regia di Matt Reeves USA 2022
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the batman (2022)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE BATMAN

Titolo Originale: THE BATMAN

RegiaMatt Reeves

InterpretiRobert Pattinson, ZoŰ Kravitz, Paul Dano, Jeffrey Wright, John Turturro, Peter Sarsgaard, Andy Serkis, Colin Farrell, Alex Ferns, Jayme Lawson, Rupert Penry-Jones, Con O'Neill, Vic Waghorn, Dave Simon, Amy Clare Beales, Joseph Balderrama, Todd Boyce, Andreea Helen David, Gil Perez-Abraham, Max Carver, Charlie Carver, Elliot Warren, Mark Killeen, Bern Collašo, Angela Yeoh, Jay Lycurgo, John Wolfe, Elijah Baker, Will Rowlands, Amanda Blake, Obie Matthew, Alfredo Tavares, Kosha Engler

Durata: h 2.56
NazionalitàUSA 2022
Generefantasy
Al cinema nel Marzo 2022

•  Altri film di Matt Reeves

Trama del film The batman

Il film non Ŕ una origin story e, infatti, vede Bruce Wayne vestire giÓ tempo il mantello di Batman, che vigila sulla cittÓ di Gotham City da due anni. In questo periodo il supereroe ha giÓ affrontato diversi criminali, ma Ŕ giunto per lui il momento di discendere nelle oscure profonditÓ della cittÓ e scontrarsi questa volta con un nemico tanto astuto quanto temibile. Gotham City Ŕ in mano alla corruzione, che dilaga tra le pi¨ alte cariche della cittÓ, dove Batman sembra esser l'unico che cerchi di garantire giustizia. ╚ per questo che Bruce Wayne deve essere cauto e non fidarsi facilmente, ma dalla sua parte ha sempre il fidatissimo Alfred (Andy Serkis) e pu˛ contare anche sul tenente James Gordon (Jeffrey Wright). Il vigilante, per˛, non immagina che il nuovo killer, L'Enigmista (Paul Dano), che semina il terrore a Gotham con indovinelli e inganni, conosce la sua identitÓ, tanto da spargere qua e lÓ indizi ed enigmi proprio sulla famiglia Wayne. Indagando su di lui nei bassifondi, Batman si imbatte in una serie di personaggi, come l'affascinante Catwoman (ZoŰ Kravitz), Il Pinguino (Colin Farrell) e il boss del crimine Carmine Falcone (John Turturro). Le indagini che condurrÓ, per˛, lo porteranno a scoprire qualcosa che ha sempre ignorato sulla sua famiglia e per sconfiggere il male e avere finalmente vendetta, questa volta l'Uomo Pipistrello dovrÓ stringere nuove alleanze.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,71 / 10 (40 voti)6,71Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The batman, 40 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Saffox  @  01/07/2022 21:19:26
   8½ / 10
Il film è eccellente, il ritmo incalza senza galoppare, il tema dark è fedele al fumetto e trasuda arte.
Il comparto interpretativo è efficace e senza sbavature.

Non è perfetto, non è un film di Nolan, ma non è un film da 6.

cort  @  25/06/2022 23:45:00
   6½ / 10
Matt Reeves non si è mai dimostrato un regista coscienzioso, ed è strana la sua scelta per un film di batman(e pure in stile poliziesco, noir), che ha precedenti illustri. Si nota infatti una certa incoerenza nell'fondere le scene(a volte ecessive, a volte lente).
Gli attori se la cavano bene tutti ma la sceneggiatura non segue la caratterizzazione dei personaggi risultando un pò troppo semplice(o troppo poco complessa) per essere un poliziesco.
Concludo che il portare i cattivi di batman verso una versione più realistica è una scelta che condivido, ormai i film sui supereroi sono tutti uguali ed i cattivi sono spesso delle figurine 2D, l'enigmista è ben realizzato!

Niko.g  @  23/06/2022 18:34:47
   8½ / 10
The Batman, ovvero conversione morale di un supereroe. Ottimo.
E' un thriller a tinte horror che si concede profonde immersioni nel noir e che richiama un po' "Zodiac" di David Fincher. Non siamo quindi in "zona Tim Burton", ma il cavaliere oscuro è inserito con una certa coerenza nel contesto, con tanto di pungente sarcasmo da parte della polizia (del resto se ti presenti con mantello e orecchie a punta di 15 cm devi aspettartelo, anche se per Nolan tutto ciò è normale).

Non è assolutamente un film lento. Fila liscio come l'olio. Si prende il tempo che gli serve ed è montato in modo esemplare.

La regia è ottima. D'altra parte, da uno che ha riscritto il monster movie con "Cloverfield" facendo immergere il pubblico nella paura senza svelare il mostro per 3/4 di film, non ci si poteva aspettare che coraggio e autorialità. E così è stato! Reeves conosce tutti i segreti del mestiere, ma sa costruire la scena con un tocco personale e non si fa problemi se deve mostrarci i volti dei personaggi annebbiati e deformati dalla pioggia.

Pattinson convince con il suo Bruce Wayne dal passato fatto di solitudine e desolazione che "Something in the way" dei Nirvana evidenzia con inesorabile tempismo.
Sul versante opposto, si fatica a comprendere la scelta di Colin Farrell per il ruolo del Pinguino. Truccare Farrell in quel modo non sembra avere senso, almeno di non concedere attenzioni ai truccatori. Un Mickey Rourke avrebbe di sicuro fatto risparmiare tempo e denaro. In ogni caso, bravi tutti gli attori, non ultimo Paul Dano con il suo villain completamente svitato.

Bella l'ultima parte: retorica e moralista.
Elegante il finale: campi lunghi e fotografia strepitosa.

Tutto lascia presagire un seguito con il Joker (che qui fa capolino sul finale). Viste le premesse, c'è da augurarselo.

JohnRambo  @  03/06/2022 10:43:40
   7½ / 10
Visto ieri a noleggio su Prime in UHD. Direi che la serie di lungometraggi (e questo è lunghissimo!) grazie soprattutto a Tim Burton e Christopher Nolan, ma anche le visioni più fumettistiche di Joel Schumacker e Zack Snyder, ha oramai esplorato così tante sfaccettature di Bruce Wayne/Batman che difficilmente questa versione di Matt Reeves potrà acquistare una propria originalità e piena apprezzabilità. Ma ciò si vedrà nel tempo, inutile fare previsioni ora.
La storia è inutilmente lunga e contorta, le ambientazioni sono sempre cupe fino ai pochi minuti finali. Nelle intenzioni del regista c'è un'evoluzione in Bruce, una specie di maturità conquistata dopo la faticosa indagine sull'Enigmista (il nerd della porta accanto, psicopatico però), che vede il protagonista mutarsi da "io sono vendetta" a "io sono la luce", con l'ossessiva solitaria e granitica intenzione di "salvare Gotham".
Il principale problema di questo film è che c'è molto Batman e pochissimo Bruce Wayne, così sfatto e malridotto specie all'inizio che col trucco cadente sembra una sorta di Corvo o Joker andato a male. D'altra parte, mi sono divertito vedendo i gadget e i trucchi e il costume che gli conferisce una invulnerabilità mai vista a qualunque arma da fuoco, anche a distanza ravvicinata. I combattimenti sono sempre chiari e comprensibili, tranne il solito inseguimento notturno con scena in contromano presa da centinaia di altri film (John Wick, Io vi troverò, Jason Bourne). La s*****ttata finale ricorda molto quella de Il Cavaliere Oscuro. Vi è anche un accenno alle sue doti investigative, ma sceneggiatori bravi alla "tenente Colombo" non ce ne sono più, ormai, così che certe cose sembrano intuizioni più che ragionamenti in base agl'indizi, e senza lo "spiegone" dell'Enigmista in un video protetto su youtube non sarebbe riuscito nemmeno a completare la missione in autonomia.
Tra tutte le figure sfumate presenti nel film, Carmine Falcone, Il Pinguino che ne prenderà il posto, l'Enigmista più adatto a film tipo Schegge di paura, mi ha colpito in particolare CatWoman, non solo per la straordinaria sensualità e bellezza della piccola attrice Zoë Kravitz, ma per la storia d'amore asimettrica tra una donna che svela ben presto la propria maschera (si mette il passamontagna da gatta pochissime volte), e quella di un uomo che la maschera non la toglie nemmeno quando sarebbe stato il caso, negandosi così anche qualche momento di tranquillità, per quanto normale potesse essere vivere con una ladra. Ma tra questo triste Bruce Wayne, odiato da tutti fino al midollo solo per il suo essere nato ricco, e quell'adorabile e manesca pulzella forse non ci sarebbe stato molto margine.
La lunghezza del film impedisce visioni ripetute, a meno di dividerlo in puntate facendone una mini-serie di 3 episodi di un'ora ciascuno; ed inoltre non è esente da momenti di noia, a causa di situazioni sviluppate per esigenze di tempo e non narrative.
Il film risulta dunque un must assoluto per gli amanti di Batman. Per tutti gli altri vale il commento associato al voto: "buon film, vale la pena vederlo".

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  23/05/2022 17:40:06
   8 / 10
A me è piaciuto davvero tanto. Non c'è niente di nuovo, ok, ma quello che c'è funziona bene: fare un hero-movie in stile neo-noir è una bella idea, i caratteristi fanno tutti il loro onesto lavoro, Pattinson non si guarda, ma vabbeh, alla fine deve solo picchiare gente mugugnando cose.

XYX324  @  13/05/2022 16:44:40
   7 / 10
Il Batman più dark mai fatto. Il ritmo non sarà un granché ma ho apprezzato il coraggio da parte del regista di fare un film diverso dal solito personaggio. Un ottimo thriller noir dove tutto ben si incastra. Alternanza di dialoghi riusciti e altri meno. Consigliato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  11/05/2022 13:18:25
   7½ / 10
Da apprezzare per la vena decisamente oscura e dark che si discosta da tutti i prodotti precedenti .. tralasciando le due porcerie di metà anni '90 questo film lo colloco comunque sotto sia il doppio Burton che al triplo Nolan.
Forse è la sceneggiatura un pò povera e troppo dilatata a far calare il ritmo , anche comunque godibile e interessante .
Buone le recitazioni , Pattison bene tormentato ma umano e fragile in diversi frangenti , villain moderni ma comunque coerenti coi tempi , ben caratterizzati e nella loro follia sopra le righe comunque un senso lo si ci trova .
Non un capolavoro ma comunque un bel film

Kyo_Kusanagi  @  07/05/2022 18:05:43
   6½ / 10
Un Batman diverso da tutti quelli finora portati sullo schermo, Molto noir vuole essere una via di mezzo tra il fumettoso di Burton e il realista di Nolan. Un Batman tormentato, alle prime armi, meno tecnologico e più umano (un Batman che le da, ma le prende anche). Bella la colonna sonora e anche la resa della Gotham City (forse la miglior resa).Niente da dire sull'interpretazione di Pattinson che riesce a dare il giusto volto al tormento del personaggio. Una storia introspettiva e di formazione oltre che di investigazione. Forse 3 ore possono sembrare un pò pesantucce e anche l'assenza di una scena climax ma merita sicuramente una visione. Felice per seguito annunciato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/04/2022 20:07:12
   5½ / 10
Nolan ha lasciato il segno sul personaggio di Batman. L'approccio, pur essendo un film di supereroi, cerca di essere più realistico possibile ed il supereroe stesso un figura tormentata nel profondo. Senza dubbio l'eroe che cerca di risollevare o tenta di farlo, una città ormai marcia fino al midollo dove non esistono più confini tra la legale e criminale. Batman in questo senso ed il sodale Gordon sono i punti di vista morali di un contesto che ha perso irrimediabilmente la propria etica e che il progetto violento dell'Enigmista cerca di scoperchiare gradualmente. Il Rinnovamento è solo una favola da racccontare al bestiame per mettere in funzione solo una logica gattopardesca. Sul comparto tecnico nulla dire, una buona fotografia che sottolinea anche l'assonanze con il Seven di Fincher, sia nel contesto con una continua pioggia battente, la cupezza della città ed il senso di irredimibilità della stessa. Mal aldilà della buona prova di Pattinson, i personaggi secondari non sono all'altezza della situazione, cosa grave per un film di quasi tre ore. Gordon/Wright è sufficiente e nulla di più, Alfred/Serkis quasi un sopramobile dal minutaggio scarso e la Catwoman della Kravitz un personaggio a dir poco anonimo. L'Enigmista appare tardi ed anche questo è uno svantaggio non da poco, visto che hai un Paul Dano a disposizione. Film nel complesso che per quanto mi riguarda non raggiunge la sufficienza. Ha buoni spunti ma non li sfrutta, battendo strade che in fondo sono già viste e riviste.

jason13  @  24/04/2022 21:52:48
   6 / 10
Un Batman particolare, diverso e non poco da tutti i suoi precedenti. Non mi ha appassionato nei quasi 180' minuti ma nemmeno annoiato. Difficile darne un giudizio. Posso dire che da parte mia verra' ricordato come uno dei meno riusciti.

Boromir  @  24/04/2022 01:55:24
   8 / 10
A Gotham piacciono i ritorni. Ben conscio di non poter replicare l'immaginario di Burton o le derive eschilee di Nolan, Matt Reeves realizza un gran bel film sul Crociato Incappucciato, di cui si possono contare innumerevoli meriti. In primis, evoca una mood bladerunneriana fatta di pioggia, lordura urbana e brulicante vita notturna; costruisce i personaggi e i loro dibattimenti con le immagini anziché con gli inutili fiumi di parole che abborbano il blockbuster moderno (le esposizioni vengono lasciate alle indagini, che giustamente, e contrariamente a quanto accusato dai piagnistei di alcuni, devono essere sviluppate con lentezza e metodo); attinge dal meglio che il passato cinematografico del personaggio ha offerto finora, riuscendo comunque a rinvigorire un franchise giunto a satura reiterazione; guarda al noir di voci narranti, indagini serrate e antieroi romantici e violenti. Lo stesso noir a cui si sono consacrati David Fincher e William Friedkin (quest'ultimo presente soprattutto in una sequenza che è già cult).
Il Batman di Pattinson, bellissimo e trucido giustiziere spalleggiato dalla classica galleria di comprimari e avversari che abbiamo imparato a conoscere in oltre settant'anni transmediali, vince la prova dell'eredità di Bale e Keaton, ma come già nei predecessori non è altro che MacGuffin di una visione più grande: il ritratto, finalmente, di una città in cui il crimine divampa e serpeggia come uno "stato nello stato" (con tutti i drammatici risvolti morali del caso). Promosso.

federicoM  @  23/04/2022 20:43:51
   7½ / 10
Batman, forse più dell'uomo ragno, rappresenta il supereroe più importante nella mitologia americana. Il messaggio pedagogico è chiaro. "The flood is coming", sempre. Il diluvio universale, il disastro immminente segna la nostra epoca dopo il covid. Aumentano le disuguaglianze, la pace è ancora più rara e gli americani hanno un nuovo rivale, la Cina, con cui confrontarsi. Ecco il messaggio è che dobbiamo incanalare la nostra energia non nella sete di vendetta, ma nel proteggere e nell'aiutare il prossimo, essere solidali.
Forse un pò troppo lungo, ma questo thriller-detective story con alcuni richiami, quasi citazioni, a Blade Runner è fatto bene e regge il confronto con i Batman di Nolan e Burton. Vediamo come saranno gli altri due capitoli.
P.s. Paul Dano torna a fare il freak :)

VincVega  @  22/04/2022 17:21:23
   8 / 10
Un gran bel film sul Cavaliere Oscuro. Reeves è riuscito a realizzare una pellicola diversa dalle precedenti, con atmosfere dark alla Fincher, senza dimenticare le origini fumettistiche. Perchè questo "The Batman" vira su una detective story/noir/poliziesco, con il protagonista che indaga sui misteriosi omicidi che attanagliano una Gotham City splendidamente fotografata (praticamente sempre di notte) e affascinante come non mai. Il coraggio di Reeves è anche nella scelta di non lesinare sulla violenza e penso lui volesse aumentarla ancora di più, ma la Warner Bros ha messo sicuramente dei paletti. Peccato.

Ottimo Pattinson che riesce a dare una certa personalità al doppio ruolo Bruce Wayne/Batman, molto bene anche il resto del cast. Paul Dano, John Turturro, Jeffrey Wright ed un irriconoscibile Colin Farrell nei panni del "Pinguino". Bella la scena dell'inseguimento proprio tra Batman ed il Pinguino, Reeves deve essersi visto "Vivere e Morire a Los Angeles" e quando vanno a finire contromano in autostrada mi è venuto subito in mente il capolavoro di Friedkin. Ottima la colonna sonora di Michael Giacchino e molto buono l'utilizzo di "Something in the Way" dei Nirvana.

Anche se sono diversi, il paragone che si può fare è con "Batman Begins", entrambi narrano i primi periodi di Bruce Wayne che si cala nella maschera del cavaliere oscuro e devo dire che ho preferito quest'ultimo di Reeves al primo della trilogia di Nolan, molto più d'atmosfera, molto più nelle mie corde e se verrà data a Reeves l'opportunità di realizzare almeno tre pellicole, penso riuscirà a dare una nuova linfa alle vicende del pipistrello. Non so se sono io poco obiettivo (vado matto per i polizieschi e i noir), però mi fa strano vedere certe votazioni su questo sito. Reeves è riuscito ad intraprendere una nuova strada e non era facile dato i precedenti film di Nolan e Tim Burton.

Mauro@Lanari  @  20/04/2022 21:26:31
   3½ / 10
L'incipit è straniante per la coppia di brani scelti: l"Ave Maria" di Schubert e "Something in the Way" dei Nirvana. La fotografia sembra quella di "Blade Runner" ma più livida e desaturata: non ci sono molti baglior'improvvisi, rasoiate luminose di neon o laser che fendono l'oscurità. L'ombra prevale per circa 3 ore ininterrotte. Almeno nel prologo manca la pioggia battente, poi invece vien'aggiunt'anch'essa. La storia è una sequela di scene del crimine in cui un tizio taciturno e vestito strambo con maschera e mantello indaga assieme a poliziotti e detective. Se la recitazione è un optional, Pattinson sarebbe potuto essere sostituito da Robert Smith (e ciò significa che il film non è grunge né emo, bensì gotico). Il terzo atto saccheggia il Fincher del '95, del '99, del 2007 e il McTeigue del 2005. Matt Reeves: orrido esempio della nuov'autorialità.

Headroom  @  20/04/2022 10:15:52
   3 / 10
A mio avviso, è uno tra i peggiori film sui supereroi. Buone atmosfere tenebrose e dark, stile Blade Runner, Il Corvo, Seven ma purtroppo "il bello" finisce qui, la sceneggiatura è terribile, poca azione per un un film veramente noioso e che non riguarderei mai.
La scelta poi di rappresentare un Batman\Sherlock è veramente mal riuscita, non mi è piaciuta per niente e non mi ha appassionato neanche un po', e il regista, tra l'altro ha fallito questa trasposizione su tutta la linea, con scene che sfiorano il comico, perché (anche se parliamo di un fumetto) vedere il commissario della polizia portare sulle scene di svariati crimini, un tizio con mantello mascherato da pipistrello, che si muove tra decine di poliziotti come se fosse la cosa più normale del mondo, senza che venga bloccato e smascherato e che a qualcuno non gli venga in mente di chiedergli se è completamente pazzo, è il non plus ultra del RIDICOLO, a mio avviso, il personaggio di Batman è "credibile" quando agisce nell'ombra (stile Giustiziere Della Notte), uccide o massacra i cattivi, e non è amico di nessuno, tanto meno della polizia.
Per quello che riguarda gli attori, appena sufficiente Wright, il Gordon di Oldman era di ben altra stoffa, pessimi tutti gli altri; Pattinson, mono espressivo, poco incisivo e con un fisico da rachitico, ridicolo per la parte, la Kravitz\Cat Woman pessima, senza carisma, inutile, e talmente fastidiosa che in confronto quella della Berry era da Oscar, Alfred\Serkis non pervenuto, Farrell\Pinguino una macchietta sommersa da chili di protesi, preferivo un attore con la sua vera faccia e con poco trucco, Turturro\Falcone scelta peggiore non ci poteva essere, dopo la scena in mutande di Transformers, non mi riusciva prenderlo sul serio neanche un minuto, L'enigmista, forse è il peggiore "villain" mai visto ridicolo su tutta la linea, per niente carismatico, scelta sbagliata dell'attore con una faccia da bamboccio nerd che non mi ha trasmesso nulla e poi nella dinamica ricorda troppo "Jigsaw", insomma, un film, pessimo bocciato su quasi tutta la linea.

WinchesterA  @  14/04/2022 19:16:53
   9 / 10
Non mi dilungherò perchè le cose positive sono troppe a mio parere. Mi aspettavo il peggio e invece devo dire che mi ha stupito veramente in positivo! Pattinson calatissimo nella parte e molto credibile, film cupo, dark, non c'è un momento di noia in 3 ore di film. I personaggi sono perfetti, azione nella giusta dose e il doppiaggio italiano che temevo l'ho trovato superbo. Mi è piaciuto tantissimo per tantissimi motivi. Consigliatissimo!

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  03/04/2022 14:01:50
   7½ / 10
In pur quasi un'ora di troppo, questa ennesima rivisitazione di Batman riesce comunque ad essere un buon film. Non il solito reboot sulle origini, ma una storia già iniziata, più noir/investigativa che il tipico film di supereroi. Visivamente è quanto di più fumettoso si sia finora visto, in una sua rivisitazione gotica di tutte le grandi città del mondo odierno. La colonna sonora di Michael Giacchino è la forza trascinante del film (la sto riascoltando un sacco) ed in più di una sequenza riesce ad aggiungere tantissimo alla storia. Bravi pure gli attori anche se, secondo me, hanno messo troppa carne al fuoco. Non sono sicuro che Catwoman fosse indispensabile, per esempio. Bello il cattivo (che, per una volta, non è il Joker!). La terza parte del film, però, scade un po'nel banale (tante s*****ttate, folla in pericolo, etc..). Come ho detto, la parte finale non è all'altezza del resto.

Gatto_75  @  02/04/2022 22:54:39
   5½ / 10
Non ci siamo proprio, non decolla mai, trama scontata, Batman anonimo, colpi di scena nulli.
Credetemi non ne vale la pena.

werther  @  29/03/2022 19:59:59
   5½ / 10
Finalmente il tanto attesissimo nuovo Batman. Cominciamo dall'apertura del film, colonna sonora molto originale e centrata, riproduzione di Gotham perfetta, fotografia e regia di ottimo livello e tutto sommato anche Pattinson il suo lo fa come recitazione. Allora il problema qual è? Il problema è la sceneggiatura e determinate scelte fatte nella trama di questo film che vuole cercare di darsi un tono alla Nolan risultando una palla enorme, la storia non è minimamente coinvolgente, l'azione scarseggia e Bruce sembra più un diciottenne che fa tardi la notte in discoteca piuttosto che un vigilante che combatte il crimine. Il finale è da brividi e non di paura. Nolan dove sei? Bale dove sei?

Specola  @  28/03/2022 01:42:51
   3 / 10
L'ho odiato in tutti i modi.
Trama noiosissima (se muore un personaggio lo fanno passare come un colpo di scena), e si corre a destra e a sinistra senza quasi neanche capire quale sia il reale motivo.
Ci hanno buttato dentro tutto: droga, corruzione, maniaci, mafia, politici corroti donna gatto che appare e scompare, insurrezioni web, di tutto e di più. Un minestrone senza senso.
Talmente lungo che da metà film mi annoiavo anche durante le scene di azione.
Non ci sono scene che lasciano il segno.
Ma la cosa che dopo un po' diventa pesantissima è che sono scene di buio dalla prima all'ultima (se si tolgono le parti in cui è tutto buio in cui si vede solo una torcia accesa il film diventa di 10 minuti).
E il buio viene inserito anche in scene in cui non avrebbe senso che ci fosse... scene di giorno, scena di Alfred in ospedale, scena di insediamento del sindaco (che di solito è uno sfarzo di luci) ecc.
Questi non li ritengo spoiler perchè non impattano sulla trama.
Mai più.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  26/03/2022 22:47:49
   8 / 10
Era difficile fare un film diverso su Batman, eppure ci sono pienamente riusciti! Bel film, più un noir che non un vero e proprio action movie o peggio, un cinecomics. Pattinson così cosi, bravo in alcune situazioni, poco espressive in altre. Quello che più ti prende é la storia, originale pur non avendo grandi margini di manovra. Bssta così con Batman, difficile fare qualcos'altro di meglio.
Nessun paragone con Nolan: sono due prodotti completamente differenti.

mrmassori  @  24/03/2022 15:31:18
   8 / 10
Matt Reeves è riuscito nel mettere in scena una trasposizione di Batman cupa, affascinate e contrastata. Robert Pattinson mi è parso pienamente calzante per tale ruolo: un ancora giovane, irrequieto e irruento cavaliere oscuro, convince perché sembra sempre depresso e arrabbiato, e quell'aria da ragazzo dannato sposa bene con questo personaggio.

Ghotam City è sempre immersa da una pioggia battente, squallida e lercia così come i suoi abitanti. E in essa ritroviamo alcuni dei nemici storici di BAtman.
Sinceramente mi immaginavo di vedere un polpettone di azione o poco più,
Invece, è quasi un film noir thriller con atmosfere veramente cupe e con una trama incentrata proprio sul marciume di gotham e i suoi personaggi corrotti e doppiogiochisti. Dopo i due Capolavori di Tim Burton, che rimangno le mie trasposizioni preferite dell'uomo pipistrello, con scenografie spettacolari, artigiane, fatte ad opera d'arte, con costumi e personaggi iconici e impressi nella storia e che secondo me ineguagliabili da nessuna altra trasposizione passata nè futura, si pensi solo al Joker di Nicholson, al Pinguino di De vIto, alla Cat woman di Pfeiffer, ma anche ad Alfred o al commisario Gordon o anche pur solo alla bellissima Kim Basinger, per non parlare di Micheal Keaton perfetto nel ruolo del Bruce Wayne come uomo e del BIRD MAN più iconico e affascinate.


Poi torniamo a questo che secondo me è IL BATMAN, ovvero ciò che l'uomo pipistrello dei fumetti doveva e deve essere, cupo, maledetto e intelligente. E lo piazzo dopo i due di Tim Burton.


E dopo c'è la trilogia di Nolan, (ma facciamo anche solo begins e il cavaliere oscuo perchè il terzo non aggiunge proprio nulla) che sono perfetti blockbuster d'azione e che hanno portato Batman ad essere rivisto e riattualizzato a degli standard più epici, e adatti per piacere alla massa.


Ritornand al film, è girato molto bene con effetti speciali non devastanti e ridicolmente esagerati e pompatiin CGI, e infatti è la fotografia decadente che spicca ed è una goduria.
l'enigmista interpretato da Paul DAno mi è piaciuto molto, deviato e sociopatico al punto giusto, e anche Turturro nei panni di Falcone, spiccano sugli altri personaggi tipo o colin Farrel nel nuovo Pinguino, o la Catwoman interpretata dalla figlia di LEnny Kravitz, Zoe, anche se niente a che vedere per dire con i capolavori di Tim Burton o con il joker di nolan, Ma nel complesso però fanno andare avanti bene la storia.

In definitiva ne sono rimasto molto soddisfatto e nonostatnte la durrate di 3 ore, scorre bene e ti fa calare nel film come se si stesse leggendo il fumetto.

TheLegend  @  23/03/2022 23:35:03
   7 / 10
Un Batman cupo e dalle atmosfere dilatate.
Secondo me riuscito ma non mi ha convinto in alcuni passaggi la sceneggiatura.

bitlis69  @  22/03/2022 01:31:37
   8 / 10
Era difficile riproporre batman Dopo tutto quello che abbiamo già visto ma matt reeves ha centrato in pieno il bersaglio a mio avviso,virando più su un action movie.splendida l'atmosfera di una gotham city più cupa che mai,il personaggio di bruce wayne con tutti i suoi demoni, john turturro bravissimo nei panni del boss e super azzeccata la scelta del sociopatico enigmista.

lucasssss  @  20/03/2022 16:54:31
   4½ / 10
Avrebbe raggiunto la piena sufficienza, ed anche più, se il film fosse durato un ora in meno, quasi 3 ore di film non si reggono soprattutto se lento, ho dovuto faticare per non chiudere gli occhi, peccato

Manticora  @  17/03/2022 17:45:40
   8½ / 10
Questo è un film su Batman, su quello che è, quello che diventerà ma soprattutto sul suo rapporto con GOTHAM. L'uomo pipistrello è nell'interpretazione autistica e sociopatica che ne da Robert Pattison un giovane uomo dominato dalla rabbia, dalla violenza e dall'ossessione di portare avanti la sua vendetta verso la criminalità di Gotham. Perchè qui Gotham non è semplicemente SPORCA E MARCIA come in JOKER, qui la città è letteralmente PUTREFATTA sotto una pioggia insistente e quasi incessante. Una città dove non sembra esistere redenzione, dove la polizia CERCA di prevenire il crimine, ma non riesce neanche a contrastare quello organizzato. Abbiamo il sindaco

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Edward N. un tizio qualunque che comincia ad ammazzare non a caso i suddetti perchè HA UN PIANO, o forse no. il fatto che sia un serial killer totalmente disturbato, ma che soprattutto possa essere

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma per arrivare a questo ci vogliono quasi tre ore, che sono volate, perchè Batman deve prima:
pestare a sangue una gang che sembra rifarsi al trucco del JOKER.
controllare le scene del crimine dell'enigmista, dove nessun indizio può sfuggire alle lenti spettrografiche che indossa.
rapportarsi con l'unica persona che conosce la sua identità e lo sostiene, Alfred Pennywort, interpretato in maniera ottima da un Andy Serkins che sa esattamente come caratterizzare il personaggio.
Intrattenersi con la malavita di Gotham, tra cui spicca Oswald Coblepot, il Pinguino storpio che rappresenta la trasformazione ASSOLUTA di un Colin Farrell irriconoscibile e per questo PERFETTO.
Incontrare una GATTALADRA vulnerabile, affascinante ma anche tanto arrabbiata che vuole rifarsi una vita ma non perdona chi ha ucciso le persone che ama, e qui Zoe Krawitz riesce ad essere credibile nonostante sia uno scricciolo di sensualità e ironia, facendo sparire anche Anne Hathaway nel capitolo finale di Nolan.
Inoltre c'è Carmine Falcone, una vecchia conoscenza apparso in Batman Begins, qui impersonato da un inquietante John Turturro, che da SPESSORE al personaggio e non fà rimpiangere Tom Wilkinson.
L'unico vero alleato di Batman è ovviamente il Capitano Gordon, interpretato da Jeffrey Wright anche se il suo personaggio è inevitabilmente OSCURATO dagli altri, a dispetto dell'interpretazione più che buona.
Comunque la sceneggiatura di Matt Reeves e Peter Craig riscritta completamente dopo il tentativo fallito di Ben Affleck ha il pregio di essere semplice, diretta ma efficace. Un misto di crime-movie, mistery e colpi di scena che ovviamente sanno dove andare a parare. In tutto questo la regia di Reeves è efficace, stilizzata, con un ottimo uso della cupa fotografia di Greig Fraser già visto in DUNE che accentua lo squallore, la degradazione, buio e degenerazione della città di Gotham. La colonna sonora di Michael Gioacchino non arriva alle vette INARRIVABILI di Hans Zimmer ma riesce a sfornare un tema sonoro di Batman dignitoso, anche se l'efficacia di "something in the way" dei Nirvana fa la DIFFERENZA. Insomma si è capito, a me il film è piaciuto, non era facile reinventare l'icona di Batman senza partire dal solito percorso di origini. Reeves ha dimostrato non solo di avere le idee chiare, ma di aver adottato un approccio COMPLETAMENTE DIVERSO. In cui oltretutto il livello di realismo è estremamente più credibile e ponderato perfino dei film di Nolan, e non è poco.

Jumpy  @  16/03/2022 16:04:05
   6½ / 10
L'impatto visivo è pontentissimo, dagli effetti speciali, alle ambientazioni, ai costumi, alla fotografia, al tagloi fumettistico di alcune scene si vede che a livello tecnico si è lavorato tantissimo e bene. Il personaggio meglio caratterizzato (forse anche meglio di Batman/Bruce) è l'enigmista. Interessante poi l'idea di mostrare l'animo tormentato di Bruce Wayne. Coraggiosa poi (e non pienamente riuscita) la scelta di approfondire più il lato investigativo (più vicino al fumetto) che di azione/supereroe.
L'aspetto investigativo andava però gestito un po' meglio e poteva esser reso più intrigante, come se per la frenesia di buttarci dentro quante più cose possibile

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
si sia un po' persi per strada (e tirato troppo per le lunghe).
La lunghezza (notevole... c'era materiale per poter fare, e meglio, almeno 2 film) anche se non pesa particolarmente, porta un po' di noia
E' un film sicuramente da vedere per chi già conosce ed è appassionato del personaggio e del fumetto, altri potrebbero restare un po' delusi.

Light-Alex  @  13/03/2022 20:54:04
   6½ / 10
Nel complesso ho trovato i recenti batman di Nolan più icononici, carismatici ed adrenalinici
Comunque è un buon lavoro, ma non è riuscito a colpirmi poi così tanto.

Le chiavi di lettura con cui il regista Matt Reeves ha provato a ridare linfa al brand sono state:

- Una trama trhiller, quasi dal gusto escape-room, per la quale il personaggio dell'Enigmista la fa veramente da padrone dettando i tempi e i modi del film. Il film è come un grosso puzzle in cui lo spettatore scopre un pezzo alla volta e in questo susseguirsi di indizi svelati trova l'inerzia per tenere viva l'attenzione dello spettatore

- Un Batman interpretato da Robert Pattison estramamente inquieto, nel pieno del proprio disagio personale, chiaramente non in pace con sè stesso e col mondo, inevitabilmente lontano dal Batman di Christian Bale, carismatico, brillante ed ipertecnologico

Il finale forse è la parte migliore, con L'enigmista che fa rendere conto Batman che in fondo tutti e due stanno facendo la stessa cosa, cercare vendetta per le falsità ricevute. E solo allora Batman capisce di dover fare il passo in avanti, si libera dell'abito del vendicatore ed indossa quello della guida luminosa in mezzo alle tenebre.

marcogiannelli  @  13/03/2022 12:47:37
   8 / 10
Dopo il Batman di Burton, dopo i Batman di Schumacher, dopo il Batman di Nolan, dopo il Batman di Zack Snyder, come si può raccontare ancora Batman nel 2022 in epoca moderna?
L'idea di base della produzione è: prendiamo Matt Reeves, uno dei migliori registi di blockbuster dell'ultimo decennio e chiediamogli la giocata del campione.
E il regista ha deciso che il suo Batman sarebbe stato Seven con un tizio vestito da pipistrello. Stessa atmosfera plumbea e cupa, assassino che lascia enigmi, scene del crimine contorte. Impossibile non farci caso, impossibile che non ci sia alcuna citazione.
Sicuramente siamo lontani dal cinecomic classico a cui ci siamo abituati con la Marvel, siamo molto di più in zona Joker. O ancora a "Il silenzio degli Innocenti " di Demme.
Batman qui è inesperto, forse troppo, ma è già diventato terrorizzante. Appena si accende il suo segnale nei cieli di Gotham c'è chi se la fa addosso. Batman è ombra. Però non ha ancora molti gadget, non ha imparato a svolazzare, non si cela sempre nel buio e attacca di sorpresa.
Va in giro in moto, deve bussare per entrare in un night club, agisce da detective sulle scene del crimine.
Sotto la maschera ci sta un Bruce Wayne forse fin troppo tormentato, avrei sfruttato meglio le emozioni di un Pattinson troppo sottotono quando interpreta il miliardario orfano.
I personaggi secondari, personalmente, non mi hanno fatto impazzire. Andy Serkis è un ottimo attore, lo sappiamo, e il suo Alfred mi sembra più giusto di Jeremy Irons, ma non mi ha lasciato quella sensazione alla Michael Caine. Il Pinguino di Colin Farrell è sostanzialmente un gangster più brutto, non ha nulla delle sue caratterizzazioni. Catwoman allo stesso modo è una ragazza con una storia difficile da affrontare che si traveste con una tutina, anche qui manca la caratterizzazione forte, è come se Reeves volesse lasciare tutto quanto più attinente alla realtà, un pò nolaniamente. Se c'è un personaggio che ne ha veramente giovato da questa versione thriller è Gordon, esplorato nella sua incorruttibilità in un mondo corrotto.
E poi c'è il villain. Paul Dano è da sempre che è sinonimo di inquetudine. Il Petroliere, Prisoners, una faccia che non scordi facilmente. Però questa faccia la vediamo pochissimo e funziona, quasi spiace di vederlo spesso mascherato e davvero super perverso ma, a mio avviso, il personaggio aveva una sua dignità anche senza renderlo irriconoscibile. Spero in Barry Keoghan, altro faccetto inquietante.
Di tutta la faccenda mi ha convinto meno il finale, questo piano un pò contorto in cui in realtà Batman, a parte passare da Vendetta a Speranza, ha poco da fare.
Purtroppo alcune lungaggini possono rendere un pò indigesta la pellicola per alcuni, sono 3 ore di film lento, con molti rallenty anche quando non servono. In fase di montaggio andava tagliuzzato un pò per renderlo più snello e fruibile.
Dal punto di vista tecnico ho da ridire solo su alcune scene d'azione un pò troppo caotiche, ma per il resto funziona tutto a 1000, dalla fotografia alla colonna sonora. Davvero particolari le sfocature sugli elementi non a fuoco in scena, scelta che mi ha sorpreso tanto.
Comunque ben venga questo tipo di prodotto.

GreatJohn96  @  13/03/2022 11:39:45
   6 / 10
Film giustamente acclamato dalla critica, ma che per coglierne il lato oggettivo bisogna subire, non solo l'intera durata, ma pure più di una visione. Di certo non risulta affatto la miglior versione live action di Batman, ma forse la miglior versione "fumettistica", in quanto stavolta autori e regista hanno trasposto quasi ogni sfumatura alla lettera di tutti gli albi del personaggio, inserendo pure riferimenti al passato di Gotham e dei Wayne. Di certo la cosa migliore della pellicola rimane il personaggio dell'Enigmista, molto curato sotto ogni aspetto e la versione di esso che pensandoci, anche Nolan avrebbe forse scritto al suo tempo. Per fortuna, a me è bastata una visione

Rob_  @  13/03/2022 10:32:46
   5½ / 10
peccato, perchè visivamente è senz'altro ben fatto, fotografia notturna e piovosa e gotham city ben resa...
dall'altra parte i problemi della storia sono molti, troppo pasticciata, sottotrama di catwoman quasi inserita a forza, spiegoni su spiegoni. Risultato tre ore che potevano essere solo due ma ben fatte, focalizzandosi meglio su una linea narrativa incentrata sell'enigmista, effettivamente la più interessante.
La cosa che subito ammazza il pathos, almeno per il pubblico italiano è il nome Falcone dato al boss mafioso di turno, assieme all'altro Moroni, ma chi ha curato l'adattamento non ha collegato il cervello un secondo per cercare un'alternativa?
Anche tradurre in italiano dei messaggi dell'enigmista sul set distrugge l'atmosfera

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 15/03/2022 20.15.05
Visualizza / Rispondi al commento
wallace'89  @  08/03/2022 17:36:28
   7½ / 10
Bello, a tratti molto bello, ma con riserve.

Concordo nel dire che il limite maggiore sta nel creare premesse ingigantite che si sgonfiano man mano che si arriva alla risoluzione. Infatti per questo definisco il film solo soddisfacente, ma l'inizio invece l'ho trovato proprio godurioso. L'impostazione è correttissima, sembra beneficiare da tutte le precedenti incarnazioni del personaggio da cui trae qualche lezione senza scavalcarne mai la memoria condivisa (in questo senso una versione tutt'altro che revisionista, non è un "begins", again, c'è dentro il sunto di Burton, Nolan, Bruce Timm oltre le evidenti influenze fumettistiche), e al contempo ritagliarsi il suo spazio, delineando un personaggio a tutto tondo che è al contempo tutti i Batman su schermo precedenti, quindi "The Batman", che qualcos'altro. Un adolescente rancoroso che deve compiere la sua parabola formativa, superare il proprio perché fondativo aggiungendo sfumature e necessità diverse alla propria missione. Da questo punto di vista il film trova una chiave di lettura che unisce più personaggi attorno al tema della propria eredità, magari semplificata e ingenua, ma risolta e coerente narrativamente, e con più di un debito verso il genere noir e hard boiled che codifica fortemente la visione. Infatti l'aspetto maggiormente apprezzabile non è tanto l'ennesima riproposizione della mitologia del personaggio, quanto il suo essere in ombra al worldbuilding di Gotham e dei suoi personaggi, esserne, letteralmente, "l'ombra", intesa anche come prosecuzione e proiezione di ciò che potrebbero diventare (catwoman/riddler). Al film giova più l'estetica che la trama e le sue risoluzioni in sè, e l'atmosfera che crea in questo caso è peculiare e fortissima. L'universo di Batman, torna a essere stilizzato e fumettistico, e personalmente di ciò ringrazio, senza vera "grandeur epica" raccontandoci di più del personaggio e cosa lo genera, ma in una scala più piccola, un micro-universo che sembra vivere di vita propria, a differenza della visione di Nolan che cercava connessioni tra il suo mondo e una diversa chiave concettuale e simbolica per leggerlo.
E finché opera nella premessa e promessa di un certo cinema di genere, con i suoi costitutivi limiti, è affascinante e seducente come film, ma le troppe piste e modelli anche produttivi ne affaticano la visione con un montaggio da un certo punto in poi poco bilanciato, con senso del dramma forzato, echi e rivelazioni dal passato che non creano sufficienti balzi emotivi, scioglimento del caso "giallo" poco sorprendente (e per una "detective story" è il limite più deludente) e shutdown finale che non trova un vero e proprio apice di tensione. C'è poi il finale straniante e sentimentale che a onor del vero è particolare come resa e idea, ma anche anti-climatico, non so ancora dire se mi sia piaciuto o no, però però...

A parte ciò personalmente sono contento se le produzioni di "cinecomics" tornano a rischiare su un campo estetico e valori produttivi in controtendenza rispetto al grande modello industriale imperante. Quindi non farò finta di non ammettere che il film offra squarci notevoli di possibilità in questo campo.

floyd80  @  07/03/2022 15:27:59
   8 / 10
3 ore senza uno sbadiglio, una pellicola tesa, ricca di sfumature e con una sceneggiatura congeniale.
Bravi gli attori, Pattison davvero in parte.
Secondo solo al Cavaliere oscuro.

LucaT  @  07/03/2022 01:33:02
   4½ / 10
un film che trovo meritevole sotto alcuni specifici aspetti
ma che nella sua totalità non mi ha saputo sufficentemente intrattenere
Robert Pattinson risulta discreto come Bruce Wayne
ma poco -sopra le righe- come Batman
per un film che stravolge per l'ennesima volta il -mondo di Batman-
con -pregi e difetti- a proprio gusto personale di ogni spettatore
personalmente questo film non mi ha molto convinto

Strix  @  06/03/2022 20:39:57
   9½ / 10
Che dire? Perfetto sotto ogni punto di vista.

Storia, personaggi, performance attoriali, lato tecnico, scene action, scene drama...tutto al proprio posto.

Le maggiori critiche che sto leggendo sono riguardo al costume di batman o al fisico del personaggio, insomma aspetti volutamente derubricati in quanto la loro derubricazione è funzionale al film, che si concentra su un personaggio che nonostante sia in attività da 2 anni, deve ancora giungere alla sua frma definitiva, sia come esperienza e preparazione che come maturità psicologica.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Febrisio  @  06/03/2022 09:18:07
   7½ / 10
La prima immagine al cinema è stata: questa proiezione non ha una pausa. La prima parte è talmente incalzante che non sapevo a quale scena uscire per la toilette. Son dovuto scendere a compromessi con la mia vescica. Nella seconda cala, forse la parte peggiore per poi e rinvigorirsi nel finale. Cupissimo, stiloso, con meno gadget ma tanto incazxoso questo batman in cui non vi appare la bipolarità del personaggio. Da notare quanto sia bravo a risolvere enigmi, non facevo in tempo a capirli che li aveva risolti. Il pinguino un po' sottotono, ma lo sculettamento di catwoman ce lo fa perdonare, mentre l'enigmista non è proprio il cattivo principale che ti aspetti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/03/2022 11.30.09
Visualizza / Rispondi al commento
EddieVedder70  @  05/03/2022 23:58:02
   7 / 10
In un'oscurità, anzi in un buio che neanche "la Lunga Notte" de il [i]Trono di Spade[/i], fuori fuoco per evidenziare i primi piani (con nulla in primo piano), immerso nella pioggia a far invidia [i]Seven[/i], la prima parte di questo The Batman è stata talmente folgorante che già cercavo di capire come giustificare la mia esaltazione. Gotham e i suoi avventori diventano reali, si va oltre al Cavaliere Oscuro, e siamo fuori dal fumetto. Batman è più un giustiziere, lui stesso si presenta come "Vendetta" e non c'è spazio alla fantasia. In questa densità di concretezza, abbandonate le mirabilie tecnologiche alla Nolan o Snyder, si perdonano errori di montaggio e debolezze di sceneggiatura, almeno fino a quando i tempi iniziano a dilatarsi, anche perchè alcune sequenze sono pura estasi di adrenalina e di visione, ci sono frammenti da capolavoro del genere. Belli, ops credibili tutti i personaggi, anche i villans che nulla hanno ad invidiare agli omologhi a fumetto. C'era il materiale, il contesto, l'idea, le musiche (che bello il teme del [i]Riddle[/i]), il budget e gli attori per il Film, quello che ti ricordi per tutta la vita. Poi ... poi si prende il tempo, si dilata, ma soprattutto nella seconda parte, anzi, direi dalla rivelazione dell'enigmista, Matt Reeves non ci capisce più nulla e si perde via con una sceneggiatura banale, forzata, stupida. Le sequenze sono scritte davvero male, senza logica, farcite di retorica, di machismo, di americanate, di ignoranza (quella brutta e fastidiosa). Che rabbia e non basta il piacere visivo per tenere a galla un film che affonda. Che spreco, che rabbia.
Il pubblico affollato in sala applaude, io ne esco davvero "incazzato"

Wilding  @  05/03/2022 12:29:05
   6½ / 10
Non ho mai amato i film sul noto pipistrello, forse per questo sono ora in controtendenza e considero questo ultimo il migliore dei film su Batman. Sono riuscito a non annoiarmi mai e ad uscire dalla sala sufficientemente soddisfatto.
Suppongo però, che per i veri fans di Batman, questo capitolo sia terrificante!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/03/2022 20.34.46
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento roizzz  @  05/03/2022 09:50:47
   6½ / 10
sei e mezzo.. non certo il capolavoro assoluto di estetica-musica-sceneggiatura decantato da tante recensioni lette in anteprima.

ma è meglio parlarne nello spoiler!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/03/2022 21.47.27
Visualizza / Rispondi al commento
Moro89  @  05/03/2022 01:53:20
   3 / 10
Certo, non mi aspettavo Il cavaliere oscuro. Ma neanche 'na cafonata.
In 3 ore di film neanche una scena degna di nota.
The batman = il film di cui NON avevamo bisogno.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030605 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net