the truman show regia di Peter Weir USA 1998
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the truman show (1998)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE TRUMAN SHOW

Titolo Originale: THE TRUMAN SHOW

RegiaPeter Weir

InterpretiJim Carrey, Laura Linney, Noah Emmerich, Natascha McElhone, Holland Taylor, Ed Harris

Durata: h 1.42
NazionalitàUSA 1998
Generecommedia
Al cinema nel Febbraio 1998

•  Altri film di Peter Weir

Trama del film The truman show

Truman Burbank, rappresentante assicurativo, scopre che tutta la sua vita va in onda in tv 24 ore su 24 e tutti quelli che lo circondano sono degli attori che lavorano per il produttore nonchŔ regista Christof.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,67 / 10 (458 voti)8,67Grafico
Voto Recensore:   10,00 / 10  10,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The truman show, 458 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

DogDayAfternoon  @  23/03/2020 23:12:55
   8½ / 10
Un film geniale. Sembra di farne parte, di essere tra le svariate centinaia di milioni di spettatori che assistono alla vita di Truman, un film che tiene letteralmente incollati allo schermo. Non lo vedo assolutamente come una commedia, ma un grande dramma, per certi aspetti disturbante e nel finale molto toccante. Eccezionale tutto il cast, non solo Carrey, con performance di altissimo livello. Le musiche danno poi il giuso pathos e trasporto nelle scene clou.

Successo meritatissimo, rimane molto impresso.

Arkantos  @  14/10/2018 01:14:11
   10 / 10
ATTENZIONE SPOILER!!!

Dopo parecchio tempo, ecco che ritorno a commentare un film e non il solito anime, ma sapete com'è, cerco di sfruttare questa possibilità al massimo, tempo permettendo. A dir la verità, come 300° commento doveva esserci Pulp Fiction, ma sfig.a perenne, cantieri improvvisati, rumori molesti dei vicini, caldo, afa, zanzare, impegni e svaghi non mi hanno permesso di dargli un commento degno e, rimuginando su come possa risolvere la situazione di stallo ormai insostenibile, mi è balenata l'idea di commentare un altro film da 10 (l'ultimo con cadenza cinquantennale), il Truman Show appunto e, guarda caso, cosa è successo?

Se non si fosse capito, sfig.a perenne, cantieri improvvisati, rumori molesti dei vicini, caldo, afa, zanzare, impegni e svaghi, ma a sto giro, per puro colpo di c.ulo e parecchia tenacia, proprio come il protagonista disposto a osservare i confini del mondo affrontando le proprie paure e traumi del passato, ho deciso di affrontare tutte queste insidie che guarda caso si manifestano NEL PRECISO ISTANTE in cui io decido di guardare un prodotto degno di menzione che guarda caso ostacola Truman Burbank NEL PRECISO ISTANTE in cui prova a fuggire dalla sua "città" natale!!!... Troppe coincidenze? Sì, e ciò mi inquieta non poco, ma sono disposto anche a saltare il sonno pur di pubblicare questo commento!

Tralasciando lo sfogo (sì, lo so, prima o poi dovrò stroncare un film italiano odierno passatista deprimente…) e il fatto che ovviamente ci siano utenti assai più esperti di me nel trattare le tematiche del prodotto, cosa posso dire a riguardo?
È un film magnifico, uno dei pochi che riesce a conciliare molto bene i vari tipi di pubblico, da coloro che vogliono guardarselo per intrattenersi (infatti fila avanti che è una meraviglia), coloro che vogliono guardarsi un prodotto di qualità a livello tecnico fino a quelli che vogliono elucubrare le varie interpretazioni possibili. I vari membri del cast sono a dir poco eccellenti nei loro ruoli, in particolar modo Jim Carrey saprà sorprendere per il ruolo diverso dal normale che va ben oltre il classico tizio bizzarro grazie a una costruzione dei personaggi ben congeniata, mentre la regia "segue" il protagonista, pare proprio di vedere lo show in diretta, per non parlare poi della trascinante colonna sonora. Insomma, se siete tra questi tre tipi di persone, guardatelo senza indugi, sarà un prodotto che saprà divertirvi, emozionarvi e inquietarvi, perché sì, sto film lo trovo molto più inquietante di un qualsiasi film horror finora guardato dal sottoscritto: vuoi per il protagonista perennemente intrappolato in una sorta di cupola di vetro, vuoi per le scene dove Christof è disposto a mettere in pericolo la vita stessa del protagonista pur di non farlo uscire o anche per le persone perennemente fissate al televisore guardando il programma fregandosene altamente delle loro mansioni acquistando pure il relativo merchandising, sto film è distopico abbestia, e la distopia me garba abbestia!
Wowowiwowa = Ma Chris… Come si chiama?
Arkantos = Christof, dai spara.
Wowowiwowa = Eh dicevo, lui è uguale a Paolo Bonolis!
Arkantos = AAAARGH!!!... Ecco, mi hai pure rovinato il film!
Aiace = Perché? Solo per curiosità…
Arkantos = Hai presente verso il finale che c'è Truman con la barca pronto ad affrontare le tempeste? Ecco, immaginatela con Paolo Bonolis che grida "VAAAADA! NON CINCISCHI!!!" spronando Jim Carrey a proseguire… Wowowiwowa, io ti odio e mi pento amaramente di aver concepito la caratterizzazione del tuo personaggio nelle recensioni! Magari fossi come Monika di Doki Doki Literature Club!
Wowowiwowa = Eh, ma la letteratura non è una cosa che puoi usare in ufficio… Come una calcolatrice…
Arkantos = Guarda, mi trattengo e vado oltre solo per evitare un commento troppo lungo!

Detto ciò, ora… Io sono una totale schiappa nel tirare fuori le mie interpretazioni coi film: sono brutte, banali, contradditorie, noiose, insomma, pure il tanto odiato Bertarelli con un suo "è di una noia mortale" riuscirebbe a essere assai più profondo dei miei pensieri, per non parlare poi del mio pessimo modo di scrivere (su Youtube subii una critica con scritto a caratteri cubitali "guarda sei incapibile, forse lo fai pure apposta"), ma voglio comunque provarci perché il film non merita un commento così breve, sì, nell'arco di mezza pagina ho cambiato idea ok?!
A me sono capitate due interpretazioni, una piuttosto immediata, la seconda più personale (non l'ho trovata da nessuna parte, mi faccio il segno della croce sperando di evitare uno scivolone); senza ombra di dubbio la prima interpretazione è la feroce critica verso i mass-media non solo nel creare dipendenza, ma anche verso gli allora nascenti reality come il Grande Fratello, dove gli spettatori seguono in modo compulsivo i concorrenti (o Truman) nonostante non li conoscano di persona grazie ai lunghissimi tempi di programmazione dove, in un certo senso, hanno il tempo di empatizzare con qualcuno di essi; lo ammetto, trovo piuttosto strana sta cosa, specie considerando che sti show sono totalmente programmati, eppure penso che sia uno dei principali motivi per cui ancora oggi agli italiani gli frega qualcosa di Grande Fratello, Isola dei Famosi e compagnia cantante; tra l'altro interessante il fatto che noi non vedremo più Truman quando esce dalla porta, ricordando la dinamica della fama dei concorrenti da GF che dopo il loro "attimo di gloria" ritornino nel totale anonimato. Oltre a ciò, è un applicazione piuttosto interessante della distopia orwelliana, non solo per la presenza di un Grande Fratello (Christof, notare l'importanza dei nomi) o per la continua sorveglianza, ma anche per le regole rigide a cui deve sottostare Truman; dato che questa interpretazione mi pare detta già da qualcuno assai più importante di me, preferisco andare con quella personale: non mi è bastato fare cinque volte il segno della croce, anzi, era pure peggio, quindi se la trovate qua è grazie a un attacco di fame chimica.
Adesso, non so se risulta essere una tematica comune a Peter Weir (ho visto solo sto film, L'attimo Fuggente e Master and Commander, e quest'ultimo non me lo ricordo neanche perché lo vidi almeno 10 anni fa), ma l'aspirazione di Truman nell'inseguire i suoi sogni mi ha ricordato non poco il ragazzo dell'Attimo Fuggente intenzionato a diventare un attore scontrandosi con le intenzioni del padre, ma con un esito completamente opposto; in effetti Christof, nonostante possa essere criticato per la dubbia morale, è talmente legato a Truman quasi come se fosse una figura paterna estremamente protettiva, addirittura impaurito dall'idea che l'ipocrisia del mondo reale possa contaminare il protagonista; con questo non lo sto certo giustificando, ma mi è impossibile odiarlo per le ragioni piuttosto profonde (da misantropo, lo comprendo), semplicemente non si è reso conto che prima o poi un qualsiasi individuo assuma una propria coscienza che non può essere tranciata e che, in un certo senso, le regole sono nate per essere violate.

… Ve l'avevo detto, non era nulla di speciale. Detto ciò non mi rimane altro che ripetere il consiglio di guardarlo e tentare di dimenticare l'ennesima battuta pessima di Wowowiwowa.

kafka62  @  18/04/2018 09:18:32
   8½ / 10
Gli sceneggiatori americani ci deliziano da decenni (più o meno da quando è nato il cinema) con geniali invenzioni narrative, che spesso sfruttano i paradossi spazio-temporali più arditi per spostare sempre più avanti le frontiere diegetiche della settima arte. Anche "The Truman Show" nasce da un paradosso, quello del personaggio che dà il titolo al film e che fin dalla nascita è l'involontario protagonista del programma televisivo più popolare al mondo, una sorta di telenovela ambientata in una finta città-set (Seaheaven) della quale egli è inconsapevolmente prigioniero e dove una connivente popolazione di attori e comparse itera all'infinito i banali episodi (relazioni sentimentali comprese) di un'esistenza qualunque. Il centro di interesse del film però non risiede tanto nell'ennesimo atto di accusa del potere alienante della televisione quanto nel problema della libertà dell'individuo e dell'autodeterminazione della propria esistenza. Il graduale (ancorché casuale) smascheramento dell'inganno perpetrato ai danni di Truman per trent'anni ci appassiona soprattutto per la presa di coscienza che gli fa preferire a una normalità omologata ed eterodiretta un futuro incerto e privo di punti fermi (cosa c'è al di là della porta nera che il protagonista varca nell'ultima immagine?). Il naturale calo di tensione che subentra quando veniamo a conoscenza della realtà che sta dietro la linda ma innaturale artificialità della vita di Seaheaven viene quindi compensata dagli spunti di riflessione extra-filmici che "The Truman Show" fa sorgere in abbondanza. Soprattutto quando innalza al ruolo di deuteragonista il regista-demiurgo Cristof (un grande Ed Harris), il quale tenta in tutti i modi di fermare i tentativi di fuga di quella che, non del tutto a torto, considera la sua creatura (è toccante la sequenza in cui Cristof accarezza sullo schermo l'immagine gigantesca di Truman dormiente). Qui il film sfiora la metafisica e la teologia, ma per fortuna è capace di rimanere fino alla fine dentro ai suoi limiti naturali, quelli cioè di uno spettacolo raffinato e intelligente, ironico e divertente, formalmente impeccabile e provocatorio quel tanto che basta, senza alcuna caduta nell'allegoria pedantesca e nella poesia a tutti i costi.

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  18/11/2017 00:11:31
   8½ / 10
Questo film non mi stanca mai.
Potrei rivederlo decine di volte; Jim Carrey forse nella sua migliore interpretazione, trama e realizzazione uniche.
Dramma su un eventuale spettacolarizzazione della vita di un uomo che non possiamo essere certi un domani si possa realizzare...

Qwertyuiop  @  11/08/2017 20:36:10
   10 / 10
Questo è davvero un film da non perdere. Mettendo da parte l'aspetto "di denuncia", risulta, oltre a essere un film godibile, anche piuttosto scorrevole. Per non parlare della solita prova attoriale di Jim Carrey, che ancora una volta fa capire come un bravo interprete è capace veramente di impersonare i ruoli più disparati.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

arrivaal  @  11/05/2017 19:19:13
   6 / 10
ma denuncia di cosa? nessuno vive in un reality a meno tu non ci voglia partecipare.
completamente irreale, mai potrebbe esserci una cosa del genere.
Parlare di questo film come capolavoro è da pazzi. discreto, è l'aggettivo giusto

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/12/2020 14.13.35
Visualizza / Rispondi al commento
daaani  @  16/03/2017 18:35:01
   10 / 10
tra i film più belli mai visti

SaimonGira  @  07/05/2016 16:35:12
   8½ / 10
A mio avviso siamo davanti a un capolavoro. L'idea sarà pure ispirata a 1984 di Orwell, questo è indiscutibile, ma Weir qui fa un qualcosa di autentico, reale. La regia coinvolge lo spettatore riuscendo a immedesimarlo in uno spettatore del Truman Show, le riprese da ogni dove assieme al ritmo tamburellante e mai noioso fissano gli occhi su questo ragazzo che vive la sua vita in mezzo ad attori. L'interpretazione di Jim Carrey è sublime seppure il film non sia così esplicitamente una commedia lui se la cava alla grande dando spessore a un film già di livello per la tecnica della regia, assolutamente perfetta! E poi il finale..

fabio57  @  07/04/2016 09:44:55
   9 / 10
Assolutamente sorprendente questo film, che merita più di una visione per essere pienamente apprezzato. Il fenomeno dei reality-show, che risponde ad un'esigenza di voyerismo insito nella natura umana, può essere valutato da diversi punti di vista. Moralmente esecrabile per tutti, in quanto mettere l'occhio della telecamera nel buco della serratura è una morbosa violazione della privacy, soprattutto quando la "vittima" non è consenziente e nemmeno informata. Socialmente è un'aberrazione, vivi la vita di un altro che inconsapevole si trova al centro di una recita dove sono tutti attori tranne lui. Insomma comunque la si veda la cosa non è normale, ma purtroppo è realistica se si pensa al successo planetario del grande fratello. Il film è costruito in modo geniale affinché ci si accorga di quanto sta succedendo un po' alla volta, come capita al protagonista ,un grande Carrey che piano piano scopre che la sua vita è tutta "fiction"bellissimo

KitaVerde  @  27/02/2016 19:53:46
   7 / 10
Buon film di Weir, avrei preferito una maggiore incisività in alcuni momenti. Weir comunque a puntato sul pubblico e per questo manca qualcosa per renderlo un filmone. I primi film del regista sono fantastici quelli girati ancora in Australia, appena sbarcato ad Hollywood, be si sanno ste cose come vanno!

Spotify  @  16/12/2015 15:58:21
   8 / 10
Cult dei primi anni 2000 con Jim Carrey in una delle sue interpretazioni più famose. Il film è una pesante critica nei confronti dei reality show che proprio tra la fine degli anni 90 e l'inizio del nuovo millennio cominciavano a imperversare sempre più velocemente nei nostri televisori. Il regista Peter Weir giudica soprattutto, in maniera molto metaforica, le condizioni dei concorrenti, i quali pensano che ora sono famosi e possono godere di diversi privilegi, come ne gode lo stesso "Truman", ma in realtà non sanno la reale verità che si cela dietro questi programmi e cioè produttori pronti a vendere l'anima al diavolo pur di intascare quanti più soldi possibili facendogli credere di vivere veramente una vita perfetta. Inoltre, la gran dose di ironia che il regista inserisce, permette proprio che i suddetti reality vengano letteralmente derisi per la loro banalità e ignoranza. Ma non è tutto, le critiche non mancano neanche per noi spettatori che ci basta assistere ad uno di questi programmi, che rimaniamo come assuefatti da essi, proprio come le persone che guardano Burbank svolgere
delle normali attività quotidiane. Inoltre la pellicola, è anche una metafora sul rapporto Dio-Adamo, visto che "Truman" è come se fosse una creatura di "Christof" ed inoltre c'è una scena in particolare che rende esplicita questa tematica. Tuttavia, i ruoli sono ribaltati con "Truman/Adamo" che sceglie la vera retta via e abbandona il finto Eden, e invece Christof/Dio è colui che ha creato falsità e menzogna. Tema rivisitato dal regista in modo molto interessante e probabilmente (per i cattolici) anche in maniera blasfema. Queste due questioni sono rappresentate benissimo da Peter Weir, il quale sfodera una regia molto buona (mi è sembrato eccessivo però candidarla all'oscar): dirige i due attori principali in una maniera eccelsa, Jim Carrey viene caratterizzato fin nei minimi dettagli, un personaggio dalle 1000 sfaccettature che viene reso molto versatile, infatti il regista in certi punti gira scene nelle quali lui è molto buffo e altre dove è molto serio o addirittura triste. Con Harris, Weir da il meglio di se, caratterizzando un personaggio cinico, senza scrupoli e talvolta anche crudele. Insomma, il classico produttore affamato di denaro e senza nessuna umana pietà. Il ritmo è scorrevole, non c'è nessuna fase di stallo ed il susseguirsi degli eventi è rapido ed esauriente grazie ad un buon montaggio a metà tra il frenetico e il calmo, una narrazione molto efficiente con colpi di scena ben preparati e celati ed anche per un buon alternarsi tra scene drammatiche e scene comiche. Il finale è la parte della pellicola che ho preferito, è sviluppato in maniera più che convincente, la scena in mare (finto) è fantastica con il regista che regala una sequenza davvero emozionante e toccante. Per non parlare del commovente discorso finale tra i due protagonisti. Weir si dimostra abile anche con i generi, infatti il film è difficile da catalogare precisamente anche se, penso che sia molto vicino alla commedia drammatica. Tuttavia sono presenti momenti di pura comedy e di puro dramma, con spruzzate di fantasy e romanticismo. Il cast è strepitoso: Jim Carrey in una delle sue interpretazioni più riuscite, si dimostra un attore molto versatile. E' ironico, buffo e serio allo stesso tempo. Le sue espressioni sono uniche, pochi altri ci riescono come lui. Per non parlare poi di come recita nel finale. La vincita del Golden Globe è più che meritata. Con Harris però si raggiunge un altro livello, penso sia tra le prove attoriali più credibili che io abbia mai visto. Solo i suoi sguardi gli fanno aggiudicare una nomination agli oscar. Oppure anche per come interpreta i dialoghi. O ancora per come recita da dio nell'epilogo. In una sola parola: Granitico. Sceneggiatura riuscitissima e molto originale ed innovativa. Il pezzo forte sono ovviamente i dialoghi, talvolta molto divertenti e altre volte quasi commoventi. E come non citare l'ormai celeberrima frase di "Truman" "Buongiorno...e casomai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte!" rimasta nella storia del cinema recente. L'impianto narrativo è notevole, molto lineare, dettagliato e dai svariati colpi di scena che sorprendono letteralmente lo spettatore. Spaziale stesura dei personaggi studiati fin nei minimi particolari e finale sviluppato alla grande. Lavorone di Andrew Niccol e giustissima candidatura all'oscar. La scenografia l'ho apprezzata parecchio, è molto free e colorata, anche se in realtà dietro c'è una verità sconcertante tenutaci nascosta dall'abilità di Peter Weir. La fotografia si sposa molto bene con la location, tinte sgargianti e classiche delle commedie americane. Anche questa però, secondo me, è una scelta voluta del regista per far credere, all'apparenza, che è tutto rosa e fiori. Tra le poche cose che non mi hanno pienamente convinto, ho trovato una colonna sonora senza infamia e senza lode e qualche altro elemento di poco conto.

Conclusione: una realistica visione sulla falsità e meschinità dei reality show, espressa attraverso un originalissimo film che fa del cast il suo miglior repertorio. Un 8 scarso.

Alex Vale  @  05/08/2015 14:53:41
   8½ / 10
Il migliore di Carrey dopo ESOTSM!Splendido e innovativo!

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/08/2015 20.53.39
Visualizza / Rispondi al commento
lottimiller  @  07/07/2015 10:56:29
   8 / 10
L'idea è molto originale e la trama ben sviluppata! Merita la visione

kingofprunes  @  24/05/2015 03:33:31
   9 / 10
OK, vediamo che danno adesso. Dov'è la guida TV?

Bartok  @  25/04/2015 01:41:14
   8 / 10
Un film interessante, con una trama originale e ricca di spunti di riflessione, una buona scenografia e buon cast tra cui spicca un grande jim carrey in una delle sue migliori interpretazioni, la regia però non mi ha convinto del tutto e in alcune parti la storia mi è sembrata un pò lenta; detto questo è senza dubbio un film da vedere ma non lo definirei un capolavoro

crimal9436  @  23/04/2015 18:17:34
   8 / 10
materUC  @  11/04/2015 01:00:57
   8½ / 10
Gran bel film..... candidato a diventare negli anni una pietra miliare secondo me

Truman84  @  09/04/2015 19:12:26
   10 / 10
E' il mio film preferito. Bella l'idea, ottima l'interpretazione di jim Carrey.

kingofdarkness  @  03/04/2015 11:19:54
   7½ / 10
Film non semplice da commentare.
Tecnicamente dovrebbe essere un dramma moderno a sfondo sociale in un contesto tipo "Grande Fratello" di Orwell.
In realtà Jim Carrey caratterizza il personaggio di Truman in un modo tutto suo, rendendolo buffo e tonto, e questo fa sì che il film già dai primi minuti assuma toni più da commedia che altro.
La sceneggiatura può sembrare banale ma in realtà è molto ben architettata, con lo scopo ben preciso di far capire allo spettatore quanto sia complesso e frustrante vivere in uno scenario di quel tipo, dove tutto deve sempre essere perfetto in ogni singolo momento.
Certo, ad analizzare bene la successione degli eventi, si notano diverse situazioni ed atteggiamenti ai limiti del credibile e della logica umana, ma molto probabilmente sono tutti episodi voluti e non errori di continuità/incongruenza.
L'unica vera pecca che gli devo riconoscere è che emotivamente non scende mai in profondità, veleggia sempre in superficie senza mai incidere con la giusta cattiveria sui concetti che stanno alla base di tutto, ovvero il controllo sulla vita altrui, il cinismo e la malvagità dell'essere umano, la mancanza di ideali, etc etc.
Per questo motivo, non lo posso considerare un capolavoro, ma solamente un buon film, che comunque ha il gran pregio di saper intrattenere e far riflettere allo stesso tempo.

krypton  @  17/12/2014 20:44:25
   6½ / 10
Devo ammettere che sono rimasto un pelo disatteso da "The Truman Show" forse perché le mie aspettative erano troppo elevate o forse perché nell'ultimo decennio ci hanno riempito il cervello con reality shows ed affini. Peter Weir ha inoltre deciso di dare un risvolto più drammatico che comico alla pellicola, rendendo di fatto il protagonista, Jim Carrey, piuttosto inadatto al suo ruolo. Chi seguirebbe in televisione, per più di vent'anni, la vita di una persona tutt'altro che straordinaria?

The Truman Show riesce comunque ad intrattenere, ma forse ha preso più anni dei suoi coetanei....

alex94  @  08/12/2014 13:05:49
   8½ / 10
Ottimo film diretto da Peter Weir nel 1998.
La trama anche se non originalissima (in più punti mi ha ricordato "1984" di Orwell)riesce a farsi seguire con interesse fino alla fine riuscendo anche a trasmettere un certo senso d'angoscia.
Ottima la regia e la recitazione,bravissimo Jim Carrey qui alla sua miglior interpretazione.
Non è un capolavoro ma è sicuramente un film che merita almeno una visione.

Slich  @  08/12/2014 04:14:52
   5 / 10
film che mette in risalto solo l'originalità che un uomo possa vivere in un reality.
il regista non ha cercato altro, dando una spiegazione confusa a tutto ciò senz'arte ne' parte.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/12/2020 14.15.13
Visualizza / Rispondi al commento
gabriz  @  25/09/2014 22:49:40
   9½ / 10
Semplicemente da non perdere....

Nic90  @  22/09/2014 20:43:30
   6½ / 10
L'idea è sicuramente molto originale,il film è buono,tuttavia considerarlo un capolavoro mi sembra un po' eccessivo.
Non è una commedia(sembra drammatico/satirico/reality?),non ho riso un secondo,la trama poteva essere sviluppata meglio nel finale.

Beefheart  @  22/04/2014 16:03:49
   8 / 10
Beh, questo film merita di essere ricordato, se non altro, per la disarmante originalità del soggetto. Un'idea ardita affrontata coraggiosamente e degnamente sviluppata. E non era facile. Ad ogni modo il tutto funziona, appassiona e diverte pure, grazie anche all'irrinunciabile supporto di quello che forse è il miglior Jim Carrey di sempre. Da vedere.

5 risposte al commento
Ultima risposta 29/04/2014 18.42.19
Visualizza / Rispondi al commento
sharins  @  22/02/2014 14:07:25
   8½ / 10
Idea di base accattivante (nonostante il rimando al Big Brother di 1984 il quale tiene tutti sotto controllo), Weir cerca di farne una fiaba, una fiaba "dura", riflessiva e angosciante allo stesso tempo. A mio dire, ruolo azzeccatissimo di Jim Carrey.
Se l'idea fosse del tutto originale sfiorerebbe il capolavoro, peccato sia già stato tutto previsto antecedentemente. Ma rimane comunque un validissimo film.

Pienamente promosso

marcogiannelli  @  09/01/2014 22:20:42
   4½ / 10
commedia? capolavoro?
ok c'è un'ottima denuncia di fondo ma per il resto? buona l'idea ma si poteva sviluppare meglio! non angoscia, non fa ridere...mah

franzcesco  @  08/01/2014 12:14:11
   8 / 10
Semplicemente l'idea più originale degli ultimi 20 anni.

pernice89  @  27/11/2013 15:04:17
   9½ / 10
Capolavoro di rara bellezza, questo film.
Un reality con un mondo tutto a disposizione di Truman, la cui vita è interamente controllata.
Ti fa riflettere sulla società di oggi, di come in fondo oggi si vive quasi sempre in un reality, controllate da telecamere in ogni dove (metro, banche, e chi più ne ha più ne metta), ormai siamo sotto controllo. La privacy non esiste quasi più.

genki91  @  27/11/2013 01:21:04
   8½ / 10
Capolavoro intellettuale di alta estetica, ma soprattutto di rara sostanza.
Con una chiara citazione a 1984 di Orwell circa il controllo del popolo, mescolato al moderno reality e all'occhio onnipresente delle telecamere, The Truman Show mette di fronte allo spettatore la manipolazione di un individuo e la sua spettacolarizzazione. Truman inizia a capire qualcosa solo dopo i trent'anni, a causa di un mondo creato su misura per lui, un mondo di cui lui è la star impotente e inconsapevole.
Eccellente trattato, da cui è possibile elaborare una grande riflessione.

TheShadow91  @  22/11/2013 22:27:45
   8½ / 10
Forse un pò troppo elevato in cielo,ma cmq un film ottimo.Ruota al 100% in base ad una sola eccellente idea..quella di elevare il concetto Orwelliano in una maniera inverosimilmente esagerata su una sola persona; e quindi in un'ora e mezza ci si msotra i risultati e le conseguenze di questa idea.Altri dettagli degli di nota sono l'ottima recitazione del regista ed un paio di scene del film dalla forte carica emotiva,ovvero la parte finale ed il litigio tra il regista e l'amate di Truman

DEX1982  @  20/10/2013 14:24:58
   9½ / 10
quasi perfetto questo gran film
geniale creativo e battute del buon jim carrey da oscar!

mastrogabriel  @  05/10/2013 10:35:19
   9 / 10
Che dire, semplicemente geniale la trama e fenomenale Jim Carrey, in una delle sue migliori interpretazioni; un film capace di far rimanere lo spettatore incollato allo schermo, intrigante, in cui finzione e realtà si confondono tra loro.

horror83  @  04/09/2013 16:25:54
   6 / 10
quando lo vidi per la prima volta mi era piaciuto molto (nel 1998) e per qualche anno è stato così. mentre rivedendolo a distanza di qualche anno lo trovo un film appena sufficiente! certo ha una trama che è stata molto originale nel 98', e che ha anticipato il voyeurismo che ci è stato poco tempo dopo (basta pensare la grande fratello, partito in Italia nel 2000, e negli altri paesi penso prima), ma questo non basta a farmelo considerare un bel film. Jim Carry bravo, ma per il resto è un film che invecchia male e stanca! ne consiglio un occhiata a chi ancora non l'ha visto, ma io di rivedermelo non è ho per nulla voglia! è uno di quei film che non ne sento l'esigenza di rivedermelo!

7 risposte al commento
Ultima risposta 24/09/2013 22.32.37
Visualizza / Rispondi al commento
mauro84  @  07/08/2013 17:17:39
   8 / 10
film che ogni qualvolta che torna in tv, o mi capita sottotiro me lo rivedo, con una certa passione, un dramma felice diciam da raccontare, lo show deve iniziare, proseguire e finire! notevole il tutto in trama!

Jim Carrey, un attore che con sto film ha dimostrato il suo lavore, quanto interpreta bene, quanto ci sà fare! troppo bravo!

un regista in sordina, per me, ma che con sta pellicola è entrato nell'olimpo semplicemente passando da uno "show" secondario!

film da vedere!!

MonkeyIsland  @  11/07/2013 20:35:27
   8 / 10
Notevole poco d'aggiungere anche se qualche difetto a livello di sceneggiatura ce l'ha.

Matteoxr6  @  24/06/2013 03:52:22
   8 / 10
Flim evidentemente pirandelliano e in parte Orwelliano.
Non stanca.

kazikamuntu  @  05/06/2013 23:13:12
   8½ / 10
Film perfetto: trama originale che presenta una fusione ideale tra parti comiche e drammatiche, colonna sonora che lascia un segno (non per niente di Philip Glass), Jim Carrey eccezionale in questo film, il suo merito è quello di immedesimare completamente lo spettatore.
Curato nei minimi dettagli. Non si sono visti film cosi' coraggiosi negli ultimi 20 anni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  25/05/2013 19:44:38
   8 / 10
Grande film, una bella sorpresa.
The Truman show è un film a mio modo di vedere profetico, è riuscito ad anticipare di qualche anno il futuro della nostra società con l'avvento dei reality show, di questi reality già scritti a tavolino, dove non c'è nulla di reale, che ci ingabbiano dentro ad una realtà inesistente, inventata.
Il film è divertente ma allo stesso tempo molto drammatico e duro nei confronti dell'attuale società, non è forzato, scorre molto velocemente e la visione non risulta pesante.
Jim Carrey è stato molto bravo, ma non è il suo ruolo, non l'ho visto bene nella parte di Truman, forse perché sono abituato a vederlo in film di stile opposto a questo.
Certamente, siamo davanti ad un film critico e duro nei confronti dell'attuale sistema televisivo e non solo, entra anche questo a far parte dei venti film più belli degli ultimi vent'anni.
Un'opera di Peter Weir fatta a meraviglia e fa riflettere parecchio, da vedere.

pisano  @  05/04/2013 23:45:10
   10 / 10
questo film mi ha fatto scoprire un grande maestro philips glass. le musiche che ha realizato per questo film rendono the truman show un opera d'arte. il voto 10 comunque è dato da il 18 enne che vide questo film al cinema. rivedendo il film adesso(dopo averlo visto 20 volte) ovviamente il voto sarebbe molto più basso

Orikum  @  28/03/2013 17:37:00
   6½ / 10
Bel film di Weir, con una ottima sceneggiatura e un bravo Jim Carrey in una delle sue migliori interpretazioni drammatiche. Tutto sommato però il film , non mi ha mai dato la sensazione di capolavoro autentico, forse per il fatto che il regista lo ha voluto fare per un vasto pubblico , invece che puntare ad un film che avesse dentro più carattere, d'autore, e autenticità in più con una trama così fra le mani . Comunque rimane una pellicola piacevole. Da revisionare.

Strix  @  15/02/2013 01:49:49
   8 / 10
idea di base geniale. all'apparenza può sembrare un filmetto, ma nasconde delle dannate verità che non sto ora a spiegare dato che lo hanno già fatto i commentatori precedenti. Non dò il massimo solo perchè ho trovato i primi minuti abbastanza noiosi e inoltre poca logica in alcune situazioni, tipo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/06/2013 09.59.57
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  11/02/2013 18:43:36
   8 / 10
Decisamente uno dei più belli con Jim Carrey..una storia pazzesca che narra la vita di un uomo qualsiasi completamente simulata ed osservata da tutti come un Reality televisivo.. e l'unico a non saperlo è proprio lui..
Incredibile...nella mia follia qualche volta mi è capitato di pensare a qualcosa del genere..vedere questo film mi ha fatto un certo effetto...
La simpatia non manca e oltre ad una trama originale conserva una buona regia...
Davvero bello...mi è piaciuto..

maitton  @  09/02/2013 00:41:07
   8 / 10
non so sia proprio da 8...ma per me e'veramente favoloso.
non c'altro da dire, e'una favola meravigliosa.

TonyStark  @  16/01/2013 23:00:41
   9 / 10
sbracalone  @  07/01/2013 19:57:48
   4 / 10
aspetta un attimo...
capolavoro questo??
idea originale ma...
penso che l'unico senso che può avere il film sia quello che attorno a noi si forma una vita fatta di attori e manovrata dal regista, se è questo il significato il film è fatto malissimo perchè la noia e l'assurdità prendono il posto dei sentimenti che dovrebbero esserci.
poi, il fatto che i reality son venuti dopo cosa vuol dire?!! cosa cavolo c'entra!
oltretutto vedo poca assonanza tra questo film e i reality.
le vecchiette in poltrona, quello che si fa il bagno, l'intero bar che guarda la televisione...ahaah ma che è...??? ma chi se ne frega della vita di una persona!
noioso e ridicolo, non capisco proprio come una persona normale non si accorga dell'assurdità che sta venendo fuori girando il film, come non si riesca a capire quando qualcosa deve finire nella spazzatura .

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/06/2013 10.03.20
Visualizza / Rispondi al commento
alberto9  @  03/01/2013 23:10:32
   9 / 10
Non so per quale motivo ma ho visto solo oggi un capolavoro del genere. Jim Carrey si rivela ottimo e Peter Weir conferma di essere un regista di fama mondiale dopo aver diretto Dead Poets Society. Domanda che il film ci sottopone: meglio vivere nella realtà o nella finzione lontano dai mali della società e dai problemi di noi tutti comuni mortali?

antoeboli  @  02/01/2013 01:14:18
   9½ / 10
Inutile il mio commento . è un film assolutamente da vedere , il quale con il tempo che uscì non da lo stesso significato che ha assunto qualche anno dopo con l 'avvento di tutti questi reality show , dove ogni gli spettatori sembrano manovrati come burattini , e tutto lo show risulta pilotato dal principio.
Un fantastico Carrey , al tempo più conosciuto per i suoi ruoli da maschera comica , che mostra un suo lato drammatico ancora oscuro.
La regia è magistrale , del resto da P.Weir vincitore di diversi premi cosa puoi aspettarti !?
Il film sembra una normale pellicola con all 'interno momenti di inquadrature da grande fratello per indicare le telecamere nascoste .
Il film scorre in una maniera troppo piacevole ,con numerosi colpi di scena e un finale che lo ha fatto diventare un cult .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/01/2013 00.33.44
Visualizza / Rispondi al commento
franz91  @  31/12/2012 00:52:09
   10 / 10
Oltre ad essere un film praticamente perfetto in ogni suo aspetto, ha anche il pregio di prevedere il futuro della nostra società, diventata schiava di questi reality show, tutti manipolati, dove invece non c'è nulla di reale.
Nonostante il successo riscosso tra critica e pubblico, questo film, a mio parere, rimane ancora un po' sottovalutato. Senza dubbio un capolavoro.

Sestri Potente  @  30/12/2012 22:52:53
   9 / 10
Uno dei film cult degli ultimi 30 anni: intrigante, poetico, commovente, e anche molto duro a suo modo.
Bravissimo Jim Carrey nella sua migliore interpretazione: credo che riesca a rendere molto bene il concetto di "libertà", che poi è il punto principale del film.

James_Ford89  @  21/12/2012 16:35:22
   9 / 10
Un gran film diretto da un grande regista. FIlm che fa riflettere in tempi non sospetti. Poetico e commovente.

prof.donhoffman  @  28/11/2012 14:22:43
   8½ / 10
Visivamente bellissimo nonostante la regia sottile. Un film duro e dolce al contempo con uno dei finali più belli degli ultimi vent'anni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  26/11/2012 15:49:33
   7 / 10
Chiamatemi matto, ma mi sento di dire che ho apprezzato di più "Postal". "The Truman show" è indubbiamente migliore tecnicamente, come sceneggiatura, come recitazione etc. però lo stile dissacrante di "Postal" mi piace di più. Paragono questo al film di Uwe Boll perchè quest'ultimo l'ho visto pochi giorni prima di "The Truman show".
Complessivamente, ben scritto, ben girato e soprattutto ben interpretato da un superlativo Jim Carrey, che da solo tiene in piedi praticamente tutta la baracca. Non me la sento di chiamarlo capolavoro, ma è comunque un signor film. Sicuramente meglio di "Titanic" e "Forrest Gump".

Regista Ricky  @  15/10/2012 10:18:03
   10 / 10
E' il momento di votare questo magnifico capolavoro della cinematografia dato che ora tutti pensano che Reality di Garrone sia un film innovativo.
Per la serie, prima di parlare informatevi.

All'epoca dell'uscita lo vidi al cinema e ammetto non mi aveva stupito un gran che, forse perchè ero un adolescente un po' pi...,
Ma oggi ogni volta che lo riguardo grazie al dvd ne rimango stupito.
Tutto perfetto e quando dico tutto intendo tutto.
Non una sbavatura, trama intelligente e divertente che non stanca mai,
e poi il nbostro Jim è a dir poco eccezionale e meritava a mio giudizio un oscar per questa sua magnifica prova che ci dimostra di essere in grado di reggere sia film demenziali che impegnati,

che altro dire, se non lo avete ancora visto non perdete altro tempo non ne rimarrete delusi.

Invia una mail all'autore del commento AcidZack  @  14/10/2012 22:10:00
   8½ / 10
Genera riflessioni acute

alepr0  @  27/09/2012 18:39:06
   7½ / 10
Non è propriamente un film comico. Il miglior film non comico di Jim Carrey. Forse un pò troppo triste. Da vedere.

Crazymo  @  25/09/2012 18:57:39
   9 / 10
Un film profetico al massimo, pregno di verità e genialità (Forse troppa verità per molti...) portata sullo schermo con massima sobrietà e chiarezza, con delle interpretazioni e una regia fenomenali. Una fiaba toccante e "dura" come poche, un ritratto a senso unico della società moderna e dell'ipocrisia della maggior parte delle persone. Stupendo, da antologia per la sua importanza e per la sua verità sul mondo d'oggi, oltre che per la sua sconfinata bellezza e poesia.

sagara89  @  19/09/2012 21:14:29
   8½ / 10
Una metafora della vita..un bellissimo film!

KRIS.K  @  31/07/2012 10:41:10
   7½ / 10
Un bel cult movie, una trama veramente originale , e per certi versi un film profetico,con delle trovate interessanti, un Jim Carrey ottimo.

Invia una mail all'autore del commento diderot  @  26/07/2012 22:58:47
   9 / 10
Davvero un bellissimo film, di quelli che non si dimenticano facilmente. Storia originale che da modo di riflettere su molti aspetti della vita.
I film interpretati da Jim Carrey hanno sempre qualcosa in più...

BlueBlaster  @  26/07/2012 16:04:49
   8½ / 10
Inutile disquisire...è una grandissimo film e non dico altro.

Bobby Peru  @  08/07/2012 22:10:30
   9 / 10
La spregiudicatezza di pensarlo e la consapevolezza del risultato lo rendono un cult. Architettare ma soprattutto riuscire a mettere in pratica il tutto in maniera funzionale non è cosa semplice. Sfiora il capolavoro per questo per me. Jim carrey qui si consacra attore completo, giù il cappello!
Da vedere una volta nella vita. Poco altro da aggiungere

DeciSex  @  08/07/2012 20:43:45
   9½ / 10
Codesta è una pellicola geniale. Non so da dove cominciare. Mentre si guarda il film ci si immedesima COMPLETAMENTE in Truman, anche noi, mentre lo guardiamo, vogliamo che tutto venga a galla, stiamo aspettando che Truman si liberi da quel luogo e scopra la vera realtà! Il film è talmente divertente, soprattutto grazie ad una straordinaria recitazione di Jim, che basta solo quello per definirlo eccezionale. Il film ci incuriosisce tanto e ci piace vedere cosa succede scena dopo scena: perché l'ambientazione la sappiamo, ovvero un grande studio cinematografico formato mondo e già qui la cosa si fa piccante, e poi perché la vicenda si presenta come una normale vita in paese, così Truman diventa il protagonista che stravolge il corso della monotonia; e una cosa che ci piace vedere nel film è sicuramente Truman che SI RENDE CONTO, prima capta, poi percepisce, schiarisce le idee e pian piano diventa consapevole e tutto questo si vede sul suo volto, credo che è grazie all'interpretazione di Jim che possiamo del tutto immedesimarci nelle sue vicende e guardare il film piacevolmente. Per quanto riguarda le colonne sonore non potevano essere meglio scelte: anche in momenti tragici (come l'affogamento di Jim o la scoperta della messinscena) mirano praticamente a note alte e quindi non si buttano giù rendendo il protagonista un vittimista ma uno speranzoso e con tanta energia. E' un film che tocca.

Pacino  @  05/07/2012 14:08:05
   10 / 10
Capolavoro.... punto e basta.
Calcolate che i reality show ancora non esistevano,geniale...
Chi di noi nella vita almeno una volta non ha pensato di essere seguito,osservato... o chi non ha mai pensato di essere dentro un film?
Un film eccezionale,studiato,con un altrettanto straordinario jim carrey.
C'è tutto dentro questa pellicola:comicità,amore,angoscia,emozione,paura,ingiustizia,speranza,giustizia. Ci sarebbe da parlare un'ora per la grande idea del regista e per come è stato girato. Non c'è un buco,tutto torna,tutto possibile,tutto incredibile.
Sono fiero di aver visto un film cosi,mi ha cambiato dentro...
E se tutti noi fossimo in un certo senso tutti dei truman? pensateci...
Il finale non si commenta... Un colpo al cuore...
Mi sono emozionato,sono uscito e ho fissato la luna per cinque minuti,al buio,in silenzio...
Grazie Weir...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  05/07/2012 01:29:47
   8½ / 10
Una commedia che si è rivelata una vera e propria profezia considerando il punto a cui oggi è arrivato il fenomeno dei reality show. Magari prima o poi verrà anche realizzato un Truman Show chi lo sa?
A parte questo "The Truman Show" è un film fresco e appassionante, incredibilmente bello nonostante qualche forzatura nella sceneggiatura ed uno stile molto "favolistico". Carrey, attore che non rientra assolutamente tra i miei preferiti, qui è fantastico nonostante si trovi a recitare un tipo di ruolo a cui probabilmente non è abituato, anzi è molto meglio in questa parte seria rispetto ad altri film in cui fa lo stupido mettendo in mostra una lunga serie di smorfie irritanti.

Atlantic  @  04/07/2012 23:02:03
   9 / 10
Incredibile.
Forse la migliore interpretazione di Jim Carrey come protagonista , che dopo aver avuto parti comiche interpreta il primo ruolo drammatico.
Ottima la colonna sonora.
Grandissimo il cast
Epico il finale.

GTX33guitar  @  04/07/2012 01:21:31
   4½ / 10
non mi è piaciuto per niente..idea bella e originale che poteva rendere molto di più..troppo lento e noioso...

Djrapadj  @  23/06/2012 10:47:11
   9 / 10
Film fantastico: una trama a dir poco geniale nell'essere tanto assurda, Jim Carrey grandioso, inquadrature particolari; un film divertente e "angosciante" allo stesso tempo se ci si mette nei panni del protagonista. Ottimo il finale! Da non perdere!

demarch  @  12/06/2012 01:04:08
   9 / 10
Bellissimo. Un'idea geniale e realizzata nel migliore dei modi. Una commedia profetica sui reality show. interpreti azzeccatissimi (Jim ed Ed sono nati per questi ruoli). un film imperdibile

Testu  @  10/06/2012 11:48:52
   7½ / 10
Ottimo spunto ma raccontato volutamente troppo a favola per prendere in giro un certo genere di prodotti buonisti post guerra (la frase fatta con sorrisetto ne è emblema).


Bravo Carrey ovviamente, al tempo mi piaque molto, ma un po di cose nei rapporti umani non mi convinsero.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Il messaggio e l'idea del film sono belli, poteva essere un capolavoro, ma non lo è perchè si concentra troppo solo su Truman.

Visione consigliata con accanto amici o familiari.

phemt  @  10/06/2012 10:33:36
   8½ / 10
Da un idea presa di peso da uno dei romanzi più interessanti di quel genio di Phil K. Dick, attualizzata però in tematiche e contesti (non più la guerra fredda ma lo spettacolo televisivo 24/7 è il motivo della "finta" vita di Truman) Peter Weir tira fuori uno dei suoi migliori film in terra Americana nonché un successo commerciale spaventoso…

The Truman Show altro non è che una commedia dei buoni sentimenti sullo sfondo di una lenta presa di coscienza che tocca un numero notevole di temi… Si passa dal rapporto padre-figlio (Truman con il padre, ma in realtà più che altro Truman con Harris creatore del suo mondo fasullo) e quindi dall'emancipazione filiale, a una riflessione sul libero arbitrio, per finire con un grido di allarme sull'influenza dei media…
Weir conferisce un ritmo convincente alla pellicola e alterna momenti poetici con americanate evitabili…
La storia non si regge in piedi e non mancano incongruenze varie ma non importa… Quello che ti da un film come Truman Show non ha nulla a che vedere con la verosimiglianza del narrato!
Il film diverte e commuove ma soprattutto Weir riesce a far immedesimare totalmente lo spettatore nei panni di Truman tanto che si finisce per tifare per lui e soffrire con lui…

E in tutto questo non mancano un paio di scene dirette in maniera assolutamente egregia (una per tutte la scena in cui Carrey esterna i suoi dubbi al suo migliore amico, che lo rassicura giurando e spergiurando, ripetendo le frasi dette da Harris nell'auricolare)…

Mostruosa la prova di Carrey qui assolutamente perfetto, che per la volta dimostrò al mondo intero di essere un attore completo e di grande livello… Peccato che nel proseguo della carriera spesso e volentieri preferirà ragionare col portafoglio e non con la testa!
Un po' sopra le righe Harris e la Linney ma la loro recitazione è funzionale al personaggio, molto bravo Noah Emmerich, in una piccola parte un allora non famoso Paul Giamatti!

Forse non perfetto, magari un po' retorico ma come film nel complesso non si discute!

Manticora  @  03/06/2012 18:26:53
   9 / 10
Solo Andrew Niccol, regista e sceneggiatore poteva essere capace di scrivere una sceneggiatura con i fiocchi e Peter Weir trasmettere la forza dello scritto in immagini! Jim Carrey al suo apice crea un personaggio così reale che potrebbe essere uno di noi, un uomo di cui tutti sanno tutto, e suo malgrado è una star, ma anche lui ha un sogno, viaggiare, ma il "dio" della telecamera non è propiamente daccordo, Cristof, un Ed Harris implacabile, il "padre" di Truman. C'è anche Paul Giamatti, addetto alle telecamere, e Natasha McElhone, ragazza comparsa, ma la storia è assolutamente godibile e originale, il più grande set del mondo per l'uomo più famoso del mondo, il tutto con una prosa dissacrante che critica la tv dei reality al di là dal divenire il fenomeno di tv-spazzatura che ci siamo dovuti sobbarcare per più di 10 anni.
"Chi sono io?" "Tu sei la star." Un grande film per un grande regista.

nunve91  @  04/05/2012 17:05:57
   8 / 10
un film davvero originale. bravissimo jim carrey, che diventa addirittura adorabile. il finale mi è sembrato un po' scontato. per il resto davvero bello.

aztsn38  @  07/04/2012 01:21:42
   7½ / 10
Andrea Cisonkik  @  01/04/2012 04:39:31
   8 / 10
una storia originalissima,commovente e intrigante.un'idea affascinante:un uomo gioco dei mezzi telematici,la cui vita è dettata dall'esterno,che cercherà in tutti i modi di evadere da questa "prigione".lo si vede volentieri più volte.bravissimi gli attori Jim Carrey e Noah Emmerich.

Sbrillo  @  19/03/2012 12:51:30
   9½ / 10
piccola perla del cinema anni '90...
un film dalla trama geniale, originale, attuale, divertente e triste allo stesso tempo.... film che ci fa riflettere sullo stato dell'essere umano... siamo liberi o siamo mossi da chi sta più in alto di noi????
Bellissimo film e se non è un capolavoro, ci manca davvero poco!!!! STRACONSIGLIATO....

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/01/2012 18:35:21
   10 / 10
La prigione più confortevole del mondo, solo che il prigioniero non è consapevole della sua condizione. Weir ci ha sempre mostrato nelle sue pellicole l'aperto contrasto tra la Natura e l'artificiosità umana. Truman Burbank è ciò che di peggio possa subire un essere umano: un'esistenza fittizia, paradisiaca e perfetta, il massimo della predeteminazione. Una vita controllata nei suoi minimi particolari senza una possibilità di uscire da tale percorso.
Truman show è un inno alla natura umana, alla sua imprevedibilità, alla sua capacità di non farsi imprigionare e di uscire se necessario dagli schemi e cosa più importante di effettuare delle precise scelte senza costrizioni.
Weir firma come per Picnic ad Hanging Rock un capolavoro assoluto, perfetto nella sceneggiatura di Niccol e "scoprendo" l'immenso talento di Jim Carrey, attore fino a quel momento noto per essere poco più di una copia di Jerry Lewis e qui con Un ruolo che gli ha trasformato l'intera carriera.

"Non ho una telecamera in testa"

Bellinidj  @  16/01/2012 23:06:05
   8 / 10
Una perla del cinema degli anni 90, con un Carrey che non mi sarei mai aspettato e che mi ha stupito molto positivamente. Originale, sorprendente, interessante ed allo stesso tempo angosciante pellicola che ruota intorno ad un povero individuo ignaro di tutto, che fa tenezza nonostante l'ilarità dell'attore. Veramente bello, non perdetelo.

marimito  @  28/12/2011 16:32:54
   8 / 10
Una trama assolutamente fuori dall'ordinario.. ottime riprese.. notevole l' interpretazione di Jim Carrey.. lascia aperti molti spunti di riflessione..quanto siamo artefici del nostro destino? Quanto siamo frutto di scelte sociali, poco rispettose di quel mondo che dovrebbe essere solo nostro..assolutamente un bel film

Rui Costa  @  07/11/2011 02:02:46
   9 / 10
Veramente un gran bel film, sicuramente da vedere.

  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitalijudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaytrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016339 commenti su 45275 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net