una geisha regia di Kenji Mizoguchi Giappone 1953
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

una geisha (1953)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UNA GEISHA

Titolo Originale: GION BAYASHI

RegiaKenji Mizoguchi

InterpretiMichiyo Kogure, Ayako Wakao, Seizabur˘ Kawazu

Durata: h 1.25
NazionalitàGiappone 1953
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 1953

•  Altri film di Kenji Mizoguchi

Trama del film Una geisha

-

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,33 / 10 (3 voti)7,33Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Una geisha, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  03/07/2012 17:31:53
   7½ / 10
Amaro ritratto dello svilimento di un'arte, perchè quello della geisha è come un'arte. Come in molte altre sue pellicole è sempre presente quella condizione di assoggettamento della donna, ma a differenza di Oharu si innesca un meccanismo di solidarietà tra le due donne, la geisha e la sua apprendista, fino a diventare quasi un rapporto tra due sorelle.
la primissima parte del film è indicativa del fatto che l'insegnamento di un'arte antica vada poi a scontrarsi con la prosaicità dell'era moderna. L'arte diventa mercificazione dell'individuo e il denaro diviene il metro di giudizio per una società più moderna in cui però cambiano forma le stesse piaghe del passato sancendone la profonda ipocrisia. Lo stile di Mizoguchi è molto più scarno ed essenziale, molto attento alla vita quotidiana delle sue eroine.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  04/09/2009 19:48:10
   8 / 10
Qui è stata ancora più ardua: versione originale e basta. Riportando la trama: Eiko, rimasta a 16 anni orfana di madre, per non dover più dipendere da uno zio crudele - il padre naturale si disinteressa di lei - decide di seguire le orme materne e di diventare una geisha. Si rivolge a Miyohary, antica amica della madre e geisha pure lei, che decide di aiutarla nel proposito prendendola sotto la sua protezione. Ma la realtà della professione è molto diversa da come la ragazza immagina. Pur non capendo una parola, lo rivedrei volentieri, perché si tratta di meravigliosa poesia mizoguchiana. E' chiara comunque almeno una tematica del film: la donna e la mercificazione del desiderio (argomento spesso trattato da Mizoguchi), e la pellicola si apre proprio come "Donne della Notte" - mi sembra, e comunque un film sulle prostitute - con una panoramica sui tetti di una cittadina. Scarso uso dei pianisequenza questa volta, sostituiti dal montaggio, ma è sempre in primo rilievo il "luogo" che tanto è usato dal regista nipponico, dove tutto viene lasciato che succeda e ad evolversi, con la macchina da presa sempre a debita distanza eccetto qualche concessione ai primi piani (me ne ricordo uno solo). Fotografia stupenda, esteticamente si vede che è un Mizoguchi post-conflitto mondiale.

Momuzzolo  @  15/08/2008 22:37:00
   6½ / 10
Squisito e Romantico.
Ti resta nel cuore, seppur i suoi milioni di difetti.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/08/2009 19.53.40
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011108 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net