un colpo da dilettanti regia di Wes Anderson USA 1996
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

un colpo da dilettanti (1996)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UN COLPO DA DILETTANTI

Titolo Originale: BOTTLE ROCKET

RegiaWes Anderson

InterpretiHaley Miller, Shea Fowler, Ned Dowd, Owen Wilson, Luke Wilson

Durata: h 1.32
NazionalitàUSA 1996
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 1996

•  Altri film di Wes Anderson

Trama del film Un colpo da dilettanti

Dopo essere uscito da un istituto di igiene mentale, Anthony raggiunge il suo vecchio amico Dignan (un altro non proprio a posto con la testa). Con l'aiuto di un terzo sciroccato, il loro vicino di casa Bob, Anthony e Dignan partono con un preciso obiettivo: rapinare l'ex capo di uno di loro (Dignan), Mister Henry. Sulla loro strada incontrano una splendida fanciulla di nome Inez...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,39 / 10 (18 voti)6,39Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Un colpo da dilettanti, 18 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Filman  @  18/05/2020 13:55:05
   7½ / 10
L'esordio di Wes Anderson non è un esordio incompleto, come dimostra una certa estetica a pastello, candida e scolorita, ma anche una certa comicità posata, british e innocente, ed anche una certa idea di personaggi pacifici, spirituali e strani: tutti questi elementi di BOTTLE ROCKET rimarranno fissi nel mantra artistico del regista.
Non mancano la spensieratezza, i legami speciali e tutte quelle cose che rendono i film di Anderson dei racconti fanciulleschi ed irreali. Siamo nei pressi del surrealismo composito che caratterizzerà le commedie di inizio millennio e il film delizia con una storia di criminali sui generis.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  09/11/2019 00:58:20
   6½ / 10
Un Wes Anderson in stato embrionale, che affila le armi per il buon Rushmore prima di esplodere definitivamente con i Tenenbaum. Owen Wilson comunque aveva già una marcia in più.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  08/11/2019 00:14:16
   6½ / 10
Primo lungometraggio di Wes Anderson, che dirige l'amico Owen Wilson (anch'egli al debutto) e i suoi due fratelli. Piccola produzione in cui già si riscontra l'estetica di Anderson e la sua predilezione per una narrazione di personaggi improbabili. Gradevole.

paolo__r  @  12/05/2018 16:47:13
   4 / 10
Film di cui non si sentiva l'esigenza. Banale e, per certi aspetti, privo di un filo logico che sia facilmente rintracciabile. Bocciato.

7219415  @  15/10/2016 13:23:00
   6 / 10
un po' banalotto

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  27/03/2016 23:10:16
   6½ / 10
Le idee fin dal suo primo lungometraggio sono piuttosto chiara, contenendo gli elementi che caratterizzeranno il suo cinema futuro. Personaggi bizzarri e sopra le righe, definiti da una certa immaturità affettiva che vedrà nel loro legame reciproco l'ancora di salvezza per andare avanti. Una commedia surreale che data la compagine alquanto improvvisata di rapinatori può ricordare anche certi caratteri dei solii ignoti. Non un film da grasse risate, ma al contrario venata da un certo tono malinconico di fondo.

impanicato  @  01/02/2015 21:51:49
   7 / 10
Esordio alla regia per Wes Anderson che si dimostra ancora acerbo, ma lascia intravedere le suo doti ed i suoi marchi di fabbrica.
Umorismo inverosimile e intelligente, personaggi realistici nella loro irragionevolezza, rapporti interpersonali costruiti su basi insolite. E' questo Anderson.
Ho apprezzato la caratterizzazione dei protagonisti, in particolare di Anthony interpretato da un bravissimo Luke Wilson, che considero anche superiore al fratello. Piccola parte per James Caan per un personaggio molto simpatico.
Caratteristici giá dall'inizio i ralenti e le bellissime colonne sonore.
Lo consiglio a chi apprezza il regista.

BrundleFly  @  22/10/2013 11:42:37
   6 / 10
Ho voluto cominciare la filmografia di Anderson andando in ordine.
Beh che dire, questo film mi ha lasciato ben poco alla fine della visione, a parte che per qualche buona trovata di montaggio e un paio di battute carine.
Probabilmente dovrei vederlo una seconda volta per apprezzarlo di più.

Goldust  @  27/12/2012 09:42:26
   6½ / 10
Il non sense e lo houmor surreale sono un marchio di fabbrica del cinema di Anderson, così come le strampalate dinamiche famigliari, e sono elementi già riconoscibili in questa sua opera prima. Per la verità ancora acerba, perchè questa storia di stralunati loser affascina il giusto ed ha uno sviluppo concentrico che fa emergere qualche buco nero che poteva essere evitato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
La definizione dei personaggi è invece già matura.
Di grande livello la compagnia di attori, buona parte dei quali debuttanti.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  03/04/2011 03:47:01
   8½ / 10
Un'opera prima coraggiosa, intima, una commedia brillante ma non solo: un'insostenibile leggerezza dell'essere, dell'essere cinema, dell'essere spettatore, dell'essere narratore. Magistrale l'interpretazione dei fratelli Wilson, un binomio di tenera e triste gaia follia.
Ossimori a parte, una pellicola da godersi per gli amanti del cinema di W.Anderson, da evitare per chi non abbia apprezzato i suoi sforzi successivi

boiledfish  @  22/11/2010 01:50:09
   3 / 10
Si può cercare di raccontare tutto. Si può fare anche un film in cui quasi tutti i protagonisti sono dei ritardati psichici, come in questo caso. Ma si deve dare SENSO, a quello che si racconta.
A dare senso, dev'essere il DIRECTOR! Quello che, dalle nostre parti, chiamiamo REGISTA! Se il regista non riesce a fornire di senso il racconto, ecco che può salvarsi grazie a quei critici che ne magnificano le doti come "surrealista"!
Ma a me non mi freghi, Wes!
Se ci hai guadagnato, sono stati quattrini rubati.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  22/01/2010 22:48:14
   7½ / 10
Bell'esordio di uno dei registi più brillanti che ci siano in circolazione. Anderson deve però tanto anche ai fratelli Wilson e in particolare a Owen che se non vado errato è anche co-sceneggiatore del film (così come dei Tenenbaum). Un sodalizio e un'amicizia molto molto importanti soprattutto per gli anni a venire. La commedia lascia intravedere la vena comica malinconica e molto bislacca che caratterizzerà tutti i film di Anderson, fatta da personaggi maldestri che si prendono troppo sul serio, amori struggenti e patetici, storie inverosimili e finto-tragiche. Non so ma guardando questo film mi è anche parso di vedere un'influenza dei Coen nel cinema di Anderson. Nonostante l'inesperienza (che comunque si vede) il film è molto simpatico.

Clein  @  24/02/2009 08:59:02
   6½ / 10
Film divertente, ma probabilmente solo per gli amanti di Wes Anderson. La sua comicita' unica abbonda in questo film anche se forse un po' troppo di sbieco, regala comunque bei momenti e strappa tanti sorrisi.
Solo per i fan.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  23/09/2008 10:27:29
   6½ / 10
Esordio alla regia di Wes Anderson per una commedia scritta con il fidato Owen Wilson. La commedia è ben interpretata dai fratelli Wilson ed è sempre al limite del grottesco. Da questo primo film si capisce già il talento del regista nel caratterizzare ed approfondire i personmaggi senza stancare il pubblico. La trama non è delle più riuscite ma i protagonisti rendono godibilissimo il film.

Gruppo COLLABORATORI Victor  @  28/04/2007 17:42:24
   7½ / 10
Esordio alla regia del grande Wes Anderson, sempre in coppia con il fedele Owen Wilson.
Fin dal principio il regista mostra la sua volontà di indafgare i rapporti interpersonali, attraverso l'analisi di personaggi comunemente definiti folli, o stravaganti, pronti a riaccendere la diatriba su chi sia realmente il folle e sul concetto di normalità.
Ingannevole quanto insulso il titolo italiano.

carrie  @  17/03/2007 11:45:14
   8 / 10
Il cinema di WES o lo si ama o lo si odia! Per amarlo bisogna conoscere il pensiero del regista...che già da un pò, ha caratterizzato ogni sua pellicola dandole un segno inconfondibile: L'originalità e la comicità intelligente.
Attori adorabili! Soluzioni al limite della mente umana.....OWEN WILSON primo su tutti con le sue battute insensate come quando si rivolge all'amico parlando della sorellina di appena 5 anni dicendo :"...e lei....cos'ha mai fatto nella vita di tanto importante...ehhhh???"


grande wes anderson!

AlessandroDeRom  @  19/01/2007 13:39:43
   3½ / 10
Mi dispiace perchÚ owen wilson lo adoro ma 'sto film Ŕ mondezza pura fa ridere una volta in tutto il film, i personaggi non vengono approfonditi la storia d'amore appena accennata, questo Ŕ un film super - confusionale, e alla fine del film non ti lascia proprio nulla... ma nulla nulla, da dimenticare!!!

benzo24  @  18/01/2006 19:56:04
   7½ / 10
primo lungometraggio di wes anderson che si fa notare per il suo talento e l'originalità dei temi e del suo stile. ottimi gli attori. da recuperare.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011195 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net