Recensione cloverfield regia di Matt Reeves USA 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione cloverfield (2008)

Voto Visitatori:   6,58 / 10 (483 voti)6,58Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film CLOVERFIELD

Immagine tratta dal film CLOVERFIELD

Immagine tratta dal film CLOVERFIELD

Immagine tratta dal film CLOVERFIELD

Immagine tratta dal film CLOVERFIELD

Immagine tratta dal film CLOVERFIELD
 

Se la mancanza di idee è alla base della crisi del cinema degli ultimi anni, è possibile che nelle nostre sale approdi un prodotto realmente innovativo? Sopraffatti come siamo dalle nuove tecnologie e dall'overdose di effetti speciali, è sempre più difficile poter apprezzare un prodotto che sappia piacevolmente impressionare.
La sperimentazione è stata confinata in un certo cinema indipendente soprattutto europeo, ma se parliamo di "Cloverfield" il discorso cambia: dietro l'apparenza di un classico disaster movie si cela un film realizzato con tecniche del tutto originali sia nella produzione che nell'operazione di maketing che lo ha preceduto.

"Cloverfield" trasporta sul grande schermo gran parte delle innovazioni che la televisione americana ed in parte europea (Italia esclusa, ovviamente) hanno prodotto negli ultimi anni. Alla base della pellicola c'è una rivisitazione delle tecniche del racconto per immagini; gli sceneggiatori di serial televisivi sono riusciti a dimostrare che non è importante cosa si racconta, bensì "il come": serie del calibro di "Dottor House", "I Soprano", "Desperate Housewives", "Ally McBeal", "Lost" o "Alias" dimostrano che è possibile riproporre vecchie formule - le vicende di un ospedale, di uno studio legale o di una famiglia mafiosa - semplicemente proponendo un nuovo linguaggio, intrigando il pubblico con personaggi complessi e ricchi di sfaccettature.
In questo campo J.J. Abrams rappresenta sicuramente la figura più rappresentativa e incisiva di questo rinnovamento: ad Abrams dobbiamo infatti serie come "Alias" e "Lost", quest'ultimo diventato, grazie ad un sapiente dosaggio di marketing azzeccato e sceneggiatura sapiente, un prodotto capace di stimolare la curiosità del pubblico diventando un vero e proprio fenomeno di costume paragonabile al "Twin Peaks" di Lynch e Frost.

J.J. Abrams, affidando la regia al giovane Matt Reeve, applica a "Cloverfield" gli elementi che hanno portato al successo "Lost": personaggi credibili, storia misteriosa e soprattutto una campagna promozionale che è stata alla base del successo della pellicola.
Finti servizi giornalistici, trailer appassionanti ed assoluto riserbo hanno creato intorno a questo film un alone di mistero che oltre ad aumentare l'attesa, ha dato vita a fan club ed all'apertura di siti internet interamente dedicati al film.

Completamente girato in digitale, creando un effetto finto amatoriale, "Cloverfield" narra le vicende di un gruppo di giovani che si riuniscono per festeggiare un amico.
L'inizio del film è una riproposizione quasi perfetta di una festa tra amici ripresa da un videoamatore: scherzi, battute e prese in giro; il tutto risulta essere molto credibile grazie anche ad un attenta carterizzazione dei personaggi.
La seconda parte può essere identificata nel momento dell'attacco alla città: gli invitati della festa si riversano in strada, mescolandosi alla folla delirante, sotto lo sgretolamento dei grattacieli colpiti dalle fauci del mostro.
In questo frangente del film Abrams e Reeves creano una perfetta riproduzione di una città sotto assedio con evidenti analogie ai veri filmati amatoriali della New York del 11 settembre 2001, ricreando un perfetto effetto realismo. Dopo queste due parti ben distinte si procede per sottrazione, proprio come in "Lost": il film non svela immediatamente le motivazioni dell'attacco, riuscendo a creare un coinvolgimento emotivo quanto mai efficace.

"Cloverfield" è stato accusato di essere una finta novità in quanto, a parte la classica ricetta del disaster movie, la scelta di proporre una sorta di "cinema-realtà" risulta avere in "The Blair witch project"o nel nostrano "Cannibal Holocaust" illustri precedenti. Se queste critiche risultano essere in parte fondate, va detto che la vera innovazione di "Cloverfield" non risiede solo nell'effetto realismo di una rappresentazione finto-amatoriale, quanto piuttosto nel raccontare un disastro non dal punto di vista degli addetti ai lavoro o dell'eroe di turno, ma da quello della gente comune, quella che nei film di Roland Emmerich era relegata a semplice sfondo della storia.

Sebbene l'effetto amatoriale crea una maggiore catarsi nello spettatore, non si può negare che ad un pubblico impreparato questo stile di ripresa potrà risultare fastidioso tramite un odioso "effetto mal di mare". Anche per questo la durata è stata contenuta in circa 80 minuti, che nonostante tutto verso il finale si fanno sentire.

Nonostante il film cada nei luoghi comuni di pellicole del genere e sia dotato di una sceneggiatura assolutamente inconcludente, "Cloverfield" resta un lavoro coraggioso, e per tale ragione il giudizio complessivo non può che essere positivo.

Commenta la recensione di CLOVERFIELD sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Paolo Ferretti De Luca aka ferro84 - aggiornata al 19/02/2008

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento7 sconosciuti a el royale7 uomini a molloa private warachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldaquamanarrivederci saigonattenti al gorillaa-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutionchesil beach - il segreto di una nottecity of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)disobediencedon't fuck in the woods 2e' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bamboleguarda in altohalloweenhell festhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil salutoil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancoraklimt & schiele - eros e psichela befana vien di nottela diseducazione di cameron postla donna dello scrittorela donna elettrica
 NEW
la favoritala fuitina sbagliatala morte legalela notte dei 12 annila prima pietrala scuola seralela strada dei samounilake placid: legacyl'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucel'esorcismo di hannah gracelo schiaccianoci e i quattro regnilo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksymacchine mortalimalerbamenocchiomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionemuseo - folle rapina a città del messiconelle tue mani (2018)nessuno come noinon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragioneralph spacca internetred land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della luceride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son rosesearchingseguimisenza lasciare traccia (2018)sick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadospider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe old man & the gunthe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathe young cannibalsthis is maneskinti presento sofiatre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roiun piccolo favoreuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'venom (2018)vice - l'uomo nell'ombrawidows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

983311 commenti su 40694 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net