Recensione cyberbully - pettegolezzi on line regia di Charles Binamé Canada 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione cyberbully - pettegolezzi on line (2011)

Voto Visitatori:   6,21 / 10 (7 voti)6,21Grafico
Voto Recensore:   6,50 / 10  6,50
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE

Immagine tratta dal film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE

Immagine tratta dal film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE

Immagine tratta dal film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE

Immagine tratta dal film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE

Immagine tratta dal film CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE
 

"Cyberbully - Pettegolezzi online" è un filmtv prodotto dalla ABC Family, rete televisiva via cavo statunitense, di proprietà di ABC Family Worldwide Inc., una divisione di The Walt Disney Company. Uscito sulla tv statunitense il 17 giugno 2011, è ora disponibile in Home Video da febbraio 2012.

Taylor Hillridge è una giovane liceale a cui la madre regala un computer per il compleanno. Entusiasta della sua indipendenza sul web, si iscrive al social network più in voga tra i suoi coetanei ed il potere di Internet le si prospetta subito con chiarezza: è un mondo in cui anche una ragazza timida come lei può avvicinare uno dei ragazzi più corteggiati della scuola o conoscerne di nuovi ed interessanti.

Internet, però, ha anche una doppia faccia che Taylor scopre fin troppo presto. Se nascondersi dietro ad uno schermo può essere utile per parlare con più disinvoltura e farsi nuovi amici, può essere utilizzato anche per insultare e denigrare con facilità. Senza un vero motivo, Taylor diventa vittima di "cyber-bullismo": decine e decine di ragazzi iniziano a scrivere commenti cattivi sulla bacheca del suo profilo. La insultano, la umiliano, la deridono, la fanno soffrire. Una situazione sempre più insostenibile che continua sia a scuola che a casa in maniera crescente, tanto che Taylor si rende presto conto di non essere in grado di gestirla, né tanto meno di uscirne.

Quello dei social web sarà pure un mondo virtuale, ma questo tipo di molestie sono tanto reali quanto quelle fatte di persona, se non peggiori. Le immagini che associamo al bullismo sono quelle di intimidazioni fisiche tra coetanei: spinte, pugni, furti, vandalismo ecc. Ma se in Italia ancora non si presenta come un problema grave, il "cyber-bullismo" è una realtà sempre più presente oltreoceano, dove i portali web sono numerosi e l'età in cui si aprono account sui social network si abbassa vertiginosamente. Così non è difficile che i ragazzi più giovani siano insultati pesantemente per qualsivoglia motivo su uno spazio pubblico, che chiunque può leggere: la fisicità, le scelte sessuali, gli interessi e le passioni, le abitudini culturali, l'etnia, ecc diventano pretesti per umiliare.

Le parole feriscono. Quanto e più di un coltello. Soprattutto quando chi è colpito è un adolescente, capace di vedere una ferita mortale in un piccolo graffio e l'Oceano Pacifico in una pozzanghera. Prede facili, deboli, indifese.

Se le vittime del bullismo "classico", vissuto tra i banchi di scuola, possono trovare un po' di sollievo tra le mura domestiche, quelle che subiscono il "cyber-bullismo" vengono colpite ininterrottamente. Troppo facile dire di non usare internet e social web per evitare il problema: i nuovi media sono profondamente integrati nella vita degli adolescenti di oggi. Fa parte della loro vita sociale, non utilizzarli corrisponderebbe a rifiutare la società moderna, ad estraniarsi dal mondo, probabilmente con un effetto anche peggiore. Come dire di arginare il problema dei tele-dipendenti, non comprando il televisore. Discorso fattibile per chi ha vissuto prima degli anni '50, non per chi con la TV in casa c'è nato.

Allo stesso tempo, il "cyber-bullismo" non è un tema da sottovalutare. Nessuno può sapere come un giovane possa reagire ai continui attacchi dei coetanei: sentirsi diverso, rifiutato o disprezzato dalla comunità, sentirsi solo può portare a scelte sbagliate o ad azioni avventate.

Quindi cosa fare? Reagire.

Taylor impara che si può bloccare chi non ci piace, si può denunciare alla sicurezza del social web l'utente che calunnia o insulta e poi si può combattere perché gli Stati che non l'hanno ancora fatto si adoperino perché venga stipulata una regolamentazione precisa sul bullismo cibernetico.

"Cyberbully - Pettegolezzi online" non è una pellicola perfetta e risente di una sceneggiatura televisiva che tende a semplificare troppo le soluzioni a problemi per niente banali. Ad ogni modo, però, riesce a prendere lo spettatore grazie all'attento sviluppo di una tematica interessante e all'ottimo lavoro del cast.

La protagonista Taylor è interpretata da Emily Osmet, giovane attrice cresciuta in casa Disney, che sviluppa questo personaggio in maniera totale, convincendoci con la sua performance della maturità artistica raggiunta: grandi passi dal ruolo di Lilly, nella fortunata serie televisiva Hannah Montana, che l'ha resa famosa al grande pubblico. La madre di Taylor, Kelly, è invece portata sullo schermo da Kelly Rowan, conosciuta soprattutto per il suolo di Kirsten Cohen nella serie televisiva The O.C..

Lavoro dignitoso anche se privo di lodi, "Cyberbully - Pettegolezzi online" è di lunga superiore a tanti "filmetti" adolescenziali usciti nelle sale mondiali, è un film-tv realizzato con intelligenza, davvero utile per la scoperta di una realtà di cui l'informazione non si cura abbastanza. Il film vuole appunto rimediare, cercando di rendere più persone possibili coscienti di questi problemi. L'utilizzo di Internet si è ampliato moltissimo in pochi anni e continua ad espandersi non solo in termini di numeri di utenti, ma anche di possibilità offerte nel web. Sembra arrivato il momento che tutti i Paesi si impegnino alla realizzazione di una regolamentazione completa e dettagliata.

Commenta la recensione di CYBERBULLY - PETTEGOLEZZI ON LINE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Corinna Spirito - aggiornata al 04/05/2012 12.26.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinn
 NEW
bombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
doll housedoppio sospettofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segreti
 NEW
in the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodgethey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1000788 commenti su 43091 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net