Recensione flightplan - mistero in volo regia di Robert Schwentke USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione flightplan - mistero in volo (2005)

Voto Visitatori:   6,36 / 10 (263 voti)6,36Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO

Immagine tratta dal film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO

Immagine tratta dal film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO

Immagine tratta dal film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO

Immagine tratta dal film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO

Immagine tratta dal film FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO
 

Kyle Pratt, ingegnere aeronautico, prende un volo con la sua bambina di sei anni per tornare a casa dopo aver perso il marito, caduto dal tetto della loro abitazione. Durante il volo la bambina scompare, ma non è presente sulla lista dei passeggeri e nessuno l'ha vista. Tutti pensano dunque che sia un'invenzione della donna scioccata dalla perdita del marito, ma lei non si arrende e fa di tutto per ritrovare su figlia.

Se non sei de Palma è difficile che tu possa riuscire a citare e omaggiare il genio di Hitchcock senza cadere in qualche errore o senza fallire inesorabilmente. Schwentke non riesce a creare un prodotto soddisfacente o perlomeno sufficiente, impigliandosi in meccanismi fin troppo semplificati e poco approfonditi, e lasciandosi andare ad un manierismo fine a se stesso, il cui risultato è straniare lo spettatore per la completa inadeguatezza di alcune soluzioni registiche (alcuni ralenti davvero insopportabili, ad esempio) e per l'incompiutezza di alcuni passaggi narrativi, colpa sicuramente di una sceneggiatura non proprio di ferro.

Se l'idea di fondo, seppur non originale, può sembrare interessante (la scomparsa di una persona in un luogo chiuso come un aereo in volo), è la messa in scena della stessa e la risoluzione fin troppo palese e scontata a rovinarne l'effetto. Il dubbio che si insinua nello spettatore e in alcuni personaggi della pellicola poteva essere affrontato in maniera più efficace e meno frettolosa, visto che era perlomeno plausibile.
Può darsi che una donna a causa della morte di marito e figlia possa "sognare" di essere ancora con loro (in questo caso solo con la figlia) per soffrire di meno e per dimenticare la perdita? Il quesito è interessante, il modo di affrontarlo un po' meno. Perché lo spettatore si rende conto in maniera subitanea che non è affatto questa la soluzione del mistero che accompagna la scomparsa o l'apparente scomparsa della piccola bambina.

Man mano che si procede con la narrazione, si intuisce subito che c'è qualcosa che non va in alcuni passeggeri di questo aereo e soprattutto si comprende immediatamente che la forte e coraggiosa protagonista non è affatto turbata psicologicamente al punto di arrivare ad immaginarsi una figlia che non c'è più. Eliminata l'ambiguità sulla sanità mentale della protagonista, allo spettatore non rimane altro che accontentarsi di assistere ad una serie di sequenze poco interessanti e scarsamente adrenaliniche (la ricerca della figlia da parte della madre ha di buono solo la scenografia e l'ambientazione di questo aereo ultramoderno e incredibilmente enorme, costituito di zone che mai avremmo immaginato), che giungono tra l'altro ad un finale più retorico e buonista che mai, che lascia a bocca asciutta in quanto a colpi di scena o a sorprese di alcun genere.

Nonostante l'ottima interpretazione di Jodie Foster, qui impegnata nel ruolo di "eroina" sola contro tutti, il film non riesce a distinguersi per nessun particolare interessante e, volendo offrire anche una riflessione sul mondo americano post 11 settembre, rischia di cadere in trappole di infondatezze e incongruenze narrative. Che fine fa il sospetto della donna verso due uomini iracheni a suo avviso presenti il giorno prima fuori dalla finestra di sua figlia? Sospetti che finiscono nel nulla alla luce della reale risoluzione del mistero, ma che proprio per questo non trovano una spiegazione plausibile se non appunto la paura verso coloro che hanno causato il disastro più doloroso per gli Stati Uniti; se non fosse però che la protagonista portatrice di questo sospetto tutto è fuorché il genere di persona che si lascia andare a simili "razzismi".
Molto superficiale e a tratti addirittura macchiettistica la descrizione di alcuni passeggeri dell'aereo (primo su tutti l'uomo che si pone dalla parte della protagonista, seguito dalla psicologa interpretata da Greta Scacchi), ad esclusione del capitano che riesce a comunicare una certa ambiguità di atteggiamenti anche grazie all'ottima interpretazione di Sean Bean.
Meno riuscito il personaggio interpretato da Peter Sargsaard, il responsabile della sicurezza dell'aereo, forse anche per la perenne monoespressività dello stesso e per una certa prevedibilità della sceneggiatura che sin da subito ci fa quasi intuire quali siano i reali ruoli di alcuni personaggi che compaiono sullo schermo. Dalla sua parte il regista ha il fatto di essere riuscito a giostrare senza scivoloni la difficile unità di tempo e di azione, senza però riuscire anche a creare la giusta suspance e il giusto carico di ragionevoli dubbi nello spettatore.

Tutto si risolve nella più semplicistica e facilmente intuibile delle maniere. Un peccato non aver sfruttato al meglio un'idea di base che poteva dare spazio a soluzioni estetiche e narrative molto interessanti oltre che a riflessioni più profonde e calzanti, come ad esempio il crearsi di una sorta di comunità tra persone che si ritrovano costrette nello stesso luogo e che devono affrontare un'avventura non usuale. Un peccato non essere riusciti a rendere il giusto omaggio al maestro Hitchcock.

Commenta la recensione di FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di A. Cavisi - aggiornata al 18/05/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051300 commenti su 50769 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net