Recensione go now regia di Michael Winterbottom Gran Bretagna 1996
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione go now (1996)

Voto Visitatori:   7,92 / 10 (13 voti)7,92Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film GO NOW

Immagine tratta dal film GO NOW

Immagine tratta dal film GO NOW

Immagine tratta dal film GO NOW

Immagine tratta dal film GO NOW
 

All'improvviso la disabilità. La disabilità che invalida l'esistenza, la disabilità che ti fa perdere la voglia di vivere, la disabilità che ti rende ogni cosa estremamente difficile da compiere. All'improvviso la sclerosi multipla, patologia che tutt'ora non ha una cura definitiva.
E' proprio l'invalidità, portata da una delle più gravi malattie neurologiche, il tema principale del film "Go Now" del regista inglese Michael Winterbottom con protagonista Robert Carlyle.
Carlyle interpreta Nick Cameron, operaio di Bristol che ha una vita come tante altre, estremamente semplice e comune, fatta del suo lavoro, della sua fidanzata Karen, delle partite di calcio con gli amici e delle serate trascorse al pub. L'ordinarietà viene improvvisamente spezzata quando Cameron si ammala di sclerosi multipla rubandogli tutto e costringendolo a muoversi su una sedia a rotelle.
Inizia per Nick la dura lotta per tollerarla. Niente più calcio, niente più corse, solo una immobilità cronica ed estremamente frustrante.

Winterbottom riesce a rappresentare la storia senza alcun pietismo, patetismo e compassione, non risultando troppo coinvolto nella vicenda di Nick ma limitandosi a registrare la convivenza molto dolorosa tra l'operaio e la malattia.
Dove, invece, la direzione del regista appare più intensa è nel racconto della vita di coppia tra Karen e Nick, lì, si può vedere una profondità di partecipazione sicuramente maggiore, sia nei momenti divertenti che in quelli più drammatici.
La storia di amore tra i due è un fattore chiave nel film in quanto usata come "palliativo" per attenuare la devastazione portata dalla sclerosi a placche, l'affetto di Karen rappresenterà per Nick un modo per convivere con la patologia.
Il film deve essere grato soprattutto ad uno strepitoso Rober Carlyle, che l'anno dopo sarebbe stato consacrato al grande pubblico con un film totalmente diverso, ossia "Trainspotting". Questi circondato da un valido gruppo di attori, tra cui spicca un'ottima Juliet Aubrey (Karen), dà una interpretazione difficile da dimenticare, riuscendo a mettere in evidenza il dolore e l'estremo patimento psico-fisico legato alla malattia, ma anche il desiderio di voler sopravvivere ad ogni costo.

L'impegno che Carlyle mette nella gestualità rallentata tipica della malattia e nella mimica facciale tesa ad evidenziare l'assenza di sensibilità e mobilità nelle gambe è ammirevole.
Sempre assolutamente perfezionista nell'interpretazione dei personaggi, anche con "Go Now", l'attore scozzese non ha lasciato nulla al caso, preparandosi alcuni mesi prima l'inizio delle riprese per risultare credibile nei panni di Nick.
Carlyle ha visitato alcuni centri specializzati nell'accoglienza di malati di sclerosi multipla, vivendo con loro, osservandoli, cogliendo i loro modi alterati di muoversi, di parlare, di soffrire e soprattutto di reagire.
In un'intervista rilasciata durante la prima del film a Londra, l'attore ha dichiarato: «ho incontrato gente splendida, speciale, sì, con un grave handicap nel fisico ma rispetto a noi con qualcosa in più nella mente».

Commenta la recensione di GO NOW sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Luca.Prete - aggiornata al 21/03/2006

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008803 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net