Recensione il cartaio regia di Dario Argento Italia 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione il cartaio (2003)

Voto Visitatori:   3,92 / 10 (305 voti)3,92Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film IL CARTAIO

Immagine tratta dal film IL CARTAIO

Immagine tratta dal film IL CARTAIO

Immagine tratta dal film IL CARTAIO

Immagine tratta dal film IL CARTAIO
 

Uno spietato maniaco rapisce le ragazze ed organizza partite di video-poker con gli agenti della polizia mettendo nelle loro mani le sorti delle povere vittime.

E' questa la trama del nuovo film dell'ormai ex maestro del brivido mondiale. Già, quell'ex fa molto male, perché se la trama può risultare originale e sarebbe lecito aspettarsi dal nostro un grande film, degno dei suoi precedenti capolavori, il film è invece banale, superficiale, stupido. Dario elimina tutte le sue grandi qualità visionarie, la prospettiva dell'assassino, quegli interminabili piani sequenza che hanno fatto la gioia dei nostri occhi a favore di un misero riquadro sullo schermo di un computer dove si vedono le vittime urlare, se urla si possono definire, visto che fanno quasi ridere, il tutto condito con una sceneggiatura grazie alla quale Alvaro Vitali avrebbe di che farsi vanto. Gli attori non aiutano, da Stefania Rocca a Liam Cunningham (anche se devo ammettere che è l'unico che si salva) fino a Silvio Muccino il più improbabile. Come se non bastasse il film è stato girato in inglese ed è stato fatto un doppiaggio che dire sciagurato è poco, da parte degli stessi attori (la domanda sorge di conseguenza, ma perché?). Di tensione e paura nemmeno la traccia. Ed il sangue? Macchè, sarà che ormai Dario è diventato nonno e gli unici incubi che turbano le sue notti sono quelli della figlia di Asia che piange, sarà che la sua vena orrorifica si è ormai esaurita, ma questo CARTAIO è veramente penoso. L'assassino uccide perché ama la protagonista e lei non ricambia (nemmeno lo sa) e qui ho già detto tutto. Ma che motivo è? D'accordo che la trama non è mai stata il piatto forte dei film di Argento ma qui si tocca il fondo.
Insomma di questa pellicola si salva ben poco, al cui confronto viene da rivalutare NON HO SONNO, che è un capolavoro.

Però una lancia in favore di Dario la devo spezzare: nella sua filmografia abbiamo visto le ragazze uccise in qualunque modo possibile e immaginabile (accettate, squartate, annegate) ed è dunque abbastanza ragionevole che non sappia più che inventarsi. Argento attraversa dagli anni 90' una parabola discendente che non accenna a fermarsi e si abbassa sempre più. Il declino cominciò con trauma, dove debuttò la figlia, quando si dicono coincidenze, ed è proseguito per 14 anni, fino ad oggi. E' doloroso vederlo ridotto in queste condizioni, anche perché nessuno finanzia i suoi film (informazione per tutti, il budget del cartaio è di poco inferiore a quello di una qualsiasi puntata di distretto di polizia) e sarebbe da consigliargli dunque, un ritiro, prima di continuare ad infangare la sua fama.
E la musica? Già. La musica, da sempre fondamentale in tutti film del maestro, qui è firmata da Claudio Simonetti che svolge un lavoro dignitoso, anzi molto buono. Ma anche qui vi è il lato negativo: se il tema principale è molto bello, ed ascoltato a parte risulta veramente piacevole, nel film è buttato via nei titoli di coda e per il resto aleggia ogni tanto qualche suono che risulta quasi impercettibile. Peccato.

In conclusione, se siete fan del mitico Dario, quello di Profondo Rosso e di Suspiria ed amate le emozioni forti, il brivido e lo splatter non andate a vedere IL CARTAIO perché rimarrete delusi sotto tutti i punti di vista. Se invece non conoscete Argento, siete facilmente impressionabili e volete passare una serata in compagnia, allora avete trovato il film giusto.

Commenta la recensione di IL CARTAIO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di niko - aggiornata al 02/02/2004

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

100% lupo800 eroia cena con il lupoa classic horror storyadam (2019)
 NEW
agente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesamazing grace (2018)aquarium of the deadarmy of the deadatlasawakebabyteethbanksy - l'arte della ribellionebaphometblack widow (2021)blood red skybon joviboys (2021)censorcollectivecomedianscorpus christicrudeliacuban dancer
 NEW
demonic (2021)dream horsedueearwig e la stregaendargered speciesescape room 2: gioco mortaleestate '85extraliscio - punk da balerafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666fellinopolisfortunafreakyfulci talks - conversazione uncut con lucio fulcifuturagreat whiteguerra e pace (2020)gundahasta la vista!i croods 2 - una nuova erai profumi di madame walbergil ballo dei 41il buco in testail cattivo poetail divin codinoil futuro siamo noiil quaderno nero dell'amoreil sacro malein prima lineain the earthin the heights - sognando a new yorkio rimango quiio sono nessunoio, lui, lei e l'asinoistmo
 NEW
jungle cruisekajillionairekufidla brava mogliela cordigliera dei sognila donna alla finestrala felicita' degli altri...la grande staffettala guerra a cubala guerra di domani (2021)la nostra storiala notte del giudizio per semprela scuola non e' secondariala terra dei figlila vita che verra'la voce umanal'amante russol'apparenza delle coselasciali parlarelassie torna a casalei mi parla ancoralet us inlezioni di persianol'occhio di vetrolucamaledetta primaveramandibules - due uomini e una moscamankmarx puo' aspettarematernalmi chiedo quando ti manchero'mi piace spiderman e allora?minarimonster huntermorrisonno sudden movenomadlandnowhere special
 R
nuevo ordenocchi bluoldoxygenepaolo cognetti. sogni di grande nordpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapieces of a womanpig
 NEW
possession - l'appartamento del diavolopunta sacraquello che non so di terifkin's festivalritorno in apnearoom 9run (2020)scarlettschool of mafiaseance (2021)senza rimorsosesso sfortunato o follie pornosi vive una volta solasnake eyes: g.i. joe - le originisongbirdspiral - l'eredita' di sawspirit - il ribellestate a casastitches - un legame privatostorm boy - il ragazzo che sapeva volarethe book of vision
 NEW
the boy behind the doorthe conjuring - per ordine del diavolothe father - nulla e' come sembra
 NEW
the green knightthe ice roadthe lockdown hauntingsthe nest (2021)the rossellinisthe shiftthe virtuoso
 NEW
they talkthunder roadtigerstogether togethertoo late (2021)triumphtutti per umaun altro girouna donna promettente
 NEW
uno di noiuntitled horror movie (umh)valley of the godsvoyagerswrath of manx&y - nella mente di anna

1019704 commenti su 46011 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net