Recensione l'intrepido regia di Gianni Amelio Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione l'intrepido (2013)

Voto Visitatori:   5,08 / 10 (20 voti)5,08Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film L'INTREPIDO

Immagine tratta dal film L'INTREPIDO

Immagine tratta dal film L'INTREPIDO

Immagine tratta dal film L'INTREPIDO

Immagine tratta dal film L'INTREPIDO

Immagine tratta dal film L'INTREPIDO
 

"E' UN INNO ALLA DIGNITA' DELL'UOMO, LA STORIA DI UN PERSONAGGIO CANDIDO CHE FA UN MESTIERE CHE E' LA QUINTESSENZA DEL PRECARIATO ODIERNO"

Gianni Amelio crede nelle sue storie. E' un regista che fa del rigore formale la sua arma vincente. E colpisce spesso nel segno, grazie a un lirismo che accentua le emozioni senza svilire quasi mai forma e contenuto. Nessuno gli chiederà ogni volta di "colpire al cuore" (nonostante il suo penultimo film, ricco di immagini memorabili, sia passato del tutto inosservato) ma almeno di preservare la Poesia in qualcosa di diverso da una scontata miniatura. Strano, da un cinema che fa della contemporaneità il suo ingrediente principale (la crisi economica europea e soprattutto Italiana) il risultato del suo promettente "L'intrepido" è piuttosto anacronistico, tanto da costringerci a confutare i modelli alti del passato, da Visconti al De Sica-Zavattini di "Miracolo a Milano", da Chaplin a Luigi Zampa (ricordate "Anni facili"?).
Ed è come se noi stessi, sopraffatti da una crisi economica che perdura da anni, ci trovassimo in difficoltà a doverci identificare con il Totò di "Miracolo a Milano", o il pensionato di "Umberto D". Figuriamoci con la figura sorprendente e riconoscibile di Charlot o la comicità imbelle di Buster Keaton!

Il problema del film sta tutto nella figura di Antonio Pane, e guardacaso negli States il film sarà distribuito con un sottotitolo come "A LONELY HERO". Un prototipo del Povero Diavolo Italico, ma con il cuore di burro (la sacralità è fuori di dubbio laica come in tutto il cinema di Amelio), che dispensa consigli e si mostra disposto ad aiutare sempre il prossimo, neanche fossimo davanti alla classica frase usata a sproposito dal mondo cattolico "ama il prossimo tuo come te stesso". Ma siamo certi che Antonio Pane ami veramente se stesso, al di là del mondo che lo circonda? E' una società alla deriva, "nobilmente" cinica, atta allo sfruttamento e all'opportunismo più bieco, piena di avventori e imbroglioni, di manipolazioni burocratiche atte a falsificare la buona volontà e a renderla oltretutto mansueta e sottomessa ai piccoli e grandi abusi di potere.
Antonio viene ogni volta sfruttato, umiliato, sottomesso, deriso e lavora spesso senza un salario, è gentile, ingenuo, fatalista e remissivo, e dimostra sempre tanta buona volontà tutte le volte che gli viene chiesto di "rimpiazzare" qualcuno nei compiti più disparati (operaio, tramviere, corriere, venditore di scarpe, ambulante).

La figura dell'italiano remissivo visto con i toni della favola moderna, diciamoci la verità, non funziona. Non funziona l'adesione quasi empatica di Albanese (perchè la sua empatia col personaggio non è la stessa che NON troviamo noi spettatori), non funziona il suo edificante e inopportuno altruismo, come se fossimo ancora ancorati alle pagine e al lirismo di Pagnol o Renè Clair. Ma soprattutto è difficile voler bene a questo piccolo uomo che fallisce come figura paterna - del resto anche la figura del figlio Gabriele, musicista Jazz in preda ad attacchi di panico, è stilizzata pochissimo - e umana, perchè non riesce a dimostrare, che a se stesso, che esiste in fondo un'opportunità in un domani migliore.
Certamente questo Charlot perso in una Milano umida e indifferente come non mai non riesce a comprendere fino in fondo tutto il disordine e il disagio che lo attraversa, incapace al tempo stesso di capire quello degli altri (la figura di Lucia-Livia Rossi, conosciuta in un concorso pubblico).
La purezza morale dell'"uomo che sogna ad occhi aperti" poteva essere un'idea per una favola moderna, ma è certo che i referenti letterari del passato hanno dimostrato che si può e deve costruire una storia "leggera" senza necessariamente privarsi del peso del fardello sociale che raccoglie (dicono niente i nomi di Buzzati, o di Piero Chiara, caro Amelio?).
Noi vediamo Antonio in ogni luogo (abbia bisogno di Lui), capace di indignarsi soltanto quando il dolore lo porta a un drammatico confronto con la realtà, o magari quando scopre di essere stato ingannato e imbrogliato per l'ennesima volta (l'esilarante e insieme patetica sequenza del negozio di scarpe, per esempio).

"QUI MANCA LA SPERANZA CHE E' QUELLA PIU' IMPORTANTE"

E in definitiva, "L'intrepido" è un film non riuscito, ritratto quanto mai remissivo e reticente di una Crisi Economica che ha aspetti ben più inquietanti rispetto alla neutralità surreale di questo (anti)eroe sprovveduto e infaticabile.
Un caso anomalo, nel nome del Diritto al lavoro sancito dalla Costituzione e che Amelio difende ad ogni costo, a raccontarci l'opportunità della fatica fisica contro la condanna morale della condizione operativa. Albanese chiede sempre a tutti "come posso aiutarti?", a testa bassa e con il volto teso e preoccupato, e proprio per questo la sua tolleranza è falsa, costretta a fare i conti con la quotidiana manipolazione della vita di tutti i giorni.

Non volevamo certo un film disfattista, ma sottilmente graffiante sì, senza sentirci del tutto estranei a un personaggio come Antonio, che finisce per diventare involontariamente antipatico come la famiglia velleitaria e implacabile di "Sfida senza paura" di Paul Newman.
I dialoghi sono soprattutto verbosi e blandamente letterari (difetto non esente dal cinema di Amelio, ma che in precedenza era riuscito quantomeno ad equilibrare), la recitazione è altrettanto discutibile: diciamo onesto Albanese come personaggio, fuori contesto anche da se stesso, ma che deve supportare altri attori non all'altezza.
Soltanto il cameo di Alessandra Ceccarelli, nei panni dell'ex-moglie, restituisce un minimo di credibilità (...).

Tecnicamente il film, che si avvale della buona fotografia di Bigazzi e delle musiche di Franco Piersanti, funziona e purtroppo un paio di magnifiche sequenze "mancate" rendono l'idea di un progetto dalla sceneggiatura carente e semplicistica, che con qualche sfumatura in più e meno melassa, avrebbe potuto essere vincente.
Del resto, la Milano che sfugge ad ogni controllo emotivo, in balìa di avvenimenti in cui non si riconosce più, è purtroppo più credibile di quanto si possa pensare.

Commenta la recensione di L'INTREPIDO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di kowalsky - aggiornata al 13/09/2013 15.52.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a mollo
 NEW
a un metro da tealexander mcqueen - il genio della modaalita - angelo della battagliaalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)ancora auguri per la tua morteanimasaquamanasterix e il segreto della pozione magicaattenti al gorilla
 NEW
be kind - un viaggio gentile all'interno della diversita'beautiful boy (2018)ben is backbenvenuti a marwenbird box
 HOT
bohemian rhapsodyborder: creature di confineboy erased - vite cancellatebts world tour: love yourself in seoulbumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutioncaptain marvelcartac'e' tempoc'era una volta il principe azzurrochi scriverà la nostra storia?city of liescocaine - la vera storia di white boy rickcold war (2018)colette (2018)compromessi sposiconversazioni atomichecopia originalecoppermancreed iicroce e delizia (2019)crucifixion - il male e' stato invocato
 NEW
dafne
 NEW
detective per casodiabolik sono iodinosaurs (2018)domani e' un altro giorno (2019)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon ball super: brolydragon trainer: il mondo nascosto
 NEW
ed e' subito seraescape room (2019)ex-otago - siamo come genovaghostland - la casa delle bamboleglassgloria bellgreen bookhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsoni bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici villeggiantiil carillonil castello di vetroil coraggio della verita (2018)il corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil primo reil professore cambia scuola
 NEW
il professore e il pazzoil ritorno di mary poppinsil testimone invisibile
 NEW
il venerabile w.
 NEW
instant familykusama: infinityla befana vien di notte
 HOT
la casa di jack
 NEW
la conseguenzala donna elettricala douleurla favoritala fuga - girl in flight
 NEW
la mia seconda volta
 R
la notte dei 12 annila notte e' piccola per noi - director's cutla paranza dei bambinila prima pietrala promessa dell'albala vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacyland
 NEW
l'eroel'esorcismo di hannah graceliberol'ingrediente segretolo sguardo di orson welleslontano da quil'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrom.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimia e il leone biancomodalita' aereomomenti di trascurabile felicita'moschettieri del re: la penultima missione
 NEW
my hero academia the movie: the two heroesnelle tue mani (2018)nessun uomo e' un'isolanightmare cinemanon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon sposate le mie figlie 2ognuno ha diritto ad amare - touch me notovunque proteggimiparlami di tepeppermint
 NEW
peppermint - l'angelo della vendetta
 NEW
peterloopiercingquello che veramente importaralph spacca internetremirex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)
 NEW
ricordi?ride (2018)roma (2018)santiago, italiasara e marti - il film
 NEW
scappo a casase la strada potesse parlarese son rosesofiaspider-man: un nuovo universosulle sue spalle
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wishthe front runner - il vizio del poterethe lego movie 2: una nuova avventurathe old man & the gun
 NEW
the prodigy - il figlio del malethe vanishing - il mistero del farothe young cannibalstintoretto. un ribelle a veneziatramonto (2018)tre voltiun giorno all'improvvisoun piccolo favoreun uomo tranquillo (2019)un valzer fra gli scaffaliun viaggio a quattro zampe
 NEW
un viaggio indimenticabileun'avventuravan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreaswestwood. punk, icona, attivistawunderkammer - le stanze della meraviglia

985924 commenti su 41016 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net