Recensione qualunquemente regia di Giulio Manfredonia Italia 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione qualunquemente (2010)

Voto Visitatori:   6,39 / 10 (181 voti)6,39Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film QUALUNQUEMENTE

Immagine tratta dal film QUALUNQUEMENTE

Immagine tratta dal film QUALUNQUEMENTE

Immagine tratta dal film QUALUNQUEMENTE

Immagine tratta dal film QUALUNQUEMENTE

Immagine tratta dal film QUALUNQUEMENTE
 

Il personaggio di Cetto Laqualunque imperversa sugli schermi televisivi italiani già da qualche anno, portarlo al cinema è diventata una naturale conseguenza. Ci ha pensato Giulio Manfredonia, regista poco noto ai più, a costruire una storia credibile (fin troppo vista la realtà dei tempi), circondando Cetto con personaggi alla sua altezza.
Colpisce la scelta di inserire Cetto in un contesto luminoso e colorato; gli abiti che i protagonisti indossano (sua moglie in primis) sono esagerati, così come spicca la cafonesca cialtroneria della sua abitazione. Il tentativo è di fare di Cetto e dei suoi sodali dei personaggi fumettistici, per suscitare ilarità.

Ma "Qualunquemente" non fa affatto ridere. Strappa qualche sorriso perché le battute ci sono, perché Albanese ha pensato al suo personaggio fondamentalmente per far ridere, ma diventa quasi impossibile divertirsi davanti alla storia presentata dalla pellicola. Raccontare la storia di un uomo ex latitante, colluso in una miriade di affari sporchi, disposto a qualsiasi bassezza (persino a mandare in carcere il suo unico figlio) pur di riuscire nel suo intento di diventare sindaco, non può che amareggiare.

I parallelismi con la realtà di oggi sono tanti anche se ovviamente la sceneggiatura non è stata concepita in contemporanea all'attualità. Sconvolge la relazione tra Cetto e il sesso femminile, visto essenzialmente come corpo.

Cetto torna dalla latitanza con una nuova compagna di colore di cui ignora il nome (la chiama "Cosa") e che viene imposta alla moglie (interpretata da Lorenza Indovina), una donna fisicamente poco vicina al canone muliebre apprezzato da Laqualunque e che, pur tentando deboli ribellioni alle assurde imposizioni del marito, sfoga nell'alcol e nell'isterismo silenzioso le sue numerose frustrazioni.

Nella campagna elettorale Cetto non manca di regalare a guisa di caramelle donnine compiacenti per ottenere favori, ripromettendosi poi di nominarne altre come assessori usando come unico metro di giudizio il fisico (tra l'altro induce il suo timidissimo e pertanto degenere figlio Melo a lasciare la serissima fidanzatina colpevole di avere un busto decisamente esiguo).
Sconvolge la sua campagna elettorale che abbonda di colpi bassi (persino al momento dello spoglio), arrivando addirittura dall'intimidazione più grave: la vettura dell'avversario fatta saltare in aria.
Sconvolge la facilità con cui tutti si vendono al migliore offerente (chi non lo fa ne paga le conseguenze, come la vecchietta abbandonata per strada dopo aver dichiarato di voler votare per l'altro candidato), sconvolge lo stravolgimento operato nei confronti del candidato De Santis, mite e onesto, a cui viene impedito platealmente di esprimere il suo pensiero durante un confronto televisivo da un anchorman viscido e venduto.

Albanese è superlativo e naturale nella sua interpretazione; i momenti comici e caricaturali, come pure i tormentoni, non sono mai fini a se stessi ma si inseriscono talmente bene nel contesto da fare di Laqualunque un personaggio autentico.
Così come autentico potrebbe essere il suo curatore d'immagine (un Sergio Rubini bravo ma meno efficace se rapportato ad altre sue interpretazioni), un pugliese che per essere qualcuno si finge di Milano, pur sbottando nel suo dialetto nei momenti topici.

"Castigat ridendo mores" dicevano gli antichi Romani. Il guaio è che non ci viene da ridere se alla fine l'antieroe Laqualunque vince.
Se comunque l'intento di Albanese e Manfredonia è stato quello di fare un film di denuncia o, come avveniva ai tempi di Swift, di feroce satira politica, allora il risultato è da dieci e lode.

Da vedere per pensare e per cercare di evitare che il peggio dilaghi.

Commenta la recensione di QUALUNQUEMENTE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 25/01/2011 10.12.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private wara voce alta - la forza della parolaachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuro
 NEW
alpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tideblackkklansmanbogside storybohemian rhapsodyboxe capitalechesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreams
 NEW
colette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericosa fai a capodanno?country for old mendisobediencedog dayse' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampo
 NEW
ghostland - la casa delle bambolegirlgotti - un vero padrino americanoguarda in alto
 HOT
halloweenhell festhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil bene mio
 NEW
il castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummiesil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancorajust charlie - diventa chi seiklimt & schiele - eros e psichela banda grossila casa dei librila diseducazione di cameron postla donna dello scrittorela fuitina sbagliatala morte legale
 NEW
la prima pietrala profezia dell’armadillola scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regnilola + jeremylook awayl'uomo che uccise don chisciottemalerbamandymenocchiomichelangelo - infinitomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimio figliomiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noi
 T
new york academy - freedance
 NEW
non ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiazza vittoriopiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della lucericchi di fantasiaride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)
 NEW
santiago, italiasaremo giovani e bellissimise son rosesearchingseguimisei ancora qui - i still see yousembra mio figliosenza lasciare traccia (2018)separati ma non tropposick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulla mia pelle (2018)
 NEW
sulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take away
 NEW
the barge peoplethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe nun - la vocazione del malethe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatouch me nottre voltitroppa graziatutti in pieditutti lo sannoun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roiuna storia senza nomeuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981744 commenti su 40505 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net