Recensione scarface regia di Brian De Palma USA 1983
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione scarface (1983)

Voto Visitatori:   8,91 / 10 (536 voti)8,91Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film SCARFACE

Immagine tratta dal film SCARFACE

Immagine tratta dal film SCARFACE

Immagine tratta dal film SCARFACE

Immagine tratta dal film SCARFACE
 

L'incredibile vicenda di Tony Montana (uno spietato Al Pacino), rifugiato cubano, che, scappato in America, diventa un boss della malavita. Il film mostra come Tony parta da zero, in una condizione di miseria, lavorando in un baracchino di panini con l'amico fidato, e in un crescendo di tensione ed abili raggiri diventi sempre pi¨ potente, inserendosi nel giro del narcotraffico. In misura esponenziale, il prestigio di Tony aumenta inesorabilmente: riesce a farsi un nome e vivere nel lusso, conquistando anche la donna che desiderava (un'elegantissima e affascinante Michelle Pfeiffer) e che inizialmente lo rifiutava disgustata. Tony Ŕ riuscito ad avere tutto quello che voleva, ma la forza distruttrice del potere si farÓ sentire, e i suoi effetti saranno pi¨ che letali. Un paio di mosse sbagliate (il rifiuto di portare a termine un compito per non uccidere innocenti e la gelosia morbosa verso la giovane sorella) lo porteranno al fulmineo, devastante, grandioso declino, al crollo totale della sua implacabile e furiosa volontÓ di potenza. Epica la scena finale.

Indimenticabile Al Pacino, che in questa pellicola non delude certo i suoi fans, e tutti coloro che lo hanno apprezzato nella saga de Il Padrino. Cinico, eccessivo, magnetico, torvo, delirante, interpreta il personaggio con un' espressivitÓ che va al di lÓ della crudeltÓ e della follia. Certi suoi sguardi e battute irriverenti lasciano senza parole, non senza una vena di estatico stupore (per quel che mi riguarda!).

In tutto questo spargimento di sangue, in tutte queste faccende di droga, in tutta la sfrontatezza del protagonista, c'Ŕ un che di gloriosamente tragico, e irresistibile. L'intera storia, strutturata in due tempi, l'ascesa e la caduta, la salita fino al culmine e quindi la colata a picco, appare addirittura metaforica.
Colpisce come la negativitÓ del personaggio (e del concetto, in generale, di sete di potere e di sue inevitabili conseguenze fatali) non riesca a lasciare perplessi e men che meno a disgustare: quel che Ŕ peggio, Ŕ che in realtÓ esso Ŕ pericolosamente, innegabilmente affascinante.

Commenta la recensione di SCARFACE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di MiaWallace - aggiornata al 08/11/2003

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010883 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net