scarface regia di Brian De Palma USA 1983
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

scarface (1983)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Frasi Celebri sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film SCARFACE

Titolo Originale: SCARFACE

RegiaBrian De Palma

InterpretiAl Pacino, Steven Bauer, Michelle Pfeiffer, Mary Elizabeth Mastrantonio, Robert Loggia

Durata: h 2.50
NazionalitàUSA 1983
Generedrammatico
Tratto dal libro "Scarface" di Armitage Trail
Al cinema nell'Agosto 1983

•  Altri film di Brian De Palma

Trama del film Scarface

Tony Montana comincia come sicario a pagamento, diventa gorilla e poi luogotenente di un trafficante di droga, si mette in proprio e, fatto fuori l'ex padrone, diventa il n. 1. Va in rovina per una buona azione. Prolisso, squinternato, fondato sulla dismisura del Kitsch delirante della scenografia (l'ottimo F. Scarfiotti), nella violenza e nelle parolacce (quasi un "vaffan..." al minuto). Scritto da Oliver Stone e fotografato da John Alonzo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,91 / 10 (542 voti)8,91Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Scarface, 542 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 7   Commenti Successivi »»

stratoZ  @  11/04/2024 13:00:28
   8 / 10
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

In occasione del quarantesimo anniversario dall'uscita ho avuto il piacere di rivedere in sala "Scarface" di De Palma, ovvero, quello che considero il film più frainteso di tutti i tempi. Contestualizzando meglio: ho conosciuto direttamente o indirettamente diverse persone, filo-malavitose, fan di questo film, e lo posso capire, effettivamente col suo stile eccessivo, le frasi epiche, il personaggio esaltato di Tony Montana, il ritmo forsennato, è quel film che può gasare i malavitosi e portarli a condividere frasi ad effetto sui social, prendere spunto da Tony, probabilmente visto come un modello di vita e via dicendo, quello che si viene a creare è un effetto - che ho notato anche con altri film come "A clockwork Orange" e "The Wolf of Wall Street" - per il quale l'eccesso non viene compreso sotto il punto di vista dell'autore, che tende a criticare neanche troppo tra le righe il personaggio in questione, e quindi si crea una sorta di bias che fa amare questo film anche al target che palesemente critica, il risultato è che ci sono parecchi dodicenni, o almeno c'erano ai miei tempi, che condividono frasi di Scarface per fare i duri su facebook, quando effettivamente Scarface non fa altro che farsi beffa di quelli come loro.

Ed è questa a mio parere la principale chiave di lettura, Scarface, tramite il personaggio di Tony Montana che monopolizza il film grazie anche alla solita sontuosa interpretazione di Al Pacino, risulta essere una visione caricaturale del gangster, o malavitoso che sia, assetato di potere, talmente tanto da sforare nella nevrosi e forse, grazie anche alle droghe, nella psicosi, e lo fa in ogni aspetto, è un film che fa dell'eccesso il suo marchio distintivo, eravamo in pieni anni ottanta e questo film è l'exploit del kitsch di quegli anni, non soltanto la regia del solito immenso De Palma, che qui si adatta perfettamente allo spirito dissacrante e quasi cartoonesco della pellicola, ma ogni particolare, dalla fotografia patinata alla scenografia eccessiva, fatta di cose dorate, letti dorati, tende dorate, statue dorate, macchine con gli interni tigrati, mi stava venendo quasi il voltastomaco, iniziali ovunque, architettura simile a quella dei templi, però più di cattivo gusto, praticamente è la sagra della megalomania ed è questo che rende efficace il dipinto che ne fa De Palma, se la prende sardonicamente col cattivo gusto di un malavitoso partito dal basso, con la classica rappresentazione fatta di ascesa e caduta che è diventata un archetipo di questo genere di pellicole, il percorso di Tony Montana e la sua sete di potere lo porteranno prima ad ottenere tutto ciò che vuole e poi velocemente a perdere tutto nel modo più drammatico possibile, ma è la caratterizzazione del personaggio ad opera di Al Pacino che da quel valore aggiunto alla pellicola, col suo stile ai limiti del grottesco.
Le sequenze dove questo sottile limite viene superato si sprecano, è un film che ingrana velocemente fin da subito, facendo del ritmo uno dei suoi principali punti di forza, la determinazione e il linguaggio del corpo scattoso, quasi nevrotico, di Tony vengono rispecchiate dalla dinamicità delle sequenze, che nella loro grottesca esagerazione risultano divertenti, e lo si vede anche dai dialoghi, della splendida sceneggiatura di Stone, che effettivamente in futuro qualcosina su questo stile lo farà - "Natural Born Killers", "U-Turn" pieni di turpiloquio, frasi ad effetto, sottotesti motivazionali, dal solito f*ck ripetuto migliaia di volte ai vari riferimenti alle palle, al coraggio, all'onore, tutto allo scopo di mettere in evidenza l'esagerata sete di potere di un personaggio che vive di apparenza e approvazione, che vuole trasmettere paura allo scopo di ottenere rispetto, che vuole tutto, la casa più grande, la donna più bella - e caspita se è bella Michelle Pfeiffer in questo film -, la sorella più casta, che però riesce paradossalmente a mandare tutto in vacca a causa di un ego smisurato che prevale sulla ragione e fa prendere le decisioni più sbagliate possibili, mettendo un po' in evidenza anche quanto sia facile per il personaggio contraddire i valori millantati, dato che di valori effettivamente non si tratta, ma dell'ennesimo meccanismo dettato dall'ego e dall'inculcata narrazione della persona rispettata, temuta e di successo a tutti i costi, mi viene in mente il rapporto morboso con la sorella e tutto ciò che ne consegue, fino al drammatico esito quando la trova col suo socio e braccio destro che gli era stato fedele tutto il film, mandando in fumo l'unico rapporto che gli era rimasto.

Insomma è un film che gioca sui paradossi, tramite questo mondo esagerato e al limite del grottesco e della parodia, regalando grandi sequenze diventate di culto, una confezione tecnica straordinaria del solito De Palma che in uno dei suoi film meno personali riesce comunque a far notare il suo tocco, con un ampio uso del pianosequenza e dei suoi tipici virtuosismi e l'iconica colonna sonora di Moroder. Non è esente da qualche difettuccio - mi viene in mente l'omicidio di Frank, in cui Tony e i suoi scagnozzi riescono ad entrare tranquillamente a casa sua armati, dopo che lui aveva provato a farlo fuori, insomma trovano le porte spalancate - ma riesce ad essere concettualmente molto efficace, detto questo, ce ne sono parecchi di De Palma che mi piacciono di più - mi viene in mente la triade dei 70' "Phantom of the Paradise", "Carrie" e "Obsession", oltre ad uno dei miei film preferiti di sempre, ovvero "Carlito's Way" - e ritengo questo remake, seppur molto molto valido, parecchio inferiore all'originale di Hawks, ma lì siamo in un mondo a parte e probabilmente la seminalità di quell'opera non la rende paragonabile a questo seppur riuscitissimo lavoro.

zerimor  @  28/08/2023 16:29:13
   9 / 10
Mamma mia cosa non sono le musiche di Moroder! Una colonna sonora che ben si confà alla narrazione e che le conferisce un senso di epicità unico.
Scarface è un capolavoro che non si può dimenticare, vuoi per l'interpretazione di Al Pacino, perfetto in ogni singola scena, vuoi per una storia magnetica che ti accompagna fino al drammatico nonché stupendo epilogo.
Quasi 3 ore che volano via come se niente fosse.

Boromir  @  14/10/2022 22:02:32
   10 / 10
Quella del remake è sempre un'operazione rischiosa. Estrapolare un'opera dal suo contesto storico e culturale senza un adeguato ri-adattamento finisce per svilirne il senso, ma non è il caso di Scarface di Brian De Palma, rifacimento di un'omonima pellicola degli Anni Trenta di Howard Hawks. Sceneggiato da Oliver Stone, il lungomentraggio trasporta la vicenda dalla Chicago del Proibizionismo alla Miami anni Settanta, ma non si limita a riproporre con fedeltà il soggetto del predecessore, e si presenta come un'opera di profondo spessore culturale dalla marcata dimensione politica. È uno spaccato cruento ed eccessivo di un'America "drogata" dalla corruzione e dalla sete di potere e una profonda introspezione del narcotraffico latino a Miami negli anni Settanta; è la parabola discendente del piccolo delinquente Tony Montana (Al Pacino) che ascende in grande stile negli alti ranghi della malavita ma non riesce a tenere le redini del suo impero, finendo con il decretarne la distruzione.
Sebbene la trama, pur semplice e lineare, sia molto intrigante, il film sarebbe stato lo stesso senza l'occhio onnisciente del maestro De Palma? Un regista diverso avrebbe girato un normalissimo film d'azione, ma De Palma è riuscito a imprimere ancora più forza alla straordinaria sceneggiatura di Stone, suddividendo il racconto in tre atti ben distinti. La prima parte (che si apre con un documentario che mostra le masse di profughi cubani che sbarcano nel Nord America per ordine di Fidel Castro) è incentrata sugli inizi del protagonista all'interno del crimine organizzato di Miami e sugli orrendi affari in cui è coinvolto, chiudendosi con la sua investitura a padrino. Qui il regista conferma il suo pirotecnico talento nella costruzione di una suspense implacabile, e a spiccare soprattutto sono la sanguinaria secchezza delle scene d'azione e del dialogo nervoso. Il secondo atto affronta con ritmo più disteso e stile più spettacolare la cementificazione del fragile impero di Tony, ponendo l'accento sulle folli mode degli anni Settanta a fare da contraltare alla violenza e alla ruvidezza dei rapporti umani. Nella terza e conclusiva parte (volutamente sopra le righe), il regista spinge l'acceleratore sui toni tragici della vicenda per descrivere l'inesorabile declino del suo gangster, ossessionato a tal punto dal controllo del suo piccolo mondo da far naufragare prima la lealtà dei suoi amici e poi il matrimonio con la bella Elvira (Michelle Pfeiffer). Il tutto si conclude inevitabilmente con l'autodistruzione di Tony in un mastodontico e violentissimo regolamento di conti finale.
Nonostante la lunga durata e le nette differenze di stile, le transizioni tra i tre atti non si avvertono e il film scorre limpido e con naturalezza, catturando lo spettatore con una storia esplosiva e con un anti-eroe da antologia. E a questo punto sorge spontanea una seconda domanda: Scarface avrebbe avuto lo stesso impatto senza Al Pacino? Probabilmente no. Infatti, l'attore italoamericano – doppiato divinamente da Ferruccio Amendola – sfrutta la sua formazione teatrale in modo folgorante, energico ed istrionico. Il suo Tony Montana, dotato di una faccia da schiaffi con pochi pari, conquista dal primo momento lo spettatore a suon di smorfie, sorrisi beffardi ed espressioni feroci; alternando urla, imprecazioni e borbottii con frasi ad effetto, Pacino si muove implacabilmente dai sobborghi del ghetto di Miami fino agli eccessi sfarzosi di ville in stile hollywoodiano, regalando all'immaginario un personaggio fascinoso e memorabile, malvagio, sì, ma unico nel suo genere.
Attorno a lui un coro di attori in gran forma: l'esordiente Steven Bauer perfettamente credibile nel ruolo del migliore amico di Tony, una giovanissima e stupenda Michelle Pfeiffer nei panni della capricciosa e algida moglie del gangster, passando per un breve ma incisivo cameo di F. Murray Abraham. Ciliegia sulla torta la splendida colonna sonora di quel mito di Giorgio Moroder, caratterizzata da synth sognanti o ferocemente ringhianti a seconda della situazione, sempre perfetti e mai invadenti. Qualcuno ha definito questo controverso capolavoro la prima grande epopea di gangster post-Il Padrino. Senza alcun dubbio è un thriller gangsteristico magistrale e di talento, un remake all'altezza dell'originale (per chi scrive persino superiore) e uno dei più coinvolgenti e iconici film realizzati.

narko80  @  28/08/2022 03:14:54
   9 / 10
Alpagueur  @  17/09/2021 17:38:10
   9 / 10
SCARFACE è sicuramente il miglior film di Brian De Palma e l'unico che non è imperfetto o troppo violento e inquietante. Segue la storia di un rifugiato cubano in Florida che alla fine diventa un importante signore della droga attraverso le connessioni con un potente capo del cartello boliviano. Il suo migliore amico è Manny, interpretato da Steven Bauer nella sua migliore interpretazione di sempre, che è il più divertente dei due ed è l'unico uomo su cui Tony può sempre contare. Ruoli di supporto più forti di Loggia come il vecchio capo del Montana, Michelle Pfeiffer come il suo interesse amoroso, Mary Elizabeth Mastrantonio come sua sorella di cui è malaticcio protettivo e un bel cameo di F. Murray Abraham nei panni del suo sfortunato partner che viene picchiato e impiccato in volo in un scena memorabile. De Palma bilancia molto bene umorismo, violenza, amore e dramma in questo film. Quasi tutti i personaggi sono affascinanti e ben creati, come nel suo secondo miglior film "Carlito's Way", e l'intensità drammatica rimane forte per tutto il film. Dal rimprovero di sua madre attraverso il suo difficile rapporto con Elvira e infine il finale tragico, questo film non è un affare accomodante. Eppure i suoi colpi di scena pieni di suspense e i suoi personaggi interessanti ti fanno sedere per tutta la durata dei suoi 170 minuti e il finale ti lascia emotivamente scosso. C'è molto da compatire in Tony e nella sua fine oscura e violenta. Al Pacino si trasforma in una performance semplicemente mozzafiato che è uno dei punti di forza di questo film e il motivo stesso per cui non riesci a staccare gli occhi dallo schermo. Dà al suo personaggio un peso emotivo e una forza unici. Questo è davvero un lavoro che appartiene a tutti i migliori nel campo del cinema. La follia al suo top (la scena finale è così folle che in realtà non mi rendo conto di come Al Pacino non abbia vinto un Oscar...gli ultimi 5 minuti si comportano come se fossero i migliori). "Un classico è qualcosa che tutti vogliono aver letto ma nessuno vuole leggere. Un classico è anche qualcosa che tutti lodano ma nessuno ha letto" (cit. Mark Twain). "Classico" sembra essere la parola usata per descrivere "Scarface", il film del 1983 di Brian DePalma sull'opulenza, la resa di sé, l'avidità e il pericolo nel giro della droga della Florida. Persone e critici considerano questo film "un classico epico di gangster" o "epitome di film di gangster". Quando è tutt'altro. È lodato per tutte le ragioni sbagliate. Scarface è un film fantastico che merita elogi da tutto il mondo, ma non tutti gli elogi che riceve dal pubblico di oggi, e quindi i punti fini che fa in modo così toccante vengono persi dal pubblico in generale. Prima di tutto, il film parla di un rifugiato cubano, con un passato di voler sfuggire al comunismo, afferrare e trovare la felicità. Semplice? Sì. Ma gli strati del genio registico di De Palma e la grande storia scritta da Oliver Stone (sì lo so, in realtà ne ha scritta una davvero buona qui) giocano in tutto questo. I personaggi cercano tutti una via di fuga, in quanto la fuga è un elemento naturale affrontato nel film da tutti. Ogni personaggio ha qualcosa da offrire, che lo rende simpatico a chiunque possa apprezzare questo film. Sono intrecciati in un mondo di mistero e denaro, ma tutto ciò ha un prezzo, come tutti apprendono. Ogni personaggio pensa di avere migliori possibilità nella vita, quando in una vera ironia drammatica, in realtà stanno peggiorando. "Tragedia" sarebbe una parola migliore per descrivere questo film. Tutti coloro che elogiano il film per l'uso di droghe, la violenza, il dialogo, hanno completamente perso il punto. Non c'è niente di veramente positivo nel film oltre alle aspettative positive dei personaggi su se stessi. Ed è per questo che il film funziona così bene. La devastazione durante tutto il film serve a trasmettere il messaggio del film, non a sembrare cool o ad attirare gli spettatori. Brian De Palma non fa film per gangster di culto o fan d'azione senza cervello.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/09/2022 11.33.34
Visualizza / Rispondi al commento
VincVega  @  24/03/2021 16:51:27
   8½ / 10
Ho sempre preferito "Carlito's Way", forse per quella voglia di redenzione di Carlito, ma "Scarface" è un gran bel film di ascesa (e caduta) criminale. Epico, eccessivo, pomposo, ma il film di De Palma non stanca mai, è un classico che si rivede sempre volentieri e sono svariate le sequenze da ricordare che rimarranno impresse nello spettatore. Tony Montana è un personaggio quasi totalmente negativo, che però quando tira fuori qualcosa di positivo, si ritrova con problemi che pregiudicheranno la sua salita al potere. Al Pacino strabordante, ottimo il resto del cast.

Goldust  @  13/07/2020 18:19:11
   8½ / 10
L'ho rivisto recentemente e anche se continuo a considerare il suo modello del '32 superiore è innegabile che il lavoro di De Palma sia ancora oggi capace di trasmettere allo spettatore una scarica di adrenalina incredibile che è la stessa che vive il protagonista nel suo progressivo delirio di onnipotenza. La smania di successo si mescola ad un senso di morte sempre minaccioso, l'arte di sopravvivere con l'amore per la moglie e la famiglia; ma se per due terzi il film è praticamente perfetto - per ritmo e soluzioni narrative - nel dipingere l'ascesa fulminea di Tony Montana nel mondo del narcotraffico, nell'ultima parte la storia si "siede" un pò e diventa ridondante nel descrivere i fantasmi personali del protagonista che ne causano l'inevitabile caduta. La sparatoria finale consegna comunque l'opera nella leggenda e Pacino.. Beh Pacino è Pacino qui più che in ogni altra sua pellicola.

Nattydread  @  16/06/2020 12:23:38
   10 / 10
A parte tutto è incredibile la forza attrattiva di questo immenso capolavoro.
Pur visto decine di volta è impossibile resistere alla tentazione di riguardarlo.Anche solo una scena, anche solo uno sguardo.Travolgente.Con una colonna sonora straziante perfettamente calata nella sceneggiatura.
Dell'interpretazione di Al Pacino cos'altro dire? Certamente tra le più grandi interpretazioni della storia del cinema

Karlo1200S  @  26/04/2020 16:05:34
   10 / 10
Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  30/03/2020 22:53:12
   8 / 10
Questo film epocale è uno show dal 1o all'ultimo minuto di un incredibile e magistrale Al Pacino.
Tony Montana è un personaggio cult che resterà nella storia, stonano solamente alcune scene tipiche anni '80.

Davvero imperdibile

Charlitos  @  23/03/2020 20:41:44
   9 / 10
Altra pietra miliare interpretata sempre da un leggendario Al Pacino.

Hokutoken  @  24/06/2019 19:47:16
   9 / 10
Capolavoro di de palma, con un pacino in splendida forma.. Mi ha fatto sfavare un po' il finale mha cma vabbe.. E musiche belle cariche..

Snake Plissken  @  14/08/2018 15:49:26
   9 / 10
Pietra miliare del gangster. La storia della rapida ascesa e dell'altrettanto rapida decadenza di Tony Montana, cubano immigrato negli USA, logorato dalla sua vana ricerca di potere smisurato. Stupenda storia di sogno americano corrotto che ben descrive l'inutilità del crimine, la sua distruttività. Solida regia di De Palma, che non annoia nonostante le quasi tre ore di film, pirotecnica sceneggiatura di Oliver Stone, grande interpretazione di Al Pacino, supportato da un ottimo cast di contorno. Da evitare solo se il gangster proprio non vi piace.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Hagen di Tronje  @  07/08/2018 12:15:57
   9 / 10
Remake del film di Howard Hawks "Scarface - Lo sfregiato" del 1931, con la rilevante differenza che l'ambientazione temporale non è più quella degli anni rampanti del proibizionismo, ma quella degli anni 80', in una Miami inondata dalla droga e dalla corruzione. Il film deve gran parte della sua fortuna alla grande interpretazione di Al Pacino, che scolpisce una figura indimenticabile di eroe negativo, rappresentandone magnificamente non solo le ambizioni e gli eccessi, ma anche quella parvenza di umanità che lo distingue, almeno in parte, dalle bieche figure che gli stanno intorno,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Le scenografie sono sfarzose, forse un po' eccessive, ma sono consone al personaggio e al suo smoderato stile di vita e la trama, nonstante non sia troppo originale, riesce a coinvolgere, anche se le quasi tre ore di film, alla fine, si fanno sentire.
Molto belle le musiche di Giorgio Moroder.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/08/2018 12.20.59
Visualizza / Rispondi al commento
Plinius  @  12/01/2018 21:37:02
   8 / 10
De Palma gira il remake dell'opera di Howard Hawks datata 1932, creando un cult senza tempo grazie anche ad un Al Pacino in stato di grazia. Seconda parte un po troppo prolissa.

Qwertyuiop  @  12/08/2017 11:33:49
   8½ / 10
Cult entrato ormai a pieno diritto nella storia del cinema. Al Pacino impressionante, fa paura. L'unico problema a mio parere è che ad oggi il film risulta troppo lungo: quasi tre ore sono durate d'altri tempi, e in alcuni casi ammetto che ho rischiato di perdermi. Ciò non toglie che si tratta di una pietra miliare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

CyberDave  @  24/07/2017 16:08:55
   8 / 10
Un cult che non avevo ancora visto, un Al Pacino stepitoso che vale almeno due punti sul voto finale.
Avevo adorato Blow, con l'ascesa di Boston George, credo abbia scopiazzato da Scarface in più punti, anche se riuscendo poi ad esserne migliore.
La storia è classica, il desiderio di soldi e potere, arrivare a possedere tutto senza mai accontentarsi fino ad arrivare a rovianrsi con le proprie mani.
Un film davvero bello che ti tiene incollato dall'inizio alla fine, buon ritmo, tanta azione e tanti dialoghi apprezzabili.
Come ho già detto la bravura di Al Pacino è cosa nota, regala sempre prestazioni di altissimo livello, varrebbe la visione anche solo per lui.

Invia una mail all'autore del commento Schuldiner  @  08/02/2017 00:24:20
   9½ / 10
Sarà almeno la terza volta che lo rivedo e ogni volta è come se fosse la prima.
Gran bel film!

Filman  @  17/11/2016 21:00:17
   9 / 10
A monte del "gangster movie" moderno è sicuramente presente, tra i vari capolavori del genere, uno dei remake più efficaci della storia del cinema che ha contribuito a fare da ponte tra la materia classica e il nuovo orizzonte per questo tipo di racconto: SCARFACE. Le sfumature di un dramma come quello firmato da Brian De Palma donano allo sfondo criminale, mondo non più di classe e riguardo, un degrado interiore che accresce di pari passo con la scalata sociale ed economica compiuta dal sognatore che vuole ottenere tutto ciò che è ottenibile partendo dal basso, affiancando ad un progresso veloce e un successo esuberante una conseguente caduta libera nel baratro dell'autodistruzione esistenziale, che cessa di dar senso ai beni materiali in un discorso che fa da guida ad una condizione americana dove l'incentivo del sogno capitalistico arriva anche a quel settore fondato su violenza e delinquenza, e non a caso il comunismo o altri ragionamenti politici vengono accennati durante la pellicola in più di un'occasione.

Nic90  @  05/10/2016 21:27:29
   8½ / 10
SPOILER
Un cult che proprio non so per quale motivo mi mancava,forse sarà stato per il genere...
Film che descrive l'ascesa di un boss pazzo e ambizioso che partendo dal basso si crea un impero per poi ovviamente perdere tutto.
Al Pacino mostruoso come sempre.

Crabbe  @  13/09/2016 08:39:21
   8 / 10
La vetta inarrivabile della filmografia di Brian De Palma.

Al Pacino superbo.

fabio57  @  12/09/2016 15:54:21
   8 / 10
Rivedo sempre con piacere questa pellicola diventata a ragion veduta un cult del genere "gangster movie". La descrizione del mondo criminale che ruota intorno al traffico di stupefacenti è efficacissima e Al pacino ci regala un'altra interpretazione superba. De Palma non perde un colpo.

GianniArshavin  @  16/04/2016 21:48:35
   9 / 10
Scarface è un film del 1983 diretto da Brian De Palma,interpretato da Al Pacino , Michelle Pfeiffer ,Steven Bauer e basato sull'originale Scarface- lo sfregiato di Howard Hawks degli anni 30.
Il film ,considerato ormai un capolavoro del cinema, narra dell'ascesa e della caduta di Tony Montana , galeotto cubano dalla personalità forte e controversa.
De Palma dirige un film magnifico , un cocktail perfetto in tutti i suoi ingredienti: una regia stratosferica che da vita ad alcune sequenze ormai entrate nella storia del cinema , un uso della musica , dei colori e dei costumi incredibile , una sceneggiatura solidissima che approfondisce qualsiasi risvolto narrativo e tutti i personaggi in gioco e infine delle interpretazioni stratosferiche di Pacino e Pfeiffer , forse al loro apice assoluto.
Scarface oltre ad essere una rappresentazione della vita di un gangster è soprattutto il ritratto di un'epoca e di una mentalità volta all'individualismo e alla sopraffazione degli altri; Tony Montana è l'uomo che vuole tutto e che riesce ad ottenere tutto perdendo però le cose davvero significative ed è interessante notare come questo personaggio abbia riscosso cosi tanto successo soprattutto nelle sue connotazioni negative ( in fondo tutti o quasi vorrebbero essere Montana anche a discapito di affetti e valori), aspetto che indirettamente conferma il messaggio esposto dalla pellicola.
Non mi dilungo ulteriormente visto che su Scarface si è detto e scritto di tutto , mi limito banalmente a consigliarlo anche solo per la scena iniziale,quella finale e per le prove immense di Pacino e della Pfeiffer.

totty  @  21/11/2015 13:02:42
   10 / 10
Nella mia personalissima top 10, metterei scarface, ancora oggi un capolavoro che si contraddistinse dagli altri film dell'epoca. Regge una narrativa semplice, ma raccontata in modo eccelso.
Divertente, adrenalinico, mai noioso, semplice ed eccessivo: scarface ha influenzato serie TV (i soprano), scrittori e filmakers come Tarantino per dirne uno.
Non dimentichiamoci di GTA vice city che rimane IL videogame per eccellenza.
Scarface e Tony Montana, sempre nel cuore :-)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

minoidepsp  @  26/09/2015 18:25:14
   9 / 10
Ascesa e caduta di un gangster in un grande film. Poco da aggiungere su un film così famoso.

danyz74  @  19/12/2014 23:54:11
   10 / 10
Cosa vogliamo stare qui a commentare? Capolavoro punto e basta!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  27/09/2014 13:09:48
   9½ / 10
Struttura dalla narrazione che più classica non si può: ascesa e caduta di un gangster nella versione aggiornata del capolavoro di Hawks. Nello Scarface di De Palma tutto è spinto all'eccesso, operazione che in qualche elemento rispecchia il lupo scorsesiano di Wall Street. La volontà di inseguire e raggiungere il sogno americano di un personaggio che vuole guardare il mondo sempre dall'alto senza vincoli di servitù e la spoliazione di qualunque freno moralistico. Anche l'esibizione di principi moralistici in Tony Montana mostrano tutta la loro ambiguità di fondo a fronte di un obiettivo programmatico che non ammette deroghe o scrupoli. Ciò che nel film di Hawks era suggerito nel film di De Palma è esibito senza remore (specialmente nelle pulsioni incestuose del rapporto tra Tony e Gina), la cupezza del bianco e nero sotituita da una tavolozza di colori sgargiante. De Palma ci trasporta in un mondodove l'eccesso e l'individualismo diventa regola con uno straordinario Al Pacino in una delle sue intepretazioni migliori.

MonkeyIsland  @  15/07/2014 18:36:14
   7½ / 10
Non mi ha mai fatto impazzire il personaggio di Tony Montana nonostante sia retto da un sontuoso Al Pacino ma la pellicola resta comunque eccellente ed è valorizzata da un'eccellente regia che fa volare le quasi tre ore senza nemmeno accorgersene.
In sostanza film eccellente ma almeno per me gli manca quel qualcosa per farmelo considerare un capolavoro.

3 risposte al commento
Ultima risposta 15/07/2014 19.17.48
Visualizza / Rispondi al commento
Sbrillo  @  07/07/2014 01:58:21
   9 / 10
un film che assieme al Padrino e a C'era una volta in America, rappresenta credo la storia del cinema del genere...certo senza dimenticarci di Quei bravi ragazzi, gli intoccabili e compagnia bella.....
Il film sorretto da un Al Pacino impressionante, si lascia seguire nonostante la lunghezza...e lascia in eredità alcune sequenze passate alla storia....
ottima anche la regia di De Palma, la colonna sonora e tutto il resto....

un MUST per gli appassionati....

ViolettaCandy  @  26/06/2014 21:44:55
   5½ / 10
Troppo violento, buona la parte di Al Pacino, ma il film non mi ha proprio attirato.

5 risposte al commento
Ultima risposta 28/06/2014 23.18.44
Visualizza / Rispondi al commento
Guglielmo90  @  11/06/2014 12:05:34
   8 / 10
Questo è uno dei primi film che mi ha fatto innamorare del cinema e per questo sono un po' di parte. L'ho visto diverse volte e rivedendolo ora devo dire che in realtà è leggermente sopravvalutato.
Grande Al Pacino che regge, da solo, l'intero film. E' in ogni caso un cult da non perdere.

BenRichard  @  05/05/2014 13:52:13
   7½ / 10
Su Scarface mi trovo in buona parte d'accordo con "hghgg"
Ogni tanto lo voglio ricordare, i miei voti sono sempre molto personali...quindi vedere voti come 9 o 10 per Scarface non mi sorprendono affatto perchè obiettivamente parlando considerando anche l'anno d'uscita se li può anche meritare...ma personalmente parlando questo film nelle visioni che ci ho dedicato non mi ha mai fatto impazzire...
Non centra un granchè ma ho fatto un discorso simile per un altro film più moderno e vale a dire "Il Cigno Nero"..un film che si potrebbe benissimo meritare voti come 9 o 10 per tutto il lavoro svolto..ma visto che mi ritrovo a giudicare per un mio gusto decisamente personale anche lì penso che abbia dato un 7 o un 7 e mezzo non ricordo bene..
Tornando su Scarface che dire, un gran bel film non c'è dubbio, ma non mi ha mai convinto a pieni voti..a livello emozionale mi è sempre mancato qualcosa

5 risposte al commento
Ultima risposta 06/05/2014 15.18.43
Visualizza / Rispondi al commento
hghgg  @  05/05/2014 11:41:49
   7½ / 10
Gli ultimi commenti mi hanno fatto venir voglia di dire due cosine su questo film.

Premessa uno: io con Brian De Palma non vado d'accordo. Ho apprezzato molto soltanto "Hi, Mom!" e "Ciao America", pietre miliari della New Hollywood, e il maturo e riuscito "Carlito's Way". Il resto mi piace a sprazzi o a spruzzi (ossia, mi fa schifo); di questo "resto" "Scarface" rappresenta probabilmente il risultato migliore insieme con "Il fantasma del palcoscenico".

Aggiunta alla premessa: io con Brian De Palma non vado d'accordo perché trovo il suo cinema quasi sempre vuoto, totalmente vuoto, ci trovo solo la confezione. Tecnicamente è un mostro, è uno dei registi americani più abili e capaci con la macchina da presa e le tecniche di regia che io abbia mai visto, gli manca però "l'occhio", gli manca l'intuizione del GENIO, gli manca la solidità. Tecnica sopraffina ma zero anima, si potrebbe dire a volte, come per certi gruppi. Praticamente costui è il Keith Emerson del cinema (entrambi mi piacciono e hanno fatto ottime cose ma per entrambi non sono mai andato matto).

Premessa due: "Scarface" è il gangster movie che diventa cartone animato. Se si cerca il realismo nel genere, anche solo parzialmente (nel cinema il realismo totale e incondizionato è molto raro), rivolgersi ad altro (Scorsese, ad esempio).

Il film: un film molto, molto divertente. Dura parecchio ma non annoia mai, è intrattenimento di gran classe, ritmo serrato, rapido, avvenimenti e sequenze intense si avvicendano con velocità fulminea, è un film che non lascia un attimo di respiro: agguati, sparatorie, minacce, omicidi, criminalità, droga a fiume, sesso tutto avviene in continuazione. Ritmo rapidissimo che coinvolge e diverte molto, soprattutto grazie allo stile di De Palma e del film. Grottescamente sopra le righe, continuamente spinto verso il bordo dell'eccessivo, lo supera sempre cadendoci dentro praticamente in ogni singola scena. Ed ogni singola scena è una scarica d'adrenalina. Insomma questo film "gasa" e lo fa anche molto bene; e fa ridere anche, parecchio. Magari sono matto io, ma già il ritmo rende tutto molto divertente, poi la sceneggiatura di Oliver Stone è un capolavoro di follia. Tutti questi dialoghi pompati, eccessivi, tirati, questi scambi di battute, queste sequenze violente grottesche continue, combinate con l'atmosfera, le musiche e la fotografia tremendamente anni '80 (la superficie di plastica di quel decennio, almeno) mi hanno fatto ridere di gusto parecchie volte.

Le scene memorabili sono molte e indubbiamente sono anche girate bene perché come detto De Palma sa benissimo il fatto suo. E poi c'è il finale, il finale... Orgia di risate con il finale, un apocalisse di grottesco, un cartone animato esilarante in un delirio d'onnipotenza e proiettili.

Porca pùttana: "SAY HELLO TO MY LITTLE FRIEND!" "BOOOOOOOM" con la super-arma multipla appena montata, è una delle battute più belle e càzzoduro della storia del cinema.

Alla fine avevo le lacrime agli occhi per le risate. Al Pacino fa quello che può col dialetto cubano e per quanto riguarda l'interpretazione be, è sicuramente molto buona, prende il personaggio in pieno lo fa diventare indimenticabile ma rimane incastrato nell'eccessivo e ciò rende per me altre prove di Pacino decisamente più convincenti (ve le nomino ? I Padrini, I e II, Lo Spaventapasseri, Panico a Needle Park, Serpico, Dogday Afternoon, Carlito's Way...). Michelle Pfeiffer, al suo primo grande ruolo cinematografico, è meravigliosa. Bellezza mozzafiato e talento sopraffino, una miscela devastante. Qui è perfetta, in futuro saprà comunque fare anche di meglio. Se solo si fosse scelta meglio le parti e i film...

Un grande film di puro intrattenimento e scàzzo, talmente "scemo" e irreale che fa quasi impressione pensare come "Goodfellas" film che ha avuto la geniale intuizione di mischiare il gangster drammatico con momenti di pura black-comedy sia in realtà estremamente più crudo e realistico (e fedele, ma c'era una storia vera lì, in Scarface no) rispetto a questo film che pure non ha chiari intenti di sdrammatizzazione.

Bello e molto divertente, da qui al capolavoro tanto decantato però ci passano anni e anni luce.

Ma d'altronde, io ho dei problemi con Brian De Palma, non andiamo d'accordo.

7 risposte al commento
Ultima risposta 06/05/2014 15.45.22
Visualizza / Rispondi al commento
bluechip  @  05/05/2014 11:07:16
   9½ / 10
Forse è banale iniziare così, ma è uno dei miei film preferiti. Molto stile anni '80, sebbene non sia per nulla trash o pedissequo, ma la colonna sonora, i colori, le auto, un accenno anche alla storia del periodo rimandano a quel decennio e a quello precedente. Tony Montana è un gangster che rimarrà nella storia del cinema per sempre, un pò come avrebbe voluto lui. Grande Al Pacino, da apprezzare l'accento in lingua originale. La scena della vasca vale come tanti altri film horror insieme. Finale azzeccatissimo, ottimo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/05/2014 11.13.25
Visualizza / Rispondi al commento
DogDayAfternoon  @  20/01/2014 20:42:39
   8½ / 10
A livello di trama non è il migliore di De Palma, a mio avviso sia "Carlito's Way" che "Blow out" hanno un qualcosa in più. Però "Scarface" ha un fascino particolare tutto suo, le ambientazioni e le inconfondibili musiche anni '80 di Giorgio Moroder, la violenza a volte gratuita ma che non infastidisce mai, personaggi ben caratterizzati...ma soprattutto e naturalmente un Al Pacino monumentale, a mio parere l'attore più completo e poliedrico della sua generazione. E' semplicemente stupefacente la sua capacità di immedesimarsi di volta in volta in personaggi dai connotati diversi tra loro: le espressioni della faccia di Tony Montana, specialmente le incazzature, sono straordinarie, così come è straordinaria la naturalezza con la quale Al Pacino si impossessa dell'accento ispanico: insomma un attore a 360°.

"Scarface" è un buon gangster movie, forse tra i migliori, ma sicuramente deve gran parte della sua fortuna (e del mio voto) al suo immenso attore protagonista.

Mic Hey  @  02/01/2014 06:13:16
   8 / 10
Bello, ma CarlitoWay è sopra, molto sopra.
Pacino di Scarface è ancora acerbo, mentre in CarlitoWay è un attore completo, cionondimeno Scarface ha musiche migliori.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/01/2014 12.14.50
Visualizza / Rispondi al commento
marcogiannelli  @  09/11/2013 09:34:32
   10 / 10
Di meno non riesco a dare...un film che mi ha accompagnato per l'adolescenza, la migliore interpretazione forse di Al Pacino...da appassionato del genere gangster, mi sento di dire che non si poteva rappresentare meglio un mondo così vizioso...piccola nota di dolore: il resto del cast non riesce a stare dietro all'interpretazione del protagonista, 10 spanne superiore ai colleghi...un film che ha influenzato la cultura come pochi

3 risposte al commento
Ultima risposta 03/01/2014 17.30.34
Visualizza / Rispondi al commento
Strix  @  01/10/2013 18:31:25
   7½ / 10
COMMENTO LIEVEMENTE SPOILEROSO
Ottimo Pacino. Eppure secondo me, pur essendo la pellicola di buona fattura, è sopravvalutata. Partendo dalla durata eccessiva, fino a situazioni inverosimili (Tony Montana che semplicemente alzando la voce zittisce i boss, quando nella realtà gli avrebbero fatto esplodere la testa in un millisecondo) e la trama che in fin dei conti è stereotipata e simile a tante altre (classica storia di rivalsa dell'uomo che parte da zero e da solo si costruisce un impero, per poi incappare nella difficoltà di gestire tutto ciò che possiede, soldi, familiari, fino alla sua decadenza). Bello il messaggio anti-droga, ma nel complesso è decisamente meglio il "rivale" Carlito's way.

5 risposte al commento
Ultima risposta 02/01/2014 06.08.31
Visualizza / Rispondi al commento
Matteoxr6  @  24/09/2013 11:06:19
   7½ / 10
I film di questo genere non li ho mai sopportati, ma qui Al Pacino è strepitoso e ti trasporta dentro la storia.

darkscrol  @  16/09/2013 15:12:46
   9 / 10
non c'è che dire un grande capolavoro e un super al pacino.

gianni1969  @  19/08/2013 23:27:52
   9½ / 10
Del capolavoro del 32 ha poche attinenze, ovviamente; ma il risultato è lo stesso dell'originale. Capolavoro conun super al Pacino

horror83  @  01/08/2013 21:30:55
   8 / 10
di solito non amo molto questo genere di film però questo mi è piaciuto! Al Pacino è un grande attore e questo film sembra fatto apposta per lui. Bello, da vedere!

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/08/2013 00.37.51
Visualizza / Rispondi al commento
amsterdam  @  22/07/2013 23:38:03
   10 / 10
Capolavoro assoluto, un film di quasi 3 ore che ti tiene incollato alla sedia dall'inizio alla fine. Al Pacino formidabile, probabilmente uno dei migliori film di De Palma

Domius  @  14/07/2013 13:22:31
   8 / 10
Le scene finali sono qualcosa di epico!

Spotify  @  11/07/2013 14:27:51
   9 / 10
Il miglior gangster movie mai realizzato! Gli anni che ha nn si sentono per niente e il film è bellissimo nonostante duri quasi 3 ore. Al pacino è semplicemente sublime e nn sbaglia una parte. Anche Michelle Pfeiffer è bravissima e anche molto bella. Film anche abbastanza violento anche se ( restando nei gangster movie ) penso che film tipo ''quei bravi ragazzi'' o ''casinò'' siano più duri. De palma sforna un bellissimo film.

_Hollow_  @  06/07/2013 03:27:38
   9 / 10
Senza quelle musiche di ***** e con qualche pacchianata in meno poteva essere un capolavoro. Peccato, ma rimane un bel film.

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/01/2014 23.03.59
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  05/06/2013 14:35:29
   9½ / 10
Totalmente ipnotizzato...questo è quello che ho capito di provare all'inizio dello scorrere dei titoli di coda.
La storia di Tony Montana è una delle più affascinanti che abbia mai vissuto,l'arte del cinema allo stato puro,un "Gangster Movie" magistralmente concepito,un Al Pacino nella sua più grande interpretazione,un Brian De Palma strepitoso.
Sono poche le pellicole che mi portano a rivedere delle scene di tanto in tanto,solo per il gusto di rivivere,anche solo per pochi minuti,le emozioni che riescono a trasmettere;ci sono momenti in questo film che sono lezioni di puro cinema.
Quello che rappresenta "Scarface" per me è tecnica cinematografica allo stato puro,una sceneggiatura articolata,piena zeppa di personaggi e situazioni drammatiche continue perfettamente calibrate da un ritmo eccelso.
La crescita del cubano Tony Montana è una escalation progressiva dalla potenza esplosiva;dovunque passava Tony si seminava distruzione,qualunque cosa volesse Tony diventava inevitabilmente suo,fino ad una conclusione che a mio avviso è tra le più grandi della storia del cinema.
A condire il tutto una colonna sonora di Giorgio Moroder strepitosa(anche se c'è chi osa dire che le musiche non sono convincenti...si certo e Paperino è il presidente della repubblica)...
Geniale,magnetico,adrenalinico e spiazzante,"Scarface" è uno dei miei tesori più grandi.
"The World is yours".....e bravo Tony....ma forse hai esagerato un pochino...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/05/2014 15.53.24
Visualizza / Rispondi al commento
mabumba77  @  24/05/2013 20:13:14
   10 / 10
Uno dei film piu' belli mai realizzati!Al Pacino pazzesco!

Viggo Mortensen  @  14/01/2013 00:01:57
   9 / 10
Che filmone di De Palma e Al Pacino. Un film memorabile, così come il protagonista Tony Montana. Da vedere

secondanatura  @  13/01/2013 20:00:21
   7 / 10
[Attenzione! Rivelerò parti del film]

Mi è piaciuto abbastanza. Peccato per il non aver fatto saltare in aria i bambini, questa specie di monito circa il rischio insito nell'avere troppo potere. Tony ci era riuscito con le sue gambe a costruire tutto quello che voleva, e un vero inno alla gioia avrebbe dovuto vederlo sfrecciare in alto fino alle stelle invece che finire in rovina. Questa morale mi disturba e scartando l'ipotesi perbenista (che farebbe piombare il mio voto a 5) sembra messa apposta per ricordarci che finché si inglobano nei propri piani persone incapaci essi sono destinati a crollare. Allora il film acquista un nuovo senso: quello di guardarsi tanto dagli amici che dai nemici.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/06/2013 14.43.33
Visualizza / Rispondi al commento
Crazymo  @  13/01/2013 18:27:08
   9 / 10
Ascesa e discesa di Tony Montana, il malavitoso del cinema per eccellenza, superbo, spietato, cinico, che si crede pieno di valori ma che in realtà si ritrova solo pieno di soldi e di droga, senza più amici nè parenti nè amore; un uomo viscido, un uomo pericoloso ed imprevedibile, un uomo che molte volte non si rende conto delle proprie azioni e soprattutto un uomo che sembra poter fare tutto e "che mira a "conquistare il mondo", forse è anche per questo che il pubblico malgrado tutto lo trova così affascinante e al tempo stesso così mediocre, un personaggio indimenticabile, inutile poi spendere parole sull'interpretazione di Al Pacino: Perfetto. Il resto è da scoprire guardando il film, ambientato quasi tutto nella solare Miami degli anni '80 è un film spiazzante dal punto di vista visivo, Brian De Palma d'altronde è una garanzia, e soprattutto tenuto in marcia da una sceneggiatura senza un tempo morto e da personaggi indimenticabili, ognuno con una propria caratteristica, ognuno coi suoi pregi e difetti. Un film "gangster" atipico, difficile da classificare, un film dall'atmosfera strana, magica, rispetto ai film di Coppola o Scorsese è come iconografia molto più vicina all'epoca moderna, ed in fondo la risposta che tutti si pongono alla fine del film è "Ma qual'è il migliore fra questi Gangster movies?"... che domanda... impossibile trovare una risposta... ma d'altronde, perchè cercare sempre il migliore? L'abbiamo visto poi come si finisce!
"You wanna fuck with me? You're fucking with the best! You wanna fuck with me? Okay. You little cockroaches... come on. You wanna play games? Okay, I play with you; come on. Okay. You wanna play rough? Okay. SAY HELLO TO MY LITTLE FRIEND!" Una scena finale da 10/10, un vero fiocco sul pacco regalo. Non aggiungo altro, se non l'avete visto gettatevi davanti alla televisione!

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  19/12/2012 15:46:53
   9 / 10
Se mi chiedessero qual'è il personaggio della cinematografia con più palle, risponderei Tony Montana. Se mi chiedessero qual'è la migliore performance di Al Pacino, risponderei Tony Montana (al diavolo, è anche pari a quella de "Il Padrino", se non superiore). Se mi chiedessero qual'è il gangster movie con più impatto visivo (escluso il capolavoro di Coppola su citato), semplicemente risponderei Scarface.
Indimenticabile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/01/2013 05.18.15
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/10/2012 14:49:00
   9 / 10
alepr0  @  27/09/2012 15:13:27
   10 / 10
Capolavoro di Brian De Palma. Film fantastico dall'inizio alla fine. Al Pacino al suo top. Alcune scene sono rimaste nella storia. Da avere assolutamente!

cort  @  04/08/2012 01:41:53
   7 / 10
visto poco tempo fa e mi ha dato la sensazione di vecchio e superato. Tony Montana ci sta perfettamente nella cornice del film e lo caratterizza in modo molto particolare, fantastiche le scene della sua pazzia. ottimo il cast e la scenografia ma non lo considero tra i migliori gangster movie.

BlueBlaster  @  11/07/2012 15:55:11
   10 / 10
Potrei anche dire che questo è il mio film preferito, nonostante la durata l'avrò visto dieci volte...
Tutto perfetto...gli attori sono fantastici ma ovviamente Al Pacino qui, a mio avviso, recita la parte migliore della sua gloriosa carriera (gusti personali visto che sono dell'avviso che l'attore sia stato magnifico in tanti tanti altri film)!
Bellissime colonne sonore sia quelle di Moroder che le canzoni del periodo...centinaia le scene, le frasi ed i momenti da ricordare in questo capolavoro!
Davvero molto bravo De Palma ma come detto i meriti maggiori sono da concedere al cast ed alla sceneggiatura!

C.Spaulding  @  17/06/2012 14:41:47
   10 / 10
Fantastico questo film. La storia di Tony Montana che da delinquentello diventa il re dello spaccio di cocaina. Una pellicola ottima in tutto regia,recitazione fotografia. Al pacino è strepitoso e forse è la sua migliore interpretazione. Davvero IMPERDIBILE !!!

Atlantic  @  17/06/2012 14:30:08
   6½ / 10
Remake di Scarface-Lo Sfregiato del 1932 , Brian De Palma torna con quello che probabilmente rimane il suo film più ricordato e chiacchierato.
Nel Remake , il film non è più ambientato nella Chicago del proibizionismo , ma nella Miami del 1980 , sede di traffici di cocaina.
Al Pacino interpreta il protagonista Tony Montana (Tony Camonte nell'originale).
Steven Bauer invece interpreta il suo amico Manny Ribera , mentre Michelle Pfeiffer interpreta la donna di Montana , Elvira.
Buona la colonna sonora di Giorgio Moroder.
Rimango comunque del parere che il film non andrebbe considerato ne il miglior film di Brian De Palma ne tanto meno il Gangster Movie , per eccellenza.
Dare 10 mi sembra fin troppo esagerato.

sbracalone  @  17/04/2012 17:30:01
   2 / 10
odio scarface, e non capisco come possa piacervi tutta questa violenza gratuita.
il film non è che è sopravvalutato è che è un PACCO.
io mi chiedo ma perchè vi piace questo film? come fa a piacervi una persona completamente pazza, senza valori, resa ancora più ridicola dal cercare di trasmettere una filosofia senza senso (il mondo è tuo), si può amare un personaggio come quello di calito's way, ovvero un delinquente con le sue ragioni, una persona con un cervello e con dei sentimenti. ma tony montana proprio no.
il film oltretutto è fatto piuttosto male nel montaggio e nei personaggi, senza una precisa identità.
finale raccapricciante nella sua banalità.

14 risposte al commento
Ultima risposta 02/01/2014 06.43.27
Visualizza / Rispondi al commento
GeorgeTaylor  @  12/04/2012 14:48:34
   9 / 10
"Che avete da guardare? Siete solo una manica di ********. Sapete perché? Perché non avete il fegato per stare dove vorreste stare.
Voi avete bisogno di gente come me. Vi serve la gente come me, così potete puntare il vostro dito del ***** e dire "Quello è un uomo cattivo." Beh? E dopo come vi sentite, buoni? Voi non siete buoni.
Sapete solo nascondervi, solo dire bugie. Io non ho questo problema. Io dico sempre la verità, anche quando dico le bugie. Coraggio, augurate la buona notte al cattivo, coraggio. È l'ultima volta che lo vedete un cattivo come me, ve lo dico io. Forza, fate passare l'uomo cattivo. Attenti sta arrivando il cattivo!"

Film stupendo, grande cast e grande Al Pacino, una prova mostruosa per un fuoriclasse assoluto.
2 ore e 47 minuti di film e non sentirli.
Da vedere almeno una volta anche se non vi piace il genere.

aztsn38  @  30/03/2012 23:57:00
   8½ / 10
Veloce, passionale,eccellente

Andrea Cisonkik  @  09/03/2012 02:53:38
   5 / 10
un film molto lento che non è caratterizzato da colpi di scena...non a livello del padrino e carlito's way

Edredone  @  29/02/2012 09:08:02
   9 / 10
Capolavoro....

ValeGo  @  21/02/2012 16:58:07
   9 / 10
Il binomio Pacino-De Palma ha sfornato una pietra miliare del cinema.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  11/02/2012 22:56:19
   7 / 10
Un buon film di Brian De Palma, gradevole e ben girato, con una sceneggiatura di Oliver Stone deliziosa, sebbene un po' eccessiva in alcuni punti (linguaggio e scene di sangue), con un ottimo cast, che vede Al Pacino nelle vesti di Tony Montana e F. Murray Abraham, Robert Loggia e Michel Pfeiffer ad affiancarlo, nei rispettivi ruoli di Omar, di Frank e della ragazza di quest'ultimo.
Buona la colonna sonora di Giorgio Moroder... belle alcune sequenze, ma, a mio parere, nulla più. Cult di sicuro, ma capolavoro, per me, no.
"Carlito's Way" è molto più profondo e significativo, restando nella filmografia registica di De Palma.
In ogni caso, un bel film che merita d'esser visto.

danikadabra  @  09/02/2012 01:53:08
   10 / 10
CHE FILM RAGAZZI!!! L'ho visto e rivisto e non mi stancherò mai di vederlo. CAPOLAVORO!!!

Vincent91  @  30/01/2012 23:34:24
   8 / 10
Film simbolo degli anni '80 con un personaggio, quel Tony Montana, ormai diventato un cult del cinema. Diretto da Brian De Palma il film racconta l'ascesa e poi la caduta nel mondo del narcotraffico di un immigrato cubano molto ambizioso, leale e tosto. Ottima la sceneggiatura di Oliver Stone, una delle migliori in questo genere di film con un'approfondita caratterizzazione dei personaggi e con dialoghi brillanti e coloriti. Ottimo anche il cast con un eccellente Al Pacino e un bravo Steven Bauer che avrebbe meritato ben altra carriera e buoni tutti gli altri comprimari. La durata di quasi tre ore potrebbe spaventare ma grazie ad una sceneggiatura ben scritta la cosa non si fa sentire più di tanto e i quasi 180 minuti volano via senza nemmeno accorgersene accompagnati da un bellissimo commento musicale di Giorgio Moroder. Buona la regia di De Palma per un film che, in conclusione, merita di essere visto più e più volte e considerato tra i migliori del genere.

valecubico  @  22/12/2011 23:32:35
   10 / 10
Non commento i capolavori, per rispetto.

slash92  @  20/12/2011 20:09:37
   9½ / 10
che film pazzesco...Grande Al Pacino...nonostante la lunga durata non ci si annoia un attimo

TheShadow91  @  09/12/2011 15:56:40
   10 / 10
Senza dubbio uno dei film più belli di sempre.Tra i punti forti di questo film si possono notare per prima cosa dalle eccellenti ambientazioni di Miami e sudamericane;poi abbiamo una mafia sudamericana dipinta in maniera meno classica rispetto ad altri classici,mostrandoci signorotti più tamarri,con vestiti coloriti sgargianti e che passano le serate nei locali;ma soprattutto abbiamo un protagonista dal carisma indiscusso come Tony Montana;impossibile non rimanere affascinati dalla profondità di questo personaggio,che parte da 0 e arriva al top semplicemente dicendo in faccia a tutti,tutto quello che gli pare.L'eccellenza di questo personaggio ci ha donato un film dove ogni scena è imperdibile,condita da dialoghi uno più coinvolgente dell'altro,da una grande scenggiatura ed anche alcune ottime scene d'azione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  26/11/2011 18:08:20
   9 / 10
Non rimane molto da dire..Sicuramente un film magnifico, con un Al Pacino che diventa Tony Montana, in tutto e per tutto, convincendo anche i muri con la sua grandissima interpretazione. Forse dura un po' troppo, ma ne vale assolutamente la pena. 9 pieno e forse ci starebbe anche qualcosina in più..

Bisqui  @  07/11/2011 01:47:56
   9½ / 10
9 e mezzo solo per il fatto che il voto 10 lo si può dare solo alla perfezione cioè alla trilogia del "Il padrino". Al pacino è spettacolare! E comunque chi dice che è solo un film che esalta la figura del gangster temo che non abbia ben compreso il reale scopo e senso del film!

"Tu accontentati, io mi prendo tutto quello che posso."
"E cos'è che puoi prenderti?"
"Il mondo, chico... E tutto quello che c'è dentro."

j0kerb0n4  @  21/10/2011 00:35:52
   3 / 10
film inspiegabilmente sopravvalutato. io lo trovo davvero pessimo.
innanzi tutto la stupidità del personaggio tony montana, soggetto senza cervello
e senza cuore. E siccome lui è il protagonista della storia io non ne sono stato minimamente coinvolto, alla fine non mi ha lasciato niente.
I personaggi non hanno capo ne coda, senza identità. La trama sembra fatta sul momento, sembra che gli attori possano fare quello che vogliano, l'importante è che ci sia sangue e violenza. Il film è fatto talmente male che sembra quasi un film amatoriale. Insomma per me è stato un disastro, non capisco come possa fogarvi cosi. Ultima cosa il finale, ciliegina sulla torta, completamente insignificante, lui che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERtutto qui?

6 risposte al commento
Ultima risposta 19/12/2012 16.36.45
Visualizza / Rispondi al commento
alex25  @  18/10/2011 01:01:22
   9 / 10
Al Pacino impressionante, storia narrata con il ritmo giusto e regia perfetta. Film d'altri tempi, a regola d'arte. Coraggioso anche... cos'altro aggiungere?

gemellino86  @  06/10/2011 23:16:48
   9½ / 10
Uno dei migliori film sulla mafia. Al Pacino meritava l'oscar in tutti i sensi. Nonostante la notevole durata il film passa via senza rendersene conto. Per il suo genere è un capolavoro.

Stevelukather  @  06/10/2011 22:03:08
   10 / 10
Uno dei miei 3 film preferiti...De Palma,Stone e Pacino insieme per realizzare un capolavoro....con Tony Montana che a mio avviso è il più bel personaggio nella storia del cinema.

Joker201  @  28/08/2011 19:15:15
   8½ / 10
è sempre un cult ma è più bello carlito's way,aanche se pacino è bravissimo in tutti e due.
bellissima la storia e non sapevo fosse tratto da un libro

Marbleface  @  26/08/2011 18:35:10
   10 / 10
film cult e fatto bene

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  23/08/2011 20:25:16
   10 / 10
marfsime  @  05/08/2011 18:40:02
   10 / 10
Capolavoro assoluto nel suo genere..il miglior film sulla malavita assieme alla saga de "Il padrino". Assolutamente superba la prova di Al Pacino..ma non sfigurano di certo nemmeno gli altri attori. Regia di primissimo livello con una grande De Palma e sceneggiatura di ottima fattura assieme ad una superba fotografia con una scenografia stupenda. Francamente si fatica a trovare punti deboli in questa pellicola..forse un pelo esagerata la scena finale del Tony contro tutti..ma di certo questa piccola esagerazione non scalfisce il grandissimo valore di questo film..cult.

  Pagina di 7   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)
 NEW
animale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or die
 NEW
cult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torreeileenel paraisofantastic machinefederer: gli ultimi dodici giorni
 NEW
fly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortali
 NEW
gli indesiderabili (2023)
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfalla
 NEW
il mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent natureinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'impero
 NEW
longlegsmade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello mio
 NEW
matrimonio con sorpresa (2024)me contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablanca
 NEW
non riattaccareprima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshana
 NEW
shukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissement
 NEW
the strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurroun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052230 commenti su 50929 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALL YOU NEED IS DEATHANCHE I CINESI MANGIANO FAGIOLIBAG OF LIESBLOODLINE KILLERBUTT BOYCINDERELLA'S REVENGEDR. CHEON E IL TALISMANO PERDUTOE IL CASANOVA DI FELLINI?EASTER BLOODY EASTERI DUE TORERII SAW THE TV GLOWIL MIO CORPO PER UN POKERIL MONDO DI ALEXIL SIGNORE DEL DISORDINEINSOSPETTABILE FOLLIAIP MAN: IL RISVEGLIOISLAND OF THE DOLLSK9 - SQUADRA ANTIDROGALA FORZA DELLA VENDETTALA STRANA SIGNORA DELLA PORTA ACCANTOLA TOTALE!L'APPRENDISTA DELLA TIGREMIO FIGLIO (2018)REFUGERINGO E GRINGO CONTRO TUTTISATAN'S SLAVE (1980)SPOONFUL OF SUGARSWIMTHE MONKEY KINGTHE MOONTHE PRINCESS (2022)THE SHE-CREATURETHE SOUL EATERUFO SWEDENUN AMORE IN PERICOLOWOMAN WALKS AHEAD

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

POVERE CREATURE!
Locandina del film POVERE CREATURE! Regia: Yorgos Lanthimos
Interpreti: Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Christopher Abbott, Margaret Qualley, Suzy Bemba, Kathryn Hunter, Hanna Schygulla, Vicki Pepperdine, Jack Barton, Charlie Hiscock, Attila Dobai, Emma Hindle, Anders Grundberg, Attila Kecskeméthy, Jucimar Barbosa, Carminho, Angela Paula Stander, Gustavo Gomes, Kate Handford, Owen Good, Zen Joshua Poisson, Vivienne Soan, Jerskin Fendrix, István Göz, Bruna Asdorian, Tamás Szabó Sipos, Tom Stourton, Mascuud Dahir, Miles Jovian
Genere: fantascienza

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


THE DEVIL IN MISS JONES
Locandina del film THE DEVIL IN MISS JONES Regia: Gerard Damiano
Interpreti: Georgina Spelvin, John Clemens, Harry Reems
Genere: erotico

Recensione a cura di The Gaunt

MERCOLEDI' - STAGIONE 1
Locandina del film MERCOLEDI' - STAGIONE 1 Regia: Tim Burton, Gandja Monteiro, James Marshall
Interpreti: Jenna Ortega, Gwendoline Christie, Riki Lindhome, Jamie McShane, Hunter Doohan, Percy Hynes White, Emma Myers, Joy Sunday, Georgie Farmer
Genere: fantasy

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net