Recensione tutti per uno regia di Richard Lester Gran Bretagna 1964
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione tutti per uno (1964)

Voto Visitatori:   7,75 / 10 (6 voti)7,75Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film TUTTI PER UNO

Immagine tratta dal film TUTTI PER UNO

Immagine tratta dal film TUTTI PER UNO

Immagine tratta dal film TUTTI PER UNO

Immagine tratta dal film TUTTI PER UNO

Immagine tratta dal film TUTTI PER UNO
 

John, Paul, George e Ringo, assieme al nonno di Paul e ai due manager Shake e Norman sono diretti ad una registrazione per uno show televisivo. Alla routine degli assalti dei fan e dell'indisciplina dei quattro si aggiunge il perfido nonno di Paul, che tenta in tutti i modi di seminare zizzania e far sciogliere il gruppo, puntando soprattutto sull'evidente insicurezza di Ringo. A pochi minuti dalla diretta, Ringo non si trova più...

La leggenda narra che dopo la prima, non entusiasmante, audizione al cospetto di George Martin negli studi di Abbey Road, il leggendario produttore abbia esposto ai quattro giovani Beatles (ancora privi di Ringo Starr) i limiti della loro esibizione.
La sua grande educazione gli impose poi di chiedere ai quattro se qualcosa non avesse convinto loro. George Harrison, neanche vent'anni, prese la parola ed all'uomo che poteva spalancargli la strada del professionismo o rimandarlo a suonare nei locali rispose "La tua cravatta".
Lo show improvvisato che seguì fu - a quanto sembra - decisivo: musicisti grezzi, ma dotati di personalità fuori dal comune e di un senso dell'umorismo travolgente, i Beatles conquistarono Martin e il resto è una storia che non accenna a finire.

La discografia dei Beatles è dunque necessaria ma non sufficiente a raccontare la più grande avventura pop del ventesimo secolo. Definiti da Mick Jagger "un mostro a quattro teste", i quattro di Liverpool erano prima di tutto - nonostante la giovane età - incredibili animali da palcoscenico, perfettamente a proprio agio davanti ai microfoni dei giornalisti, forgiati da anni di gavetta in Germania e graziati da una sfrontatezza e un'incoscienza che pure fu decisiva nel loro percorso musicale.
Nella consuetudine del tempo, il cinema poteva essere un'ulteriore cassa di risonanza e nel 1964, forti della consacrazione americana, I Beatles approdarono sul grande schermo con "A hard day's night" (in Italia "Tutti per uno") , da cui fu tratto l'album omonimo, il primo contenente unicamente pezzi originali e l'unico interamente scritto da Lennon e McCartney di tutta la discografia (Harrison era ancora in fase di "incubazione creativa").

L'epoca è quella delle canzonette d'amore, di uno stile compositivo ancorato agli standard dell'epoca e ancora abbastanza uniforme tra Lennon e McCartney (che comunque si distinguono sia per la freschezza delle composizioni sia per il fatto di essere allo stesso tempo autori ed interpreti). I tempi della psichedelia sono lontani ed insospettabili e i Beatles sono solo il grande fenomeno commerciale che sta soppiantando Elvis.
Tutta la trama è certamente un pretesto, ma sarebbe assolutamente ingiusto classificare "A hard day's night" come un musicarello o una parte della campagna promozionale per il disco: Richard Lester era un regista vero ed il film è ritenuto oggi un classico della commedia inglese, nonostante ruoti intorno alla proposizione dei sette pezzi inediti scelti per il film.

A parte Paul McCartney, un po' troppo carico ma comunque in linea con la sua personalità esuberante, la spontaneità delle interpretazioni fa dimenticare spesso che "A hard day's night" non è un documentario, ma un film vero e proprio. Potrebbe sfuggire a prima vista, ma non è un caso che sia la madre di Paul che quella di John (entrambi all'epoca già orfani da parte di madre, come noto) siano citate nel film come viventi, quasi a chiarire che i Paul, John, George e Ringo del film sono una versione dei Beatles, ma non sono quelli veri.
Altra prova a sostegno di questa tesi, nei titoli di coda i personaggi sono citati come Paul, John, George e Ringo intepretati da Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e Ringo Starr, e non elencati come "se stessi". E' una sottile, ma decisiva differenza. L'intento di Lester è catturare lo spirito di giorni di pazzia, di creare il mito più che di decostruirlo, anche se, a detta di tutti, "A hard day's night" descrive (nonno a parte) fedelmente la giornata tipo del gruppo che stava scalando a suon di canzonette le classifiche mondiali. Ognuno dei quattro Beatles è una versione esagerata dell'immagine che i media gli ha assegnato: John è il burlone, Paul è il bamboccio, George è il cattivo, Ringo è il brutto anatroccolo. I quattro stanno al gioco, si divertono per primi, da sempre inclini a combattere il proprio mito a colpi di (auto)ironia. Il gusto per il nonsense, la carica iconoclasta, la follia crescente da cui i quattro cercavano di proteggersi a vicenda sono elementi autentici trasposti su schermo in maniera organica e credibile. In particolare, Lester cattura l'unità del gruppo forse al suo apice, prima dell'inizio di un lento e doloroso processo di disgregazione che di lì a poco avrebbe avuto inizio, in maniera inversamente proporzionale all'importanza della produzione musicale.

Una splendida fotografia in bianco e nero esalta alcune scene divenute classiche: la fuga dai fan nella stazione, la partita a carte in treno, l'inseguimento finale con i poliziotti. L'iconografia della prima parte della carriera dei Beatles è tutta racchiusa in questo film.
La forza dei personaggi di contorno (il nonno di Paul su tutti) e la storia incentrata sulle insicurezze di Ringo - di l'acuto Lester intuì sia le potenzialità cinematografiche che il disagio latente - fanno vivere il film di vita propria, indipendentemente dai numeri musicali che, incredibilmente, in un paio di occasioni addirittura lo rallentano. Splendida, su tutte, la scena della passeggiata dello sconsolato Ringo, accompagnata da una struggente versione strumentale di "This Boy" che non ha trovato inspiegabilmente posto nè sulla colonna sonora nè - finora - nella discografia ufficiale.

L'esperimento fu replicato l'anno dopo con "Help!", stavolta a colori. "A hard day's night" resta però un film superiore e più coerente, una testimonianza della Beatlemania e un'esplosione di allegria pari a quella che l'ascolto di un disco dei Beatles sa generare. Il merito di questo film è quello di non essere accessorio, di essere stato concepito con la dignità di una vera commedia che ad oltre quarant'anni continua a divertire, non solo i fan dei Beatles.

Commenta la recensione di TUTTI PER UNO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 27/02/2012 18.01.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a molloa spasso con willya un metro da teafter (2019)alexander mcqueen - il genio della modaalita - angelo della battagliaalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)ancora auguri per la tua morte
 NEW
ancora un giornoanimasaquamanasterix e il segreto della pozione magicaattenti al gorilla
 NEW
avengers: endgamebe kind - un viaggio gentile all'interno della diversita'beautiful boy (2018)beautiful thingsben is backbene ma non benissimobentornato presidentebenvenuti a marwenbird box
 HOT
bohemian rhapsodybook club - tutto puo' succedereborder: creature di confineboy erased - vite cancellatebts world tour: love yourself in seoulbumblebeebutterfly (2019)cafarnaocalcutta - tutti in piedicapri-revolutioncaptain marvelcaptive statecartac'e' tempoc'era una volta il principe azzurrochi scriverà la nostra storia?city of liescocaine - la vera storia di white boy rickcold war (2018)compromessi sposiconversazioni atomichecopia originalecoppermancreed iicroce e delizia (2019)crucifixion - il male e' stato invocatocyrano, mon amourdafnedagli occhi dell'amoredetective per casodiabolik sono io
 NEW
dilili a parigidinosaurs (2018)dolceromadomani e' un altro giorno (2019)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon ball super: brolydragon trainer: il mondo nascostodumbo (2019)ed e' subito seraescape room (2019)ex-otago - siamo come genovafratelli nemici - close enemiesgauguin a tahiti. il paradiso perdutoghostland - la casa delle bamboleglassgloria bellgo home - a casa lorogordon & paddy e il mistero delle nocciolegreen bookhellboy (2019)hepta. sette stadi d'amorehighwaymen - l'ultima imboscataholmes and watsoni bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici villeggiantiil campione (2019)il carillonil castello di vetroil coraggio della verita (2018)
 HOT
il corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil museo del prado. la corte delle meraviglieil primo reil professore cambia scuolail professore e il pazzoil ragazzo che diventera' reil ritorno di mary poppinsil testimone invisibileil vegetarianoil venerabile w.il viaggio di yaoinstant familykarenina & ikurskkusama: infinityla befana vien di notte
 NEW
la caduta dell'impero americano
 HOT
la casa di jackla conseguenzala donna elettricala douleurla favoritala fuga - girl in flightla llorona: le lacrime del malela mia seconda volta
 R
la notte dei 12 annila notte e' piccola per noi - director's cutla paranza dei bambinila prima pietrala promessa dell'albala vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacylandle invisibilil'educazione di reyl'eroel'esorcismo di hannah graceliberolikemebackl'ingrediente segretolo sguardo di orson welleslo spietatolontano da quil'uomo che compro' la lunal'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrol'uomo fedelem.i.a. - la cattiva ragazza della musicama cosa ci dice il cervellomacchine mortalimaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimia e il leone biancomodalita' aereomomenti di trascurabile felicita'my hero academia the movie: the two heroesnelle tue mani (2018)nessun uomo e' un'isolanightmare cinemanoinon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon sposate le mie figlie 2ognuno ha diritto ad amare - touch me notoro verde - c'era una volta in colombiaovunque proteggimiparlami di tepeppermint - l'angelo della vendettapet sematarypeterloopiercingquello che i social non dicono - the cleanersquello che veramente importarabidralph spacca internetrapiscimiremirex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)ricordi?ride (2018)roma (2018)santiago, italiasara e marti - il film
 NEW
sarah & saleem - la' dove nulla e' possibilescappo a casase la strada potesse parlarese son roseshazam!sofiaspider-man: un nuovo universosulle sue spalle
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wishthe front runner - il vizio del poterethe haunting of sharon tatethe lego movie 2: una nuova avventurathe old man & the gunthe prodigy - il figlio del malethe vanishing - il mistero del farothe young cannibalstintoretto. un ribelle a veneziatorna a casa, jimi!tramonto (2018)tre voltitriple frontiertutte le mie nottitutto liscioun giorno all'improvvisoun piccolo favoreun uomo tranquillo (2019)un valzer fra gli scaffaliun viaggio a quattro zampeun viaggio indimenticabileuna giusta causa
 NEW
un'altra vita - mugun'avventuravan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreaswestwood. punk, icona, attivistawonder parkwunderkammer - le stanze della meraviglia

987049 commenti su 41136 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net