Recensione viva l'italia (2012) regia di Massimiliano Bruno Italia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione viva l'italia (2012)

Voto Visitatori:   6,25 / 10 (53 voti)6,25Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film VIVA L'ITALIA (2012)

Immagine tratta dal film VIVA L'ITALIA (2012)

Immagine tratta dal film VIVA L'ITALIA (2012)

Immagine tratta dal film VIVA L'ITALIA (2012)

Immagine tratta dal film VIVA L'ITALIA (2012)

Immagine tratta dal film VIVA L'ITALIA (2012)
 

Massimiliano Bruno la lezione degli antichi romani l'ha appresa bene e ormai anche lui come loro "castigat ridendo mores".
Dopo il successo di "Nessuno mi può giudicare" Bruno si rimette alla regia in questo "Viva l'Italia" dove l'intento di castigatore dei costumi si sottolinea maggiormente. Il regista, che ha al suo attivo numerose partecipazioni in qualità di attore, si regala nell'interno della storia il ruolo di grillo parlante: alcuni articoli della Costituzione Italiana sono da lui riletti e commentati e gli intenti positivi dei padri della repubblica vengono tristemente paragonati alla attuale situazione politica e sociale.

La vicenda del film che, da perfetta commedia, ha momenti seri e momenti di autentica ilarità, ruota intorno al potente onorevole Michele Spagnolo, un uomo corrotto e senza scrupoli che è riuscito a mantenersi sulla breccia della vita politica italiana in virtù di trucchi e menzogne. Una infermità lo cambia completamente gettando scompiglio nel suo partito, ma anche nella famiglia fino ad allora tenuta insieme solo dall'ipocrisia borghese.
I tre figli di Spagnolo sono eterogenei per carattere e percorso di vita: il maggiore, un autentico buono a nulla, è interpretato da Alessandro Gassman, che ancora una volta si rivela valido nel genere commedia come già fu suo padre in passato, il secondogenito è l'integerrimo Raoul Bova, medico in un ospedale a rischio chiusura mentre l'unica figlia è Ambra Angiolini, attricetta senza alcun talento, afflitta da un insopportabile difetto di pronuncia. Tra gli interpreti l'impresario Rocco Papaleo costretto suo malgrado a frequentare il mondo gay per avere visibilità.

Il film si divide in due parti ideali: inizia con un buon ritmo, proponendo una serie di gag vecchio stile che richiamano anche la commedia a stelle e strisce più recente, per poi mostrare il lato amaro come nella tradizione che fa capo ai due indiscussi maestri Risi e Monicelli.

Splendida la scena che vede Spagnolo/Placido muoversi come uno spirito tra manifestanti e celerini, mentre sullo sfondo i due politici, che si contendono la guida del paese, stringono accordi neanche tanto oscuri; così come altrettanto splendido è il monologo finale recitato dall'attore, nel quale Spagnolo suggerisce l'introduzione di un fantomatico quanto taumaturgico articolo 140 alla nostra Costituzione. L'intervento dell'ex politico, lungo e accorato, visto il delicato periodo che attraversa il nostro Paese, sembra quasi un appello agli uomini di buona volontà.

Rimane deluso chi crede di trovarsi davanti al solito film che, partendo dall'attualità, provoca risate di pancia, perché "Viva l'Italia," grazie anche alle valide interpretazioni sia dei protagonisti, sia dei personaggi minori, tra i quali spicca una gentile Isa Barzizza, regala momenti alti di riflessione ( non esclusa la scena girata sulle macerie del centro storico dell'Aquila) e rappresenta un'alternativa alle due scuole di pensiero della cinematografia italiana, orientate o esclusivamente alla commedia pura o a storie a sfondo più propriamente drammatico.
Shakespeare e la sua opera aleggiano nel film con continue citazioni e lo stesso Placido con la sua pazzia, forse fittizia, potrebbe essere paragonato al classico fool che si serve della follia per rimettere a posto le cose o per tentare di farlo. Consigliato.

Commenta la recensione di VIVA L'ITALIA (2012) sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 15/11/2012 11.13.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 primaverea casa tutti benealla ricerca di van gogh
 NEW
belle e sebastien 3 - amici per semprebenedetta folliabigfoot juniorblack panther
 NEW
caravaggio - l'anima e il sanguec'est la vie - prendila come vienechiamami col tuo nomecinquanta sfumature di rossococo (2017)come un gatto in tangenzialecorpo e animadancer (2018)dickens: l'uomo che invento' il nataledownsizing - vivere alla grandeedhelella e john - the leisure seekerfabrizio de andre' - principe liberoferdinand
 NEW
figlia miafinal portrait - l'arte di essere amicifinalmente sposigli invisibili (2018)grace jones: bloodlight and bamihannahi primitivi - tutta un'altra preistoria
 NEW
il filo nascostoil ragazzo invisibile: seconda generazioneil vegetaleinsidious 4: l'ultima chiavejumanji - benvenuti nella giunglala forma dell'acqua - the shape of waterla poltrona del padrela ruota delle meravigliela testimonianza
 NEW
la vedova winchesterland of smilesl'arte viva di julian schnabell'assoluto presenteleo da vinci - missione monna lisal'incantesimo del dragol'ora piu' buial'ultima discesal'uomo sul trenomade in italy (2018)marlina. omicida in quattro attimaze runner: la rivelazionemorto stalin, se ne fa un altromy generationnapoli velatanatale da chefoleg e le arti strane
 NEW
omicidio al cairoonce upon a time at christmasore 15:17 - attacco al trenopagine nascosteparadisepoveri ma ricchissimiprimal rage: the legend of oh-mahradiusreset - storia di una creazionesan valentino stories
 NEW
sconnessislumber - il demone del sonnosono tornato
 HOT
star wars: gli ultimi jedisuper vacanze di natale
 NEW
the disaster artistthe greatest showmanthe midnight manthe partythe post
 HOT R
tre manifesti a ebbing, missouritutti gli uomini di victoriatutti i soldi del mondoun sacchetto di biglievi presento christopher robinwonder

969104 commenti su 38841 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net