a bittersweet life regia di Kim Jee-Woon Corea del Sud 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

a bittersweet life (2004)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film A BITTERSWEET LIFE

Titolo Originale: DAL KOM HAN IN-SAENG

RegiaKim Jee-Woon

InterpretiLee Byung-hun, Shin Min-a, Kim Young-Cheol, Kim Roeha

Durata: h 1.58
NazionalitàCorea del Sud 2004
Genereazione
Al cinema nel Maggio 2006

•  Altri film di Kim Jee-Woon

Trama del film A bittersweet life

Un capobanda sospetta che la sua fidanzata Hee Su lo tradisca con un altro uomo. Chiede quindi al suo braccio destro Sun Woo di seguire la donna e di eliminarla se la sorprende in compagnia di un altro.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,32 / 10 (66 voti)7,32Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su A bittersweet life, 66 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

TheGame  @  13/01/2017 21:41:44
   6½ / 10
Il Cinema orientale ammalia con le sue coreografie cinematiche e cultura dal fascino esotico, talvolta più che sufficiente per mascherare un divertente quanto innocuo action su binari che si fa le spalle larghe grazie e soprattutto a una messa in scena notevole.

Danae77  @  26/11/2015 11:22:13
   8½ / 10
Numero uno tra le camere e braccio destro della mafia, fidato alleato, prescelto unico per l'ingrato compito. L'amore, presunto infedele, segugio dal fiuto raffinato. La verità giunta, la scelta di misericordia e di morte. Diplomatico, ammaliato, sul filo di lana, mano fraterna la condanna. Il bivio per l'inferno, lo sguardo accecato guida la vendetta. Eleganza glaciale, ego smisurato come mantello, ferro che scempia ciò che doveva rimanere dentro.

Spera  @  18/12/2014 11:51:10
   6 / 10
Ma c'era veramente bisogno?
C'era veramente bisogno dell'ennesimo gangster movie vuoto e banale?
Forse mi ha fatto questo effetto perchè ho appena visto "A dirty carnival" che mi ha lasciato sorpreso sotto tutti gli aspetti, tanto che ora la visione di questo lungometraggio di Woon mi sembra un bellissimo contenitore vuoto, quindi inutile.
Il 6 è per la fotografia elegante e la messa in scena perfetta ma dietro?
Il nulla più totale... una trama che più banale non si può e che non coinvolge, non è mai emozionante e spesse volte sembra inverosimile e ridicola.
Anche le musiche, che di solito nei film coreani mi emozionano qui non hanno fatto il loro dovere.
L'attore è bravo ma non basta a risollevare il film e non si crea la giusta empatia con lo spettatore.
Non riesco a credere che le 2 ore si siano basate su quell'insulso motivo portato avanti da personaggi mal caratterizzati.
Speravo di avere delle risposte, delle rivelazioni nel finale che invece sono definitivamente soffocate da una sparatoria, molto ben fatta, a metà tra un film di John Woo e "Scarface".
Occasione mancata per il regista di "two sister" che poteva tirare fuori un ottimo film, puntando più sulla storia, sulle musiche, sui personaggi...e invece si punta tutto sull'azione, azione che non regge per tutto il film perchè non supportata da una sceneggiatura degna.
Occasione mancata per Woon.
Se proprio volete guardarvi un bel gangster movie coreano guardate "A dirty carnival".

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/12/2014 11.53.49
Visualizza / Rispondi al commento
Hyogonosuke  @  06/11/2013 22:09:32
   5 / 10
Ma dai ragazzi, ci son cose buone come la regia, la fotografia e l'atmosfera elegante e silenziosa..ma poi? cosa c'avete trovato di buono?
La trama riassumibile in mezzo rigo? L'originalità di un film su un devoto, tradito dal capo che lo vuole uccidere e che dopo cerca vendetta?
Mediocre, lontanissimo anni luce da Old Boy.

Oh Dae-su  @  17/10/2013 12:22:30
   7 / 10
Sicuramente un buon film che poteva essere migliore, a tratti ripetitivo, ma la storia è avvincente e affascinante come le atmosfere che nonostante la violenza hanno un non sò che di poetico..

_Hollow_  @  01/04/2013 20:51:11
   9½ / 10
Veramente ottimo.

Sguardi in macchina; soggettive; persone che si puntano reciprocamente la pistola davanti all'insegna de "La dolce vita" (lounge bar, "sweet life" traducendo); alberi con voci narranti; telefonate che valgono una vita; spari prima che vengano proferite parole decisive; luci che si spengono e si riaccendono con stile; shadowboxing che chiude un film.

Non la dolce vita, ma una vita agrodolce. Piccolo capolavoro.

Neurotico  @  31/01/2013 15:21:04
   7½ / 10
Riconosco che si tratta di un grande film gangster. Woon mi aveva già incantato ammaliato e scosso con il più violento "I saw the devil", che devo rivedermi al più presto. Questo Bittersweet life è tecnicamente curatissimo, e nella sostanza incolla allo schermo con scene d'azione mirabolanti e violente al limite dell'ironico-fumettistico. Bellissima la parabola che inizia il film sul vento che sposta i rami degli alberi, e meravigliosa quella che lo chiude sull'allievo che dopo aver fatto un bellissimo sogno, si sveglia piangendo. In mezzo un gangster movie personale, originale (per quanto sia possibile) e tesissimo con scene d'antologia che rimarranno scolpite per sempre

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  19/01/2013 17:22:50
   7½ / 10
Proprio in quegli anni Cha-wook Park realizzava la sua magnifica trilogia della vendetta, ed ecco arrivare, sempre dalla Corea, un altro bel film con questo tema portante. La trama certo non è troppo originale, ma c'è una raffinatezza che difficilmente si trova in un action e il protagonista non è banalizzato come solitamente accade in questo tipo di film.

prof.donhoffman  @  29/11/2012 12:00:39
   7½ / 10
Nero d'azione alternativo molto strano e bello.

speXia  @  02/09/2012 14:57:29
   8½ / 10
Una delle opere più famose del buon Kim Jee-Woon, misteriosamente e ingiustamente anche una delle più sottovalutate.

A BITTERSWEET LIFE, pur non essendo il capolavoro del regista (TWO SISTERS regna sovrano), è un bellissimo film, che mescola tra loro dramma e azione, gangster movie e revenge movie, poesia e sangue.
Il risultato è una storia bella ed emozionante, per niente "troppo occidentale" come molti la definiscono, con scene memorabili, e un meraviglioso epilogo.

I dialoghi sono ottimi, idem le interpretazioni, su tutte quella del buon Byung-hun (IL BUONO IL MATTO IL CATTIVO, THREE EXTREMES, I SAW THE DEVIL).
Ovviamente, grandissima la regia.

Una menzione a sè stante la merita la colonna sonora, davvero stupenda, che talvolta sembra rifarsi a quella del sommo capolavoro OLD BOY.

Insomma, secondo me, un gran bel film che merita una visione, soprattutto agli amanti del cinema coreano (questo è considerato uno dei film coreani più importanti).

2 risposte al commento
Ultima risposta 07/10/2012 19.45.54
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  31/08/2012 13:45:18
   7 / 10
Da Kim Jee-Woon (Two Sisters) mi aspettavo qualcosina in più questo giro, soprattutto riguardo la trama che poteva essere più originale... Diciamocela, la storia gira intorno alla solita vendetta, e l'80% dei film orientali parla di vendetta.
Comunque, elencando gli aspetti positivi: attori e regia. Perlomeno Kim ha uno stile suo e riesce ad amalgamare più generi.

baskettaro00  @  04/08/2012 23:03:20
   7 / 10
apprezzabile il mischiar vari generi,tema già affrontato dal regista in"i saw the killer",tratti romantici,comici,yakuza,e non da meno l'immancabile tocco pulp con sangue a iosa.
l'omicidio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
ha forse ispirato quello quasi identico in"running",del 2006,solo che in quello c'èran le mazze da hockey anzichè la pistola,ben meno realistica.
mezzo voto in meno per i minuti finali

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

guidox  @  05/06/2012 23:41:39
   5 / 10
originalità vicino allo zero, un tipo di cinema che sinceramente mi appassiona poco, con azione a tonnellate che però resta totalmente fine a se stessa, riuscendo nell'intento di annoiare nella sua vuota ripetitività.
un film che, come qualcuno prima di me ha notato, strizza troppo l'occhio all'occidente e ne fa uscire un bel pastrocchio.
a mio gusto evitabile, ma vedo che ci sono recensioni entusiaste, quindi fate voi.

Greengoblin  @  05/06/2012 23:21:32
   8½ / 10
Veramente un ottimo film,i coreani fin adesso non mi hanno mai deluso. La storia potrebbe sembrar banale,il solito vendicatore solitario e taciturno ma non è così,perchè esso è in grado di coinvolgerti appieno grazie ai dialoghi,alla recitazione e alla maestria della regia. Questi sono i film che vorrei vedere a Hollywood ma li sono troppo impegnati a far schifezze e commercialate,ben vengano i coreani!

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  25/05/2012 23:25:24
   8 / 10
Intitolato in realtà "la Dolce Vita", questo è un bel film di gangster koreano. Strizza l'occhio a Tarantino in più di una parte (ma già bastava la locandina) ma ha un suo stile ed una tragicità tutta orientali. Esagerato magari come spesso lo è questo cinema, ma decisamente ben girato. L'interprete del protagonista qui è davvero bravo (molto di più che ne "Il Buono, il Matto e il Cattivo", dello stesso regista).

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/05/2012 21:02:03
   8 / 10
Nella sua perfetta efficienza da burocrate il protagonista di Bittersweet life è un personaggio solo come i migliori noir di Melville. Una freddezza che il timido contatto con l'universo femminile o almeno con la possibilità di una vita alternativa, ne provacano un deragliamento profondo. Uno stile meno asciutto rispetto al regista francese, ma caratterizzato da personaggi essenziali e perfettamente funzionali nei loro stereotipi. Veramente un bel film.

sweetyy  @  17/05/2012 14:19:07
   7½ / 10
Fotografia eccezionale e presenza costante di colori caldi , lo si nota già dalle prime scene. Forse mi aspettavo qualche trovata o colpo di scena da parte del regista, resta comunque un film da vedere.

Manticora  @  09/05/2012 19:05:57
   7½ / 10
Indubbiamente un film molto duro, dove il regista coreano mette in scena un dramma sulla fedeltà e la vita dei malavitosi. Il protagonista precipita in una situazione disperata. Tradito e abbandonato dal suo boss, ha cui era sempre stato fedele vede il suo mondo crollare e può solo rispondere alla violenza con la violenza.
Un film quasi esclusivamente girato di notte, con paesaggi urbani lussuosi, finale violento e spietato in cui la sparatorie dominano ma non c'è redenzione.

gemellino86  @  09/05/2012 09:47:48
   7½ / 10
Bel film coreano con molte sfumature al cinema nero. La storia pur non essendo originale l'ho trovata ben fatta e sviluppata in maniera corretta. Si esagera con la violenza in diversi punti ma il regista cerca di evitare la crudezza delle immagini. Ci riesce in parte. Sparatorie a volontà.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  07/05/2012 14:11:08
   7 / 10
Il boss gli intima di sorvegliare la nuova fiamma che teme lo tradisca con un uomo più giovane.Sun-Woo ,da attento e fedele braccio destro esegue,pedina e inevitabilmente scopre gli sgradevoli altarini.Sopraffatto dai sentimenti non potrà portare a compimento l'incarico determinando così la sua condanna a morte.
Tutto già visto?si,ma solo in parte,perché trattasi di quel cinema asiatico sempre efficace nello spingersi oltre la banale forma e di un regista come Kim Jee-Won,elegante e raffinato,un esteta che dalla materia saccheggiata tira fuori qualcosa di ugualmente originale e soprattutto avvincente.
Un gangster-movie dove le motivazioni sono legate alla parola racchiusa in codici non scritti,statuti malavitosi che non ammettono indulgenza nel momento in cui vengono infranti.Tanto che i quesiti dei due antagonisti restano a vagare nell'aria,le risposte sono ovvie e non vi è bisogno di sprecare fiato per dare importanza a ciò che è risaputo.Come non vi è necessità di gonfiare alcuna emozione,Kim Jee-Won sa di avere in mano una struttura esile che farcita a dovere dei suoi virtuosismi ,al servizio di una mirabolante spietatezza, funziona lo stesso a meraviglia.
Poche parole e tante legnate,sparatorie a frotte e botte da orbi,personaggi rozzi altrettanto rozzamente delineati,un protagonista in apparenza glaciale e tanto basta per far quadrare il cerchio in questo poema del proiettile che trova ancora una volta nel tema della vendetta,declinato ad hoc dal sempre fervido cinema coreano,terreno fertile per la mattanza intervallata da brevi stacchi in cui il vento del cuore è pronto a spazzare ogni certezza.
Finale notevole e interpretabile,sicuramente ideale nel limare qualche indiscutibile iperbole action.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  13/09/2011 12:40:56
   6½ / 10
Abbastanza divertente ma decisamente troppo assurdo e compiaciuto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Febrisio  @  30/07/2011 22:56:42
   6 / 10
La cosa più certa di questo film è il commento qualche riga più sotto di Joker1926. Contrariamente do la sufficienza per la qualità tecnica molto attraente e ben fatta, ma in linea generale al film manca una personalità anche sfoggiando un piacevole protagonista e un idea di fondo molto interessante. Ricorderei tra le inquadrature più belle:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un po poco, insomma guardatevi old boy.

ste 10  @  13/07/2011 22:54:13
   7½ / 10
Buon film d'azione in salsa coreana

JOKER1926  @  28/06/2011 18:15:16
   4½ / 10
SarÓ forse un'analisi alquanto soggettiva ma ultimamente nella cinematografia ci sono troppe pellicole appariscenti che abbandonando i canoni della "tipicitÓ" , del messaggio e della morale si cimentano in banali esercizi di stili. Nel Cinema diverse regie stanno ammazzando questa Arte, eccetto le produzioni riuscite di grandi registi e di poche idee intelligenti, lo spettatore Ŕ costretto ad assistere ad una appariscenza tecnica e visiva ma di scarsissimo risultato concettuale.
Nella lista ricade questo tremendo "A bittersweet life" film coreano.
Senza creare razzismi intellettuali, ma con tanta logicitÓ invece, sarebbe opportuno evitare film prodotti in territori ove tale Arte Ŕ davvero interpretata una latrina, si scusi la rudezza dialettica.
"A bittersweet life" ha anche il coraggio di iniziare il tutto con parole evangeliche di maestri e discepoli, l'anticamera di un nulla di fatto.
Il film di Jee Woon prosegue poi in un silenzio tristissimo, mancano i dialoghi prevale solo una fotografia bella in un contesto globale elegante e notturno.
Sceneggiatura pari allo zero, non offre nulla di importante, la storia nel complesso Ŕ assai scadente e senza specifici sensi. Molta superficialitÓ, svogliatezza.
Ma sarÓ una scelta di regia o una deficienza della stessa?
Opterei per la secondaů

"A bittersweet life" Ŕ la fotografia di un pubblico malato. La concezione Ŕ finita, resta la baraonda, l'azione, la violenza e il sangueů

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/07/2011 13.24.50
Visualizza / Rispondi al commento
trickortreat  @  03/05/2011 18:10:40
   8 / 10
Kim Jee Woon, autore di uno dei miei film preferiti (Two Sisters) cambia nettamente stile, dirigendosi verso un gangster movie un po' all'americana, ma mettendoci un tocco davvero personale che, insieme alla grandiosa interpretazione del protagonista, fa scorrere il film che è un piacere. Non è il mio genere, ma il film è bellissimo!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  06/12/2010 18:35:19
   6½ / 10
Discreto film coreano.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  06/07/2010 11:42:03
   6½ / 10
Buon action orientale, anche se (perlomeno a me che ne ho già visti alcuni) dà l'impressione del tutto già visto.

ronaldinho80  @  26/03/2009 02:44:57
   9 / 10
Un film stupendo e spettacolare ma anche sanguinoso...consigliabile ai soli adulti

VikCrow  @  06/03/2009 03:53:47
   3½ / 10
Tutto fumo e niente arrosto. Il 90% del film si incentra su sparatorie infinite e scene improbabili alla 007 (in quanto a balle colossali si rasenta la fantascienza). Ma proprio brutto brutto sto film e inoltre, è troppo occidentalizzato a mio avviso...

benzo24  @  11/02/2009 14:07:23
   9½ / 10
kim jee- woon è uno dei registi più talentuosi del mondo, i suoi film sono una festa per gli occhi, un toccasana per gli amanti del cinema. questo è uno dei gangster movie più belli che mi è capitato di vedere da 10 anni a questa parte. Straordinario il protagonista.

Ciaby  @  23/12/2008 18:06:43
   6 / 10
non mi ha convinto...troppe sparatorie... si salva grazie alla regia sublime e alla poesia che naviga nel film

epinoderma  @  27/11/2008 11:30:47
   8 / 10
DAvvero imperdibile. Violentissimo ma accettabile. Davvero unico. Fotografia eregia impeccabile.

WildHorse  @  02/11/2008 03:33:33
   9 / 10
Marò quanto mi è piaciuto questo film!! Che bello! Che bella la storia! Che bell'inizio, che bel finale! Non so che altro dire per non rovinarlo a chi non l'ha visto. Non appena finisce lascia un senso di soddisfazione. E' un film che non si dimentica. Vedetelo ne vale veramente la pena.
Questo regista non sbaglia un colpo!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/11/2008 05.13.45
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento malocchio  @  13/10/2008 17:08:40
   7 / 10
gran bel film coreano,purtroppo nonostante io ci abbia provato mi è stato difficile non paragonarlo alla rinomata trilogia di park,secondo me questo film approfondisce poco l'aspetto della vendetta del protagonista(pochi motivi,poco rancore) e non sempre la trama regge appesantita dalle troppe sequenze action-uno contro tutti.
peccato perchè poteva venirne fuori un mezzo capolavoro

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ide84  @  12/10/2008 23:13:50
   9½ / 10
Solo mezzo gradino sotto rispetto OLD-BOY...mio personale ed ineguagliabile capolavoro. Per il resto niente da aggiungere ai vari commenti, fotografia, regia, musiche..tutto perfetto. La storia triste di un ragazzo sfortunato che pensava di aver ottenuto tutto, ma che alla fine non ha proprio nulla. Ma perchè uno deve navigare in lungo e in largo per trovare certe perle?! Io un film del genere lo voglio al cinema, poi su DVD, poi su sky...e mentre scrivo è appena uscito Disaster Movie...ma con quale coraggio mi chiedo..

Cliff72  @  18/04/2008 12:34:26
   7½ / 10
Grande sorpresa questo film!
Buone la a regia e le interpretazioni, ottima la fotografia e la colonna sonora, storia interessante ben costruita nella prima fase, anche se un pò eccessiva nell'ultima (mi ha ricordato Woo); in conclusione un film che, seppur presentando qualche difettuccio, mi ha lasciato davvero soddisfatto.

Jacky  @  28/03/2008 11:29:57
   8½ / 10
C'è poco da dire e molto da vedere ! Protagonista azzeccatissimo e trama coinvolgente, fanno di questo film un 'must' x gli amanti dei film d'azione orientali ( e molto molto più bello di tanti altri del suo genere made in USA ).

Sestri Potente  @  17/02/2008 20:06:53
   4 / 10
Mi aspettavo molto di più da questo film: troppa lentezza, e la storia non funziona.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 27/11/2008 23.49.32
Visualizza / Rispondi al commento
popoviasproni  @  05/02/2008 19:24:48
   8 / 10
Sicuramente tra i migliori gangster-movie orientali che ho visto ultimamente!
Violenza, colpi di scena, toni da tragedia e sequenze "pulp" fanno da padrone ad un noir che scorre veloce senza cadute!

7HateHeaven  @  28/12/2007 13:37:50
   5 / 10
Le recensioni per questo film sono ottime quindi mi aspettavo molto di meglio...
Gangster movie che non riesce mai a coinvolgere nè a sorprendere, abbastanza scontato e zeppo di dialoghi inutili.
Non inguardabile ma sicuramente non un buon film.

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  25/10/2007 14:17:06
   7 / 10
Il gangster movie coreano sembra essere l'unico, oggi, a ricercare nella forma una struttura "morale" archetipica della tragedia. In Bittersweet life si pongono in conflitto il rispetto delle regole e la moralità della coscienza all'interno di un contesto malavitoso fortemente gerarchizzato e sottoposto a codici (d'onore?) non scritti, ma ferrei e condivisi. Al di fuori dell'universo delle regole condivise non ci può più essere l'amicizia.

Tom24  @  20/10/2007 19:01:45
   8 / 10
Kim Jee Woon si riconferma un regista dalla grade versalità, producendo un noir di gran classe, in pieno stile coreano. Ed ecco un film magnifico, dalla fotografia eccelente, passa in una mezzora e sfocia in un finale da urlo. A mio parere se il regista si fosse preso più tempo sarebbe uscito qualcosa di ancor più sorperendente. Il cinema coreano continua a stupire.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento XanaX  @  06/10/2007 01:11:57
   8½ / 10
Un grande film, un grande Kim Jee-Woon!
Storia ben costruita, senza eccessi ( spoiler ), con una sottile morale e pieno di passione. La regia è magistrale, la fotografia non da meno. Uno dei migliori film dell'intero panorama coreano.

Voto meritato!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  28/09/2007 10:46:06
   7½ / 10
Elegante, in tutti i sensi, e a metà tra action e yakuza-movie, questo “A Bitterseet Life” riesce nell’intento di intrattenere durante tutte le due ore (quasi) e non solo; Woon dedica spazio, infatti, anche all’aspetto psicologico del protagonista, pur non andando troppo a fondo e lasciando in alcuni tratti una parvenza di superficialità; fino a poco prima della fine, perlomeno.
SPOILER:
Si perché la sequenza conclusiva, quella che accompagna i titoli di coda è stupenda e da sola, in quei pochi minuti, riesce a richiamare nuovamente l’intera pellicola e a cambiarle totalmente aspetto. La colora di umanità, quella stessa umanità che in precedenza era stata, volontariamente, solo sfiorata. Alla fine quella sorta di automa, poi diventato spietato sicario altro non è che un ragazzo che, da solo in una stanza, si guarda allo specchio, tira qualche pugno e pensa “Dai, però un po’ un tipo tosto lo sono”, come altri che magari, sempre di fronte ad uno specchio, assumono un'espressione da “duro” e si dicono “Ehi, ce l’hai con me?”.
Se dovessi votare l’action/yakuza fino alla parte finale probabilmente non darei più di 6,5/7, però quel finale messo lì mi è assai piaciuto, quindi qualcosina in più la do volentieri.

superfoggiano  @  16/09/2007 22:40:51
   7 / 10
Bel film, parte bene, e finisce in maniera troppo caotica, incredibile che il personaggio principale non muoia nonostante le innumerevoli pallottole che gli scaricano addosso

dgarofalo  @  24/08/2007 14:03:20
   7½ / 10
un bel film di azione la trama regge ma ci sono alcune che cose che nn si capiscono
un buon film

lupin 3  @  28/07/2007 19:05:24
   8 / 10
Mooolto bello, una vera sorpresa.
Mi ha ricordato OLD BOY.

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  26/07/2007 12:14:26
   9 / 10
E' il secondo film che vedo di Kim Jee-Woon e, così come già accaduto con "Two Sisters" mi levo il berretto di fronte al regista coreano.
Questo "A bittersweet lie" parte come un pulp noir movie (la femme fatale, il boss che perde la testa per lei, qualche s*****ttata che non fa mai male, ecc), per poi diventare un vero e proprio action-movie che, tanto per cambiare, si occupa del tema della vendetta. Apparentemente niente di nuovo, ma pur sempre una gioia per gli occhi. E, ripeto, il regista è un fenomeno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  28/06/2007 22:12:02
   8 / 10
"Un giorno di primavera un discepolo guardava dei rami che si muovevano al vento. Chiese al suo maestro:
<< Maestro sono i rami a muoversi o il vento>>
Senza neanche guardare il punto che indicava il suo discepolo il maestro sorrise e disse:
<< Ciò che si muove non sono nè i rami nè il vento, è il tuo cuore, è la tua mente>> "

Ottima opera di Kim Jee-Woon ormai una certezza nel panorama del grande cinema orientale.
Jee-Woon riprende e ripercorre il sentiero tracciato da Park Chan-Wook con la sua splendida trilogia.
Il tema della vendetta è qui trattato in modo un pò più superficiale e diciamo lo sviluppo non è sorprendente come nei film di Park ma sicuramente è tutt'altro che banale.
Questo è il classico film che dato in mano ad un regista occidentale sarebbe stata una tamarrata assurda. Invece Kim Jee-Woon sviluppa un'opera molto elegante, com'è nel suo stile.
La regia come al solito è molto curata, personalmente mi è piaciuta di più quella di Two Sisters ma comunque di ottima fattura., soprattutto l'ultima mezz'ora è veramente adrenalinica e molto cinica.
Una nota di merito alla bellezza della protagonista. Ma quanto sono belle queste asiatiche.
Consigliato.

"Una notte d'autunno, il discepolo si svegliò piangendo. Il maestro vedendolo gli domandò:
<<Hai avuto un incubo?>>
<<No>>
<<Hai fatto un sogno triste?>>
<<No maestro>> rispose il discepolo. <<Ho fatto un sogno bellissimo>>
<<E allora perchè stai piangendo?>> E il discepolo asciugandosi le lacrime disse:
<<Perchè so che il sogno che ho fatto, non potrà avverarsi mai>>"

Beefheart  @  02/02/2007 10:10:10
   6 / 10
Un film, tra il pulp ed il noir, esteticamente valido, dove fotografia e scenografie molto raffinate si fanno notare più di ogni altro aspetto.
L'impronta drammatica e violenta è tipica del genere e della provenienza Sud Coreana della pellicola stessa, così come l'espressione grave e solenne perennemente impressa sul volto dei pur bravi protagonisti. La trama non ha nulla di originale ed è facilmente intuibile a partire dal minuto decimo/undicesimo; dunque un film con poche sorprese e molte conferme che non delude gli amanti del genere e non rapisce il rimanente pubblico. Parere personale: sufficiente.

FuNGHeTTiNa88  @  17/01/2007 09:54:17
   7 / 10
un action movie in discesa...con una prima parte stupenda e un finale troppo sbrigativo...ma nel complesso comunque un bel film, capace di mantenere lo spettatore costantemente in tensione...!!inoltre la fotografia è a dir poco spettacolare...e le musiche riescono pienamente a seguire passo passo ogni azione del film trasmettendone gioie, dolori, rancori, e quant'altro...!!! insomma un film molto curato sotto alcuni aspetti (vedi i dialoghi) e meno curato sotto altri punti di vista (vedi la regia).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  27/12/2006 03:02:20
   8 / 10
gran bel film sempre sul filone della vendetta come si era recentemente visto già nei film di chan wook park e kill bill.

Betelgeuse  @  15/11/2006 23:09:56
   8 / 10
Roywolf prima di me, ha detto tutto.
Sottoscrivo in pieno.

E' piaciuto molto anche a me, che non sono un estimatore del cinema asiatico - un bell'action movie che non annoia.

Da vedere!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

roywolf  @  08/10/2006 13:23:58
   8 / 10
Piaciuto molto.Un misto tra Revenge e "Scarface" e un pò Oldboy alla coreana insomma.
Buona la fotografia,e la trama non annoia come accade in molti film(ma non in tutti) orientali.
Dato che sono un estimatore del genere a là Scarface..ho apprezzato questo Bittersweet Life.Sapreste indicarmi se ci sono in giro film simili?

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  01/10/2006 02:33:28
   7½ / 10
Noir orientale basato sul tartassante tema della vendetta tanto in voga in quest'ultimi anni,ma cmq in grado di reggere per l'intera durata senza cali di tensione o richiami eccessivi a pellicole analoghe....Kim Jee-Woon dirige con mano solida,la fotografia e' ottima e il finale-omaggio a Scarface e'uno spettacolo.Di questi tempi il maestro Woo non e'minimamente paragonabile!

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  08/08/2006 00:01:44
   7 / 10
Girato davvero con gran riguardo. E' un misto tra "Revenge", Tarantino e Woo. La trama del sicario che si ribella al boss l'abbiamo già vista in altri film, questo è sicuro ...ma che classe!

giancarlochille  @  07/08/2006 01:53:56
   7 / 10
Altro bellissimo film coreano. Senz'altro nel genere si sta affermando un nuovo cinema, fatto di una fotografia sempre azzeccata e trame coinvolgenti.

asylum  @  10/06/2006 17:59:14
   8½ / 10
veramente bello, ricorda old boy

kiteneomare  @  06/06/2006 20:24:37
   8 / 10
Questi coreani stanno davvero "spaccando"!!!!
Bittersweet life ricalca un pò temi già visti, come John Woo, Tarantino, il connazionale Park Chan Wook, ma il tutto è miscelato con maestria e con un'ottima fotografia.
Speriamo ne arrivino tanti in Italia di questi films, anche se in ritardo!

No Mercy  @  04/06/2006 16:26:39
   8 / 10
Pur sfruttando il tanto di moda tema della vendetta,il talentuoso Kim Jee-Woon dimostra un talento davvero interessante....la pellicola rilegge in maniera personale e molto avvincente il noir alla John Woo(ai tempi di The Killer)basandosi su una regia solida,fotografia perfetta e location affascinanti....ottimo anke l'adrenalinico finale con tanto di omaggio al De Palma di Scarface.

tizius  @  18/05/2006 12:14:32
   6½ / 10
Un moderno Revenge, ma condito da un alone di violenza piu "raffinata" in ambientazione orientaleggiante (ma non troppo pero'). Decisamente ottima e la prima parte della pellicola, piu' canonica la seconda. Ma sempre comunque godibile. Diciamo che se fosse stato meno "filosofico" in certi punti, sarebbe stato piu' granitico. In ogni modo, ampiamente vedibile.

Invia una mail all'autore del commento lunapapa69  @  16/05/2006 14:41:06
   5 / 10
La suggestiva ambientazione tra interni di lusso e i capannoni abbandonati, l'uso sapiente della fotografia che concorre a manifestare grandi capacità di messa in scena, conferiscono al film una raffinatezza visiva (di cui l'autore sembra compiacersene ) che alla lunga prende il sopravvento sull'impianto narrativo che risulta sciatto e sterile.
Nico

3 risposte al commento
Ultima risposta 02/11/2008 03.42.17
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo STAFF, Moderatore Lot  @  15/05/2006 08:50:19
   6½ / 10
Notevole la prima parte di costruzione, curata, raffinata e interessante; sbracata, molto coreografica ma manierista ed esagitata la seconda, aspira a park e si rifugia in john woo.

6 risposte al commento
Ultima risposta 17/05/2006 19.34.50
Visualizza / Rispondi al commento
merlino976  @  12/05/2006 21:07:44
   8½ / 10
L'ho visto durante la retrospettiva del regista a Torino e devo dire che non è assolutamnte male... anzi! Sarà perchè ci è stato presentato dal regista stesso e quindi ero gasatissimo ma ne vale veramente la pena. Comunque di jee-woon è da vedere veramente tutta la filmografia (ancora scarsina comunque: è giovane e promettente).

Gruppo REDAZIONE Invia una mail all'autore del commento cash  @  12/05/2006 13:51:16
   8 / 10
Kim jee won ha stile. Non riciccia su se stesso, non si ripete mai.
ha esordito (se non erro) con la commedia nera "the quiet family", capolavoro. h aproseguito con "two sisters", altro capolavoro. E ora approda al yakuza movie. E ci riesce benissimo, pure troppo. nel senso che è un film eccessivamente levigato e carino carino, qualche rudezza in più gli avrebbe giovato.
Non ruzezza nel senso di violenza, ci mancherebbe; il film ne possiede a tonnellate. ma forse la levigata regia di woon meno si adatta a storie del genere.
oh, è una mia impressione.

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/05/2006 18.33.58
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  11/04/2006 14:31:02
   8½ / 10
Kim Jee Woon, regista poliedrico conferma lo stato di ottima salute del cinema coreano, pur con qualche pecca, una storia non troppo originale, firma un action movie adrenalico, che ha il suo punto di forza nell'analisi psicologica del protagonista. Sun woo il braccio destro di un boss, si rende conto poco per volta che la sua vita gli è sfuggita di mano costretto dagli eventi ad interpretare un personaggio.

12 risposte al commento
Ultima risposta 14/05/2006 19.58.06
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

150 milligrammi - una donna dorte come la verita'
 T
4021a german lifea good americana united kingdom - l'amore che ha cambiato la storiaabsolutely fabulous: il filmaeffetto dominoalla ricerca di un sensoallied - un'ombra nascosta
 HOT
arrivalausterlitz
 T
autobahn - fuori controllo
 T
ballerina
 T
bandidos e balentes - il codice non scritto
 T
barriere
 T
beata ignoranzabilly lynn - un giorno da eroebleed - piu' forte del destinocaro lucio ti scrivochi salvera' le rose?
 T
cinquanta sfumature di nero
 T
crazy for footballdavid lynch: the art lifedoraemon il film - nobita e la nascita del giappone
 NEW
ellefalchifallen
 T
gimme dangergod's not dead 2 - dio non e' morto 2gomorroideheadshotho amici in paradisoi am not your negroil diritto di contareil padre d'italiail pugile del duceil viaggio di fanny
 NEW
in viaggio con jacquelineincarnate
 R T
jackiejohn wick capitolo 2kong: skull islandla battaglia di hacksaw ridgela bella e la bestia (2017)
 NEW
la cura dal benessere
 HOT
la la landla legge della nottela luce sugli oceani
 T
la marcia dei pinguini: il richiamo
 NEW
la tartaruga rossale concoursle spie della porta accanto
 T
lego batman - il film (2017)les ogres
 NEW
life - non oltrepassare il limitelife, animatedlogan - the wolverinel'ora legaleloving - l'amore deve nascere liberomaestro
 T
mamma o papa'?
 T
manchester by the seamister universo
 NEW
moda mia
 T
moonlight - tre storie di una vitanebbia in agosto
 NEW
non e' un paese per giovaniomicidio all'italianaozzy - cucciolo coraggiosopasseriphantom boypiena di graziapino daniele - il tempo restera'proprio lui?qua la zampa!questione di karma
 T
resident evil: the final chapterriparare i viventirosso istanbul
 NEW
sfashionsilence
 NEW
slam - tutto per una ragazzasleepless - il giustizieresmetto quando voglio 2 - masterclass
 HOT
splitstrane stranierethe belko experiment
 T
the founder
 T
the great wallthe ring 3
 T
trainspotting 2
 T
un re allo sbandoun tirchio quasi perfettovarichina - la vera storia della finta vita di lorenzo de santisvedete, sono uno di voivi presento toni erdmann
 NEW
victoria
 NEW
vieni a vivere a napoli!vista marexxx: il ritorno di xander cageyour name

952995 commenti su 36801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net