lo hobbit - un viaggio inaspettato regia di Peter Jackson USA, Nuova Zelanda 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

lo hobbit - un viaggio inaspettato (2012)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LO HOBBIT - UN VIAGGIO INASPETTATO

Titolo Originale: THE HOBBIT: AN UNEXPECTED JOURNEY

RegiaPeter Jackson

InterpretiMartin Freeman, Cate Blanchett, Elijah Wood, Lee Pace, Andy Serkis, Ian McKellen, Ian Holm, Richard Armitage, Christopher Lee, Mikael Persbrandt, Dean O'Gorman, Benedict Cumberbatch, Luke Evans, Billy Connolly, Stephen Fry

Durata: h 2.10
NazionalitàUSA, Nuova Zelanda 2012
Generefantasy
Tratto dal libro "Lo Hobbit" di John Ronald Reuel Tolkien
Al cinema nel Dicembre 2012

•  Altri film di Peter Jackson

•  Link al sito di LO HOBBIT - UN VIAGGIO INASPETTATO

Trama del film Lo hobbit - un viaggio inaspettato

La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un'epica ricerca per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Oakenshield. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da Goblin e Orchi e implacabili Wargs. La loro meta principale Ŕ raggiungere l'Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei Goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierÓ la vita per sempre... Gollum. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l'ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirÓ cosý ingenuo e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirÓ a impossessarsi del "prezioso" anello di Gollum che possiede qualitÓ inaspettate ed utili... un semplice anello d'oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo cosý stretto che Bilbo non pu˛ neanche immaginare.

Film collegati a LO HOBBIT - UN VIAGGIO INASPETTATO

 •  IL SIGNORE DEGLI ANELLI: LA COMPAGNIA DELL'ANELLO, 2002
 •  IL SIGNORE DEGLI ANELLI: LE DUE TORRI, 2003
 •  IL SIGNORE DEGLI ANELLI: IL RITORNO DEL RE, 2004
 •  LO HOBBIT - LA DESOLAZIONE DI SMAUG, 2013
 •  LO HOBBIT - LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE, 2014

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,53 / 10 (241 voti)7,53Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Lo hobbit - un viaggio inaspettato, 241 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

Goldust  @  19/09/2018 18:01:21
   7½ / 10
Questo "Viaggio inaspettato" ricalca da vicino le vicende de "La compagnia dell'anello" della trilogia del Signore degli Anelli: ambientazione suggestiva, presentazione dei personaggi, prime strabilianti avventure dei nostri eroi, giusto spazio alle psicologie dei protagonisti senza dimenticare un pò di sano umorismo. Alcuni personaggi si ripresentano così come il celeberrimo anello fa la sua comparsa, legando i film delle due saghe con un filo neanche tanto nascosto. Per essere solo il primo atto è una pellicola di ottima fattura e di grande forza spettacolare: in questi anni Peter Jackson non è cambiato e la ricerca dell'epicità è per lui sempre al primo posto. Non so se la raggiunge - almeno non quanto vorrebbe - eppure questo primo capitolo resterà il migliore del novero.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  08/07/2018 12:36:27
   6½ / 10
Nuova trilogia tratta dall'universo creato da Tolkien, quella de "Lo Hobbit" non raggiunge l'epicità vista ne "Il Signore degli Anelli" ma è comunque un fantasy valido (ad eccezione del terzo capitolo) nonostante le pretese sembrino essere superiori al risultato.
"Un Viaggio Inaspettato" sembra ricalcare sotto molti aspetti le vicende de "La Compagnia dell'Anello" (la compagnia in missione) ma senza le stesse atmosfere o lo stesso pathos, è più infantile però risulta comunque un bel intrattenimento un po' per l'aura fiabesca un po' per il reparto tecnico che non si spreca (anche se a volte la computer grafica è un po' invadente).

daaani  @  11/08/2017 14:54:34
   7 / 10
Non il mio genere, ma belle ambientazioni

yeah1980  @  04/07/2017 11:28:11
   7 / 10
Se questa trilogia si fosse chimamata in un altro modo le cose sarebbero andate diversamente...
Non so perchè hanno scelto semplicemente "The Hobbit" se poi snaturano completamente il libro.
Bastava chiamarla tipo "Tales from Middle-Earth" o qualcosa del genere...

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  12/06/2017 16:12:09
   8 / 10
Dopo la fantastica trilogia del Signore degli Anelli, Peter Jackson ci riprova con 'Lo Hobbit'. Per integrare un libro molto più breve, e indirizzato a un pubblico più giovane, vengono inseriti in questa trilogia episodi tratti da altre opere di Tolkien.
Ottimo film, che fa rivivere a pieno le atmosfere de 'Il Signore degli Anelli'.

Liz_801  @  30/03/2016 12:40:47
   6 / 10
Non è un brutto film ma trovo ridicolo che Peter Jackson cerchi di passarlo per epico viaggio al pari del signore degli anelli quando il libro originale era una simpatica (e breve) avventura per bambini.
Le cose e i personaggi aggiunti si notano e stonano, inoltre è noiosetto, mi sa che al cinema mi ero pure appisolata a un certo punto ed è una cosa che non mi era mai successa.

marcogiannelli  @  27/01/2016 19:05:05
   7 / 10
non ci si aspettava lo stesso successo del Signore degli anelli, ovvio, ma un buon fantasy
in questo Lo Hobbit riesce benino, divertendo e facendoci sentire ancora parte del mondo Tolkeniano, pur non esaltando

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  23/11/2015 11:36:36
   6 / 10
Nulla da eccepire sul comparto tecnico, impeccabile. L'intrattenimento c'è, ma è inficiato dal cronico buonismo che affligge il genere, per non parlare della totale mancanza di ricercatezza nella sceneggiatura.

Alex Vale  @  26/09/2015 12:33:21
   8½ / 10
Primo capitolo del'esalogia in ordine di eventi, nonché il quarto adattamento cinematografico delle opere di Tolkien, da parte di Peter Jackson.Film splendido che apre sicuramente una trilogia commerciale e inutile, ma che comunque per me che amo il mondo di Tolkien e che nella categoria purista valgo lo 0%, questo lungometraggio è secondo me godibilissimo e con un tono fiabesco che stupirà sicuramente i bambini sotto i dieci anni.Consigliatissimo!

Tremotino  @  23/09/2015 10:09:28
   9 / 10
per chi mi segue avrà capito che il fantasy è il mio genere preferito.... di questo film oltre alla storia mi sono piaciute molto le ambientazioni.

krystian  @  03/09/2015 13:26:14
   8 / 10
Sicuramente il migliore della trilogia.
Un po' lento a partire ma complessivamente ottimo soprattutto a livello di scenografie, fotografia, costumi, trucco ed effetti speciali.

Mic Hey  @  02/05/2015 02:03:13
   9 / 10
Che sorpresa ! Molto bello, quasi al livello di LaCompagniaDellAnello anche perkè le trame sono molto simili

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Possiamo definirlo una specie di ISDA in chiave più "soft" e leggera.. laddove ISDA toccava punte horror LOHOBBIT regala diversi spunti "comedy" ben integrati con la storia.

Ah per chi volesse saperlo questo è ASSOLUTAMENTE il migliore della saga !

Spinna  @  09/03/2015 23:34:30
   10 / 10
Uno spettacolo!

Danny85  @  02/02/2015 01:22:55
   4 / 10
Che palle. Una tortura durata due ore e quaranta minuti.
Gentilmente qualcuno mi spiega perché Gandalf


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/05/2015 02.08.10
Visualizza / Rispondi al commento
Dick  @  31/01/2015 17:38:25
   7½ / 10
A metà strada tra il romanzo a cui si ispira ed i toni del signore degli anelli, un godibile fantasy che però per forza di cose non ha la carica della precedente opera di Jackson.

demarch  @  24/01/2015 21:13:06
   8 / 10
Sono ovviamente un appassionato della serie. Come ho già detto nel commento del signore degli anelli la prima trilogia e'da 10, di questa non posso ancora tirare le somme. Un viaggio inaspettato però si presenta come gli altri film: tecnicamente superbo, cast da paura e regia super. Ovviamente tutto strabello ma....ma secondo me manca di qualcosina, che so un po'di verve.. parlano di avventura a manetta ma il film ad un certo punto si blocca un po'. Comunque un film da vedere assolutamente, soprattutto per appassionati.
PS non vedo l'ora di spararmi il secondo!

3 risposte al commento
Ultima risposta 18/05/2015 13.56.28
Visualizza / Rispondi al commento
william sczrbia  @  06/01/2015 20:31:12
   7 / 10
bello per gli amanti del genere

Fortune  @  29/12/2014 14:16:34
   8 / 10
Scoppiettante prima parte del fantasy che segue le orme della pluripremianta trilogia " Il Signore degli Anelli " (benche',ovviamente,i fatti sono antecedenti a questa).
Lessi il libro da regazzetto,mi piacque, anche se in seguito lo ritenni una lettura più per fanciulli che per adulti (ma poi si dice che siamo tutti bambini dentro e tutto torna allora).Il film,seppur con lecite digressioni,segue con devozione la trama di J.R.R.Tolkien.Alcuni lo ritengono troppo infantile?...ma il libro e' proprio così!!! ;).
La parte iniziale del film per me e' la migliore con la presentazione dei personaggi protagonisti.
Tanta Computer Grafica e non poteva essere altrimenti...in alcune sequenze,forse, un po troppo forzata ma di pregevole livello.
Ottima l'interpretazione di M.Freeman (Bilbo) che risulta piu' convincente di E.Wood (Frodo) nel SDA.
Bravo P.Jackson & Co.

maxi82  @  28/12/2014 17:03:56
   7½ / 10
Come fantasy rimane sempre uno dei migliori..paesaggi effetti speciali e la trama ti coinvolge anche se non c'è più la novità dei primi tre...e sempre piacevole vederlo e sapere come tutto ebbe inizio..anche se qui non c'è molta azione rimane cmq un buon principio x l inizio di questa seconda saga

Arkantos  @  26/12/2014 12:37:02
   7½ / 10
Dopo un pessimo Terraferma, mi è venuta la voglia di vedere un po' di film belli, e parto dal primo capitolo del ciclo dell'Hobbitone, Hobbitone perche:
1 = Il nome è figo!
2 = Ci hanno fatto ben tre film: "Non c'è due senza tre!"
3 = Ultimo, ma non meno importante, l'Hobbitone c'è pure nel mio gioco: Age of Mythology insegna!

Questo primo capitolo è stato atteso da molte persone, speranzosi di ritrovarsi un film all'altezza del Signore degli Anelli e... Hanno trovato l'Anticristo cinematografico su cui addossare tutte le colpe!

Trovare una persona a cui è piaciuto il film è come trovare un ago in un pagliaio perchè tutti lo odiano e tutti lo vanno a vedere! Mah...

Sinceramente non trovo così brutto lo Hobbit: chiaramente è inferiore al SdA, ma rimane comunque meritevole di una visione.

Molte critiche sono state rivolte ai "nani che non sono nani", ma in realtà la statura ci sta, visto che sono alti quanto Bilbo e non quanto Gandalf.

Tecnicamente poi ho sempre sentito sta frase:
"Aaaah, gli effetti speciali sono troppo da videogioco!"
Cosa? Da videogioco? Sono magnifici, altrochè! Magari tutti i fantasy avessero effetti del genere, che non fanno rimpiangere troppo quelli del SdA.

Nel resto, l'ho trovato un film gradevole, ma non privo di difetti.
Gli attori sono veramente validi, i paesaggi sono magnifici e l'ironia funziona senza strafare (ricordiamo che Lo hobbit era una storia scritta per un pubblico giovane), maaaaa ci sono due problemi.

Il primo sono le parti cantate: nulla da dire, sono fatte bene, ma non influiscono sulla storia; diciamo che sono fini a se stesse.
Ma il vero problema è la lunghezza iiiiinfiiiiniiiita del film: non mi sono annoiato, ma ci sono alcune parti veramente allungate:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Comunque rimane un film valido, moooooolto valido dal punto di vista tecnico, di meno per la gestione dei tempi, interessante narrativamente.
Ora vado a vedermi La desolazione di Smaug, che mi era piaciuto un casino quando l'ho visto al cinema!

Light-Alex  @  23/12/2014 17:59:04
   6½ / 10
Dal punto di vista tecnico, effetti speciali, computer grafica, costumi, trucco, sonoro siamo sempre ad altissimi livelli. Sembra di vedere un film della prima trilogia, anzi per alcuni passaggi siamo anche migliori, immagini più nitide, tridimensionalità meglio riuscita.
Jackson riesce a non intaccare minimamente il lavoro perfetto e certosino cominciato nel "Signore degli anelli".

Tuttavia questo primo capitolo della nuova trilogia risente moltissimo della sindrome da "allungamento del brodo". Come molti sanno in effetti Lo Hobbit come libro non è un'opera così estesa da giustificare 3 film, per cui si è allungata moltissimo la solfa per esigenze commerciali.
L'effetto è che al livello di fatti in questo primo film succede ben poco. Trama abbastanza piatta e che purtroppo sa un po' di già visto. Inoltre manca proprio il mordente, l'epicità a questo "Un viaggio inaspettato".

Visto la prima volta mi aveva trasmesso un sorta di sensazione piacevole, come di rincontrare qualcosa di familiare. Alla seconda visione ho accusato un po' il colpo di una trama non particolarmente brillante.
Resta però tecnicamente un lavoro ottimo e la resa del mondo Tolkeiano è sempre magica.
Col secondo episodio miglioriamo, il terzo lo devo ancora vedere.

ely87  @  22/12/2014 14:39:44
   6½ / 10
Esattamente non male poteva essere meglio...Da un regista che ha già visitato la terra di mezzo che ha fatto un capolavoro di trilogia...Questo primo capitolo è un pò una presa per il c****..ok il racconto è totalmente differente (dal signore degli anelli),il libro è stato scritto come una favola per bambini..ma certe scene non si possono proprio vedere ne ascoltare..come rendere simpatico un goblin che fa balletti e che prima di morire fa (mi sa che sono morto)..patetico ridicolo fuori luogo. Per non parlare di Thorin che ha costantemente la faccia di cucciolo bastonato..

mikeP92  @  20/12/2014 14:55:17
   5 / 10
Personalmente non riesco a capire come faccia ad avere una media così alta questo fantasy che si prende molte libertà dal libro per farlo assomigliare più possibile al Signore degli Anelli (come Thorin, per esempio, che in realtà é molto più anziano di tutti, qui sembra un Aragorn nano) cosa che non é, anzi, dista anni luce da esso. Deve essere il nome di Peter Jackson alla regia... bah! Comunque, il film é davvero lento a prendere il via, si sussegue su territori ben conosciuti allo spettatore ma é infarcito di scempiaggini (patatine fritte!!!) e comicità fuori luogo, i cattivi non sono il massimo e 3 ore di durata sono davvero troppe. Fortunatamente i sequel saranno più discreti, ma la delusione rimane.

Neurotico  @  18/12/2014 18:26:40
   8 / 10
Scanzonato, spassoso, spettacolare e con un Martin Freeman da consegnare ai posteri per aver interpretato un Bilbo Baggins divertentissimo ed espressivo più di tutti gli hobbit ed elfi visti nella precedente trilogia di Jackson. I momenti da ricordare sono molti, ma tra tutti si devono citare: tutto l'incipit della cena con i nani a casa Baggins; l'incontro con i Troll; il combattimento con i giganti di pietra; la visita nei sotterranei dei goblin e il finale con i mannari ed orchi guidati da Azog.

MonkeyIsland  @  11/12/2014 17:29:46
   6½ / 10
Mi aspettavo di peggio anche se questo primo capitolo dello Hobbit è tutt'altro che memorabile e la colpa è da attribuire totalmente a queste produzioni americane a cui mancano le idee ma non i soldi e da tempo a questa parte hanno sposato la discutibile idea di ispirarsi alle serie televisive con prodotti mozzati sul più bello per esigenze di copione (che qui non ha nemmeno un filo conduttore) e per lucrare il più possibile.
In parole povere se di questa trilogia si fosse realizzato un solo film staremmo a parlare di una pellicola probabilmente sullo stesso livello della vecchia trilogia ma così non è anche se a livello tecnico Jackson si conferma un mostro e il cast anch'esso non riserva sorprese con McKellen come al solito ottimo e un Freeman veramente modesto.

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/12/2014 03.01.07
Visualizza / Rispondi al commento
krypton  @  11/12/2014 11:45:43
   8 / 10
All'inizio del film sono stato un po' perturbato dalle canzoni in stile musical e dallo stile un po' parodistico. Mi sono chiesto più volte che cosa fosse accaduto alle ambientazioni cupe e ai toni seri della trilogia de "Il Signore degli Anelli". Poi il film si riprende poco a poco, con tanta azione, colpi di scena ed ottimi scenari (anche se alcune immagini sovrasaturate fanno male agli occhi). La scena in cui ricompare Gollum mi ha fatto scendere i brividi lungo la schiena...

Vorrei rivederlo? Si. Vorrei continuare la trilogia? Si, assolutamente.

Da vedere!

lotrx  @  09/12/2014 19:22:57
   5½ / 10
Devo dire che sinceramente mi aspettavo di più da Peter Jackson che nella trilogia precedente ha fatto un (capo)lavoro meraviglioso!

Non ho apprezzato l'eccessivo uso della tecnologia CGI che rende il film poco realistico e fastidioso in certi momenti da guardare.
Uno dei motivi per il Signore degli Anelli era così bello, era sicuramente l'effetto realistico.
Un esempio sono gli orchi, che nel Lo Hobbit perdono credibilità e bellezza.
Il termine "bellezza" riferito agli orchi potrebbe sembrare assurdo, eppure nella trilogia precedente si trattava di ATTORI TRUCCATI...ore e ore di make up che rendevano quei personaggi incredibilmente realistici!
So che stiamo parlando di Lo Hobbit e non del Signore degli Anelli ma certi paragoni sono d'obbligo in quanto stiamo parlando della storia e se Jackson non aveva intenzione di fare lo stesso lavoro, sarebbe stato meglio non fare il prequel!
A questo punto trasformiamo un capolavoro in qualcosa di puramente commerciale.

Un'altra cosa che non ho apprezzato è stato l'aspetto dei nani. Sembra che Jackson sia stato vittima di amnesia e abbia scordato il loro aspetto originario.
Molti di loro non sembrano nemmeno nani in quanto privi del tutto di trucco.
E quando i personaggi principali peccano di queste imprecisioni, già metà dell'opera è rovinata.

Ho letto il libro e mi è piaciuto molto, ogni pagina!
Eppure non ho riscontrato lo stesso con il film...non c'è un vero e proprio coinvolgimento.

Ho apprezzato molto il Bilbo Baggins di Martin Freeman che rispecchia la leggerezza e la simpatia del romanzo.

ragefast  @  23/11/2014 03:08:58
   8 / 10
Ho iniziato solo oggi a vedere la saga dello hobbit, con l'obiettivo di vedere in tempo anche il secondo capitolo, per poi vedere il terzo al cinema.

Questo primo film devo dire che mi ha colpito positivamente perchè riesce a ricreare le atmosfere e le ambientazioni de "Il signore degli anelli" e ci inserisce una valida e abbastanza scorrevole storia; un po' lenta nella prima parte, ottima nella seconda. Buono il comparto attori, dove ritroviamo alcune vecchie conoscenze, notevoli alcuni effetti speciali, mentre i contenuti non entusiasmano particolarmente, di certo non come quelli della trilogia di un decennio prima. La trama, ambientata 60 anni prima delle disavventure di Frodo e compagni, infatti mi è parsa parecchio lineare...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Concludendo, sopra le mie aspettative, sicuramente un film da vedere. Non mi resta che proseguire con la visione del secondo.

frankb  @  27/10/2014 08:57:39
   9 / 10
Bellissimo, davvero stupendo... visto e rivisto, uno dei pochi film che non mi stanco di rivedere!!!

alex94  @  08/10/2014 14:48:18
   7 / 10
Primo,abbastanza deludente capitolo della trilogia tratta da "Lo Hobbit" di Tolkien.
La trama è carina ma almeno io l'ho trovata un po troppo infantile ed addirittura ridicola in alcuni momenti, nonostante questo riesce comunque ad intrattenere ed a divertire lo spettatore.
Buona la regia e la fotografia,discreta la recitazione,ottimi gli effetti speciali.
Tutto sommato è un film d'intrattenimento riuscito ma io che avevo semplicemente amato la trilogia del "Il signore degli anelli"sono rimasto abbastanza deluso,mi aspettavo qualcosina in più.
Merita comunque una visione.

andrea1994  @  28/09/2014 15:33:20
   9 / 10
Spettacolare! Il regista de "Il signore degli anelli" ha creato un altro capolavoro. Magnifici effetti speciali e scenari davvero stupendi. Imperdibile!!

_Heisenberg_  @  14/09/2014 11:16:36
   7 / 10
film simpatico e abbastanza riuscito ma andrebbe visto una e una sola volta.

Franky12  @  28/08/2014 12:27:49
   5 / 10
Filmetto banale e noioso, con una tecnica di animazione poco credibile (sembra uno di qui film che danno su sky cinema max su le mega anaconde) dove le uniche cose interessanti sono le panoramiche dei paesaggi sulle montagne.. Ritengo la trilogia del Signore degli anelli un capolavoro per trama, dialoghi, tecnica e impatto visivo mentre questo non è degno di essere un prequel neanche di un film per bambini. Convincono poco anche gli attori. Delusione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

david briar  @  31/07/2014 01:21:32
   7½ / 10
Peter Jackson continua a cimentarsi in imprese produttive molto difficoltose,di cui la sua carriera è piena.Magari a prima vista "Lo hobbit" sembra più semplice di "King Kong" e de"Il Signore degli Anelli", ma penso che le cose siano diverse.

Effettivamente il successo iniziale era quasi assicurato,meno quello a lungo termine,visti gli inevitabili confronti con la trilogia precedente.Fra l'altro,dopo il mezzo fallimento, immeritato, di "Amabili resti",il nome di Jackson ha sicuramente perso un po' di credito,e non era facile buttarsi come regista in un progetto del genere,con tutto lo stress che avrebbe comportato.
Fortunatamente è un uomo dalle mille risorse e "Lo hobbit" ne è l'ennesima dimostrazione.Le atmosfere sono giustamente più leggere e in generale si avvertono ambizioni minori,ma il film ha diverse frecce nel suo arco.La canzone dei nani è molto suggestiva ed evocativa,l'incontro con Smeagol stimolante e teso al punto giusto,gli elementi umoristici divertono e affascinano.Il regista dimostra la grande capacità di mischiare il fiabesco e l'epico con credibilità,come avviene nel finale.Il livello tecnico è sempre altissimo,dalla fotografia e alla regia.
Il cast è buono,ma Martin Freeman è eccezionale nel rendere umano,naturale e simpatico Bilbo Baggins.Da questo punto di vista l'empatia per il protagonista è maggiore rispetto a "La compagnia dell'anello",che era un'opera più corale.

Ovviamente non tutto è perfetto,e ci sarebbe voluta una maggiore coesione narrativa,e qualche taglio viste alcune scene non proprio necessarie.L'approfondimento dei personaggi è ancora da migliorare,in particolare il protagonista a un certo punto viene lasciato da parte per quasi mezz'ora.
Si può considerare come un lunghissimo prologo,di qualità,ma che poteva essere ancora migliore se fosse stato più conciso.Il quadro generale dell'opera sarà possibile averlo quando uscirà il terzo film,per ora l'impressione è positiva.

Peter Jackson è uno dei pochi geni del cinema attuale,e anche quando pensa soprattutto al portafoglio,come in questo caso,se ne vedono delle belle.La Terra di Mezzo vista con i suoi occhi è sempre un posto stupendo da visitare,e sembra abbia altre meraviglie da regalarci.
Chissà se ne avremo mai abbastanza di viaggiare laggiù in compagnia di Peter Jackson..

Dompi  @  20/04/2014 11:42:52
   10 / 10
Bellissimo ed emozionante, davvero epico.

Bluesky  @  01/02/2014 14:06:05
   9 / 10
Davvero bello, mi ha ricordato il libro, da leggere! incantevole anche il film

Sbrillo  @  30/01/2014 19:26:07
   5 / 10
Dopo il successo del signore degli anelli, potevano mai non programmare una trilogia tratta da un libro scadente di 250 pagine come lo hobbit???
Ma ovvio che no.....questi sono i risultati:
Belle scenografie...
.....
.....
.....
Non nego che mi sono annoiato a morte e anche addormentato....
Operazione commerciale che si poteva evitare!!

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  17/01/2014 11:25:55
   5 / 10
Chissà se Peter Jackson ci s'è messo d'impegno per farlo così brutto o se è un puro caso.

Ora, era da parecchio che tentennavo all'idea di vederlo, perché l'idea di una trilogia tratta da un romanzo (scadente) di 250 pagine mi pareva un po' azzardata; poi infine il mio amore per la trilogia originale ha vinto e me lo sono visto, rimettendoci 2 ore e mezza di vita ed un paio di testicoli nuovi di zecca.

La prima ora e mezza di film è completamente inutile. Anzi no, non inutile: è dannosa. La cena dei nani da Bilbo e la scena dei troll sono tra le cose peggiori mai viste in un film con questo tipo di budget e di pretese, e l'unica cosa epica è la noia assoluta che si erge incontrastata come Sauron su Mordor. Poi il film si risolleva solo grazie alla ventina di minuti di Gollum, unica vera perla in un oceano di letame.

Il vero guaio di questo film è che non ha alcuna coesione narrativa: alterna patetici momenti di alleggerimento sciocchino ed infantile a momenti che nelle intenzioni (perlopiù fallite) dovrebbero essere epici o sontuosi o comunque avvincenti e ricchi di tensione. E lo so che il libro è infantile, ma una volta che te ne discosti fallo per bene: il libro è mediocre, ma la storia no, e se ne sarebbe potuto trarre un buon prequel al SDA. Uno però, non una trilogia. Oh, santo marketing.

Per non parlare poi degli aspetti tecnici: Martin Freeman è un cane pazzesco, sempre fuori ruolo, perso nelle sue smorfiette idiote non mostra un minimo di conflitto, un minimo di terrore, un minimo di interesse verso quello che gli succede attorno. Vale più mezza inquadratura di Ian Holm che 3 ore di Freeman . Altra cosa strana è che il film sembra un prodotto TV Hallmark, di quelli che danno su Italia 1 all'ora di pranzo ogni estate. Tutto posticcio, tutto fasullo. Credevo che la colpa fosse della fotografia, ma poi leggendo in giro ho scoperto che si tratta di una nuova tecnica sperimentata da Jackson che fa girare la pellicola a 48 fotogrammi al secondo. Ora, io non lo so di cosa sia la colpa perché non sono un tecnico: so solo che Gran Burrone sembrava il castello di Clarissa Burt ne La storia infinita 2.

Però le panoramiche della Nuova Zelanda sono belle.

7 risposte al commento
Ultima risposta 20/01/2014 00.02.14
Visualizza / Rispondi al commento
ketch  @  08/01/2014 00:40:41
   8 / 10
veramente bel film! fa sempre piacere rivedere gli hobbit

blabla_89  @  01/01/2014 15:02:09
   9 / 10
ottimo lavoro di Peter Jackson con la regia, film ai livelli della prima trilogia!

mabumba77  @  28/12/2013 00:23:13
   9 / 10
Il primo film dedicato alla trilogia de "Lo Hobbit" ci riporta alle atmosfere della grandiosa saga che l'ha preceduto ed e' di nuovamente grande cinema.

farfy  @  27/12/2013 23:59:42
   9 / 10
Questo film ha una media troppo bassa, non si merita 7! ho visto da poco il 2, quindi ho deciso di vedere anche la 1 parte. A parte il primo quarto d'ora un po' lento, il film prende poi un ritmo incalzante e pieno di personaggi e di creature sempre più fantastiche. Sfiora la fantasia, senza mai turbarla. Un potere incredibile.

adutotti  @  26/12/2013 02:01:29
   9 / 10
Che gran film!
Difficile pensare ad un inizio migliore. Un film che si lega alla perfezione con i suoi predecessori, ingigantito da una colonna sonora da Premio Oscar. Il cast offre un ottima performance, fotografia e trucco praticamente perfetti. La scelta di Martin Freeman nei panni di Bilbo è oltremodo azzeccata, forse nessuno meglio di lui avrebbe potuto indossare i panni del famoso Hobbit avventuriero. Unica pecca il doppiatore di Gandalf, non perchè Proietti non se la sia cavata, ma stare ai livelli di Gianni Musy era impossibile.

hghgg  @  23/12/2013 10:10:20
   5 / 10
No, proprio non ci siamo; davvero, no. La trasposizione cinematografica in tre film de "Il signore degli anelli" fu operazione sicuramente dall'enorme respiro commerciale, fu senza dubbio un colossale meccanismo di incassi e marketing ma c'è da ammetterlo fu anche un' operazione ambiziosa e cinematograficamente parlando perfino riuscita, nell'ambito del Fantasy. Perché quei tre film oggi non li rivedrei o rivedendoli li giudicherei più severamente causa poco interesse e ancor meno gradimento per il genere di appartenenza ma risulta difficile non ammettere che in quel genere quella trilogia ha rappresentato l'apice, il punto più alto e che almeno primo e terzo capitolo rappresentano gli unici fantasy davvero validi mai apparsi su uno schermo e che anche l'inferiore secondo capitolo aveva scene potentissime, come l'assalto degli Ent alla torre di Saruman. Per quanto oggi possa farmi rabbrividire un fantasy qualsiasi, avrò sempre parole di riguardo per quei tre film che nel loro genere pieno di difetti, dai quali non sono esenti, meritano di essere ricordati come film a tratti anche ottimi.
Era una premessa che ho ritenuto necessario fare per parlare di questo mediocre film e di questa scandalosa nuova operazione targata Peter Jackson e compagna Olliudiana bella. Qui la gigantesca macchina da soldi è andata totalmente a scapito non solo della qualità ma anche del buon senso (come biasimarli, tanto gli spettatori ci cadono lo stesso nella ragnatela). Questa nuova trasposizione di un libro di Tolkien in una nuova epica trilogia cinematografica parte da un presupposto totalmente folle: produrre tre polpettoni da tre ore l'uno da un romanzetto di circa 200 pagine... "Il signore degli anelli" è un romanzo monumentale con miriadi di fatti, avvenimenti, personaggi tanto che tre film non sono nemmeno bastati e hanno dovuto tagliare cosine nemmeno poco importanti. Ma va bene così, perché cinema e letteratura sono due linguaggi molto differenti e personalmente non amo e non sono solito fare confronti tra libro e film, al massimo posso esprimere una preferenza verso l'uno o l'altro, ma confronti preferisco non farli. Con la trasposizione de "Lo Hobbit" le cose si sono presentate subito ben diversamente; appena saputo dell'operazione in corso nella mia mente una nitida immagine di una gigantesca minestra con un brodo tremendamente allungato con litri di acqua melmosa si è fatta strada con convinzione sempre ragione. Non ero in errore. Era ovvio e palese che sarebbe accaduto. L'idea è: facciamo un'altra trilogia divora-incassi e facciamola da quel libricino di 200 pagine dove alla fine non succede poi tanto da riempire 9 ore abbondanti di film, perciò in mezzo infiliamoci miriadi di orpelli e ricami inutili, scene inventate e personaggi che nel libro a malapena passano di lì o vengono solo nominati. Praticamente l'inverso di ciò che hanno fatto con la trasposizione precedente, aggiungere a sproposito invece di togliere necessariamente qualcosa.
Il risultato è ovviamente tremendo; perché se si vuole fare un film modificando la traccia originale, il racconto da cui è tratto, bisogna avere delle proprie idee, invenzioni personali, un'idea e un metodo coerenti con cui poter far proprio quel racconto lasciandone intatta una parte e poi modificarlo secondo il proprio stile, il proprio metodo e le proprie idee. In questo senso porto sempre l'esempio delle trasposizioni di "Blade Runner" di Scott dal capolavoro di Dick "Gli androidi sognano pecore elettriche ?" con cui il regista ha modificato non poche cose riuscendo a trasporre un autore difficilissimo da portare su schermo e sceneggiatura creando un capolavoro a se stante da affiancare all'originale, di "Shining" e di "Arancia Meccanica" entrambi di Kubrick solito a sconvolgere e modificare a suo piacimento la traccia originaria creando sempre qualcosa di meraviglioso, spesso superando (opinione personale, non confronto) il romanzo da cui la storia era stata tratta.
Qui si tratta di qualcos'altro, si tratta di agire con superficialità in nome del commercio e dei grandissimi incassi, annacquando inutilmente il tutto per aumentare il minutaggio per arrivare a quello, colossale, previsto dall'operazione. "Lo Hobbit" è in questo film e sarà nei due successivi stravolto e modificato ma senza l'intenzione di creare qualcosa di bello a se stante. Non ci sono idee, non c'è qualità tecnicamente parlando, solo aggiunte e lentezza, esasperazione e cose messe a caso. Si parte da quelle 200 pagine e ci si aggiunge quello che serve, anche se non ha alcun senso, per arrivare all'obbiettivo dell'imponente trilogia epica. Tutto freddo, votato all'incasso e al marketing. E c'è di più, non c'è davvero il minimo interesse nel rendere almeno il risultato finale comunque un minimo godibile, interessante, di qualità. Il risultato finale è mediocre e a tratti imbarazzante.
Ci troviamo di fronte ad un film raffazzonato, confuso, con tanta ironia che finisce per risultare tremendamente fastidiosa e con momenti drammatici forzati e che a nulla portano se non alla noia per lo spettatore o almeno per me e quelli che con me concorderanno nel giudizio, non per chi ha sparato 10 evidentemente. Le aggiunte tolgono soltanto non è nulla che possa davvero portare qualcosa di bello. non c'è una idea che sia una (non valida eh che chiedo troppo, proprio un'idea qualsiasi) e finiscono solo per infastidire. Esempio a caso, tutta la parte con Frodo e Bilbo all'inizio del film, purissimo brodo allungato e mi hanno anche fatto sorbire di nuovo quell'attore di cacca che è Elaia Wood, inoltre sembra stiano decisamente dando troppa importanza al Negromante (si, quello con la forte congiuntivite del Signore degli Anelli, lui) ma magari era per infilarci la scena con Cate Blanchett e compagnia che per carità lei brava quanto vi pare ma qui più che mai totalmente inutile (che poi parla sempre fuori campo...).
Alcune situazioni sono imbarazzanti, ci voleva tanto a capire che le canzoni dei nani un conto è leggerle (e anche lì, insomma...) e un altro è farle sentire in un film ? Una roba da piangere. Anche perché gli attori sono dei cani terrificanti (o fuori personaggio) e nella versione italiana nemmeno aiutati da un doppiaggio pessimo. McKellen si salverebbe anche magari ma il doppiaggio di Proietti è pessimo, sembra che non abbia proprio voglia segue semplicemente le battute passo passo senza un minimo di sentimento e senza metterci del suo. Io ancora ricordo il doppiaggio di Proietti a De Niro in "Mean Streets", fu strepitoso, fiume in piena lui quanto Bob in originale, seguendo con fantasia e personalità lo slang little-italiano di De Niro. Proietti fu ottimo doppiatore ma qui è stato decisamente insoddisfacente. E così tutto il resto.
Per me il film non si salva più nemmeno per le ambientazioni e le scenografie, ne per la fotografia, è tutto molto freddo, la natura non si sente, non viene trasmessa, i panorami neo-zelandesi finiscono per risultare troppo finti magari anche ripassati al computer. No, fotografia ai limiti del pessimo, scenografie e ambientazioni freddi, incapaci di trasmettermi emozioni. Non che i precedenti tre film si allontanassero troppo da questi difetti, soprattutto nella fotografia, ma avevano una perfezione stilistica che li rendeva affascinanti, e belli anche. Ma in fondo questo film è nato anche per il grande cancro del cinema dicasi 3D ossia ciò che altera l'essenza stessa del cinema, l'immagine. Non c'è nulla di più inutile o forse perfino dannoso.
Così risulta tutto finto e artificiale, meglio quando ci si tuffa nella grafica computerizzata senza remore, una delle due scene che ritengo di poter salvare del film è quella dello scontro dei giganti-montagna che poteva esser realizzata meglio ma è per lo meno più che decente rispetto al resto. La scena migliore la troviamo nella sfida di indovinelli tra Bilbo e Gollum. Il resto è pessimo, in tutto e per tutto, dall'inizio alla fine, per più di due ore di nulla che fanno ben fatica ad arrivare a termine.
Film mediocre e purtroppo solo il primo di una sconsiderata (cinematograficamente parlando, economicamente è consideratissima) operazione targata Peter Jackson. Se mai troverò il coraggio di vedere questo appena uscito secondo capitolo ho l'impressione che ci sarà da soffrire nella visione. Non mi piacciono i fantasy e i brodi allungati ancora meno.

sciroppo  @  23/12/2013 01:49:16
   6 / 10
Questa è la mia prima e ultima recensione (a meno che non ce ne siano altre) su questo sito, per cui sono tutto quanto emozionato.
Ma veniamo al filme. Jacksono e questo film non mi hanno deluso: la pasta è la solita della trilogia e gli do il voto alto che gli do sopratutto perché mi piacque tanto il libro che la trasposizione cinematica ne gode di riflesso diciamo.

La rappresentazione dei personaggi è tutta sbagliata fin dalle premesse: nani, elfi, hobbit hanno tutti forma umana, e questo si vede e si soffre, nonostante i chili di cerone e i nasi di gomma e i costumi. E sto dicendo che per qualche razza ci voleva ancor più cerone e lattice per renderla diversa veramente.
C'è stato poco sforzo per caratterizzare meglio le razze. La cosa più fastidiosa sono gli elfi ridotti a una sorta di tribù umana del bosco. O gli hobbit distinguersi dagli umani solo per gli orecchi a punta e i piedoni pelosi. Le facce sono umane e si vede e questo non va bene.
Un po' meglio va con gli orchetti, che essendo quasi tutti in computer grafica possono essere meglio manipolati. Però non mi piacciono in ogni caso, avendo essi un design esageratamente cattivo, quel tipo di cattiveria da film horror, non congruente con il testo. Gli orchetti dovrebbero avere un aspetto generalmente più grottesco.

Tutto il tono dello Hobbit doveva essere più fiabesco nella sostanza ancor prima che nella forma, e purtroppo lo è poco anche in quella, nonostante i 48fp il 3d e gli effetti speciali.
I nani: alcuni vanno bene, ma è uno scempio vedere Thorin Scudodiquercia che deve fare il supernano con una faccia da umano. Ma capisco la difficoltà di rendere un ruolo drammatico ed eroico con una buffa faccia da nano, come ad esempio quella di Bombur, da cui la scelta di lasciarlo al naturale, un po' come il tonno.

Bilbo non è Bilbo, non entra in modo convincente nel ruolo quasi quanto non entrava nel ruolo di Frodo suo nipote Frodo. L'attore che fa Bilbo ha una fisionomia adatta ad interpretare Bilbo, ma secondo me non riesce a rendere vivo il personaggio. Il vecchio Bilbo invece è buono come sempre, peccato relegato sempre a ruoli marginali.
Galadriel è eccessivamente pomposa e stucchevole...non si rende così l'autorevolezza e lo charme di una figura mitica.
Alcune altre parti che non fungono: il blur e lo sfocato tipo copertine harmony ovunque ci siano gli elfi e le loro dimore; la patinatura generale della pellicola...lucida, perfettina e glamour; gli orchi nella caverna degli orchi, che cadono a migliaia con eccessiva facilità per la carica di pochi nani.
Alcune scenografie, in particolare quelle fastidiose statue di pietra pseudo classiche che non sembra pietra ma plastica, a Gran burrone, e pure l'edera falsa che ricopre le stesse statue e i muri,...in modo che il tutto dia un effetto 'cimitero al tramonto' mica male...e anche la piazzetta centrale del palazzo che sembra il palco di Sanremo 1989 è notevole.

Le parti migliori: Gandalf, sia come attore e presenza attoriale, ha una faccia notevole per quel ruolo; sia come è stato reso visivamente, cappello, costume ecc. Forse in assoluto la cosa migliore di tutti i film degli anelli di Jackson; le scene con Radagast, sebbene questo non si veda mai nel libro; Gollum come resa visiva e come recitazione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Chissà se un giorno avremo termini di confronto, qualcuno che darà un interpretazione diversa dello Hobbit..Jackson avrà fatto pure del suo meglio ma di magia in questo film ne vedo poca. Chissà che risultato avrebbe ottenuto Del Toro se avesse potuto o voluto dirigire lui.

Macs  @  18/12/2013 08:10:13
   7½ / 10
Concordo con la media. La trama e' molto semplice e lineare, e a parte un interessante dialogo tra Gandalf, Saruman e il re degli Elfi, non si intravede un filo conduttore, il film e' una sequela di episodi piuttosto slegati tra loro. Per quanto siano divertenti e ben girati. Meglio comunque la prima parte, piu' spazio per la recitazione (le scene coi nani nello Hobbiton sono spassosissime), dopo sono piu' che altro effetti speciali. Grande Christopher Lee, anche se il doppiaggio italiano non gli rende giustizia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  16/12/2013 11:45:05
   7 / 10
Percorrere sentieri già battuti con successo è sempre un buon modo per evitare spiacevoli sorprese. Non stupisce quindi che Peter Jackson, per questa nuova trilogia dopo quella dedicata all'anello "tessoroso", decida di organizzare "Lo Hobbit" in modo di far tornare lo spettatore nella già nota e apprezzata Terra di Mezzo. Non rischia nulla il simpatico regista: stessa struttura narrativa, stesse dinamiche individuali e di gruppo, stesse ambientazioni e stesso finale in sospeso. Di conseguenza innovazioni assenti, con la compagnia plasmata in Contea hobbit secondo accumulo domestico abbastanza palloso, con a seguire pazzesca impresa verso Erebor, vecchio regno dei nani ora sotto il dominio del drago "paperone" Smaug.
I conservatori dell'opera Tolkeniana probabilmente digrigneranno i denti, c'è però da dire che la storia funziona pur non facendo gridare al miracolo. Ci si diverte tra combattimenti vari e creature ostili come goblin, troll e orchi. Molto riuscite le scene più movimentate a partire da quella tra i ponti sospesi nell'antro sotterraneo, per continuare col combattimento sul precipizio tra i mannari capitanati dall'oriddo Azog e la combriccola spronata da un insospettato quanto obbligatorio eroe.
A latitare è il carisma di cui erano in possesso la maggior parte dei personaggi della precedente saga, come quell'estremo spirito di sacrificio che ha reso immortale le gesta ad esempio di Boromoir. Sono ancora una volta i personaggi "vecchi" come Gandalf e soprattutto lo scisso Gollum a tener banco, mentre i nani possono sol sognare il fascino sprigionato da un Aragorn o un Legolas, e anche dal loro simile Gimli. Il protagonista Bilbo ricalcando lo straniamento e le paure di Frodo non riesce a raggiungerne lo spessore emotivo, comunque sia chi ama il mondo di Tolkien effigiato dal gruppetto "Jackson più fidati sceneggiatori e scenografi" difficilmente resterà deluso.
Ancora una volta gli scenari neozelandesi donano quel gran tocco di classe e la miscela tra momenti spensierati o ironici con altri in cui è la tragedia ad incombere funziona. Certo, le canzoncine ce le potevano risparmiare.
Arduo evitare paragoni con ciò che è stato in precedenza, in tal caso " Lo Hobbit" diventa opera minore, quasi fosse stata realizzata con meno intensità e devozione. Se si dovessero riuscire a scindere i due lavori allora farsi trascinare da questo fantasy, risaputo quanto si vuole oltre che semplicistico nello sviluppo di situazioni e personaggi (straordinario Gollum a parte), non è e affatto difficile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/12/2013 17.55.22
Visualizza / Rispondi al commento
geo_94  @  15/12/2013 15:44:58
   7½ / 10
Quando ho scoperto che Jackson stava girando lo Hobbit sono un po' inorridita, aveva fatto un'impresa con Il Signore degli Anelli, con lo Hobbit sarà difficile perché il livello è diverso. Ho dovuto ricredermi: buona resa cinematografica da parte della trama, pescando anche dalle appendici, la caratterizzazione dei luoghi e personaggi eccellente. Gandalf non si smentisce mai, Ian McKellen è sempre perfetto, tra i nuovi personaggi mi ha colpito molto la resa di Bilbo, impeccabile Freeman, e di Thorin, davvero ottima recitazione.
Suggerisco di vederlo, ovviamente non è uguale al libro, non si può pretendere neanche di fare paragoni con Il Signore degli Anelli, però Jackson ha lavorato bene (eccetto qualche battuta di Saruman che si poteva evitare), ritornare nella Terra di Mezzo non è dispiaciuto.

il.razziatore  @  15/12/2013 15:30:12
   4½ / 10
Che schifo di film!!!
Un film chiaramente per bambini, scontato e ovvio, zeppo di cliché.
Quindi voto 10 se il target sono i bambini, ma non essendolo...

La cosa che mi rompe è che i cattivi non sono mai cattivi davvero, sono sempre dei pagliacci spiritosoni che alla fine vengono sopraffatti da lotte tipo Power Rengers.
Zero realismo quindi nelle reazioni dei personaggi, attori secondo me pessimi, il re dei nani ha sempre la stessa espressione per tutto il film.
Si salva ovviamente l'attore di Gollum, Gandalf (che purtroppo nel doppiaggio italiano di Gigi Proietti perde TUTTO il carisma, sembra un beota) e Bilbo che non se l'è cavata male.

I nani sono fatti malissimo, Il trucco è un qualche cosa di semplicemente ridicolo, sembra abbiano preso baffi e parrucche da un negozio di carnevale low cost; le proporzioni sono tutte sfasate, un nano me lo immagino basso e tozzo come nella trilogia dell'anello, qua invece sono tutti alti e snelli.

Manca totalmente quello che viene chiamato la "montagna russa delle emozioni" cioè l'alternanza di momenti drammatici, energetici, affascinanti, divertenti eccetera, questo film infatti è eccessivamente zuccherino, l'umorismo è fastidiosamente e FORZATAMENTE inserito in ogni fessura.

I tempi sono estremamente gestiti male, dialoghi prolissi del tipo "Pdor figlio di khmer della tribù di ishtar...." sono estremamente frequenti e se non siete nerdoni infojati probabimente annoiano.

Per concludere e riassumere ciò che ha rovinato tutto è la caratterizzazione dei nani.
Mezzo voto in più per la fotografia e la regia, tutto sommato gustosa.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

darkscrol  @  12/12/2013 22:36:43
   9 / 10
sicuramente non ha tutta la bellezza della grande trilogia de "il signore degli anelli" ma è cmq un bellissimo film cn una trama spettacolare...grande la compagnia di nani e soprattutto grande bilbo.

JackRock  @  28/11/2013 00:24:19
   9 / 10
Fantastico....meglio della compagnia dell'anello se vogliamo fare un confronto!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  22/10/2013 15:59:02
   9 / 10
 Ero molto combattuto sul voto da dare e solitamente non do molta importanza al voto in sè, tuttavia ho deciso di premiare con un bel nove Lo Hobbit di Peter Jackson. Preambolo: non sono mai stato un fanatico di Tolkien, tuttavia non nego che quando uscì nelle sale il primo (e ancora oggi il più bello e monumentale della trilogia dell'anello) film ispirato alla più epica delle storie dello scrittore britannico La compagnia dell'Anello, ero poco più che un ragazzetto che si prese una bella cotta per questo fantastico universo letterario e lessi voracemente Il Signore degli anelli (ancor prima dell'uscita nelle sale del secondo capitolo della saga), il Silmarillion e Lo Hobbit, esattamente in quest'ordine. Ero titubante quando venni a sapere dell'uscita di questo film ma subito dopo averlo visto ci sono ricascato, e oggi che non sono più un ragazzetto mi sono ritrovato a farmi affascinare nuovamente da questi improbabili luoghi e personaggi e il film di Jackson esattamente come nel lontanissimo 2001, mi ha riportato su quelle pagine di Tolkien. Rileggere Lo Hobbit in lingua inglese appassiona e affascina anche il lettore adulto, assorbe come pochi libri sanno fare e mi sono spesso trovato con stupore a centellinare le pagine per non allontanare il più possibile il momento della fine, a cercare di non perdere nemmeno una parola, un particolare idioma o modo di dire; la prosa di Tolkien conquista ed è una vera gioia per gli amanti della lettura. Signori, qui ci troviamo di fronte ad uno dei rarissimi esempi di come letteratura e cinema a volte si completino a vicenda (mi vengono in mente Il buio oltre la siepe o Arancia Meccanica e pochi altri), uno di quei casi in cui il film non si limita a ripetere a menadito la storia del libro ma la mette in scena con una profonda compresione e ne riesce a trasmettere totalmente la magia. Certo si obietterà che tre film sono fin troppi per un'opera come questa anche perchè viene naturale il confronto con la trilogia del Signore degli Anelli (effettivamente diviso in tre volumi), tuttavia ricordo che Jackson dovette tagliare parecchio rispetto al libro (e a buon titolo con il senno di poi poteva farci anche sei film su quella storia, tuttavia ha rispettato il "concetto" dei tre volumi) suscitando non pochi malumori tra i fan, quindi sembra assurdo lamentarsene. Con un cast magnifico, la solita realizzazione impeccabile nei minimi particolari, i suggestivi paesaggi della Nuova Zelanda, una colonna sonora incalzante e a tratti divertente (nel libro di canzonette ce ne'è tante) il film regala due ore di emozioni e una full immersion nell'universo della Terra di Mezzo. È evidentissimo che Jackson è il primo grande fan di Tolkien e ideare un poderoso scontro tra giganti di roccia prendendo spunto da un una frase, da una semplice metafora (" When he peeped out in the lightning-flashes, he saw that across the valley the stone-giants were out, and were hurling rocks at one another for a game, and catching them, and tossing them down into the darkness where they smashed among the trees far below, or splintered into little bits with a bang. ") che descrive una violenta bufera, non significa mancare di rispetto allo scrittore, significa al contrario esserne stati talmente risucchiati da avere così vivide e chiare quelle immagini da poter quasi dire di essersi trovati lì, su quel crepaccio con tredici scorbutici nani, un hobbit, un mago e qui poveri pony mentre una tempesta si abbatte su di loro. Evitino quindi di stracciarsi inutilmente le costosissime vesti con cui orde di nazinerd puristi della filologia del romanzo di recano ai cosplay, Lo Hobbit di Jackson pur apportando modifiche qui e lì al romanzo fin qui ne ha rispettato profondamente l'essenza anzi, ancora una volta ha onorato l'opera Tolkien che sono sicuro sarebbe rimasto esterrefatto dal film. Sublime.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/12/2013 15.38.01
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  20/10/2013 15:31:30
   5 / 10
Il 5 dato da un grandissimo estimatore della trilogia del signore degli anelli può considerarsi voto quantomai obiettivo. Questo "Lo Hobbit" è stata una delusione, visto che in parecchie parti mi ha annoiato e manca di personaggi carismatici e di spicco.

Elwing77  @  11/10/2013 22:26:48
   9 / 10
Degno di Peter Jackson e di tutto il suo lavoro-studio dell'opera tolkeniana.

M.R.  @  10/10/2013 14:17:51
   5½ / 10
La trilogia del signore degli anelli è fantastica e piena di mille emozioni.
Ma "Lo Hobbit" mi ha deluso molto. L'ho trovato noioso, troppo lungo e a tratti anche irritante.

Spero che gli altri due che usciranno siamo migliori.

dkdk  @  08/10/2013 00:22:52
   5 / 10
sono stupito dalla media voto che ha questo film... mi sento un po una voce fuori dal coro, però non riesco ad andare oltre il 5.
Solo gli effetti speciali si salvano, per il resto poco da dire storia noiosa a tratti stucchevole.
DELUSIONE

Charlie Firpo  @  14/09/2013 14:53:00
   7½ / 10
Tentativo di Jackson di bissare il successo ottenuto con il Signore degli anelli proponendo questo racconto minore di Tolkien, ma rispetto alla trilogia precedente questa perde molto in originalità, ormai molte cose sanno di già visto, la parte iniziale con i nani si dilunga troppo, i nemici qui sono meno tetri e e cosa peggiore molto bambineschi, in pratica siamo al cospetto di una riedizione del primo capitolo del Signore degli anelli ma in tono minore, abbiamo la stessa struttura narrativa di fondo con la formazione della compagnia e l'inizio del viaggio con annessi primi pericoli, abbiamo pure l'entrata nella montagna e l'incontro con gli orchi, è una minestra riscaldata e a volte gli effetti speciali sono troppo marcati con scene troppo esagerate e inverosimili perde nettamente il confronto se paragonato con la Compagnia dell' anello.

Il doppiatore italiano di Christopher Lee è un demente.

Resta comunque un bel film fantasy, resta da vedere l'evoluzione della storia nei prossimi due capitoli e quale sia la forza e il potere di questo drago Smaug.

calso  @  31/08/2013 15:44:28
   8 / 10
Veramente bello...decisamente più bello anche della compagnia dell'anello...la storia è resa benissimo ed arricchita da un'eccellente regia...il viaggio coinvolge, peccato sia stato diviso anche questo in tre capitoli e per vedere il prossimo si deve aspettare il prossimo natale...bello bello bello

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  28/08/2013 20:51:09
   8½ / 10
Il film dalle mille emozioni, per me per nulla paragonabile con qualsiasi capitolo della serie de "Il Signore degli Anelli" dove certi elementi proprio non c'erano (lo spirito goliardico, tanto per fare un esempio); al contrario, qui c'è veramente tutto. Il sentimento, la paura, la goliardia appunto e perché no, anche la demenzialità. Forse è proprio per questo che Peter Jackson ha deciso di realizzare una serie parallela alla prima, per renderle contrapposte. Aspettando con ansia il secondo capitolo, visto che il finale mozzato proprio sul più bello (più che comprensibile visto che si tratta di una trilogia) comunque mi ha lasciato contrariato (ripeto, in senso buono naturalmente).

Fumoffu  @  22/08/2013 23:07:38
   8 / 10
Non avevo molte aspettative su questo film, invece l'accoppiata Jackson/Tolkien mi ha fatto ricredere. Visivamente eccezionale, storia lineare ma interessante, orchi, troll e goblin dappertutto come si deve.
Martin Freeman uno hobbit davvero perfetto, simpatico, sperduto e serio al punto giusto, personalmente lo preferisco di molto a Frodo. Molto interessante anche la figura del re dei Goblin, un tocco particolare e riuscito, così come i troll che si dilettano in cucina.
Un po' scarsa la caratterizzazione dei nani in generale, alcuni praticamente nemmeno esistono, forse il numero è un po' troppo alto, magari una metà sarebbero stati sufficienti, anche se è troppo divertente vederli sballottati in ogni situazione.
Aspetto con interesse il seguito, per una saga che non arriverà a toccare gli apici del Signore degli Anelli, ma che sicuramente sarà nel complesso un'avventura da ricordare.

Invia una mail all'autore del commento agen  @  20/08/2013 12:34:09
   2 / 10
Pessimo senza capo ne coda sono rimasto molto ma molto deluso non gli ho dato uno solo per non metterlo alla pari di "troppo belli"

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/01/2014 17.40.13
Visualizza / Rispondi al commento
benzo24  @  04/08/2013 18:00:57
   1 / 10
Non solo è veramente noioso, ma non ha nemmeno nessun senso. Tra musical, fiaba. Troppo infantile.

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/08/2013 04.13.07
Visualizza / Rispondi al commento
Testu  @  02/08/2013 22:20:03
   7 / 10
Nessuno si può aspettare il signore degli anelli 2, ma posso dire che mi è piaciuto più del previsto. Avevo timore dell'allungamento commerciale, ma visto che la decisione è stata presa quando il film era ormai a due terzi di lavorazione, questo non deve aver influito troppo. Il problema sarà dopo....

Lo Hobbit è decisamente più caciarone nelle battaglie e nei nemici,qualche scena (roccia) rimanda alla trilogia classica, Saruman è stato dipinto troppo prima donna, gli elfi sembrano più delicati che mai, qualche nano medio-giovane avrebbe necessitato di un po di trucco in più (specie l'alternativa di legolas) e Gandalf per essere dispensatore di pietà combatte in modo divertito. D'altro canto l'atmosfera è stata rispettata ed il prodotto finale è riuscito bene. Una prima parte onesta, a cui dovrebbe seguire una seconda parte più movimentata e conclusiva...... dovrebbe.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Javier81  @  30/07/2013 20:24:53
   4½ / 10
Non sono uno stimatore del fantasy classico, ma mi aspettavo davvero di più da un film che i molti Tolkeniani hanno osannato davvero troppo. Dopo una premessa quasi perfetta, il film diventa subito davvero irritante. Le scene sono spesso prolungate all'inverosimile, come la scena della cena dei nani. I dialoghi sono spesso stupidi e insignificanti e ammazzano il ritmo e il valore della trama (ho odiato quello tra l'hobbit e lo sgorbio "il mio tesoro" di cui non ricordo il nome). Non ho letto il libro, ma spero davvero che non sia così. Un film che francamente mi è sembrato senza mordente e tirato all'inverosimile. 162 minuti che potevano essere 100. Talvolta si ha l'impressione di una carrellata di personaggi del Signore degli Anelli, fine a se stessa.. Quasi una tortura. Molto deluso.

horror83  @  30/07/2013 19:58:01
   10 / 10
per me è un capolavoro. STUPENDO!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

krueger419  @  20/07/2013 23:21:02
   6 / 10
Sono rimasto molto deluso.
Ok, avevo grandissime aspettative, avevo deciso di non guardarlo al cinema ma di aspettare l'edizione home-video.. dvd, 13 euro, 2 dvd, ok.
E... no. Il senso di epicità dei predecessori è sostituito dalla noia mortale di alcune scene. Il doppiatore di Gandalf è stato cambiato dal grandissimo Gianni Musy all'inadeguato Gigi Proietti. Bilbo non ha un vero e proprio spessore psicologico, è impossibile affezionarsi a lui.
La sceneggiatura è davvero poco curata..
Un vero peccato.

topsecret  @  09/07/2013 14:00:21
   8 / 10
Il comparto visivo è davvero soddisfacente, anche se un gradino sotto rispetto a quello della trilogia de IL SIGNORE DEGLI ANELLI, e consente al fan della serie, ma anche al semplice spettatore, di gustarsi un'altra fantastica avventura densa di fascino, mistero ed atmosfera magica, merito anche della buona caratterizzazione dei personaggi e della regia sempre attenta.
Di certo le mie aspettative non sono state disattese e questa prima parte de LO HOBBIT mi ha regalato una visione coinvolgente, senza cali di ritmo e d'intensità, mettendomi addosso quella sensazione di impazienza, sopportabile per il momento, riguardo alla prossima uscita che, senza dubbio, sarà all'altezza di ogni confronto.
Da non perdere.

piertoni  @  08/07/2013 18:40:24
   7 / 10
Jackson con le solite manie di gigantismo. Addendum a the lord of the ring, più per ragione di cassetta che per necessità autoriale. Comunque abbastanza movimentato

the saint  @  08/07/2013 16:11:53
   7 / 10
almeno 3 voti sotto il signore degli anelli...

comunque non male, da vedere!

pinhead88  @  05/07/2013 18:57:09
   8 / 10
Ho letto 'Il signore degli anelli' ma non 'Lo hobbit', quindi non so bene se la trasposizione sia stata realizzata in modo eccelso riguardo al libro.
La prima parte è un po' noiosetta, ma dopo che la compagnia si mette in viaggio diventa uno spettacolo audiovisivo come solo Jackson riesce a creare. Orchi, Goblin, Troll, Giganti di pietra e così via.
Non credo sia ai livelli della precedente trilogia, ma aspetto davvero con ansia gli altri capitoli della saga.

Trixter  @  16/06/2013 09:59:56
   7½ / 10
Ottima pellicola davvero! molto lunga e con qualche breve calo di ritmo, tuttavia l'impatto visivo è talmente esaltante che è difficile non restare catturati dai personaggi, dalle avventure, dai sentimenti offerti dal film. Giusto il protagonista Bilbo, a mio parere, pur ben recitato, non ha il fascino che, forse, era da attendersi. Ad ogni modo, questo primo capitolo è decisamente ben fatto ed affascinante. Avrebbe senz'altro meritato una visione al cinema.

Kyo_Kusanagi  @  07/06/2013 09:49:19
   7 / 10
Partito prevenuto da commenti negativi di amici fan doc della serie,ho iniziato la visione e devo dire che non mi è dispiaciuta affatto ; lontano dall'epicità della vecchia trilogia è chiaro e forse appunto ai fan potranno non essere daccordo su scelte e sceneggiature ma l'ho trovato scorrevole e a tratti divertente senza contare il notevole impatto visivo, quasi tre ore senza manco accorgermene per poi ai titoli dire "già finito?". Bello rivedere i vecchi protagonisti della serie in una serie di comparsate; Aspettiamo il secondo capitolo

AMERICANFREE  @  04/05/2013 22:18:48
   8 / 10
condivido la media di filmscoop. sono un grande appassionato di questo genere e non sono rimasto deluso. da vedere!

ferrogeo  @  02/05/2013 14:11:50
   7½ / 10
Inizialmente ero prevenuto ma devo dire che il film è molto bello e ricco di scene spettacolari e divertenti.
Chiaro che non si possono raggiungere i fasti delle irraggiungibili prime tre pellicole, però scorre veloce e non annoia mai.
Mi sono piaciuti molto i costumi dei nani e la loro caratterizzazione.
Da non perdere

junior86  @  02/05/2013 09:13:55
   7½ / 10
L'attesa per questo "Lo Hobbit" è stata tanta, e ancora di più (forse) erano le aspettative. Diciamo che sono state soddisfatte in parte.
Si tratta comunque di un prodotto cinematografico di tutto rispetto. E' un bellissimo ritorno al passato per chi, come me, ha amato alla follia la saga del Signore degli Anelli. Fotografia e scenografia sono assolutamente bellissimi, richiamano molto la precedente trilogia (d'altronde, tratto da libri dello stesso autore, stesso regista, stesso autore della colonna sonora, stesse locations...).
Purtroppo l'aver deciso di dividere in tre capitoli anche questa saga ha allungato molto il brodo su tantissime scene. Le 2 ore e 40 di questo film si potevano benissimo riassumere in 2 ore in quanto trovo moltissime scene troppo lunghe e noiose.
In particolare, mentre nel Signore degli Anelli le battaglie erano spettacolari (Aragorn e Legolas alzavano di molto il livello), qui sono invece quasi tutte le battaglie e le scene d'azione ad annoiare lo spettatore.
In particolare la scena con Radagast che depista i mannari, la scena della fuga dall'interno delle Montagne nebbiose (da non paragonare nemmeno alla fuga dalle miniere di Moria del Signore degli Anelli!), l'ultima battaglia con i mannari poco prima della fine... Non mi sono piaciute granché.
Al contrario, invece, le scene più calme e riflessive sono molto belle. E' assolutamente perfetta la scena con Gollum, ad esempio, in quanto fedele al libro e coinvolgente al 100%, nonostante era rischioso in quanto poteva nascerne una scena noiosa e tutta uguale. Invece l'ho trovata veramente ben fatta, Gollum è uno spettacolo di computer grafica, e ci mancherebbe, in 10 anni gli effetti speciali hanno fatto passi da gigante.
Bellissima anche la scena con i giganti di pietra, anche se forse un po' esagerata.
Forse però bisognerebbe che Peter Jackson partecipi ad un po' di lezioni di fisica: piattaforme che cadono da burroni perfettamente in piano, alberi che si accasciano uno sull'altro e cascano come se fossero dei domino, giganti di pietra che si muovono e sbattono l'un contro l'altro senza far cadere o ferire nemmeno un personaggio... insomma, vabè che cinema è anche finzione, ma così forse è un po' troppo.
Martin Freeman mi è sembrata assolutamente una scelta azzeccata in pieno, ha proprio la faccia da hobbit e lo stesso identico portamento descritto nel libro.
Insomma un film da non perdere per chi ama le storie di Tolkien, nonostante qualche piccolo difettuccio che fa abbassare un po' il voto (l'8 o 8 e mezzo altrimenti erano assicurati).
Sono convinto che i prossimi capitoli saranno ancor più spettacolari.

mauro84  @  02/05/2013 00:02:22
   8 / 10
finalmente son arrivato a vedermi, grazie all'edizione dvd venduta in edicola questa spettacolare epica pellicola... lo avevo sottovalutato tanto.. la prima parte forse è lenta, prende poco fà quasi addormentare, poi molte scene di azione, luoghi spettacolari ricreati dalla natura che ci offre.. ai 2 pezzi di musical che amo.. alla superiorità dei nani su tutto! e lo hobbit e gollum con tesoro..

bello bello bello

peter jackston è tornato.. ed è pronto a ridarci un altra trilogia epica!

un film fantasy che nessun appassionato tolkeniano si deve perdere!

Dracula  @  28/04/2013 08:09:41
   10 / 10
In quanto alle scenografie e alla fotografia posso semplicemente dire PERFEZIONE ASSOLUTA, di una bellezza che lascia senza fiato, da infarto… la contea è qualcosa di indescrivibilmente sbalorditivo, io il paradiso me lo immagino tale e quale; stupendi anche i costumi, la colonna sonora, gli effetti speciali e, ovviamente, il trucco.
Per quanto riguarda la storia, è sicuramente più fiacca rispetto a Il signore degli anelli, però la nostalgia che si prova a vedere Lo Hobbit è indicibile… voto e valore emotivo, come minimo venti, voto oggettivo otto… beh, il risalutato è chiaro…

andreuzzolo  @  26/04/2013 00:20:38
   5½ / 10
Tolkien rimane un genio della letteratura e della filosofia 800entesca, ma questo film purtroppo non gli da onore. Certo, dopo una belva come la trilogia è impossibile ripetersi agli stessi livelli, anche gli autori ad una domanda piccante hanno risposto proprio questo. Con una eredità come Il Signore degli Anelli sarebbe stato impossibile dare quello che il pubblico di sarebbe aspettato. Aspettative TROPPO alte.
Il film si fa guardare, ma dopo un oretta è abbastanza noioso, se fosse uscito al posto del Signore Degli Anelli sarebbe stato votato meglio, ma poi ci saremmo persi il vero capolavoro. Questo è un contorno...magari da vedere prima di spararsi il dessert della trilogia.
Ci hanno provato ma è un film noioso, abbastanza vuoto ma sopratutto LENTISSIMO.

The BluBus  @  23/04/2013 22:36:37
   5 / 10
Sceneggiatura totalmente inadeguata. A differenza della riuscitissima trilogia dell anello questa è semplicemente una storiella per bambini..
per altro anche la CGI dei mannari non mi è piaciuta..
e non parliamo dei "nemici" che sembrano dei birilli pronti ad essere abbattuti a mucchi... bah... inutile.

vale1984  @  21/04/2013 20:04:54
   8 / 10
strepiotoso, con una storia bellissima e di nuovo degli effetti speciali e dei panorami, ripresi dal signore degli anelli, molto ben fatti. La storia mi è piaciuta da morire. Del signore degli anelli avevo apprezzato film e libro, qui non ho letto la storia scritta e dovrò rimediare presto...
mi è piaciuto quasi più della grande saga e merita proprio un 8!

  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebangla
 NEW
beautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
blue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on water
 NEW
climax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sisters
 NEW
i morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposa
 NEW
il grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervello
 NEW
maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleanersrapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!
 NEW
shelter: addio all'eden
 NEW
soledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988860 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net